Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista maggio 2009
Rapporti

La grande mistificazione americana del cuore

Da Michael Ozner, MD
La grande mistificazione americana del cuore
Dott. Michael Ozner: Il cardiologo preventivo principale del mondo.

L'America spende almeno $60 miliardo all'anno su cura cardiovascolare dilagante. Anche dentro attualmente di intensificazione il debito pubblico e dei bilanci squilibrati, quello è una somma di denaro vacillante. E scioccante, la prova suggerisce che molto di stia sperperando sulle procedure ad alto rischio e costose a cui non si sono rivelati conservare le vite o impedire gli attacchi di cuore. Gli studi indicano che questi cardiaci ora comuni procedura-compreso le angioplastiche dell'arteria coronaria, le disposizioni di stent ed il bypass coronarico chirurgia-sono del valore dubbio, aggiungendo poco in termini di risultati a lungo termine di salute ed a volte anche rendendo le cose peggiori di se non fossero state eseguite affatto. L'America ha 5 per cento della popolazione del mondo, eppure eseguiamo la metà degli interventi di bypass del mondo e delle disposizioni di stent. Ed i paesi che spendono una frazione di cui facciamo su cardiochirurgia hanno meno attacchi di cuore pro capite e meno morti in relazione con il cuore! La cura cardiovascolare è quasi osceno un'industria lucrativa in America e la prova abbonda che le preoccupazioni finanziarie possono distrarre gli ospedali ed i medici da messa a fuoco su che cosa dovrebbe essere la loro preoccupazione primaria: che cosa è vero il la cosa migliore per il paziente.

L'associazione del cuore dell'americano riferisce che 80 milione uomini e donne hanno sofferto dalla malattia cardiovascolare nel 2005. Molti di quegli individui sfavorevoli sperimentati severamente hanno ridotto la qualità della vita, duratura ai sintomi che includono intermittente a dolore toracico costante, all'incapacità di camminare, alla dispnea ed agli effetti collaterali innumerevoli della droga, tra altri sintomi di disturbo. Mentre la malattia cardiaca peggiora, medici sono costretti spesso a prescrivere un numero aumentante di medicinali per alleviare i sintomo-farmaci crescenti che presentano il rischio di interazioni della droga pericolose. E malgrado miliardi spesi annualmente su medicina cardiovascolare, quasi milione uomini e donne in America sopra l'età di diciotto muoiono ogni anno della malattia cardiaca.

Chiaramente, abbiamo un problema. Ma non deve essere questo modo. Non dobbiamo rassegnarci alle durate delle arterie sempre più ostruite ed al rischio del sempre montaggio di attacco di cuore o di colpo. Né dobbiamo rassegnarci a dipendenza dai farmaci costosi, o presenti agli ambulatori che non funzionano. C'è un'alternativa alle procedure dilaganti, all'ambulatorio costoso e ad una qualità della vita sempre diminuente.

Nel mio lavoro come un cardiologo con esperienza, ben preparato, bordo-certificato e collega sia dell'associazione americana del cuore che dell'istituto universitario americano della cardiologia, ho visto i numeri innumerevoli dei pazienti non solo evitare peggiorare la malattia cardiaca, ma realmente miglioro la loro salute e qualità della vita.

I numeri raccontano la storia

Più di 1,5 milione angioplastiche ed ambulatori del bypass coronarico sono fatti annualmente negli Stati Uniti, che fanno la cardiochirurgia fra le procedure chirurgiche il più comunemente eseguite per sia gli uomini che le donne. Sebbene la cardiochirurgia possa essere salvataggio, la verità è che l'ambulatorio avvantaggia soltanto una piccola frazione di milioni di pazienti che subiscono queste operazioni. Per la maggior parte-un stimata 70 - 90 percentuale-queste procedure sono nel migliore dei casi inutili. Infatti, eccezione fatta per una minoranza dei pazienti, l'intervento di bypass e l'angioplastica non sono stati indicati mai per prolungare la vita o impedire gli attacchi di cuore. E mentre i pazienti americani sono sette volte più probabili da subire l'angioplastica e l'intervento di bypass coronari che i pazienti nel Canada ed in Svezia, il numero dei canadesi e degli svedesi che muoiono dalla malattia cardiovascolare è quasi identici (pro capite) al numero di persone che muore dalla malattia cardiaca in questo paese.

I numeri raccontano la storia

Stiamo spendendo miliardi di dollari ogni anno sulle procedure rischiose che non sono state indicate mai per avvantaggiare la maggior parte dei pazienti, o facciamo una differenza significativa nel tasso di mortalità globale.

Infatti, il tasso di mortalità per intervento di bypass varia da 3 a 5 per cento. Ciò può suonare inizialmente insignificante, ma quando considerate che mezzo milione di persone subisca queste procedure ogni anno, 3 - 5 per cento rapidamente aggiungete: a 15.000 - 25.000 vite ha perso un anno. Ulteriormente, i 25 - 30 per cento stimato delle angioplastiche vengono a mancare, richiedendo ai pazienti di ripetere la procedura. E finalmente molti di questi pazienti di angioplastica inoltre richiederanno l'intervento di bypass.

Il tasso di mortalità non è la sola statistica preoccupantesi connessa con intervento di bypass. Fino a 80 per cento dei pazienti possono incontrare le difficoltà conoscitive dopo chirurgia, qualcosa che possa essere particolarmente devastante ai pazienti anziani, che possono già avvertire i problemi con la memoria ed altra segni in anticipo del declino conoscitivo. La gente che subisce l'intervento di bypass è quasi quattro volte più probabilmente soffrire un colpo successivo ai tempi di chirurgia che se avessero eletto per non andare sotto il coltello. Sono inoltre vulnerabili alle infezioni post-chirurgiche. Né è la disposizione coronaria di stent e di angioplastica priva di rischio; le complicazioni comprendono l'attacco di cuore, il colpo, l'aneurisma al sito di puntura, l'infezione e l'esigenza dell'intervento di bypass di emergenza. Contrapponga questo con il costo di quanto segue uno stile di vita cuore-sano: nessuno!

Un diniego importante

Non sto dicendo che tutta la cardiochirurgia è una mistificazione. Lontano da! In questi ultimi trenta anni, le andature tremende sono state fatte nel trattamento chirurgico di molti problemi una volta mortali del cuore. Effettivamente, la cardiochirurgia è un vita risparmiatore per molti, molti pazienti.

le circostanze in relazione con l'aterosclerosi che autorizzano l'intervento chirurgico comprendono disattivare il dolore toracico, malgrado i cambiamenti medici massimi di stile di vita e di terapia; bloccaggio severo dell'arteria coronaria principale sinistra; bloccaggi critici di tutte le arterie coronarie principali in pazienti con un muscolo del cuore debole; e sindromi coronarie instabili, quale un attacco di cuore evolventesi.

Non confonda la mia intenzione: la mia preoccupazione non è con intervento cardiaco che è appropriato. La mia preoccupazione per il numero puro delle procedure inadeguate ed inutili che sono eseguire-procedure che sottopongono i pazienti stabili con la coronaropatia al rischio inutile quando sarebbero ben migliore serviti in altri modi.

Cuore Malattia-non è degno morire per

Cuore Malattia-non è degno morire per

Che cosa chiamiamo la malattia cardiovascolare comprende una vasta gamma di circostanze che colpiscono il cuore ed il sistema vascolare, da ipertensione (ipertensione), alla coronaropatia, ad infarto, ad attacco di cuore (infarto miocardico), alla malattia arteriosa, all'aneurisma ed al colpo periferici, tra l'altro. Tutte sono letteralmente manifestazioni della malattia all'interno del cuore o all'interno di migliaia di miglia dei vasi sanguigni nei nostri corpi.

La maggior parte della malattia cardiaca è collegata con qualcosa aterosclerosi chiamata, “l'indurimento„ delle arterie con infiammazione cronica dovuto i depositi grassi nella parete dell'arteria. Le arterie sane sono dure mentre ancora rimangono flessibili ed elastiche. L'aterosclerosi distrugge gradualmente questa elasticità cruciale. Quando le arterie si induriscono, possono bloccare il flusso di ossigeno vitale e di di sangue ricco di sostanza al cuore, al cervello e ad altri organi. Purtroppo, per una maggioranza degli uomini e circa la metà di tutte le donne con aterosclerosi, la prima indicazione che hanno questa circostanza è attacco di cuore o morte cardiaca improvvisa. L'aterosclerosi può richiedere le decadi per svilupparsi e la sua progressione è furtiva.

Metabolico, non chirurgico

Nè la formazione di placche nè la rottura della placca è semplice o diretta. Entrambi si presentano a causa delle interazioni complesse fra colesterolo, i radicali liberi e le cellule infiammatorie. Tutti i questi sono direttamente o indirettamente controllati, tramite i nostri processi metabolici, che rendano a malattia cardiaca un disordine metabolico— un disordine causato dalle reazioni chimiche anormali nel corpo che interrompono il processo normale di metabolismo (come creiamo l'energia proveniente dall'alimento che mangiamo). Ed i disordini metabolici richiedono le soluzioni-non metaboliche quelle chirurgiche.

Ma l'ambulatorio, in tutta la circostanza, è come mettere su un cerotto: non ripara il problema; lo copre appena su per un po'.

Se vogliamo fermare la malattia cardiaca, dobbiamo indirizzare le cause fondamentali: livelli di colesterolo, produzione del radicale libero, infiammazione. Le buone notizie sono che, perché la malattia cardiaca è un disordine metabolico, tutte queste cose sono, fino ad un certo punto, all'interno del nostro controllo. Nessuno deve morire prematuramente dalla malattia cardiaca.

Impedire la malattia cardiaca è nella grande parte A un aspetto semplicemente di incoraggiamento del metabolismo sano: mangiando gli alimenti giusti, ottenendo abbondanza dell'esercizio e prevenzione dello sforzo cronico. E potete invertire la malattia cardiaca lo stesso modo. Gli studi hanno indicato ripetutamente questo, compreso uno studio pubblicato ai dai ricercatori basati a Harvard in New England Journal di medicina che ha concluso che i cambiamenti di stile di vita (dieta, esercizio, ecc.) sono capaci di riduzione del rischio della malattia cardiovascolare da una figura dalle più di 80 percentuali-un quale statina dei briscole anche droga, noto per ridurre il rischio relativo di rischio della malattia cardiovascolare da 30 - 35 per cento.

Ma se tutto questo è caso-e posso dirglielo da esperienza quella essere-perché non sono i vostri medici vi che dicono questo? Perché il trattamento della malattia cardiaca ancora conta così completamente su chirurgia, che non funziona spesso?

Continuato alla pagina 2 di 2