Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista aprile 2010
Sulla copertura

Analisi di circolazione delle cellule del tumore: Major Advance nel trattamento del cancro


Da Steven Nemeroff, ND
Le cellule di circolazione del tumore predicono il rischio di ricaduta

Le cellule di circolazione del tumore predicono l'efficacia del trattamento

Uno degli usi potenziali più emozionanti della tecnologia del ctc è di permettere che medici valutino l'efficacia del trattamento durante la fase in anticipo di terapia. Storicamente, le decisioni di trattamento del cancro sono state basate sui risultati di grandi studi che confrontano l'efficacia dei regimi terapeutici differenti. Questi studi hanno indicato i quali trattamenti sono statisticamente probabili fornire i migliori risultati per tantissima gente. Tuttavia, queste linee guida del trattamento non predicono come una singola persona con cancro reagirà ad un trattamento dato.

Per molti malati di cancro, il corso della malattia e la risposta al trattamento, possono essere altamente imprevedibili. Una persona potrebbe avere una risposta eccellente ad un regime dato della chemioterapia, mentre per un'altra persona lo stesso regime non potrebbe avere alcun effetto affatto. Per questo motivo, è estremamente importante avere la capacità di valutare rapidamente la risposta di una persona al trattamento. Nel migliore dei casi, medici otterrebbero questi informazioni durante il corso iniziale della terapia. Se il cancro non sta rispondendo al trattamento quindi ai cambiamenti appropriati del trattamento può essere fatto. Un'altra considerazione molto importante è la tossicità significativa che è associata con trattamento del cancro. Se può essere determinato che un trattamento è inefficace durante la fase iniziale di terapia, quindi il trattamento può essere interrotto prima che possa causare la tossicità severa.

Finora, medici hanno dovuto spesso aspettare almeno alcuni mesi prima che potessero valutare l'efficacia del trattamento. Questa incapacità di valutare l'efficacia di un trattamento durante la fase in anticipo di terapia può avere conseguenze disastrose per la persona con cancro. Quei tre mesi di attesa per sapere se il trattamento sta funzionando possono fare la differenza fra l'alterazione della terapia per riflettere la mancanza di risposta, o la continuazione con un trattamento inefficace e permettere che il cancro progredisca. Ciò che aspetta può trasformarsi in in una cosa del passato, come gli studi recenti hanno dimostrato che la prova del ctc può predire attendibilmente la risposta al trattamento durante la fase in anticipo di terapia.

In uno studio importante,11 163 donne con cancro al seno metastatico sono state esaminate a ctc alla linea di base ed a quattro volte differenti nel corso del trattamento. I ricercatori hanno scoperto che quei pazienti con meno di 5 ctc alla prima misura hanno avuti una sopravvivenza globale mediana di più maggior di 18,5 mesi. Quelli con 5 o più ctc ha avuto una sopravvivenza globale mediana di soltanto 7 mesi. Fin da 4 settimane nella terapia, prove del ctc determinate quali pazienti non stavano rispondendo e di chi cancro continuerebbe a progredire nel trattamento inefficace.

Gli autori di questo studio hanno concluso che “la rilevazione del ctc elevato in qualunque momento durante la terapia è un'indicazione accurata della progressione e della mortalità rapide successive di malattia per i pazienti di cancro al seno metastatici.„

In uno studio relativo, 10 138 donne con cancro al seno metastatico hanno fatte misurare il ctc 4 settimane dopo l'inizio della terapia. La sopravvivenza globale mediana per quelli con 5 o più ctc erano 8,5 mesi. Quelli con un conteggio del ctc di meno di 5 si sono divertiti di 22,6 mesi! Inoltre, 84% di quelli con un conteggio del ctc di meno di 5 erano vivi dopo un anno, confrontato a soltanto 38% per quelli con un conteggio del ctc di 5 o più. I risultati di questi studi illustrano il potenziale tremendo del ctc che prova per predire esattamente l'efficacia del trattamento durante la fase iniziale di terapia.

Le cellule di circolazione del tumore predicono il rischio di ricaduta

Una delle domande che più importanti una persona ha dopo che ricevono il trattamento per il loro cancro al seno sono, “che cosa è la probabilità che avrò una ricaduta?„ Sebbene le previsioni statistiche per la ricaduta possano essere fatte per i grandi gruppi di persone, questa è una domanda che medici non possono rispondere con accuratezza grande per la singola donna con cancro al seno.

Riassunto

Tuttavia, un numero crescente degli studi ha rivelato che la prova del ctc può predire esattamente la probabilità della ricorrenza nei pazienti di cancro al seno dopo che ricevono il trattamento.

Nel 2006, gli scienziati in Spagna hanno misurato la presenza di ctc in 84 pazienti di cancro al seno ad alto rischio dopo che hanno ricevuto la chemioterapia iniziale.12 i ricercatori hanno trovato le differenze drammatiche nei tassi di ricaduta fra coloro che ha verificato il positivo a ctc, rispetto a quelle che non hanno avuti alcun ctc individuato nel loro sangue. Il positivo difficile del gruppo per il ctc ha avuto un rischio aumentato 269% di ricaduta e un 300% ha aumentato il rischio di morte, confrontato alla negazione difficile del gruppo per il ctc! Ulteriore analisi ha evidenziato una differenza colpente di 53 mesi nel momento di ricadere fra i gruppi.

In uno studio relativo,13 scienziati tedeschi nel 2008 hanno studiato 25 donne con cancro al seno che non si era riprodotto per metastasi. Hanno misurato i livelli del ctc prima e dopo i pazienti hanno ricevuto la chemioterapia. I risultati hanno indicato che la ricaduta si è presentata in meno di 10% dei pazienti di cui i livelli del ctc non hanno indicato un declino, cambiamento, o l'aumento secondario una volta confrontati ai livelli della linea di base ctc. C'era un tasso sostanzialmente più alto di ricaduta di 40% nel gruppo con un aumento del ctc alla conclusione della terapia.

Gli stessi scienziati tedeschi poi hanno terminato uno studio di 91 paziente di cancro al seno non metastatico che riceve la chemioterapia.14 misure del ctc sono state prese prima, durante e dopo il completamento della chemioterapia. Dopo che un periodo di seguito di 40 mesi, 20 delle donne avevano avvertito una ricaduta. I ricercatori hanno determinato che il gruppo con più maggior 10 volte diminuisce in ctc dopo il trattamento ha avuto un tasso di ricaduta di soltanto 3,6%! Il gruppo che ha sperimentato più maggior 10 volte aumenta di ctc dopo il trattamento ha avvertito un tasso in modo allarmante di ricaduta di 42,4%. I risultati di questo studio possono avere implicazioni ampie per i pazienti di cancro al seno in futuro, come quelle con più maggior 10 volte aumentano di ctc dopo che la terapia è all'elevato rischio molto della ricaduta e potrebbero essere candidati per il trattamento più aggressivo. Questi ricercatori hanno concluso che “… le cellule di circolazione del tumore sono influenzate dalla chemioterapia sistemica e che un aumento… di 10 volte o più alla conclusione della terapia è un forte preannunciatore della ricaduta e di un indicatore sostitutivo per l'aggressività delle cellule del tumore.„

Riassunto

Una serie di studi hanno dimostrato la capacità impressionante di prova del ctc di fornire informazioni essenziali per i malati di cancro nelle varie fasi durante la loro valutazione e trattamento. La prova del ctc può migliorare l'accuratezza prognostica, predire il rischio di ricaduta dopo il trattamento e permettere che medici controllino l'efficacia del trattamento in tempo reale.

Poichè esaminiamo il futuro della valutazione e del trattamento del cancro, è facile da vedere come la prova del ctc permetterà che noi ci muoviamo oltre il fuoco tradizionale sul tumore primario. Gli importante passi in avanti possono accadere come fuochi di scienza medica sul ctc e mira ai trattamenti contro le caratteristiche specifiche di queste cellule. Fortunatamente, la persona che si occupa del cancro non deve aspettare il futuro, poichè la prova del ctc ora è disponibile per coloro che vuole approfittare di questa nuova tecnologia ed il beneficio dalle informazioni vitali questa prova fornisce.

per domandare circa i laboratori che offrono le analisi del sangue di circolazione di analisi delle cellule del tumore (ctc) negli Stati Uniti, chiamata 1-800-208-3444. (Informazioni sulle prove più avanzate dell'analisi di CTC/molecular disponibili in Germania compaiono nell'articolo seguente.)

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a 1-866-864-3027.

Riferimenti

1. Meng S, Tripathy D, Shete S, et al. amplificazione del gene HER-2 può acquistarsi come cancro al seno progredisce. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 22 giugno 2004; 101(25): 9393-8.

2. Wülfing P, Borchard J, Buerger H, et al. cellule di circolazione del tumore di HER2-positive indica il risultato clinico difficile nelle fasi I - III pazienti di cancro al seno. Ricerca del Cancro di Clin. 15 marzo 2006; 12(6): 1715-20.

3. Cristofanilli m., Kr di Broglio, Guarneri V, et al. cellule di circolazione del tumore nel cancro al seno metastatico: organizzazione biologica oltre il carico del tumore. Cancro al seno di Clin. 2007 febbraio; 7(6): 471-9.

4. Moreno JG, Miller MC, S lorda, et al. cellule di circolazione del tumore predice la sopravvivenza in pazienti con carcinoma della prostata metastatico. Urologia. 2005 aprile; 65(4): 713-8.

5. Tombal B, Van Cangh PJ, Loric S, et al. valore prognostico delle cellule di circolazione della prostata in pazienti con un aumento PSA dopo la prostatectomia radicale. Prostata. 1° agosto 2003; 56(3): 163-70.

6. Martelli il CR, Partin l'aw, Eisenberger il mA, et al. storia naturale della progressione dopo l'elevazione di PSA dopo la prostatectomia radicale. JAMA. 1999; 281:1591-7.

7. Halabi S, piccolo EJ, Hayes DF, et al. significato prognostico di reazione a catena della polimerasi della trascrittasi inversa per l'antigene prostatico specifico nel carcinoma della prostata metastatico: uno studio annidato all'interno di CALGB 9583. J Clin Oncol. 1° febbraio 2003; 21(3): 490-5.

8. CC di Danila, Heller G, Gignac GA, et al. numero e prognosi di circolazione delle cellule del tumore nel carcinoma della prostata castrazione-resistente progressivo. Ricerca del Cancro di Clin. 1° dicembre 2007; 13(23): 7053-8.

9. Olsson CA, De Vries GM, Benson MC, et al. L'uso di RT-PCR affinchè analisi prostatico specifica dell'antigene predicano i guasti chirurgici potenziali prima della prostatectomia radicale: organizzazione molecolare del carcinoma della prostata. Br J Urol. 1996 marzo; 77(3): 411-7.

10. Budd GT, Cristofanilli m., Ellis MJ, et al. cellule di circolazione del tumore contro rappresentazione--sopravvivenza globale di predizione nel cancro al seno metastatico. Ricerca del Cancro di Clin. 1° novembre 2006; 12(21): 6403-9.

11. Hayes DF, Cristofanilli m., Budd GT, et al. cellule di circolazione del tumore ad ogni intervallo di tempo di seguito durante la terapia dei pazienti di cancro al seno metastatici predice la sopravvivenza senza progressione e globale. Ricerca del Cancro di Clin. 15 luglio 2006; 12 (14 pinte 1): 4218-24.

12. Quintela-Fandino m., Lopez JM, Hitt R, et al. presenza Cancro-specifica delle trascrizioni del mRNA del seno nel sangue periferico dopo che la chemioterapia adiuvante predice la sopravvivenza difficile fra i pazienti ad alto rischio del cancro al seno curati con la chemioterapia ad alta dose con il supporto periferico della cellula staminale del sangue. J Clin Oncol. 1° agosto 2006; 24(22): 3611-8.

13. Pachmann K, Dengler R, Lobodasch K, et al. Un aumento nel numero delle cellule a completamento della terapia può svilupparsi come indicatore della ricaduta iniziale: Quantificazione di fare circolare le cellule epiteliali del tumore (CETC) per il controllo della terapia adiuvante nel cancro al seno. Ricerca Clin Oncol del Cancro di J. 2008 gennaio; 134(1): 59-65.

14. Pachmann K, Camara O, Kavallaris A, et al. controllante la risposta di fare circolare le cellule epiteliali del tumore a chemioterapia adiuvante nel cancro al seno permette la rilevazione dei pazienti a rischio della ricaduta iniziale. J Clin Oncol. 10 marzo 2008; 26(8): 1208-15.