Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista aprile 2010
Rapporti

Fermi il circolo vizioso delle infezioni delle vie urinarie
Protezione antimicrobica di prossima generazione novella


Da Victoria Dolby Toews, MPH
Un nuovo intervento potente di UTI

Un nuovo intervento potente di UTI

Il nativo in Africa ed in Asia, hibiscus sabdariffa è stato utilizzato in alcune culture per sostenere la salute del rene e della vescica. I professionisti africani tradizionali usano il tè fatto dai calici dell'ibisco (la busta floreale verde del fiore) come un acido ed antibatterico, sia per acidificare che deodorizzare l'urina e proteggere da UTIs e da formazione del calcolo renale.

L'ibisco si vanta una gamma di composti potenti che impediscono Escherichia coli l'aderenza ai rivestimenti della parete della vescica e dell'apparato urinario. Sia il fiore che il calice sono abbondanti in polifenoli batteriostatici, compreso i flavonoidi, i sambubiosidese le proantocianidine. In particolare, il gossypetin flavonoide (3,5,7,8,3, “4" - flavone di hexahydroxy) trovato in ibisco è stato identificato come composto antimicrobico distinto con gli effetti potenti.3 questi agenti naturali sono stati indicati insieme per inibire l'attività di una miriade di microbi responsabili di UTIs, compreso Escherichia coli, lo staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa. Infatti, il modo dell'ibisco di profilassi (prevenzione) e l'alta concentrazione di composti batteriostatici possono esercitare gli effetti bacteriocidal (di batterio-uccisione) comparabili al cloramfenicolo antibiotico— con nessuno dei rischi.

In una prova alla cieca, controllata con placebo, il test clinico, donne che prendono gli ibischi ha avvertito un rapporto di riproduzione di 77% di UTIs.6 sessantuno donna ha partecipato allo studio di 6 mesi e 59 donne hanno terminato l'intero studio. Tutti hanno avuti una storia di frequente UTIs (più di quattro all'anno, compreso uno o più nei tre mesi prima dell'inizio dello studio). Le donne sono state assegnate a caso ad uno di tre gruppi che ricevono una dose quotidiana di 200 mg di estratto dell'ibisco standardizzati ai polifenoli di 90%; 200 mg di estratto dell'ibisco standardizzati ai polifenoli di 60%; o placebo. Confrontato al gruppo di controllo, le donne che prendono le concentrazioni dell'ibisco hanno avvertito una diminuzione di 77% nelle infezioni come pure il miglioramento globale nella comodità urinaria.

Nel 2009, un gruppo di ricercatori ha paragonato gli antibiotici testa a testa ai supplementi quotidiani dell'estratto del mirtillo rosso in donne che soffrono dall'infezione ricorrente.16 il mirtillo rosso (500 mg) e gli antibiotici (trimethoprin di mg 100) sono stati indicati per essere quasi ugualmente efficaci nell'impedire UTIs.

Secondo la ricerca in vitro, l'ibisco inoltre riduce la contaminazione sia di Escherichia coli che del candida albicans, il fungo responsabile delle infezioni di lievito.3,17,18 l'effetto antimicrobico sono risultati immediati e completi dopo il soltanto un giorno. Inoltre, quando l'ibisco è stato confrontato al mirtillo rosso in vitro, l'ibisco ha avuto un più forte effetto antimicrobico, specialmente contro il candida albicans.19

Composti batteriostatici/bacteriocidal dell'ibisco sono espelsi attraverso urina nelle alte concentrazioni, permettendo loro di raggiungere la vescica e l'apparato urinario intatti, dove disattivano i batteri contagiosi.20

Riassunto

Riassunto

Le infezioni delle vie urinarie (UTIs) sono la forma più comune di infezione batterica, rappresentante ogni anno 7 milione visite dell'ufficio, 1 milione visite di pronto soccorso e le 100.000 ospedalizzazioni, con un costo stimato di $1,6 miliardo annualmente. Un terzo di tutte le donne contrarrà un UTI dall'età di 24. Una volta che una donna ha contrattato un UTI, il suo rischio di ricorrenza è 20%.

Le proantocianidine in mirtillo rosso efficacemente impediscono UTIs bloccando Escherichia coli l'aderenza all'apparato urinario ed alla vescica. Il mirtillo rosso è particolarmente efficace per le donne che resistono annualmente a numeroso UTIs. Gli studi indicano che l'estratto del mirtillo rosso nella forma della pillola è più economico del bevendo un gran quantità di succo 100% di mirtillo rosso.

Come il mirtillo rosso, l'estratto di hibiscus sabdariffa impedisce i batteri che causano UTIs dall'aderenza ai rivestimenti dell'apparato urinario e della parete della vescica e possono anche possedere gli effetti bacteriocidal. Abbondante in composti polifenolici, ibisco può presentare le proprietà bacteriocidal (di batterio-uccisione) comparabili al cloramfenicolo antibiotico— senza il profilo dell'effetto collaterale dell'antibiotico. Una volta confrontato al mirtillo rosso in vitro, l'ibisco ha avuto un più forte effetto antimicrobico, specialmente contro il candida albicans.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a 1-866-864-3027.

Victoria Dolby Toews, MPH è stata un giornalista di salute dal 1993; lei ultimo libro è il libro del tè verde, seconda edizione (pinguino, 2007).

Riferimenti

1. Foxman B. Epidemiology delle infezioni delle vie urinarie: incidenza, morbosità e costi economici. Med di J. 8 luglio 2002; 113 supplementi 1A: 5S-13S.

2. Disponibile a: http://kidney.niddk.nih.gov/Kudiseases/pubs/utiadult/#risk. 18 gennaio 2010 raggiunto.

3. Mounnissamy VM, Kavimani S, attività di Gunasegaran R. Antibacterial del gossypetin isolata dal hibiscus sabdariffa. L'antisettico. 2002 marzo; 99(3): 81-2.

4. Hess MJ, PE di Hess, SIG. di Sullivan, m. nata, Yalla SV. La valutazione delle compresse del mirtillo rosso per la prevenzione delle infezioni delle vie urinarie in midollo spinale ha danneggiato i pazienti con la vescica neurogena. Midollo spinale. 2008 settembre; 46(9): 622-6.

5. Distacco di Bailey, Dalton C, Joseph Daugherty F, et al. Può un estratto concentrato del mirtillo rosso impedire le infezioni delle vie urinarie ricorrenti in donne? Uno studio pilota. Phytomedicine 2007; 14(4): 237-41.

6. Allaert F. Double-blind, studio controllato con placebo del hibiscus sabdariffa L estratto nella prevenzione di cistite ricorrente in donne. Il manifesto ha presentato ai sistemi diagnostici di Pelviperineal ed alla riunione federativi di procedure: Convergenze nel dolore di Pelviperineal. Nantes, Francia: Dal 16-18 dicembre 2009.

7. PA di Pinzón-Arango, Liu Y, TUM di Camesano. Ruolo del mirtillo rosso sulle forze e sulle implicazioni batteriche di adesione per il collegamento delle cellule di coli-uroepithelial degli escherichia. J Med Food. 2009 aprile; 12(2): 259-70.

8. Jass J, Reid G. Effect della bevanda del mirtillo rosso sul microbiota in vitro e vaginale batterico di adesione in femmine in buona salute. Può J Urol. 2009 dicembre; 16(6): 4901-7.

9. Lee YL, Owens J, Thrupp L, Cesario TC. Il succo di mirtillo rosso ha attività antibatterica? JAMA. 2000 5 aprile; 283(13): 1691.

10. MB di Howell. Composti Bioactive in mirtilli rossi ed il loro ruolo nella prevenzione delle infezioni delle vie urinarie. Mol Nutr Food Res. 2007 giugno; 51(6): 732-7.

11. Stothers L. Un placebo randomizzato ha controllato la prova per confrontare i prodotti naturopatici del mirtillo rosso come profilassi con infezioni delle vie urinarie in donne. Presentato a: Riunione annuale urologica americana 2001 di associazione; Dal 2-7 giugno 2001; Anaheim, CA; Identificazione di Publ: 318.

12. Kontiokari T, Sundqvist K, Nuutinen m., et al. la prova randomizzata del GG del succo e del lattobacillo del mirtillo rosso-lingonberry bevono per la prevenzione delle infezioni delle vie urinarie in donne. BMJ. 30 giugno 2001; 322(7302): 1571.

13. Ferrara P, Romaniello L, tuorli d'uovo O, et al. succo di mirtillo rosso per la prevenzione delle infezioni delle vie urinarie ricorrenti: una prova controllata randomizzata in bambini. Scand J Urol Nephrol. 2009;43(5):369-72.

14. Stothers L. Una prova randomizzata per confrontare efficacia e convenienza dei prodotti naturopatici del mirtillo rosso come profilassi con infezioni delle vie urinarie in donne. Può J Urol. 2002 giugno; 9(3): 1558-62.

15. Avorn J, Monane m., Gurwitz JH, Glynn RJ, Choodnovskiy I, LA di Lipsitz. Riduzione del bacteriuria e della piuria dopo ingestione del succo di mirtillo rosso. JAMA. 9 marzo 1994; 27(10): 751-4.

16. McMurdo ME, Argo I, "phillips" G, Daly F, Davey P. Cranberry o trimetoprim per la prevenzione delle infezioni delle vie urinarie ricorrenti? Una prova controllata randomizzata in donne più anziane. J Antimicrob Chemother. 2009 febbraio; 63(2): 389-95.

17. Ali BH, Al Wabel N, Blunden aspetti tossicologico di G. Phytochemical, farmacologico e del hibiscus sabdariffa L.: una rassegna. Ricerca di Phytother. 2005 maggio; 19(5): 369-75.

18. Rukayadi Y, spessore JS, Hwang JK. Selezione delle piante medicinali tailandesi per attività anticandidal. Micosi. 2008 luglio; 51(4): 308-12.

19. Estratti botanici di Borgogna. Dati sull'archivio.

20. T franco, Janssen m., Netzel m., et al. farmacocinesi del consumo seguente di anthocyanidin-3-glycosides di estratto di hibiscus sabdariffa L. J Clin Pharmacol. 2005 febbraio; 45(2): 203-10.