Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista agosto 2010
Rapporti

Cibo compulsivo del bordo naturalmente
L'estratto novello della spezia mira alla neurochimica di appetito

Da Julius Goepp, MD
L'estratto novello della spezia mira alla neurochimica di appetito

Vi scoprite che ordinariamente mangiare più di significate a? Lotti con obesità perché non potete esercitare “il controllo della parte?„ Il tatto cattivo circa -ma non può fermarsi dal fare un spuntino?

Cioè avete ottenuto mai la sensibilità che l'alimento è inducente al vizio?

Secondo i risultati scientifici ultimi, siete giusto— e un intervento naturale novello può ora aiutarvi a sottoporre quegli stimoli a controllo.

In uno studio storico pubblicato all'inizio di quest'anno,1,2 un gruppo dei ricercatori hanno dimostrato per la prima volta che i meccanismi biomolecolari di fondo che determinano milioni per mangiare troppo sono identici a quelli che chiudono la gente a chiave nella spirale di morte di cocaina e di eroinomania.

Questa scoperta del punto di riferimento conferma che cosa molti clinici lungamente hanno sospettato: il cibo compulsivo è tanto un aspetto di chimica del cervello quanto il comportamento.

Il ruolo della serotonina nel cibo “emozionale„

Naturalmente, nessuna droga esiste che può regolare l'appetito ed indurre la perdita di peso senza rischi sanitari significativi.3 alcuni hanno provato disastroso. Era solo dopo che le droghe approvate dalla FDA letali “della palude-phen „ sono state indicate per causare l'ipertensione e la malattia polmonari 4della valvola cardiaca— che l'agenzia è stata costretta a ritirarla.

Le notizie emozionanti sono un regolatore naturale di appetito sono state identificate che funziona al livello del neurochemical per contribuire a provocare “la sazietà„ — la sensibilità dell'essere piene. Questo estratto unico è derivato da zafferano, stimato per secoli non solo come spezia ma anche come rinforzatore dell'umore nelle culture tradizionali.5,6

Qui imparerete della capacità dello zafferano di amplificare la serotonina, un neurotrasmettitore di cui il ruolo nell'appetito e nella sazietà è affermato.3,7,8 scoprirete come un gruppo dei ricercatori francesi ha scoperto la capacità di zafferano di fare diminuire drammaticamente le sensibilità di fame fra i pasti. Inoltre scoprirete quanto appena 88,25 mg di estratto standardizzato dello zafferano possono aiutarvi due volte al giorno efficacemente a modulare alcuni dei fattori psicologici di fondo che vi incitano a mangiare più di volete a, senza gli effetti collaterali.

Il ruolo della serotonina nel cibo “emozionale„

Sebbene i suoi meccanismi precisi del neurochemical di azione siano confermati soltanto questo anno, la natura fondamentalmente psichiatrica di cui il cibo emozionale di chiamata di alcuni esperti ha ricevuto la convalida clinica in un'abbondanza di studi.9-12 una volta abbastanza severo, raggiunge il livello di costrizione— un disordine in relazione con l'ansia clinicamente diagnosticabile. Il cibo compulsivo si presenta in circa 30% delle donne obese,13 sebbene la sua prevalenza nella popolazione in genere notevolmente superi quel numero. È correlato forte con controllo di impulso difficile, la depressione,14 e la ricaduta dopo perdita di peso.15 in accordo con l'osservazione aneddotica, la ricerca mostra che le sue vittime tendono a gravitare verso gli alimenti dolci e non nutrienti16 come la caramella ed il gelato.

Il ruolo della serotonina nel cibo “emozionale„

In uno dei risultati più coercitivi sul cibo emozionale fin qui, i ricercatori olandesi hanno riferito questo anno che il cibo compulsivo può derivare da una variante comune del gene per la molecola che trasporta la serotonina, uno dei regolatori primari dell'umore del corpo.17 persone che portano questo gene soffrono da attività più bassa della serotonina, predisponendoli alla depressione ed all'ansia, particolarmente nell'ambito dello sforzo.18-20 lo studio olandese ha rivelato che gli anni dell'adolescenza che portano questo gene si dedicano nel cibo emozionale ad un tasso significativamente più alto.

Gli antidepressivi possono offrire un certo sollievo dal cibo emozionale. Purtroppo, possono essere costosi, perdere col passare del tempo l'efficacia e venire con un ospite del lato effetto-da disfunzione sessuale ai pensieri suicidi21-23— sottolineare l'esigenza delle opzioni sicure e a basso costo.

Grazie ad un gruppo di esplorazione degli scienziati francesi, un'alternativa naturale di prossima generazione è emerso.

Estratto dello zafferano: Un intervento novello

Lo zafferano è stato utilizzato nella medicina persiana tradizionale per secoli come trattamento per insonnia ed ansia.24 ricercatori francesi Cédric Bourges ed i suoi colleghi Jacques Noury e Bernard Gout25,26 hanno precisato per confermare questi effetti terapeutici e per applicarli al trattamento dei disordini alimentari. Hanno supposto che “con un'azione contro la componente di ansia delle abittudine alimentare quali le costrizioni dell'alimento, zafferano potrebbe alleviare l'esigenza di alimento fra i pasti.„26

In primo luogo hanno intrapreso gli studi controllati con placebo pilota facendo uso di un estratto privato dello zafferano in un piccolo gruppo sano--leggermente di donne di peso eccessivo invecchiate 46-61.25 che i loro risultati erano modesti: 3,6 libbre hanno perso, quasi tutto il peso grasso, dopo 4 settimane.

Più notevoli a Bourges ed al suo gruppo erano i declini significativi nelle sensibilità di fame riferite fra i pasti, un effetto che non ha persistito finché cena in 25% delle donne che prendono l'estratto dello zafferano.25 al contrario, 50% dei destinatari del placebo ha riferito un desiderio aumentato di mangiare. Per la fine dello studio, 100% delle donne nel gruppo dello zafferano ha riferito la riuscita riduzione del fra-pasto quotidiano che mangia, rispetto ai comandi, che non hanno visto miglioramento.

Armato con questi risultati incoraggianti, Bourges ed i suoi colleghi hanno lanciato una prova completa di 60 donne leggermente di peso eccessivo 25-45 anni.26 Questa volta, hanno messo a fuoco specificamente sulle donne che hanno riferito il frequente, fra-pasto in relazione con l'ansia e fare un spuntino del dopocena. Il loro scopo era di verificare il potenziale (d'alterazione) psicotropico dello zafferano nel contribuire a ridurre l'ansia dietro il cibo compulsivo.

Ancora una volta, la perdita di peso era relativamente modesta: oltre una libbra al segno di due settimane contro un leggero aumento del gruppo del placebo. Entro 8 settimane, la perdita di peso media era aumentato, raggiungendo appena al disopra due libbre, con 26% degli oggetti che perdono fino a 11 libbra. Interessante, le donne che prendono lo zafferano hanno visto una riduzione significativa della circonferenza della coscia.

Era l'effetto psicologico riferito nel gruppo dello zafferano che più coercitivo di nuovo provato, dato particolarmente la suscettibilità di questo gruppo al consumo compulsivo del fra-pasto. Le donne hanno riferito una riduzione significativa delle sensibilità di fame prima dei pasti. Inoltre hanno avvertito “una necessità„ significativamente diminuita di fare un spuntino fra i pasti. L'alterazione favorevole in questi sollecita ha avuta risultati concreti. Alla linea di base, le donne in entrambi i gruppi avevano riferito una media di circa 12 episodi fare un spuntino alla settimana. Dopo otto settimane, la media era appena sei episodi alla settimana nella riduzione del gruppo-un 50% dello zafferano.

Questi risultati hanno convalidato l'ipotesi del gruppo francese: qualcosa circa questo estratto particolare dello zafferano stava funzionando per controllare la costrizione per mangiare in questo campione vulnerabile delle donne. Hanno riferito che “gli oggetti nel gruppo dello zafferano hanno ritenuto sensibilmente più attenti ed energetici che il gruppo„ 26del placebo— sensibilità che corrispondono all'emergenza dalla depressione e dall'ansia infracliniche. Come celebre sopra, la depressione e l'ansia sono il fondamento per il cibo compulsivo. La chiave alla potenza di questo estratto dello zafferano, è risultato, risiede nei suoi effetti sui livelli di serotonina.

Continuato alla pagina 2 di 2