Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista agosto 2010
Sulla copertura

Aumento Brain Volume degli acidi grassi Omega-3
Mentre invertendo molti aspetti di invecchiamento neurologico

Da Julius Goepp, MD
Aumento Brain Volume degli acidi grassi Omega-3

Il potere cardioprotective degli acidi grassi omega-3 è stato documentato completamente in letteratura clinica. Meno ben noto è il loro ruolo preminente nell'ottimizzazione delle molte sfaccettature della funzione del cervello, dalla depressione, dalla cognizione e dalla memoria alla salute mentale.

La ricerca recente ha aperto un nuovo orizzonte nella nostra comprensione della capacità profonda di omega-3s di fermare il declino e la patologia relativi all'età, disastrosa la credenza medica di lunga data che il restringimento del cervello e la morte di cellule nervose è progressivi ed irreversibili. Omega-3s sono stati indicati per possedere le proprietà antidepressive e neuroprotective. Uno studio recente del punto di riferimento ha trovato che gli esseri umani invecchianti che hanno consumato più omega-3s avevano aumentato il volume del cervello della materia grigia e che la maggior parte di nuovo sviluppo del tessuto è stato osservato nella parte del cervello si è associato con felicità.1

I simili risultati sono comparso nella lancetta prestigiosa del giornale.2 in uno di più grandi studi sul suo genere, gli scienziati che analizzano le diete di 12.000 donne incinte hanno trovato che i bambini di coloro che ha consumato il meno omega-3 erano 48% più probabili segnare nel quartile più basso sulle prove di quoziente d'intelligenza.

In questo articolo, l'ultima ricerca sull'importanza essenziale di questi acidi grassi alla crescita, lo sviluppo e la funzione del cervello umano è dettagliati. Imparerete circa il loro potere intrinseco di conservare la cognizione e la memoria e di invertire la perdita relativa all'età di funzione del cervello. Inoltre scoprirete i risultati emozionanti sulla loro capacità unica di combattere le forme multiple di malattia mentale, di disordini neuropsichiatrici e di comportamento aberrante, dal morbo di Alzheimer e dall'aggressione a disturbo bipolare ed alla depressione.

Sostanza nutriente chiave dalla culla alla tomba

Circa 8% del peso del cervello è compreso omega-3 gli acidi grassi3— la particella elementare per 100 miliardo neuroni stimati.4 gioco dell'acido docosaesaenoico (DHA) e dell'acido eicosapentanoico (EPA) una miriade di ruoli vitali nella struttura e nella funzione di un neurone, proteggente loro dal danno ossidativo, infiammazione e la distruzione cumulativa inflitta da altri insulti cronici.5,6

Sostanza nutriente chiave dalla culla alla tomba

Sono incastonate nella membrana di un neurone di omega-3-rich le numerose proteine e le molecole complesse richieste per la ricezione elettrochimica del segnale e della trasmissione.4 scienziati recentemente hanno indicato che l'equilibrio preciso degli acidi grassi negli aiuti delle cellule cerebrali determina se le cellule nervose date saranno protette contro la lesione o l'infiammazione, o se invece soccomberà alla lesione.7

Omega-3s si accumulano nel cervello umano durante lo sviluppo fetale. La quantità del omega-3 DHA è stata legata molto attentamente ad intelligenza ed alla prestazione conoscitiva nell'infanzia e nella fanciullezza.8 ma il contenuto omega-3 delle membrane di cellula cerebrale in questione nelle aree d'elaborazione essenziali diminuisce con l'età d'avanzamento ed in determinati disordini cronici del cervello.9

Questi risultati hanno condotto gli scienziati a sospettare un ruolo per deterioramento omega-3 in via di sviluppo del declino conoscitivo relativo all'età tipico come quello visto in Alzheimer e nella malattia cronica.10

I deficit inerenti allo sviluppo iniziali nel contenuto nel cervello di omega-3s sono stati associati con maturazione difficile del cervello e disfunzione neurocognitiva.11 questi sono manifestati particolarmente nell'area dell'attenzione, aumentante il rischio per il deficit di attenzione/disordine dell'iperattività (ADHD) ed altre perturbazioni comportamentistiche.8 più successivamente nella vita, i livelli diminuenti di DHA e EPA possono contribuire allo sviluppo di aggressione, ansia, la depressione, la schizofrenia, demenza e varie altre salute mentale e perfino circostanze criminali.12-17

Gli scienziati stanno avendo grande successo ad invertire molte delle diminuzioni relative all'età fondamentali nella funzione del cervello correlata con la carenza omega-3.10 ADHD e le circostanze relative possono essere impediti o attenuarsi completando gli infanti e le madri di professione d'infermiera con DHA.8,18 giovani ratti completati con la manifestazione di DHA hanno aumentato la plasticità, o la flessibilità della funzione, in loro cellule cerebrali di sviluppo, con lo sviluppo altamente invigorito delle sinapsi, le giunzioni elettrochimiche in cui i segnali del nervo sono trasmessi.9 in ratti invecchiati, il completamento omega-3 inverte i cambiamenti di un neurone relativi all'età e mantiene la prestazione di memoria e dell'apprendimento che risultano dagli effetti antiossidanti ed antinfiammatori potenti.9

Uno studio sugli animali notevole ha rivelato appena che gli acidi grassi omega-3 fermano la perdita relativa all'età di ricevitori della cellula cerebrale vitali a produzione di memoria e mostrano il potenziale per l'aumento della crescita di un neurone.19

Un combattente naturale di crimine?

I risultati recenti suggeriscono che alcuni criminali e comportamenti aggressivi siano correlati molto attentamente con i bassi livelli del siero omega-3, che sono collegati ai livelli più bassi di altruismo, l'onestà e autodisciplina.13 questi effetti possono essere collegati con le alterazioni nel volume d'affari della serotonina, che controlla i comportamenti di aggressione-ostilità e di impulsivity.13

Ci sono dati solidi che indicano che l'assunzione ottimale omega-3 a tutte le età è un viale di promessa per la sottomissione l'aggressione e dell'ostilità.20,21 per esempio, 1,5 grammi di completamento omega-3 (contenendo 840 mg EPA e 700 mg di DHA) in bambini autistici con il tantra severo, l'aggressione, o il comportamento auto-nocivo hanno prodotto i miglioramenti significativi rispetto a placebo, senza effetti contrari.22 e sollecitato ma i volontari sani dati 1.500 mg/giorno di DHA hanno riferito altrimenti un tasso significativamente migliore di riduzione di sforzo confrontato ad un gruppo del NO--trattamento, suggerente un ruolo adaptogenic per omega-3s (l'aiuto dei adaptogens il corpo risponde allo sforzo imposto in vari modi).23

In un gruppo di oltraggiatori di sostanza, il completamento con 2.225 mg EPA e 500 mg DHA per 3 mesi ha prodotto le diminuzioni significative nella rabbia ed i punteggi di ansia hanno confrontato ai destinatari del placebo.16 stupefacente, le due sostanze nutrienti si sono complementate, con gli aumenti di EPA che sono il più robusto collegati con gli spartiti di ansia abbassati e DHA aumenta con gli spartiti abbassati di rabbia. Similmente, nei giovani interni adulti della prigione, i multi-supplementi che caratterizzano omega-3s hanno prodotto le riduzioni significative del comportamento (dirottura) antisociale, violento, aggressivo e trasgressivo.24,25

Più potente di Prozac®

I grandi studi epidemiologici dimostrano ripetutamente che la gente depressa ha ridotto significativamente i livelli di DHA e di EPA in membrane o siero di globulo rosso.26,27 uno studio di autopsia hanno rivelato la quantità più bassa di omega-3s nei cervelli di coloro che aveva sofferto la depressione confrontata a coloro che non ha fatto.Lo stato basso 28 omega-3 è trovato frequentemente nella gente che ha tentato o suicidio commesso.29-31 infatti, le variazioni stagionali nei livelli ematici di omega-3s sono state indicate alle simili variazioni molto attentamente parallele nelle morti violente di suicidio.7 pazienti con stato carente omega-3 inoltre avevano ridotto l'espressione del complesso vitale del trasportatore responsabile del muovere la serotonina alle giunzioni delle cellule nervose.7

La gente che ottiene più omega-3s realmente ha più grandi, cervelli più funzionali.

Infatti, i benefici in relazione con la serotonina del completamento omega-3 sono abbastanza potenti stare fino ad un confronto testa a testa con fluoxetina (Prozac®), un terreno comunale e un membro altamente efficace della categoria selettiva dell'inibitore di ricaptazione della serotonina (SSRI) di antidepressivi moderni.32 in quello studio, 50% degli oggetti hanno reagito bene a fluoxetina da solo, 56% al completamento di EPA (1.000 mg) e un 81% impressionante nella gente che ha preso entrambe le forme del trattamento.32

Che cosa dovete conoscere: Brain Aging inverso
  • Brain Aging inverso
    I lipidi comprendono una parte significativa il cervello. Di questi lipidi, gli acidi grassi omega-3 sono particolarmente importanti.
  • Gli acidi grassi Omega-3 esercitano gli effetti antinvecchiamento profondi sulla struttura e sulla funzione del cervello, da cognizione e dalla memoria alla salute mentale ed alla prevenzione di Alzheimer.
  • Recentemente sono stati associati con volume aumentato della materia grigia del cervello, particolarmente in quelle regioni connesse con felicità ed amplificano l'intelligenza con la funzione migliorata dalla nascita in avanti.
  • Sostengono la struttura di cellula cerebrale, aumentano la produzione dei neurotrasmettitori vitali e smussano il danno ossidativo ed infiammatorio.
  • Lle gamme mg 1,000-3,000 di mg di EPA e 1,000-1,500 di DHA sono state indicate per rendere i miglioramenti significativi nei sintomi della depressione, aggressione ed altri disturbi mentali come pure la protezione contro il declino conoscitivo iniziale e perfino il morbo di Alzheimer precoce.

Alle dosi superiore a 2.000 mg, i risultati sono uniformemente drammatici. La prova alla cieca, prove controllate con placebo sta rivelando la superiorità sostanziale della terapia omega-3 a placebo, facendo uso delle scale standard di valutazione della depressione.33 numeroso altri studi sono ulteriori convalidando questi effetti drammatici sulla depressione in una miriade di altri contesti: i sintomi depressivi sono stati alleviati in pazienti con la malattia del Parkinson ed in donne incinte con disturbo depressivo principale.34,35 un effetto particolarmente potente sono stati indicati in donne di mezza età che avvertono l'emergenza psicologica ed i sintomi depressivi durante la transizione della menopausa.36 in uno studio israeliano, il completamento omega-3 in bambini con la depressione principale ha fornito il miglioramento significativo attraverso tutti gli indici della misura.37

Continuato alla pagina 2 di 2