Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista luglio 2010
Rapporti

È la soia sicura?
Rompere i miti di una centrale elettrica nutrizionale


Da Oscar Rodriguez
È la soia sicura?

Ha raramente una fonte nutrizionale ha guadagnato tale accettazione rapida e disegnata il genere di esame accurato ostile messo a fuoco su soia. Nessun più presto ha fatto FDA per intraprendere l'azione altamente insolita di permettere che un reclamo di salute sia fatto per soia come alimento nel 1999,1,2 che è rientrato nell'attacco da una minoranza vocale “dei cittadini interessati„ — alcuno di chi sono stati trovati per rappresentare un segmento stretto dell'industria alimentare minacciata dai profitti della soia.3

Grazie ai loro sforzi, considerevole informazione sbagliata ora contamina la discussione sull'impatto reale della soia su salute. Invece di godere di vasta gamma di benefici, molti individui di invecchiamento sono inutilmente spaventosi dei prodotti di consumo della soia.

Le buone notizie sono che la soia circostante di controversia “e di popolarità„ ha provocato il considerevole studio e la ricerca clinici, provocanti una ricchezza di letteratura scientifica che convalida il potenziale dipromozione della soia.

In questo articolo, scoprirete come la soia si è trasformata nell'argomento di controversia-e perché non dovrebbe essere. Scoprirete gli ultimi risultati su soia e sulle sue componenti, compreso gli isoflavoni e la proteina di soia. Inoltre imparerete quanto appena 15-20 grammi di soia al giorno, (o mg 50-90 di isoflavoni della soia) possono funzionare al livello cellulare per fornire una difesa ardua contro la malattia cardiovascolare, le numerose forme di cancro, l'osteoporosi ed i sintomi della menopausa.4

Soia ed estrogeno: La storia reale

Al centro della soia circostante di controversia è il profilo molecolare “del tipo di estrogeno„ di qualche a base di soia composto-e se aumentano il rischio di determinati cancri ormone-dipendenti ed altri di effetti contrari connessi con lo squilibrio ormonale.

La soia contiene i polifenoli antiossidanti (a composti basati a pianta) conosciuti come gli isoflavoni. Gli isoflavoni sono considerati “phytoestrogens„ o “estrogeni dietetici„ a causa della loro similarità molecolare ad estrogeno come estradiolo (17-β-estradiol), l'ormone sessuale femminile. La capacità degli isoflavoni “di imitare„ alcuni degli effetti dell'estrogeno ha condotto molti medici e scienziati a caratterizzare gli isoflavoni come “estrogeni deboli.„

Ciò è sbagliata, secondo il Dott. Mark F. McCarty, internazionalmente - un esperto di fama in isoflavoni della soia.5 avanzamenti nella nostra comprensione di come il corpo risponde ad estrogeno (ed ai composti del tipo di estrogeno) spiega perché.

L'estrogeno esercita la sua influenza sopra le cellule direttamente con la presenza di ricevitori dell'estrogeno. Fino a relativamente recentemente, soltanto un ricevitore è stato conosciuto per esistere, ora chiamato l'alfa o l'ER-alfa del ricevitore dell'estrogeno. La sovraespressione dell'ER-alfa è stata implicata in vari cancri in esseri umani, compreso cancro al seno, cancro ovarico, cancro dell'endometrio e tumore del colon.6-9

Rompere i miti di una centrale elettrica nutrizionale

Verso la fine degli anni 90,5,10 un secondo ricevitore dell'estrogeno sono stati scoperti, ora conosciuto come ER-beta. L'espressione di questo ricevitore sembra neutralizzare molte delle attività cancerogene dell'ER-alfa.10

Come il Dott. McCarty precisa, la genisteina, uno degli isoflavoni più abbondanti in soia, è un attivatore altamente potente di ER-beta. I critici dell'azione degli isoflavoni di riguardo della soia sui ricevitori dell'estrogeno come la fonte di preoccupazione, senza riconoscere là è più di un tipo di ricevitore dell'estrogeno nel corpo e quello esercitano gli effetti molto differenti.

Questo modo altamente selettivo di azione spiega perché gli isoflavoni della soia promuovono gli effetti del tipo di estrogeno benefici in tessuti in cui il ER-beta ricevitore predomina, ma non provocano gli effetti nocivi di terapia sostitutiva convenzionale dell'estrogeno in tessuti in cui il ricevitore dell'ER-alfa predomina.

Per esempio, gli isoflavoni della soia sono stati indicati per esercitare gli effetti positivi in tessuti quali l'osso, l'endotelio vascolare (rivestimento del vaso sanguigno) e le cellule del seno senza gli effetti negativi in quelle ed altri tessuti quali fegato e l'utero, in cui gli effetti collaterali della terapia dell'estrogeno sono stati osservati.5 infatti, nel tessuto del seno che possiede entrambi i tipi del ricevitore dell'estrogeno, ER-beta ora è conosciuto per esercitare un'influenza di repressione su proliferazione delle cellule stimolata da estrogeno ai siti dell'ER-alfa, riducenti il rischio di cancro al seno.10 che questo equilibrio contribuisce a spiegare perché gli isoflavoni della soia non aumentano il rischio di cancro al seno malgrado la loro attività del tipo di estrogeno.5

L'estrogeno esercita la sua influenza sopra le cellule direttamente con la presenza di ricevitori dell'estrogeno.

Dozzine di di studi (livelli della popolazione) epidemiologici documentano la vasta matrice delle indennità-malattia connesse con una dieta della alto-soia.11-13 le diete ricche in isoflavoni della soia sono associate con i tassi più bassi di malattia cardiovascolare, di osteoporosi, di cancro e di complicazioni in relazione con l'obesità quale il diabete di tipo 2.14-16

Gli isoflavoni della soia hanno gli effetti di rilassamento sui vasi sanguigni, mediati dalla loro influenza sulla sintasi dell'ossido di azoto (no.) come pure effetti antiossidanti potenti, che spiegano insieme il loro potenziale per il trattamento e la prevenzione di ipertensione e del colpo.11,17 agendo via ancora un altro meccanismo distinto, gli isoflavoni modulano la segnalazione nelle vie che controllano l'interazione dello sforzo dell'ossidante con infiammazione, conducendo al upregulation di disintossicazione e dei geni antiossidanti della difesa.18

Il peso cumulativo della prova per le indennità-malattia della soia ha condotto alla decisione notevole da FDA per approvare un reclamo d'etichettatura di salute per i prodotti che contengono 25 grammi di proteine di soia nella prevenzione della coronaropatia nel 1999.14 questo reclamo sono stati basati su una ricchezza dei test clinici come pure della rappresentazione epidemiologica di dati che l'alta assunzione dell'isoflavone della soia potrebbe ridurre il colesterolo di LDL, inibire le citochine pro-infiammatorie, ridurre le proteine di adesione delle cellule, inibire l'aggregazione della piastrina e migliorare la reattività del vaso sanguigno.19 molte nazioni nel mondo intero ora hanno firmato similmente i prodotti della soia basati su questi dati.10

Il Dott. Mark Messina, un esperto celebre nella soia al dipartimento di nutrizione a Loma Linda University School della salute pubblica, ha riassunto i benefici notevoli della soia e fornisce le raccomandazioni specifiche sull'assunzione ottimale della soia. Messina suggerisce, in base alla totalità dei dati disponibili e delle norme dietetiche pratiche, che invecchiare gli individui dovrebbe ingerire 15-20 grammi di soia al giorno, compreso mg 50-90 di isoflavone-raccomandazioni che sono state echeggiate da altri ricercatori universalmente.20 aggiunge che un'assunzione di 25 grammi al giorno della proteina di soia può specificamente essere usata per riduzione del colesterolo.

Protezione dalla malattia cardiovascolare

Protezione dalla malattia cardiovascolare

I prodotti della soia, sia isolati della proteina di soia che isoflavoni della soia, inducono gli effetti profondo benefici sull'apparato cardiovascolare umano. Gli studi iniziali dell'essere umano hanno indicato che l'assunzione a lungo termine di soia ricca in proteine in isoflavoni potrebbe migliorare i profili del lipido del sangue, almeno in parte aumentando l'espressione delle molecole del ricevitore che prendono il colesterolo di LDL.21 infatti, la proteina di soia e gli isoflavoni sono stati indicati universalmente per abbassare il colesterolo ed i trigliceridi di LDL, mentre alcuni studi inoltre hanno documentato gli aumenti in colesterolo utile di HDL pure.22,23 con acido fitico, un'altra componente della soia, isoflavoni della soia abbassa significativamente i livelli dell'omocisteina e positivamente influenza altri biomarcatori del rischio della malattia cardiovascolare.24-27

Questi benefici sono ottenuti attraverso i meccanismi multipli di azione.28,29 i vari costituenti di soia regolano favorevole l'espressione di numerosi geni, compreso quelle in questione in:

  • Elaborazione colesterolo e degli altri lipidi
  • Sintesi e degradazione della molecola del colesterolo
  • Utilizzazione efficiente dell'adenosina trifosfato o ATP, l'unità fondamentale del corpo di energia “valuta.„30

Questi effetti sembrano essere universale, avvantaggiando i giovani ed il vecchio, il maschio ed il peso ed obeso femminili e normali.31-34

Mentre il ruolo centrale di infiammazione nella malattia cardiovascolare è emerso, gli scienziati sono stato interessati in come il consumo della soia potrebbe colpire il processo infiammatorio.28 hanno trovato che il consumo a breve termine della soia riduce alcuni indicatori di infiammazione mentre aumenta i livelli del plasma di ossido di azoto dirilassamento in donne postmenopausali con la sindrome metabolica e migliora i segni della sindrome metabolica in generale.La proteina di soia 35,36 inoltre aumenta l'attività del paraoxonase 1 (PON1), il composto antiossidante naturale trovato in colesterolo di HDL che impedisce l'ossidazione infiammatoria di colesterolo.37 in un modello preclinico, la genisteina ha inibito il complesso infiammatorio di controllo chiamato fattore-kappaB nucleare (N-F-KB) ed ha ridotto l'espressione di una molecola essenziale a produzione delle placche aterosclerotiche.38

Che cosa dovete conoscere: Soia
  • Soia
    Le proteine di soia e gli isoflavoni offrono le indennità-malattia complete attraverso i meccanismi multimodali e complementari.
  • Agiscono dalle diverse vie per bloccare l'ossidazione, riducono l'infiammazione e favorevole regolano l'espressione genica.
  • Gli isoflavoni della soia in particolare funzionano come composti del tipo di estrogeno in tessuti innumerevoli, principalmente aumentare i beta ricettori recente-scoperti dell'estrogeno connessi con i risultati sani quale inibizione del cancro ed hanno migliorato la funzione cardiovascolare.
  • Questi effetti assicurano la protezione multimodale contro la malattia cardiovascolare, il cancro, l'obesità, il diabete, osteoporosi e molto altro condiziona collegato con invecchiamento o abitudini dietetiche difficili.
  • Un turbine di neve di pubblicità “della anti-soia„ verso la fine degli anni 90 ha disegnato l'esame accurato scientifico aumentato che da allora ha scoperto ancora le più notevoli indennità-malattia da soia che originalmente ha pensato.
  • Una dieta con le fonti varie della proteina, compreso gli importi sostanziali di soia e degli isoflavoni della soia, è sia sicura che preventivo della malattia degenerante.

Un altro fattore che contribuisce al rischio di evento cardiovascolare quale attacco di cuore o il colpo è la tendenza delle piastrine ad aggregare, o si agglutina insieme, formando i grumi che possono ostruire il flusso sanguigno. L'aggregazione della piastrina è un processo complesso e a più gradi che comprende una serie di segnalazione molecola-e gli isoflavoni della soia agiscono per ridurre la densità dei ricevitori vitali per una tale molecola, il trombossano A2, in proporzione diretta con la concentrazione nell'isoflavone nel sangue.Il trombossano 39 svolge un ruolo centrale nella formazione potenzialmente letale del coagulo di sangue.

I brevi peptidi (frammenti della proteina) in proteine di soia sono fra quelli recentemente indicati all'atto contro l'enzima diconversionela e (ACE), quindi aiutante sicuro più in basso la pressione sanguigna.La genisteina 40 inibisce il rilascio di calcio all'interno delle cellule di muscolo liscio vascolari e contribuisce a bloccare la riduzione.41 questi effetti direttamente imitano quelli di molti farmaci di pressione sanguigna di prescrizione e, con la loro influenza diretta sulla sintesi dell'ossido di azoto e su altri fattori endoteliali di salute, rappresentano i benefici vascolari supplementari hanno conferito dai prodotti della soia.42,43

Parecchi studi nutrizionali di intervento in entrambi gli animali ed esseri umani ulteriori indicano che il consumo di proteina di soia riduce il peso corporeo e la massa del grasso, oltre agli effetti benefici sui profili del lipido.44 l'effetto sul profilo del lipido del sangue recentemente sono stati indicati per essere migliorati drammaticamente tramite l'aggiunta di una miscela prebiotic a soia.45 questi studi, intrapresi in un gruppo di adulti con i livelli ad alta percentuale di lipidi, hanno sfruttato il fatto che i batteri intestinali possono metabolizzare le componenti della soia per produrre il equol, un composto potente di riduzione dei lipidi che molti adulti hanno produzione di difficoltà. La gente sul prebiotic più il ramo della soia dello studio ha avvertito i miglioramenti significativi nei loro profili del lipido non veduti una volta prebiotic o soia è stato preso da solo.

Sindrome metabolica di combattimento

L'epidemia corrente dell'obesità e del diabete di tipo 2 aumenta il rischio globale per la malattia cardiovascolare ed altre complicazioni metaboliche. Le componenti della soia hanno benefici diretti su vari dei parametri che vanno storto nello sviluppo della sindrome metabolica. Per esempio, le proteine di soia abbassano i lipidi, migliorano la funzione del rene e riducono le perdite urinarie nel tipo - 2 diabetici della proteina con la malattia renale.46,47

Sindrome metabolica di combattimento

La proteina di soia combinata con gli isoflavoni migliora il controllo della glicemia, riduce l'insulino-resistenza ed abbassa i lipidi del siero in pazienti diabetici e può anche ridurre i livelli del siero CRP e ristabilire i profili del lipido verso il normale.48-51 questi effetti possono rappresentare l'osservazione che compreso soia nella dieta può migliorare le caratteristiche della sindrome metabolica in adulti.36

In un gruppo di tipo obeso - 2 diabetici, la sostituzione di proteina animale-derivata con la proteina di soia contribuita per migliorare l'emoglobina A1c (una misura di controllo a lungo termine della glicemia), la dipendenza riduttrice dalle droghe d'abbassamento, livelli abbassati di CRP ed hanno avviato la perdita di peso significativa.52 e gli isoflavoni della soia, specialmente daidzeina, possono migliorare l'espressione genica della proteina regolatrice metabolica vitale PPARgamma, che aiuta le cellule per assorbire ed usare il glucosio.53

Sostituendo le proteine animale-derivate con i pasti a base di soia può peso corporeo più basso e massa del grasso, mentre riduce il colesterolo di LDL ancor più di attenda da perdita di peso da solo e può migliorare la composizione corporea, aumentante il rapporto della massa magra del corpo al grasso.54,55 eccitando, il prodotto della soia e le assunzioni dell'isoflavone direttamente sono stati associati con un più a basso rischio del diabete di tipo 2 di sviluppo in un gruppo di donne di peso eccessivo!56

Continuato alla pagina 2 di 2