Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine marzo 2010
Nelle notizie

Livelli elevati di vitamina D connessi con la sopravvivenza migliore di linfoma

Livelli elevati di vitamina D connessi con la sopravvivenza migliore di linfoma

Una presentazione alla riunione di 2009 della società americana dell'ematologia ha rivelato l'individuazione dei ricercatori da Mayo Clinic di un'associazione fra i livelli elevati della vitamina D e la maggior sopravvivenza in individui che sono trattati per lymphoma.*

I livelli di hydroxyvitamin D del siero 25 sono stati misurati in 374 pazienti con grande linfoma diffuso recentemente diagnosticato del linfocita B. La metà dei pazienti è stata trovata per avere livelli carenti di meno di 25 nanograms per millilitro. Questo gruppo ha avuto maggior di 1,5 volte un rischio di regolato di progressione di malattia e due volte il tasso di morte nel corso dello studio rispetto a quelli ai livelli ottimali. 

“Mentre questi risultati sono molto provocatori, sono preliminari e devono essere convalidati in altri studi,„ principale inquirente Matthew Drake, il MD, PhD celebre. “Tuttavia, sollevano l'emissione di se il completamento di vitamina D potrebbe aiutare nel trattamento per questa malignità e dovrebbero stimolare così la molto più ricerca.„

— Jon Finkel

Riferimento

* Da una presentazione alla società di 2009 americani della riunione di ematologia.

Di meno ha avanzato e carcinoma della prostata letali nei bevitori del caffè

Le frontiere recenti nella conferenza della ricerca di prevenzione del cancro erano il sito di una presentazione dell'individuazione che gli uomini con un'alta assunzione di caffè hanno un più a basso rischio della prostata avanzata e letale cancer.* 

Kathryn M. Wilson, PhD della scuola di Harvard della salute pubblica e dei suoi colleghi ha valutato i dati da quasi 50.000 partecipanti allo studio di approfondimento dei professionisti del settore medico-sanitario.  L'assunzione del caffè è stata valutata da allora in poi per 1986 ed ogni quattro anni fino al 2006. 

Mentre bere del caffè è sembrato fare un piccolo effetto protettivo sul globale rischi della prostata

il cancro, quando i cancri avanzati e mortali sono stati analizzati, il rischio di ciascuno era 59% più in basso negli uomini che hanno consumato la maggior parte del caffè.

“Molto pochi fattori di stile di vita sono stati associati coerente con il rischio di carcinoma della prostata, particolarmente con il rischio di malattia aggressiva, in modo da sarebbe se questa associazione è confermata in altri studi,„ il Dott. molto emozionante Wilson ha rilevato.

La nota del redattore: Una riduzione del rischio di carcinoma della prostata inoltre è stata associata con altri alimenti, quali i prodotti del pomodoro che contengono il licopene, il tè verde e particolarmente le verdure crocifere come i broccoli ed il cavolfiore.

— Dayna Dye

Riferimento

* Studio dalle frontiere nella conferenza di ricerca di prevenzione del cancro, 6-9 dicembre 2009.

Curcumina e cellule staminali del cancro al seno dell'obiettivo di Bioperine

Curcumina e cellule staminali del cancro al seno dell'obiettivo di Bioperine

Un articolo ha pubblicato online nella ricerca del cancro al seno del giornale ed il trattamento rivela che la curcumina e il piperine da aiuto del pepe nero inibiscono la crescita delle cellule staminali che riforniscono il seno di combustibile cancer.*

I ricercatori all'università del Michigan hanno confrontato gli effetti di variazione delle concentrazioni di curcumina e di piperine somministrati alle cellule coltivate del seno ad una sostanza di controllo.  Hanno trovato una riduzione di indicatori per le cellule staminali nelle culture trattate due volte con la concentrazione più bassa di curcumina e l'inibizione completa a quella concentrazione. Piperine inoltre ha dimostrato una proprietà inibitoria, sebbene gli effetti non fossero pronunciati quanto quelli suscitati da curcumina. L'aggiunta del piperine a curcumina ha provocato una riduzione in cellule staminali che era maggior di qualsiasi agente da solo, mentre non avendo effetto su sviluppo normale delle cellule. 

Il rapporto è il primo per concludere che la curcumina e il bioperine potrebbero contribuire ad impedire il cancro mirando alle cellule staminali. 

La nota del redattore:  Bioperine a volte si aggiunge ai supplementi della curcumina per aumentare l'assorbimento di curcumina.

— Dayna Dye

Riferimento

* Ossequio di ricerca del cancro al seno. 7 novembre 2009.

Il cardo selvatico di latte mostra l'effetto protettivo contro infiammazione chemio-indotta del fegato

Il cardo selvatico di latte mostra l'effetto protettivo contro infiammazione chemio-indotta del fegato

Uno studio descritto in un articolo pubblicato online nel Cancro del giornale rivela che il cardo selvatico di latte dell'erba, che contiene il silibinin composto protettivo del fegato, riduce l'infiammazione del fegato in bambini che ricevono il trattamento per la leucemia linfoblastica acuta (TUTTO). 

In uno studio in doppio cieco, Kara Kelly, MD, di nuovo centro medico York-presbiteriano università di Columbia/dell'ospedale e dei suoi colleghi ha randomizzato 50 bambini con infiammazione del fegato dovuto la chemioterapia affinchè TUTTI ricevi un placebo o un estratto che contiene una parte di silibinin a due parti di fosfatidilcolina per i 28 giorni. Un mese dopo il trattamento, l'enzima AST del fegato era significativamente più basso in bambini che hanno ricevuto il cardo selvatico di latte e una tendenza verso i più bassi livelli degli enzimi dell'alt che quelli misurati alla linea di base è stato osservato ha confrontato al gruppo del placebo. 

“I nostri risultati stanno promettendo poichè non ci sono farmaci sostitutivi per il trattamento della tossicità del fegato,„ al Dott. Kelly hanno dichiarato. 

La nota del redattore: Il cardo selvatico di latte è stato disponibile come supplementi non quotati in borsa (silimarina e silibinin) per molti anni ed inoltre è usato per contribuire a proteggere il fegato in altre circostanze.

— Dayna Dye

Riferimento

* Cancro. 14 dicembre 2009.

La curcumina mostra il potenziale di Chemopreventive per carcinoma della prostata

La curcumina mostra il potenziale di Chemopreventive per carcinoma della prostata

In uno studio recente fatto dal Laboratoire de Biologie Moléculaire et da Cellulaire du Cancer, Hôpital Kirchberg a Lussemburgo, ricercatori ha verificato l'efficacia di curcumina come componente di un regime di chemoprevention a curcumina della prostata cancer.* è il curcuminoid principale della curcuma indiana della spezia. È un composto naturale che può interferire con proliferazione del carcinoma della prostata e lo sviluppo della metastasi.

I ricercatori hanno trovato che inoltre regola la risposta infiammatoria con l'inibizione di mediatori pro-infiammatori e della via di segnalazione N-F-kappaB. Questi risultati sono coerenti con la capacità di questo composto di indurre le proteine pro-apoptotiche e a downregulate le controparti anti-apoptotiche. La curcumina inoltre è riferita per essere un buon induttore della morte delle cellule di carcinoma della prostata dagli apoptosi. Lo studio ha concluso che la curcumina sembra essere un'alternativa non tossica per prevenzione, il trattamento o il co-trattamento di carcinoma della prostata.

— Jon Finkel

Riferimento

* Geni Nutr. 6 ottobre 2009.

Continuato alla pagina 2 di 2