Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista maggio 2010
Rapporti

Strategie innovarici per combattere malattia renale


Da Julius Goepp, MD
complesso di silimarina

Sostanze nutrienti supplementari che beneficio CKD di maggio

L'acido folico è ben noto affinchè la sua capacità riduca i livelli dell'omocisteina del metabolita, che è associata forte con la malattia cardiovascolare e drammaticamente è elevata in individui con la malattia renale o insufficienza renale.94-97

Gli acidi grassi Omega-3 sono stati indicati per aiutare i fattori di rischio cardiovascolari corretti98-100 e per migliorare la funzione del rene in pazienti con la malattia renale stabilita.La ricerca 101.102 pubblicata nel 2009 suggerisce che le diete ricche di omega-3s possano realmente impedire la malattia renale.103,104

Con gli effetti antiossidanti potenti, la vitamina E può contribuire ad impedire l'inizio del CKD e le vitamine E e C possono attenuare lo sviluppo di complicazioni cardiovascolari ed altre in pazienti con la malattia renale cronica.105-110

Riassunto

La malattia renale cronica (CKD) rapidamente sta avvicinandosi alle proporzioni epidemiche, con fino a 26 milione Americani che soffrono da certa forma di malattia renale. I reni devono filtrare 200 quarti di sangue ogni giorno. Dell'l'ambiente ad alta pressione e ricco di tossina alla funzione renale circostante rende questi organi delicati e altamente complessi particolarmente vulnerabili per danneggiare, la disfunzione e la malattia.

L'ipertensione, il sugar¸ elevato NSAIDs del sangue (quale ibuprofene), determinati farmaci e le diete altamente proteiche sono le minacce più comuni contro salute del rene. Gli insulti che potenzialmente letali infliggono comprendono lo sforzo ossidativo, la produzione dei prodotti finiti avanzati di lipoxidation e di glycation (età ed Ales), l'infiammazione e un eccessivo carico di filtrazione quella funzione renale di imposte col passare del tempo.

Le sostanze nutrienti quale pyridoxal-5-phosphate (P5P) combattono le età ed Ales. CoQ10, la silimarina, i resveratroli e l'acido lipoico inoltre sono sostenuti clinicamente, interventi potenti. Gli acidi grassi Omega-3 contribuiscono ad acquietare l'infiammazione, contribuente alla salute migliorata del rene. Una miriade di sostanze nutrienti supplementari complementa queste azioni, compreso acido folico (folico) e le vitamine C ed E.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a 1-866-864-3027.

Riferimenti

1. Disponibile a: http://emedicine.medscape.com/article/238798-overview. 18 febbraio 2010 raggiunto.

2. Disponibile a: http://www.usrds.org/adr.htm. 30 marzo 2009 raggiunto.

3. Disponibile a: http://www.kidney.org/kidneydisease/ckd/index.cfm. 4 aprile 2009 raggiunto.

4. Coresh J, Astor BC, Greene T, Eknoyan G, Levey AS. Prevalenza della malattia renale cronica e della funzione in diminuzione del rene nella popolazione degli Stati Uniti dell'adulto: Terza indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salute. Rene DIS di J. 2003 gennaio; 41(1): 1-12.

5. Galil AG, Pinheiro HS, Chaoubah A, Costa dm, Bastos MG. La malattia renale cronica aumenta i risultati sfavorevoli cardiovascolari in pazienti esterni con infarto. BMC Nephrol. 21 ottobre 2009; 10:31.

6. PA di Voziyan, Hudson BG. Piridossamina: le molte virtù di un inibitore di reazione di Maillard. Ann N Y Acad Sci. 2005 giugno; 1043:807-16.

7. Ahmed N, Thornalley PJ. Prodotti finiti avanzati di glycation: che cosa è la loro rilevanza alle complicazioni diabetiche? Diabete Obes Metab. 2007 maggio; 9(3): 233-45.

8. Williams ME. Nuovi agenti potenziali nel trattamento della malattia renale diabetica: il quarto atto. Droghe. 2006;66(18):2287-98.

9. Alderson nl, Chachich ME, Frizzell N, et al. effetto degli antiossidanti e dell'inibizione di ACE su modifica chimica delle proteine e progressione di nefropatia nel ratto del diabetico di streptozotocin. Diabetologia. 2004 agosto; 47(8): 1385-95.

10. Metz A, Alderson nl, Chachich ME, SR di Thorpe, Baynes JW. La piridossamina intrappola i mediatori nelle reazioni di perossidazione lipidica in vivo: prova sul ruolo dei lipidi nella modifica chimica di proteina e nello sviluppo delle complicazioni diabetiche. Biol chim. di J. 24 ottobre 2003; 278(43): 42012-9.

11. Metz A, Alderson nl, SR di Thorpe, Baynes JW. Piridossamina, un inibitore del glycation avanzato e reazioni di lipoxidation: una terapia innovatrice per il trattamento delle complicazioni diabetiche. Biochimica Biophys dell'arco. 1° novembre 2003; 419(1): 41-9.

12. Onorato JM, Jenkins AJ, SR di Thorpe, Baynes JW. La piridossamina, un inibitore delle reazioni avanzate di glycation, inoltre inibisce le reazioni avanzate di lipoxidation. Meccanismo di azione della piridossamina. Biol chim. di J. 2000 14 luglio; 275(28): 21177-84.

13. Degenhardt TP, Alderson nl, DD di Arrington, et al. piridossamina inibisce la malattia renale e la dislipidemia iniziali nel ratto streptozotocin-diabetico. Rene Int. 2002 marzo; 61(3): 939-50.

14. Alderson nl, Chachich ME, Youssef NN, et al. La piridossamina dell'inibitore dell'ETÀ inibisce il lipemia e lo sviluppo della malattia renale e vascolare nei ratti obesi di Zucker. Rene Int. 2003 giugno; 63(6): 2123-33.

15. Zheng F, Zeng YJ, Plati AR, et al. l'inibizione combinata dell'ETÀ e ACEi fa diminuire la progressione della nefropatia diabetica stabilita nei topi di B6 db/db. Rene Int. 2006 agosto; 70(3): 507-14.

16. Williams ME, settimana di Bolton, Khalifah RG, Degenhardt TP, Schotzinger RJ, McGill JB. Effetti della piridossamina negli studi combinati di fase 2 dei pazienti con il tipo 1 e diabete di tipo 2 e nefropatia evidente. J Nephrol. 2007;27(6):605-14.

17. Murakoshi m., Tanimoto m., Gohda T, et al. effetto pleiotropico della piridossamina sulle complicazioni diabetiche via l'espressione CD36 nei topi di KK-Ay/Ta. Ricerca Clin Pract del diabete. 2009 febbraio; 83(2): 183-9.

18. Tanimoto m., Gohda T, Kaneko S, et al. effetto della piridossamina (K-163), un inibitore dei prodotti finiti avanzati di glycation, su tipo - una nefropatia di 2 diabetici in KK-A (topi di y)/Ta. Metabolism.2007 febbraio; 56(2): 160-7.

19. Waanders F, van den Berg E, Nagai R, van Veen I, Navis G, effetti di van Goor H. Renoprotective della piridossamina dell'Età-inibitore in nefropatia cronica sperimentale dell'allotrapianto in ratti. Trapianto del quadrante di Nephrol. 2008 febbraio; 23(2): 518-24.

20. Nakamura S, Li H, Adijiang A, Pischetsrieder m., fosfato di Niwa T. Pyridoxal impedisce la progressione della nefropatia diabetica. Trapianto del quadrante di Nephrol. 2007 agosto; 22(8): 2165-74.

21. Kirsten R, Heintz B, Nelson K, et al. glutammato del fosfato del piradossale 5 del magnesio riduce l'iperlipidemia in pazienti con insufficienza renale cronica. EUR J Clin Pharmacol. 1988;34(2):133-7.

22. Gazdikova K, Gvozdjakova A, Kucharska J, Spustova V, Braunova Z, Dzurik R. Malondialdehyde e livelli antiossidanti selezionati del plasma in pazienti conservativamente curati con le malattie renali. Bratisl Lek Listy. 2000;101(9):490-4.

23. Igarashi T, Nakajima Y, Tanaka m., Otake S. Effect del coenzima Q10 su ipertensione sperimentale in ratti ed in cani. J Pharmacol Exp Ther. 1974 aprile; 189(1): 149-56.

24. Morotomi Y, Oniki H, Onoyama K, Fukiyama K, Omae T. Effects del coenzima Q10 sulla pressione sanguigna e sul contenuto renale della renina in ratti spontaneamente ipertesi. Igaku Kenkyu. 1975 novembre; 45(5): 303-8.

25. Lippa S, Colacicco L, Bondanini F, et al. livelli del plasma del coenzima Q (10), vitamina E e lipidi in pazienti uremici sul trattamento conservatore di emodialisi e di terapia: alcune implicazioni biochimiche e cliniche possibili. Acta di Clin Chim. 2000 25 febbraio; 292 (1-2): 81-91.

26. Gazdikova K, Gvozdjakova A, Kucharska J, Spustova V, Braunova Z, Dzurik R. Effect del coenzima Q10 in pazienti con le malattie renali. Cas Lek Cesk. 24 maggio 2001; 140(10): 307-10.

27. Rauscher FM, RA delle sabbiatrici, Watkins JB, terzo. Effetti del trattamento del coenzima Q10 sulle vie antiossidanti da in ratti diabetici normali ed indotti streptozotocin. Biochimica Mol Toxicol di J. 2001;15(1):41-6.

28. Dlugosz A, Kuzniar J, Sawicka E, et al. completamento ossidativo del coenzima e di sforzo Q10 nei destinatari renali del trapianto. Int Urol Nephrol. 2004;36(2):253-8.

29. Disponibile a: http://kidney.niddk.nih.gov/Kudiseases/pubs/yourkidneys/. 17 febbraio 2010 raggiunto.

30. Shlipak MG, Sarnak MJ, Katz R, et al. Cystatin C ed il rischio di morte e di eventi cardiovascolari fra le persone anziane. Med di N Inghilterra J. 19 maggio 2005; 352(20): 2049-60.

31. Levey COME, LA di Stevens, modello concettuale di Coresh J. del CKD: applicazioni ed implicazioni. Rene DIS di J. 2009 marzo; 53 (3 supplementi 3): S4-16.

32. Disponibile a: http://clinicalevidence.bmj.com/ceweb/conditions/knd/2002/2002_background.jsp. 17 febbraio 2010 raggiunto.

33. Lo PS di Farswan m., di Rathod, l'effetto di Upaganlawar ab, di Semwal A. Protective del coenzima Q10 in simvastatine ed il gembifrozil hanno indotto la rabdomiolisi in ratti. J indiano Exp Biol. Ottobre 2005 2005; 43(10): 845-8.

34. Upaganlawar A, Farswan m., Rathod S, Balaraman R. Modification dei parametri biochimici di nefrotossicità della gentamicina dal coenzima Q10 e tè verde in ratti. J indiano Exp Biol. 2006 maggio; 44(5): 416-8.

35. J bianco Post, Ladas EJ, Kelly chilometro. Avanzamenti nell'uso del cardo selvatico di latte (silybum marianum). Cancro Ther di Integr. 2007 giugno; 6(2): 104-9.

36. Wojcikowski K, Stevenson L, liscivia D, Wohlmuth H, una capacità di Gobe G. Antioxidant di 55 erbe medicinali usate tradizionalmente per trattare il sistema urinario: un confronto facendo uso di un processo sequenziale dell'estrazione del tre-solvente. Med del complemento di J Altern. 2007 gennaio-febbraio; 13(1): 103-9.

37. Floersheim GL. Base sperimentale per la terapia di avvelenamento dei phalloides dell'amanita. Schweiz Med Wochenschr. 11 febbraio 1978; 108(6): 185-97.

38. Vogel G, Braatz R, Mengs U. Sulla nefrotossicità dell'alfa-amanitina e sugli effetti antagonistici della silimarina in ratti. Azioni degli agenti. 1979 giugno; 9(2): 221-6.

39. Launay-Vacher V, Rey JB, Isnard-Bagnis C, Deray G, Daouphars m., società europea del gruppo di interesse speciale clinico della farmacia su Cancro C. Prevention di nefrotossicità del cisplatino: stato dell'arte e raccomandazioni dalla società europea del gruppo di interesse speciale clinico della farmacia su cura del cancro. Cancro Chemother Pharmacol. 2008 maggio; 61(6): 903-9.

40. Machado V, Cabral A, Monteiro P, Goncalves L, LA di Providencia. Carvedilolo come protettore contro la cardiotossicità indotta dalle antracicline (doxorubicina). Rev Port Cardiol. 2008 ottobre; 27(10): 1277-96.

41. Yao X, Panichpisal K, Kurtzman N, nefrotossicità di Nugent K. Cisplatin: una rassegna. J Med Sci. 2007Aug; 334(2): 115-24.

42. Bokemeyer C, Fels LM, Dunn T, et al. Silibinin protegge da da nefrotossicità indotta da cisplatino senza attività antitumorale di compromesso di ifosfamide o del cisplatino. Cancro del Br J. 1996 dicembre; 74(12): 2036-41.

43. Nefrotossicità di Gaedeke J, di Fels LM, di Bokemeyer C, di Mengs U, di Stolte H, di Lentzen H. Cisplatin e protezione da silibinin. Trapianto del quadrante di Nephrol. 1996 gennaio; 11(1): 55-62.

44. Nefrotossicità di Karimi G, di Ramezani m., di Tahoonian Z. Cisplatin e protezione dall'estratto del cardo selvatico di latte in ratti. Evid ha basato il Med di Alternat del complemento. 2005 settembre; 2(3): 383-6.

45. Il EL-Shitany il Na, il EL-Haggar la S, il EL-desoky K. Silymarin impedisce da cardiotossicità e dalla la nefrotossicità indotte da adriamicina in ratti. Alimento Chem Toxicol. 2008 luglio; 46(7): 2422-8.

46. Wenzel S, Stolte H, Soose M. Effects di silibinin e degli antiossidanti sulle alte dalle alterazioni indotte da glucosio del volume d'affari di fibronectin nelle colture cellulari mesangial umane. J Pharmacol Exp Ther. 1996 dicembre; 279(3): 1520-6.

47. Senturk H, Kabay S, Bayramoglu G, et al. silimarina attenua dai i cambiamenti morfologici indotti da lesione renali riperfusione/di ischemia nel rene del ratto. Mondo J Urol. 2008 agosto; 26(4): 401-7.

48. Effetti protettivo di Turgut F, di Bayrak O, di Catal F, et al. antiossidante e della silimarina sulla lesione di riperfusione e di ischemia nei tessuti del rene dei ratti. Int Urol Nephrol. 2008;40(2):453-60.

49. Caimi G, Carollo C, insufficienza renale di Lo Presti R. Chronic: sforzo ossidativo, disfunzione endoteliale e vino. Clin Nephrol. 2004 novembre; 62(5): 331-5.

50. Bertelli aa, Migliori m., Panichi V, et al. resveratroli, una componente di vino ed uva, nella prevenzione della malattia renale. Ann N Y Acad Sci. 2002 maggio; 957:230-8.

51. Giovannini L, Migliori m., BM di Longoni, et al. resveratrolo, un polifenolo trovato in vino, riduce la lesione di riperfusione di ischemia in reni del ratto. J Cardiovasc Pharmacol. 2001 marzo; 37(3): 262-70.

52. Saito m., Satoh S, Kojima N, et al. effetti di un composto fenolico, resveratroli, sulla funzione renale e sull'espressione costimulatory della molecola CD86 di adesione in reni del ratto con la lesione riperfusione/di ischemia. Arco Histol Cytol. 2005;68(1):41-9.

53. Chander V, effetto dei resveratroli, una fitoalessina polifenolica di Chopra K. Protective da su insufficienza renale acuta indotta da glicerolo in rene del ratto. Ren Fail. 2006;28(2):161-9.

54. Chander V, effetto di Chopra K. Protective della via dell'ossido di azoto nella lesione renale di ischemia-riperfusione di resveratroli in ratti. Arco Med Res. Gennaio 2006; 37(1): 19-26.

55. Chander V, Chopra K. Role di ossido di azoto dagli negli effetti protettivi renali indotti da resveratroli di presupposto ischemico. J Vasc Surg. 2005 dicembre; 42(6): 1198-205.

56. Chander V, Tirkey N, Chopra K. Resveratrol, una fitoalessina polifenolica protegge da da nefrotossicità indotta da ciclosporina attraverso il meccanismo del dipendente dell'ossido di azoto. Tossicologia. 15 maggio 2005; 210(1): 55-64.

57. Kolgazi m., Sener G, Cetinel S, Gedik N, Alican I. Resveratrol riduce ferite del polmone e renali provocate da sepsi in ratti. Ricerca di J Surg. 2006 agosto; 134(2): 315-21.

58. Silan C, Uzun O, Comunoglu NU, Gokcen S, Bedirhan S, da nefrotossicità indotta da gentamicina di Cengiz M. negli effetti migliorati e curativi dei ratti dei resveratroli. Toro di biol Pharm. 2007 gennaio; 30(1): 79-83.

59. Il CL di Do Amaral, Francescato HD, Coimbra TM, et al. resveratrolo attenua dalla la nefrotossicità indotta da cisplatino in ratti. Arco Toxicol. 2008 giugno; 82(6): 363-70.

60. Sharma S, Anjaneyulu m., Kulkarni SK, Chopra K. Resveratrol, una fitoalessina polifenolica, attenua la nefropatia diabetica in ratti. Farmacologia. 2006;76(2):69-75.

61. Whaley-Connell A, JUNIOR dei seminatori, SI di McFarlane, et al. diabete mellito nel CKD: Programma iniziale di valutazione del rene (TENGA) ed indagine nazionale di salute e di nutrizione e dell'esame (NHANES) 1999-2004. Rene DIS di J. 2008 aprile; 51 (4 supplementi 2): S21-9.

62. CS di Fox, Muntner P. Trends nel diabete, ricco in colesterolo e nell'ipertensione nella malattia renale cronica fra gli adulti degli Stati Uniti: 1988-1994 - 1999-2004. Cura del diabete. 2008 luglio; 31(7): 1337-42.

63. Orasanu G, Plutzky J. Il continuum patologico della malattia vascolare diabetica. J Coll Cardiol. 3 febbraio 2009; 53 (5 supplementi): S35-42.

64. Prodotti finiti di glycation di Bohlender JM, di Franke S, di Stein G, di Wolf G. Advanced ed il rene. J Physiol Physiol renale. 2005 ottobre; 289(4): F645-59.

65. Uribarri J, Cai W, Sandu O, Peppa m., Goldberg T, prodotti finiti avanzati di glycation Dieta-derivati H. di Vlassara è contributori importanti allo stagno dell'ETÀ del corpo ed induce l'infiammazione negli individui sani. Ann N Y Acad Sci. 2005 giugno; 1043:461-6.

66. Tiglio la E, il Cai W, JC, et al. disfunzione endoteliale in pazienti con la malattia renale cronica deriva dai prodotti finiti avanzati di glycation (ETÀ) - inibizione mediata di sintasi endoteliale dell'ossido di azoto con l'attivazione della COLLERA. Clin J Soc Nephrol. 2008 maggio; 3(3): 691-8.

67. SG del de Vinuesa, Goicoechea m., Kanter J, et al. insulino-resistenza, biomarcatori infiammatori e adipokines in pazienti con la malattia renale cronica: effetti del blocco dell'angiotensina II. J Soc Nephrol. 2006 dicembre; 17 (12 supplementi 3): S206-12.

68. Johnson DW, Armstrong K, SB di Campbell, et al. sindrome metabolica nella malattia renale cronica severa: Prevalenza, preannunciatori, significato prognostico ed effetti di modifica di fattore di rischio. Nefrologia (Carlton). 2007 agosto; 12(4): 391-8.

69. Lucove J, Vupputuri S, Heiss G, sindrome del nord di Russell M. Metabolic, di K e lo sviluppo del CKD in indiani americani: il forte studio del cuore. Rene DIS di J. 2008 gennaio; 51(1): 21-8.

70. Uribarri J, Kr di Tuttle. Prodotti finiti avanzati di glycation e nefrotossicità delle diete altamente proteiche. Clin J Soc Nephrol. 2006 novembre; 1(6): 1293-9.

71. Gault MH, Barrett BJ. Nefropatia analgesica. Rene DIS di J. 1998 settembre; 32(3): 351-60.

72. Elseviers millimetro, De Broe ME. Nefropatia analgesica: è causato tramite abuso dell'multi-analgesico o singolo uso della sostanza? FAS della droga. 1999 gennaio; 20(1): 15-24.

73. MANN JF, Goerig m., Brune K, Luft FC. Ibuprofene come farmaco da banco: c'è un rischio per la lesione renale? Clin Nephrol. 1993 gennaio; 39(1): 1-6.

74. Naughton CA. Nefrotossicità farmaco-indotta. Medico di Fam. 15 settembre 2008; 78(6): 743-50.

75. RA di Zager. Meccanismi patogenetici in insufficienza renale acuta nefrotossica. Semin Nephrol. 1997 gennaio; 17(1): 3-14.

76. Amudha G, Josephine A, Varalakshmi P. Role di acido lipoico nella riduzione dell'indotto da stress ossidativo dall'acta di A. Clin Chim di ciclosporina. Ottobre 2006; 372 (1-2): 134-9.

77. Takaoka m., Ohkita m., Kobayashi Y, Yuba m., effetto di Matsumura Y. Protective di acido alfa-lipoico contro insufficienza renale acuta ischemica in ratti. Clin Exp Pharmacol Physiol. 2002 marzo; 29(3): 189-94.

78. Sehirli O, Sener E, Cetinel S, Yuksel m., Gedik N, acido Alfa-lipoico di Sener G. protegge dalla lesione renale di ischemia-riperfusione in ratti. Clin Exp Pharmacol Physiol. 2008 marzo; 35(3): 249-55.

79. Malarkodi KP, Balachandar avoirdupois, effetto di Varalakshmi P. Protective di acido lipoico sull'adriamicina ha indotto la perossidazione lipidica in rene del ratto. Mol Cell Biochem. 2003 maggio; 247 (1-2): 9-13.

80. Malarkodi KP, Balachandar avoirdupois, Varlakshmi P. L'influenza di acido lipoico da su nefrotossicità iperlipidica indotta da adriamicina in ratti. Mol Cell Biochem. 2003 maggio; 247 (1-2): 139-45.

81. Amudha G, Josephine A, Mythili Y, Sundarapandiyan R, efficacia di Varalakshmi P. Therapeutic di acido DL-alfa-lipoico sulla ciclosporina A ha indotto le alterazioni renali. EUR J Pharmacol. 1° ottobre 2007; 571 (2-3): 209-14.

82. Amudha G, Josephine A, effetto di Varalakshmi P. Beneficial di acido DL-alfa-lipoico sulla ciclosporina A ha indotto la nefropatia iperlipidica in ratti. Mol Cell Biochem. 2007 luglio; 301 (1-2): 165-71.

83. Abdel-Zaher AO, RH di Abdel-Hady, Mahmoud millimetro, Farrag millimetro. Il ruolo protettivo potenziale di acido alfa-lipoico contro da danno epatico e renale indotto da acetaminofene. Tossicologia. 20 gennaio 2008; 243(3): 261-70.

84. La TA di Bhatti F, di Mankhey RW, di Asico L, di Quinn, WJ gallese, Maric C. Mechanisms dell'antiossidante ed effetti dell'pro-ossidante di acido alfa-lipoico nel rene diabetico e nondiabetic. Rene Int. 2005 aprile; 67(4): 1371-80.

85. Chang JW, Lee EK, TH di Kim, et al. effetti di acido alfa-lipoico sui livelli del plasma di dimethylarginine asimmetrico nei pazienti diabetici di malattia renale di stadio finale su emodialisi: uno studio pilota. J Nephrol. 2007;27(1):70-4.

86. Kendler BS. Carnitina: una panoramica del suo ruolo nella medicina preventiva. Prev Med.1986 luglio; 15(4): 373-90.

87. Matera m., Bellinghieri G, Costantino G, Santoro D, Calvani m., Savica V. History di L-carnitina: implicazioni per la malattia renale. J Ren Nutr. 2003 gennaio; 13(1): 2-14.

88. LA di Calo, Bertipaglia L, Pagnin E. Antioxidants, carnitina ed eritropoietina. G Ital Nefrol. 2006 gennaio-febbraio; 23 supplementi 34: S47-50.

89. Schreiber BD. Forum di dibattito: la terapia di levocarnitine è razionale e giustificata nei pazienti sottoposti a dialisi selezionati. Sangue Purif. 2006;24(1):128-39.

90. SI di Sloan RS, di Kastan B, del riso, et al. qualità della vita durante e fra i trattamenti di emodialisi: ruolo del completamento della L-carnitina. Rene DIS di J. 1998 agosto; 32(2): 265-72.

91. Il PE dell'ottone, Adler la S, Sietsema KE, et al. L-carnitina endovenosa aumenta la carnitina del plasma, riduce l'affaticamento e può conservare la capacità di esercizio nei pazienti di emodialisi. Rene DIS di J. 2001 maggio; 37(5): 1018-28.

92. TUM di Golper, Goral S, BN di Becker, CB di Langman. trattamento della L-carnitina dell'anemia. Rene DIS di J. 2003 aprile; 41 (4 supplementi 4): S27-34.

93. Savica V, Santoro D, Mazzaglia G, et al. infusioni della L-carnitina può sopprimere la proteina C-reattiva del siero e migliorare lo stato nutrizionale nei pazienti di emodialisi di manutenzione. J Ren Nutr. 2005 aprile; 15(2): 225-30.

94. Alvares Delfino VD, CA di de Andrade Vianna, Mocelin AJ, Barbosa DS, RA di Mise, Matsuo T. Folic che la terapia acida riduce l'omocisteina del plasma livella e migliora la capacità antiossidante del plasma nei pazienti di emodialisi. Nutrizione. 2007 marzo; 23(3): 242-7.

95. Bostom AG, carpentiere mA, Kusek JW, et al. spiegazione razionale e progettazione dell'acido folico per riduzione vascolare di risultato della prova di trapianto (FAVORIT). Cuore J. 2006 di settembre; 152(3): 448. e1-7.

96. Menon V, Wang X, Greene T, et al. omocisteina nella malattia renale cronica: Effetto della dieta e della replezione povere in proteine con le vitamine di B. Rene Int. 2005 aprile; 67(4): 1539-46.

97. Nanayakkara PW, van Guldener C, ter PM piccolissimo, et al. effetto di una pravastatina consistente di strategia di trattamento, vitamina E ed omocisteina che si abbassa su spessore carotico di intima-media, sulla funzione endoteliale e sulla funzione renale in pazienti con delicato per moderare malattia renale cronica: risultati dalla terapia antiossidante nello studio cronico di insufficienza renale (ATIC). Med dell'interno dell'arco. 25 giugno 2007; 167(12): 1262-70.

98. Agricoltore A, Montori V, Dinneen S, olio di Clar C. Fish nella gente con il diabete di tipo 2 mellito. Rev. del sistema della base di dati di Cochrane 2001(3): CD003205.

99. Hartweg J, agricoltore AJ, Holman RR, impatto di Neil A. Potential del trattamento omega-3 sulla malattia cardiovascolare in diabete di tipo 2. Curr Opin Lipidol. 2009 febbraio; 20(1): 30-8.

100. Il CA di Moreira, Gaspar A, Serra il mA, Simoes J, saltella il da Cruz J, Amaral TF. Effetto di un supplemento della sardina su proteina C-reattiva in pazienti che ricevono emodialisi. J Ren Nutr. 2007 maggio; 17(3): 205-13.

101. Miller ER terzo, PS di Juraschek, Appel LJ, et al. L'effetto del completamento poli-insaturo a catena lunga dell'acido grasso n-3 sull'escrezione della proteina dell'urina ed il rene funzionano: meta-analisi dei test clinici. J Clin Nutr. 2009 giugno; 89(6): 1937-45.

102. Parinyasiri U, ONG-Ajyooth L, Parichatikanond P, ONG-Ajyooth S, Liammongkolkul S, Kanyog S. Effect dell'olio di pesce sullo sforzo ossidativo, sul profilo del lipido e sulla funzione renale in nefropatia da IgA. J Med Assoc Thai. 2004 febbraio; 87(2): 143-9.

103. Bell S, Cooney J, Packard CJ, Caslake m., Deighan CJ. Gli acidi grassi Omega-3 migliorano la lipemia postprandiale in pazienti con proteinuria nefrotico della gamma. Aterosclerosi. 2009 luglio; 205(1): 296-301.

104. Garman JH, Mulroney S, Manigrasso m., Flynn E, dieta dei ricchi dell'acido grasso di Maric C. Omega-3 impedisce la malattia renale diabetica. J Physiol Physiol renale. 2009 febbraio; 296(2): F306-16.

105. Abdel-Naim ab, Abdel-Wahab MH, Attia FF. Effetti protettivi della vitamina e e del probucol contro da nefrotossicità indotta da gentamicina in ratti. Pharmacol Res.1999 agosto; 40(2): 183-7.

106. Boaz m., Smetana S, Weinstein T, et al. prevenzione secondaria con gli antiossidanti della malattia cardiovascolare nella malattia renale di stadio finale (SPAZIO): prova controllata con placebo randomizzata. Lancetta. 2000 7 ottobre; 356(9237): 1213-18.

107. Khajehdehi P, Mojerlou m., Behzadi S, Rais-Jalali GA. Un randomizzato, una prova alla cieca, una prova controllata con placebo delle vitamine supplementari E, una C e la loro combinazione per il trattamento dei crampi di emodialisi. Trapianto del quadrante di Nephrol. 2001 luglio; 16(7): 1448-51.

108. Mune m., Yukawa S, Kishino m., et al. effetto della vitamina E sul metabolismo dei lipidi ed aterosclerosi nei pazienti di ESRD. Supplemento di Int del rene. 1999 luglio; 71: S126-9.

109. Ramos R, Gomez-Gerique N, profilo di ossidazione di Martinez-Castelao A. Lipoprotein nei pazienti di malattia renale della fase dell'estremità. Ruolo del completamento della vitamina C. Nefrologia. 2005;25(2):178-84.

110. Tain YL, Freshour G, Dikalova A, Griendling K, Baylis C. Vitamin E riduce il glomerulosclerosis, no. di un neurone renali di restauri e sopprime lo sforzo ossidativo nel ratto nephrectomized 5/6. J Physiol Physiol renale. 2007 maggio; 292(5): F1404-10.