Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista maggio 2010
Rapporti

È l'estratto convenzionale del melograno abbastanza?


Da Julius Goepp, MD
È l'estratto convenzionale del melograno abbastanza?

Un'abbondanza di dati clinici ha stabilito il melograno come ampio spettro, difesa multimodale contro le cause della morte principali nel mondo occidentale, da aterosclerosi a cancro ed al diabete.1

Nell'ultima decade da solo, più di sette volte altrettanti studi sono stati pubblicati che convalidano il melograno che durante tutti gli anni precedenti combinati.2

La massa di questa ricerca ha messo a fuoco sui benefici del succo e degli estratti di frutta del melograno. Ora gli scienziati stanno scoprendo una fonte novella di benefici innumerevoli del melograno: le varie componenti botaniche dell'albero di melograno, specialmente dei suoi semi e fiori.

L'ultima prova scientifica indica che l'estratto del fiore del melograno e l'olio di semi complementano unicamente la capacità del melograno dell'estratto convenzionale della frutta di combattere le malattie multiple di invecchiamento.1

Per esempio, un modello preclinico 2009 ha trovato che gli estratti dal melograno fiorisce l'indurimento riduttore delle arterie da 70%, mentre il succo da solo lo ha ridotto di soltanto 40% confrontato ai comandi.3 inoltre, gli estratti del fiore sono stati trovati per fare diminuire significativamente i livelli del lipido e del glucosio del sangue.

In questo articolo, imparerete l'ultima prova scientifica degli effetti del salvataggio del melograno, con i nuovi studi esplorante i vari costituenti della pianta e del loro potere combattere una miriade di malattie degeneranti con le vie fisiologiche distinte.

Estratti convenzionali del melograno: I polifenoli forniscono la difesa degenerante di malattia

Il contenuto polifenolico del succo del melograno e la polpa hanno destato storicamente il più grande interesse scientifico. In particolare, la capacità antiossidante ardua del loro contenuto del ellagitannin è stata accreditata molto del potere dipromozione del melograno.4,5

Estratti convenzionali del melograno: I polifenoli forniscono la difesa degenerante di malattia

L'analisi recente più ulteriormente ha chiarito i meccanismi di fondo del melograno di azione, specialmente nell'area di espressione genica utile— il fattore-kappaB nucleare pro-infiammatorio d'inibizione (N-F-KB)4 e produzione downregulating dei ricevitori distimolazione dell'androgeno in cellule della prostata.Il ruolo unico di 5 melograni nell'aumentare l'espressione di paraoxonase-1 (PON-1), un enzima richiesto per la arteria-pulizia della lipoproteina ad alta densità (HDL) per funzionare ottimamente, inoltre ha generato l'interesse scientifico sostanziale.6,7 (vedi le strategie innovarici per combattere la malattia renale)

Gli effetti cardioprotective clinicamente convalidati del melograno hanno spinto alcuno per identificarlo il succo “cuore-sano„.8 il suo contenuto flavonoide inibiscono il danneggiamento ossidativo della lipoproteina a bassa densità (LDL), contribuente a proteggere i vasi sanguigni da aterosclerosi.9 polifenoli del melograno esercitano gli effetti antinfiammatori che più ulteriormente proteggono i vasi sanguigni da danno, riducono la dimensione ed il numero delle lesioni aterosclerotiche, impediscono l'ispessimento delle pareti arteriose ed abbassano la pressione sanguigna.8

I polifenoli ed altre componenti in succo del melograno esercitano gli effetti benefici che estendono oltre l'apparato cardiovascolare. I numerosi phytochemicals in acido ellagicodel succo del melograno dentro particolare-sono stati indicati per interrompere lo sviluppo del cancro nelle fasi multiple.2,10,11 un altro polifenolo unico al melograno sono punicalagin, che converte in molecole conosciute in crescita lenta delle cellule di carcinoma della prostata.4 questi agiscono inibendo il N-F-KB pro-infiammatorio, una citochina implicata nello sviluppo di numerose forme di cancro.4,12-14

Gli scienziati inoltre hanno messo a fuoco sul potenziale antimicrobico del melograno. I polifenoli contenuti nel succo inibiscono la crescita di una serie di batteri, funghi e parassiti (malattia-causanti) patogeni.15-17

Estratto del fiore del melograno: Impedire sindrome metabolica

L'epidemia globale della sindrome metabolica e la suoi patologia-obesità, diabete di tipo 2 e cardiovascolare collegati malattia-ha prestato la nuova urgenza alla scoperta degli agenti antidiabetici con bassa tossicità adatta ad uso a lungo termine.18 nuovi punti della ricerca all'estratto del melograno fioriscono come intervento attraente, sicuro, a basso costo.

Nel 2006, gli scienziati cinesi hanno scoperto un polifenolo precedentemente sconosciuto in estratto del fiore del melograno che combatte l'obesità, il controllo alterato del glucosio e l'infiammazione sistemica. Gli hanno dato il pomegranatate di nome.19

I ricercatori indiani hanno dimostrato la capacità dei fiori dalle piante maschii del melograno per influenzare la glicemia nel normale ed in ratti sperimentalmente diabetici.20

Nel 2005, i ricercatori in Australia hanno dimostrato che 6 settimane di complemento dei ratti diabetici obesi con gli estratti del fiore del melograno hanno impedito gli aumenti della glicemia dopo un carico di glucosio pasto-ma non hanno avuti tale effetto in ratti normali.21

Gli effetti multimodali del melograno
  • Le indennità-malattia complete del succo e della polpa del melograno sono state ben documentate nel combattimento della gamma di malattie degeneranti.

  • Meno ben noti sono i benefici significativi hanno conferito da altre componenti botaniche della pianta del melograno. L'effetto sinergico dei costituenti del melograno può essere superiore a quello del suoi succo/polpa da solo.
  • Gli estratti di fiori del melograno forniscono la protezione ineguagliabile contro il diabete di tipo 2 e molte delle conseguenze metaboliche dell'obesità.
  • L'olio di semi del melograno offre il chemoprevention potente contro il seno, la prostata ed altri cancri umani comuni.
  • Tutte e tre le componenti della pianta del melograno hanno effetti multimodali ed è provato che questi effetti potenziano per fornire i risultati finali più potenti della somma delle loro parti.
  • la Intero-frutta, il fiore e gli estratti dell'olio di semi di melograno offrono la protezione incomparabile contro i tre uccisori superiori degli adulti americani: malattia cardiovascolare, diabete di tipo 2 e cancro.

Ancora un altra attività antidiabetica profonda è emerso: l'estratto del fiore del melograno ha migliorato l'espressione genica della PPAR-gamma vitale di fattore di trascrizione, che regola le risposte cellulari ad apporto energetico. (Vedi le strategie innovarici per combattere la malattia renale) inoltre ha normalizzato l'espressione di una proteina ditrasporto in muscolo del cuore, permettendo ai cuori degli animali diabetici di utilizzare meglio l'energia proveniente dallo zucchero. 21 questi effetti suggeriscono insieme una via molecolare possibile per la sensibilità migliore dell'insulina— un punto importante nell'impedire le complicazioni diabetiche (e nel rallentamento dell'invecchiamento).

Gli stessi ricercatori hanno dimostrato in modo convincente che gli estratti di fiore del melograno riducono il contenuto del trigliceride del muscolo cardiaco in ratti diabetici, simultaneamente abbassando il trigliceride ed i livelli di colesterolo totali nel sangue.La normalizzazione 22 di questi parametri vitali del lipido si è presentata con l'espressione aumentata dell'PPAR-alfa, il fattore della trascrizione genica che comandi come le cellule prendono ed utilizzano gli acidi grassi. Questi risultati gemellati hanno implicazioni profonde: le compagnie farmaceutiche hanno speso milioni nello sforzo per trovare un farmaceutico che potrebbe indurre questi effetti. Come attivatore doppio di PPAR-gamma e dell'PPAR-alfa, realizzazione potenziale di offerte dell'estratto del fiore del melograno di quello sforzo con un intervento sicuro, a basso costo, naturale.23

Gli effetti multimodali del melograno

Lo stesso gruppo dei ricercatori ha riferito che l'estratto del fiore del melograno ha ridotto significativamente la fibrosi del muscolo del cuore (che si ispessisce e che si irrigidisce) in ratti diabetici obesi.24 fibrosi cardiache si allineano fra le complicazioni più micidiali del diabete, con conseguente gradualmente diminuzione il volume del sangue arterioso e dell'infarto. Sei settimane del trattamento orale con l'estratto del fiore hanno ridotto la quantità di proteina inflessibile del collagene nei ventricoli sinistri degli animali ed intorno alle loro arterie coronarie.

Questi risultati sono stati raggiunti via le alterazioni nell'espressione genica, in questo caso con il downregulation dei geni che producono il collagene e il fibronectin d'irrigidimento delle proteine. L'estratto del fiore del melograno inoltre ha ridotto la segnalazione del muscolo del cuore di endothelin-1, (sangue chesi restringe) un peptide vasocostrittore implicata nella fibrosi cardiaca. Ulteriormente, l'estratto ha ridotto l'espressione genica del N-F-KB regolatore infiammatorio della molecola,24 che svolge un ruolo importante nel controllo l'infiammazione e delle alterazioni metaboliche connesse con l'obesità.25

L'infiammazione è l'obiettivo di un'altra componente recentemente scoperta dell'acido punicanolicdei fiori del melograno, un membro della famiglia del triterpene delle molecole utili dell'olio essenziale. Nelle ricerche di laboratorio, l'acido punicanolic inibisce la produzione dell'TNF-alfa infiammatoria potente del mediatore,26 che è trovata ai livelli aumentati in gente di peso eccessivo ed obesa e contribuisce ad insulino-resistenza.27

L'infiammazione osservata in gente obesa e di peso eccessivo non solo aggiunge ad insulino-resistenza. Inoltre è alla base del rischio aumentato di malattia cardiovascolare visto in individui obesi e nei modelli animali del diabete di tipo 2. La circostanza è caratterizzata dai livelli sostanzialmente elevati della glicemia, LDL, la lipoproteina molto a bassa densità (VLDL), trigliceridi e grassi ossidati. Allo stesso tempo, HDL utili ed i sistemi antiossidanti cellulari sono trovati per essere diminuiti in tali individui.

La somministrazione orale dell'estratto del fiore del melograno ha invertito tutte questi termini in un modello del ratto del laboratorio del diabete di tipo 2, evidenziante la sua utilità potenziale per gli individui invecchianti a rischio del diabete e le sue complicazioni cardiovascolari.28 gli aiuti dell'estratto inoltre migliorano l'affezione epatica grassa,29 la maggior parte della causa comune delle anomalie di funzione epatica nella gente con l'obesità ed il diabete di tipo 2.

L'estratto del fiore del melograno è un inibitore potente dell'alfa-glucosidasi degli enzimi digestivi.30 carboidrati complessi delle rotture dell'alfa-glucosidasi nelle loro componenti semplici dello zucchero per assorbimento nel sangue. L'inibizione della sua azione rallenta il tasso a cui lo zucchero libero è assorbito nella circolazione sanguigna.

L'effetto pratico di questa azione utile era evidente in un modello animale: in ratti diabetici alimentati un pasto ricco in carboidrati, la somministrazione orale dell'estratto del fiore contrassegnato ha abbassato i livelli del glucosio del plasma durante il periodo postprandiale (del dopo-pasto).30 questo sono un'individuazione estremamente importante, perché le elevazioni postprandiali della glicemia contribuiscono notevolmente al danno di tessuto causato dai livelli elevati del glucosio (glycation). Le punte postprandiali dello zucchero sono inoltre responsabili di eccessivo rilascio dell'insulina che può causare un calo successivo nei livelli del glucosio, avviando la fame inadeguata ed avanzare il cibo.

Gli effetti multi-mirati a supplementari dell'estratto del fiore del melograno stanno emergendo rapidamente: i composti fenolici dai fiori esibiscono i numerosi effetti anti-aterosclerotici anche nei modelli animali non-diabetico, riducendo la dimensione ed il numero delle placche aterosclerotiche di fino a 70%.3

Continuato alla pagina 2 di 2