Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2010
Nelle notizie

Completamento del calcio collegato con aumento grasso in diminuzione del tronco di donne postmenopausali

Completamento del calcio collegato con aumento grasso in diminuzione del tronco di donne postmenopausali

In un articolo pubblicato nella nutrizione & nel metabolismo, i ricercatori a Creighton University riferiscono che il completamento del calcio è associato con una riduzione del guadagno grasso del tronco ed il mantenimento aumentato della massa della magra del tronco in donne postmenopausali confrontate a coloro che ha ricevuto grasso del tronco di placebos.* comprende la massa addominale del grasso che diventa sempre più difficile da controllare mentre gli esseri umani invecchiano.

Lan-Juan Zhao, il PhD ed i colleghi hanno analizzato i dati da 870 donne che hanno partecipato ad una prova destinata per valutare gli effetti di calcio e della vitamina D sulle fratture. Le donne hanno ricevuto uno di seguenti regimi quotidiani: un calcio da 1.400 milligrammi dal citrato del calcio o da un calcio da 1.500 milligrammi dal carbonato di calcio al giorno più un placebo; calcio più 1.100 vitamina D3 di IU; o due placebi per fino a quattro anni.

Sebbene l'indice di massa corporea non differisca significativamente fra i gruppi alla conclusione dello studio, tutti i gruppi che il calcio ricevuto ha guadagnato meno tronco grasso ed ha mantenuto una maggior quantità di massa della magra del tronco confrontata ai gruppi del placebo.

La nota del redattore: Gli autori annunciano che “questo è il primo test clinico in un gruppo postmenopausale basato sulla popolazione delle donne per osservare quello assunzione aumentante del calcio, sotto forma di completamento non caseario del calcio, possono impedire il guadagno della massa del grasso e della perdita di Massachusetts magro„

— D. Tintura

Riferimento

* Disponibile a: http://www.nutritionandmetabolism.com/content/7/1/62. 23 agosto 2010 raggiunto.

Cambi politici stati necessari per migliorare stato di vitamina D

Un esame pubblicato nella biologia e nella medicina sperimentali raccomanda l'implementazione dei cambi politici globali per migliorare la quantità di vitamina D che la gente riceve. “La medicina responsabile richiede che le linee guida nutrizionali di vitamina D mondiale riflettano la conoscenza scientifica corrente circa la gamma della d della vitamina di attività,„ scrive Anthony

Normanno dell'università di California, della riva del fiume e di Roger Bouillon. *

Gli Stati Uniti correnti hanno raccomandato l'assunzione quotidiana della vitamina D spettano di 200 IU per gli individui all'età di 50, 400 IU per quegli 51 - 70 e 600 IU per quelli sopra l'età di 70. Il Dott. Norman ed il Dott. Bouillon suggeriscono che un aumento fino a 2.000 IU del quotidiano di vitamina D potrebbe ridurre l'incidenza di una serie di malattie. “È ora che la politica nutrizionale di vitamina D mondiale, ora all'strade trasversali, riflette la conoscenza scientifica corrente circa molti benefici della vitamina e sviluppa una visione sana per il futuro,„ il Dott. Norman ha osservato.

La nota del redattore: Gli autori osservano che l'esposizione aumentata del sole per elevare i livelli di vitamina D non è un opzione realizzabile per la maggior parte dei individui dovuto la carcinogenicità del B. ultravioletto.

— D. Tintura

Riferimento

* Med di biol di Exp. 28 luglio 2010.

Colleen Fitzpatrick migliora l'umore dei pazienti ospedalizzati

Colleen Fitzpatrick migliora l'umore dei pazienti ospedalizzati

In nutrizione del giornale, i ricercatori riferiscono l'individuazione di un miglioramento nell'umore fra i pazienti acutamente ospedalizzati completati con vitamina C. *

Trentadue uomini e le donne ospedalizzati in reparti medici e chirurgici sono stati forniti due volte di una vitamina C da 500 milligrammi o di 1.000 vitamine D delle unità internazionali (IU) (come placebo) al giorno per i fino a 10 giorni. Le concentrazioni della vitamina C del plasma più di quanto triplicato in coloro che ha ricevuto la vitamina ed il gruppo hanno avvertito una riduzione media 34% della perturbazione dell'umore.

Gli autori osservano quell'emergenza emozionale acutamente ospedalizzata di esperienza dei pazienti per le numerose ragioni e quel le anomalie psicologiche sono una caratteristica della carenza della vitamina C. “Se la spiegazione è la ridistribuzione del tessuto, misura insufficiente della vitamina C in una regolazione del catabolismo aumentato, o entrambe, una conseguenza della ipovitaminosi in ospedale C potrebbe essere ipovitaminosi cerebrale C con un disturbo dell'umore risultante che potrebbe essere migliorato o impedito facilmente dalla misura adeguata della vitamina C,„ essi conclude.

La nota del redattore: Mentre i livelli di vitamina D sono aumentato fra i pazienti che lo hanno ricevuto, nessun miglioramento nell'umore è stato notato; tuttavia, gli autori notano che la breve durata della dose di prova e bassa della vitamina D amministrata in questo studio sarebbe insufficiente per trarre tutte le conclusioni riguardo al suo effetto.

— D. Tintura

Riferimento

* Disponibile a: http://www.nutritionjrnl.com/article/S0899-9007%2810%2900174-7/abstract. 18 agosto 2010 raggiunto.

La dieta americana media fornisce la nutrizione adeguata?

La dieta americana media fornisce la nutrizione adeguata?

“Quasi l'intera popolazione degli Stati Uniti consuma una dieta che non è alla pari delle raccomandazioni,„ è la conclusione di un rapporto pubblicato online l'11 agosto 2010 nel giornale di nutrizione. *

I ricercatori all'istituto nazionale contro il cancro hanno valutato i dati da 16.338 individui che hanno partecipato indagini nazionali dell'esame di salute alle 2001-2004 e di nutrizione. Ad eccezione dei grani totali e carne ed i fagioli, la maggior parte del campione esaminato non è riuscito a consumare le raccomandazioni minime per ogni gruppo di alimento. Quasi tutti i partecipanti non sono riuscito a consumare abbastanza verdure verde scuro, le verdure arancio, i legumi e gli interi grani. Le raccomandazioni totali del latte e della verdura erano insoddisfatte dalla maggior parte della gente dentro più della metà dei gruppi di genere e dell'età analizzati.

“Questa analisi indica che quasi l'intera popolazione degli Stati Uniti consuma una dieta con meno verdure e gli interi grani di quanto raccomandato e che un underconsume di grande maggioranza fruttifichi, munge ed a raccomandazioni relative degli oli,„ gli autori scrivono.

La nota del redattore: Un supplemento multinutrient può contribuire a comporre alcune delle carenze incontrate da una dieta insufficiente.

— D. Tintura

Riferimento

* J Nutr. 11 agosto 2010.

Le bacche proteggono il cervello in parecchi modi

Le bacche proteggono il cervello in parecchi modi

La 240th riunione nazionale della società di prodotto chimico americano tenuta recentemente a Boston era il sito di una presentazione da Shibu Poulose, PhD, del ministero dell'agricoltura degli Stati Uniti circa i nuovi risultati per le bacche in brains.* invecchiante proteggente

Il Dott. Poulose ha studiato il processo naturale “della di casa pulizia„ del cervello, che comprende autophagy dalle cellule conosciute come microglia. Queste cellule rimuovono e riciclano le proteine tossiche che possono interferire con la funzione del cervello. “Nell'invecchiamento, venire a mancare di microglia per fare il loro lavoro ed i detriti si accumulano,„ il Dott. Poulose ha spiegato.

Negli esperimenti con le cellule del topo, il Dott. Poulose ha trovato che gli estratti della fragola e del mirtillo hanno inibito una proteina che interferisce con autophagy. “I risultati indicano forte che i benefici di entrambe le bacche estendono oltre gli effetti antiossidanti ed antinfiammatori fino spazio tossico cellulare con induzione di autophagy in cervello,„ conclude un riassunto scritto dei risultati.

La nota del redattore: Il mirtillo ed altri estratti della bacca sono attualmente disponibili come supplementi nutrizionali.

— D. Tintura

Riferimento

* 240th riunione nazionale della società di prodotto chimico americano.

Il completamento di resveratroli riduce l'obesità in primate

In un articolo pubblicato online in fisiologia del giornale BMC, i ricercatori francesi riferiscono che il resveratrolo riduce l'aumento stagionale di corpo-Massachussets di un modello del primate di peso gain.*

Il Dott. Fabienne Aujard del centro National de la Recherche Scientifique e lei soci ha verificato l'effetto di quattro settimane del completamento di resveratroli nelle lemure grige del topo. Questi animali guadagnano una quantità significativa di peso durante i periodi invernali fornendo uno stato quotidiano di inattività (torpore) accompagnato da una riduzione della temperatura corporea per conservare l'energia.

Il completamento con i resveratroli ha ridotto l'obesità stagionale degli animali facendo diminuire l'assunzione di caloria da 13%, inibendo la profondità del torpore quotidiano ed aumentando il tasso metabolico a riposo di 29%.

“I benefici fisiologici dei resveratroli sono attualmente nell'ambito di ricerca intensiva, con lavoro recente che suggerisce che potrebbe essere un buon candidato per lo sviluppo delle terapie dell'obesità,„ il Dott. Aujard hanno commentato.

La nota del redattore: I resveratroli, che sono trovati in uva rossa ed altri alimenti vegetali, erano stati dimostrati per proteggere i roditori dal diabete e dall'obesità causati da una dieta ad alta percentuale di grassi; tuttavia, gli effetti del composto su perdita di peso non erano stati studiati in più alti animali.

— D. Tintura

Riferimento

* http://www.biomedcentral.com/1472-6793/10/11/abstract. 22 luglio 2010 raggiunto.

Continuato alla pagina 3 di 3