Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista ottobre 2010
Come lo vediamo

Azioni aggressive state necessarie per evitare crisi di obesità


Da William Faloon

Non cade la vittima all'ignoranza istituzionale!

Come membro del fondamento del prolungamento della vita, non dovete soffrire dal carenze evidente delle nostre istituzioni convenzionali.

27 correggibile, Obesità-induttori
Clicchi qui
Non cade la vittima all'ignoranza istituzionale!

Quando girate questa pagina, vederete un grafico notevole evidenziare 27 induttori di stoccaggio grasso indesiderato. Il primo articolo in questa edizione descrive come la nuova formula della gestione del peso di controllo di caloria attacca 12 di queste 27 cause di obesità, rendendogli un'arma importante in un programma globale per ridurre la massa del corpo.

L'articolo che il testosterone basso promuove l'obesità addominale nell'invecchiamento descrive gli effetti benefici multipli che accadono quando gli uomini invecchianti ristabiliscono il testosterone libero alle gamme giovanili. Non solo il testosterone facilita la riduzione in grasso addominale, ma inoltre riduce i livelli della glicemia migliorando la sensibilità dell'insulina.

La necessità critica dell'articolo di controllare il glucosio del Dopo-pasto e di digiuno livella i profili l'importanza del mantenimento del controllo stretto del glucosio e rivela i metodi non solo per perdere il peso, ma anche per accendere i suoi geni dipromozione di longevità.

Ogni componente dei protocolli della perdita di peso del prolungamento della vita è sostenuta dai risultati dalla letteratura scientifica pari-esaminata, eppure da medici convenzionali e dal pantano del governo federale in uno stato dell'ignoranza mentre avvertono disperatamente di una crisi imminente dell'obesità, ma non offre approcci pratici per evitarla.

Poichè imparerete in questa emissione della rivista del prolungamento della vita, l'obesità relativa all'età è reversibile quando gli induttori di fondo multipli dell'obesità sono contrastati.

Per vita più lunga,

Per vita più lunga

William Faloon

I fattori di multiplo in questione nell'obesità relativa all'età

Molti di voi hanno una conoscenza di con un grafico che precedentemente abbiamo fatto nominato i 17 pugnali della malattia arteriosa. Lo scopo di questa immagine era di mostrare 17 fattori di rischio correggibili che predispongono la gente ad attacco di cuore.

Per evidenziare 27 induttori correggibili dell'obesità età-collegata, abbiamo creato (un'immagine correggibile di 27 Obesità-induttori qui sopra) su una nuova illustrazione che mostra i pugnali multipli indicati ad un torso obeso. Qualunque di questi obesità-induttori (pugnali) può causare o contribuire ad accumulazione del grasso in eccedenza. Nel mondo reale, gli effetti cumulativi di molti di seguenti induttori dell'obesità sottopone gli individui di invecchiamento ad obesità incontrollata:

1. Perdita di sensibilità di leptina (induce la fame ed inibisce il rilascio di grasso immagazzinato dai adipocytes)21-24

2. Adiponectin basso (lo stoccaggio grasso nei adipocytes ed inibisce la sensibilità dell'insulina) 25,26di aumenti

3. Attività in eccesso della deidrogenasi di fosfato glycerol-3 (facilita la conversione di glucosio immagazzinato grasso-trigliceride-nei adipocytes)27

4. Attività di amilasi in eccesso (l'enzima digestivo che permette ai carboidrati dietetici zucchera rapidamente per essere assorbito)28-32

5. Attività in eccesso della lipasi (permette a troppi grassi dietetici di essere assorbito)24,33-36

6. Assunzione in eccesso di caloria (sopraffa la capacità del corpo di usare le calorie per produzione di energia)37-41

7. Ipertrigliceridemia postprandiale (troppo rimanere grasso nel sangue lungamente dopo i pasti)36,42

8. Iperglicemia postprandiale (troppo glucosio che rimane lungamente nel sangue dopo i pasti)26,37,43-49

9. Dispendio energetico carente di riposo (permette all'accumulazione grassa invece della combustione di caloria)24,50

10. Proteina C-reattiva elevata (legature alla leptina e neutralizza gli effetti dell'anti-obesità della leptina nel corpo)51

11. Perdita di sensibilità dell'insulina (inibisce l'utilizzazione di glucosio in cellule di produttore d'energia e promuove lo stoccaggio del grasso in eccesso nei adipocytes)26,52-54

12. Assunzione insufficiente della fibra (permette all'aumento rapido in glicemia dopo i pasti ed iperglicemia postprandiale e hyperinsulinemia)55-60

13. Deficit della serotonina (carboidrato che binging) 61,62di cause

14. Deficit del testosterone (uomini) (contribuisce all'obesità addominale)63-65

15. squilibrio del Estrogeno-progesterone (donne) (contribuisce ad accumulazione grassa in vita-anche)66

16. Deficit della tiroide (preclude l'utilizzazione cellulare efficiente delle calorie ingerite)67

17. Attività fisica in diminuzione (peggiora la sensibilità dell'insulina e rallenta il tasso metabolico)68-70

18. Hyperinsulinemia di digiuno (preclude il rilascio di grasso corporeo immagazzinato ed aumenta l'appetito)71-73

19. Gluconeogenesi in eccesso (livelli cronicamente elevati anche quando digiunando) 26,74-76 del glucosiodi cause

20. Insonnia/sonno insufficiente (contribuisce a fame e ad insulino-resistenza)77-79

21. Sindrome policistica dell'ovaia (donne) (connesse con obesità, i livelli ematici in eccesso del testosterone e l'insulino-resistenza)80-82

22. Eccesso del cortisolo (contribuisce ad appetito aumentato, ad insulino-resistenza ed all'obesità viscerale)85,86

23. Farmaci (antidepressivi, antipsicotici, anti--epileptics, corticosteroidi, sulfoniluree e betabloccanti) (connessi con insulino-resistenza e obesità)85,86

24. Disfunzione psicologica (cibo per esempio di baldoria, depressione) (modelli emozionali e psicologici anormali di cibo che possono condurre ad obesità) 72,87,88

25. Vitamina D insufficiente (connessa con insensibilità dell'insulina)89-91

26. Scelte dietetiche difficili (cronicamente engorges la circolazione sanguigna con i grassi pericolosi e gli zuccheri-spesso cucinati al livello temperatura-che adipocytes di meteorismo)92,93

27. Attività in eccesso della glucosidasi (enzima digestivo che facilita la conversione dei carboidrati ingeriti in glicemia)94,95

I nuovi aiuti di formula della gestione del peso di controllo di caloria neutralizzano i primi 12 su questa lista di 27 induttori dell'obesità, rappresentante un passo iniziale importante a correggere i meccanismi patologici che predispongono da ad obesità indotta da età.

La guida di perdita di peso di Extension® di vita fornisce una carta stradale completa che gli esseri umani di peso eccessivo ed obesi possono seguire per aggirare altri induttori dell'obesità non solo per spargere il grasso corporeo, ma inoltre aggiunge gli anni di qualità alla loro durata.

Per esempio, gli uomini con i bassi livelli liberi del testosterone possono trovarlo impossible perdere i pollici significativi fuori dal loro addome. In donne, il testosterone in eccesso ha l'effetto opposto e può creare l'obesità addominale. Ci sono fortunatamente farmaci a basso costo che possono aumentare sicuro il testosterone libero negli uomini e farlo diminuire in donne. Questi sono tutti ampiamente descritti nella guida di perdita di peso di Extension® di vita disponibile al prezzo di sconto del membro di $8,99 chiamando 1-800-544-4440.

Riferimenti

1. Disponibile a: http://profiles.nlm.nih.gov/NN/Views/Exhibit/narrative/smoking.html. 31 maggio 2010 raggiunto

2. Disponibile a: http://www.who.int/tobacco/health_priority/en/index.html. 31 maggio 2010 raggiunto.

3. L'incidenza di Reeves GK, di Pirie K, di Beral V, et al. del Cancro e la mortalità relativamente all'indice di massa corporea nelle milione donne studiano: studio di gruppo. BMJ. 1° dicembre 2007; 335(7630): 1134.

4. Calle EE, Kaaks R. Overweight, obesità e cancro: prova epidemiologica e meccanismi proposti. Nat Rev Cancer. 2004 agosto; 4(8): 579-91.

5. Schapira DV, Kumar N.B.:, Lyman GH. Stima di riduzione di rischio di cancro al seno con perdita di peso. Cancro. 15 maggio 1991; 67(10): 2622-5.

6. Pentola SY, DesMeules m., Morrison H, interruttore di Wen. Obesità, assunzione dell'alta energia, mancanza di attività fisica ed il rischio di cancro del rene. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2006 dicembre; 15(12): 2453-60.

7. Calabro P, Yeh ET. Adiposità intra-addominale, infiammazione e rischio cardiovascolare: nuova visione del rischio cardiometabolic globale. Rappresentante di Curr Hypertens. 2008 febbraio; 10(1): 32-8.

8. Bodary PF, HB di Iglay, distacco di Eitzman. Le strategie per ridurre il rischio vascolare si sono associate con l'obesità. Curr Vasc Pharmacol. 2007 ottobre; 5(4): 249-58.

9. CE di Rosa, la TA di Zanella, Ribeiro ab, JO di Kohlmann. Obesità viscerale, ipertensione e rischio cardio-renale: una rassegna. Reggiseni Endocrinol Metabol di Arq. 2005 aprile; 49(2): 196-204.

10. Lacquemant C, Vasseur F, Lepretre F, Froguel P. Adipocytokins, obesità e sviluppo del diabete di tipo 2. Med Sci (Parigi). 21 dicembre 2005; Spec. nessuna: 10-8.

11. Gandhi R, Wasserstein D, Razak F, JUNIOR di Davey, Mahomed NN. BMI predice indipendente la più giovane età alla sostituzione del ginocchio e dell'anca. Obesità (Silver Spring). 8 aprile 2010.

12. Dahl A, Hassing libbra, Fransson E, et al. Essendo metà della vita in- di peso eccessivo è associato con abilità conoscitiva più bassa ed il declino conoscitivo più ripido nella vita tarda. J Gerontol una biol Sci Med Sci. 3 luglio 2010; 29(6): 543-52.

13. Disponibile a: http://www.downeyobesityreport.com/category/fact-sheets/. 2 giugno 2010 raggiunto.

14. Conway B, Rene A. Obesity come malattia: nessuna materia leggera. Rev. di Obes 2004 3:145-51.

15. Disponibile a: http://blogs.wsj.com/health/2010/05/12/white-house-obesity-report-suggests-more-pe-is-not-enough/. 2 giugno 2010 raggiunto.

16. Riduca la N, Haffner il MP, Garg A, il RM di Peshock, Grundy MP. Ormoni steroidei del sesso, obesità dell'ente superiore e insulino-resistenza. J Clin Endocrinol Metab. 2002 ottobre; 87(10): 4522-7.

17. Unoki H, Bujo H, Yamagishi S, Takeuchi m., Imaizumi T, prodotti finiti di glycation di Saito Y. Advanced attenua la sensibilità cellulare dell'insulina aumentando la generazione di specie reattive intracellulari dell'ossigeno nei adipocytes. Ricerca Clin Pract del diabete. 2007 maggio; 76(2): 236-44.

18. Alfonzo-Gonzalez G, Doucet E, Bouchard C, Tremblay A. Greater di quanto diminuzione preveduta nel dispendio energetico di riposo con l'età: prova a sezione trasversale e longitudinale. EUR J Clin Nutr. 2006 gennaio; 60(1): 18-24.

19. BN di Ames. Ritardo del decadimento mitocondriale di invecchiamento. Ann N Y Acad Sci. 2004 giugno; 1019:406-11.

20. I segnali di Palacios OM, di Carmona JJ, di Michan S, et al. di dieta e di esercizio regolano SIRT3 ed attivano AMPK e PGC-1alpha in muscolo scheletrico. Invecchiare (Albany NY). 15 agosto 2009; 1(9): 771-83.

21. Deviazione standard di Chessler, Fujimoto WY, Shofer JB, Boyko EJ, Weigle DS. I livelli aumentati di leptina del plasma sono associati con accumulazione grassa in Americani giapponesi. Diabete. 1998 febbraio; 47(2): 239-43.

22. Scarpace PJ, resistenza di Zhang Y. Leptin: un fattore prediposing per da obesità indotta da dieta. Comp. Physiol di J Physiol Regul Integr. 2009 marzo; 296(3): R493-500.

23. Ngondi JL, Etoundi BC, CB di Nyangono, Mbofung cm, Oben JE. IGOB131, un estratto novello del seme dell'irvingia gabonensis dell'Africa Occidentale della pianta, riduce significativamente il peso corporeo e migliora i parametri metabolici in esseri umani di peso eccessivo in una ricerca controllata placebo randomizzato della prova alla cieca. Salute DIS dei lipidi. 2 marzo 2009; 8: 7.

24. Klaus S, Pultz S, Thone-Reineke C, gallato di Wolfram S. Epigallocatechin attenua dall'l'obesità indotta da dieta in topi facendo diminuire l'assorbimento di energia ed aumentando l'ossidazione grassa. Int J Obes (Lond). 2005 giugno; 29(6): 615-23.

25. Yatagai T, Nagasaka S, Taniguchi A, et al. Hypoadiponectinemia è associato con accumulazione e insulino-resistenza grassi viscerali in uomini giapponesi con il diabete di tipo 2 mellito. Metabolismo. 2003 ottobre; 52(10): 1274-8.

26. Oben JE, Ngondi JL, Blum K. Inhibition dell'estratto del seme dell'irvingia gabonensis (OB131) sul adipogenesis come mediato via giù il regolamento dei geni di leptina e di PPARgamma ed il su-regolamento del gene di adiponectin. Salute DIS dei lipidi. 13 novembre 2008; 7:44.

27. LS saggio, H. Participation verde di un isozima della deidrogenasi citosolica del glicerofosfato nella conversione adiposa delle cellule 3T3. Biol chim. di J. 25 gennaio 1979; 254(2): 273-5.

28. Ngondi JL, Djiotsa EJ, Fossouo Z, effetto di Oben J. Hypoglycaemic dell'estratto del metanolo di semi dell'irvingia gabonensis sui ratti del diabetico di streptozotocin. Camma Trad di Afr J. 2006; 3(4): 74-7.

29. Zhang XQ, Yang MIO, mA Y, tian J, JUNIOR di canzone. Isolamento ed attività di un inibitore dell'alfa amilasi dai fagioli bianchi. Yao Xue Xue Bao. 2007 dicembre; 42(12): 1282-7.

30. Udani J, BB di Singh. Assorbimento e perdita di peso del carboidrato di didascalia: un test clinico facendo uso di un proprietario ha frazionato l'estratto del fagiolo bianco. Med di salute di Altern Ther. 2007 luglio-agosto; 13(4): 32-7.

31. Wolframio S, Wang Y, effetti di Anti-obesità di Thielecke F. di tè verde: dal lato del letto da bench. Mol Nutr Food Res. 2006 febbraio; 50(2): 176-87.

32. Polifenoli del tipo di polimero di Kusano R, di Andou H, di Fujieda m., di Tanaka T, di Matsuo Y, di Kouno I. di tè nero e le loro attività inibitorie dell'amilasi e della lipasi. Toro di Chem Pharm (Tokyo). 2008 marzo; 56(3): 266-72.

33. Juhel C, Armand m., Pafumi Y, C più ottimistica, Vandermander J, l'estratto del tè verde di Lairon D. (AR25) inibisce la lipolisi dei trigliceridi in in vitro medio gastrico e duodenale. Biochimica di J Nutr. 2000 gennaio; 11(1): 45-51.

34. Di Pierro F, Borsetto Menghi, Barreca A, Lucarelli m., tè verde bioavailable di Calandrelli A. Highly: Studio clinico sugli oggetti obesi. Integr Nutr. 2008;11(2):1-14.

35. Kobayashi m., Ichitani m., Suzuki Y, et al. polifenoli del Nero-tè sopprime il hypertriacylglycerolemia postprandiale sopprimendo il trasporto linfatico di grasso dietetico in ratti. Alimento chim. di J Agric. 12 agosto 2009; 57(15): 7131-6.

36. Rossner S, Sjostrom L, Noack R, Meinders EA, perdita di peso di Noseda G., manutenzione del peso e fattori di rischio cardiovascolari migliori dopo 2 anni di trattamento con orlistat per obesità. Ricerca di Obes. 2000 gennaio; 8(1): 49-61

37. Heilbronn LK, de Jonge L, Frisard MI, et al. effetto della restrizione di 6 mesi di caloria sui biomarcatori della longevità, adattamento metabolico e sforzo ossidativo in individui di peso eccessivo: una prova controllata randomizzata. JAMA. 5 aprile 2006; 295(13): 1539-48.

38. Larson-Meyer DE, Heilbronn LK, Redman LM, et al. effetto della restrizione di caloria con o senza l'esercizio sulla sensibilità dell'insulina, funzione delle cellule, dimensione delle cellule grasse e lipido ectopico negli oggetti di peso eccessivo. Cura del diabete. 2006 giugno; 29(6): 1337-44.

39. Martins C, Morgan LM, MD di Robertson. Effetti di abittudine alimentara repressa sulla sensibilità dell'insulina negli individui del normale-peso. Physiol Behav. 23 marzo 2009; 96 (4-5): 703-8.

40. Barger JL, Kayo T, Vann JM, et al. Una dose bassa dei resveratroli dietetici parzialmente imita la restrizione calorica e ritarda i parametri di invecchiamento in topi. PLoS uno. 4 giugno 2008; 3(6): e2264.

41. Dott di Joseph JA, di Fisher, Cheng V, Rimando, B. Cellular Shukitt-sano ed effetti comportamentistici degli analoghi di resveratroli dello stilbene: implicazioni per la riduzione degli effetti deleteri di invecchiamento. Alimento chim. di J Agric. 26 novembre 2008; 56(22): 10544-51.

42. Ceriello A, Taboga C, Tonutti L, et al. prova per un effetto indipendente e cumulativo di ipertrigliceridemia postprandiale e dell'iperglicemia su disfunzione endoteliale e sulla generazione ossidativa di sforzo: effetti del trattamento a breve e a lungo termine di simvastatine. Circolazione. 3 settembre 2002; 106(10): 1211-8.

43. Tolleranza al glucosio e malattia cardiovascolare di Ceriello A. Impaired: il ruolo possibile dell'iperglicemia postprandiale. Cuore J. 2004 di maggio; 147(5): 803-7.

44. Chong MF, SEDERE di sistemazione, Frayn KN. Meccanismi per l'effetto acuto di fruttosio sul lipemia postprandiale. J Clin Nutr. 2007 giugno; 85(6): 1511-20.

45. Hosoda K, Wang MF, Liao ml, et al. effetto Antihyperglycemic del tè del oolong in diabete di tipo 2. Cura del diabete. 2003 26:1714-8.

46. Fukino Y, Ikeda A, Maruyama K, Aoki N, Okubo T, iso H. Randomized ha controllato la prova per un effetto del completamento verde della polvere dell'tè-estratto sulle anomalie del glucosio. EUR J Clin Nutr. 2008 agosto; 62(8): 953-60.

47. Ngondi JL, Fossouo Z, Djiotsa EJ, le variazioni di Oben J. Glycaemic dopo amministrazione dell'irvingia gabonensis semina le frazioni in ratti normoglycemic. Camma Trad di Afri J. 2006;3(4):94-101.

48. Deviazione standard di Poppitt, van Drunen JD, McGill A, TB di Mulvey, Fe di Leahy. Il completamento di una prima colazione del alto-carboidrato con il beta-glucano dell'orzo migliora la risposta glicemica postprandiale per i pasti ma non le bevande. L'Asia Pac J Clin Nutr. 2007 16(1):16-24.

49. Li Y, Wen S, Kota BP, et al. l'estratto del fiore della punica granatum, un inibitore potente dell'alfa-glucosidasi, migliora l'iperglicemia postprandiale nei ratti grassi diabetici di Zucker. J Ethnopharmacol. 3 giugno 2005; 99(2): 239-44.

50. Pasiakos MP, Mettel JB, K ad ovest, et al. manutenzione di dispendio energetico di riposo dopo perdita di peso in donne premenopausa: benefici potenziali di un ad alta percentuale proteica, dieta di ridurre-caloria. Metabolismo. 2008 aprile; 57(4): 458-64.

51. Chen K, Li F, Li J, et al. induzione di resistenza di leptina con interazione diretta di proteina C-reattiva con la leptina. Nat Med. 2006 aprile; 12(4): 425-32.

52. Jeanrenaud B. Hyperinsulinemia nelle sindromi di obesità: le sue conseguenze metaboliche ed eziologia possibile. Metabolismo. 1978 dicembre; 27 (12 supplementi 2): 1881-92.

53. Petersen KF, GI di Shulman. Eziologia di insulino-resistenza. Med di J. 2006 maggio; 119 (5 supplementi 1): S10-6.

54. Slabber m., Barnard HC, Kuyl JM, Dannhauser A, Schall R. Effects di una basso insulina risposta, di una dieta energia-limitata su perdita di peso e delle concentrazioni nell'insulina del plasma in femmine obese hyperinsulinemic. J Clin Nutr. 1994;60(1):48-53.

55. Kromhout D, Bloemberg B, Seidell JC, Nissinen A, l'attività fisica di Menotti A. e la fibra dietetica determinano i livelli del grasso corporeo della popolazione: lo studio di sette paesi. Int J ObeS Relat Metab Disord. 2001 marzo; 25(3): 301-6.

56. Salmeron J, Manson JE, Stampfer MJ, Colditz GA, Wing AL, WC di Willett. Fibra dietetica, carico glycemic e rischio di diabete mellito non insulino-dipendente in donne. JAMA. 12 febbraio 1997; 277(6): 472-7.

57. Salmeron J, Ascherio A, Rimm eb, et al. fibra dietetica, carico glycemic e rischio di NIDDM in uomini. Cura del diabete. 1997 aprile; 20(4): 545-50.

58. Sierra m., Garcia JJ, Fernández N, Diez MJ, Calle AP, Sahagún. Effetti della buccia e della gomma guar di ispaghula sulle concentrazioni postprandiali nell'insulina e nel glucosio negli individui sani. EUR J Clin Nutr. 2001 aprile; 55(4): 235-43.

59. Ou S, Kwok K, Li Y, studio in vitro di Fu L. sul ruolo possibile di fibra dietetica nell'abbassamento del glucosio postprandiale del siero. Alimento chim. di J Agric. 2001 febbraio; 49(2): 1026-9.

60. WC di Liu S, di Willett, Manson JE, et al. relazione fra i cambiamenti nelle assunzioni di fibra e prodotti e cambiamenti dietetici del grano nel peso e nello sviluppo di obesità fra le donne di mezza età. J Clin Nutr. 2003 novembre; 78(5): 920-7.

61. Breum L, Rasmussen MH, Hilsted J, Fernstrom JD. Le concentrazioni ed i rapporti nel triptofano del plasma di ventiquattro ore sono sotto il normale negli oggetti obesi e non sono normalizzati tramite perdita di peso sostanziale. J Clin Nutr. 2003 maggio; 77(5): 1112-8.

62. Heraief E, Burckhardt P, Wurtman JJ, Wurtman RJ. L'amministrazione del triptofano può migliorare la perdita di peso da alcuni pazienti moderatamente obesi su una dieta veloce modificata proteina-con parsimonia (PSMF). Cibo Disord di Int J. 1985; 4(3):281-92.

63. CE di Tsai, Boyko EJ, Leonetti DL, Fujimoto WY. Basso livello del testosterone del siero come preannunciatore di grasso viscerale aumentato in uomini Giapponese-americani. Int J Obes Relat Metab Disord. 2000 aprile; 24(4): 485-91.

64. Marin P, Krotkiewski m., trattamento di Bjorntorp P. Androgen degli uomini di mezza età e obesi: effetti su metabolismo, sul muscolo e sui tessuti adiposi. Med di EUR J. 1992 ottobre; 1(6): 329-36.

65. Marin P, Oden B, Bjorntorp P. Assimilation e mobilizzazione dei trigliceridi in tessuto adiposo addominale e femorale sottocutaneo in vivo in uomini: effetti degli androgeni. J Clin Endocrinol Metab. 1995 gennaio; 80(1): 239-43.

66. JUNIOR di Lee, Hanley J, Hopkins V. Che cosa il vostro dottore May Not Tell voi circa Premenopause: Equilibri i vostri ormoni e la vostra vita da trenta a cinquanta. New York, NY: Warner Books; 1999.

67. Pedersen O, Richelsen B, Bak J, et al. caratterizzazione dell'insulino-resistenza di utilizzazione del glucosio nei adipocytes dai pazienti con iper- ed ipotiroidismo. Ghiandola endocrina di acta. 1998 ottobre; 119(2): 228-34.

68. Amburgo nanometro, McMackin CJ, Huang AL, et al. inattività fisica rapidamente induce l'insulino-resistenza e la disfunzione microvascolare in volontari sani. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2007 dicembre; 27(12): 2650-6.

69. Hawley JA, Lessard SJ. Da miglioramenti indotti da addestramento di esercizio nell'azione dell'insulina. Acta Physiol (Oxf). 2008 gennaio; 192(1): 127-35.

70. Kr di Solomon TP, di Haus JM, di Kelly, et al. prova randomizzata sugli effetti interventi basso glycemic di dieta e di esercizio dei di 7 d su insulino-resistenza in esseri umani obesi più anziani. J Clin Nutr. 2009 novembre; 90(5): 1222-9.

71. Heller rf, Heller rf. Obesità di Hyperinsulinemic e dipendenza del carboidrato: l'anello mancante è il fattore di frequenza del carboidrato. Med Hypotheses. 1994 maggio; 42(5): 307-12.

72. Alemzadeh R, Langley G, Upchurch L, Smith P, Slonim EA. Effetto benefico di isoniazide in adulti hyperinsulinemic obesi. J Clin Endocrinol Metab. 1998 giugno; 83(6): 1911-5.

73. Effetti di Westerterp-Plantenga m., di Diepvens K, di Joosen, del Berube-genitore S, di Tremblay A. Metabolic delle spezie, tè e caffeina. Physiol Behav. 30 agosto 2006; 89(1): 85-91.

74. Gastaldelli A, Toschi E, Pettiti m., et al. effetto del hyperinsulinemia fisiologico su gluconeogenesi negli oggetti nondiabetic e nel tipo - 2 pazienti diabetici. Diabete. 2001 agosto; 50(8): 1807-12.

75. Basu R, Chandramouli V, Dicke B, il landò B, Rizza R. l'Obesity ed il diabete di tipo 2 alterano dalla la soppressione indotta da insulina di glicogenolisi come pure della gluconeogenesi. Diabete. 2005 luglio; 54(7): 1942-8.

76. Furukawa Y. Enhancement dadi secrezione dell'insulina e dalla dadi modifica indotte da glucosio del metabolismo del glucosio da biotina. Il Giappone Rinsho. 1999 ottobre; 57(10): 2261-9.

77. Spiegel K, Knutson K, Leproult R, Tasali E, perdita di sonno di Van Cauter E.: un fattore di rischio novello per insulino-resistenza e diabete di tipo 2. J Appl Physiol. 2005 novembre; 99(5): 2008-19.

78. Donga E, Van Dijk m., Van Dijk JG, et al. Una singola notte della privazione parziale di sonno induce l'insulino-resistenza nelle vie metaboliche multiple negli individui sani. J Clin Endocrinol Metab. 2010 giugno; 95(6): 2963-8.

79. Wolden-Hanson T, Dott di Mitton, McCants RL, et al. amministrazione quotidiana della melatonina ai ratti maschii di mezza età sopprime il peso corporeo, l'adiposità intra-addominale e l'indipendente di leptina del plasma e dell'insulina dall'ingestione di cibo e dal grasso dal corpo intero. Endocrinologia. 2000 febbraio; 141(2): 487-97.

80. Steckler TL, Herkimer C, Dumesic DA, programmazione di Padmanabhan V. Developmental: l'obesità in eccesso amplifica gli effetti dell'eccesso prenatale del testosterone su periodicità riproduttiva--implicazione per la sindrome policistica dell'ovaia. Endocrinologia. 2009 marzo; 150(3): 1456-65.

81. Carmina E, Bucchieri S, Esposito A, et al. quantità e distribuzione grasse addominali di donne con la sindrome policistica dell'ovaia e le dimensioni della sua relazione ad insulino-resistenza. J Clin Endocrinol Metab. 2007 luglio; 92(7): 2500-5.

82. CD di Christakou, Diamanti-Kandarakis E. Role dell'eccesso dell'androgeno sulle aberrazioni metaboliche e sul rischio cardiovascolare in donne con la sindrome policistica dell'ovaia. La salute delle donne (Lond Inghilterra). 2008 novembre; 4(6): 583-94.

83. Purnell JQ, Se di Kahn, Samuels MH, Brandon D, Loriaux DL, Brunzell JD. Tassi di produzione migliorati del cortisolo, cortisolo libero e componente di espressione 11beta-HSD-1 con grasso viscerale e insulino-resistenza in uomini: effetto di perdita di peso. J Physiol Endocrinol Metab. 2009 febbraio; 296(2): E351-7.

84. Mattsson C, Olsson T. Estrogens ed ormoni glucocorticoidi nel metabolismo del tessuto adiposo. Curr Med Chem. 2007 14(27):2918-24.

85. Malone m., Alger-Mayer SA, Anderson DA. Il farmaco connesso con obesità può influenzare il risultato in un programma della gestione del peso. Ann Pharmacother. 2005 luglio-agosto; 39 (7-8): 1204-8.

86. Verrotti A, La Torre R, da insulino-resistenza di Trotta D, di Mohn A, di Chiarelli F. e da obesità indotti da valproato in bambini. Ricerca di Horm. 2009;71(3):125-31.

87. Gaysina D, Hotopf m., Richards m., Colman I, Kuh D, Hardy R. Symptoms della depressione e dell'ansia e cambiamento nell'indice di massa corporea da adolescenza all'età adulta: risultati da un gruppo britannico di nascita. Med di Psychol. 18 marzo 2010: 1-10.

88. Malone m., Alger-Mayer SA, Anderson DA. Il programma di sfida di stile di vita: un approccio pluridisciplinare alla gestione del peso. Ann Pharmacother. 2005 dicembre; 39(12): 2015-20.

89. Nagpal J, Pande JN, Bhartia A. Una prova alla cieca, prova randomizzata e controllata con placebo dell'effetto a breve termine del completamento di vitamina D3 sulla sensibilità dell'insulina in apparentemente sano, di mezza età, centralmente uomini obesi. Med di Diabet. 2009 gennaio; 26(1): 19-27.

90. von Hurst PR, Stonehouse W, il completamento di vitamina D di Coad J. riduce l'insulino-resistenza in donne asiatiche del sud che vivono in Nuova Zelanda che sono insulina resistente e vitamina D carente - una prova randomizzata e controllata con placebo. Br J Nutr. 2010 febbraio; 103(4): 549-55.

91. Pinelli NR, LA di Jaber, MB di Brown, Herman WH. Vitamina D e insulino-resistenza idrossilato del siero 25, sindrome metabolica e intolleranza al glucosio fra gli Americani arabi. Cura del diabete. 2010 giugno; 33(6): 1373-5.

92. Gugliucci A, Kotani K, Taing J, et al. intervento a breve termine di dieta ipocalorica riduce i prodotti finiti di glycation avanzati siero nel sovrappeso sano o in adulti obesi. Ann Nutr Metab. 2009;54(3):197-201.

93. LT di Braun. Gestione del trigliceride e del colesterolo: “se prendo il mio farmaco, posso mangiare che cosa voglio?„. J Cardiovasc Nurs. 2010 maggio-giugno; 25(3): 241-6.

94. Tugrul S, Kutlu T, Pekin O, Baglam E, Kiyak H, O. Clinical orale, ghiandola endocrina ed effetti metabolici di acarbose, un inibitore dell'alfa-glucosidasi, nel sovrappeso e nei pazienti del nonoverweight con la sindrome ovarica policistica. Fertil Steril. 2008 ottobre; 90(4): 1144-8.

95. Oyama T, Saiki A, Endoh K, et al. effetto di acarbose, un inibitore dell'alfa-glucosidasi, sui livelli della massa della lipoproteina lipasi del siero e sullo spessore comune di intima-media dell'arteria carotica in mellito del diabete di tipo 2 trattato dalla sulfonilurea. J Atheroscler Thromb. 2008 giugno; 15(3): 154-9.

96. Disponibile a: http://online.wsj.com/public/resources/documents/obesitymay2010.pdf. 4 giugno 2010 raggiunto.

97. Disponibile a: http://www.cdc.gov/diabetes/statistics/prev/national/figpersons.htm. 20 luglio 2010 raggiunto.

98. Disponibile a: http://content.healthaffairs.org/cgi/content/short/hlthaff.28.5.w822. 20 luglio 2010 raggiunto.