Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista ottobre 2010
Rapporti

Assorbimento del blocco delle calorie grasse sicuro


Da Julius Goepp, MD

Vitamina K

Vitamina K

La vitamina K in primo luogo è stata scoperta per il suo ruolo nel sistema di coagulazione del sangue. Le carenze evidenti in vitamina K producono i disordini pericolosi dell'emorragia. Più recentemente abbiamo imparato che vitamina K (come la D ed E) ha una miriade di altre funzioni critiche che sono meno ovvie ma niente di meno pericoloso. La vitamina K è un fattore cruciale per gli enzimi che modificano le proteine strutturali importanti in tutto il corpo.51,52 che rende la vitamina K essenziale per le funzioni oltre alla coagulazione del sangue, quali lo sviluppo dell'osso, la segnalazione cellulare ed il controllo della crescita, compreso i cancri.52,53 ma grandi segmenti della popolazione adulta già non convinca la vitamina K adeguata per sostenere quei processi critici.Ulteriore svuotamento 53,54 della vitamina K da orlistat, quindi, vi mette in pericolo delle funzioni K-dipendenti della vitamina essenziale perdente.10

Di più grande preoccupazione è che la carenza in K della vitamina (o svuotamento) è associata sia con la calcificazione del vaso sanguigno che con osteoporosi.55 che è perché vitamine D e K interattivi in un balletto delicato per determinare dove il calcio finisce nel vostro corpo.56 ai giusti livelli, entra in osso, impedente l'osteoporosi. Ma con la carenza della vitamina K, l'opposto accade. Il calcio lascia l'osso, invece essendo depositato in pareti arteriose.56 effettivamente, le cellule normali nella parete della nave trasformano nelle cellule-essenziale diformazione che trasformano le vostre arterie nell'osso!57,58 nel frattempo, nel tessuto dell'osso gli effetti di svuotamento di vitamina K sono i livelli opposto-bassi di K sono associati con perdita del calcio, la massa più bassa dell'osso ed il rischio aumentato di frattura.59

 La gente con i livelli elevati del plasma della vitamina E è stata trovata nel 2010 per avere incidenza del morbo di Alzheimer riduttrice.

Fortunatamente, il completamento con la forma adeguata di vitamina K può contribuire ad impedire le conseguenze di svuotamento di vitamina K. Un supplemento che contiene sia le vitamine D che K ha avuto un effetto benefico sull'elasticità delle pareti arteriose.60 e nella gente che già ha calcificazione arteriosa coronaria, il completamento di vitamina K può impedire la progressione della malattia.61 effettivamente, l'alta assunzione della vitamina K2 (menaquinone) è associata con il rischio globale più basso di morte dalla coronaropatia.62

Il completamento della vitamina con il menaquinone (K2) è inoltre protettivo contro osteoporosi e le fratture.62,63 che contribuisce a ridurre i livelli ematici di indicatori di osso-riassorbimento e che aumenta gli indicatori di formazione dell'osso.Il completamento di vitamina K 64 inoltre migliora il metabolismo globale dell'osso in donne attive65 e migliora la geometria e la forza dell'osso in donne postmenopausali.66

Riassunto

acidi grassi omega-3

Uno studio approfondito ha dimostrato conclusivamente che essere a dieta è non solo inefficace; può anche essere pericoloso. Essere a dieta ripetuto è un fattore di rischio per la malattia cardiovascolare, il colpo, il diabete e la funzione immune alterata.

Il prolungamento della vita raccomanda quello invece dell'essere a dieta, uno sforzo dovrebbe essere fatto per regolare la sua ingestione di cibo per ridurre gradualmente il numero delle calorie ingerito ogni giorno.

Il orlistat dell'inibitore della lipasi e la fibra speciale propolmannan possono contribuire a facilitare gli effetti di una dieta grassa modestamente riduttrice di caloria contribuendo ad impedire l'assorbimento di alcune calorie grasse.

Dall'impedimento i grassi dietetici possono anche ridurre l'assorbimento delle sostanze nutrienti solubili nel grasso (acidi grassi vitali compresi omega-3), voi dovrebbero regolare il vostro reggimento di supplemento per assicurarsevi per prendere queste sostanze nutrienti per volta del giorno il più ancora rimosso dalla vostra ultima dose di orlistat e/o propolmannan.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a
1-866-864-3027.

Riferimenti

1. MANN T, Tomiyama AJ, Westling E, Lew, Samuels B, ricerca di Chatman J. Medicare di efficaci trattamenti di obesità: le diete non sono la risposta. Psychol. 2007 aprile; 62(3): 220-33.

2. Disponibile a: http://www.physorg.com/news94906931.html. 21 giugno 2010 raggiunto.

3. de Castro JJ, Dias T, Chambel P, et al. Uno studio di prova alla cieca randomizzato che paragona l'efficacia e la sicurezza di orlistat contro placebo in pazienti obesi a delicato per moderare ipercolesterolemia. Rev Port Cardiol. 2009 dicembre; 28(12): 1361-74.

4. McClendon KS, Riche dm, GI di Uwaifo. Orlistat: stato attuale in terapeutica clinica. FAS della droga di Opin dell'esperto. 2009 novembre; 8(6): 727-44.

5. Arpa JB. Orlistat per il trattamento a lungo termine di obesità. Droghe oggi (Barc). 1999 febbraio; 35(2): 139-45.

6. Disponibile a: http://www.myalli.com/About_alli/alli_in_the_body.aspx. 16 giugno 2010 raggiunto.

7. La N più fine, James il WP, PAGINA di Kopelman, mi pende, il trattamento di Williams G. One-year dell'obesità: un randomizzato, prova alla cieca, studio controllato con placebo e multicentrato su orlistat, un inibitore gastrointestinale della lipasi. Int J Obes Relat Metab Disord. 2000 marzo; 24(3): 306-13.

8. Gotfredsen A, Westergren Hendel H, Andersen T. Influence di orlistat sul volume d'affari e sulla composizione corporea dell'osso. Int J Obes Relat Metab Disord. 2001 agosto; 25(8): 1154-60.

9. O'Meara S, Riemsma R, Shirran L, Mather L, ter Riet G. Una rassegna rapida e sistematica dell'efficacia e della redditività cliniche di orlistat in gestione di obesità. La salute Technol valuta. 2001;5(18):1-81.

10. MacWalter RS, Fraser HW, Armstrong chilometro. Orlistat migliora l'effetto del warfarin. Ann Pharmacother. 2003 aprile; 37(4): 510-2.

11. Ozcelik O, Ozkan Y, Karatas F, addestramento di Kelestimur H. Exercise come aggiunta alla terapia del orlistat riduce lo sforzo ossidativo negli oggetti obesi. Med di Tohoku J Exp. 2005 agosto; 206(4): 313-8.

12. JUNIOR di McDuffie, KA di Calis, cabina SL, GI di Uwaifo, Yanovski JA. Effetti di orlistat sulle vitamine liposolubili in adolescenti obesi. Farmacoterapia. 2002 luglio; 22(7): 814-22.

13. Il JUNIOR di McDuffie, il KA di Calis, GI di Uwaifo, et al. la tollerabilità di tre mesi di orlistat in adolescenti con comorbid in relazione con l'obesità condiziona. Ricerca di Obes. 2002 luglio; 10(7): 642-50.

14. Stechschulte SA, Kirsner RS, DG di Federman. Vitamina D: osso e di là, spiegazione razionale e raccomandazioni per il completamento. Med di J. 2009 settembre; 122(9): 793-802.

15. Barnard K, effetti di C. Extraskeletal dei due punti-Emeric della vitamina D in adulti più anziani: malattia cardiovascolare, mortalità, umore e cognizione. J Geriatr Pharmacother. 2010 febbraio; 8(1): 4-33.

16. Verstuyf A, Carmeliet G, brodo R, Mathieu C. Vitamin D: un ormone pleiotropico. Rene Int. 24 febbraio 2010.

17. Wilkins CH, Sheline YI, uova cm, Birge SJ, Morris JC. La carenza di vitamina D è associata con l'umore basso e la prestazione conoscitiva peggiore in adulti più anziani. Psichiatria di J Geriatr. 2006 dicembre; 14(12): 1032-40.

18. Buell JS, Dawson-Hughes B, Scott TM, et al. 25-Hydroxyvitamin D, demenza e patologia cerebrovascolare in anziani che ricevono i servizi domestici. Neurologia. 5 gennaio 2010; 74(1): 18-26.

19. Annweiler C, Schott, Allali G, et al. associazione della carenza di vitamina D con danno conoscitivo in donne più anziane: studio rappresentativo. Neurologia. 5 gennaio 2010; 74(1): 27-32.

20. Wilhelm-Leen ER, Corridoio YN, Deboer IH, GM di Chertow. Carenza e debolezza di vitamina D in Americani più anziani. Med dell'interno di J. 28 aprile 2010.

21. Evatt ml, SIG. di Delong, Khazai N, Rosen A, Triche S, Tangpricha V. Prevalence di insufficienza di vitamina D in pazienti con il morbo di parkinson ed il morbo di Aalzheimer. Arco Neurol. 2008 ottobre; 65(10): 1348-52.

22. DD di Bikle. Vitamina D ed il sistema immunitario: ruolo nella protezione contro l'infezione batterica. Curr Opin Nephrol Hypertens. 2008 luglio; 17(4): 348-52.

23. Faumuina R, Bilbao J, CB di Aspy, muffa JW. La carenza di vitamina D è associata con una maggior probabilità di contrarre l'influenza? Stato Med Assoc di J Okla. 2010 aprile-maggio; 103 (4-5): 118-9.

24. Cannell JJ, Zasloff m., CF della ghirlanda, Scragg R, Giovannucci E. Sull'epidemiologia di influenza. Virol J. 2008; 5:29.

25. Edlich rf, muratore ss, Dahlstrom JJ, Swainston E, WB lungo, terzo, preparazione di Gubler K. Pandemic per influenza di influenza di maiali negli Stati Uniti. J circonda Pathol Toxicol Oncol. 2009;28(4):261-4.

26. Herranz Antolin S, MD di Garcia Martinez, carenza di vitamina D di Alvarez De Frutos V. in pazienti morboso obesi. Uno studio di caso-control. Endocrinol Nutr. 20 maggio 2010.

27. Cannell JJ, Hollis BW. Uso della vitamina D nella pratica clinica. Altern Med Rev. 2008 marzo; 13(1): 6-20.

28. Schneider C. Chemistry e biologia della vitamina E. Mol Nutr Food Res. 2005 gennaio; 49(1): 7-30.

29. Blum S, Vardi m., Brown JB, et al. vitamina E riduce la malattia cardiovascolare in individui con i diabeti melliti ed il genotipo dell'optpglobina 2-2. Pharmacogenomics. 2010 maggio; 11(5): 675-84.

30. Scià FD, Patel JB, SN di Shukla, scià PM, Patel PS. Valutazione degli antiossidanti non enzimatici del plasma in eziologia del cancro al seno. Cancro asiatico Prev del Pac J. 2009 gennaio-marzo; 10(1): 91-6.

31. Zingg JM. Vitamina E: una panoramica delle direzioni importanti di ricerca. Mol Aspects Med. 2007 ottobre-dicembre; 28 (5-6): 400-22.

32. Tolle A, Schlame m., Charlier N, Guthmann F, Rustow B. Vitamin E differenziale regola l'espressione di peroxiredoxin-1 e di -6 nel tipo alveolare cellule di II. Med libero di biol di Radic. 15 maggio 2005; 38(10): 1401-8.

33. Johnson A, proprietà terriera D. La firma trascrizionale della vitamina E. Ann N Y Acad Sci. 2004 dicembre; 1031:337-8.

34. Traber MG, Frei B, Beckman JS. Vitamina E rivisitata: i nuovi dati convalidano i benefici per la prevenzione della malattia cronica? Curr Opin Lipidol. 2008 febbraio; 19(1): 30-8.

35. Scilla A, SG di Koss-Twardy, effetto di orlistat, un inibitore di Zhi J. The di assorbimento del grasso dietetico, sull'assorbimento delle vitamine A ed E in volontari sani. J Clin Pharmacol. 1996 luglio; 36(7): 647-53.

36. Sabat R, Guthmann F, Rustow B. Formation delle specie reattive dell'ossigeno in cellule alveolari del polmone: effetto della carenza della vitamina E. Polmone. 2008 marzo-aprile; 186(2): 115-22.

37. Huang HS, mA MC, dieta della Basso vitamina E di Chen J. esacerba la formazione di cristallo dell'ossalato del calcio via lo sforzo ossidativo migliorato in rene hyperoxaluric del ratto. J Physiol Physiol renale. 2009 gennaio; 296(1): F34-45.

38. Shimizu MH, Araujo m., Borges MP, EM del de Tolosa, CA di Seguro. Influenza dell'età e della vitamina E su insufficienza renale acuta post-ischemica. Exp Gerontol. 2004 maggio; 39(5): 825-30.

39. Ha disegnato JE, il Mercer dk, Mayer la C, et al. sforzo ossidativo nel tessuto dei due punti indotto da svuotamento della vitamina E. Transazione di biochimica Soc. 2004 dicembre; 32 (pinta 6): 979-81.

40. Jiang Q, battezza la S, Shigenaga Mk, BN di Ames. il gamma-tocoferolo, la forma principale di vitamina E nella dieta degli Stati Uniti, merita più attenzione. J Clin Nutr. 2001 dicembre; 74(6): 714-22.

41. Minamiyama Y, Takemura S, Hai S, Suehiro S, carenza di Okada S. Vitamin E accelera la tolleranza del nitrato via una diminuzione nell'espressione cardiaca P450 e nello sforzo ossidativo aumentato. Med libero di biol di Radic. 1° marzo 2006; 40(5): 808-16.

42. Jolitha ab, Subramanyam sistemi MV, Asha Devi S. Modification dalla vitamina E ed esercizio dello sforzo ossidativo nelle regioni di cervello del ratto di invecchiamento: studi su stato di ossidazione degli isoenzimi e della proteina del superossido dismutasi. Exp Gerontol. 2006 agosto; 41(8): 753-63.

43. Fukui K, Takatsu H, Shinkai T, Suzuki S, Abe K, Urano S. Appearance delle sostanze del tipo di beta dell'amiloide e degli apoptosi ritardare tipi nella regione dell'ippocampo CA1 del ratto con invecchiamento e lo sforzo ossidativo. J Alzheimers DIS. 2005 dicembre; 8(3): 299-309.

44. Mangialasche F, Kivipelto m., Mecocci P, et al. livelli elevati del plasma delle forme della vitamina E e rischio riduttore del morbo di Alzheimer nell'età avanzata. J Alzheimers DIS. 22 aprile 2010.

45. Yu W, parco SK, Jia L, et al. RRR-gamma-tocoferolo induce le cellule di cancro al seno umane per subire gli apoptosi tramite ricevitore 5 (DR5) - segnalazione apoptotica mediata di morte. Cancro Lett. 8 febbraio 2008; 259(2): 165-76.

46. Sc di Ju J, di Picinich, Yang Z, et al. attività Cancro-preventive dei tocoferoli e tocotrienoli. Carcinogenesi. 2010 aprile; 31(4): 533-42.

47. Sen CK, Khanna S, Roy S. Tocotrienols: Vitamina E oltre i tocoferoli. Vita Sci. 27 marzo 2006; 78(18): 2088-98.

48. Sen CK, Khanna S, pista di pattinaggio C, Roy S. Tocotrienols: il fronte emergente della vitamina naturale E. Vitam Horm. 2007;76:203-61.

49. Dietrich m., Traber MG, Jacques PF, gioco trasversale del gamma-tocoferolo di G. Does del CE, di Hu Y, del blocco un ruolo nella prevenzione primaria della malattia cardiaca e cancro? Una rassegna. J Coll Nutr. 2006 agosto; 25(4): 292-9.

50. Usoro OB', Mousa SA. Forme della vitamina E nel morbo di Alzheimer: una rassegna delle esperienze discutibili e cliniche. Rev Food Sci Nutr di Crit. 2010 maggio; 50(5): 414-9.

51. Wallin R, Wajih N, bosco verde e frondoso GT, CC equilibrata. Calcificazione arteriosa: una rassegna dei meccanismi, dei modelli animali e delle prospettive per la terapia. Med Res Rev. 2001 luglio; 21(4): 274-301.

52. Berkner chilolitro. La carbossilasi K-dipendente della vitamina. Annu Rev Nutr. 2005;25:127-49.

53. Kaneki m., Hosoi T, Ouchi Y, azioni di Orimo H. Pleiotropic della vitamina K: protettore di salute dell'osso e di là? Nutrizione. 2006 luglio-agosto; 22 (7-8): 845-52.

54. McCann JC, BN di Ames. Vitamina K, un esempio della teoria della valutazione: l'insufficienza del micronutriente è collegata alle malattie di invecchiamento? J Clin Nutr. 2009 ottobre; 90(4): 889-907.

55. Okura T, Kurata m., Enomoto D, et al. osteocalcin di Undercarboxylated è un biomarcatore della calcificazione carotica in pazienti con ipertensione essenziale. Ricerca della stampa del sangue del rene. 2010;33(1):66-71.

56. Schurgers LJ, CE di Cranenburg, Gla-proteina di Vermeer C. Matrix: l'inibitore di calcificazione necessitante la vitamina K. Thromb Haemost. 2008 ottobre; 100(4): 593-603.

57. Krueger T, Westenfeld R, Schurgers L, Brandeburgo V. Coagulation incontra la calcificazione: il sistema di vitamina K. Organi di Int J Artif. 2009 febbraio; 32(2): 67-74.

58. SG di Massry, Smogorzewski M. Management di calcificazione vascolare in pazienti affetti da insufficienza renale cronica. Semin Nephrol. 2006 gennaio; 26(1): 38-41.

59. Karitè Mk, cabina SL. Aggiornamento sul ruolo della vitamina K nella salute scheletrica. Rev. 2008 di Nutr ottobre; 66(10): 549-57.

60. LA di Braam, effetti di Hoeks AP, di Brouns F, di Hamulyak K, di Gerichhausen MJ, di Vermeer C. Beneficial delle vitamine D e K sulle proprietà elastiche della parete della nave in donne postmenopausali: uno studio di approfondimento. Thromb Haemost. 2004 febbraio; 91(2): 373-80.

61. Completamento del karitè Mk, di O'Donnell CJ, di Hoffmann U, et al. di vitamina K e progressione del calcio dell'arteria coronaria in uomini più anziani ed in donne. J Clin Nutr. 2009 giugno; 89(6): 1799-807.

62. Erkkila A, cabina SL. Assunzione ed aterosclerosi di vitamina K. Curr Opin Lipidol. 2008 febbraio; 19(1): 39-42.

63. Iwamoto J, Matsumoto H, Takeda T. Efficacy del menatetrenone (vitamina K2) contro le fratture dell'anca e non vertebrali in pazienti con le malattie neurologiche: una meta-analisi di tre randomizzati, prove controllate. Droga Investig di Clin. 2009;29(7):471-9.

64. Vermeer C, Gijsbers BL, Craciun, Groenen-furgone Dooren millimetro, Knapen MH. Effetti della vitamina K sulla massa dell'osso e sul metabolismo dell'osso. J Nutr. 1996 aprile; 126 (4 supplementi): 1187S-91S.

65. Craciun, lupo J, Knapen MH, Brouns F, metabolismo dell'osso di Vermeer C. Improved negli atleti di elite femminili dopo il completamento di vitamina K. Med di sport di Int J. 1998 ottobre; 19(7): 479-84.

66. Knapen MH, Schurgers LJ, il completamento di Vermeer C. Vitamin K2 migliora gli indici di forza della geometria e dell'osso dell'osso iliaco in donne postmenopausali. Osteoporos Int. 2007 luglio; 18(7): 963-72.