Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Rivista Septemer 2010 del prolungamento della vita
Rapporti

Che cosa realmente state rendendogli malato?
La nuova analisi del sangue può scoprire la causa reale dei vostri sintomi

Da Lauren Russel, da ND e da Jonathan V. Wright, MD
Metodi di prova inopportuni e costosi

Metodi di prova inopportuni e costosi

La diagnosi di una sensibilità dell'alimento dipende da molte cose, compreso la vostri anamnesi precedente, esame fisico completo, sfide orali dell'alimento e risultati di prova di laboratorio.7,29,30 ci sono parecchi tipi di prove di laboratorio destinate per individuare le allergie alimentari e le sensibilità. Una delle misure delle prove di allergia più note per gli anticorpi alimento-specifici di IgE facendo uso di una prova della puntura della pelle, in cui il paziente è esposto a vari alimenti graffiati nella pelle ed osservati per una reazione allergica locale. Sebbene ragionevolmente accurato per le allergie inhalant, l'accuratezza premonitrice positiva della puntura della pelle provi ad allergeni dell'alimento è meno di 50% confrontato alla prova alla cieca, sfide controllate con placebo dell'alimento.31

Ci sono due tipi di prove di pelle che possono essere molto più accurati, ma richiedono considerevolmente più tempo. Eseguito quasi esclusivamente dai medico-membri dell'accademia americana di medicina ambientale (www.aaem.com), sono definiti “provocazione-neutralizzazione„ e “la titolazione di serie di diluizione.„ Oltre a prova accurata, queste tecniche possono aiutarvi ad identificare e risolvere i vostri problema della sensibilità dell'alimento.

La prova “radioallergosorbent„ (RAST) ed il suo successore, “il dosagggio immunologico enzima-collegato„ (ELISA) sono sia analisi del sangue usate per individuare le risposte alimento-specifiche di IgG e/o di IgE. Il più comunemente, le sensibilità dell'alimento sono valutate facendo uso del test ELISA per individuare IgG4 gli anticorpi agli antigeni dell'alimento, una sottoclasse degli anticorpi di IgG. Fra 45 e 95 alimenti separati sono misurati. La prova accurata richiede al paziente di mangiare una vasta gamma di alimenti in 3 settimane della valutazione affinchè l'esposizione IgG4 sia presente.

Un metodo di rilevazione di avanguardia

Fortunatamente, un avanzamento nella tecnologia diagnostica ora è disponibile che usa molto una piccola quantità di vostro sangue per valutare la vostra sensibilità a 45 degli antigeni dell'alimento più comuni. Invece di richiesta del sangue essere cavatoe da una vena, una piccola lancetta è utilizzata per pungere il dito in moda da potere disporre alcune gocce di sangue su una carta della raccolta del punto di sangue. Dopo che la carta è permessa asciugar all'ariasi, è restituita al laboratorio per la valutazione degli anticorpi IgG4 ad alimento.

Conosciuto come la provadel ™ di FoodSafe, questo è un semplice e modo efficace affinchè voi ed il vostro medico individuino gli alimenti che il vostro corpo non può trattare. Ogni relazione sull'esperimento viene con una rappresentazione personale di profilo come avete provato contro 45 alimenti il più comunemente collegati con le sensibilità dell'alimento. Il rapporto indica se i livelli di anticorpi ai vari alimenti suggeriscono che siano “cassaforte„ da mangiare, da mangiare il più bene in moderazione, o alimenti dovreste evitare interamente. I risultati sono allineati e riferiti voi ed al vostro medico come o cassaforte o non sicuro.

Dopo l'esame dei vostri risultati dei test, potete domandarti ciò che resta affinchè mangiate, poiché non è raro per molti degli alimenti vi che inducono la maggior parte della difficoltà ad essere i vostri alimenti favoriti. Sebbene il piano di ogni persona possa variare, più probabilmente il vostro medico gli chiederà di evitare gli alimenti che sono considerati “pericolosi„ sui vostri risultati dei test. Generalmente, questo significa andare su una dieta di eliminazione per i fino a 30 giorni, e nel frattempo evitate gli alimenti che siete il più reattivo nel vostro profilo. È una buona idea anche evitare gli alimenti che provengono dalla stessa “famiglia„ a cui quegli alimenti voi sono reattivi. Per esempio, la sensibilità ad un genere di crostacei può significare che dovreste evitare altri tipi di crostacei per una determinata durata. Per questo motivo, il vostro medico può prescrivere una dieta che contiene gli alimenti meno probabilmente per avviare le reazioni e concede il vostro tempo del tratto gastrointestinale e del corpo di recuperare dall'assalto che continuo ha sperimentato unknowingly.

Un metodo di rilevazione di avanguardia

Questo vi significa mai non potrà mangiare ancora questi alimenti? La risposta dipende dai vostri alimenti di problema e dai vostri sintomi. Ovviamente, se la vostra reazione allergica è pericolosa, vi consiglierete permanentemente di evitare quell'alimento. Ci sono altre ragioni per tutta la vita l'evitare, anche, quale intolleranza del glutine, che rende l'assorbimento di molte sostanze nutrienti difficile e di buona salute impossibili.

In altri casi, potete potere aggiungere un alimento nuovamente dentro la vostra dieta dopo un periodo di evitare, finchè la mangiate frequentemente di meno. Un approccio è di evitare gli alimenti “reattivi„ per un periodo specificato dal vostro medico, in genere 2 - 4 settimane e poi rintroduce questi alimenti nuovamente dentro la vostra dieta per vedere se rispondete a loro.32

Nell'evitare gli alimenti durante i periodi di prova, elimini anche molto le piccole quantità! Le etichette e la comprensione dell'alimento della lettura i molti alimenti di modi sono elencate poichè gli ingredienti è importanti. Evitando gli alimenti per questa durata, il vostri corpo e sistema immunitario hanno tempo di recuperare ed avrete un'idea più accurata circa se l'alimento può essere rintrodotto o non ed in caso affermativo, ogni quanto tempo.

Durante la fase “di sfida„ (rintroduzione) della prova di dieta di eliminazione, il vostro medico può chiedergli di rintrodurre un alimento che siate stato una volta reattivo ad ogni 4 giorni vedere se i sintomi ricorrono. Se non sviluppate i sintomi, quindi può essere possibile includere frequentemente l'alimento nella vostra dieta, ma di meno. Se i sintomi ricorrono, quindi potete dovere evitare l'alimento per 6 mesi o più lungamente.

Le diete di rotazione sono state indicate per essere molto efficaci per il trattamento delle sensibilità dell'alimento qualche gente.33 sulla dieta di rotazione, un alimento è mangiato soltanto una volta che ogni 4 giorni, permettendo che il corpo lo rimuova fra le esposizioni. Gli aiuti di dieta di rotazione evitate troppa esposizione a tutti gli un'alimento e elasticità voi una migliore idea che alimenti stanno contribuendo ai vostri sintomi, nel caso ricorrano. Se siete più lentamente più sensibile ai determinati alimenti o radura loro dal corpo, potete avere bisogno di di mangiarli più frequentemente di una volta ogni 7-10 giorni.

Il vostro piano può anche comprendere la presa a omega-3 degli acidi grassi per diminuire l'infiammazione, i probiotici per riempire la flora gastrointestinale ed altri prodotti come glutamina che promuovono la guarigione intestinale.9,34-36 uno dei benefici primari di prova di sensibilità dell'alimento è che il vostro medico può personalizzare facilmente il vostro approccio basato sopra la vostri storia e risultati dei test.

Riassunto

Un 45-60% stimato della popolazione in genere soffre dai sintomi e dagli stati di salute seri di cui le cause non possono essere identificate. Molti di loro non hanno idea che le varie forme di sensibilità dell'alimento possono essere di incolpare di. Le reazioni ad alimento sono la causa nascosta dietro una matrice straordinaria dei problemi sanitari, compresi le emicranie ed emicranie, insonnia e disturbi digestivi. Una tecnologia diagnostica avanzata e conveniente dell'analisi del sangue chiamata la prova di FoodSafe™ ora permette voi ed al vostro medico di azzerare dentro sugli alimenti potenziali dietro i vostri problemi sanitari e di eliminare metodicamente loro-per sollievo per tutta la vita e salute ottimale.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a 1-866-864-3027.

Riferimenti

1. Shamberger R. Types di prova di allergia alimentare. Townsend Letter. 2008 gennaio; 294:71-2.

2. Breneman JC. Basi dell'allergia alimentare. Springfield, Illinois: Charles C. Thomas, editori, srl; 1978: 8.

3. Gaby AR. Il ruolo dell'allergia alimentare/dell'intolleranza nascoste nella malattia cronica. Altern Med Rev. 1998 aprile; 3(2): 90-100.

4. Sicherer SH. Manifestazioni dell'allergia alimentare: valutazione e gestione. Medico di Fam. 15 gennaio 1999; 59(2): 415-24, 429-30.

5. Volpi N, risposte di Maccari F. Serum IgG agli antigeni dell'alimento nella popolazione italiana valutate dal test ELISA altamente sensibile e specifico. Dosagggio immunologico Immunochem di J. 2009;30(1):51-69.

6. Parker SL, Sussman GL, aspetti di Krondl M. Dietary delle reazioni avverse agli alimenti in adulti. CMAJ. 15 ottobre 1988; 139(8): 711-8.

7. Sicherer SH. Aspetti clinici dell'allergia alimentare gastrointestinale nell'infanzia. Pediatria. 2003 giugno; 111 (6 pinte 3): 1609-16.

8. Zeiger RS. Evitare dell'allergene dell'alimento nella prevenzione dell'allergia alimentare in infanti ed in bambini. Pediatria. 2003 giugno; 111 (6 pinte 3): 1662-71.

9. Drisko J, Bischoff B, Corridoio m., sindrome di intestino irritabile di McCallum R. Treating con una dieta di eliminazione dell'alimento ha seguito dalla sfida e dai probiotici dell'alimento. J Amer Coll Nutr. 15 dicembre 2006; (6): 514-22.

10. Baldassarre m., Laneve, Grosso R, malattia celiaca di Laforgia N.: patogenesi e strategie terapeutiche novelle. Obiettivi di Endo Metab Immune Disord Drug. 2008 settembre; 8(3): 152-8.

11. Hvatum m., Scott H, Brandtzaeg. Anticorpi della sottoclasse di IgG del siero a vari antigeni dell'alimento in pazienti con la celiachia. Intestino. 1992 maggio; 33(5): 632-8.

12. Diagnosi precoce fine del K. della sensibilità di glutine: Prima dei villi sono andati. La conferenza ha presentato al maggior gruppo di appoggio celiaco della materozza di Louisville. Giugno 2003.

13. Disponibile a: http://www.medscape.com/viewarticle/573934. 11 giugno 2010 raggiunto.

14. Lieberman S. Il collegamento del glutine. Come la sensibilità di glutine può sabotare la vostra salute--E che cosa potete fare ora per prendere il controllo. New York, NY: Libri di Rodale; 2006: 86-93.

15. ZAR S, Kumar D, Benson MJ. Ipersensibilità dell'alimento e sindrome di intestino irritabile. Alimento Pharmacol Ther. 2001 aprile; 15(4): 439-49.

16. Lo ZAR S, Mincher L, Benson MJ, Kumar D. che IgG4 Alimento-specifico anticorpo-ha guidato la dieta di esclusione migliora i sintomi e la conformità rettale nella sindrome di intestino irritabile. Scand J Gastroenterol. 2005 luglio; 40(7): 800-7.

17. Camilleri m., Choi MG. Recensione: Sindrome di intestino irritabile. Alimento Pharmacol Ther. 1997 febbraio; 11(1):3-15.

18. Horwitz BJ, Fisher RS. La sindrome di intestino irritabile. Med inglese di N J. 2001 giugno; 344(24): 1846-50.

19. ORA di Mertz. Sindrome di intestino irritabile. Med inglese di N J. 27 novembre 2003; 349(22): 2136-46.

20. Atkinson W, TUM di Sheldon, Shaath N, Whorwell PJ. Eliminazione dell'alimento basata sugli anticorpi di IgG nella sindrome di intestino irritabile: una prova controllata randomizzata. Intestino. 2004 ottobre; 53(10): 1459-64.

21. Whorwell P, trattamento di Lea R. Dietary della sindrome di intestino irritabile. Opzioni Gastroenterol dell'ossequio di Curr. 2004 agosto; 7(4): 307-16.

22. Whorwell PJ, Bentley kJ, Atkinon W, TUM di Sheldon. Anticorpi di IgG agli alimenti in IBS. Intestino. 2005 agosto; 54(8): 1204.

23. MacDermott RP. Il trattamento della sindrome di intestino irritabile in pazienti esterni con le malattie intestinali infiammatorie facendo uso di un'intolleranza della bevanda e dell'alimento, l'alimento e l'evitare della bevanda sono a dieta. Intestino Dis.2007 di Inflamm; 13(1): 91-6.

24. Yang CH, Li YQ. Gli effetti terapeutici di eliminazione degli alimenti allergici secondo gli anticorpi alimento-specifici di IgG nella sindrome di intestino irritabile. Zhonghua NEI KE Za Zhi. 2007 agosto; 46(8): 641-3.

25. Isolauri E, Rautava S, allergia alimentare di Kalliomaki M. nella sindrome di intestino irritabile: nuovi fatti e vecchi errori. Intestino. 2004 ottobre; 53(10):1391-3.

26. Wilson CW, Kirker JG, Warnes H, O'Malley M. Le caratteristiche cliniche dell'emicrania come manifestazione della malattia allergica. Med J. del 1980 di Postgrad settembre; 56(659): 617-21.

27. Mueller LL.Diagnosing e emicrania in carico. Osteologo Assoc di J. 2007 novembre; 107 (10 supplementi 6): ES10-16.

28. Egger J, Carter cm, Wilson J, Turner Mw, Soothill JF. È l'emicrania allergia alimentare? Una prova controllata della prova alla cieca di trattamento dietetico oligoantigenic. Lancetta. 15 ottobre 1983; 2(8355):865-9.

29. Mansueto P, Montalto G, Pacor ml, et al. allergia alimentare nelle malattie gastroenterologic: Rassegna di letteratura. Mondo J Gastroenterol. 28 dicembre 2006; 12(48):7744-52.

30. Gerez SE, Shek LP, Chng HH, Lee BW. Test diagnostici per l'allergia alimentare. Med J. 2010 di Singapore gennaio; 51(1): 4-9.

31. Sampson ha. Studio comparativo sugli estratti commerciali dell'antigene dell'alimento per la diagnosi di ipersensibilità dell'alimento. Allergia Clin Immunol di J. 1988 novembre; 82 (5 pinte 1): 718-26.

32. Truswell AS. Sensibilità dell'alimento. Med J (ricerca Ed del Br di Clin). 5 ottobre 1985; 291(6500): 951-5.

33. Rinkel H, Randolph T, allergia alimentare di Zeller M. Springfield, IL: Charles C. Thomas Publishers; 1951.

34. Drisko JA, Giles CK, Bischoff BJ. Probiotici nella manutenzione e nella prevenzione delle malattie di salute. Altern Med Rev. 2003 maggio; 8(2): 143-55.

35. Muri la R, Ross il RP, Fitzgerald GF, acidi di Stanton C. Fatty dal pesce: il potenziale antinfiammatorio degli acidi grassi a catena lunga omega-3. Rev. 2010 di Nutr maggio; 68(5): 280-9.

36. Miller AL. Considerazioni terapeutiche di L-glutamina: una rassegna della letteratura. Altern Med Rev. 1999 agosto; 4(4): 239-48.