Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista aprile 2011
Rapporto

Come l'insonnia cronica distrugge la salute della pelle

Da Robert Haas, ms
Come l'insonnia cronica distrugge la salute della pelle

La maggior parte di noi hanno testimoniato l'impatto cosmetico avverso sul fronte causato entro appena una notte della privazione di sonno.

Una persona può guardare una decade più vecchia in risposta ai cambiamenti indotti da stress in fazzoletti per il trucco che accompagnano spesso l'insonnia.

Poca gente è informata, tuttavia, che l'insonnia cronica infligge il danneggiamento significativo dei tessuti della pelle che variano da invecchiamento prematuro1,2 ai disordini come eczema, la psoriasi e la dermatite atopica.3-6

Poichè leggerete, ci sono approcci naturali che possono aiutarvi ad ottenere il sonno di una notte completa ed a godere della pelle rinfrescata e sano di aspetto.

Per mantenere la pelle sana e giovanile di aspetto, la maggior parte dei esperti vi raccomandano ottengono almeno 7 - 8 ore di sonno riposante ogni notte. In odierno mondo intenso e sottolineato, that��s difficili affinchè la maggior parte della gente facciano, con un tributo pesante preso su salute della pelle e su salute globale di conseguenza.

Gli studi recenti convalidano la capacità dei peptidi del latte di ristabilire i modelli di sonno più riposante mentre migliorano la prestazione e la cognizione di giorno.

I numerosi studi hanno stabilito che il debito indotto da stress di sonno (insonnia) potesse alterare drammaticamente la funzione e l'integrità della pelle.7-11 oltre ad indurre tali condizioni della pelle infiammatorie come l'eczema e la psoriasi, la privazione di sonno 3,6,12 può esacerbare sia la dermatite da contatto allergica che irritante.4,5

Purtroppo, molte vittime di questi stati di salute in relazione con il debito di sonno non intraprendono l'azione corretta per trattarle perché essi (ed i loro medici) non riconoscono la fonte reale di loro problema.

La qualità difficile di sonno accompagna spesso l'invecchiamento normale. Fortunatamente, gli scienziati hanno identificato alcuni dei meccanismi di fondo che interferiscono con i modelli di sonno sani come esseri umani maturi.

Per esempio, il sonno insufficiente o di cattiva qualità è stato associato con i Livelli elevati 13,14dell'sforzo-ormone(cortisolo) e la mortalità aumentata da tutti cause.15-18

Collegamento insidioso fra il debito di sonno e l'invecchiamento della pelle

Un declino nella produzione della melatonina del corpo è un fattore di fondo ben noto per i problemi di sonno in adulti più anziani. Ciò è accompagnata spesso da altri stati di salute.19

Collagene, una delle componenti primarie della pelle, giochi un ruolo chiave in sua struttura ed integrità-e elasticità sana ed aspetto giovanile. Il deficit di sonno può colpire il processo ottimale della formazione del collagene della pelle.

Una funzione cruciale della pelle è di mantenere una barriera che impedisce l'eccessiva perdita di acqua e blocca l'entrata delle sostanze straniere tossiche. La cascata degli eventi che si presenta nella fase di formazione del collagene dipende altamente da sincronizzazione immune che è iniziata durante le notti riposanti di sonno.11,20-22

Collegamento insidioso fra il debito di sonno e l'invecchiamento della pelle

I numerosi studi hanno stabilito che l'insonnia indotta da stress potesse alterare drammaticamente la funzione della pelle e precipitare i numerosi disordini della pelle.7-11 i ricercatori di sonno hanno trovato che gli animali sottoposti alla privazione prolungata di sonno sviluppano le lesioni ulcerose sulle loro gambe e soffrono il rischio aumentato di invasione batterica attraverso la pelle a causa di una ripartizione nell'integrità della membrana della pelle.23-27

In esseri umani, il debito e lo sforzo di sonno definitivo sono stati collegati per pelare i disordini-così molto in modo che un'intera sotto-specialità della dermatologia si fosse sviluppata durante le due decadi scorse chiamate psychodermatology. È emerso dopo che un'abbondanza di studi pubblicati ha rivelato che molte condizioni della pelle reagiscono bene agli antidepressivi ed ai farmaci ansiolitici, oltre agli interventi dermatologici tradizionali.28-30

Gli scienziati attribuiscono il collegamento fra insonnia e disordini cronici della pelle agli effetti immunomodulatori o d'alterazioni indotti dal rilascio dei glucocorticoidi in eccesso avviati dal debito e dallo sforzo di sonno. Mentre il nome suggerisce, questa classe di ormoni regola il metabolismo di glucosio. Ogni cellula nel corpo umano possiede i ricevitori per i glucocorticoidi. I glucocorticoidi inoltre sembrano svolgere un ruolo centrale nella funzione immune. (Cortisolo è il più importante dei glucocorticoidi.)

La produzione glucocorticoide in eccesso è stata indicata negativamente all'influenza quasi ogni tessuto nel corpo ed accelera il processo di invecchiamento.31

In termini di salute della pelle, la serie di eventi in questione nella formazione di collagene dipende altamente dai processi d'equilibratura iniziati durante le notti riposanti di sonno.7,20-22 come l'elemento strutturale principale della vostra pelle (e di altri tessuti corporei), il collagene protegge da danno UV e dall'infezione batterica, mantiene la vostra elasticità della pelle, guarnizioni in umidità e conserva il suo aspetto giovanile e sano.

Questo processo d'equilibratura di notte è interrotto in presenza dei glucocorticoidi in eccesso (cortisolo in particolare). L'insonnia infine ha un effetto cumulativo del immunosoppressore. Di importanza particolare per salute della pelle sono i livelli riduttori di interleukin-1 (IL-1) osservato nelle vittime di insonnia. Ai livelli sani, questa proteina avvia la produzione bianca aumentata del globulo in risposta agli invasori stranieri e svolge un ruolo centrale nella produzione di collagene.7 quando i livelli di IL-1 sono troppo bassi, la formazione del collagene si deteriora.

Ciò è come l'insonnia cronica può causare i disordini della pelle relativi a disfunzione immune. Oltre ad indurre tali condizioni della pelle infiammatorie come l'eczema e la psoriasi, la privazione di sonno 3,6,12 è stata indicata per esacerbare sia la dermatite da contatto allergica che irritante.4,5

Come voi ha imparato nell'articolo precedente, i peptidi bioactive del latte riducono significativamente le elevazioni indotte da stress in cortisolo e sono stati dimostrati negli studi clinici umani per promuovere i modelli di sonno continuo e riposante. Funzionano lungo le stesse vie neurologiche delle benzodiazepine senza gli effetti collaterali connessi con uso a lungo termine del benzodiazepene.

Che cosa dovete conoscere: Collegamento insidioso fra il debito di sonno e l'invecchiamento della pelle
  • Collegamento insidioso fra il debito di sonno e l'invecchiamento della pelle
    L'insonnia cronica può anche avere un impatto profondo negativo su salute della pelle.
  • Le conseguenze terribili di salute del debito di sonno variano da invecchiamento e da eczema prematuri alla psoriasi ed alla dermatite.
  • Un insieme privato dei peptidi latte-derivati bioactive utilizzati ampiamente in Europa è stato identificato che funziona lungo le stesse vie neurologiche delle benzodiazepine senza effetti collaterali.
  • Gli studi pubblicati mostrano che efficacemente combattono la risposta di sforzo, elevazioni smussate di cortisolo e sostanzialmente riducono i sintomi in relazione con lo sforzo attraverso i sistemi multipli del corpo, compreso la pelle.
  • Le proteine immuni specifiche di segnalazione colpite negativamente dal debito di sonno inoltre regolano la salute della pelle.
  • L'sonno-induzione e gli effetti ansiolitici dei peptidi bioactive del latte e di altre sostanze nutrienti possono proteggere dai vari disordini della pelle e conservare la vostra pelle giovanile, l'aspetto sano.

Sostanze nutrienti per migliorare salute della pelle mentre dormite

Gli studi hanno indicato che uva spina e ashwagandha indiani— le erbe medicinali usate per le migliaia di anni da Ayurvedic professionista-promuovono la funzione e l'aspetto sani della pelle.32-35

L'uva spina indiana è stata indicata per esercitare l'attività antiossidante dell'ampio spettro nella pelle e per proteggere la pelle dagli effetti offensivi dei radicali liberi.36 per queste ragioni, l'uva spina indiana è stata utilizzata variamente per la guarigione, la protezione arrotolatecutanee di carcinogenesi di 37 pelli,38,39 photoaging d'impedimento,40 e nei prodotti di cura di pelle per tutti gli usi.32

In uno studio, una combinazione privata che contiene gli estratti indiani di ashwagandha e dell'uva spina ha dimostrato un'inibizione di 54% di enzimi che suddividono il collagene e un'inibizione di quelli che ripartono l'acido ialuronico, l'idratante naturale di 86% della pelle.41 questa combinazione privata sono stati indicati per prevenire danni libero radicale to la pelle e per ringiovanire le cellule epiteliali aumentando la circolazione di ossigeno e delle sostanze nutrienti con una riduzione in ormoni di sforzo conosciuti per esercitare gli effetti distruttivi sulla pelle.

Collegamento insidioso fra il debito di sonno e l'invecchiamento della pelle
Uva spina

Ashwagandha inoltre è stato indicato per proteggere la pelle dagli effetti dello sforzo, particolarmente negli stati di salute in relazione con lo sforzo. In un randomizzato, la prova alla cieca, prova controllata con placebo, 98 adulti cronicamente sollecitati è stata assegnata per ricevere un estratto standardizzato brevettato di ashwagandha per i 60 giorni. I partecipanti di studio hanno ricevuto una volta o due volte al giorno qualsiasi 125 mg, 250 mg due volte al giorno, o un placebo.42

Tutti i gruppi che prendono il ashwagandha hanno visto le riduzioni significative del loro sforzo e livelli e pressione sanguigna di ansia. Il gruppo che riceve 125 mg una volta al giorno ha avuto un rapporto di riproduzione di 62% dell'ansia rispetto a quelle che prendono il placebo, ai punteggi di ansia che diminuiscono ancora ulteriore nel gruppo che prende due volte al giorno 250 mg. Il gruppo che riceve la dose quotidiana di 125 mg ha mostrato ai 14,5% la riduzione dei livelli del cortisolo e un aumento 13,2% in DHEA, con il gruppo che prende 250 mg che riferiscono due volte al giorno i benefici significativamente più notevoli.42

Tutto il trattamento raggruppa la presa del ashwagandha ha avvertito un declino nei livelli ematici di proteina C-reattiva (CRP), un indicatore di infiammazione nel corpo. Gli autori dello studio hanno concluso che “l'uso quotidiano del withania somnifera [ashwagandha] avvantaggierebbe la gente che soffre dagli effetti dello sforzo e dell'ansia senza alcuni effetti contrari.„42

L'ormone di sonno

La melatonina è l'ormone primario di sonno prodotto notturno dalla ghiandola pineale in un processo determinato “da un orologio biologico„ situato nel nucleo suprachiasmatic.La melatonina 43 promuove il sonno in esseri umani44,45 fungendo da regolatore endogeno del ciclo di sonno-risveglio.46,47

I propri livelli della melatonina del corpo diminuiscono con l'età, presumibilmente dovuto un declino nelle funzioni ritmiche circadiane o ad un declino graduale in funzione della ghiandola pineale.48-51 è ampiamente accettato che la melatonina internamente prodotta promuove il sonno e stabilizza il ciclo umano di sonno-risveglio. Quindi, un declino nei livelli della melatonina dovuto invecchiare può contribuire al reclamo comune di qualità difficile di sonno veduta negli anziani.52 questo suggeriscono la possibilità del miglioramento del sonno nella gente di invecchiamento che soffre dall'insonnia dal trattamento giustamente cronometrato con melatonina.

Ashwagandha
Ashwagandha

La melatonina a rilascio controllato, una formulazione che libera gradualmente la melatonina nel tratto gastrointestinale dopo la somministrazione orale, ha provato efficace per il trattamento a breve termine degli adulti di 55 anni e più vecchi chi soffrono da insonnia primaria.53-57 è considerato abbastanza efficace che la melatonina a rilascio controllato sia stata conceduta una licenza a dal giugno 2007 in Europa ed in altri paesi per il trattamento a breve termine di insonnia primaria.58

Riassunto

Più di 30% degli Americani soffra da insonnia cronica, mentre circa 60 milione cadute di problemi di esperienza addormentate durante un anno dato. Poca gente capisce profondo l'effetto negativo di insonnia cronica su salute della pelle.

Gli scienziati hanno scoperto come il cortisolo in eccesso e determinati squilibri di immune-segnalazione possono urtare negativamente sia il sonno che la salute della pelle. Attaccando questi fattori di fondo, i peptidi bioactive del latte ed altre sostanze nutrienti possono proteggere dai vari disordini della pelle, conservare l'aspetto giovanile della pelle e facilitare più modelli di sonno di rinfresco.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a
1-866-864-3027.

Riferimenti

1. Rööst m., problema sanitario di salute pubblica di disordini-un di Nilsson P. Sleep. Fattore di rischio potenziale nello sviluppo del diabete di tipo 2, dell'ipertensione, della dislipidemia e dell'invecchiamento prematuro. Lakartidningen. 17 gennaio 2002; 99(3): 154-7.

2. SEDERE di Edwards, O'Driscoll dm, Ali A, Giordania COME, Trinder J, Malhotra A. Aging e sonno: fisiologia e patofisiologia. Med di cura di Semin Respir Crit. 2010 ottobre; 31(5): 618-33.

3. Altemus m., Rao B, Dhabhar FS, Ding W, Granstein RD. I cambiamenti indotti da stress nella barriera di pelle funzionano in donne in buona salute. J investe Dermatol. 2001 agosto; 117(2): 309-17.

4. Kobayashi S, Hayashi K, Koyama S, et al. Actigraphy per la valutazione di qualità di sonno nei pazienti pediatrici della dermatite atopica. Arerugi. 2010 giugno; 59(6): 706-15.

5. Hanifin JM, Reed ml; Prevalenza dell'eczema e gruppo di lavoro di impatto. Un'indagine basata sulla popolazione di prevalenza dell'eczema negli Stati Uniti. Dermatite. 2007 giugno; 18(2): 82-91.

6. Il potenziale d'ossido-riduzione di Choi, Brown È, Crumrine la D, et al. meccanismi da cui lo sforzo psicologico altera l'omeostasi della barriera di permeabilità e l'integrità cutanee di corneum dello strato. J investe Dermatol. 2005 marzo; 124(3): 587-95.

7. Kahan V, Andersen ml, Tomimori J, Tufik S. Può il sonno difficile colpire l'integrità della pelle? Med Hypotheses. 2010 dicembre; 75(6): 535-7.

8. Ghadially R, Brown È, Sequeira-Martin MP, Kr di Feingold, Elias PM. La barriera epidermica invecchiata di permeabilità. Anomalie biochimiche strutturali, funzionali e del lipido in esseri umani ed in un modello murino senescente. J Clin investe. 1995 maggio; 95(5): 2281-90.

9. Gupta mA, Gupta AK. Psychodermatology: un aggiornamento. J Acad Dermatol. 1996 giugno; 34(6): 1030-46.

10. Tausk FA, Nousari H. Stress e la pelle. Arco Dermatol. 2001 gennaio; 137(1): 78-82.

11. KA di Grice. Perdita di acqua di Transepidermal in pelle patologica. In: Jarrett A (ed.). La fisiologia e la patofisiologia della pelle. Londra: Edizione accademica; 1980:2147-55.

12. Rostenberg un junior. Il ruolo dei fattori psicogeni nelle malattie della pelle. Arco Dermatol. 1960 gennaio; 81:81-6.

13. Weissman millimetro, Greenwald S, Niño-Murcia G, WC demente. La morbosità di insonnia semplice dai disturbi psichiatrici. Gen Hosp Psychiatry. 1997 luglio; 19(4): 245-50.

14. Leproult R, Copinschi G, Buxton O, perdita di sonno di Van Cauter E. provoca un'elevazione dei livelli del cortisolo la sera prossima. Sonno. 1997 ottobre; 20(10): 865-70.

15. Grandner mA, L sana, Moore m., Patel NP. Mortalità connessa con durata di sonno di scarsità: La prova, i meccanismi possibili ed il futuro. Sonno Med Rev. 2010 giugno; 14(3): 191-203.

16. Wingard DL, Berkman LF. Il rischio della mortalità si è associato con i modelli di sonno fra gli adulti. Sonno. 1983;6(2):102-7.

17. Lavie P, Herer P, Peled R, et al. mortalità nei pazienti dell'apnea nel sonno: un'analisi di più variabili dei fattori di rischio. Sonno. 1995 aprile; 18(3): 149-57.

18. Nanometro punjabi, Caffo BS, Goodwin JL, et al. respirazione e mortalità Sonno-disordinate: uno studio di gruppo futuro. Med di PLoS. 2009 agosto; 6(8): e1000132.

19. Monjan aa. Prospettiva su sonno e su invecchiamento. Front Neurol. 28 settembre 2010; 1:124.

20. Sig. di Opp. Citochine e sonno. Sonno Med Rev. 2005 ottobre; 9(5): 355-64.

21. SIG. di Kapsimalis F, di Richardson G, di Opp, Kryger M. Cytokines e sonno normale. Med di Curr Opin Pulm. 2005 novembre; 11(6): 481-4.

22. Imeri L, sig. di Opp. Come (e perché) il sistema immunitario ci incita a dormire. Nat Rev Neurosci. 2009;10(3):199-210.

23. Everson CA, LA di Toth. Invasione batterica sistemica indotta tramite privazione di sonno. Comp. Physiol di J Physiol Regul Integr. 2000 aprile; 278(4): R905-16.

24. Gilliland mA, BM di Bergmann, privazione di Rechtschaffen A. Sleep nel ratto: VIII. Alta privazione di sonno di ampiezza di elettroencefalogramma. Sonno. 12 febbraio 1989; 12(1): 53-9.

25. Kushida CA, Everson CA, Suthipinittharm P, et al. privazione di sonno nel ratto: VI. Cambiamenti di pelle. Sonno. 1989 febbraio; 12(1): 42-6.

26. Rechtschaffen A, BM di Bergmann. Privazione di sonno nel ratto dal disco-sopra il metodo dell'acqua. Behav Brain Res. 1995 luglio-agosto; 69 (1-2): 55-63.

27. Shukla R, Sasseville D. Psychopharmacology in psychodermatology. J Cutan Med Surg. 2008 novembre-dicembre; 12(6): 255-67.

28. Buljan D, Buljan m., Situm M. Psychodermatology: una breve rassegna per i clinici. Psychiatr Danub. 2005 giugno; 17 (1-2): 76-83.

29. Koo J, dermatologia di Lebwohl A. Psycho: la mente ed il collegamento della pelle. Medico di Fam. 1° dicembre 2001; 64(11): 1873-8.

30. Roupe G. Skin dell'essere umano di invecchiamento. Lakartidningen. 2001 marzo; 98(10): 1091-5.

31. Plat la L, Leproult la R, L'Hermite-Baleriaux m., et al. effetti metabolici delle elevazioni a breve termine del cortisolo del plasma sono più pronunciato nella sera che di mattina. J Clin Endocrinol Metab. 1999 settembre; 84(9): 3082-92.

32. Promozione del pro-collagene di Chanvorachote P, di Pongrakhananon V, di Luanpitpong S, di Chanvorachote B, di Wannachaiyasit S, di Nimmannit U. Type I ed attività della anti-collagenosi dell'estratto di emblica di Phyllanthus nei fibroblasti del topo. J Cosmet Sci. 2009;60(4):395-403.

33. Datta HS, Mitra SK, attività curativa di Patwardhan B. Wound delle forme di applicazione topica basate su Ayurveda. Evid ha basato il Med di Alternat del complemento. 27 febbraio 2009.

34. Fujii T, Wakaizumi m., Ikami T, l'estratto di Saito M. Amla (officinalis Gaertn di Emblica.) promuove la produzione di procollagen ed inibisce la matrice metalloproteinase-1 nei fibroblasti umani della pelle. J Ethnopharmacol. 2008;119(1):53-7.

35. Prakash J, Gupta SK, Dinda AK. L'estratto della radice di withania somnifera impedisce dal il carcinoma a cellule squamose indotto DMBA di pelle nei topi svizzeri dell'albino. Cancro di Nutr. 2002;42(1):91-7.

36. Chaudhuri RK. Antiossidante precipitante a cascata di Emblica: un ingrediente naturale novello di cura di pelle. Pelle Physiol di Pharmacol Appl della pelle. 2002;15(5):374-80.

37. Ms di Kumar, Kirubanandan S, Sripriya R, Sehgal PK. Triphala promuove la guarigione della ferita cutanea a tutto spessore infettata. Ricerca di J Surg. 2008;144(1):94-101.

38. Sancheti G, Jindal A, Kumari R, Goyal PK. Azione di Chemopreventive dei officinalis di emblica su carcinogenesi della pelle in topi. Cancro asiatico Prev del Pac J. 2005;6(2):197-201.

39. Ngamkitidechakul C, Jaijoy K, Hansakul P, Soonthornchareonnon N, effetti di Sireeratawong S. Antitumour del emblica L. di Phyllanthus: induzione degli apoptosi della cellula tumorale e dell'inibizione in vivo di promozione del tumore ed invasione in vitro delle cellule tumorali umane. Ricerca di Phytother. 2010;24(9):1405-13.

40. MD di Adil, Kaiser P, Satti NK, Zargar, RA di Vishwakarma, Tasduq SA. Effetto dei officinalis di Emblica (frutta) contro da foto-invecchiamento indotto UVB nei fibroblasti umani della pelle. J Ethnopharmacol. 28 ottobre 2010; 132(1): 109-14.

41. Libro Bianco di Abedon B. Sensara. LLC di NutraGenesis. 2009.

42. Biswajit A, Hazra J, Mitra A, Abedon B, Ghosal S. Un estratto standardizzato di withania somnifera riduce significativamente i parametri in relazione con lo sforzo in esseri umani cronicamente sollecitati: Una prova alla cieca, studio randomizzato e controllato con placebo. JANA. 2008; 11(1): 50-6.

43. Brzezinski A. Melatonin in esseri umani. Med di N Inghilterra J. 16 gennaio 1997; 336(3): 186-95.

44. Cajochen C, Krauchi K, Wirz-giustizia A. Role di melatonina nel regolamento dei ritmi circadiani umani e sonno. J Neuroendocrinol. 2003 aprile; 15(4): 432-7.

45. Wyatt JK, Dijk DJ, Ritz-de Cecco A, Ronda JM, Czeisler CA. la Sonno-facilitazione dell'effetto di melatonina esogena nei giovani ed in donne in buona salute è dipendente di circadiano-fase. Sonno. 1° maggio 2006; 29(5): 609-18.

46. Gorfine T, Assaf Y, Goshen-Gottstein Y, Yeshurun Y, effetti d'anticipazione di Zisapel N. della melatonina nel cervello umano. Neuroimage. 15 maggio 2006; 31(1): 410-18.

47. Gorfine T, Zisapel N. Melatonin e l'ippocampo umano: un'interazione dipendente dal tempo. Ricerca pineale di J. 2007 agosto; 43(1): 80-6.

48. Lynch HJ, Ozaki Y, Shakal D, Wurtman RJ: Escrezione della melatonina dell'uomo e dei ratti: effetto dell'ora, del sonno, di pinealectomy e consumo alimentare. Int J Biometeorol. 1975 dicembre; 19(4): 267-79.

49. Sharma m., Palacios-Bois J, Iskandar H, Thakur m., Quirion R, Nair NPV. Ritmi circadiani di melatonina e di cortisolo nell'invecchiamento. Psichiatria di biol. 1° febbraio 1989; 25:305-19.

50. Haimov I, Laudon m., Zisapel N, et al. disturbi del sonno e ritmi della melatonina in anziani. BMJ. 16 luglio 1994; 309(6948): 167.

51. Hofman mA, Swaab DF. Alterazioni in rhythmicity circadiano dei neuroni producenti vasopressina del nucleo suprachiasmatic umano (SCN) con invecchiamento. Brain Res. 18 luglio 1994; 651 (1-2): 134-42.

52. Escrezione del sulfatoxymelatonin di Leger D, di Laudon m., di Zisapel N. Nocturnal 6 nell'insonnia e la sua relazione alla risposta a terapia sostitutiva della melatonina. Med di J. 15 gennaio 2004; 116(2): 91-5.

53. Garfinkel D, Laudon m., Nof D, Zisapel N. Improvement di qualità di sonno in anziani da melatonina a rilascio controllato. Lancetta. 26 agosto 1995; 346(8974): 541-4.

54. Haimov I, Lavie P, Laudon m., Herer P, Vigder C, terapia sostitutiva di Zisapel N. Melatonin dei insomniacs anziani. Sonno. 1995 settembre; 18(7): 598-603.

55. Lemoine P, Nir T, Laudon m., melatonina di Zisapel N. Prolonged-release migliora la qualità di sonno e la vigilanza di mattina nei pazienti di insonnia di 55 anni e più vecchi e non ha effetti di ritiro. Ricerca di sonno di J. 2007 dicembre; 16(4): 372-80.

56. Guadi l'AG, Ford I, Crawford il G, et al. efficacia della melatonina prolungata del rilascio nei pazienti di insonnia di 55-80 anni: qualità dei risultati di vigilanza di giorno successivo e di sonno. Curr Med Res Opin. 2007 ottobre; 23(10):2597-605.

57. Luthringer R, Muzet m., Zisapel N, Staner L. L'effetto di melatonina a rilascio prolungato sulle misure di sonno e sulla prestazione psicomotoria in pazienti anziani con insonnia. Int Clin Psychopharmacol. 2009 settembre; 24(5): 239-49.

58. Guadi l'AG, Ford I, Crawford il G, et al. il trattamento notturno di insonnia primaria con la melatonina prolungata del rilascio per 6 mesi: un placebo randomizzato ha controllato la prova sull'età e la melatonina endogena come preannunciatori di efficacia e della sicurezza. Med di BMC. 16 agosto 2010; 8:51.