Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista dicembre 2011
Rapporto

I consumatori hanno bisogno gli alimenti sani!

Da William Faloon

Combatti indietro contro la frode dell'alimento

Combatti indietro contro la frode dell'alimento

“La frode dell'alimento„ perpetrata dalle società di alimento elaborate è inconcepibile. Caricano presunto le minestre di verdura sane con riso, le patate, la pasta ed altri ingredienti alto-glycemic. Più di 80% del pubblico americano ha livelli alto-che-ottimali della glicemia,123.124 eppure anche quando provano a mangiare meglio consumando una latta della minestra di verdura commerciale, finiscono con principalmente gli amidi glucosio-chiodanti.

La dieta americana è sovraccaricata di zuccheri pericolosi che contribuiscono ad un'epidemia crescente di salute.125-128 intenzionalmente chiodando le minestre di verdura con gli zuccheri economici e gli ingredienti amidacei, le società di alimento elaborate raccolgono i profitti enormi mentre i consumatori pagano il prezzo con una durata accorciata. È della meraviglia perché gli Americani stanno accumulando tante libbre grasse?

Un sacchetto delle minestre di verdura del prolungamento della vita fornisce a più di una libbra di verdure che sazieranno la maggior parte appetito-mentre consegnando le soltanto 80 - 90 calorie per servizio.

Ci sono 3,5 servizi in ogni sacchetto, con ogni servizio che fornisce un servizio pieno delle verdure sane.

Le minestre di verdura del prolungamento della vita possono essere usate come mini-pasto da quelle che cercano di ridurre la loro assunzione di caloria, o come piatto laterale di verdure per servire tre o più genti con un singolo sacchetto.

Confronti le calorie sane in queste minestre agli alimenti che dell'immondizia vedete senza fine annunciato sulla TV. Vederete facilmente come le società di alimento commerciali stanno rubando gli Americani della loro salute promuovendo gli alimenti che nocciono a piuttosto che proteggono.

Perché le nostre minestre non vengono in latte

C'è una preoccupazione che il rivestimento degli alimenti inscatolati con il bisfenolo A (trovato in 92% degli alimenti inscatolati) rappresenta un rischio sanitario.147-148 è stato indicato per essere “un disruptivo dell'ormone,„ i quali aumenti interessano circa il rischio di cancro potenziale.149,150

FDA dice che il bisfenolo A è sicuro, ma abbiamo poca fiducia in un ente governativo che è così obbligato agli interessi finanziari alle società di alimento elaborate.

Le nuove minestre di verdura del prolungamento della vita sono imballate in un bisfenolo A avanzato ed in un sacchetto senza ftalato del polimero non solo per conservare l'integrità delle verdure crocifere, ma inoltre proteggono i nostri membri dall'esposizione di bisfenolo A.

I membri del prolungamento della vita riconoscono il valore

Lo sviluppo quasi biennale di queste ricette crocifere uniche della minestra ha costato ai compratori del prolungamento della vita Club® un la somma di denaro enorme. Mentre i pessimisti hanno suggerito nella fase iniziale che abbandoniamo il progetto ed attacchiamo con la nostra competenza nei supplementi nutrizionali, abbiamo perseverato ciò nonostante.

Abbiamo provato male i cinici dall'inizio quando i membri del prolungamento della vita ci hanno sopraffatti con gli ordini per il primo funzionamento di produzione di queste minestre di verdure crocifere… anche se abbiamo dovuto fare pagare un prezzo al dettaglio di $11,95 per sacchetto della due-libbra.

Anche al prezzo scontato i membri pagano (in basso quanto $8,44 per sacchetto), queste minestre di verdura sono più cari di che cosa è trovato tipicamente in drogherie. La domanda era se i consumatori hanno voluto continuare a usando le minestre di verdura caricate con gli zucchero-amidi ed altri ingredienti mediocri? I nostri membri sicuri non hanno fatto, come ordini e non riordina versato dentro per queste minestre di verdura crocifera.

Le pubblicità televisive senza fine promuovono il più non sano degli alimenti, ma i consumatori hanno svegliato al prezzo elevato uno paga quando una dieta tossica distrugge la loro salute preziosa.

Abbiamo passare lo scorso anno che migliora il gusto e la consistenza della nostre verdura crocifera e minestre di verdura crocifera asiatiche e che crediamo che fossero superiori a niente altro sul mercato. Nessun alimento pronto viene vicino a fornire questo ampio spettro di sano ingrediente-con nessuno dei riempitori e degli amidi economici che creano la distruzione biologica negli individui di invecchiamento.

Il prolungamento della vita aspetta con impazienza di espandersi in una linea più generale di alimenti dipromozione… e l'abbassamento dei prezzi nel processo.

Che cosa manca dalle verdure cucinate?
Che cosa manca dalle verdure cucinate?

C'è un avvertimento importante circa le verdure che cucinate dovreste conoscere circa. Durante il processo del riscaldamento richiesto per produrre tutta la minestra, alcuni dei composti utili contenuti nelle verdure sono persi invariabilmente.

Quelli responsabili circa determinati problemi di salute contano spesso sui supplementi che contengono le potenze standardizzate delle sostanze nutrienti trovate in verdure sane quale indole-3-carbinol (I3C),66,129-132 diindolylmethane (TENUE),131-137 sulforaphane,138-142 ed apigenina.143-146

Anche quando includendo le verdure cucinate nella vostra dieta, è ancora importante ottenere le potenze standardizzate di estratti vegetali crociferi ed altri dai vostri supplementi e/o verdure con attenzione cotte a vapore.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a 1-866-864-3027.

 

Riferimenti

1. Brandi G, Schiavano GF, Zaffaroni N, et al. meccanismi di azione e proprietà antiproliferative del succo di brassica oleracea nelle linee cellulari umane del cancro al seno. J Nutr. 2005 giugno; 135(6): 1503-9.

2. Il CB di Ambrosone, il Se di McCann, Freudenheim JL, et al. rischio di cancro al seno in donne premenopausa è associato inversamente con consumo di broccoli, una fonte di isothiocyanates, ma non è modificato dal genotipo di GST. J Nutr. 2004 maggio; 134(5): 1134-8.

3. Canene-Adams K, Lindshield BL, Wang S, potenziale d'ossido-riduzione di Jeffery, Clinton SK, combinazioni del Jr. di Erdman JW del pomodoro e dei broccoli migliora l'attività antitumorale nel dunning gli adenocarcinomi della prostata di r3327-h. Ricerca del Cancro. 15 gennaio 2007; 67(2): 836-43.

4. Gamet-Payrastre L, Li P, Lumeau S, et al. Sulforaphane, un isotiocianato naturale, induce l'arresto del ciclo cellulare e gli apoptosi in cellule di tumore del colon umane HT29. Ricerca del Cancro. 2000 1° marzo; 60(5): 1426-33.

5. Kensler TW, Chen JG, PA di Egner, et al. effetti dei broccoli ricchi di glucosinolato germoglia ai livelli urinarii di complessi aflatossina-DNA e di tetraols del fenantrene in un test clinico randomizzato dentro lui distretto di Zuo, Qidong, Repubblica popolare cinese. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2005 novembre; 14 (11 pinta 1): 2605-13.

6. Dinkova-Kostova A, Fahey JW, Benedict AL, et al. di broccoli ricchi glucoraphanin dietetici germoglia gli estratti protegge da carcinogenesi indotta da radiazioni UV della pelle in topi glabri SKH-1. Photochem Photobiol Sci. 2010 aprile; 9(4): 597-600.

7. Liu W, Huang XF, Qi Q, et al. Asparanin A induce il G (arresto e apoptosi del ciclo cellulare di 2)/M in cellule epatocellulari umane di carcinoma HepG2. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 17 aprile 2009; 381(4): 700-5.

8. van Poppel G, distacco di Verhoeven, Verhagen H, RA di Goldbohm. Verdure e prevenzione del cancro del brassica. Epidemiologia e meccanismi. Adv Exp Med Biol. 1999;472:159-68.

9. Verhagen H, Poulsen LUI, sottotetto S, van Poppel G, Willems MI, van Bladeren PJ. Riduzione di DNA-danno ossidativo di esseri umani dai cavolini di Bruxelles. Carcinogenesi. 1995 aprile; 16(4): 969-70.

10. Hoelzl C, Glatt H, Meinl W, et al. Il consumo di cavoletti di Bruxelles protegge i linfociti umani periferici da una piridina di 2 amino-1-methyl-6-phenylimidazo [4,5-b] (PhIP) e da un DNA-danno ossidativo: risultati di una prova umana controllata di intervento. Mol Nutr Food Res. 2008 marzo; 52(3): 330-41.

11. Disponibile a: http://www.dietsinreview.com/diets/the-low-glycemic-index-diet/. 20 settembre 2010 raggiunto.

12. López-Miranda J, Pérez-Jiménez F, ROS E, et al. olio d'oliva e salute: riassunto della conferenza internazionale II su olio d'oliva e sul rapporto di consenso di salute, di Jaén e di Córdoba (Spagna) 2008. Nutr Metab Cardiovasc DIS. 2010 maggio; 20(4): 284-94.

13. Wolk A, Bergström R, cacciatore D, et al. Uno studio prospettivo dell'associazione di tipi grassi ed altri monoinsaturi di grassi con il rischio di cancro al seno. Med dell'interno dell'arco. 12 gennaio 1998; 158(1): 41-5.

14. Dieta di Trichopoulou A, di Vasilopoulou E. il Mediterranean e longevità. Br J Nutr. 2000 dicembre; 84 supplementi 2: S205-9.

15. Kok FJ, studi Aterosclerosi-epidemiologici di Kromhout D. sugli effetti sulla salute di una dieta Mediterranea. EUR J Nutr. 2004 marzo; 43 supplementi 1: I/2-5.

16. Masella R, Vari R, D'Archivio m., et al. biophenols vergini extra dell'olio d'oliva inibisce l'ossidazione comunicata per cellule di LDL aumentando la trascrizione del mRNA degli enzimi in relazione con il glutatione. J Nutr. 2004 aprile; 134(4): 785-91.

17. Haban P, Klvanova J, Zidekova E, il completamento di Nagyova A. Dietary con olio d'oliva conduce allo spettro migliore della lipoproteina e a n-6 più basso PUFAs negli oggetti anziani. Med Sci Monit. 2004 aprile; 10(4): PI49-54.

18. Aviram M. Interaction della lipoproteina ossidata di densità bassa con i macrofagi nell'aterosclerosi e il antiatherogenicity degli antiossidanti. Biochimica di EUR J Clin Chem Clin. 1996 agosto;

34(8):599-608.

19. Carluccio mA, Siculella L, l'olio d'oliva di Ancora mA et al. ed i polifenoli antiossidanti del vino rosso inibiscono le proprietà antiatherogenic di attivazione endoteliale dei phytochemicals mediterranei di dieta. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 1° aprile 2003; 23(4): 622-9.

20. Perona JS, Cabello-Moruno R, Ruiz-Gutierrez V. Il ruolo delle componenti vergini dell'olio d'oliva nella modulazione della funzione endoteliale.

Biochimica di J Nutr. 2006 luglio; 17(7): 429-45.

21. Masella R, Giovannini C, Vari R, et al. effetti dei fenoli vergini dietetici dell'olio d'oliva su ossidazione della lipoproteina di densità bassa in pazienti iperlipidici. Lipidi. 2001Nov; 36(11): 1195-202.

22. Murie-Fernandez m., Irimia P, Toledo E, et al. cambiamenti carotici di spessore di intima-media con la dieta Mediterranea: Una prova randomizzata (PREDIMED-Navarra). Aterosclerosi. 6 luglio 2011.

23. Covas MI. Olio d'oliva e l'apparato cardiovascolare. Ricerca di Pharmacol. 2007 marzo; 55(3): 175-86.

24. MD di Kontogianni, DB di Panagiotakos, Chrysohoou C, Pitsavos C, Zampelas A, Stefanadis C. L'impatto del modello di consumo dell'olio d'oliva sul rischio di sindromi coronariche acute: Lo studio di caso-control CARDIO2000. Clin Cardiol. 2007 marzo; 30(3): 125-9.

25. Ruano J, López-Miranda J, de la Torre R, et al. assunzione di di olio d'oliva vergine ricco di fenolo migliora il profilo protrombotico postprandiale in pazienti ipercolesterolemici. J Clin Nutr. 2007 agosto; 86(2): 341-6.

26. Covas MI, Nyyssonen K, Poulsen LUI, et al. L'effetto dei polifenoli in olio d'oliva sui fattori di rischio della malattia cardiaca: una prova randomizzata. Ann Intern Med. 5 settembre 2006; 145(5): 333-41.

27. Disponibile a: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/2004/ucm108368.htm. 20 settembre 2010 raggiunto.

28. Puel C, Coxam V, Davicco MJ. Prevenzione Mediterranea di osteoporosi e di dieta. Med Sci (Parigi). 2007 agosto-settembre; 23 (8-9): 756-60.

29. Trichopoulou A, Georgiou E, Bassiakos Y, et al. apporto energetico e grasso monoinsaturo relativamente a densità minerale ossea fra le donne e gli uomini in Grecia. Med di Prev. 1997 maggio-giugno; 26(3): 395-400.

30. Santiago-Mora R, Casado-Díaz A, De Castro MD, Quesada-Gómez JM. L'oleuropeina migliora il osteoblastogenesis ed inibisce il adipogenesis: l'effetto su differenziazione in cellule staminali è derivato dal midollo osseo. Osteoporos Int. 2011 febbraio; 22(2): 675-84.

31. Puel C, Quintin A, Agalias A, et al. l'olio d'oliva ed il suo micronutriente fenolico principale (oleuropeina) impediscono dalla la perdita indotta da infiammazione dell'osso nel ratto ovariectomised. Br J Nutr. 2004 luglio; 92(1): 119-27.

32. Fito m., Cladellas m., de la Torre R, et al. effetto antinfiammatorio di olio d'oliva vergine nei pazienti stabili della malattia coronarica: un randomizzato, incrocio, prova controllata. EUR J Clin Nutr. 2008 aprile; 62(4): 570-4.

33. Berbert aa, CR di Kondo, CL di Almendra, Matsuo T, Dichi I. Supplementation dell'olio di pesce e dell'olio d'oliva in pazienti con l'artrite reumatoide. Nutrizione. 2005 febbraio; 21(2): 131-6.

34. Mp di Mena, Sacanella E, Vazquez-Agell m., et al. inibizione di fare circolare attivazione delle cellule immuni: un effetto antinfiammatorio molecolare della dieta Mediterranea. J Clin Nutr. 2009 gennaio; 89(1): 248-56.

35. Bogani P, Galli C, villa m., Visioli F. effetti antinfiammatori ed antiossidanti di Postprandial di olio d'oliva vergine extra. Aterosclerosi. 2007 gennaio; 190(1): 181-6.

36. Martínez-Domínguez E, de la Puerta R, effetti di Ruiz-Gutiérrez V. Protective sopra i modelli sperimentali di infiammazione di un olio d'oliva vergine polifenolo-completato è a dieta. Ricerca di Inflamm. 2001 febbraio; 50(2): 102-6.

37. Berr C, Portet F, Carriere I, et al. olio d'oliva e cognizione: risultati dallo studio della tre-città. Geriatr demente Cogn Disord. 2009;28(4):357-64.

38. Pitt J, Roth W, Lacor P, et al. oligomeri Alzheimer's-collegati di Abeta mostra la struttura, il immunoreactivity e lo synaptotoxicity alterati con le dosi basse di oleocanthal. Toxicol Appl Pharmacol. 15 ottobre 2009; 240(2): 189-97.

39. González-Correa JA, MD di Navas, Lopez-Villodres JA, Trujillo m., Espartero JL, De La Cruz JP. L'effetto di Neuroprotective del hydroxytyrosol e dell'acetato di hydroxytyrosol nelle fette del cervello del ratto ha sottoposto aipossia-riossigenazione. Neurosci Lett. 3 dicembre 2008; 446 (2-3): 143-6.

40. Perez-Jimenez F, Alvarez de Cienfuegos G, Badimon L, et al. conferenza internazionale sull'effetto sano di olio d'oliva vergine. L'EUR J Clin investe. 2005 luglio; 35(7): 421-4.

41. Machowetz A, Poulsen LUI, Gruendel S, et al. effetto degli oli d'oliva sui biomarcatori dello sforzo ossidativo del DNA in europei nordici e del sud. FASEB J. 2007 gennaio; 21(1): 45-52.

42. Menendez JA, tradizioni dietetiche di Lupu R. Mediterranean per il trattamento molecolare di cancro umano: azioni anti-oncogene dell'acido oleico dell'acido grasso monoinsaturo dell'olio d'oliva principale (18:1n-9). Curr Pharm Biotechnol. 2006 dicembre; 7(6): 495-502.

43. Trichopoulou A, Katsouyanni K, Stuver S, et al. consumo di olio d'oliva e gruppi di alimento specifici relativamente al rischio di cancro al seno in Grecia. Cancro nazionale Inst di J. 18 gennaio 1995; 87(2): 110-6.

44. Garcia-Segovia P, Sanchez-Villegas A, Doreste J, Santana F, consumo dell'olio d'oliva di Serra-Majem L. e rischio di cancro al seno in isole Canarie: uno studio basato sulla popolazione di caso-control. Salute pubblica Nutr. 2006 febbraio; 9 (1A): 163-7.

45. Hashim YZ, m. inglese, ci della branchia, McGlynn H, Rowland IR. Componenti di olio d'oliva e chemoprevention di cancro colorettale. Rev. 2005 di Nutr novembre; 63(11): 374-86.

46. Kountouri, CA di Kaliora, Koumbi L, Andrikopoulos NK. Prevenzione del cancro gastrica in vitro di un da un estratto ricco di polifenolo dalle olive con induzione degli apoptosi. Cancro Prev di EUR J. 2009 febbraio; 18(1): 33-9.

47. Norrish EA, Jackson RT, Sharpe SJ, Skeaff cm. Uomini che consumano gli oli vegetali ricchi in grasso monoinsaturo: i loro modelli e rischio dietetici di carcinoma della prostata (Nuova Zelanda). Il Cancro causa il controllo. 2000 agosto; 11(7): 609-15.

48. Kong JS, Yoo SA, Kim HS, et al. inibizione di iperplasia sinoviale, attivazione a cellula T reumatoide ed artrite sperimentale in topi da sulforaphane, un isotiocianato naturale. Rheum di artrite. 2010 gennaio; 62(1): 159-70.

49. Dong L, Xia S, Gao F, Zhang D, Chen J, Zhang J. 3,3' - Diindolylmethane attenua l'artrite e il osteoclastogenesis sperimentali. Biochimica Pharmacol. 1° marzo 2010; 79(5): 715-21.

50. Dey m., Kuhn P, Ribnicky D, Premkumar V, Reuhl K, phenethylisothiocyanate di Raskin I. Dietary attenua l'infiammazione dell'intestino in topi. BMC Chem Biol. 27 aprile 2010; 10: 4.

51. Ovesen LF. Il consumo aumentato di frutta e di verdure riduce il rischio di malattia cardiaca ischemica. Ugeskr Laeger. 20 giugno 2005; 167 (25-31): 2742-7.

52. Xu Y, Szép S, LU Z. Il ruolo antiossidante di tiocianato nella patogenesi di fibrosi cistica e di altre malattie in relazione con l'infiammazione. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 1° dicembre 2009; 106(48): 20515-9.

53. Riedl mA, Saxon A, sulforaphane di Diaz-Sanchez D. Oral aumenta gli enzimi antiossidanti di fase II nelle vie respiratorie superiori umane. Clin Immunol. 2009 marzo; 130(3): 244-51.

54. Zakkar m., Van der Heiden K, Luong le A, et al. attivazione di Nrf2 in cellule endoteliali protegge le arterie dall'esibizione dello stato proinflammatory. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2009 novembre; 29(11): 1851-7.

55. SIG. di Adams, DL dorato, Chen H, registro TC, Gugger ET. I ricchi di una dieta in verdure verdi e gialle inibisce l'aterosclerosi in topi. J Nutr. 2006 luglio; 136(7): 1886-9.

56. Kim HJ, Barajas B, Wang m., Nel EA. L'attivazione Nrf2 da sulforaphane ristabilisce la diminuzione relativa all'età di T (H) 1 immunità: ruolo delle cellule dentritiche. Allergia Clin Immunol di J. 2008 maggio; 121(5): 1255-1261.e7.

57. Moeller MP, Jacques PF, Blumberg JB. Il ruolo potenziale delle xantofille dietetiche in cataratta e nella degenerazione maculare senile. J Coll Nutr. 2000 ottobre; 19 (5 supplementi): 522S-527S.

58. Tavani A, Negri E, La Vecchia C. Food e assunzione degli elementi nutritivi e rischio di cataratta. Ann Epidemiol. 1996 gennaio; 6(1): 41-6.

59. Noyan-Ashraf MH, Sadeghinejad Z, Juurlink BH. Approccio dietetico per fare diminuire infiammazione in relazione con l'invecchiamento dello SNC. Nutr Neurosci. 2005 aprile; 8(2): 101-10.

60. Brennan P, Hsu cc, Moullan N, et al. effetto delle verdure crocifere sul cancro polmonare in pazienti stratificato da stato genetico: un approccio mendeliano di casualizzazione. Lancetta. 29 ottobre 2005; 366(9496): 1558-60.

61. Kuang YF, Chen YH. L'induzione degli apoptosi in una linea cellulare umana del cancro polmonare delle non piccole cellule dai isothiocyanates è associata con p53 e p21. Sostanza tossica 2004 di Chem dell'alimento ottobre; 42(10):1711-8.

62. Tang L, Zirpoli GR, Guru K, et al. consumo delle verdure crocifere crude è associato inversamente con il rischio di cancro alla vescica. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2008 aprile; 17(4): 938-44.

63. Assunzione di Michaud DS, di Spiegelman D, di Clinton SK, et al. della frutta e della verdura ed incidenza di cancro alla vescica in un gruppo futuro maschio. Cancro nazionale Inst di J. 7 aprile 1999; 91(7):605-12.

64. Bonnesen C, Eggleston IM, Hayes JD. Gli indoli e i isothiocyanates dietetici che sono generati dalle verdure crocifere possono sia stimolare gli apoptosi che confer la protezione contro danno del DNA nelle linee cellulari umane dei due punti. Ricerca del Cancro. 15 agosto 2001; 61(6):6120-30.

65. Frydoonfar ora, Dott di McGrath, ANNUNCIO di Spigelman. Sulforaphane inibisce la crescita di una linea cellulare del tumore del colon. DIS colorettale. 2004 gennaio; 6(1): 28-31.

66. Piatto AY, DD di Gallaher. Effetti di indole-3-carbinol e dell'isotiocianato del fenetile su carcinogenesi dei due punti indotta da azoxymethane in ratti. Carcinogenesi. 2006 febbraio; 27(2): 287-92.

67. ANNUNCIO di Lin HJ, di Probst-Hensch nanometro, di Louie, et al. genotipo di posizione di segnale minimo della transferasi del glutatione, broccoli e prevalenza più bassa degli adenomi colorettali. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 1998 agosto; 7(8): 647-52.

68. Tadi K, Chang Y, Ashok BT, et al. 3,3' - Diindolylmethane, un composto antiproliferativo sintetico vegetale crocifero nella tiroide. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 25 novembre 2005; 337(3): 1019-25.

69. Il CB di Ambrosone, il Se di McCann, Freudenheim JL, et al. rischio di cancro al seno in donne premenopausa è associato inversamente con consumo di broccoli, una fonte di isothiocyanates, ma non è modificato dal genotipo di GST. J Nutr. 2004 maggio; 134(5): 1134-8.

70. Fowke JH, Longcope C, JUNIOR di Hebert. Il consumo di verdure del brassica sposta il metabolismo dell'estrogeno in donne postmenopausali in buona salute. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2000 agosto; 9(8): 773-9.

71. Tseng E, Scott-Ramsay ea, Morris ME. I isothiocyanates organici dietetici sono citotossici nel cancro al seno umano MCF-7 e nelle linee cellulari epiteliali mammarie di MCF-12A. Med di biol di Exp (Maywood). 2004 settembre; 229(8): 835-42.

72. Qi m., Anderson EA, Chen DZ, Sun S, Auborn kJ. Indole-3-carbinol impedisce la perdita di PTEN nel cancro cervicale in vivo. Mol Med. 2005 gennaio; 11 (1-12): 59-63.

73. Li ZD, Hu XW, Wang YT, Fang J. Apigenin inibisce la proliferazione delle cellule del cancro ovarico A2780 con Id1. FEBS Lett. 18 giugno 2009; 583(12): 1999-2003.

74. Chiao JW, Wu H, Ramaswamy G, et al. ingestione di un metabolita dell'isotiocianato dalle verdure crocifere inibisce la crescita degli xenotrapianti umani delle cellule di carcinoma della prostata tramite l'arresto del ciclo cellulare e degli apoptosi. Carcinogenesi. 2004 25:1403-8.

75. Srivastava SK, Xiao D, Lew chilolitro, et al. isotiocianato dell'allilico, un costituente delle verdure crocifere, inibisce la crescita degli xenotrapianti umani del carcinoma della prostata PC-3 in vivo. Carcinogenesi. 2003 ottobre; 24(10):1665-70.

76. Traka m., Gasper avoirdupois, Melchini A, et al. consumo dei broccoli interagisce con GSTM1 per perturbare le vie di segnalazione oncogene nella prostata. PLoS UNO. 2 luglio 2008; 3(7): e2568.

77. Basu A, Haldar S. Anti-proliferative e gli effetti proapoptotic di isotiocianato benzilico sulle cellule di cancro del pancreas umane è collegato all'attivazione del ricevitore di morte ed alla giù-modulazione RasGAP/Rac1. Int J Oncol. 2009 settembre; 35(3): 593-9.

78. Esponga al sole il JUNIOR di poteri, di T, il cambiamento Enzima-catalizzato J. di Tang degli antiossidanti contenti e l'attività antiossidante del succo dell'asparago. Alimento chim. di J Agric. 10 gennaio 2007; 55(1): 56-60.

79. Zhao J, Zhang W, Zhu X, et al. L'estratto acquoso di sottoprodotto di asparagus officinalis L. esercita l'attività ipoglicemica da in ratti diabetici indotti streptozotocin. Alimento Agric di J Sci. 30 agosto 2011; 91(11): 2095-9.

80. Kim VICINO, SR di Cui ZG, di Lee, et al. effetti degli estratti di asparagus officinalis su tossicità delle cellule di fegato e sul metabolismo dell'etanolo. Alimento Sci di J. 2009 settembre; 74(7): H204-8.

81. A macho, Lucena C, Sancho R, et al. capsaicinoids Non pungenti dalla sintesi del peperone dolce e valutazione del potenziale chemopreventive ed anticancro. EUR J Nutr. 2003 gennaio; 42(1): 2-9.

82. BM di Fusco, Giacovazzo M. Peppers e dolore. La promessa di capsaicina. Droghe. 1997 giugno; 53(6): 909-14.

83. Jeong WY, Jin JS, Cho YA, et al. determinazione dei polifenoli in tre varietà di capsicum annuum L. (peperone dolce) facendo uso di spettrometria di massa liquida ad alto rendimento del cromatografia-tandem: Il loro contributo ad attività globalmente antiossidante ed anticancro. J settembre Sci. 6 settembre 2011.

84. SG di Hervert-Hernández D, di Sáyago-Ayerdi, i composti di Goñi I. Bioactive di quattro varietà del peperoncino (capsicum annuum L.), capacità antiossidante e bioaccessibility intestinale. Alimento chim. di J Agric. 24 marzo 2010; 58(6): 3399-406.

85. Luqman S, Meena A, Marler LE, Kondratyuk TP, Pezzuto JM. Soppressione dadi attivazione del κB di fattore di necrosi del tumore e dall'dadiattività nucleari indotte da fattore di aromatasi da capsaicina e dal suo capsazepine analogico. J Med Food. 11 giugno 2011.

86. Kolarovic J, Popovic m., Mikov m., Mitic R, effetti di Gvozdenovic L. Protective del succo del sedano nei trattamenti con doxorubicina. Molecole. 24 aprile 2009; 14(4): 1627-38.

87. Proprietà antisecretorie e cytoprotective del antiulcer di Al-Howiriny T, di Alsheikh A, di Alqasoumi S, di Al-Yahya m., di ElTahir K, di Rafatullah S. Gastric, di sedano (apium graveolens) in ratti. Pharm Biol. 2010 luglio; 48(7): 786-93.

88. Mencherini T, Cau A, Bianco G, Della Loggia R, Aquino RP, Autore G. Un estratto di varietà di apium graveolens. foglie del dulce: struttura del costituente principale, del apiin e delle sue proprietà antinfiammatorie. J Pharm Pharmacol. 2007 giugno; 59(6): 891-7.

89. Zhou Y, Taylor B, Smith TJ, et al. Un composto del romanzo dal seme di sedano con un effetto battericida contro il helicobacter pylori. J Pharm Pharmacol. 2009 agosto; 61(8): 1067-77.

90. Uva sultanina S, Ahmed S, Jahangir T, effetto inibitorio di Sharma S. dell'estratto dei semi di sedano sul hepatocarcinogenesis chimicamente indotto: modulazione di proliferazione delle cellule, di metabolismo e di sviluppo epatico alterato dei fuochi. Cancro Lett. 18 aprile 2005; 221(1): 11-20.

91. Mp di Longnecker, PA di Newcomb, Mittendorf R, Greenberg ER, WC di Willett. Assunzione delle carote, degli spinaci e dei supplementi che contengono vitamina A relativamente al rischio di cancro al seno. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 1997 novembre; 6(11): 887-92.

92. CN di Holick, Michaud DS, Stolzenberg-Solomon R, et al. carotenoidi, beta-carotene del siero e retinolo e rischio dietetici di cancro polmonare nell'alfa-tocoferolo, studio di gruppo del beta-carotene. J Epidemiol. 15 settembre 2002; 156(6): 536-47.

93. Gramenzi A, Gentile A, Fasoli m., Negri E, Parazzini F, La Vecchia C. Association fra determinati alimenti e rischio di infarto miocardico acuto in donne. BMJ. 24 marzo 1990; 300(6727): 771-3.

94. Budoff MJ, Ahmadi N, Gul chilometro, et al. l'estratto invecchiato dell'aglio completato con le vitamine di B, l'acido folico e l'L-arginina ritarda la progressione di aterosclerosi infraclinica: un test clinico randomizzato. Med di Prev. 2009 agosto-settembre; 49 (2-3): 101-7.

95. Borek C. Garlic riduce il rischio della malattia cardiaca e di demenza. J Nutr. 2006 marzo; 136 (3 supplementi): 810S-812S.

96. Anoush m., Eghbal mA, Fathiazad F, Hamzeiy H, Kouzehkonani NS. Gli effetti protettivi dell'estratto dell'aglio contro da svuotamento ossidativo indotto da acetaminofene del glutatione e di sforzo. Biol Sci di Pak J. 15 maggio 2009; 12(10): 765-71.

97. Josling P. Preventing il raffreddore con un supplemento dell'aglio: una prova alla cieca, indagine controllata con placebo. Adv Ther. 2001 luglio-agosto; 18(4): 189-93.

98. Sowjanya BL, Kr di Devi, effetti di Madhavi D. Modulatory dell'estratto dell'aglio contro la ciclofosfamide ha indotto la genotossicità in linfociti umani in vitro. J circonda Biol. 2009 settembre; 30(5): 663-6.

99. Pruijm m., Wuerzer G, Forni V, Bochud m., Pechère-Bertschi A, Burnier M. Nutrition ed ipertensione: più del sale da tavola. Rev Med Suisse. 15 settembre 2010; 6(262): 1715-6, 1718-20.

100. Kuriyama I, Musumi K, Yonezawa Y, et al. effetti inibitori dei glicolipidi fraction da spinaci su attività mammifera della DNA polimerasi e su proliferazione di cellula tumorale umana. Biochimica di J Nutr. 2005 ottobre; 16(10): 594-601.

101. Il CF di Wang Y, di Chang, Chou J, et al. il completamento dietetico con i mirtilli, gli spinaci, o lo spirulina riduce la lesione cerebrale ischemica. Exp Neurol. 2005 maggio; 193(1): 75-84.

102. Joseph JA, Na Shukitt-sano di Denisova, di B, et al. inversioni dei declini relativi all'età nei deficit comportamentistici conoscitivi e e del motore di un neurone di trasduzione, del segnale con il mirtillo, gli spinaci, o il completamento dietetico della fragola. J Neurosci. 15 settembre 1999; 19(18): 8114-21.

103. Breitbart E, Lomnitski L, Nyska A, et al. effetti dell'antiossidante solubile in acqua da spinaci, NAO, dalla sulla lesione indotta da doxorubicina del cuore. Ronzio Exp Toxicol. 2001 luglio; 20(7): 337-45.

104. AIT M'barek L, Ait Mouse H, Jaâfari A, et al. effetto citotossico di olio essenziale di timo (broussonettii del timo) sulle cellule del tumore IGR-OV1 resistenti a chemioterapia. Braz J Med Biol Res. 2007 novembre; 40(11): 1537-44.

105. Kulisić T, Krisko A, Dragović-Uzelac V, Milo m., Pifat G. Gli effetti degli oli essenziali e delle infusioni acquose del tè di origano (speci di origanum vulgare L. hirtum), timo (timo L. vulgaris) e timo selvaggio (serpyllum L. del timo) dall'sull'ossidazione indotta da rame di lipoproteine a bassa densità umane. Alimento Sci Nutr di Int J. 2007 marzo; 58(2): 87-93.

106. Naemura A, Ura m., Yamashita T, Arai R, assunzione di Yamamoto J. Long-term delle erbe del timo comune e dei rosmarini inibisce la trombosi sperimentale senza prolungamento di tempo dell'emorragia. Ricerca di Thromb. 2008;122(4):517-22.

107. Kemmerich B. Evaluation di efficacia e la tollerabilità di una combinazione fissa di estratti secchi di erba e di primaverina del timo si piantano in adulti che soffrono dalla bronchite acuta con la tosse produttiva. Un futuro, prova alla cieca, test clinico multicentrato controllato con placebo. Arzneimittelforschung. 2007 57(9):607-15.

108. Bukovská A, Cikos S, Juhás S, Il'ková G, Rehák P, Koppel J. Effects di una combinazione di timo e di oli essenziali dell'origano da su colite indotta TNBS in topi. Mediatori Inflamm. 2007;2007: 23296.

109. Schnitzler P, Koch C, Reichling J. Susceptibility del tipo 1 clinico resistente alla droga del virus Herpes simplex sforza agli oli essenziali dello zenzero, del timo, dell'issopo e dei sandali. Agenti Chemother di Antimicrob. 2007 maggio; 51(5): 1859-62.

110. Santoro GF, das Graças Cardoso m., Guimarães LG, Salgado AP, Menna-Barreto rf, Soares MJ. Effetto di origano (origanum vulgare L.) e degli oli essenziali del timo (timo L. vulgaris) sul trypanosoma cruzi (protozoi: Crescita ed ultrastruttura di Kinetoplastida). Ricerca di Parasitol. 2007 marzo; 100(4): 783-90.

111. Ozsoy-Sacan O, Yanardag R, Orak H, Ozgey Y, Yarat A, Tunali T. Effects dell'estratto del prezzemolo (petroselinum crispum) contro il glibornuride sul fegato da di ratti diabetici indotti streptozotocin. J Ethnopharmacol. 8 marzo 2006; 104 (1-2): 175-81.

112. Johnson JJ. Carnosol: una promessa dell'agente anticancro ed antinfiammatorio. Cancro Lett. 1° giugno 2011; 305(1): 1-7.

113. Medicine di Yarnell E. Botanical per l'apparato urinario. Mondo J Urol. 2002 novembre; 20(5): 285-93.

114. Opalchenova G, studi comparativi di Obreshkova D. sull'attività di basilico--un olio essenziale dall'ocimum basilicum L. --contro gli isolati clinici resistenti del multidrug dei generi stafilococco, enterococco e pseudomonas usando i metodi di prova differenti. Metodi di microbiologia di J. 2003 luglio; 54(1): 105-10.

115. J pallido, Wilcock A, Coventry MJ. L'effetto degli oli essenziali di basilico sulla crescita dell'aeromonas hydrophila e di pseduomonas fluorescens. Microbiologia di J Appl. 1998 febbraio; 84(2): 152-8.

116. Elgayyar m., Draughon FA, DA dorato, JUNIOR del supporto. Attività antimicrobica degli oli essenziali dalle piante contro i microrganismi patogeni e saprofiti selezionati. Alimento Prot di J. 2001 luglio; 64(7): 1019-24.

117. Legno N, RB di Johnson. La relazione fra l'assunzione del pomodoro ed il rischio di guasto di scompenso cardiaco negli oggetti di periodontitis. J Clin Periodontol. 2004 luglio; 31(7): 574-80.

118. Silaste ml, Alfthan G, Aro A, et al. succo di pomodoro fa diminuire i livelli di colesterolo di LDL ed aumenta la resistenza di LDL all'ossidazione. Br J Nutr. 2007 dicembre; 98(6): 1251-8.

119. Hu MIO, Li YL, Jiang CH, Liu ZQ, Qu SL, Huang YM. Confronto degli effetti di fluvastatine e del licopene su aterosclerosi indotta da una dieta ad alta percentuale di grassi in conigli. Nutrizione. 2008 ottobre; 24(10): 1030-8.

120. Sesso HD, Liu S, Gaziano JM, seppellente JE. Licopene dietetico, a prodotti alimentari basati a pomodoro e malattia cardiovascolare in donne. J Nutr. 2003 luglio; 133(7): 2336-41.

121. Giovannucci E, Rimm eb, Liu Y, Stampfer MJ, WC di Willett. Uno studio prospettivo dei prodotti del pomodoro, del licopene e del rischio di carcinoma della prostata. Cancro nazionale Inst di J. 6 marzo 2002; 94(5): 391-8.

122. Yamamoto J, taka T, Yamada K, et al. pomodori ha effetti antitrombotici naturali. Br J Nutr. 2003 dicembre; 90(6): 1031-8.

123. Nichols GA, TUM più collinosi, Brown JB. Glucosio a digiuno normale del plasma e rischio di diagnosi del diabete di tipo 2. Med di J. 2008 giugno; 121(6): 519-24.

124. Glucosio del plasma di Kato m., di Noda m., di Suga H, di Matsumoto m., di Kanazawa Y. Fasting ed incidenza dell'diabete-implicazione per la soglia per glucosio a digiuno alterato: risultati dallo studio di gruppo basato sulla popolazione di Omiya mA. J Atheroscler Thromb. 2009;16(6):857-61.

125. Lorenzo C, Okoloise m., Williams K, mp severo, Haffner MP. La sindrome metabolica come preannunciatore del diabete di tipo 2: lo studio del cuore di San Antonio. Cura del diabete. 2003 novembre; 26(11): 3153-9.

126. HM di Lakka, Laaksonen DE, TUM di Lakka, et al. La mortalità metabolica di sindrome e di totale e della malattia cardiovascolare in uomini di mezza età. JAMA. 4 dicembre 2002; 288(21): 2709-16.

127. Dandona P, Aljada A, Chaudhuri A, Mohanty P, sindrome di Garg R. Metabolic: una prospettiva completa basata sulle interazioni fra obesità, diabete ed infiammazione. Circolazione. 22 marzo 2005; 111(11): 1448-54.

128. Ford es, Giles WH, Dietz WH. Prevalenza della sindrome metabolica fra gli adulti degli Stati Uniti: risultati dalla terza indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salute. JAMA. 16 gennaio 2002; 287(3): 356-9.

129. Ashok BT, Chen YG, Liu X, et al. obiettivi molecolari multipli di indole-3-carbinol, un anti-estrogeno chemopreventive nel cancro al seno. Cancro Prev di EUR J. 2002 agosto; 11 supplemento 2S86-S93.

130. Proprietà anti-metastatico di VP, di Ashok BT, di Chen YG, et al. Anti-cancerogeno di Garikapaty e di indole-3-carbinol nel carcinoma della prostata. Rappresentante di Oncol. 2005 gennaio; 13(1): 89-93.

131. Nachshon-Kedmi m., Yannai S, Haj A, va FA. Indole-3-carbinol e 3,3' - il diindolylmethane induce gli apoptosi in cellule di carcinoma della prostata umane. Alimento Chem Toxicol. 2003 giugno; 41(6): 745-52.

132. Yuan F, Chen DZ, Liu K, et al. attività Anti-estrogene di indole-3-carbinol in cellule cervicali: implicazione per la prevenzione di cancro cervicale. Ricerca anticancro. 1999 maggio; 19 (3A): 1673-80.

133. Il GE X, Yannai S, caglio G, Gruener N, va FA. 3,3' - Diindolylmethane induce gli apoptosi in cellule tumorali umane. Comm di ricerca di biochimica Biophys. 1° novembre 1996; 228(1): 153-8.

134. Li Y, SR di Chinni, Sarkar FH. Gli effetti regolatori e pro-apoptotici della crescita selettiva di TENUE è mediato dalle vie AKT e N-F-kappaB in cellule di carcinoma della prostata. Front Biosci. 1° gennaio 2005; 10:236-43.

135. Chilowatt di Rahman, Sarkar FH. L'inibizione di spostamento nucleare del fattore nucleare \{kappa} B contribuisce a 3,3' - da apoptosi indotti diindolylmethane in cellule di cancro al seno. Ricerca del Cancro. 1° gennaio 2005; 65(1): 364-71.

136. Chang X, Tou JC, Hong C, et al. 3,3' - Diindolylmethane inibisce l'angiogenesi e la crescita di carcinoma umano transplantable del seno in topi athymic. Carcinogenesi. 2005 aprile; 26(4): 771-8.

137. Chen DZ, Qi m., Auborn kJ, Carter TH.Indole-3-carbinol e il diindolylmethane inducono gli apoptosi delle cellule tumorali cervicali umane ed in epitelio cervicale preneoplastic murino di HPV16-transgenic. J Nutr. 2001 dicembre; 131(12): 3294-302.

138. Clarke JD, RH di Dashwood, E. noioso Multi-ha mirato alla prevenzione di cancro da sulforaphane. Cancro Lett. 8 ottobre 2008; 269(2): 291-304.

139. Jackson SJ, chilowatt di Singletary. Sulforaphane: un inibitore mitotico di carcinoma mammario naturale, che interrompe la polimerizzazione della tubulina. Carcinogenesi. 2004 febbraio; 25(2): 219-27.

140. Singh avoirdupois, Xiao D, Lew chilolitro, et al. Sulforaphane induce gli apoptosi caspase-mediati in cellule di carcinoma della prostata umane coltivate PC-3 e ritarda la crescita degli xenotrapianti PC-3 in vivo. Carcinogenesi. 25 gennaio 2004; 25(1): 83-90.

141. Frydoonfar ora, Dott di McGrath, ANNUNCIO di Spigelman. Sulforaphane inibisce la crescita di una linea cellulare del tumore del colon. DIS colorettale. 2004 gennaio; 6(1): 28-31.

142. Fahey JW, Haristoy X, Dolan PM, et al. Sulforaphane inibisce gli sforzi extracellulari, intracellulari e resistenti agli antibiotici del helicobacter pylori ed impedisce i benzo [a] dai tumori indotti da pirene dello stomaco. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 28 maggio 2002; 99(11):7610-5.

143. La zanna J, Zhou Q, Liu LZ, et al. apigenina inibisce l'angiogenesi del tumore through facendo diminuire l'espressione di VEGF e di HIF-1alpha. Carcinogenesi. 2007 aprile; 28(4): 858-64.

144. Lee WJ, settimana di Chen, Wang CJ, Lin WL, TH di Tseng. L'apigenina inibisce la crescita HGF-promossa e la metastasi dilaganti che comprendono bloccando la via di PI3K/Akt e una beta funzione di 4 integrine in cellule di cancro al seno MDA-MB-231. Toxicol Appl Pharmacol. 15 gennaio 2008; 226(2): 178-91.

145. Hu XW, Meng D, Fang J. Apigenin ha inibito la migrazione e l'invasione delle cellule umane del cancro ovarico A2780 attraverso la chinasi focale di adesione. Carcinogenesi. 2008 dicembre; 29(12): 2369-76.

146. Il SIG. di Salabat, Melstrom il LG, Strouch il MJ, et al. Geminin overexpressed nel cancro del pancreas umano e downregulated dall'apigenina del bioflavanoid nelle linee cellulari del cancro del pancreas. Mol Carcinog. 2008 novembre; 47(11): 835-44.

147. ST di Lang IA, di Galloway, Scarlett A, et al. associazione di concentrazione urinaria di bisfenolo A con i disordini medici ed anomalie del laboratorio in adulti. JAMA. 17 settembre 2008; 300(11): 1303-10.

148. Disponibile a: http://www.webmd.com/food-recipes/news/20100518/canned-food-may-expose-people-to-bpa. 27 settembre 2011 raggiunto.

149. Choi È, Cho JH, parco EJ, et al. effetti multipli del bisfenolo A, un disruptivo endocrino, sui ricevitori di GABA (A) in neuroni piramidali acutamente dissociati del ratto CA3. Ricerca di Neurosci. 2007 settembre; 59(1): 8-17.

150. MP noioso, Tang WY, Belmonte de FJ, Prins GS. L'esposizione inerente allo sviluppo all'estradiolo ed al bisfenolo A aumenta la suscettibilità a carcinogenesi della prostata ed epigenetico regola il tipo 4 ricerca della fosfodiesterasi del Cancro di variante 4. 1° giugno 2006; 66(11): 5624-32.