Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista dicembre 2011
Rapporto

Collegamento fra alcool e la morte del Cancro

Da Michelle Flagg
Collegamento fra alcool e la morte del Cancro

Coloro che non consuma l'alcool sono all'elevato rischio di attacco di cuore e del colpo ischemico. Eppure molti di noi bevande alcoliche della bevanda sicuro.

Bere di problema è definito come 12-15 bevande un la settimana dagli istituti della sanità nazionali.1

Eppure secondo l'ultima ricerca, l'alcool negli importi più moderati può essere micidiale.

In una di più grandi analisi del suo genere, i 2011 che uno studio epidemiologico di otto paesi d'Europa occidentale ha rivelato quello l'alcool bevente hanno rappresentato 1 su 10 casi del cancro negli uomini e 1 in 30 per le donne, che tendono a bere di meno.2

Questi colorettali inclusi e cancro al seno, con i cancri del tratto gastrointestinale e del fegato superiori. L'incidenza del Cancro non è stata limitata ai bevitori pesanti. Anche coloro che ha avuto una - due bevande un il giorno erano al rischio.

Come ha potuto questo accadere?

Non sentirete questo dalla maggior parte dei medici, ma l'alcool dei convertiti del corpo in un metabolita DNA-distruggente ha chiamato l'acetaldeide. È un composto sufficiente pericoloso per essere classificato ufficialmente come agente cancerogeno per l'agenzia internazionale per la ricerca su Cancro.3-8 le buone notizie sono che le sostanze nutrienti che specifiche molti membridel ® del prolungamento della vita già prendono sono state indicate per neutralizzare gli effetti cancerogeni di acetaldeide prima che prendano la tenuta.

In questo articolo, un regime nutrizionale dell'anti-alcool scientifico convalidato e completo è dettagliato. Scoprirete come l'acetaldeide interferisce con i processi biologici e cellulari per indurre le anomalie funzionali e metaboliche che conducono a cancro.

Inoltre imparerete gli interventi nutrienti che funzionano via le vie multiple per proteggere dagli effetti più pericolosi dell'alcool una volta presi prima o dopo bevete.

Quando bevete l'alcool, alcuno di converte in metabolita chiamato acetaldeide, che è una molecola altamente reattiva che causa il cancro attraverso vari meccanismi. L'acetaldeide è inoltre un fattore primario in questione nelle ripercussioni sgradevoli di giorno successivo di ingestione in eccesso dell'etanolo.9

L'acetaldeide lega a DNA, causante le mutazioni che possono iniziare lo sviluppo del cancro.5,10.11 Produce le specie reattive dell'ossigeno (ROS) quelle conduce ad infiammazione, promuovente lo sviluppo del tumore una volta che una cellula cancerogena si è formata.L'acetaldeide 7,8 altera i sistemi di difesa antiossidanti naturali delle cellule, rendente li ancora più vulnerabili a danno cancerogeno dell'ossidante.8 vuota le cellule della vitamina b6, le capacità di ulteriori cellule d'indebolimento di combattere l'ossidazione.12 ed acetaldeide interferisce con acido folico, bloccare i meccanismi naturali della riparazione del DNA delle cellule ed avanza la promozione della crescita del cancro.13

La strategia più efficace per la riduzione del rischio di cancro in relazione con l'alcool è di riduzione il consumo dell'alcool.14

Vitamine antiossidanti

Ma l'alcool occupa un posto complicato nell'odierna coscienza di salute. Fornisce alcuni benefici definiti a salute cardiovascolare una volta utilizzato in piccolo agli importi moderati.15 e, per molti, l'alcool produce sia la dipendenza psicologica che biologica, rendente lo difficile smettere semplicemente bere.16 inoltre, molta della nostra interazione sociale si presenta con alcuni livelli di alcool.

Fortunatamente, ci sono sostanze nutrienti provate che permettono la protezione antiossidante potente, mentre altre direttamente interferiscono con produzione dell'acetaldeide in cellule di fegato. Ancora altri possono ristabilire i depositi calanti del corpo delle sostanze nutrienti essenziali.

Questi effetti possono aiutarvi insieme a ridurre il vostro rischio del cancro se scegliete di consumare l'alcool.

Vitamine antiossidanti

Riduzione orale di rischio di Cancro della tabella 1. dalle vitamine e dalle sostanze nutrienti antiossidanti17
Vitamina Le percentuali di riduzione dentro
Rischio di Cancro
Vitamina b6 41%
Carotene 39%
Acido folico 39%
Niacina 38%
Colleen Fitzpatrick 37%
Vitamina E 26%
Tiamina 18%
Vitamina D 17%
Riboflavina 13%
Zinco 11%
Licopene 9%

Uno di migliori e modi più generali combattere dallo lo sforzo ossidativo indotto da acetaldeide che segue il consumo dell'alcool è di assicurare che uno ha un'assunzione regolare adeguata delle vitamine antiossidanti chiave.17 (vedi generalmente la tabella 1) più alta l'assunzione di queste vitamine, più basso il rischio di maggior parte di cancri.18,19 bevitori dell'alcool sono particolarmente vulnerabili a questo effetto: la combinazione di alta ingestione di alcol e di assunzione antiossidante bassa della vitamina aumenta il rischio di tumore del colon più di 6-fold.20,21

Il trattamento con le sostanze nutrienti e le vitamine antiossidanti può proteggere il DNA delicato da danno cancerogeno e ridurre l'infiammazione che promuove lo sviluppo del cancro nella gente che usa l'alcool cronicamente.22,23 uno studio 2010 di Harvard hanno dimostrato che le assunzioni delle vitamine A, C ed E da alimento da solo non hanno ridotto il rischio di tumore del colon.24 quando le assunzioni dai supplementi erano incluse, il rischio è caduto da 19% per l'assunzione della vitamina C e da 22% dalla vitamina il E.24 lo stesso studio ha dimostrato una diminuzione di 12% nel rischio di cancro da multivitaminico e dal completamento folico. I simili effetti sono stati dimostrati per altri tipi del cancro, compreso vari tumori cerebrali.25

Selenio

Il selenio è una componente dietetica essenziale per vita umana ed è stato indicato per essere protettivo contro cancro.26 è un costituente vitale di cosiddetti selenoproteins che sono necessari per la funzione adeguata della riparazione del DNA e dell'antiossidante di parecchi sistemi intracellulari importanti.La carenza del selenio 26 conduce il danno aumentato del DNA e la probabilità aumentata di cancro in animali da laboratorio, mentre il selenio dietetico riduce la formazione di tessuto precanceroso.27,28

In esseri umani, lo stato basso del selenio è associato a un aumentato rischio di tumore del colon.29 livelli del selenio tendono ad essere ridotti nella gente che beve regolarmente l'alcool.30 che sta interessando particolarmente perché la carenza del selenio è un fattore di rischio importante per cancro del fegato; per contro, la gente con i livelli elevati di selenio nei loro tessuti ha un rapporto di riproduzione di 50% del loro rischio di questo cancro.31

Cisteina dell'N-acetile e del glutatione (NAC)

Lo sforzo ossidativo combinato con acetaldeide causa un danno profondo dei sistemi antiossidanti naturali del corpo, vuotando i depositi di un composto chiamato glutatione.Il glutatione sano cellulare di ristabilimento 32 livella, quindi, sembra essere una strategia naturale per impedire i cancri in relazione con l'alcool.

la cisteina dell'N-acetile (NAC) potente riempie i livelli del glutatione in tessuti, contribuenti a respingere le conseguenze dello sforzo ossidativo acuto.33,34 è ampiamente usato nella medicina convenzionale combattere l'impatto delle ingestioni tossiche, quale la dose eccessiva dell'acetaminofene (Tylenol®).35 ratti completati con NAC prima del trattamento con acetaldeide sono potente protetti contro la tossicità e la morte; l'effetto è ancor più potente una volta combinato con vitamina C e tiamina.36 indipendente, il NAC lega direttamente l'acetaldeide, ulteriore impedendo i suoi effetti offensivi.37

Morte del Cancro e dell'alcool
  • Uno studio del punto di riferimento 2011 ha rivelato quello l'alcool bevente può rappresentare 1 su 10 casi del cancro negli uomini e 1 in 30 per le donne.
  • Anche il consumo modesto dell'alcool è stato trovato per aumentare il rischio per la maggior parte delle forme di cancro. Ciò si presenta a causa di un processo poco noto in cui il vostro corpo converte l'alcool in acetaldeide, un agente cancerogeno conosciuto.
  • Potete aiutare il vostro corpo a combattere gli effetti cancerogeni dell'alcool scegliendo un regime delle sostanze nutrienti e dei phytonutrients che efficacemente neutralizza gli effetti tossici dell'alcool, compreso la silimarina dall'estratto del cardo selvatico di latte, dai resveratroli, dall'estratto del seme dell'uva e dall'erba di orzo.
  • Altri composti possono aiutarvi a ristabilire le sostanze nutrienti ed i minerali vuotati dal vostro corpo come conseguenza del consumo dell'alcool, compreso selenio e il benfotiamine.

Benfotiamine

Morte del Cancro e dell'alcool

Benfotiamine è una forma solubile nel grasso di tiamina (vitamina B1).38 è il più noto per i suoi effetti protettivi contro formazione di prodotti finiti avanzati di glycation (età) nella gente con il diabete o la sindrome metabolica.39 poiché le età sono conosciute per svolgere un ruolo principale nella formazione del cancro (promuovendo danno ed infiammazione ossidativi), il benfotiamine 40 sta trovando un ruolo nella prevenzione del cancro pure. Da un meccanismo separato, il benfotiamine inoltre direttamente impedisce il danno delle cellule in seguito ad uso dell'alcool.41 e benfotiamine ha effetti antiossidanti significativi, impedicenti l'induzione di danno cancerogeno del DNA nelle ricerche di laboratorio.39,42

Acido folico e stessi

Oltre a produzione tossica dell'acetaldeide, il consumo dell'alcool vuota il corpo di determinate sostanze nutrienti importanti. Le carenze di acido folico, di zinco e della metionina contenente zolfo dell'aminoacido sono frequenti fra i bevitori.6,43,44 cellule che mancano di queste sostanze nutrienti non possono sopprimere i geni del cancro chiamati proto-oncogeni, spesso con conseguente inizio di un cancro.10,45 rispetto ai non bevitori, uomini che consumano più di un quotidiano di due bevande dell'alcool ha un rischio aumentato 64% di tumore del colon, mentre le donne hanno un aumento di 84%.11 ma quelli con le più alte assunzioni della metionina e dell'acido folico abbia circa un terzo più a basso rischio di tumore del colon.11

Il completamento con acido folico, zinco e S-adenosylmethionine (stesso) è un modo efficace di impedire queste carenze in relazione con l'alcool diffuse e potenzialmente di riduzione del rischio del cancro.46-49 stesso ha valore supplementare perché, come NAC, aiuta il glutatione vuotato restauro in cellule alcool-nocive, assicurante la protezione antiossidante supplementare.50,51

Chlorophyllin

Chlorophyllin è una forma solubile in acqua della clorofilla del pigmento della pianta verde.52,53 è stato valutato come agente chemopreventive in popolazioni ad ad alto rischio per cancro del fegato, uno dei tumori più comuni conosciuti ed uno che è causato frequentemente dalle tossine ingerite.52-54 Chlorophyllin è un grande pensiero della molecola da legare a molti agenti cancerogeni e tossine, miglioranti la loro escrezione dal corpo prima che danneggino il DNA.54,55 legare alle tossine nell'intestino impedisce il loro assorbimento, ulteriore riducendo i loro effetti producenti Cancro.54 Chlorophyllin inoltre inducono gli enzimi importanti che proteggono dagli ossidanti in seguito alle tossine quale acetaldeide, mentre però riducendo espressione dei mediatori infiammatori.56,57

Estratti di semi dell'uva

Estratti di semi dell'uva

Gli estratti di semi dell'uva sono conosciuti per essere antiossidanti potenti con le indennità-malattia su molti tessuti. Sia negli studi dell'essere umano che dell'animale, questi estratti riducono gli indicatori di danno ossidativo e migliorano i meccanismi antiossidanti naturali per proteggere le cellule ed il DNA dalla lesione.58-62 gli estratti di semi dell'uva sono stati indicati per impedire dal il danno ossidativo indotto da alcool in tutti i tessuti esaminati negli studi sugli animali.63,64 questi estratti sono altamente bioavailable in esseri umani, facente li che fanno appello particolarmente nel combattimento degli effetti cancerogeni dell'alcool.65,66

Silimarina (dal cardo selvatico di latte)

Tabella fumo di 2. e rischio di Cancro in relazione con l'alcool: 1965-2008
Prevalenza di fumo negli Stati Uniti, 1965 40%86
Prevalenza di fumo negli Stati Uniti, 1987 29%86
Le percentuali dei cancri evitabili dall'eliminazione di tabagismo 30%86
Le percentuali della bocca, dell'esofago e del cancro polmonare evitabile non fumando 90%86
Riduzione delle morti dal fumo, dal colesterolo, dalla pressione sanguigna e dall'inattività fisica, 2000 contro 1980 308,90087
Vita anni guadagnati con riduzione del fumo, di colesterolo, della pressione sanguigna e dell'inattività fisica 2.770.500 vita anni87
Riduzione delle morti fumare-attribuibili del cancro, 1979-2005 8.9%88
Riduzione delle morti fumare-attribuibili del cancro in California (programma di controllo sponsorizzato dallo stato del tabacco), 1979-2005 25.7%88
Le percentuali dei cancri si sono riferite al consumo dell'alcool, 2008 Fino a 44%88
Malgrado precipitare i tassi di cancri correlati al fumo, i tassi in relazione con l'alcool del cancro rimangono alti.

La silimarina è un composto estratto dalla pianta del cardo selvatico di latte. Lungamente è stato usato per migliorare la salute del fegato e per migliorare l'escrezione delle tossine, specialmente quelle che sono collegati con la tossicità dell'alcool. La silimarina è un antiossidante potente e protegge il DNA da danno cancerogeno, particolarmente dall'nell'affezione epatica indotta da alcool.22,67 inibisce la conversione di etanolo ad acetaldeide e riduce la proliferazione delle cellule nei modelli del laboratorio di cancro del fegato.68

La silimarina inoltre stabilizza le membrane cellulari e promuove la rigenerazione normale delle cellule di fegato.67,69 riduce i mediatori infiammatori che contribuiscono altrimenti a promuovere la crescita del cancro.Un'amministrazione di 67,69,70 lungo termine della silimarina aumenta significativamente il tempo di sopravvivenza dei pazienti con cirrosi epatica, un frequente precursore di cancro del fegato.69 ricerche di laboratorio rivelano che la silimarina riduce la proliferazione delle cellule del tumore e la nuova crescita del vaso sanguigno, contribuenti a morire di fame i tumori delle sostanze nutrienti e dell'ossigeno vitali.69 per concludere, la silimarina è stata indicata per inibire lo sviluppo delle metastasi del tumore, aiutante la diffusione di limite di cancro.69

Picrorhiza

Il kurroa di Picrorhiza è un membro della famiglia di scrofularia, con una lunga storia di uso in sistemi sanitari asiatici del sud tradizionali.71 estratto di Picrorhiza dato agli animali da laboratorio che seguono inverso cronico di ingestione di alcol la maggior parte dei cambiamenti biochimici deleteri indotti da alcool.72,73 un antiossidante potente, picrorhiza 71 inoltre hanno gli effetti anticancro specifici, durata del cancro indotto da tossina d'inibizione della generazione ed aumentare degli animali tumore-afflitti.74,75 Picrorhiza inoltre molto specificamente modificano “il fattore-kappaB nucleare chiamato infiammatorio della molecola matrice„, riducente la produzione delle citochine infiammatorie che possono promuovere la crescita del tumore.76 che il meccanismo, con altri, inoltre promuove la morte di cellula tumorale dagli apoptosi.71,76

Erba di orzo

Erba di orzo

L'orzo è di un grano ricco d'antiossidante e della fibra con una serie di proprietà chemopreventive di interesse particolare nel contesto di cancro.77 da tumori gastrointestinali indotti da tossina in topi possono essere impediti facendo uso degli estratti di grano o di crusca dell'orzo.77,78 una proteina disoppressione potente hanno chiamato il lunasin, in primo luogo identificato in proteina di soia, ora sono stati scoperti per essere abbondanti in orzo pure.Un lunasin di 79,80 orzi sopprime la formazione di colonie delle cellule del tumore e protegge il DNA dai cambiamenti cancerogeni.I 79,80 estratti dell'erba di orzo inoltre serviscono una funzione prebiotic, modificante l'ambiente intestinale per impedire dai i tumori del colon indotti da tossina.81

Resveratroli

Il resveratrolo è un polifenolo versatile derivato dall'uva e da altre piante. Come la maggior parte dei polifenoli, il resveratrolo è inoltre un antiossidante e un protettore potenti di DNA e dei mitocondri contro gli effetti tossici dell'alcool.64,82,83 anche dopo che il danno del DNA ha accaduto, commutatori di resveratroli sui meccanismi essenziali di riparazione del DNA per guarire la lesione prima che possa avviare il cambiamento cancerogeno.83

Ma il resveratrolo ha altri effetti sulla salute benefici indipendenti raggiunti con il suo regolamento positivo di una molecola di controllo chiamata SIRT1. Il resveratrolo attiva SIRT1 in vitro e produce i cambiamenti che imitano il meccanismo migliore studiato la restrizione- calorica per massimizzare la durata negli organismi viventi.84 commutatori SIRT1 fuori da produzione di molte citochine infiammatorie che contribuiscono alla promozione del cancro.85 quando le cellule co-sono coltivate con i resveratroli prima dell'esposizione ai metaboliti dell'alcool, forniscono il risultato infiammatorio di molte meno citochine- dell'attivazione SIRT1.85 tutti di questi meccanismi contribuiscono insieme agli effetti anticancro potenti del resveratrolo.

Riassunto

Uno studio del punto di riferimento 2011 ha rivelato quello l'alcool bevente può rappresentare 1 su 10 casi del cancro negli uomini e 1 in 30 per le donne. Anche il consumo modesto dell'alcool è stato trovato per aumentare il rischio per la maggior parte delle forme di cancro. Ciò si presenta a causa di un processo poco noto in cui il vostro corpo converte l'alcool in acetaldeide, un agente cancerogeno ufficialmente classificato.

L'acetaldeide amplifica il rischio di cancro infliggendo lo sforzo ossidativo che il DNA di danni, impedisce la riparazione del DNA ed avvia una cascata pro-infiammatoria.

Potete contribuire a neutralizzare questi effetti cancerogeni con un regime nutrizionale completo. Questi includono ai i composti basati a pianta come la silimarina dall'estratto del cardo selvatico di latte, dai resveratroli, dall'estratto del seme dell'uva e dall'erba di orzo. L'assunzione aumentante delle vitamine specifiche e dei minerali può aiutarvi a ristabilire quelli vuotati dal vostro corpo come conseguenza del consumo dell'alcool, compreso selenio, la vitamina b6 e l'acido folico.

È particolarmente importante prendere le sostanze nutrienti come il benfotiamine, la cisteina dell'N-acetile (NAC), la vitamina C e stesse prima o mentre ingerisce l'alcool. Se dimenticate, prenda queste sostanze nutrienti subito dopo di ingestione di alcol.

Impatto della tabella 3. di alcool che beve sui tassi del Cancro, 201188
  Uomini Donne
Incidenza del Cancro attribuibile al consumo dell'alcool (totale) 10% 3%
Per i Cancri orali, esofagei e tracheali 44% 25%
Per cancro del fegato 33% 18%
Per Cancro colorettale 17% 4%
Cancro al seno femminile 5%
Percentuale dei Cancri in relazione con l'alcool totali attribuibili limite superiore di quanto raccomandato del consumo dell'alcool al maggior 19% 4%

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a 1-866-864-3027.

Riferimenti

1. Disponibile a: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0001940/ ha acceduto al 21 agosto 2011.

2. Schutze m., Boeing H, Pischon T, et al. carico attribuibile dell'alcool dell'incidenza di cancro in otto paesi europei basati sui risultati dallo studio di gruppo futuro. BMJ. 2011; 342: d1584.

3. Druesne-Pecollo N, Tehard B, maglio Y, et al. alcool e polimorfismi genetici: effetto sul rischio di cancro in relazione con l'alcool. Lancetta Oncol. 2009 febbraio; 10(2): 173-80.

4. Juliano C, Cossu m., la TA di Rota, Satta D, Poggi P, Giunchedi P. Buccal riduce in pani contenere la cisteina e la clorexidina per la riduzione dei livelli dell'acetaldeide nella cavità orale. Sviluppatore Ind Pharm della droga. 31 marzo 2011.

5. Ruscelli PJ, Theruvathu JA. Complessi del DNA da acetaldeide: implicazioni per carcinogenesi in relazione con l'alcool. Alcool. 2005 aprile; 35(3): 187-93.

6. Poschl G, Seitz HK. Alcool e cancro. Alcole dell'alcool. 2004 maggio-giugno; 39(3): 155-65.

7. Seitz HK, Homann N. Il ruolo di acetaldeide nel cancro alcool-collegato del tratto gastrointestinale. Novartis ha trovato Symp. 2007;285:110-9; discussione 119-4, 198-9.

8. Seitz HK, fattori di rischio di Stickel F. e meccanismi del hepatocarcinogenesis con importanza particolare su alcool e sullo sforzo ossidativo. Biol chim. 2006 aprile; 387(4): 349-60.

9. Recinzione della R, van Nuland M, LA di Fliervoet, Olivier B, Verster JC. La patologia di postumi di una sbornia dell'alcool. Rev. 2010 di abuso di droga di Curr giugno; 3(2): 68-75.

10. Yu HS, Oyama T, Isse T, et al. formazione dei complessi acetaldeide-derivati del DNA dovuto esposizione dell'alcool. Le bioe di Chem interagiscono. 5 dicembre 2010; 188(3): 367-75.

11. Giovannucci E, Stampfer MJ, Colditz GA, et al. folato, metionina e ingestione di alcol e rischio di adenoma colorettale. Cancro nazionale Inst di J. 2 giugno 1993; 85(11): 875-84.

12. Vasdev S, Wadhawan S, Ford CA, Parai S, Longerich L, il completamento di vitamina b6 di Gadag V. Dietary impedisce dall'l'ipertensione indotta da etanolo in ratti. Nutr Metab Cardiovasc DIS. 1999 aprile; 9(2): 55-63.

13. TUM dei venditori, LH di Kushi, JUNIOR di Cerhan, et al. assunzione, alcool e rischio folici dietetici di cancro al seno in uno studio prospettivo delle donne postmenopausali. Epidemiologia. 2001 luglio; 12(4): 420-8.

14. Winstanley MH, Pratt È, Chapman K, et al. l'alcool e cancro: una dichiarazione di posizione dal Consiglio Australia del Cancro. Med J Aust. 2 maggio 2011; 194(9): 479-82.

15. Se di Brien, PE di Ronksley, Turner BJ, Mukamal kJ, Ghali WA. L'effetto del consumo dell'alcool sugli indicatori biologici si è associato con il rischio di coronaropatia: rassegna e meta-analisi sistematiche degli studi interventistici. BMJ. 22 febbraio 2011; 342: d636.

16. RA di Hendler, Ramchandani VA, Gilman J, Hommer DW. Stimolante ed effetti sedativi di alcool. Cima Behav Neurosci di Curr. 11 maggio 2011.

17. Negri E, Franceschi S, Bosetti C, et al. micronutrienti selezionati e cancro orale e faringale. Cancro di Int J. 2000 1° aprile; 86(1): 122-7.

18. EM di Bulger, Helton WS. Antiossidanti nutrienti nelle malattie gastrointestinali. Nord di Gastroenterol Clin. 1998 giugno; 27(2): 403-19

19. Fibra dell'alabastro O, di Tang Z, di Shivapurkar N. Dietary e il modelation chemopreventive di carcinogenesi dei due punti. Ricerca di Mutat. 19 febbraio 1996; 350(1): 185-97.

20. Jedrychowski W, Steindorf K, Popiela T, et al. rischio di cancro colorettale dal consumo dell'alcool alle assunzioni più basse della vitamina. Uno studio ospedaliero di caso-control in Polonia. Rev Environ Health. 2001 luglio-settembre; 16(3): 213-22.

21. Consumo di Jedrychowski W, di Steindorf K, di Popiela T, et al. dell'alcool ed il rischio di cancro colorettale ai bassi livelli di assunzione del micronutriente. Med Sci Monit. 2002 maggio; 8(5): CR357-63.

22. HL dell'ha, Shin HJ, Feitelson mA, Dy di Yu. Sforzo ossidativo ed antiossidanti in patogenesi epatica. Mondo J Gastroenterol. 28 dicembre 2010; 16(48): 6035-43.

23. CS di Yang, LU G, Ju J, Li GX. Inibizione di infiammazione e carcinogenesi nel polmone e due punti dai tocoferoli. Ann N Y Acad Sci. 2010 agosto; 1203:29-34.

24. Parcheggi Y, Spiegelman D, cacciatore DJ, et al. assunzioni delle vitamine A, C ed E ed uso dei supplementi multipli della vitamina e rischio di tumore del colon: un'analisi riunita degli studi di gruppo futuri. Il Cancro causa il controllo. 2010 novembre; 21(11): 1745-57.

25. Sheweita SA, sceicco BY. Possono gli antiossidanti dietetici ridurre l'incidenza dei tumori cerebrali? Droga Metab di Curr. 25 marzo 2011.

26. Brozmanova J, Manikova D, Vlckova V, Chovanec M. Selenium: una spada a doppio taglio per difesa e l'offesa nel cancro. Arco Toxicol. 2010 dicembre; 84(12): 919-38.

27. Kautiainen A, Tornqvist m., Olsson U. Effects della carenza del selenio sulla formazione e sulla disintossicazione di elettrofili endogeni in ratti. Biochimica di J Nutr. 2000 settembre; 11(9): 425-30.

28. Feng Y, Finley JW, CD di Davis, settimana di Becker, Fretland AJ, Hein DW. Il selenio dietetico riduce la formazione di cripte aberranti in ratti ha amministrato 3,2' - dimethyl-4-aminobiphenyl. Toxicol Appl Pharmacol. 15 maggio 1999; 157(1): 36-42.

29. Eventi di Ferguson LR, di Karunasinghe N, di Philpott M. Epigenetic e protezione da tumore del colon in Nuova Zelanda. Circondi Mol Mutagen. 2004;44(1):36-43.

30. Dey Sarkar P, Ramprasad N, Dey Sarkar I, Shivaprakash TM. Lo studio sullo sforzo e sull'oligoelemento ossidativi livella in pazienti con la coronaropatia alcolica ed analcolica. J indiano Physiol Pharmacol. 2007 aprile-giugno; 51(2): 141-6.

31. BI di Sakoda LC, di Graubard, selenio di Evans aa, et al. dell'unghia del piede e rischio di mortalità epatocellulare di carcinoma nella città di Haimen, Cina. Cancro di Int J. 1° luglio 2005; 115(4): 618-24.

32. McKillop IH, Schrum LW. Alcool e cancro del fegato. Alcool. 2005 aprile; 35(3): 195-203.

33. Pascale R, Daino L, Garcea R, et al. inibizione da etanolo dell'atpasi della membrana di plasma del fegato del ratto (Na+, K+): effetto protettivo di S-adenosyl-L-metionina, di L-metionina e di N-acetilcisteina. Toxicol Appl Pharmacol. 1989 febbraio; 97(2): 216-29.

34. Novitskiy G, Traore K, Wang L, Trush mA, Mezey E. Effects di etanolo e di acetaldeide su produzione reattiva di specie dell'ossigeno in cellule stellari epatiche del ratto. Ricerca di Clin Exp dell'alcool. 2006 agosto; 30(8): 1429-35.

35. Klein-Schwartz W, acetilcisteina di Doyon S. Intravenous per il trattamento della dose eccessiva dell'acetaminofene. Esperto Opin Pharmacother. 2011 gennaio; 12(1): 119-30.

36. Sprince H, Parker cm, GG di Smith, Gonzales LJ. Azione protettiva di acido ascorbico e dei composti solforati contro tossicità dell'acetaldeide: implicazioni nell'alcolismo e nel fumo. Azioni degli agenti. 1975 maggio; 5(2): 164-73.

37. Vasdev S, Mian T, Longerich L, Prabhakaran V, cisteina dell'N-acetile di Parai S. attenua l'ipertensione indotta etanolo in ratti. Arteria. 1995;21(6):312-6.

38. Balakumar P, Rohilla A, Krishan P, Solairaj P, Thangathirupathi A. Il potenziale terapeutico complesso del benfotiamine. Ricerca di Pharmacol. 2010 giugno; 61(6): 482-8.

39. Schmid U, tappo H, Heidland A, mostre di Schupp N. Benfotiamine dirige la capacità antiossidante ed impedisce l'induzione di danno del DNA in vitro. Rev. 2008 di ricerca di Metab del diabete luglio-agosto; 24(5): 371-7.

40. Na di Ansari, glycation di Rasheed Z. Non-enzymatic delle proteine: da diabete a cancro. Biomed Khim. 2010 marzo-aprile; 56(2): 168-78.

41. Abuso di alcool di Ayazpoor U. Chronic. Benfotiamine nel danno dell'alcool è un imperativo. Med di MMW Fortschr. 19 aprile 2001; 143(16): 53.

42. Schupp N, EM di Dette, Schmid U, et al. Benfotiamine riduce il danno genomica in linfociti periferici dei pazienti di emodialisi. Arco Pharmacol di Naunyn Schmiedebergs. 2008 settembre; 378(3): 283-91.

43. Folato, alcool, metionina e rischio di tumore del colon: c'è un tema dell'unificazione? Rev. 1994 di Nutr gennaio; 52(1): 18-20.

44. Dinsmore WW, McMaster D, Callender ME, Buchanan KD, amore AH. Oligoelementi ed alcool. Il totale di Sci circonda. 15 marzo 1985; 42 (1-2): 109-19.

45. Purohit V, Khalsa J, Serrano J. Mechanisms dei cancri alcool-collegati: introduzione e riassunto del simposio. Alcool. 2005 aprile; 35(3): 155-60.

46. Vasaio JD. Rifornimento metilico, metile che metabolizza gli enzimi e neoplasia colorettale. J Nutr. 2002 agosto; 132 (8 supplementi): 2410S-12S.

47. Fattori di Hermann S, di Rohrmann S, di Linseisen J. Lifestyle, obesità ed il rischio di adenomi colorettali a Epico-Heidelberg. Il Cancro causa il controllo. 2009 ottobre; 20(8): 1397-408.

48. Sc di LU, Mato JM. Ruolo del adenosyltransferase e di S-adenosylmethionine della metionina nel cancro del fegato alcool-collegato. Alcool. 2005 aprile; 35(3): 227-34.

49. Prasad COME, Beck FW, CC di Snell, Kucuk O. Zinc nella prevenzione del cancro. Cancro di Nutr. 2009;61(6):879-87.

50. Holguin F, muschio I, LA di Brown, Guidot dm. L'ingestione cronica dell'etanolo altera il tipo alveolare omeostasi e funzione del glutatione delle cellule di II e predispone alla lesione di polmone edematica acuta endotossina-mediata in ratti. J Clin investe. 15 febbraio 1998; 101(4): 761-8.

51. CL di Powell, BU di Bradford, Craig CP, et al. meccanismo per la prevenzione dal del disturbo al fegato indotto da alcool dai donatori metilici dietetici. Toxicol Sci. 2010 maggio; 115(1): 131-9.

52. PA di Egner, Munoz A, Kensler TW. Chemoprevention con il chlorophyllin in individui ha esposto ad aflatossina dietetica. Ricerca di Mutat. 2003 febbraio-marzo; 523-524: 209-16.

53. Il PA di Egner, Wang JB, Zhu l'anno, et al. intervento di Chlorophyllin riduce i complessi aflatossina-DNA in individui ad ad alto rischio per cancro del fegato. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 4 dicembre 2001; 98(25): 14601-6.

54. Kensler TW, PA di Egner, Wang JB, et al. Chemoprevention di carcinoma epatocellulare nelle aree di endemico dell'aflatossina. Gastroenterologia. 2004 novembre; 127 (5 supplementi 1): S310-8.

55. Cancro di Ferguson LR, di Philpott m., di Karunasinghe N. Dietary e prevenzione facendo uso degli antimutageni. Tossicologia. 20 maggio 2004; 198 (1-3): 147-59.

56. Fahey JW, Stephenson KK, Dinkova-Kostova A, il PA di Egner, Kensler TW, Talalay P. Chlorophyll, il chlorophyllin ed i tetrapirroli relativi sono induttori significativi dei geni cytoprotective di fase 2 mammiferi. Carcinogenesi. 2005 luglio; 26(7): 1247-55.

57. YUN CH, figlio CG, Chung dk, Han SH. Chlorophyllin attenua l'espressione di IFN-gamma in cellule mononucleari spleniche murine lipopolysaccharide-stimolate via la soppressione della produzione IL-12. Int Immunopharmacol. 2005 dicembre; 5 (13-14): 1926-35.

58. Simonetti P, Ciappellano S, Gardana C, Bramati L, Pietta P. Procyanidins da Vitis vinifera semina: in vivo effetti sullo sforzo ossidativo. Alimento chim. di J Agric. 9 ottobre 2002; 50(21): 6217-21.

59. Smazzi la P, Lou H. Effects dei polifenoli dai semi dell'uva su danneggiamento ossidativo di DNA cellulare. Mol Cell Biochem. 2004 dicembre; 267 (1-2): 67-74.

60. Llopiz N, Puiggros F, Cespedes E, et al. effetto di Antigenotoxic dell'estratto del procyanidin del seme dell'uva in cellule della FAO ha presentato allo sforzo ossidativo. Alimento chim. di J Agric. 10 marzo 2004; 52(5): 1083-7.

61. La LU Y, Zhao WZ, Chang Z, Chen WX, Li L. Procyanidins dai semi dell'uva protegge da da danno cellulare di phorbol e genotossico ossidativo indotto da estere. Peccato di Pharmacol di acta. 2004 agosto; 25(8): 1083-9.

62. Busserolles J, Gueux E, Balasinska B, et al. l'attività in vivo antiossidante degli estratti ricchi procyanidin dal seme dell'uva ed il pino (pinus maritima) scortecciano in ratti. Ricerca di Int J Vitam Nutr. 2006 gennaio; 76(1): 22-7.

63. EL-Ashmawy IM, Saleh A, Salama OM. Effetti del petrolio volatile delle maggiorane e dell'estratto del seme dell'uva su tossicità dell'etanolo in ratti maschii. Clin di base Pharmacol Toxicol. 2007 novembre; 101(5): 320-7.

64. Guo L, LH di Wang, Sun B, et al. dirige in vivo la prova degli effetti protettivi delle frazioni del procyanidin del seme dell'uva ed altri antiossidanti contro da DNA ossidativo indotto da etanolo danneggiano in cellule cerebrali del topo. Alimento chim. di J Agric. 11 luglio 2007; 55(14): 5881-91.

65. Sano A, Yamakoshi J, Tokutake S, Tobe K, Kubota Y, Kikuchi M. Procyanidin B1 è individuato in siero umano dopo che assunzione dell' estratto ricco di proantocianidina del seme dell'uva. Biochimica di Biosci Biotechnol. 2003 maggio; 67(5): 1140-3.

66. Reparto NC, piccola fattoria KD, Puddey IB, Hodgson JM. Il completamento con i polifenoli del seme dell'uva provoca un'escrezione urinaria aumentata di acido hydroxyphenylpropionic 3, un metabolita importante delle proantocianidine in esseri umani. Alimento chim. di J Agric. 25 agosto 2004; 52(17): 5545-9.

67. Feher J, Lengyel G. Silymarin nel trattamento delle malattie del fegato croniche: passato e futuro. Orv Hetil. 21 dicembre 2008; 149(51): 2413-8.

68. Brandon-Warner E, Sugg JA, Schrum LW, McKillop IH. Silibinin inibisce il metabolismo dell'etanolo e la proliferazione etanolo-dipendente delle cellule in un modello in vitro di carcinoma epatocellulare. Cancro Lett. 1° maggio 2010; 291(1): 120-9.

69. Feher J, Lengyel G. Silymarin nella prevenzione e nel trattamento delle malattie del fegato e del cancro del fegato primario. Curr Pharm Biotechnol. 5 aprile 2011.

70. Ralhan R, Pandey Mk, BB di Aggarwal. La fattore-kappa nucleare B collega gli agenti cancerogeni e chemopreventive. Front Biosci (Schol Ed). 2009;1:45-60.

71. Rajkumar V, Guha G, Kumar RA. Attività antiossidanti ed antineoplastiche degli estratti di kurroa di Picrorhiza. Alimento Chem Toxicol. 2011 febbraio; 49(2): 363-9.

72. Rastogi R, Saksena S, Garg NK, Kapoor NK, DP di Agarwal, BN di Dhawan. Picroliv protegge da da epatotossicità cronica indotta da alcool in ratti. Med di Planta. 1996 giugno; 62(3): 283-5.

73. Saraswat B, Visen PK, Patnaik GK, BN di Dhawan. Ex vivo e in vivo le indagini su picroliv dal kurroa di Picrorhiza in un'intossicazione dell'alcool modellano in ratti. J Ethnopharmacol. 1999 settembre; 66(3): 263-9.

74. Rajeshkumar NV, Kuttan R. Inhibition dal del hepatocarcinogenesis indotto da n da Picroliv. Ricerca del Cancro di J Exp Clin. 2000 dicembre; 19(4): 459-65.

75. Rajeshkumar NV, effetto di Picroliv, il costituente attivo di Kuttan R. Protective del kurroa di Picrorhiza, contro carcinogenesi chimica in topi. Agente mutageno di Teratog Carcinog. 2001;21(4):303-13.

76. Anand P, Kunnumakkara ab, KB di Harikumar, Ahn KS, Badmaev V, BB di Aggarwal. La modifica del residuo della cisteina nell'unità secondaria p65 del fattore-kappaB nucleare (N-F-kappaB) da picroliv sopprime i prodotti N-F-kappaB-regolati del gene e rafforza gli apoptosi. Ricerca del Cancro. 1° novembre 2008; 68(21): 8861-70.

77. McIntosh GH, Jorgensen L, Royle P. Il potenziale di una di una fonte ricca di fibra dietetica insolubile da orzo di proteggere dai tumori intestinali indotti DMH in ratti. Cancro di Nutr. 1993;19(2):213-21.

78. McIntosh GH, Le Leu RK, Royle PJ, giovane GP. Uno studio comparativo sull'influenza delle crusche differenti dell'orzo dai sui tumori intestinali indotti DMH in topi Sprague Dawley maschii. J Gastroenterol Hepatol. 1996 febbraio; 11(2): 113-9.

79. Jeong HJ, Jeong JB, Hsieh cc, Hernandez-Ledesma B, de Lumen BO. Lunasin è prevalente in orzo ed è bioavailable e bioactive dentro in vivo e studi in vitro. Cancro di Nutr. 2010;62(8):1113-9.

80. Jeong HJ, fuga Y, de Lumen BO. Il lunasin dell'orzo sopprime dalla la formazione indotta ras della colonia ed inibisce l'acetilazione dell'istone del centro in cellule di mammiferi. Alimento chim. di J Agric. 9 ottobre 2002; 50(21): 5903-8.

81. Kanauchi O, Mitsuyama K, Andoh A, Iwanaga T. Modulation dell'ambiente intestinale dalle derrate alimentari germinate prebiotic dell'orzo impedisce la carcinogenesi colica chemio-indotta in ratti. Rappresentante di Oncol. 2008 ottobre; 20(4): 793-801.

82. Manzo-Avalos S, Saavedra-Molina A. Cellular ed effetti mitocondriali del consumo dell'alcool. Il Int J circonda la salute pubblica di ricerca. 2010 dicembre; 7(12): 4281-304.

83. Yan Y, Yang J, Chen G, et al. la protezione dei resveratroli ed i suoi analoghi contro da DNA ossidativo indotto da etanolo danneggiano in linfociti periferici umani. Ricerca di Mutat. 3 aprile 2011; 721(2): 171-7.

84. Agarwal B, Baur JA. Resveratroli e prolungamento della vita. Ann N Y Acad Sci. 2011 gennaio; 1215:138-43.

85. Qualità di stampa di Shen Z, di Ajmo JM, di Rogers, et al. ruolo di SIRT1 nel regolamento dei LPS o da produzione indotta da metaboliti dell'TNF-alfa dell'etanolo due nelle linee cellulari coltivate del macrofago. Fegato Physiol di J Physiol Gastrointest. 2009 maggio; 296(5): G1047-53.

86. PA di Newcomb, Carbone pp. Le conseguenze di salute di fumo. Cancro. Med Clin North Am. 1992 marzo; 76(2): 305-31.

87. Capewell S, Hayes dk, Ford es, et al. Vita anni guadagnati fra gli adulti degli Stati Uniti dai trattamenti moderni e cambiamenti nella prevalenza di 6 fattori di rischio della coronaropatia fra 1980 e 2000. J Epidemiol. 15 luglio 2009; 170(2): 229-36.

88. Cappottatura DW, mortalità Fumare-attribuibile del cancro di Yang J. in California, 1979-2005. Controllo di Tob. 2010 aprile; 19 supplementi 1: i62-7.