Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista febbraio 2011
Rapporto

Difesa di malattia dell'ampio spettro con Berry Extract novello

Da Kirk Stokel

Diabesity di combattimento e la sindrome metabolica

La combinazione di obesità e di diabete si è riferita a come “diabesity,„ ed ampiamente è riconosciuta come precursore alla sindrome metabolica.43 scienziati hanno dimostrato in modo convincente che C3G sopprime l'obesità del corpo in animali dati una dieta ad alta percentuale di grassi.44 Astonishingly, il completamento inoltre completamente ha normalizzato le elevazioni dell'insulina e della glicemia ed ha bloccato l'elevazione della leptina grasso-collegata di citochina. Questi ricercatori inoltre hanno indicato che C3G migliora la secrezione delle citochine utili quale il adiponectin, che può contribuire ad impedire la progressione al diabete.45 questi effetti sono prodotti dai cambiamenti utili nell'espressione delle centinaia di geni.15

C3G inoltre abbassa la glicemia e migliora la sensibilità dell'insulina downregulating una citochina in relazione con grassa che contribuisce ad insulino-resistenza.14

Stupire ed ancora--è completamente beneficio esplorato degli antociani è la loro capacità di inibire gli enzimi intestinali che ripartono l'amido per assorbimento. Bloccando quegli enzimi, le calorie contenute in amido rimangono nel tratto intestinale e non possono contribuire ad obesità. C3G ed altri nella sua soppressione potente di offerta della famiglia di alfa-glucosidasi intestinale e di alfa amilasi pancreatica, due enzimi che possono indurre l'assorbimento in eccesso del glucosio ad accadere.46-48

Perché gli antociani sono così potenti
Perché gli antociani sono così potenti

Le molecole della cianina prendono il loro nome dal loro colore blu profondo (“ciano„ è derivato blu scuro puro dal significato greco di parola “"). Gli antociani, la famiglia a cui C3G appartiene, comunicano i colori blu--porpora brillanti in molte frutta e verdure.49 che la colorazione non è una coincidenza; i doppio legami del prodotto chimico in antociani producono sia il loro colore vivo che la loro attività antiossidante.50

Le diete ricche in antociani sono ben note ridurre i rischi di quasi tutte le malattie croniche relative all'età.51,52 antociani sono ben assorbito come molecole intatte ed inoltre subiscono i cambiamenti nel tratto intestinale che può migliorare i loro effetti protettivi.53,54 quei benefici sono disponibili entrambi alla gente altrimenti in buona salute e quelli con i fattori di rischio metabolici esistenti.55 individui di maturazione dovrebbero tentare giornalmente d'ottenere assunzione dell'equivalente almeno di 5 servizi degli alimenti ricchi d'antociano.

C3G ristabilisce la visione notturna

La capacità di vedere bene negli stati della basso luce si deteriora rapidamente con l'età, disponente maturando gli individui nel maggior pericolo delle cadute accidentali, gli incidenti stradali ed altri rischi evitabili e nocivi. Una causa primaria di questa cosiddetta “cecità notturna„ è danno leggero e sforzo ossidativo nella retina. La retina è esposta costantemente ai fasci luminosi altamente messi a fuoco, che comprendono la radiazione ultravioletta pericolosa.

C3G offre la protezione a parecchi livelli vitali nella catena degli eventi che conducono agli attacchi di cuore ed al colpo.

C3G svolge un ruolo unico nella protezione del tessuto retinico dal danno. Funziona dai meccanismi multipli a parecchi siti nella retina. Per di più, C3G stimola la rigenerazione del pigmento retinico chiamato rhodopsin.56 Rhodopsin sono vitali alla visione alla luce tenue. Una volta vuotato, il rhodopsin prende più lungamente per ritornare al suo stato normale e sensibile alla luce. C3G aumenta il ripristino dei livelli di rhodopsin.57,58

C3G inoltre serve a proteggere le cellule retiniche dall'ossidazione nociva che è avviata da luce.59 compire questo riducendo l'accumulazione di un pigmento fluorescente chiamato A2E che raccoglie con l'età ed interferisce con la funzione retinica normale. La capacità di C3G di estiguere i radicali senza ossigeno è accreditata questo effetto.59

Le cellule retiniche sono cellule nervose che sono capaci di trasmissione dei segnali elettrici. C3G ed altre componenti della cianidina delle bacche hanno effetti neuroprotective sulle cellule retiniche.60

Riassunto

a sostanze nutrienti basate a pianta conosciute come gli antociani e la loro componente principale, C3G, permettono la protezione multimodale degli esseri umani di invecchiamento contro una vasta gamma di malattie degeneranti. C3G offre la protezione antiossidante completa, il controllo potente di infiammazione ai livelli multipli, la profonda riduzione del danno del DNA e gli effetti regolatori benefici sulle centinaia di geni vitali. Conferisce la protezione nell'ambiente contro le circostanze relative all'età che variano dalla cecità notturna alla malattia cardiovascolare, al cancro, al diabete ed all'obesità.

Perché gli esseri umani soffrono la cecità notturna
Perché gli antociani sono così potenti

A tutta l'età, nelle circostanze specifiche, gli esseri umani possono essere accecati facilmente, estremamente da luce intensa o da oscurità totale. Ecco perché gli agenti delle forze dell'ordine splenderanno spesso un proiettore sugli individui che desiderano comprendere alla notte. Sopraffa la capacità degli occhi di distinguere tutta l'immagine distinta. Questo fenomeno tocca specificamente sopra il pericolo di cecità notturna negli esseri umani di invecchiamento.

Gli esseri umani non hanno evoluto la capacità di vedere bene nell'oscurità. L'invecchiamento direttamente è collegato con un progressivo e un declino inevitabile nella vostra capacità di vedere negli stati della tenue-luce.61 la ragione per questo si trovano nel meccanismo di fondo di un composto molecolare altamente reattivo unico al tessuto retinico chiamato rhodopsin.

Rhodopsin si concentra nei bastoncelli della retina, che avanzano nei centri visivi del cervello. I bastoncelli specificamente permettono alla percezione del contrasto fra leggero e scuro (rispetto alle cellule di cono, che governano la percezione di colore).

Quando la luce colpisce il rhodopsin, immediatamente riparte in due composti distinti: il opsin della proteina ed il carotenoide pigmentano retinico.62 questi due composti generano gli impulsi elettrochimici che registrano nel cervello come leggero o scuro.63

Il problema si trova nel lasso di tempo che prende affinchè il rhodopsin ricostituisca nell'occhio e per ristabilire la vostra capacità di vedere nelle circostanze scure.64 secondo la vostri età e profilo nutrizionale, può richiedere i dieci dei minuti affinchè le molecole componenti retiniche e il opsin ricombini nel rhodopsin per ristabilire la vostra visione notturna.64

Questo intervallo di tempo comporta il più grande rischio di crepuscoli, di incidenti e di altri rischi, poichè la vostra capacità di percepire la luce ed il buio quasi interamente è alterata. Rappresenti il lasso di tempo che prende affinchè distingua chiaramente le immagini dopo essere mosssi da una stanza brillantemente accesa verso una che è quasi completamente scura. O il lasso di tempo che i vostri occhi richiedono per vedere chiaramente ancora dopo l'abbaglio da una luce bianca.

Durante questo periodo, gli esseri umani sono virtualmente ciechi, incapace di distinguere anche gli oggetti più vicini con tutta la chiarezza. Mentre vi sviluppate più vecchio, questo intervallo di cecità aumenta drammaticamente. C3G promuove la rigenerazione del rhodopsin, così contribuendo a migliorare la visione nelle circostanze scure.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a 1-866-864-3027.

Riferimenti

1. Beckman K, Ames B. La teoria del radicale libero di invecchiamento matura. Rev. 1998 di Physiol aprile; 78(2): 547-81.

2. Sforzo di Sohal R, di Weindruch R. Oxidative, restrizione calorica e invecchiamento. Scienza. 5 luglio 1996; 273(5271): 59-63.

3 Rogina B, RA di Reenan, PS di Nilsen, Helfand SL. La durata della vita estesa ha conferito dalle mutazioni genetiche del cotransporter in drosofila. Scienza. 2000 15 dicembre; 290(5499): 2137-40.

4. Flors C, Nonell S. Light ed ossigeno della maglietta giro collo nella difesa della pianta contro gli agenti patogeni: fitoalessine phototoxic di phenalenone. Ricerca di CRNA Chem. 2006 maggio; 39(5): 293-300.

5. Kleindt CK, Stracke R, Mehrtens F, analisi di Weisshaar B. Expression dei geni flavonoidi di biosintesi durante lo sviluppo del silique e del seme di arabidopsis thaliana con un fuoco primario sulla via biosintetica di proantocianidina. Note di ricerca di BMC. 2010;3:255.

6. Foto di Munne-Bosch S, del Jubany-Mari T, di Alegre L. Enhanced e protezione antiossidante ed accumulazione del perossido di idrogeno nelle piante siccità-sollecitate di clusii di cistus e di albidus di cistus. Albero Physiol. 2003 gennaio; 23(1): 1-12.

7. Ding m., Feng R, Wang SY, et al. Cyanidin-3-glucoside, un prodotto naturale derivato dalla mora, mostre chemopreventive ed attività chemioterapeutica. Biol chim. di J. 23 giugno 2006; 281(25): 17359-68.

8. Cooke D, Schwarz m., Boocock D, et al. effetto di cyanidin-3-glucoside e una miscela dell'antociano dal mirtillo su sviluppo dell'adenoma nel modello del topo di ApcMin di carcinogenesi intestinale--relazione con i livelli dell'antociano del tessuto. Cancro di Int J. 1° novembre 2006; 119(9): 2213-20.

9. Saric A, Sobocanec S, Balog T, et al. potenziale antiossidante ed antinfiammatorio migliore in topi che consumano il succo dell'amarena (cv del prunus cerasus. Maraska). Ronzio Nutr degli alimenti vegetali. 2009 dicembre; 64(4): 231-7.

10. Guo H, Ling W, Wang Q, Liu C, Hu Y, glucoside di Xia M. Cyanidin 3 protegge i adipocytes 3T3-L1 da da insulino-resistenza indotto TNF alfa o di H2O2- inibendo l'attivazione della chinasi c-giugno di NH2-terminal. Biochimica Pharmacol. 15 marzo 2008; 75(6): 1393-401.

11. Li CY, Xu HD, Zhao BT, Chang HI, Rhee HI. Effetto gastroprotettivo del glucoside della cianidina 3 dalle sulle lesioni gastriche indotte da etanolo in ratti. Alcool. 2008 dicembre; 42(8): 683-7.

12. Delazar A, Khodaie L, Afshar J, Nahar L, deviazione standard di Sarker. Proprietà di libero radicale lavaggio e di isolamento di cianidina 3-O-glycosides dai frutti del biebersteinii Berl del ribes. Acta Pharm. 1° marzo 2010; 60(1): 1-11.

13. Tsuda T, Ueno Y, Yoshikawa T, Kojo H, delineamento di Osawa T. Microarray di espressione genica nei adipocytes umani in risposta agli antociani. Biochimica Pharmacol. 14 aprile 2006; 71(8): 1184-97.

14 Sasaki R, Nishimura N, Hoshino H, et al. glucoside della cianidina 3 migliorano l'iperglicemia e la sensibilità dell'insulina dovuto il downregulation dell'espressione obbligatoria della proteina 4 del retinolo in topi diabetici. Biochimica Pharmacol. 3 dicembre 2007; 74(11): 1619-27.

15 Tsuda T, Ueno Y, Kojo H, Yoshikawa T, profilo di espressione genica di Osawa T. dei adipocytes isolati del ratto hanno trattato con gli antociani. Acta di Biochim Biophys. 15 aprile 2005; 1733 (2-3): 137-47.

16. Miyazawa T, Nakagawa K, Kudo m., Muraishi K, assorbimento intestinale di Someya K. Direct degli antociani rossi della frutta, cyanidin-3-glucoside e cyanidin-3,5-diglucoside, nei ratti e negli esseri umani. Alimento chim. di J Agric. 1999 marzo; 47(3): 1083-91.

17. TH di Marczylo, Cooke D, Brown K, amministratore WP, Gescher AJ. Farmacocinesi e metabolismo dell'agente chemopreventive cyanidin-3-glucoside del cancro presunto in topi. Cancro Chemother Pharmacol. 2009 novembre; 64(6): 1261-8.

18. Hagiwara A, Miyashita K, Nakanishi T, et al. inibizione pronunciata da un antociano naturale, colore di cereale porpora, di una piridina di 2 amino-1-methyl-6-phenylimidazo [4,5-b] (PhIP) - carcinogenesi colorettale collegata in ratti maschii F344 pretrattati con il dimethylhydrazine 1,2. Cancro Lett. 28 settembre 2001; 171(1): 17-25.

19. DAI J, Gupte A, Gates la L, Mumper RJ. Uno studio completo sugli estratti antociano-contenenti dalle cultivar selezionate della mora: metodi dell'estrazione, stabilità, proprietà anticancro e meccanismi. Alimento Chem Toxicol. 2009 aprile; 47(4): 837-47.

20. Stabilità del PC di Duthie SJ, di Gardner pinta, di Morrice, et al. del DNA e perossidazione lipidica in ratti E-carenti della vitamina in vivo e cellule dei due punti in vitro--modulazione dall'antociano dietetico, cyanidin-3-glycoside. EUR J Nutr. 2005 giugno; 44(4): 195-203.

21. Fukamachi K, Imada T, Ohshima Y, Xu J, colore di cereale di Tsuda H. Purple sopprime il livello della proteina di Ras ed inibisce da una carcinogenesi mammaria indotta da antracene di 7,12 dimethylbenz [a] nel ratto. Cancro Sci. 2008 settembre; 99(9): 1841-6.

22. MacFarlane AJ, Stover PJ. Convergenza dei fattori genetici, nutrizionali ed infiammatori nei cancri gastrointestinali. Rev. 2007 di Nutr dicembre; 65 (12 pinte 2): S157-66.

23. Sakamoto K, Maeda S. Targeting N-F-kappaB per cancro colorettale. Obiettivi di Opin Ther dell'esperto. 2010 giugno; 14(6): 593-601.

24. Hecht ss, Huang C, snocciolatore GD, et al. l'identificazione dei glicosidi della cianidina come costituenti dei lamponi neri liofilizzati che inibiscono anti-benzo [a] pyrene-7,8-diol-9,10-epoxide ha indotto NFkappaB e l'attività AP-1. Carcinogenesi. 2006 agosto; 27(8): 1617-26.

25. Chen PN, Sc di CHU, HL di Chiou, Kuo WH, CL di Chiang, Hsieh YS. Mulberryanthocyanins, rutinoside della cianidina 3 e glucoside della cianidina 3, ha esibito un effetto inibitorio sulla migrazione e sull'invasione di una linea cellulare umana del cancro polmonare. Cancro Lett. 28 aprile 2006; 235(2): 248-59.

26. Chen PN, Kuo WH, CL di Chiang, HL di Chiou, Hsieh YS, Sc di CHU Gli antociani neri del riso inibiscono l'invasione delle cellule tumorali via le repressioni di MMPs e dell'espressione u-PA. Le bioe di Chem interagiscono. 7 novembre 2006; 163(3): 218-29.

27. Chen PN, Sc di CHU, HL di Chiou, CL di Chiang, Yang SF, Hsieh YS. Il glucoside della cianidina 3 ed il glucoside della peonidina 3 inibiscono la crescita delle cellule del tumore ed inducono gli apoptosi in vitro e sopprimono la crescita del tumore in vivo. Cancro di Nutr. 2005;53(2):232-43.

28. Fimognari C, Berti F, Nusse m., Cantelli Forti G, attività antitumorale in vitro di Hrelia P. di cyanidin-3-O-beta-glucopyranoside. Chemioterapia. 2005 ottobre; 51(6): 332-5.

29. Yeh CT, GASCROMATOGRAFIA di Yen. L'induzione degli apoptosi dagli antociani con il regolamento del gene Bcl-2 e l'attivazione della chinasi del N-terminale di c-giugno precipitano a cascata in cellule del tumore epatico. Alimento chim. di J Agric. 9 marzo 2005; 53(5): 1740-9.

30. Li L, Adams LS, Chen S, Killian C, Ahmed A, Seeram NP. Fuga di eugenia jambolana. l'estratto della bacca inibisce la crescita ed induce gli apoptosi di cancro al seno umano ma delle cellule non non cancerogene del seno. Alimento chim. di J Agric. 11 febbraio 2009; 57(3): 826-31.

31. Dy di Shin, Ryu CH, Lee WS, et al. induzione degli apoptosi ed inibizione di invasione in cellule umane del tumore epatico dagli antociani dal meoru. Ann N Y Acad Sci. 2009 agosto; 1171:137-48.

32. Liu J, Zhang W, Jing H, DG di Popovich. L'estratto del mirtillo di palude (vaccinium uliginosum L.) riduce l'attuabilità delle cellule coltivate Hep-G2, Caco-2 e 3T3-L1, progressione del ciclo cellulare di influenze ed ha effetti variabili su permeabilità della membrana. Alimento Sci di J. 2010 aprile; 75(3): H103-7.

33. Serafino A, Sinibaldi-Vallebona P, Lazzarino G, et al. differenziazione delle cellule umane del melanoma indotte da cyanidin-3-O-beta-glucopyranoside. FASEB J. 2004 dicembre; 18(15): 1940-2.

34. Xu m., KA di Bower, Wang S, et al. Cyanidin-3-Glucoside inibisce dall'l'invasione indotta da etanolo delle cellule di cancro al seno che overexpressing ErbB2. Mol Cancer. 29 ottobre 2010; 9:285.

35. Zikri NN, Riedl chilometro, Wang LS, Lechner J, Schwartz SJ, snocciolatore GD. Le componenti del lampone nero inibiscono la proliferazione, inducono gli apoptosi e modulano l'espressione genica in cellule epiteliali esofagee del ratto. Cancro di Nutr. 2009 novembre; 61(6): 816-26.

36. Serraino I, Dugo L, Dugo P, et al. effetti protettivi di cyanidin-3-O-glucoside dall'estratto della mora contro da disfunzione endoteliale indotta peroxynitrite e guasto vascolare. Vita Sci. 18 luglio 2003; 73(9): 1097-114.

37. Effetti inibitori di Wang J, di Mazza G. degli antociani ed altri composti fenolici su produzione dell'ossido di azoto macrofagi CRUDI di LPS/IFN-gamma-activated nei 264,7. Alimento chim. di J Agric. 13 febbraio 2002; 50(4): 850-7.

38. Xu JW, Ikeda K, Yamori Y. Upregulation della sintasi endoteliale da cyanidin-3-glucoside, un pigmento tipico dell'ossido di azoto dell'antociano. Ipertensione. 2004 agosto; 44(2): 217-22.

39. Valcheva-Kuzmanova S, Kuzmanov K, Mihova V, Krasnaliev I, Borisova P, effetto di Belcheva A. Antihyperlipidemic del succo di frutta di aronia melanocarpa in ratti ha alimentato una dieta ricca in colesterolo. Ronzio Nutr degli alimenti vegetali. 2007 marzo; 62(1): 19-24.

40. Tsuda T, Horio F, Osawa T. Il ruolo degli antociani come antiossidante nell'ambito dello sforzo ossidativo in ratti. Biofactors. 2000;13(1-4):133-9.

41. Xia X, Ling W, mA J, et al. Di un estratto ricco d'antociano da riso nero migliora la stabilizzazione aterosclerotica della placca nei topi E-carenti dell'apolipoproteina. J Nutr. 2006 agosto; 136(8): 2220-5.

42. Kwon EK, Dy di Lee, Lee H, et al. flavonoidi dai germogli del damascena di Rosa inibisce l'attività di 3 hydroxy-3-methylglutaryl-coenzyme un enzima diconversione dell'angiotensina e della riduttasi. Alimento chim. di J Agric. 27 gennaio 2010; 58(2): 882-6.

43. Farag YM, sig. di Gaballa. Diabesity: una panoramica di un'epidemia in aumento. Trapianto del quadrante di Nephrol. 2 novembre 2010.

44. Tsuda T, Horio F, Uchida K, Aoki H, colore di cereale porpora della cianidina 3-O-beta-D-glucoside-rich di Osawa T. Dietary impedisce l'obesità e migliora l'iperglicemia in topi. J Nutr. 2003 luglio; 133(7): 2125-30.

45. Tsuda T, Ueno Y, Aoki H, et al. antociano migliora la secrezione di adipocytokine e l'espressione genica adipocyte-specifica nei adipocytes isolati del ratto. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 26 marzo 2004; 316(1): 149-57.

46. Attività di Akkarachiyasit S, di Charoenlertkul P, di Yibchok-Anun S, di Adisakwattana S. Inhibitory di cianidina ed il suo effetto sinergico e del glicoside con acarbose contro alfa-glucosidasi intestinale e alfa amilasi pancreatica. Int J Mol Sci. 2010;11(9):3387-96.

47. Attività inibitoria dell'alfa-glucosidasi di Adisakwattana S, di Charoenlertkul P, di Yibchok-Anun S. di cyanidin-3-galactoside ed effetto sinergico con acarbose. Enzima Inhib Med Chem di J. 2009 febbraio; 24(1): 65-9.

48. Matsui T, Ueda T, Oki T, Sugita K, Terahara N, azione inibitoria dell'alfa-glucosidasi di Matsumoto K. degli antociani acilati naturali. 2. inibizione dell'alfa-glucosidasi dagli antociani acilati isolati. Alimento chim. di J Agric. 2001 aprile; 49(4): 1952-6.

49. Truong VD, Deighton N, Thompson RT, et al. caratterizzazione degli antociani ed antociani negli sweetpotatoes porpora-fleshed da HPLC-DAD/ESI-MS/MS. Alimento chim. di J Agric. 13 gennaio 2010; 58(1): 404-10.

50. Riso-Evans CA, Miller NJ, PAGINA di Bolwell, Bramley PM, Pridham JB. Le attività antiossidanti relative dei flavonoidi polifenolici pianta-derivati. Ricerca libera di Radic. 1995 aprile; 22(4): 375-83.

51. Crozier A, Jaganath IB, MN di Clifford. Composti fenolici dietetici: chimica, biodisponibilità ed effetti su salute. Nat Prod Rep. 2009 agosto; 26(8): 1001-43.

52. Chong MF, Macdonald R, Lovegrove JA. Polifenoli della frutta e rischio di CVD: una rassegna degli studi umani di intervento. Br J Nutr. 2010 ottobre; 104 supplementi 3: S28-39.

53. Flavonoidi di A. Berry di Del Rio D, di Borges G, del Crozier e composti fenolici: biodisponibilità e prova degli effetti protettivi. Br J Nutr. 2010 ottobre; 104 supplementi 3: S67-90.

54. Williamson G, MN di Clifford. Metaboliti colici dei polifenoli della bacca: l'anello mancante ad attività biologica? Br J Nutr. 2010 ottobre; 104 supplementi 3: S48-66.

55. Basu A, Rhone m., Lione TJ. Bacche: impatto emergente su salute cardiovascolare. Rev. 2010 di Nutr marzo; 68(3): 168-77.

56. Matsumoto H, Nakamura Y, Tachibanaki S, Kawamura S, effetto di Hirayama M. Stimulatory di cianidina 3 glicosidi sulla rigenerazione del rhodopsin. Alimento chim. di J Agric. 4 giugno 2003; 51(12): 3560-3.

57. Tirupula KC, Balem F, Yanamala N, interazione dipendente dal pH di Klein-Seetharaman J. del rhodopsin con cyanidin-3-glucoside. 2. Aspetti funzionali. Photochem Photobiol. 2009 marzo-aprile; 85(2): 463-70.

58. Yanamala N, Tirupula KC, Balem F, interazione dipendente dal pH di Klein-Seetharaman J. del rhodopsin con cyanidin-3-glucoside. 1. Aspetti strutturali. Photochem Photobiol. 2009 marzo-aprile; 85(2): 454-62.

59. YP di Jang, Zhou J, Nakanishi K, JUNIOR del passero. Gli antociani proteggono dalla fotoossidazione di A2E e dal permeabilization della membrana in cellule epiteliali del pigmento retinico. Photochem Photobiol. 2005 maggio-giugno; 81(3): 529-36.

60. Matsunaga N, Mercato dell'informazione e innovazione S, Inokuchi Y, et al. mirtillo ed i suoi costituenti principali ha effetti neuroprotective contro danno di un neurone retinico in vitro e in vivo. Mol Nutr Food Res. 2009 luglio; 53(7): 869-77.

61. Jackson GR, Owsley C, McGwin G, invecchiamento del Jr. ed adattamento all'oscurità. Ricerca di visione. 1999 novembre; 39(23): 3975-82.

62. Baylor DA, mi brucia. Controllo di attività di rhodopsin nella visione. Occhio (Lond) .1998; 12 (pinta 3b): 521-5.

63. Garriga P, Manyosa J. Il rhodopsin della proteina del fotoricettore dell'occhio. Implicazioni strutturali per la malattia retinica. FEBS Lett. 25 settembre 2002; 528 (1-3): 17-22.

64. Figli il TD, l'en di Pugh, l'adattamento all'oscurità del Jr. ed il ciclo di retinoide della visione. Ricerca dell'occhio di Prog Retin. 2004 maggio; 23(3): 307-80.