Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista ottobre 2011
Rapporto

Brain Deterioration relativo all'età di combattimento

Da Eric R. Braverman, MD, con Dale Kiefer, le BS

Strategie per Brain Function di conservazione e di miglioramento

Gli scienziati recentemente hanno pubblicato i risultati di una prova controllata che ha esaminato gli effetti dell'esercizio aerobico su cognizione ed altri biomarcatori del morbo di Alzheimer fra gli adulti più anziani diagnosticati con danno conoscitivo delicato. Gli oggetti sono stati assegnati a caso per impegnarsi nell'esercizio aerobico intensivo per 45 - 60 minuti al giorno, 4 giorni alla settimana, per sei mesi. Gli oggetti di controllo hanno subito sorvegliato allungando le sessioni per i periodi equivalenti, ma non si sono impegnati nell'esercizio vigoroso. I risultati hanno mostrato quell'esercizio aerobico, ma l'allungamento non semplice, funto da “da intervento [indotto non droga] potente che migliora i processi esecutivi di controllo per le donne più anziane ad ad alto rischio del declino conoscitivo.„38 gli altri studi recenti intrapresi da Mayo Clinic su più di 1.300 oggetti conclusivi, “qualsiasi frequenza dell'esercizio moderato hanno eseguito la metà della vita in- o la vita tarda è stata associata con probabilità ridutrici di avere danno conoscitivo delicato.„37

Lesione alla testa traumatica: Una parola di cautela
Strategie per Brain Function di conservazione e di miglioramento

La lega nazionale di football americano (NFL) sta cominciando appena ad indirizzare gli effetti a lungo termine sui suoi giocatori delle lesioni alla testa innumerevoli continui nel corso degli anni sulla griglia. Nel frattempo, i drammi picchi di ascolto della televisione ci farebbero credere che battere una persona incosciente fosse un modo umanitario, relativamente inoffensivo (e notevolmente comune) neutralizzare un ragazzo cattivo. Ma la realtà è abbastanza differente. I pugili pensionati che possono parlare a mala pena sono un migliore esempio degli effetti dei colpi capi ripetuti.

La lotta Del NFL con l'edizione è soltanto l'ultima istanza in cui i media abbiano messo a fuoco, per quanto momentaneo, sui pericoli del trauma cranico traumatico (TBI). TBI è molto più dominante-e più pericoloso-che la gente immaginano considerevolmente, o i drammi della televisione ritraggono.

È stimato che 1,4 - 3,8 milione Americani sostengano ogni anno TBIs, sebbene molte lesioni vadano non riferite.32,33 TBI comprendono gli sbattimenti in relazione con sport ed i traumi capi ripetitivi. I sintomi possono comprendere la perdita di memoria, di reazioni lente, di aggressività, di apatia, di impulsività, di intelletto riduttore, ecc. È un'idea sbagliata che lo sbattimento è segnalato attendibilmente da incoscienza.

Le scansioni del cervello facendo uso di imaging a risonanza magnetica (RMI), tomografia a emissione di positroni (PET), o la tomografia computerizzata (CT) è capace di rilevazione delle lesioni massicce, ma molto TBIs sono mancate con questi metodi dovuto la finezza iniziale dei sintomi. Al PERCORSO medico, valutiamo la funzione del cervello facendo uso di immagine molto più vasta delle valutazioni, compreso le prove dell'elettrofisiologia del cervello, funzione di memoria, funzione dell'attenzione, temperamento e tipo di personalità, ecc. Se sospettate che voi o il vostro bambino può subire un trauma cranico traumatico, non esiti mai a cercare la valutazione ed il trattamento professionali.

I benefici dell'esercizio sono raggiunti attraverso vari meccanismi, compreso produzione migliorata dei neurotrasmettitori chiave.43,44 come vi noto in mio libro più giovane: Sblocchi il potere nascosto del vostro cervello di guardare e ritenere 15 anni più giovane (McGraw-Hill, 2006), serotonina è un messaggero chimico del cervello importante connesso con il regolamento dell'umore e dormono. Le carenze rendono la depressione, l'affaticamento ed il sonno difficile. L'acetilcolina è un neurotrasmettitore chiave in questione nella cognizione, nella memoria e nell'apprendimento. Un deficit in acetilcolina ed i suoi ricevitori, è associato con demenza ed il morbo di Alzheimer. La dopamina colpisce la capacità del corpo di regolare il peso, avvertire il piacere e di ritenere energetica. Quando i livelli della dopamina cadono, l'obesità, la dipendenza e l'affaticamento possono risultare. L'acido gamma-aminobutirrico (GABA) è un neurotrasmettitore cruciale che ha un effetto stabilizzante su altri messaggeri chimici del cervello. GABA controlla il ritmo del cervello, colpente la sua capacità di trattare lo sforzo e di funzionare mentalmente e fisicamente ad una calma, passo costante.49

Oltre a questi quattro neurotrasmettitori fondamentali, gli studi hanno indicato che l'esercizio aumenta la produzione di una sostanza conosciuta come il fattore neurotrophic cervello-derivato, che è stato associato, almeno in donne, con la funzione e la plasticità conoscitive migliorate del cervello.44,50-52 l'esercizio inoltre incoraggia l'angiogenesi, o la formazione di nuove strutture di rifornimento del sangue. Ciò è importante per la coltura le cellule cerebrali nuove e delle loro strutture portanti.50,53,54

Cause di Dementia*48

Molte condizioni mediche possono contribuire a demenza. Questi includono:

  • Morbo di Alzheimer
  • Demenza vascolare
  • Carenze del neurotrasmettitore o dell'ormone/squilibri
  • Disordini tossici

– Alcolismo/abuso di droga/intossicazione
– Intossicazione di metalli pesanti (per esempio, cavo, mercurio, ecc.)

  • Vitamine di carenze vitaminiche particolarmente B (B1 [tiamina], B3 [niacina], B12)
  • Guasto o disfunzione dell'organo

– Ipotiroidismo
– Hypo e iperparatiroidismo
– Insufficienza renale
– Insufficienza epatica
– Arresto respiratorio

  • Infezioni croniche

– HIV
– Neurosifilide
– Tubercolosi
– Malattie da prioni

  • Trauma capo

– La sindrome del pugile
– Trauma cranico traumatico (per esempio, sbattimento)
– Ematoma subdurale cronico

  • Circostanze neoplastici

– Tumore cerebrale primario
– Tumore cerebrale metastatico

  • Disturbi psichiatrici

– Depressione
– Schizofrenia

  • Malattie degeneranti

– La malattia di Huntington
– Sclerosi laterale amiotrofica (ALS o Lou Gehrig's Disease)
– Sclerosi a placche
– Demenza con i corpi di Lewy

la lista di *This non è intesa per essere completa

Il potere di Neurogenesis: Nuovo Brain Growth e vita

Quando ho assistito alla facoltà di medicina, abbiamo imparato che molti tipi di cellule rigenerano costantemente più o meno durante vita; in pratica, gli interi organi finalmente sono rinnovati mentre le cellule vecchie sono sostituite. Ma il cervello ed il sistema nervoso centrale hanno rappresentato un'eccezione notevole. Le cellule cerebrali sono limitate, siamo stati detti e presto dopo la nascita la capacità di svilupparsi ed i neuroni dell'organismo rigenerato è persa irrevocabilmente. Ancora, il dogma tenuto, le vie ed i collegamenti innumerevoli fra le cellule cerebrali adulte sono “fissi e immutabili,„ incapaci di ulteriore adattamento e certamente incapaci di nuova crescita.

Il potere di Neurogenesis: Nuovo Brain Growth e vita

Ora sappiamo che questo è sbagliato.55-58 la ricerca condotta dagli anni 70 ha indicato che la crescita di nuovi nervi (un processo conosciuto come il neurogenesis) accade. Questa crescita svolge un ruolo importante nella plasticità del cervello, o nella capacità ritoccare, particolarmente nelle aree chiave del cervello, quale l'ippocampo, che è responsabile di alcune di più alte funzioni conoscitive più importanti, compreso la memoria e l'emozione. Non è coincidenza che il morbo di Alzheimer colpisce l'ippocampo in primo luogo, erodendo la memoria a lungo termine.

Mentre l'ippocampo è vulnerabile alle devastazioni del morbo di Alzheimer, inoltre risponde a migliore nutrizione ed all'esercizio aumentato, quindi promuoventi il neurogenesis. Infatti, gli scienziati stanno cominciando soltanto pienamente a valutare le implicazioni drammatiche di questa scoperta, che possono rendere i nuovi trattamenti per le circostanze che variano dalla malattia mentale e dalla dipendenza ai declini età-collegati nella memoria e nella cognizione.55,59-62

L'esercizio migliora il sonno

Uno dei reclami principali fra molti dei miei pazienti anziani è qualità difficile di sonno. Fortunatamente, eserciti inoltre migliora il sonno. Ed il sonno inoltre è associato meglio con il neurogenesis aumentato nel cervello adulto.63 per contro, il sonno difficile può limitare il neurogenesis. Impegnandoti nell'esercizio aerobico regolare dormirete meglio, invecchierete più lentamente e migliorerete l'architettura e così la salute, del vostro cervello.

Brain Function robusto, libido robusta

Un cervello sano correla meglio con migliore mentale acutezza-ma anche il sesso. C'è una massima che “il cervello è la più grande zona erogena.„ Ciò è più vera della maggior parte di noi realizzano. Quando il cervello è vivo, così sono gli organi sessuali. Ho curato i pazienti che sono venuto a me lamentarsi dei problemi multipli, compresi la memoria venente a mancare e cognizione diminuente, per non menzionare qualità difficile di sonno e libido lenta. I miei pazienti hanno avvertito il successo notevole che inverte questi declini facendo uso dei trattamenti che variano dalle sostanze nutrienti, alle migliori abitudini dietetiche, alla stimolazione electrocranial, alla terapia ormonale sostitutiva del bioidentical. È necessario in alcuni casi da trattare i termini di fondo quale ipertensione, che è un fattore di contributo nella demenza vascolare, prima che il successo sia raggiunto. Dopo il trattamento, l'esperienza dei pazienti memoria migliore, il ragionamento e l'intelletto ed essi sono stati conosciuti a rave circa le loro vite sessuali reignited.

Brain Function robusto, libido robusta

Riassunto

La funzione conoscitiva giovanile di mantenimento è una sfida cruciale di invecchiamento, sia in termini di funzione conoscitiva che spreco strutturale del cervello “o di deterioramento.„ La funzione di memoria diminuente può cominciare fin dall'età 30 ed è spesso evidente dopo 50 anni. Fortunatamente, è possibile intraprendere le azione dinamiche per mantenere la cognizione giovanile con invecchiamento. Il mantenimento un peso corporeo e della percentuale sani del grasso corporeo può contribuire a conservare la struttura e la funzione sane del cervello. Le ossa delicate sono state collegate con il declino conoscitivo in donne. L'equilibrio ormonale può promuovere la funzione conoscitiva sana. Il trauma cranico traumatico è un terreno comunale eppure causa trascurata delle difficoltà conoscitive. Il flusso sanguigno di aumenti di esercizio al cervello e può fare diminuire il rischio di declino conoscitivo, mentre promuove il sonno sano. Una dieta sana e un supporto nutrizionale extra ulteriori migliorano la funzione conoscitiva.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a
1-866-864-3027.

Strategie per Brain Function di conservazione e di miglioramento
Strategie per Brain Function di conservazione e di miglioramento

Esercizio

L'esercizio è cruciale per la conservazione e perfino il miglioramento della funzione del cervello poichè invecchiamo.

  • L'esercizio aumenta il flusso sanguigno arterioso cerebrale.46,64
  • L'esercizio promuove l'angiogenesi e stimola il neurogenesis nell'ippocampo adulto.50
  • L'esercizio promuove la produzione delle proteine utili del cervello chiamate neurotrophins.65,66
  • Più muscolo uguaglia con migliore flusso sanguigno arterioso cerebrale e così migliora la cognizione.

Dieta sana

Una dieta sana forma il fondamento per riuscito invecchiamento. Le diete alte in grasso saturo e colesterolo sono collegate significativamente ad un rischio aumentato di demenza.67,68 al contrario, le diete alte in oli omega-3 e l'olio d'oliva (trovato nella dieta Mediterranea) sono collegati ad un rischio significativamente riduttore di demenza.69-71

Segua “della la dieta ricca d'antiossidante dell'arcobaleno,„ che è sostanza-densa, caloria-non densa.49 la dieta dell'arcobaleno sono bassi in sodio e grasso saturo e su in fibra. È inoltre antinfiammatorio. Mentre il suo nome implica, la dieta dell'arcobaleno sottolinea il consumo di una vasta gamma di alimenti in tutti i colori dell'arcobaleno. Gli alimenti bianchi si escludono da questa dieta, con le eccezioni di yogurt e di chiare dell'uovo.49

Bioidentical Hormones*

I livelli di molti ormoni diminuiscono con l'età d'avanzamento. È possibile ristabilire il corpo e la mente a vigore giovanile ristabilendo e mantenendo i livelli giovanili di questi ormoni cruciali, sotto la supervisione di un medico qualificato. Alcuni sono disponibili come i supplementi (per esempio, DHEA, melatonina, vitamina D3), mentre altri richiedono la prescrizione ed il controllo di un medico.49

  • Deidroepiandrosterone (DHEA) /DHEA-S
  • Eritropoietina
  • Estradiolo
  • Ormone umano della crescita (HGH)
  • fattore di crescita del tipo di insulina (IGF)
  • Insulina
  • Melatonina
  • Ormone paratiroidale
  • Pregnenolone
  • Testosterone
  • Vitamina D3

Nutrient Recommendations di Dott. Braverman

Le sostanze nutrienti sono strumenti essenziali per la conservazione i vostri giovani e misura del cervello. Sono capaci di aumento la vostre potenza della mente e velocità di elaborazione, mentre simultaneamente indirizzano i termini sfavorevoli specifici in tutto il resto del corpo.49

  • Omega-3 acidi grassi (olio di pesce): 2,000-6,000 mg/giorno (che contengono un minimo di 1.400 EPA e di 1.000 mg DHA)
  • Vitamina D3: 2,000-10,000 UI/die
  • Coenzima Q10: 100-300 mg quotidiano
  • Resveratroli: 250-500 mg quotidiano
  • Colleen Fitzpatrick: fino a 4.000 mg quotidiani
  • Complesso B: 50-100 mg quotidiano
  • Acetile-L-carnitina: mg fino a 1,500-3,000 al giorno
  • arginate della Acetile-L-carnitina: 1.000 mg al giorno
  • acido R-lipoico: 150-400 mg quotidiano
  • Fosfatidilserina: 100-200 mg al giorno
  • Ashwagandha: 250 mg al giorno
  • Vinpocetine: 15-30 mg al giorno
  • Alfa-glycerylphosphorylcholine (GPC): 600 mg al giorno
  • Zinco: 30-90 mg/giorno (la nota del redattore: Gli individui che completano con più di 50 mg di zinco dovrebbero prendere almeno 2 mg di quotidiano del rame.)
  • Vitamina K2: 100 mcg - 2.100 mcg quotidiani

Terapia farmacologica

Determinate terapie di prescrizione possono promuovere l'invecchiamento più riuscito.

  • Terapia antipertensiva. La prova suggerisce che le droghe antipertensive possano contribuire a ridurre il rischio per e progressione di, demenza.72
  • Antidepressivi. Gli antidepressivi moderni aumentano il neurogenesis e conservano i neurotrasmettitori 73,74

* (per una lista completa, vedi il mio libro, più giovane voi)49

Riferimenti

1. Bugg JM, D. Exercise capo modera l'atrofia relativa all'età del lobo temporale mediale. Invecchiamento di Neurobiol. 2011 marzo; 32(3): 506-14.

2. L'associazione di Alzheimer. Fatti 2009 e figure del morbo di Alzheimer. Alzheimers demente. 2009 maggio; 5(3): 234-70.

3. Pavlović dm, Pavlović. Danno conoscitivo delicato. Lek di Srp Arh Celok. 2009 luglio-agosto; 137 (7-8): 434-9.

4. Luccio KE, Savage G. Memory che profila nel danno conoscitivo delicato: possiamo determinare il rischio per il morbo di Alzheimer? J Neuropsychol. 2008 settembre; 2 (pinta 2): 361-72.

5. RH di Swartz, effetti conoscitivi indipendenti di distacco di Stuss et al. di atrofia e malattia cerebrovascolare subcortical e thalamico-corticale diffusa nella demenza. Colpo. 2008 marzo; 39(3): 822-30.

6. Le ormoni della crescita di Braverman ER, di Chen TJ, di Prihoda TJ, et al. del plasma, il potenziale P300 e la prova in relazione con l'evento delle variabili dell'attenzione (TOVA) sono preannunciatori neuroendocrinological importanti del declino conoscitivo iniziale in una regolazione clinica: prova di sostegno dall'equazione strutturale che modella le stime di parametro (di SEM). Età (Dordr). 2007 settembre; 29 (2-3): 55-67.

7. Dahl A, Hassing libbra, et al. Essendo metà della vita in- di peso eccessivo è associato con abilità conoscitiva più bassa ed il declino conoscitivo più ripido nella vita tarda. J Gerontol una biol Sci Med Sci. 2010 gennaio; 65(1): 57-62.

8. Raji CA, struttura noiosa del cervello et al. e AJ ed obesità. Ronzio Brain Mapp. 2010 marzo; 31(3): 353-64.

9. BM di Geiger, GG di Behr, et al. prova per esocitosi mesolimbic difettosa della dopamina in ratti obesità-inclini. FASEB J. 2008 agosto; 22(8): 2740-6.

10. BM di Geiger, Haburcak m., et al. deficit di neurotrasmissione mesolimbic della dopamina nell'obesità dietetica del ratto. Neuroscienza. 10 aprile 2009; 159(4): 1193-9.

11. Margolin D, Hammerstad J, Orwoll E, McClung m., la calcificazione di Calhoun D. Intracranial nell'iperparatiroidismo si è associato con aprassia e parkinsonismo di andatura. Neurologia. Del 1980 settembre; 30(9): 1005-7.

12. Sentina I, Sadikoĝlu B, Emre S, Sirin A, calcificazione di Tatli B. Brain dovuto iperparatiroidismo secondario in un bambino con insufficienza renale cronica. Turco J Pediatr. 2005 luglio-settembre; 47(3): 287-90.

13. Vidal JS, Sigurdsson S, Jonsdottir Mk, et al. calcio dell'arteria coronaria, funzione del cervello e struttura: lo studio diEtà-Reykjavik. Colpo. 2010 maggio; 41(5): 891-7.

14. Lui LY, K di pietra, Cauley JA, T più collinoso, perdita di Jaffe K. Bone predice il declino conoscitivo successivo in donne più anziane: lo studio delle fratture osteoporotiche. Soc di J Geriatr. 2003 gennaio; 51(1):38-43.

15. Braverman ER, Chen TJ, Chen AL, et al. aumenti relativi all'età in ormone paratiroidale può essere antecedente sia ad osteoporosi che a demenza. BMC Endocr Disord. 13 ottobre 2009; 9:21.

16. Farrag AK, EM di Khedr, et al. effetto di menopausa chirurgica sulle funzioni conoscitive. Geriatr demente Cogn Disord. 2002;13(3):193-8.

17. Blum K, Sheridan PJ, legno RC, et al. Il gene del ricevitore della dopamina D2 come determinante della sindrome di carenza della ricompensa. Med di J R Soc. 1996 luglio; 89(7): 396-400.

18. Blum K, Chen AL, Chen TJ, et al. attivazione invece di blocco dei circuiti dopaminergici mesolimbic della ricompensa è un trattamento preferito di modalità a lungo termine della sindrome di carenza della ricompensa (RDS): un commento. Biol Med Model di Theor. 12 novembre 2008; 5:24.

19. Blum K, Braverman ER, supporto JM, et al. sindrome di carenza della ricompensa: un modello biogenetico per la diagnosi ed il trattamento dei comportamenti impulsivi, inducenti al vizio e compulsivi. Droghe psicoattive di J. 2000 novembre; 32 supplementi: io-dispositivo di venipunzione, 1-112.

20. Dowling GJ, SR di Weiss, Condon TP. Droghe di abuso e del cervello di invecchiamento. Neuropsicofarmacologia. 2008 gennaio; 33(2): 209-18.

21. Colliver JD, Compton WM, Gfroerer JC, uso della droga di Condon T. Projecting fra i figli del baby boom di invecchiamento nel 2020. Ann Epidemiol. 2006 aprile; 16(4): 257-65.

22. Pedraza C, García FB, Navarro JF. Effetti neurotossici indotti da acido gammahydroxybutyric (GHB) in ratti maschii. Int J Neuropsychopharmacol. 2009 ottobre; 12(9): 1165-77.

23. Lecacheux m., Karila L, et al. modifiche conoscitive si è associato con il tabagismo. Med di Presse. 2009 settembre; 38(9): 1241-52.

24. Banakar Mk, Kudlur NS, disordine di spettro dell'alcool di George S. Fetal (FASD). J indiano Pediatr. 2009 novembre; 76(11): 1173-5.

25. Loeber S, Duka T, Welzel H, et al. danno delle abilità conoscitive e processo decisionale dopo uso cronico di alcool: l'impatto delle disintossicazioni multiple. Alcole dell'alcool. 2009 luglio-agosto; 44(4): 372-81.

26. MD di Majewska. Cocainomania come disturbo neurologico: implicazioni per il trattamento. NIDA Res Monogr. 1996;163:1-26.

27. Karila L, Lowenstein W, Coscas S, Benyamina A, Reynaud A. Complications di cocainomania. Rev Prat. 20 giugno 2009; 59(6): 825-9.

28. Jager G, Ramsey N-F. Conseguenze a lungo termine di esposizione adolescente della cannabis sullo sviluppo di cognizione, della struttura del cervello e della funzione: una panoramica di ricerca animale ed umana. Rev. 2008 di abuso di droga di Curr giugno; 1(2): 114-23.

29. Indlekofer F, Piechatzek m., Daamen m., et al. prestazione riduttrice di attenzione e di memoria in un campione basato sulla popolazione di giovani adulti con un uso moderato di vita della cannabis, dell'estasi e dell'alcool. J Psychopharmacol. 2009 luglio; 23(5): 495-509.

30. Gruber SA, Silveri millimetro, Yurgelun-Todd DA. Conseguenze neuropsicologiche di uso del narcotico. Rev. 2007 di Neuropsychol settembre; 17(3): 299-315.

31. Cadetto JL, Krasnova DENTRO. Basi molecolari dal del neurodegeneration indotto da metamfetamina. Rev Neurobiol di Int. 2009;88:101-19.

32. Disponibile a: http://www.cdc.gov/ncipc/pub-res/tbi_in_us_04/tbi_ed.htm. 12 luglio 2011 raggiunto.

33. Langlois J, Rutland-Brown W, Wald M. L'epidemiologia e l'impatto del trauma cranico traumatico: Una breve panoramica. Riabilitazione di trauma capo di J. 2006;21(5):375-8.

34. Ainslie PN, chiavetta JD, George KP, et al. elevazione nella velocità di flusso sanguigno cerebrale con idoneità aerobica in tutto invecchiamento umano sano. J Physiol. 15 agosto 2008; 586(16): 4005-10.

35. Deslandes A, Moraes H, Ferreira C, et al. esercizio e salute mentale: molte ragioni di muoversi. Neuropsychobiology. 2009;59(4):191-8.

36. Crawford JG. Fattori di rischio del morbo di Alzheimer rispetto a flusso sanguigno cerebrale. Med Hypotheses. 1996 aprile; 46(4): 367-77.

37. RO di Geda YE, di Roberts, Knopman DS, et al. esercizio fisico, invecchiamento e danno conoscitivo delicato: uno studio basato sulla popolazione. Arco Neurol. 2010 gennaio; 67(1): 80-6.

38. Panettiere LD, LL franco, K adottivo-Schubert, et al. effetti dell'esercizio aerobico su danno conoscitivo delicato: una prova controllata. Arco Neurol. 2010 gennaio; 67(1): 71-9.

39. Clark PJ, Brzezinska WJ, Puchalski EK, corona scandinava DA, Rodi JS. L'analisi funzionale degli adattamenti neurovascolari all'esercizio nella circonvoluzione dentata di giovani topi adulti si è associata con guadagno conoscitivo. Ippocampo. 2009 ottobre; 19(10): 937-50.

40. Van Praag H. Neurogenesis ed esercizio: orientamenti futuri passati e. Med di Neuromolecular. 2008;10(2):128-40.

41. Fabel K, attività fisica di Kempermann G. ed il regolamento del neurogenesis nel cervello di invecchiamento e dell'adulto. Med di Neuromolecular. 2008;10(2):59-66.

42. Lautenschlager NT, Cox chilolitro, luce intermittente L, et al. effetto di attività fisica sulla funzione conoscitiva in adulti più anziani a rischio del morbo di Aalzheimer: una prova randomizzata. JAMA. 3 settembre 2008; 300(9): 1027-37.

43. Funzione del cervello di Garraux G. Preserve… con il exercice fisico? Rev Med Liege. 2008 maggio-giugno; 63 (5-6): 293-8.

44. Effetti di mA Q. Beneficial dell'esercizio fisico volontario moderato e dei suoi meccanismi biologici su salute del cervello. Toro di Neurosci. 2008 agosto; 24(4): 265-70.

45. Lange-Asschenfeldt C, morbo di Alzheimer di Kojda G., disfunzione cerebrovascolare ed i benefici dell'esercizio: dalle navi ai neuroni. Exp Gerontol. 2008 giugno; 43(6): 499-504.

46. Linkis P, Jørgensen LG, esercizio dinamico migliora la velocità di flusso regionale di media dell'arteria cerebrale. J Appl Physiol. 1995 gennaio; 78(1): 12-6.

47. Yaffe K, Fiocco AJ, et al. preannunciatori di mantenimento della funzione conoscitiva in adulti più anziani: la salute ABC studia. Neurologia. 9 giugno 2009; 72(23): 2029-35.

48. Reichman NOI. Disordini dementing di Nondegenerative. In: CE di Coffey, Cummings JL, eds. Il manuale psichiatrico americano della stampa di neuropsichiatria geriatrica. secondo ed. Washington, DC: Stampa psichiatrica americana; 2000:491-507.

49. Braverman ER. Più giovane voi: Sblocchi il potere nascosto del vostro cervello di guardare e ritenere 15 anni più giovane. New York, NY: McGraw-Hill; 2006.

50. Lista I, meccanismi di Sorrentino G. Biological di attività fisica nell'impedire declino conoscitivo. Cellula Mol Neurobiol. 2010 maggio; 30(4): 493-503.

51. Cotman CW, Berchtold NC. Esercizio: un intervento comportamentistico per migliorare salute e plasticità del cervello. Tendenze Neurosci. 2002 giugno; 25(6): 295-301.

52. Komulainen P, Pedersen m., Hanninen T, et al. BDNF è un indicatore novello della funzione conoscitiva nelle donne di invecchiamento: lo studio EXTRA del Dott. Neurobiol impara Mem. 2008 novembre; 90(4): 596-603.

53. Van der Borght K, Kóbor-Nyakas DE, Klauke K, et al. esercizio fisico conduce agli adattamenti rapidi in sistema vascolare hippocampal: dinamica e relazione temporali a proliferazione delle cellule e al neurogenesis. Ippocampo. 2009 ottobre; 19(10): 928-36.

54. CA di Pereira, Huddleston DE, Brickman, et al. In vivo una componente del neurogenesis indotto dall'esercizio nella circonvoluzione dentata adulta. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 27 marzo 2007; 104(13): 5638-43.

55. Distacco di Balu, neurogenesis hippocampal di Lucki I. Adult: regolamento, implicazioni funzionali e contributo a patologia di malattia. Rev. 2009 di Neurosci Biobehav marzo; 33(3): 232-52.

56. Anziano GA, De Gasperi R, Gama Sosa mA. Aggiornamento di ricerca: neurogenesis in cervello adulto e nei disordini neuropsichiatrici. Med di Mt Sinai J. 2006 novembre; 73(7): 931-40.

57. Paizanis E, Kelaï S, Renoi T, Hamon T, neurogenesis hippocampal di Lanfumey L. Life-long: modulazioni ambientali, farmacologiche e del neurochemical. Ricerca di Neurochem. 2007 ottobre; 32(10): 1762-71.

58. Neurogenesis hippocampal di H. Adult di Lee E, del figlio e fattori neurotrophic riferiti. Rappresentante di BMB. 31 maggio 2009; 42(5): 239-44.

59. Eisch AJ, Cameron ha, et al. neurogenesis, salute mentale e malattia mentale adulti: speranza o campagna pubblicitaria? J Neurosci. 12 novembre 2008; 28(46): 11785-91.

60. Kempermann G, Krebs J, Fabel K. Il contributo di venire a mancare neurogenesis hippocampal adulto ai disturbi psichiatrici. Psichiatria di Curr Opin. 2008 maggio; 21(3): 290-5.

61. Paizanis E, Kelai S, Renoir T, Hamon m., neurogenesis hippocampal di Lanfumey L. Life-long: modulazioni ambientali, farmacologiche e del neurochemical. Ricerca di Neurochem. 2007 ottobre; 32(10): 1762-71.

62. Lazarov O, mp di Mattson, Peterson DA, interruttore di Pimplikar, van Praag H. Quando il neurogenesis incontra l'invecchiamento e la malattia. Tendenze Neurosci. 2010 dicembre; 33(12): 569-79.

63. Meerlo P, Mistlberger CON RIFERIMENTO A, et al. Nuovi neuroni nel cervello adulto: il ruolo di sonno e conseguenze di perdita di sonno. Sonno Med Rev. 2009 giugno; 13(3): 187-94.

64. Querido JS, Sheel aw. Regolamento di flusso sanguigno cerebrale durante l'esercizio. Med di sport. 2007;37(9):765-82.

65. Il Ploughman M. Exercise è alimento del cervello: gli effetti di attività fisica sulla funzione conoscitiva. Sviluppatore Neurorehabil. 2008 luglio; 11(3): 236-40.

66. Funzioni di Floel A, di Ruscheweyh R, di Kruger K, et al. di attività fisica e di memoria: Sono i neurotrophins ed il volume cerebrale della materia grigia l'anello mancante? Neuroimage. 1° febbraio 2010; 49(3): 2756-63.

67. Takechi R, Galloway S, Pallebage-Gamarallage millimetro, fuga V, Mamo JC. Grassi dietetici, integrità di cerebrovasculature e rischio del morbo di Alzheimer. Ricerca del lipido di Prog. 5 novembre 2009.

68. Lee Y, JH posteriore, rassegna di Kim J. Systematic dei rischi comportamentistici di salute e salute conoscitiva in adulti più anziani. Int Psychogeriatr. 2010 marzo; 22(2): 174-87.

69. GM di Pasinetti, Eberstein JA. Sindrome metabolica ed il ruolo degli stili di vita dietetici nel morbo di Alzheimer. J Neurochem. 2008 agosto; 106(4): 1503-14.

70. Sofi F, Cesari F, Abbate R, Gensini GF, Casini A. Adherence alla dieta Mediterranea ed allo stato di salute: meta-analisi. BMJ. 11 settembre 2008; 337: a1344.

71. GM delle Cole, Frautschy SA. DHA può impedire la demenza relativa all'età. J Nutr. 2010 aprile; 140(4): 869-74.

72. Scià K, Qureshi Unione Sovietica, Johnson m., Parikh m., PE di Shulz, Kunik ME. L'uso delle droghe antipertensive colpisce l'incidenza o la progressione di demenza? Una rassegna sistematica. J Geriatr Pharmacother. 2009 ottobre; 7(5): 250-61.

73. Castro JE, Varea E, Marquez C, Cordero MI, Poirier G, Sandi C. Role dell'amigdala negli effetti antidepressivi su proliferazione e sulla sopravvivenza hippocampal delle cellule e su comportamento del tipo di depressione nel ratto. PLoS uno. 8 gennaio 2010; 5(1): e8618.

74. Boldrini m., MD del sottobosco, gallina R, et al. antidepressivi aumenta le cellule neurali del progenitore nell'ippocampo umano. Neuropsicofarmacologia. 2009 ottobre; 34(11): 2376-89.