Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista febbraio 2012
Come lo vediamo

Metodi provati per ridurre digiunare ed i livelli postprandiali del glucosio

Da William Faloon
Metodi provati per ridurre digiunare ed i livelli postprandiali del glucosio

Gli studi scientifici indicano che qualsiasi quantità di glucosio a digiuno oltre 85 mg/dL aggiunge incrementalmente al rischio di attacco di cuore.1

Gli impulsi postprandiali del glucosio oltre 140 mg/dL conducono alle complicazioni diabetiche, anche in coloro che non è diabetico.

Se potete scegliere una lettura di digiuno ideale del glucosio, probabilmente sarebbe di intorno 74 mg/dL.2 che conosciamo, tuttavia, che qualche gente è sfidata a tenere il loro glucosio al di sotto di 100 mg/dL. Che cosa questo il mezzo è che per gli individui invecchianti è estremamente importante seguire un programma aggressivo per sopprimere il glucosio in eccesso il più possibile.

Le buone notizie sono che molti approcci che riducono l'insulina del glucosio inoltre più in basso,3,4 LDL,3,5-7 trigliceridi,3,8-10 e proteina C-reattiva,11 quindi che tagliano il suo rischio di malattia vascolare,9,12-14 il cancro,15-18 la demenza,19-23 e una miriade di altri disordini degeneranti.

L'edizione di questo mese ha caratterizzato un esame approfondito dell'estratto verde del chicco di caffè che è stato indicato per ridurre i livelli postprandiali del glucosio da una media di 32%.24 funziona inibendo l'enzima di glucose-6-phosphatase che permette al corpo di creare il nuovo glucosio in eccedenza e di pubblicare inadeguato il glucosio immagazzinato dai tessuti.

Per raggiungere i livelli ottimali del glucosio, qualche gente dovrà intraprendere le azione per impedire l'assorbimento del glucosio e per migliorare la sensibilità dell'insulina. In questa sezione, descriviamo succinto le droghe, gli ormoni, le sostanze nutrienti ed i cambiamenti di stile di vita che facilitano i livelli sani del glucosio.

Opzioni nutrienti

Poiché i membridel ® del prolungamento della vita sanno è meglio da prendere gli integratori alimentari con i pasti, non dovrebbe essere difficile affinchè loro gli renda una prassi proteggere la loro circolazione sanguigna da eccessivo assorbimento di caloria prendendo le sostanze nutrienti adeguate prima della maggior parte dei pasti.

Un modo efficace di ottenere le sostanze nutrienti che possono impedire l'impatto degli alimenti del grasso e del carboidrato una volta prese prima che i pasti sia un preparato in polvere della bevanda che fornisce le sostanze nutrienti nella scatola qui sotto.

Sostanze nutrienti che riducono l'impatto dell'assunzione in eccesso di caloria

Mg di Propolmannan 2.000
Meccanismi: Rallenta lo svuotamento gastrico per ritardare l'assorbimento rapido del carboidrato. Inoltre fornisce una barriera viscosa che lega gli acidi biliari che facilitano normalmente l'assorbimento del grasso.25-27

Phaseolus vulgaris 445 mg
Meccanismi: Inibisce l'enzima digestivo dell'amilasi usato per ripartire gli alimenti del carboidrato per assorbimento finale nel sangue come glucosio.10,28

Irvingia gabonensis 150 mg
Meccanismi: Inibisce l'amilasi e le funzioni via tre meccanismi supplementari internamente per regolare il metabolismo del trigliceride e del glucosio.29-31

Mg dell'estratto 100 del tè verde e più su
Meccanismi: Inibisce l'enzima digestivo della lipasi usato per ripartire gli alimenti grassi ed amplifica l'utilizzazione interna di glucosio amplificando il tasso metabolico a riposo.32,33

Suggeriamo di prendere un preparato in polvere della bevanda che contiene questi ingredienti prima dei due pasti più pesanti del giorno.

Per Sugar Addicts

Per quelli di cui il glucosio livella rimane in modo inaccettabile alto malgrado la presa del preparato in polvere della bevanda, è sostanze nutrienti incapsulate che funzionano specificamente per bloccare gli enzimi digestivi della glucosidasi e della sucrasi. La sucrasi riparte il saccarosio a fruttosio ed a glucosio e la glucosidasi catalizza l'idrolisi del legame glicosidico a tutti i carboidrati per liberare i più piccoli zuccheri. Il blocco dei questi enzimi riduce la quantità di glucosio assorbente dalle fonti dietetiche. Una capsula che contiene l'L-arabinosio e un estratto speciale dell'alga bruna dovrebbe essere presa prima del cibo del saccarosio (zucchero di tavola) - contenere gli alimenti.34-36

Miglioramento della sensibilità dell'insulina

Invecchiare causa una perdita di sensibilità dell'insulina, in modo da significa quel glucosio che sarebbe utilizzato normalmente dal resti delle cellule di produttore d'energia invece nel sangue o dai convertiti a stoccaggio come i trigliceridi (in sangue e cellule grasse) o glicogeno nel fegato.

Un estratto della cannella è stato sviluppato per migliorare la capacità di insulina di guidare la glicemia nelle cellule di muscolo. Questo composto della cannella che migliora la sensibilità dell'insulina si combina con l'estratto dell'alga bruna (per inibire l'enzima della glucosidasi) per fornire il controllo additivo sopra i livelli del glucosio.36-42

Opzioni della droga

Opzioni della droga
Aterosclerosi

Una droga antidiabetica che il prolungamento della vita suggerisce che la gente normale di invecchiamento studi la possibilità di prendere al glucosio più basso è metformina (riferisca all'articolo alla pagina 56 dell'edizione di questo mese circa riduzione di rischio di cancro e della metformina). È disponibile nella forma generica a basso costo.

La metformina ha una lunga storia di uso umano sicuro, più i dati intriganti suggerire che possa possedere le proprietà antinvecchiamento.43,44 pensiamo che quelli con glicemia a digiuno in eccesso (superiore a 80-85 mg/dL) dovrebbero chiedere al loro medico riguardo a metformina anche se non sono diagnosticate come diabetico.

Alcuni dei vantaggi collaterali di metformina comprendono la perdita di peso45-47 e la riduzione del trigliceride,48-50 che sono in se stessi rischio-riduttori provati di attacco di cuore.

Dosaggio e precauzioni della metformina

La dose di metformina varia considerevolmente. La dose cominciante può essere bassa quanto mg 250-500 una volta al giorno con un pasto. Se l'ipoglicemia (glicemia bassa) non si manifesta, la dose di metformina può essere aumentata a mg 500-850 preso prima di due o tre pasti, tutti sotto la supervisione del vostro medico, naturalmente. Un effetto collaterale di metformina è che può indurre i livelli dell'omocisteina ad elevare.51 questo sono meno probabili accadere ai membri del prolungamento della vita che già prendono le sostanze nutrienti che sopprimono l'omocisteina. Quelli con guasto alterato di funzione o di scompenso cardiaco del rene non possono potere prendere la metformina.

La metformina funziona per ridurre l'assorbimento dei carboidrati ingeriti,52-54 sopprime l'appetito,55,56 migliorano la sensibilità dell'insulina,57-59 ed il più unicamente, la metformina inibisce il rilascio del glucosio immagazzinato del fegato (glicogeno) nuovamente dentro il sangue.60-63

Uno dei problemi che frustra tanta gente che segue una dieta ipocalorica, eppure ha elevato con insistenza i livelli del glucosio, è che il fegato scarica impropriamente troppo glucosio nel sangue. Ciò naturalmente è una funzione vitale di vita in uno stato di inedia, ma per gli individui invecchianti, il rilascio epatico in eccesso di glicogeno (chiamato gluconeogenesi) li induce a soffrire i livelli elevati cronicamente dell'insulina e del glucosio. La metformina inibisce la gluconeogenesi.64,65

Un'altra droga a basso costo che abbassa i livelli del glucosio è acarbose, che riduce l'assorbimento dei carboidrati ingeriti inibendo la glucosidasi ed altri assorbire-enzimi dello zucchero nell'intestino tenue. Una dose tipica è mg 50-100 di acarbose preso prima di ogni pasto. Qualche gente avverte gli effetti collaterali intestinali, ma altrimenti, il acarbose è altamente efficace nella riduzione dei livelli della glicemia e nella riduzione dei parecchi indicatori cardiaci di rischio nel sangue.9,12,13

Ci sono naturalmente altre droghe approvate dalla FDA che abbasseranno i vostri livelli del glucosio. Molte di queste droghe, tuttavia, funzionano dai meccanismi che portano i rischi di effetto collaterale.

Il prolungamento della vita sta su terra scientifica solida nella raccomandazione che quelli con tolleranza al glucosio alterata seguono un programma aggressivo che comprende mangiare i pasti più sani e più piccoli, esercitare e prendere le sostanze nutrienti prima dei pasti che deviano l'impatto dell'assunzione in eccesso di caloria. Le droghe come metformina possono essere considerate per i suoi benefici multipli che estendono oltre mero controllo del glucosio. Acarbose dovrebbe essere utilizzato se i livelli elevati del glucosio rimangono testardo.

Metodi per ridurre i livelli postprandiali del glucosio
Metodi per ridurre i livelli postprandiali del glucosio
Cannella, fagiolo bianco, tè verde
  • Livelli della glicemia a digiuno oltre il rischio di attacco di cuore di aumento di 85 mg/dL.
  • I livelli postprandiali del glucosio oltre 140 mg/dL possono condurre alle complicazioni connesse con diabete-uguale in coloro che non è diabetico.
  • I metodi nutrizionali, ormonali, dietetici e di stile di vita che la glicemia più bassa può ridurre i fattori di rischio cardiovascolari, diminuire il rischio di cancro e migliorare gli indicatori si sono associati con la longevità.
  • Gli estratti della pianta quali l'estratto di irvingia e propolmannan, l'estratto , il tè verde e la cannella del phaseolus vulgaris (fagiolo bianco) possono contribuire a ridurre i livelli del glucosio ed a promuovere la sensibilità sana dell'insulina.
  • Gli aiuti della metformina della droga dell'antidiabetico promuovono i livelli di lipidi sani e della glicemia mentre sostengono gli sforzi di perdita di peso.
  • I livelli d'ottimizzazione di DHEA negli uomini ed in donne ed i livelli del testosterone negli uomini possono contribuire a promuovere i livelli del glucosio e la sensibilità ottimali dell'insulina.
  • Le scelte sane di stile di vita quale la restrizione di caloria, esercizio, consumante una dieta Mediterranea ed evitante gli zuccheri dietetici più ulteriormente sostengono i livelli sani della glicemia.

     

Opzioni dell'ormone

Opzioni dell'ormone

L'invecchiamento normale è accompagnato da un declino tagliente in ormoni che sono compresi nella sensibilità di mantenimento dell'insulina e nel controllo epatico del glucosio.

Ristabilendo i livelli di DHEA (deidroepiandrosterone) alle gamme giovanili negli uomini ed in donne può contribuire a migliorare la sensibilità dell'insulina ed il metabolismo del glucosio nel fegato.66-70

Medici progressivi stanno rend contoere che negli uomini, una carenza del testosterone può indurre una riduzione seria della sensibilità dell'insulina. Per gli uomini, ristabilire i livelli giovanili di testosterone è stato indicato per essere particolarmente utile nella facilitazione del controllo del glucosio.71 analisi del sangue può valutare il vostro stato ormonale in modo da un uomo può riempire il testosterone (e DHEA) alle gamme più giovanili. I livelli ematici liberi ottimali del testosterone negli uomini sono fra 20-25 pg/mL.72

Il prolungamento della vita ha pubblicato gli articoli che indicano che gli uomini diabetici possono derivare i benefici enormi ristabilendo il testosterone alle gamme giovanili, rispetto a sovraccaricare il corpo di insulina in eccesso mentre medici della corrente principale continuano a fare.73-75

Opzioni dietetiche

La gente può raggiungere il controllo notevole sopra i livelli del glucosio alterando la loro dieta ed esercitandosi più. Sotto sono tre opzioni dietetiche da considerare:

  • 1. Consumi una dieta ipocalorica (spesso meno di 1,400-1,800 calorie un il giorno). La maggior parte della gente non può aderire a questo genere di dieta ipocalorica.76
  • 2. Consumi una dieta Mediterranea, con i lotti della frutta e verdure fresche, pesce ed i fagioli come fonti della proteina e omega-3 e grassi monoinsaturi (olio d'oliva), mentre evitano i grassi saturi, i carboidrati raffinati, degli gli alimenti carichi di colesterolo, i grassi in eccesso omega-6 e la maggior parte dei prodotti di origine animale. Una percentuale aumentante degli Americani salute consapevoli sta adottando questo genere di dieta.77-79
  • 3. Eviti i succhi di frutta zuccherati (quasi tutti i succhi di frutta contengono troppi zuccheri) e le bevande chiodate con fruttosio,80-84 il saccarosio,85-89 e/o sciroppo di amido ad alta percentuale di fruttosio.90-94 consumi un indice basso glycemic e una dieta basso glycemic del carico.95.96

Riassunto

Da un punto di vista pratico, raggiungere le letture ottimali del glucosio sulla vostra analisi del sangue seguente probabilmente comprenderà una combinazione di vari approcci descritti in questa sezione. Ciascuno singolo risponderà diversamente.

Per alcuno, una riduzione modesta dell'assunzione di caloria e un aumento nell'attività fisica sufficientemente abbasseranno i livelli del glucosio del dopo-pasto e di digiuno. La maggior parte dei individui di invecchiamento, tuttavia, dovranno prendere le sostanze nutrienti quali l'estratto verde della bacca di caffè ed altri inibitori dell'carboidrato-enzima prima dei pasti pesanti per impedire l'impatto delle calorie ingerite. Altri dovrebbero chiedere al loro medico riguardo ai farmaci da vendere su ricetta medica quale metformina.

Quando uno mette in discussione l'importanza di fare tutta questo, sappia prego che l'incidenza del pre-diabete, della sindrome metabolica e del diabete di tipo 2 sta aumentando ai tassi in modo allarmante. Infatti, le malattie relative a danno del glucosio stanno salendo alle stelle dappertutto nel mondo che adotta le abitudini alimentari occidentali non sane.

Una catastrofe medica è preveduta per gli Stati Uniti poichè la vasta maggioranza della popolazione ora è sovrappeso e soffre spaventoso gli alti livelli di glucosio, di insulina e di trigliceridi.

La singola componente più importante del suo programma di longevità può essere le misure prese prima che i pasti per neutralizzare gli effetti tossici delle calorie in eccesso la maggior parte di noi ingeriscano invariabilmente.

Il prolungamento della vita invita tutti i membri a promulgare un programma personale destinato per sopprimere i livelli di digiuno del glucosio alle gamme inferiore a 86 mg/dL e per tenere gli impulsi di due ore del glucosio del dopo-pasto inferiore a 120-140 mg/dL. Fortunatamente, ci sono una vasta gamma di opzioni che permettono agli esseri umani di invecchiamento di compire questa profondo efficace abilità antinvecchiamento.

Precauzioni dell'ormone

Gli uomini con carcinoma della prostata preesistente dovrebbero evitare il testosterone fino a curare il loro cancro. Le donne con determinati tipi di cancri in relazione con l'ormone si consigliano di evitare DHEA fino a curare il loro cancro. Gli uomini che sostituiscono il testosterone si consigliano di verificare il loro sangue nei 60 giorni per assicurarsi che i loro livelli dell'estrogeno (estradiolo) ed antigene prostatico specifico (PSA) non stiano aumentando. Testosterone del convertito di alcuni uomini (aromatizzi) nell'estradiolo. Se questo accade, ci sono droghe (come l'anastrozolo) o sostanze nutrienti che inibiscono l'enzima di aromatasi per tenere l'estradiolo nella gamma sicura tra 20-30 di compreso pg/mL. Queste analisi del sangue, prese i 60 giorni dopo che la terapia del testosterone è iniziata, possono anche individuare il fegato o le anomalie di conteggio dei globuli che in rari casi possono essere esacerbati da testosterone.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute di Extension® di vita a 1-866-864-3027.

Riferimenti

1. JV di Bjornholt, Erikssen G, Aaser E, et al. glicemia a digiuno: un fattore di rischio sottovalutato per la morte cardiovascolare. Risultati da seguito di 22 anni degli uomini nondiabetic in buona salute. Cura del diabete. 1999 gennaio; 22(1): 45-9.

2. Walford RL, SB di Harris, Gunion Mw. La dieta sostanza-densa a bassa percentuale di grassi calorico limitata nella biosfera 2 abbassa significativamente la glicemia, il conteggio totale del leucocita, il colesterolo e la pressione sanguigna in esseri umani. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 1° dicembre 1992; 89(23): 11533-7.

3. Lucas CP, MN di Boldrin, GM di Reaven. L'effetto di orlistat ha aggiunto alla dieta (30% delle calorie da grasso) sui lipidi, sul glucosio e sull'insulina del plasma in pazienti obesi con ipercolesterolemia. J Cardiol. 15 aprile 2003; 91(8): 961-4.

4. Behall chilometro, Scholfield DJ, Hallfrisch JG, HG di Liljeberg-Elmståhl. Il consumo sia di amido resistente che di beta-glucano migliora il glucosio postprandiale e l'insulina del plasma in donne. Cura del diabete. 2006 maggio; 29(5): 976-81.

5. Sood N, panettiere WL, ci di Coleman. Effetto di glucomannan sulle concentrazioni nel lipido e nel glucosio del plasma, sul peso corporeo e sulla pressione sanguigna: rassegna e meta-analisi sistematiche. J Clin Nutr. 2008 ottobre; 88(4): 1167-75.

6. Ngondi JL, Oben JE, SR di Minka. L'effetto dei semi dell'irvingia gabonensis sul peso corporeo e dei lipidi del sangue degli oggetti obesi nel Camerun. Salute DIS dei lipidi. 25 maggio 2005; 4:12.

7. Anderson JW, Allgood LD, Turner J, Oeltgen PR, Daggy BP. Effetti dello psyllium sulle risposte del lipido del siero e del glucosio in uomini con il diabete di tipo 2 e l'ipercolesterolemia. J Clin Nutr. 1999 ottobre; 70(4): 466-73.

8. Nizami F, ms di Farooqui, Munir MP, Rizvi TJ. Effetto del pane della fibra sulla gestione del diabete mellito. J Coll Physicians Surg Pak. 2004 novembre; 14(11): 673-6.

9. Hanefeld m., Cagatay m., Petrowitsch T, Neuser D, Petzinna D, Rupp M. Acarbose riduce il rischio per infarto miocardico nel tipo - 2 pazienti diabetici: una meta-analisi di sette studi a lungo termine. Cuore J. 2004di EUR gennaio; 25(1): 10-6.

10. Udani J, m. resistente, CC di Madsen. Assorbimento e perdita di peso del carboidrato di didascalia: un test clinico facendo uso del proprietario di marca di fase 2 ha frazionato l'estratto del fagiolo bianco. Altern Med Rev. 2004 marzo; 9(1): 63-9.

11. Azioni di Derosa G, di Maffioli P, di Ferrari I, et al. di Acarbose su insulino-resistenza e parametri infiammatori durante il carico grasso orale. EUR J Pharmacol. 25 gennaio 2011; 651 (1-3): 240-50.

12. Benefici di Zeymer U. Cardiovascular di acarbose in tolleranza al glucosio e diabete di tipo 2 alterati. Int J Cardiol. 8 febbraio 2006; 107 (1): 11-20.

13. Oyama T, Saiki A, Endoh K, et al. effetto di acarbose, un inibitore dell'alfa-glucosidasi, sui livelli della massa della lipoproteina lipasi del siero e sullo spessore comune di intima-media dell'arteria carotica in mellito del diabete di tipo 2 trattato dalla sulfonilurea. J Atheroscler Thromb. 2008 giugno; 15(3): 154-9.

14. Vasdev S, branchia V, Singal P. Role dei prodotti finiti avanzati di glycation nell'ipertensione e nell'aterosclerosi: implicazioni terapeutiche. Biochimica Biophys delle cellule. 2007;49(1):48-63.

15. Evans JM, LA di Donnelly, Emslie-Smith, Dott di Alessi, ANNUNCIO di Morris. Metformina e rischio riduttore di cancro in pazienti diabetici. BMJ. 4 giugno 2005; 330(7503): 1304-5.

16. PESO di Wu, HL di Chen. Gli effetti di glucomannan konjac sui fattori di rischio presunti per carcinogenesi dei due punti in ratti hanno alimentato una dieta ad alta percentuale di grassi. Alimento chim. di J Agric. 9 febbraio 2011; 59(3): 989-94.

17. Bravi F, Edefonti V, Bosetti C, et al. modelli dietetici nutrienti ed il rischio di cancro colorettale: uno studio di caso-control dall'Italia. Il Cancro causa il controllo. 2010 novembre; 21(11): 1911-8.

18. Zhang ZJ, Zheng ZJ, Kan H, et al. rischio riduttore di cancro colorettale con la terapia della metformina in pazienti con il diabete di tipo 2: una meta-analisi. Cura del diabete. 2011 ottobre; 34(10): 2323-8.

19. RA di Whitmer, Karter AJ, Yaffe K, junior di Quesenberry CP, JV di Selby. Episodi e rischio ipoglicemici di demenza in pazienti più anziani con il diabete di tipo 2 mellito. JAMA. 15 aprile 2009; 301(15): 1565-72.

20. RA di Yaffe K, di Blackwell T, di Whitmer, livello dell'emoglobina di Krueger K, di Barrett Connor E. Glycosylated e sviluppo di danno o di demenza conoscitivo delicato in donne più anziane. Invecchiamento di salute di J Nutr. 2006 luglio-agosto; 10(4): 293-5.

21. Xu W, Qiu C, Winblad B, Fratiglioni L. L'effetto del diabete limite sul rischio di demenza e di morbo di Alzheimer. Diabete. 2007 gennaio; 56(1): 211-6.

22. Hsu cc, Wahlqvist ml, ms di Lee, Tsai HN. L'incidenza di demenza è aumentata in diabete di tipo 2 ed è ridotta mediante l'uso delle sulfoniluree e della metformina. J Alzheimers DIS. 2011;24(3):485-93.

23. Luchsinger JA. Diabete di tipo 2, termini relativi, nella relazione e nella demenza: un'opportunità per la prevenzione? J Alzheimers DIS. 2010;20(3):723-36.

24. Nagendran sistemi MV. Effetto di caffè verde Bean Extract (GCE), su in acidi clorogenici, sul metabolismo del glucosio. Numero di presentazione del manifesto: 45-LB-P. Obesità 2011, la ventinovesima riunione scientifica annuale della società di obesità. Orlando, Florida. Dal 1-5 ottobre 2011.

25. McCarty MF. Glucomannan minimizza l'impulso postprandiale dell'insulina: un adiuvante potenziale per la terapia hepatothermic. Med Hypotheses. 2002 giugno; 58(6): 487-90.

26. Vuksan V, Jenkins DJ, Spadafora P, et al. Konjac-mannano (glucomannan) migliora il glycemia ed altri fattori di rischio collegati per la coronaropatia in diabete di tipo 2. Una prova metabolica controllata randomizzata. Cura del diabete. 1999 giugno; 22(6): 913-9.

27. Gonzalez Canga A, Fernández Martínez N, Sahagún, et al. Glucomannan: proprietà ed applicazioni terapeutiche. Nutr Hosp. 2004 gennaio-febbraio; 19(1): 45-50.

28. Celleno L, Tolaini sistemi MV, D'Amore A, Perricone NV, HG di Preuss. Un integratore alimentare che contiene l'estratto standardizzato del phaseolus vulgaris influenza la composizione corporea degli uomini e delle donne di peso eccessivo. Int J Med Sci. 24 gennaio 2007; 4(1): 45-52.

29. Oben JE, Ngondi JL, CN di Momo, Agbor GA, CS di Sobgui. L'uso dei quadrangularis di un Cissus/combinazione dell'irvingia gabonensis in gestione di perdita di peso: uno studio controllato con placebo della prova alla cieca. Salute DIS dei lipidi. 31 marzo 2008; 7:12.

30. Ngondi JL, Etoundi BC, CB di Nyangono, Mbofung cm, Oben JE. IGOB131, un estratto novello del seme dell'irvingia gabonensis dell'Africa Occidentale della pianta, riduce significativamente il peso corporeo e migliora i parametri metabolici in esseri umani di peso eccessivo in una ricerca controllata placebo randomizzato della prova alla cieca. Salute DIS dei lipidi. 2 marzo 2009; 8: 7.

31. Oben JE, Ngondi JL, Blum K. Inhibition dell'estratto del seme dell'irvingia gabonensis (OB131) sul adipogenesis come mediato via giù il regolamento dei geni di leptina e di PPARgamma ed il su-regolamento del gene di adiponectin. Salute DIS dei lipidi. 13 novembre 2008; 7:44.

32. Juhel C, Armand m., Pafumi Y, C più ottimistica, Vandermander J, l'estratto del tè verde di Lairon D. (AR25) inibisce la lipolisi dei trigliceridi in in vitro medio gastrico e duodenale. Biochimica di J Nutr. 2000 gennaio; 11(1): 45-51.

33. Bose m., Lambert JD, Ju J, Kr di Reuhl, Shapses SA, CS di Yang. Il polifenolo principale del tè verde, (-) - epigallocatechin-3-gallate, inibisce l'obesità, la sindrome metabolica e l'affezione epatica grassa nei topi di alto-grasso-federazione. J Nutr. 2008 settembre; 138(9): 1677-83.

34. HG di Preuss, Echard B, Bagchi D, Stohs S. Inhibition dalle sostanze dietetiche naturali di assorbimento gastrointestinale di amido e di saccarosio in ratti ed in maiali: 1. Studi acuti. Int J Med Sci. 6 agosto 2007; 4(4): 196-202.

35. Disponibile a: http://www.naturalproductsinsider.com/news/2011/10/insea2-studies-accepted-for-publication.aspx. 7 novembre 2011 raggiunto.

36. Disponibile a: http://www.naturalproductsinsider.com/news/2009/12/insea2-reduces-glycemic-response.aspx#. 28 ottobre 2011 raggiunto.

37. Zhang J, cultivatore C, Shen J, et al. proprietà antidiabetiche delle frazioni polifenolico-arricchito e del polisaccaride dall'ascophyllum nodosum dell'alga bruna. Può J Physiol Pharmacol. 2007 novembre; 85(11): 1116-23.

38. Lamela m., Anca J, Villar R, Otero J, Calleja JM. Attività ipoglicemica di parecchi estratti dell'alga. J Ethnopharmacol. 1989 novembre; 27 (1-2): 35-43.

39. Hlebowicz J, Darwiche G, Bjorgell O, Almer LO. Effetto di cannella su glicemia postprandiale, sullo svuotamento gastrico e sulla sazietà negli individui sani. J Clin Nutr. 2007 giugno; 85(6): 1552-6.

40. Qin B, Nagasaki m., Ren m., Bajotto G, Oshida Y, l'estratto di Sato Y. Cinnamon impedisce l'insulino-resistenza indotto da una dieta ad alta percentuale di fruttosio. Ricerca di Horm Metab. 2004 febbraio; 36(2): 119-25.

41. Khan A, Safdar m., Muzaffar Ali Khan m., Nawak Khattak K, Anderson RA. La cannella migliora il glucosio ed i lipidi della gente con il diabete di tipo 2. Cura del diabete. 2003 dicembre; 26(12): 3215-8.

42. CL di Broadhurst, Polansky millimetro, Anderson RA. attività biologica del tipo di insulina degli estratti acquosi della pianta culinaria e medicinale in vitro. Alimento chim. di J Agric. 2000 marzo; 48(3): 849-52.

43. Anisimov VN, Berstein LM, PA di Egormin, et al. metformina rallenta l'invecchiamento ed estende la durata dei topi femminili di SHR. Ciclo cellulare. 1° settembre 2008; 7(17): 2769-73.

44. Onken B, Driscoll M. Metformin induce uno stato del tipo di restrizione dietetico e la risposta ossidativa di sforzo per estendere i elegans Healthspan del C. via AMPK, LKB1 e SKN-1. PLoS uno. 18 gennaio 2010; 5(1): e8758.

45. Fontbonne A., Charles mA, I Juhan-vaga, et al. L'effetto di metformina sulle anomalie metaboliche si è associato con distribuzione superiore del grasso corporeo. Risultati della prova di BIGPRO 1. Cura del diabete. 1996 settembre; 19:920-6.

46. Guthrie R. Treatment del diabete mellito non insulino-dipendente con metformina. Bordo Fam Pract di J. 1997 maggio-giugno; 10(3): 213-21.

47. Paolisso G, Amato L, Eccellente R, et al. effetto di metformina sull'ingestione di cibo negli oggetti obesi. L'EUR J Clin investe. 1998 giugno; 28(6): 441-6.

48. Emral R, Koseoglulari O, Tonyukuk V, Uysal AR, Kamel N, Corapcioglu D. L'effetto del regolamento glycemic a breve termine con il gliclazide e la metformina sul lipemia postprandiale. Diabete di Exp Clin Endocrinol. 2005 febbraio; 113(2): 80-4.

49. Lund ss, Tarnow L, Frandsen m., et al. impatto di metformina contro il secretagogue prandiale dell'insulina, repaglinide, onfasting e risposte postprandiali del lipido e del glucosio in pazienti non obesi con il diabete di tipo 2. EUR J Endocrinol. 2008 gennaio; 158(1): 35-46.

50. CB di Hollenbeck, Johnston P, BB di Varasteh, Chen iarda, GM di Reaven. Effetti di metformina su glucosio, su insulina e sul metabolismo dei lipidi in pazienti con ipertrigliceridemia delicata e diabete di tipo II dai criteri di test di tolleranza al glucosio. Diabete Metab. 1991 settembre-ottobre; 17(5): 483-9.

51. Carlsen MP, Følling I, griglia V, Bjerve KS, Schneede J, Refsum H. Metformin aumenta i livelli totali dell'omocisteina del siero in pazienti maschii non-diabetico con la coronaropatia. Il laboratorio di Scand J Clin investe. 1997 ottobre; 57(6): 521-7.

52. MB di Davidson, Peters AL. Una panoramica di metformina nel trattamento del diabete di tipo 2 mellito. Med di J. 1997 gennaio; 102(1): 99-110.

53. Wilcock C, Bailey CJ. Riesame di effetto inibitorio di metformina su assorbimento intestinale del glucosio. J Pharm Pharmacol. 1991 febbraio; 43(2): 120-1.

54. Ikeda T, Iwata K, effetto inibitorio di Murakami H. di metformina su assorbimento intestinale del glucosio nell'intestino irrorato del ratto. Biochimica Pharmacol. 2000 1° aprile; 59(7): 887-90.

55. Lee A, Morley JE. La metformina fa diminuire il consumo alimentare ed induce la perdita di peso negli oggetti con l'obesità con tipo diabete di tipo II di II. Ricerca di Obes. 1998 gennaio; 6(1): 47-53.

56. McCarty MF. Una proposta di luogo dell'azione clinica della metformina: potenziamento dell'attivazione del piruvato chinasi da fructose-1,6-diphosphate. Med Hypotheses. 1999 febbraio; 52(2): 89-93.

57. Luna RJ. L'aggiunta di metformina in diabete di tipo 1 migliora la sensibilità dell'insulina, il benessere diabetico di controllo, della composizione corporea e del paziente. Diabete Obes Metab. 2007 gennaio; 9(1): 143-5.

58. Sir T, Castillo T, Munoz S, Lopez G, Calvillan M. Effects di metformina su insulino-resistenza in donne obese e hyperandrogenic. Rev Med Chil. 1997 dicembre; 125(12): 1457-63.

59. Giugliano D, De Rosa N, Di Maro G, et al. metformina migliora il glucosio, metabolismo dei lipidi e riduce la pressione sanguigna in donne ipertese e obese. Cura del diabete. 1993 ottobre; 16(10): 1387-90.

60. Saenz A, Fernandez-Esteban I, Mataix A, Ausejo m., Roque m., monoterapia di Moher D. Metformin per il diabete di tipo 2 mellito. Rev. del sistema della base di dati di Cochrane. 20 luglio 2005; (3): CD002966.

61. Wiernsperger N-F, Bailey CJ. L'effetto antihyperglycaemic di metformina: meccanismi terapeutici e cellulari. Droghe. 1999; 58 1:31 del supplemento - 9; discussione 75-82.

62. Mithieux G, Guignot L, Bordet JC, meccanismi di Wiernsperger N. Intrahepatic che sono alla base dell'effetto di metformina nel fare diminuire la produzione basale del glucosio in ratti ha alimentato una dieta ad alta percentuale di grassi. Diabete. 2002 gennaio; 51(1): 139-43.

63. MB di Davidson, Peters AL. Una panoramica di metformina nel trattamento del diabete di tipo 2 mellito. Med di J. 1997 gennaio; 102(1): 99-110.

64. Hundal RS, Krssak m., Dufour S, et al. meccanismo da cui la metformina riduce la produzione del glucosio in diabete di tipo 2. Diabete. 2000 dicembre; 49(12): 2063-9.

65. Otto m., Breinholt J, Westergaard N. Metformin inibisce la sintesi e la gluconeogenesi del glicogeno negli epatociti coltivati del ratto. Diabete Obes Metab. 2003 maggio; 5(3): 189-94.

66. Dhatariya K, Bigelow ml, Nair KS. Effetto della sostituzione del deidroepiandrosterone sulla sensibilità dell'insulina e dei lipidi nelle donne di hypoadrenal. Diabete. 2005 marzo; 54(3): 765-9.

67. Distacco di Villareal, JO di Holloszy. Effetto di DHEA su azione addominale dell'insulina e del grasso in donne ed in uomini anziani: una prova controllata randomizzata. JAMA. 10 novembre 2004; 292(18): 2243-8.

68. Boudou P, Sobngwi E, Ibrahim F, et al. iperglicemia acutamente fa diminuire i livelli di circolazione del deidroepiandrosterone in uomini in buona salute. Clin Endocrinol (Oxf). 2006 gennaio; 64(1): 46-52.

69. Diamante P, Cusan L, Gomez JL, Bélanger A, effetti di Labrie F. Metabolic di terapia sostitutiva percutanea di 12 mesi del deidroepiandrosterone in donne postmenopausali. J Endocrinol. 1996 settembre; 150 supplementi: S43-50.

70. Yamashita R, Saito T, Satoh S, Aoki K, Kaburagi Y, Sekihara H. Effects del deidroepiandrosterone sugli enzimi gluconeogenic e sull'assorbimento del glucosio nella linea cellulare umana del tumore epatico, HepG2. Endocr J.2005 dicembre; 52(6): 727-33.

71. Kapoor D, Malkin CJ, Channer KS, TH di Jones. Androgeni, insulino-resistenza e malattia vascolare in uomini. Clin Endocrinol (Oxf). 2005 settembre; 63(3): 239-50.

72. Guida di Faloon W. Physician: Facendo uso delle analisi del sangue per indurre sicuro perdita di peso. ® della rivistadel prolungamento della vita. 2009 giugno; 15(6): 42-63.

73. Bain J. The molti fronti di testosterone. Invecchiamento di Clin Interv. 2007; 2(4):567-76.

74. Kupelian V, st della pagina, Araujo ab, Travison TG, Bremner WJ, McKinlay JB. La globulina ormone-legante del sesso basso, il testosterone totale e la carenza sintomatica dell'androgeno sono associati con lo sviluppo della sindrome metabolica in uomini nonobese. J Clin Endocrinol Metab. 2006 marzo; 91(3): 843-50.

75. Traish, Saad F, Guay A. Il lato oscuro della carenza del testosterone: II. Diabete di tipo 2 e insulino-resistenza. J Androl. 2009 gennaio-febbraio; 30(1): 23-32.

76. Lefevre m., Redman LM, Heilbronn LK, et al. la restrizione calorica da solo e con l'esercizio migliora il rischio di CVD in individui non obesi in buona salute. Aterosclerosi. 2009 marzo; 203(1): 206-13.

77. Paniagua JA, de la Sacristana AG, Sánchez E, et al. Di una dieta ricca MUFA migliora il glucosio, il lipido e le risposte posprandial GLP-1 negli oggetti insulina-resistenti. J Coll Nutr. 2007 ottobre; 26(5): 434-44.

78. DB di Tzima N, di Pitsavos C, di Panagiotakos, et al. livelli Mediterranei di sensibilità dell'insulina e di dieta, di profilo del lipido e di pressione sanguigna, in gente di peso eccessivo ed obesa; lo studio di Attica. Salute DIS dei lipidi. 19 settembre 2007; 6:22.

79. Chrysohoou C, DB di Panagiotakos, Pitsavos C, Das ONU, Stefanadis C. Adherence alla dieta Mediterranea attenua il processo di coagulazione e di infiammazione in adulti in buona salute: ATTICA Study. J Coll Cardiol. 7 luglio 2004; 44(1): 152-8.

80. Gaby AR. Effetti contrari di fruttosio dietetico. Altern Med Rev. 2005 dicembre; 10(4): 294-306.

81. Hallfrisch J, Ellwood KC, Michaelis OE quarto, Reiser S, O'Dorisio TM, Prather es. Effetti di fruttosio dietetico sulle risposte del glucosio e dell'ormone del plasma in uomini normali e hyperinsulinemic. J Nutr. 1983 settembre; 113(9): 1819-26.

82. Tokita Y, Hirayama Y, Sekikawa A, et al. ingestione del fruttosio migliora l'aterosclerosi ed il deposito dei prodotti finiti glicati avanzati nei conigli di colesterolo-federazione. J Atheroscler Thromb. 2005;12(5):260-7.

83. Beck-Nielsen H, Pedersen O, Lindskov UFF. Grippaggio cellulare alterato dell'insulina e sensibilità dell'insulina indotta dall'alimentazione ad alta percentuale di fruttosio negli oggetti normali. J Clin Nutr. Del 1980 febbraio; 33(2): 273-8.

84. McPherson JD, Shilton BH, Walton DJ. Ruolo di fruttosio in glycation e reticolazione delle proteine. Biochimica. 22 marzo 1988; 27(6): 1901-7.

85. Van Wymelbeke V, Beridot-Therond ME, de La Gueronniere V, Fantino M. Influence di consumo ripetuto di bevande che contenente saccarosio o i dolcificanti intensi sull'ingestione di cibo. EUR J Clin Nutr. 2004 gennaio; 58(1): 154-61.

86. Il JUNIOR di Palmer, Boggs DA, Krishnan la S, Hu il FB, Cantante la m., Rosenberg L. Zucchero-ha zuccherato le bevande e l'incidenza del diabete di tipo 2 mellito in donne afroamericane. Med dell'interno dell'arco. 28 luglio 2008; 168(14): 1487-92.

87. Saccarosio di Yudkin J, di Eisa O. Dietary e concentrazione nell'estradiolo in giovani. Ann Nutr Metab. 1988;32(2):53-5.

88. Tjaderhane L, Larmas M. Un'alta dieta del saccarosio fa diminuire la forza meccanica delle ossa in ratti crescenti. J Nutr. 1998 ottobre; 128(10): 1807-10.

89. Torronen R, Sarkkinen E, Tapola N, Hautaniemi E, Kilpi K, Niskanen L. Berries modifica la risposta postprandiale del glucosio del plasma a saccarosio negli individui sani. Br J Nutr. 2010 aprile; 103(8): 1094-7.

90. Moeller MP, Fryhofer SA, terzo AJ di Osbahr, CB di Robinowitz; Consiglio su scienza e su salute pubblica, American Medical Association. Gli effetti dello sciroppo dell'isoglucosio. J Coll Nutr. 2009 dicembre; 28(6): 619-26.

91. Angelopoulos TJ, Lowndes J, Zukley L, et al. L'effetto del consumo ad alta percentuale di fruttosio dello sciroppo di amido sui trigliceridi e sull'acido urico. J Nutr. 2009 giugno; 139(6): 1242S-1245S.

92. Stanhope chilolitro, Havel PJ. Effetti endocrini e metabolici di consumo delle bevande zuccherati con fruttosio, glucosio, saccarosio, o lo sciroppo di amido ad alta percentuale di fruttosio. J Clin Nutr. 2008 dicembre; 88(6): 1733S-1737S.

93. RA di Forshee, piano ml, DB di Allison, et al. Un esame critico della prova che collega lo sciroppo e obesità di amido dell'isoglucosio. Rev Food Sci Nutr di Crit. 2007 47(6):561-82.

94. Ouyang X, Cirillo P, Sautin Y, et al. consumo del fruttosio come fattore di rischio per l'affezione epatica grassa analcolica. J Hepatol. 2008 giugno; 48(6): 993-9.

95. CC di Willcox, Willcox BJ, Todoriki H, dieta di Suzuki M. The Okinawan: implicazioni di salute di un di un modello dietetico ipocalorico, sostanza-denso, ricco d'antiossidante basso nel carico glycemic. J Coll Nutr. 2009 agosto; 28 supplementi: 500S-516S.

96. Marca-Miller J, McMillan-prezzo J, Steinbeck K, indice glycemic di Caterson I. Dietary: implicazioni di salute. J Coll Nutr. 2009 agosto; 28 supplementi: 446S-449S.