Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista gennaio 2012
Rapporto

Sostanze nutrienti per combattere l'epidemia moderna di sforzo

Da Jeffrey Castle
Sostanze nutrienti per combattere l'epidemia moderna di sforzo

Sia lavoro, finanze, le relazioni, o i problemi di salute, la maggior parte di noi eventi stressanti di esperienza ad un certo punto nelle nostre vite. Ma oggi, i ricercatori stanno testimoniando i livelli di sforzo che sono virtualmente senza precedenti.

Un 80% facente sussultare degli Americani ora riferisce avvertire lo sforzointenso e cronico sopra le finanze personali e l'economia.1 ed il problema è globale: l'organizzazione mondiale della sanità stima che i disordini in relazione con lo sforzo colpiscano quasi 450 milione individui universalmente.2

Gli effetti di questa pandemia sulla salute pubblica sono profondi.

I ricercatori hanno collegato l'impatto cumulativo dello sforzo ad una miriade di circostanze d'accelerazione e malattie degeneranti.3

Questi variano dalla malattia cardiovascolare al diabete ai vari cancri.4-7

Le buone notizie sono che gli interventi nutrizionali mirati a manifestazione confermativa recente di dati esercitano un effetto benefico su molti dei fattori di rischio biologici prodotti dallo sforzo.2,8

Due composti naturali in particolare sono stati indicati per ridurre i livelli di sforzo, migliorano l'attenzione e la produttività ed abbassano molti fattori in relazione con lo sforzo connessi con il rischio di morte.

In questo articolo imparerete i dati più recenti sulle proprietà d'alleviamento di melissa, di un'erba comune del giardino e della L-teanina, un aminoacido trovato esclusivamente in tè.

La melissa è stata indicata per esercitare un effetto calmante in individui sani,9 mentre la L-teanina è stata trovata per lenire l'ansia, senza effetti collaterali.10

Sollievo naturale di ansia e di sforzo

Sollievo naturale di ansia e di sforzo
Melissa

La melissa è un'erba comune del giardino strettamente connessa alla menta. È stato stimato nelle culture tradizionali affinchè la sua capacità induca il sonno e la sedazione delicata come pure per le sue proprietà dimiglioramento.9,11 attuale tecnica di laboratorio rivela alcuni dei meccanismi di fondo dell'efficacia clinicamente provata della melissa.

La melissa e le sue componenti principali, acido rosmarinic, quercetina, acido gallico, quercitrina e rutina, sono antiossidanti potenti che proteggono le cellule cerebrali ed altri tessuti dalle specie reattive dell'ossigeno (ROS).Il tè della melissa 12, per esempio, è usato per proteggere i tecnici della radiologia dagli effetti d'ossidazione dell'esposizione professionale cronica a bassa radiazione.13

La melissa e l'acido rosmarinic inoltre amplificano i livelli del neurotrasmettitore d'induzione chiamato GABA nel cervello. Fanno così mediante l'inibizione dell'enzima che degrada normalmente GABA.14 il risultato dei questi melissa - le elevazioni indotte di GABA è una riduzione dell'ansia.15 l'attività aumentante del cervello GABA è il meccanismo da cui i farmaci ansiolitici di prescrizione agiscono pure, sebbene possano condurre alla dipendenza ed agli effetti collaterali chimici.16,17

La melissa inoltre modula l'acetilcolina importante del neurotrasmettitore, i livelli di cui sono ridotti nel morbo di Alzheimer ed in altre circostanze neurodegenerative. L'acido di Rosmarinic inibisce l'acetilcolinesterasi, l'enzima che riparte l'acetilcolina e riduce la sua disponibilità alle cellule cerebrali.18 questo effetto sono simili a quello prodotto dai farmaci da vendere su ricetta medica destinati per trattare il morbo di Alzheimer.

Gli studi sugli animali rivelano l'ansia potente ed effetti di sforzo-riduzione di melissa.19 topi dimostrano l'ansia significativamente riduttrice negli esperimenti del labirinto che seguono il completamento con l'estratto della melissa, senza alcuni cambiamenti nel livello o nella memoria di attività globale.15

Topi condizionati ad avvertire timore cronico indicato le risposte significativamente ridutrici di sforzo e dosaggio seguente di comportamento più appropriato con l'acido rosmarinic, un effetto con le implicazioni sostanziali per gli esseri umani che vivono con l'ansia cronica e sforzo.I 20 estratti della melissa inoltre riducono il dolore da vari stimoli, ulteriore contributo a loro lenire, sforzo-alleviante gli effetti.21

Gli studi umani di melissa sono ugualmente coercitivi, come dimostrato in una serie di prove condotte nell'unità conoscitiva umana della neuroscienza all'università di Northumbria nel Regno Unito. I ricercatori là hanno trovato che 600 mg di melissa prodotti hanno sostenuto i miglioramenti in una prova “di accuratezza dell'attenzione.„ Trecento milligrammi di melissa hanno prodotto un aumento nella calma auto-stimata in un gruppo di adulti in buona salute, mentre 900 mg di melissa hanno ridotto la vigilanza auto-stimata.9 che l'individuazione posteriore è un effetto desiderabile in un supplemento ha significato produrre il rilassamento.

Uno studio successivo facendo uso delle dosi elevate ha dimostrato i miglioramenti significativi sia nella calma che nella prestazione di memoria a tutti gli intervalli di tempo che seguono una singola dose di mg 1.600.11

I ricercatori britannici dopo hanno valutato la melissa in una prova più provocatoria, vale a dire in una regolazione in cui gli oggetti sono sollecitati deliberatamente in laboratorio. Hanno dato a 18 volontari sani le dosi di 300 o 600 mg di melissa, o ad un placebo ed allora sottoposto loro alla simulazione definita del fattore di sforzo dell'intensità, una batteria delle sfide ha progettato per imporre lo sforzo.22 la dose elevata hanno neutralizzato gli effetti negativi dell'umore della prova di sforzo, mentre significativamente aumentavano le auto-valutazioni di calma ed ancora riducendo le auto-valutazioni della vigilanza. Risultati simili erano successivamente indicati con un supplemento che contiene sia la melissa che la radice della valeriana, un altro sedativo naturale.23

Interessante, la dose più bassa di melissa (300 mg) inoltre aumenta la velocità di elaborazione matematica, senza riduzione dell'accuratezza, negli studi umani.22 che l'osservazione, combinata con alcuni risultati circa le azioni molecolari di acido rosmarinic, ha condotto gli scienziati ad esaminare gli effetti della melissa nel morbo di Alzheimer ed in altri stati di danno conoscitivo.

La protezione antiossidante fornita da melissa mostra la promessa nella riduzione della morte di cellula cerebrale in relazione con l'ossidante, un contributore importante a Alzheimer e malattie del Parkinson come pure declino conoscitivo relativo all'età.24 melisse e le sue componenti sono inoltre altamente efficaci a ridurre le accumulazioni del amiloide-beta nocivo, una proteina che è un contributore principale al morbo di Alzheimer.25-27 la capacità della melissa di inibire l'acetilcolinesterasi degli enzimi amplifica i livelli del cervello dell'acetilcolina del neurotrasmettitore, che sono bassi in Alzheimer.18,28 questi ed altri meccanismi di melissa e le sue componenti sono accreditati il miglioramento della prestazione conoscitiva negli esperimenti del labirinto con gli animali.29

Gli studi umani sugli estratti della melissa nel trattamento di Alzheimer sono stati incoraggianti. In uno studio, pazienti completati con delicato per moderare Alzheimer, di 65-80 anni, risultati significativamente migliori dimostrati sulle prove della funzione conoscitiva dei destinatari del placebo.30 che studia inoltre ha trovato una riduzione dell'agitazione in pazienti completati rispetto ai destinatari del placebo. In uno studio relativo, l'aromaterapia con l'olio essenziale della melissa ha ridotto l'agitazione in 60% dei pazienti con demenza severa, rispetto ad appena 14% in un gruppo del placebo.31 punteggio totale di agitazione è stato ridotto da una media di 35%, rispetto ad appena 11% nei destinatari del placebo.

Combattimento dell'epidemia moderna di sforzo
  • Combattimento dell'epidemia moderna di sforzo
    Ottanta per cento degli Americani avvertono lo sforzo cronico, che è una causa conosciuta della malattia cronica e della morte prematura.
  • Lo sforzo esercita un impatto ben definito su tutti i sistemi del corpo, con conseguente livelli elevati del cortisolo del plasma e rilascio anormale di citochine infiammatorie.
  • La nuova ricerca designa la melissa e la L-teanina, due prodotti naturali, come contributori significativi allo sforzo riduttore ed ansia.
  • I due ingredienti funzionano dai meccanismi differenti ma complementari per abbassare le manifestazioni fisiche dello sforzo e per promuovere la portata di lunga vita.
  • Sia la melissa che la L-teanina inoltre dimostrano le caratteristiche neuroprotective sostanziali attraverso i meccanismi relativi ai loro effetti calmanti sulle cellule cerebrali.

Reti neurali iperattive calmanti, miglioranti cognizione

la L-teanina è un aminoacido senza proteine trovato esclusivamente in tè verde.32,33 che contribuisce significativamente al gusto favorevole di tè verde e che ha numerosi benefici dipromozione.33 è stato usato tradizionalmente per migliorare il rilassamento e migliorare l'abilità di apprendimento e di concentrazione.34,35 quelle caratteristiche hanno scienziati moderni interessati al suo potenziale come sforzo-mitigatore naturale.32

la L-teanina chimicamente è collegata con il glutammato del neurotrasmettitore e lega ai ricevitori del glutammato nel cervello.36,37 a differenza di glutammato, tuttavia, che può causare uno stato ha chiamato il excitotoxicity che può finalmente danneggiare le cellule nervose, L-teanina protegge le cellule cerebrali dal excitotoxicity, calmante le reti del nervo nel cervello.37-39

Gli studi sugli animali verificano i benefici comportamentistici di questi effetti biochimici. Nelle fette isolate del cervello del ratto, la L-teanina riduce l'attività elettrica connessa con ansia.la L-teanina 40 riduce la prova di ansia e della depressione in vari modelli animali dello sforzo.41,42 in ratti liberamente commoventi, la L-teanina ha condotto alle diminuzioni in quasi tutte le frequenze di attività di brainwave, indicando uno stato di calma e di rilassamento.43 che è appena sorprendente: la L-teanina è conosciuta per essere sinergica con il midazolam ansiolitico dimiglioramento della droga, un parente del ®del valium.42

TABELLA 1: Rischi sanitari connessi con lo sforzo in eccesso

Fattore di sforzo

Risultato di salute

Rischio aumentato

Sonno
Perturbazioni56

Morte prematura
da tutte le cause

170%

Percepito
Sforzo57

  • Morte prematura da tutti cause
  • Morte dalla malattia respiratoria
  • Morte dagli attacchi di cuore
  • Morte dalle cause esterne
  • Suicidio

32%
79%
159%
207%
491%

Esperienze avverse 58di infanzia

Morte dall'età 65

140%

Sforzo sul lavoro6,59

  • Rischio di diabete di tipo 2 in donne
  • Morte dalle cause cardiache
  • Morte prematura da tutti cause

94%
181%
65%

Non abbastanza ricompensa
per sforzo sul lavoro60

Salute Auto-stimata difficile

Fino a 280%

Divorzio3

Morte totale e cardiovascolare

37% (uomini)

Major Negative
Curriculum personali7

Cancro al seno

533%

I fattori di sforzo di vita e le rotture di sonno aumentano drammaticamente il vostro rischio di cattivi risultati di salute e di morte prematura.

Gli studi di Brainwave hanno fatto una certa luce su come la L-teanina raggiunge i suoi effetti ansia-riducentesi notevoli. In uno studio, gli individui sani hanno preso una bibita che contiene il tè verde arricchito con la L-teanina mentre il loro potere di brainwave è stato misurato.Il potere 44 inizialmente è stato ridotto in tutte le frequenze e aree durante la prima ora, indicante il rilassamento. I cambiamenti successivi hanno indicato sia un aumento nella prestazione mentale che un più alto grado di rilassamento. In questo caso, la L-teanina è sembrato produrre gli aumenti desiderabili nell'attenzione, accompagnata da rilassamento durevole - quel il mezzo sottopone potrebbe concentrarsi meglio senza essere distratto dall'ansia.

Un altro studio di brainwave ha dimostrato che la L-teanina ha aumentato significativamente l'attività nella banda di frequenza che indica il rilassamento senza indurre la sonnolenza.45 e un terzo ha concluso che la L-teanina svolge un ruolo generale nell'attenzione sostenente durante il compito difficile a lungo termine.46 che è importante, perché è conosciuto che mentre lo sforzo e l'ansia possono ridurre la vostra capacità di mantenere l'attenzione ed il fuoco, promuovere l'attenzione ed il fuoco è un modo efficace di riduzione il vostri sforzo ed ansia.47

Perché “L„ - teanina?
Perché L-teanina?

la L-teanina è l'aminoacido che dà a tè verde il suo gusto delizioso sottile ed inoltre fornisce molte delle sue indennità-malattia, specialmente quelli che comprendono il sistema nervoso. Perché ci riferiamo come “L„ - teanina e che cosa è il significato?

I composti più biologicamente attivi possono accadere in due forme, ogni l'specchio-immagine dell'altra. Gli scienziati usano i prefissi “D„ e “L„ per distinguere fra le due forme. Soltanto una forma (solitamente “la L„ forma) è biologicamente attiva, tuttavia.

Quando gli esseri umani fabbricano le molecole biologiche, rispetto ad estrarrle dalle fonti naturali, produciamo tipicamente una miscela che contiene entrambe le forme nella misura uguale - una cosiddetta miscela “racemica„. Quando consumate una tal miscela, quindi, state ottenendo soltanto 50% dell'attività biologica reale; il resto è sprecato semplicemente.

Non tutti i supplementi sono simili; cerchi la designazione “L-teanina„ per essere sicuro che state prendendo la forma più potente e biologicamente più sana di questa sostanza d'alleviamento importante.

Un altro modo valutare lo sforzo e l'ansia è misurando le funzioni vitali quali la frequenza cardiaca ed il contenuto salivario di determinate proteine che sono aumentate durante lo sforzo. I ricercatori giapponesi hanno fatto appena quello con 12 oggetti durante la prova aritmetica mentale data come fattore di sforzo acuto.8 risultati hanno indicato che il supplemento ha ridotto la frequenza cardiaca e le risposte salivarie della proteina allo sforzo acuto incaricano, rispetto a placebo. Inoltre, la variabilità di frequenza cardiaca è stata migliorata, un segno che la L-teanina stava riducendo l'attivazione del sistema nervoso simpatico, o risposta “di lotta-o-volo„. La variabilità migliore di frequenza cardiaca è un fattore protettivo contro la malattia cardiovascolare, in modo dagli effetti dello anti-sforzo delle L-teanine in questo caso sono indirettamente inoltre cardioprotective.5

TABELLA 2: Impatto fisico e psicologico dello sforzo61

Fisico
Sintomi
dello sforzo

Prevalenza

Psicologico
Effetti
dello sforzo

Prevalenza

Affaticamento

51%

Irritabilità
o rabbia

50%

Emicrania

44%

Ritenere
Nervoso

45%

Ribaltamento
Stomaco

34%

Mancanza
di energia

45%

Muscolo
Tensione

30%

A ritenente
Necessità di gridare

35%

Cambiamento
nell'appetito

23%

 

 

Denti
Molatura

17%

 

 

Cambiamento
nell'impulso sessuale

15%

 

 

Ritenere
Vertiginoso

13%

 

 

Parecchi studi ora inoltre hanno indicato che la L-teanina aumenta sostanzialmente gli effetti conosciuti di attenzione-messa a fuoco di caffeina. Aggiungendo la L-teanina alla caffeina conduce ad accuratezza e la velocità migliore di elaborazione delle informazioni, meno suscettibilità alla distrazione, commutazione migliore fra le mansioni e meno affaticamento, mentre migliora tempo di reazione mentali e riducendo i sintomi fisici quali l'emicrania e la stanchezza.48-51

Purtroppo, gli importi della L-teanina in una tazza regolare di tè verde caffeinated non sono abbastanza grandi produrre gli effetti ansiolitici, significanti che il completamento è necessario. La maggior parte dei studi della L-teanina che mostrano i benefici usano le dosi tra compreso 100 e 250 mg al giorno, mentre una tazza di tè verde contiene tipicamente 20 mg o di meno.45

molti effetti neuroprotective delle L-teanine gli rendono un prodotto naturale attraente per impedire ed il trattamento dei disordini quale il morbo di Alzheimer.52 uno studio clinico controllato con placebo del 2011 hanno esaminato gli effetti dell'estratto del tè verde e di L-teanina sulla memoria e l'attenzione in un gruppo di adulti con danno conoscitivo delicato.Il danno conoscitivo delicato 53 è visto spesso come un precursore o fattore di rischio per il morbo di Alzheimer.54,55 il gruppo completato hanno avvertito i miglioramenti nella memoria e nell'attenzione selettiva (la capacità di assistere ad un compito senza essere distratto da altri). Le onde cerebrali indicative della vigilanza conoscitiva sono state aumentate significativamente dal supplemento pure.

Riassunto

Peste 80% di ansia e di sforzo degli Americani. Lontano da essere meri disturbi, queste circostanze psicologiche hanno implicazioni fisiche profonde. Non è esagerazione per dire che lo sforzo può accorciare la vostra vita.

I sedativi di prescrizione ed i farmaci ansiolitici hanno certo beneficio a breve termine nella riduzione dei sintomi, ma la loro sicurezza ed efficacia a lungo termine non è stata stabilita e portano i rischi di effetti collaterali, di tolleranza (perdita di efficacia) e di dipendenza significativi.

La melissa e la L-teanina, d'altra parte, offrono la protezione potente contro lo sforzo e l'ansia attraverso i meccanismi distinti e complementari. Entrambi sono stati indicati per ridurre non solo lo sforzo ma le manifestazioni che biologiche produce nel corpo e nel cervello. Ed entrambi hanno caratteristiche neuroprotective supplementari pure. Se soffrite dallo sforzo e dall'ansia, studi la possibilità di aggiungere un supplemento di combinazione che contiene la melissa e la L-teanina di alta qualità al vostro regime di manutenzione di salute.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulentedi salute del ® del prolungamento della vita a 1-866-864-3027.

Riferimenti

1. Disponibile a: http://articles.cnn.com/2009-03-20/health/economic.stress_1_economy-and-finances-survey-personal-finances?_s=PM:HEALTH. 6 settembre 2011 raggiunto.

2. Hamer m., Owen G, Kloek J. Il ruolo degli alimenti funzionali nella psicobiologia di salute e della malattia. Rev. 2005 di ricerca di Nutr giugno; 18(1): 77-88.

3. KA di Matthews, BB di Gump. Lo stress da lavoro cronico e la dissoluzione coniugale aumentano il rischio di mortalità posttrial negli uomini dalla prova multipla di intervento di fattore di rischio. Med dell'interno dell'arco. 11 febbraio 2002; 162(3): 309-15.

4. Veen G, Giltay EJ, RH di DeRijk, van Vliet IM, van Pelt J, Zitman FG. Cortisolo, lipidi del siero e adiposità salivari in pazienti con depressivo e disturbi di ansia. Metabolismo. 2009 giugno; 58(6): 821-7.

5. Thayer JF, Yamamoto ss, Brosschot JF. La relazione dello squilibrio, della variabilità di frequenza cardiaca e dei fattori di rischio autonomi della malattia cardiovascolare. Int J Cardiol. 28 maggio 2010; 141(2): 122-31.

6. Heraclides A, Chandola T, Dott di Witte, Brunner EJ. Lo sforzo psicosociale sul lavoro raddoppia il rischio di diabete di tipo 2 in donne di mezza età: provi dallo studio di Whitehall II. Cura del diabete. 2009 dicembre; 32(12): 2230-5.

7. Kruk J. Auto-ha riferito lo stress psicologico ed il rischio di cancro al seno: Uno studio di caso-control. Sforzo. 29 agosto 2011.

8. Kimura K, Ozeki m., Juneja LR, Ohira H.L-Teanina riduce le risposte psicologiche e fisiologiche di sforzo. Biol Psychol. 2007 gennaio; 74(1): 39-45.

9. Kennedy FA, Scholey ab, Tildesley NT, sidro di pere EK, KA di Wesnes. Modulazione dell'umore e della prestazione conoscitiva che seguono amministrazione acuta del melissa officinalis (melissa). Biochimica Behav di Pharmacol. 2002 luglio; 72(4): 953-64.

10. LU K, mA grigio, Oliver C, et al. Gli effetti acuti della L-teanina in confronto a alprazolam su ansia anticipata in esseri umani. Ronzio Psychopharmacol. 2004 ottobre; 19(7): 457-65.

11. Kennedy FA, risveglio G, Savelev S, et al. modulazione dell'umore e la prestazione conoscitiva che segue l'amministrazione acuta di singole dosi del melissa officinalis (melissa) con le proprietà ricevitore-leganti nicotiniche e muscarinic umane dello SNC. Neuropsicofarmacologia. 2003 ottobre; 28(10): 1871-81.

12. Weitzel C, Petersen M. Enzymes del metabolismo del fenilpropanoide nel melissa officinalis importante L. Planta della pianta medicinale. 2010 agosto; 232(3): 731-42.

13. Zeraatpishe A, Oryan S, Bagheri MH, et al. gli effetti del melissa officinalis L. su stato ossidativo ed il DNA danneggiano negli oggetti esposti a radiazione ionizzante a basse dosi a lungo termine. Salute di Toxicol Ind. 2011 aprile; 27(3): 205-12.

14. Awad R, Maometto A, Durst T, Trudeau VL, Arnason JT. frazionamento Analisi-guida di melissa (melissa officinalis L.) facendo uso di una misura in vitro di attività della transaminasi di GABA. Ricerca di Phytother. 2009 agosto; 23(8): 1075-81.

15. Ibarra A, Feuillere N, rullo m., Lesburgere E, Beracochea D. Effects dell'amministrazione cronica dell'estratto di melissa officinalis L. su reattività del tipo di ansia e sulle attività circadiane ed esplorative in topi. Phytomedicine. 2010 maggio; 17(6): 397-403.

16. Blocco KI, Gyllenhaal C, MN di Mead. Sicurezza ed efficacia dei sedativi di erbe nella cura del cancro. Cancro Ther di Integr. 2004 giugno; 3(2): 128-48.

17. Campo-Soria C, Chang Y, Weiss DS. Meccanismo di azione delle benzodiazepine sui ricevitori di GABAA. Br J Pharmacol. 2006 agosto; 148(7): 984-90.

18. Dastmalchi K, Ollilainen V, Lackman P, et al. frazionamento guida inibitorio dell'acetilcolinesterasi del melissa officinalis L. Bioorg Med Chem. 15 gennaio 2009; 17(2): 867-71.

19. Soulimani R, Fleurentin J, Mortier F, Misslin R, Derrieu G, cuoio JM. Azione neurotropa dell'estratto idroalcolico di melissa officinalis nel topo. Med di Planta. 1991 aprile; 57(2): 105-9.

20. L'acido di Takeda H, di Tsuji m., di Miyamoto J, di Matsumiya T. Rosmarinic e l'acido caffeico riducono il comportamento di congelamento difensivo dei topi esposti allo sforzo condizionato di timore. Psicofarmacologia (Berl). 2002 novembre; 164(2): 233-5.

21. Guginski G, Luiz AP, MD del Silva, et al. meccanismi in questione nel antinociception causato dall'estratto etanolico ottenuto dalle foglie del melissa officinalis (melissa) in topi. Biochimica Behav di Pharmacol. 2009 luglio; 93(1): 10-6.

22. Kennedy FA, poco W, Scholey ab. Attenuazione dello sforzo provocato in laboratorio in esseri umani dopo amministrazione acuta del melissa officinalis (melissa). Med di Psychosom. 2004 luglio-agosto; 66(4): 607-13.

23. Kennedy FA, poco W, CF di Haskell, Scholey ab. Effetti dell'ansiolitico di una combinazione di melissa officinalis e di valeriana officinalis durante lo sforzo provocato in laboratorio. Ricerca di Phytother. 2006 febbraio; 20(2): 96-102.

24. Schroeter H, Williams RJ, Matin R, Iversen L, Riso-Evans CA. Gli antiossidanti fenolici attenuano l'assorbimento seguente di un neurone di morte delle cellule della lipoproteina a bassa densità ossidata. Med libero di biol di Radic. 2000 15 dicembre; 29(12): 1222-33.

25. Iuvone T, De Filippis D, Esposito G, D'Amico A, Izzo aa. La salvia della spezia ed il suo acido rosmarinic del principio attivo proteggono le cellule PC12 da amiloide-beta da neurotossicità indotta da peptide. J Pharmacol Exp Ther. 2006 giugno; 317(3): 1143-9.

26. Alkam T, Nitta A, Mizoguchi H, Itoh A, Nabeshima T. Un organismo saprofago naturale dei peroxynitrites, acido rosmarinic, protegge da danno della memoria indotto da Abeta (25-35). Behav Brain Res. 18 giugno 2007; 180(2): 139-45.

27. Hamaguchi T, Ono K, Murase A, composti fenolici di Yamada M. impedisce la patologia di Alzheimer con gli effetti differenti sulla amiloide-beta via dell'aggregazione. J Pathol. 2009 dicembre; 175(6): 2557-65.

28. Svegli il G, la corte J, Pickering A, Lewis la R, Wilkins la R, attività del ricevitore dell'acetilcolina del sidro di pere il E. SNC in piante medicinali europee usate tradizionalmente per migliorare la memoria venente a mancare. J Ethnopharmacol. 2000 febbraio; 69(2): 105-14.

29. DH del parco, parco SJ, Kim JM, Jung WY, Ryu JH. L'amministrazione subcronica di acido rosmarinic, un inibitore naturale di oligopeptidase di prolyl, migliora le prestazioni conoscitive. Fitoterapia. 2010 settembre; 81(6): 644-8.

30. Akhondzadeh S, Noroozian m., Mohammadi m., Ohadinia S, Jamshidi AH, estratto di melissa officinalis di Khani M. nel trattamento dei pazienti con delicato per moderare morbo di Alzheimer: un doppio cieco, randomizzato, placebo ha controllato la prova. Psichiatria di J Neurol Neurosurg. 2003 luglio; 74(7): 863-6.

31. Ballard CG, O'Brien JT, Reichelt K, sidro di pere EK. Aromaterapia come trattamento sicuro ed efficace per la gestione di agitazione nella demenza severa: i risultati di una prova alla cieca, prova controllata con placebo con Melissa. Psichiatria di J Clin. 2002 luglio; 63(7): 553-8.

32. Nathan PJ, LU K, m. grigia, neurofarmacologia di Oliver C. The della L-teanina (N-etile-L-glutamina): un agente di miglioramento neuroprotective e conoscitivo possibile. J Herb Pharmacother. 2006;6(2):21-30.

33. Vuong QV, CE di Stathopoulos, Golding JB, Nguyen MH, palladio del triotto. Condizioni ottimali per l'estrazione dell'acqua della L-teanina da tè verde. J settembre Sci. 2011 settembre; 34(18): 2468-74.

34. Vuong QV, Bowyer MC, palladio del triotto. L-teanina: proprietà, sintesi ed isolamento da tè. Alimento Agric di J Sci. 30 agosto 2011; 91(11): 1931-9.

35. Wakabayashi C, Numakawa T, Ninomiya m., Chiba S, Kunugi H. Behavioral e prova molecolare per gli effetti psicotropici nella L: - teanina. Psicofarmacologia (Berl). 23 agosto 2011.

36. Cho HS, Kim S, Lee SY, parco JA, Kim SJ, Chun HS. Effetto protettivo della componente del tè verde, L-teanina dalla sulla morte di un neurone indotta da tossine ambientale delle cellule. Neurotoxicology. 2008 luglio; 29(4): 656-62.

37. Effetti di Kakuda T. Neuroprotective della teanina e delle catechine delle componenti del tè verde. Toro di biol Pharm. 2002 dicembre; 25(12): 1513-8.

38. Nagasawa K, Aoki H, Yasuda E, Nagai K, Shimohama S, partecipazione di Fujimoto S. Possible dei mGluRs del gruppo I nell'effetto neuroprotective della teanina. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 16 luglio 2004; 320(1): 116-22.

39. Di X, Yan J, Zhao Y, et al. L-teanina protegge la cellula transgenica di APP (mutazione svedese) SH-SY5Y dal excitotoxicity indotto da glutammato via inibizione della via del ricevitore di NMDA. Neuroscienza. 14 luglio 2010; 168(3): 778-86.

40. Dimpfel W, Kler A, Kriesl E, Lehnfeld R. Theogallin e L-teanina come principi attivi in estratto decaffeinato del tè verde: I. caratterizzazione elettrofisiologica nell'ippocampo del ratto in vitro. J Pharm Pharmacol. 2007 agosto; 59(8): 1131-6.

41. Yin C, Gou L, Liu Y, et al. effetti del tipo di antidepressivo della L-teanina nelle prove forzate della sospensione della coda e di nuotata in topi. Ricerca di Phytother. 2011 novembre; 25(11): 1636-9.

42. Heese T, Jenkinson J, amore C, et al. effetti dell'ansiolitico della L-teanina--una componente di tè verde--una volta combinato con midazolam, nel topo Sprague Dawley maschio. AANA J. 2009 dicembre; 77(6): 445-9.

43. Dimpfel W, Kler A, Kriesl E, Lehnfeld R. Theogallin e L-teanina come principi attivi in estratto decaffeinato del tè verde: II. Caratterizzazione nel ratto liberamente commovente per mezzo di analisi quantitativa di potenziale del campo. J Pharm Pharmacol. 2007 ottobre; 59(10): 1397-403.

44. Dimpfel W, Kler A, Kriesl E, Lehnfeld R, Keplinger-Dimpfel IK. Analisi di densità di fonte dell'elettroencefalogramma umano dopo ingestione di una bevanda che contiene estratto decaffeinato di tè verde arricchito con la L-teanina e il theogallin. Nutr Neurosci. 2007 giugno-agosto; 10 (3-4): 169-80.

45. CA di Nobre, Rao A, Owen GN. L-teanina, un costituente naturale in tè ed il suo effetto sullo stato mentale. L'Asia Pac J Clin Nutr. 2008; 17 supplementi 1:167-8.

46. Gomez-Ramirez m., PS di Kelly, Montesi JL, Foxe JJ. Gli effetti della L-teanina su attività di cervello oscillatoria della alfa-banda durante l'attenzione visuo-spaziale incaricano. Brain Topogr. 2009 giugno; 22(1): 44-51.

47. La modifica diagonale di Brosan L, di Hoppitt L, di Shelfer L, di Sillence A, di Mackintosh B. Cognitive per l'attenzione e l'interpretazione riduce il tratto e l'ansia di stato in pazienti ansiosi si è riferita ad un servizio di paziente esterno: risultati da uno studio pilota. Psichiatria di J Behav Ther Exp. 2011 settembre; 42(3): 258-64.

48. I CF di Haskell, Kennedy FANNO, AL di Milne, il KA di Wesnes, Scholey ab. Gli effetti della L-teanina, della caffeina e della loro combinazione su cognizione e sull'umore. Biol Psychol. 2008 febbraio; 77(2): 113-22.

49. Owen GN, Parnell H, De Bruin ea, Rycroft JA. Gli effetti combinati della L-teanina e della caffeina sulla prestazione e sull'umore conoscitivi. Nutr Neurosci. 2008 agosto; 11(4): 193-8.

50. Einother SJ, martore VE, Rycroft JA, De Bruin ea. la L-teanina e la caffeina migliorano lo smistamento dei compiti ma l'attenzione non multisensoriale o la vigilanza soggettiva. Appetito. 2010 aprile; 54(2): 406-9.

51. Giesbrecht T, Rycroft JA, Rowson MJ, De Bruin ea. La combinazione di L-teanina e di caffeina migliora la prestazione conoscitiva ed aumenta la vigilanza soggettiva. Nutr Neurosci. 2010 dicembre; 13(6): 283-90.

52. Il TI di Kim, Lee YK, lo SG del parco, et al. la l-teanina, un aminoacido in tè verde, attenua da disfunzione e dalla la neurotossicità conoscitive indotte da beta: riduzione del danno e dell'inattivazione ossidativi della chinasi ERK/p38 e delle vie N-F-kappaB. Med libero di biol di Radic. 1° dicembre 2009; 47(11): 1601-10.

53. Parcheggi la SK, Jung IC, settimana di Lee, et al. Una combinazione di estratto e di l-teanina del tè verde migliora la memoria e l'attenzione negli oggetti con danno conoscitivo delicato: uno studio controllato con placebo della prova alla cieca. J Med Food. 2011 aprile; 14(4): 334-43.

54. Grundman m., Petersen RC, Ferris SH, et al. danno conoscitivo delicato può essere distinto dal morbo di Aalzheimer e dall'invecchiamento normale per i test clinici. Arco Neurol. 2004 gennaio; 61(1): 59-66.

55. Petersen RC, Smith GE, facente attenzione allo Sc, Ivnik RJ, Tangalos PER ESEMPIO, danno conoscitivo di Kokmen E. Mild: caratterizzazione e risultato clinici. Arco Neurol. 1999 marzo; 56(3): 303-8.

56. Nilsson PM, Nilsson JA, Hedblad B, disturbo del sonno di Berglund G. in collaborazione con la frequenza del polso elevata per la previsione di mortalità--conseguenze di fatica mentale? Med dell'interno di J. 2001 dicembre; 250(6): 521-9.

57. ST di Nielsen NR, di Kristensen, sforzo di Schnohr P, di Gronbaek M. Perceived e mortalità causa-specifica fra gli uomini e le donne: risultati da uno studio di gruppo futuro. J Epidemiol. 1° settembre 2008; 168(5): 481-91; discussione 92-6.

58. Brown DW, Anda rf, Tiemeier H, et al. esperienze avverse di infanzia ed il rischio di mortalità prematura. Med di J Prev. 2009 novembre; 37(5): 389-96.

59. Laszlo KD, Ahnve S, Hallqvist J, Ahlbom A, sforzo di Janszky I. Job predice gli eventi ricorrenti dopo un primo infarto miocardico acuto: il programma di epidemiologia del cuore di Stoccolma. Med dell'interno di J. 2010 giugno; 267(6): 599-611.

60. Salavecz G, Chandola T, Pikhart H, et al. stress da lavoro e salute nei paesi del post comunista e d'Europa occidentale: uno studio di confronto est-ovest. Salute della Comunità di J Epidemiol. 2010 gennaio; 64(1): 57-62.

61. Disponibile a: http://proactivechange.com/stress/statistics.htm. 6 settembre 2011 raggiunto.

62. Poanta L, Craciun A, Dumitrascu DL. Sforzo professionale ed indicatori infiammatori in medici. Med dell'interno della ROM J. 2010;48(1):57-63.

63. van Leeuwen WM, Lehto m., Karisola P, et al. la restrizione di sonno aumenta il rischio di sviluppare le malattie cardiovascolari aumentando le risposte proinflammatory con IL-17 e CRP. PLoS uno. 2009; 4(2): e4589.