Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista luglio 2012
Come lo vediamo

Peperoni dolci: L'anello di dolcezza e di valore nutrizionale

Da William Gamonski
Peperoni dolci: L'anello di dolcezza e di valore nutrizionale

Mentre il peperone dolce prende un sedile posteriore ai peperoncini nel riflettore della ricerca dovuto la sua quantità limitata della capsaicina composta, questa verdura versatile non dovrebbe essere trascurata mentre possiede un'abbondanza in modo schiacciante di sostanze nutrienti potenti. Con oltre 30 carotenoidi, compreso licopene, il alfa-carotene, la criptoxantina, il beta-carotene, la luteinae la zeaxantina ed i ricchi in flavonoidi gradiscono la luteolina, esperidinae la quercetina, peperoni dolci è centrali elettriche antiossidanti. La combinazione di loro potenza antiossidante, con gli loro alti livelli di folato, vitamina A, fibra dietetica, vitamina E e vitamina b6 produce i peperoni dolci uno di armi più efficaci contro cancro, la malattia cardiovascolare, i disturbi della vista ed il diabete.1

Racconto dei peperoni dolci

I peperoni dolci (capsicum annuum) fa parte della famiglia delle solanaceae e sono stati coltivati per le migliaia di anni, cominciando il sud ed in America Centrale prima di essere portato di nuovo ad Europa da Nord America da Christopher Columbus. Si sviluppano nel mondo intero, ma pricipalmente in Cina, nel Messico e negli Stati Uniti. Mentre verdi, i peperoni dolci rossi e e gialli sono più comuni quei che stiate andando incontrare al vostro supermercato locale, altre varietà come arancio, porpora, marrone ed il nero inoltre si sviluppa.1

Proprietà antinfiammatorie

Sebbene i peperoni dolci non ricevano il riconoscimento come alimento ricco della vitamina C, contengono più di due volte una ricchezza della vitamina , quella trovata in un'arancia media.1 Colleen Fitzpatrick è una componente vitale di tutta la dieta puntata su combattendo l'infiammazione. Uno studio ha pubblicato nel giornale americano di nutrizione ha rivelato che gli uomini con un'più alta ingestione dietetica di vitamina C hanno avuti livelli più bassi di proteina C-reattiva (un indicatore infiammatorio) e l'attivatore tissutale del plasminogeno (una proteina che dissolve i grumi dentro le arterie) ha paragonato agli uomini ad un'ingestione dietetica più bassa.2

Selezioni il peperone dolce perfetto1
Selezioni il peperone dolce perfetto
  1. I peperoni dolci sono disponibili tutto l'anno, ma hanno luogo nella stagione da luglio a novembre.
  2. Selezioni variopinto, costante e lisci i peperoni dolci pelati.
  3. Eviti i peperoni dolci con l'ammaccatura, la pelle corrugata, o i punti molli.
  4. Dispongali in un sacchetto di plastica ed immagazzini in frigorifero per i fino a 7 - 10 giorni.

    Prevenzione del cancro

    C'è stato molti studi che indicano che le sostanze nutrienti trovate in peperoni dolci possiedono la forte attività anticancro, specialmente in prostata, seno e cancro polmonare. I ricercatori olandesi hanno trattato un gruppo di topi con le cellule di carcinoma della prostata umane e dopo l'alimentazione loro sia il licopene che della vitamina E, la crescita dei tumori è stata ridotta di 73%. Tuttavia, ciascuno amministrato indipendente non ha mostrato effetto su dimensioni del tumore, suggerenti un effetto sinergico di questi due composti.3

    L'apigenina è un'altra componente dei peperoni dolci che possono ridurre il rischio di cancro al seno connesso con terapia ormonale sostitutiva, specialmente quella che comprende l'uso di un ormone sintetico chiamato progestina che è stata collegata con il tasso aumentato di sviluppo del cancro al seno in donne postmenopausali.4 in uno studio 2011 pubblicato nella ricerca di prevenzione del cancro del giornale, i ricercatori hanno esposto i ratti alla progestina sintetica, l'acetato del medrossiprogesterone (MPA) e poi hanno curato un gruppo con l'apigenina. Un secondo servizio del gruppo come il gruppo di controllo ha ricevuto la progestina (come acetato del medrossiprogesterone) senza apigenina. Alla conclusione dello studio, i ratti apigenina-trattati hanno sviluppato meno tumori del cancro al seno confrontati a quelli che non hanno ricevuto l'apigenina.5

    Ancora, uno studio recente del francese che comprende più di 519,000 persone indicate un forte collegamento fra la vitamina b6 ed il rischio del cancro polmonare. Dopo avere registrato per ottenere il tabagismo, i ricercatori hanno scoperto un rapporto di riproduzione di 56% del rischio del cancro polmonare in quelli con i livelli elevati di vitamina b6 del plasma.6

    Benefici cardiovascolari

    Al centro di peperone dolce i benefici è la sua capacità di sostenere la salute cardiovascolare. Quando il colesterolo del plasma LDL reagisce con le specie reattive dell'ossigeno, subisce la perossidazione lipidica ed è ossidato. Il colesterolo ossidato di LDL è attirato più prontamente nella parete arteriosa ed inizia il processo conosciuto come aterosclerosi.7 livelli elevati del plasma di LDL ossidato sono stati associati a un aumentato rischio per la malattia cardiovascolare.8 con il loro contenuto elevato della luteolina e della quercetina, i peperoni dolci hanno potuto proteggere dall'ossidazione di LDL. I ricercatori giapponesi hanno scoperto che la luteolina si è allineata prima e la quercetina quarta nella loro capacità di inibire l'ossidazione di LDL su dieci ha provato i flavonoidi.9

    Uno studio separato suggerisce che i peperoni dolci possano ridurre l'ossidazione del colesterolo durante il riscaldamento e la cottura, secondo uno studio pubblicato nel giornale di scienza dell'alimentazione. Gli scienziati hanno trovato che il colesterolo esposto agli estratti dolci del peperone dolce durante il riscaldamento ha provocato 84% di colesterolo non ossidato rispetto a soltanto 19% per il controllo.10

    Il consumo degli alimenti ricchi folici, quali i peperoni dolci, sembra ridurre il rischio per gli attacchi di cuore pure. Nello studio ischemico di fattore di rischio della malattia cardiaca di Kuopio, i ricercatori hanno scoperto un'associazione fra un'più alta assunzione di folato ed il rischio di attacco di cuore dopo avere analizzato i dati raccolti da 1.980 uomini senza malattia cardiaca alla linea di base. Considerando i fattori di confusione dell'età, la storia della famiglia della malattia cardiaca, dello stato di BMI, dei fattori di rischio cardiovascolari e dell'ingestione dietetica delle sostanze nutrienti sopra lo studio di dieci anni, scienziati ha concluso che quelli con il più alta assunzione folica erano 55% meno probabili avere un attacco di cuore rispetto a quelli all'assunzione più bassa della vitamina.11

    Il folato può anche avere benefici antipertensivi dovuto il suo ruolo nella sintetizzazione dell'ossido di azoto, una molecola che dilata le cellule endoteliali e migliora il flusso sanguigno, secondo uno studio pubblicato nella ricerca di circolazione del giornale.12

    Sebbene il alfa-carotene sia un composto poco-noto del carotenoide che il precursore al beta-carotene della vitamina A, può ridurre il rischio di mortalità da tutte le cause compreso la malattia cardiovascolare ed il cancro. In terze salute e nutrizione nazionali l'esame esamina lo studio di approfondimento (NHANES III), i livelli ematici di alfa-carotene ha ridotto il rischio di morte da tutte le cause di 39% per quelle con i livelli elevati di alfa-carotene.13

    Fatti nutrizionali del peperone dolce, una tazza20
      Sostanze nutrienti Importo DV (%)
      Colleen Fitzpatrick 190 mg 317%
      Vitamina A 4.666 IU 93%
      Vitamina b6 0,4 mg 22%
      Folico 68,5 mcg 17%
      Fibra dietetica 3,1 g 13%
      Vitamina E 2,4 mg 12%
      Potassio 3,14 mg 9%
      Vitamina K 7,3 mcg 9%
      Manganese 0,2 mg 8%
      Niacina 1,5 mg 7%

    Protezione del diabete

    L'arsenale dei peperoni dolci della vitamina E, la criptoxantina e la fibra dietetica gli rendono un'arma ardua contro il rischio del diabete. In uno studio svolto dai ricercatori finlandesi all'istituto nazionale di salute pubblica a Helsinki, la Finlandia che comprendono più di 4,000 persone, i ricchi di una dieta in vitamina dietetica E degli antiossidanti e la criptoxantina sono stati collegati ad un rischio in diminuzione di diabete di tipo 2 da 31% e da 42%, rispettivamente.14

    Secondo la ricerca pubblicata nella cura del diabete del giornale, l'assunzione dietetica della fibra di meno di 20 grammi un il giorno è stata associata con un importante crescita nel rischio del diabete di tipo 2 in 3.400 uomini più anziani.15 scienziati inoltre hanno notato che l'assunzione dietetica bassa della fibra è stata correlata con i livelli aumentati di proteina C-reattiva e di interleukin-6, suggerenti che questi indicatori infiammatori potrebbero svolgere un ruolo nello sviluppo del diabete.

    L'acido caffeico, un costituente dei peperoni dolci, ha potuto avere potenziale antidiabetico. Nella ricerca effettuata all'università di Taiwan nazionale in Taipei, gli scienziati di Taiwan hanno trovato che l'acido caffeico ha stimolato l'assorbimento del glucosio aumentando la disponibilità dei trasportatori del glucosio in cellule.16

    Occhi sani

    Due carotenoidi dell'occhio, luteina e zeaxantina, presenti in peperoni dolci, hanno potuto proteggere dalle malattie dell'occhio comuni compreso le cataratte e la degenerazione maculare senile. Entrambi sono pronunciati nella regione di lutea della macula della retina, proteggente le cellule del fotoricettore dal danno causato da luce ultravioletta.17 che uno studio recente ha pubblicato nel giornale britannico di nutrizione che ha fatto partecipare 1.600 uomini e le donne hanno mostrato una forte relazione fra le più alte assunzioni di luteina e la zeaxantina e più a basso rischio delle cataratte nucleari.18 inoltre, gli studi intrapresi all'università di Sydney hanno rivelato che quelli che contengono la luteina e la zeaxantina più dietetiche hanno ridotto il loro rischio di degenerazione maculare senile di 65%.19

    Riassunto

    Più appena aggiungendo il colore ed il crunchiness ai piatti, i peperoni dolci sferrano un pugno potente delle vitamine, dei minerali e degli antiossidanti che proteggono dallo sviluppo della malattia cardiaca, del cancro e del diabete, tre dei problemi sanitari più comuni in America oggi. Sebbene non ricevano abbastanza attenzione nel mondo della ricerca, i peperoni dolci dovrebbero essere una parte integrante di tutta la dieta sana. per ricevere le loro proprietà stupefacenti di salute, peperoni farciti del cuoco o aggiungere semplicemente la verdura nutriente alle insalate, alle salse ed ai piatti principali.

    Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulentedi salute del ® del prolungamento della vita a 1-866-864-3027.

    Riferimenti

    1. Disponibile a: http://www.whfoods.com/genpage.php?tname=foodspice&dbid=70. 12 settembre 2011 raggiunto

    2. Legno R. La nuova enciclopedia di Whole Foods. Pinguino (Non classici); 1999.

    3. Aissaoui A, Zizi S, Israili ZH, Lyoussi B. Hypoglycemic ed effetti ipolipidici del Coriandrum L. sativum nei ratti di shawi del Meriones. J Ethnopharmacol. 1° settembre 2011; 137(1): 652-61.

    4. Disponibile a: http://www.quercetinguide.com. 16 settembre 2011 raggiunto.

    5. Disponibile a: http://www.umm.edu/altmed/articles/quercetin-000322.htm. 16 settembre 2011 raggiunto.

    6. Suoni il gong la m., Garige la m., Varatharajalu la R, et al. quercetina su-regola il paraoxonase 1 espressione genica con la protezione concomitante contro l'ossidazione di LDL. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 20 febbraio 2009; 379(4): 1001-4.

    7. Disponibile a: http://www.livestrong.com/article/276933-cilantro-tea-health-benefits/. September16 raggiunto, 2011.

    8. Aga m., Iwaki K, Ueda Y, et al. effetto preventivo del Coriandrum sativum (prezzemolo cinese) su deposito localizzato del cavo in topi icr. J Ethnopharmacol. 2001 ottobre; 77 (2-3): 203-8.

    9. Hirano R, Sasamoto W, Matsumoto A, Itakura H, Igarashi O, abilità di Kondo K. Antioxidant di vari flavonoidi contro i radicali di DPPH e l'ossidazione di LDL. J Nutr Sci Vitaminol. 2001 ottobre; 47(5):357-62.

    10. Sun T, Xu Z, Wu CT, Janes m., Prinyawiwatkul W, nessuna HK. Peperoni dolci dolci di colori differenti antiossidanti del activitiesof (capsicum annuum L.). Alimento Sci di J. 2007 marzo; 72(2): S98-S102.

    11. Voutilainen S, TH di Rissanen, Virtanen J, TUM di Lakka, Salonen JT. L'assunzione folica dietetica bassa è associata con un'incidenza in eccesso degli eventi coronari acuti: Lo studio ischemico di fattore di rischio della malattia cardiaca di Kuopio. Circolazione. 2001 marzo; 103: 2674-80.

    12. Stroes es, van Faassen EE, Yo m., Martasek P, boero P, Govers R, Rabelink TJ. L'acido folico ritorna la disfunzione della sintasi endoteliale dell'ossido di azoto. Circ Res. 2000 giugno; 86(11): 1129-34.

    13. Concentrazioni in Li C, in Ford es, in Zhao G, in Balluz LS, in Giles WH, in Liu S. Serum-Carotene e rischio di morte fra gli adulti degli Stati Uniti. Med dell'interno dell'arco. 2011 marzo; 171(6): 507-15.

    14. Antiossidante di Montonen J, di Knekt P, di Jarvinen R, di Reunanen A. Dietary e rischio di diabete di tipo 2. Cura del diabete. 2004 febbraio; 27(2): 362-6.

    15. SG di Wannamethee, Whincup pH, Thomas m., Sattar N. Associations fra fibra dietetica ed infiammazione, funzione epatica e rischio di diabete di tipo 2 in uomini più anziani: meccanismi potenziali per i benefici di fibra sul rischio del diabete. Cura del diabete. 2009 ottobre; 32(10): 1823-5.

    16. Huang DW, Sc di Shen, Wu JS. Effetti di acido caffeico e di acido cinnamico sull'assorbimento del glucosio negli epatociti insulina-resistenti del topo. Alimento chim. di J Agric. 2009 settembre; 57(17): 7687-92.

    17. Roberts RL, J verde, Lewis B. Lutein e zeaxantina in occhio e nella salute della pelle. Clin Dermatol. 2009 marzo-aprile; 27(2): 195-201.

    18. Luteina di Karppi J, di Laukkanen JA, di Kurl S. Plasma e zeaxantina ed il rischio di cataratta nucleare relativa all'età fra popolazione finlandese anziana. Br J Nutr. 2011 ottobre; 18: 1-7.

    19. Abbronzi JS, gli antiossidanti di Wang JJ, dell'inondazione V, di Rochtchina E, di Smith W, di Mitchell P. Dietary e l'incidenza a lungo termine di degenerazione maculare senile: lo studio blu dell'occhio delle montagne. Oftalmologia. 2008 febbraio; 115(2): 334-41.

    20. Disponibile a: http://nutritiondata.self. COM/fatti/vegetables-and-vegetable-products/2896/2. 20 marzo 2012 raggiunto.