Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

 
Prolungamento della vita rivista novembre 2012
Rapporto

DHA: Brain Food essenziale

da Kirk Stokel
DHA Brain Food essenziale

Quando gli scienziati della NASA hanno cominciato la loro ricerca dell'alimentazione spaziale perfetta per gli astronauti, hanno rivolto la loro attenzione alle alghe marine. Che cosa hanno scoperto era che le alghe erano una fonte ricca dell'acido grasso DHA (acido docosaesaenoico). Il risultato della loro ricerca ha prodotto un alimento denso nutriente che potrebbe essere usato non solo per gli astronauti ma per quelli qui su terra.1

DHA è un alimento del cervello. Gli studi indicano che il tessuto cerebrale contiene il più alta concentrazione di DHA nel corpo, che indica il suo valore per la funzione del cervello.2 all'interno del cervello stesso, regioni più strettamente connesse alla manifestazione di memoria le più grandi concentrazioni di DHA.3-6 quelli con le carenze conoscitive di DHA di carenza di una manifestazione spesso e un rischio aumentato per Alzheimer.7,8 bambini con gli alti livelli di DHA eseguono spesso meglio sulle prove.9 come acido grasso chiave, DHA svolge i ruoli critici in tutto il corpo ed è una componente della corteccia cerebrale del cervello, della retina e dello sperma umano.

Mentre invecchiamo, i livelli di DHA diminuiscono normalmente in individui più anziani, particolarmente nella regione importante dell'ippocampo del cervello. Gli studi hanno indicato che il completamento ai più vecchi animali provoca la normalizzazione del contenuto hippocampal di DHA.10,11

al il completamento basato a alghe di DHA aumenta l'indice omega-3 di 75%!12 un indice basso omega-3 indicano ad alto rischio per la coronaropatia di sviluppo. Mentre la maggior parte della gente ottiene il loro DHA dai supplementi dell'olio di pesce o del pesce, la scoperta della NASA ha creato un'opzione per coloro che deve amplificare i loro livelli vitali di DHA per evitare la degenerazione conoscitiva. Grazie al nostro programma spaziale, i benefici di DHA sono disponibili per ognuno che cerchi di evitare i rischi di carenza di DHA.

DHA: Neuroprotection Triplo-agente

DHA: Neuroprotection Triplo-agente
Il tessuto cerebrale ha il più alta concentrazione di DHA nel corpo, suggerente che la funzione del cervello conti nei modi unici su questo acido grasso potente.2 all'interno del cervello stesso, regioni più strettamente connesse alla manifestazione di memoria le più grandi concentrazioni di DHA.3-6 e perfino al livello cellulare, DHA si concentra nelle strutture in questione nella formazione delle memorie nuove, quali le membrane sinaptiche e le conseguenze minuscole chiamate “neurites.„3,13

Gli studi epidemiologici su grande scala rivelano i benefici di alta assunzione continua di DHA sulla funzione del cervello. Il consumo della media di 3g/day del pesce grasso offre una riduzione di 23% - di 19 del rischio di danno conoscitivo delicato, una circostanza connessa con la progressione successiva al morbo di Alzheimer.14 persone che mangiano ancora i più grandi importi del pesce grasso possono avvertire la protezione di fino a 75%.14 d'altra parte, l'assunzione bassa del pesce ed i bassi livelli del sangue DHA correlano forte con il rischio aumentato di danno conoscitivo e particolarmente di Alzheimer.7 studi sugli animali mostrano i deficit di memoria e dell'apprendimento nelle circostanze della carenza di DHA; gli studi dei cervelli degli animali dimostrano il danneggiamento infiammatorio ed ossidativo dei neuroni.7,8 tutti di questi effetti deleteri risolvono quando l'assunzione adeguata di DHA riprende.

A differenza di altri grassi, che si accumulano nelle cellule grasse per stoccaggio e nel rilascio successivo per energia, DHA risiede quasi esclusivamente in membrane cellulari, che subiscono la degradazione ed il rinnovamento continui.2 che significa a loro volta che il vostro corpo ha bisogno di un rifornimento dietetico costante di DHA di evitare lo svuotamento e la lesione di un neurone.

Uno studio ha indicato che il completamento di DHA in esseri umani a 2g/day fornisce DHA sufficiente per mantenere la funzione sana, ma livella la goccia quando i pazienti hanno smesso di prendere i supplementi.2 raggiungere questi livelli richiede spesso il completamento supplementare di DHA oltre il cibo della dieta regolare del pesce.

Influenze di DHA come il cervello si sviluppa e funziona; contribuisce a determinare la struttura del cervello e protegge il tessuto cerebrale da danno. Gli effetti protettivi di DHA vengono da tre meccanismi distinti:

  1. DHA protegge il tessuto cerebrale da danno infiammatorio. Compire questo promuovendo lo sviluppo delle molecole antinfiammatorie mentre sopprime le molecole pro-infiammatorie in membrane di cellula cerebrale.15,16 che la protezione potente di offerte sole contro ossidativo ed altro sollecita quel tessuto cerebrale dell'età.
  2. DHA stimola i cambiamenti fisici che sono alla base dell'apprendimento e della memoria. DHA promuove la conseguenza dei neurites, le proiezioni minuscole che i collegamenti intimi della forma fra le cellule come memorie formano.6,17 DHA promuovono la trasduzione rapida del segnale attraverso le sinapsi e le membrane di aiuti mantengono la loro fluidità, una circostanza richiesta per i cambiamenti della rapida nella forma e la funzione che riconosciamo come memoria.18,19
  3. DHA promuove guarire dopo la lesione al tessuto cerebrale. Subito dopo di una tal lesione, le membrane cellulari scaricano DHA nelle quantità enormi per la conversione nei composti chiamati protectins.„4,5,13,15,20

Protectins è il modo della natura del mantenimento dell'equilibrio fra danno dell'ossidante e recupero. Cominciano a formarsi al primissimo segno di danno al livello cellulare, se da un sequestro, da un colpo, o da un trauma cranico traumatico.4,5,13,15,20

Gli scienziati dicono che quel protectins DHA-derivati funzionano in un modo doppio: avviano i processi antinfiammatori e simultaneamente cominciano il processo di risoluzione di lesione.13,15 sostituto velocemente abbastanza ed in quantità sufficiente, protectins può potere revocare la degenerazione diffusa del cervello, fermare o rallentare le malattie neurodegenerative come il declino conoscitivo delicato e perfino Alzheimer e le malattie del Parkinson.

Il migliore modo stimolare sintesi di protectin? Metta a disposizione DHA al massimo delle cellule cerebrali, in cui è disponibile per il rilascio immediato.20

Ora osserviamo le ricerche dell'essere umano e di laboratorio che dimostrano come DHA protegge la memoria, migliora l'apprendimento e rallenta l'invecchiamento del cervello.

Difenda Brain Health con DHA D'alghe-derivato
Difenda Brain Health con DHA D'alghe-derivato
  • DHA dall'olio di pesce è una sostanza nutriente protettiva provata del cervello che fornisce i benefici cardiovascolari multipli.
  • Gli studi recenti indicano che DHA è particolarmente utile nel miglioramento della perdita di memoria che accompagna l'invecchiamento.
  • Ma coloro che preferisce non mangiare il pesce sono a rischio di sviluppare i bassi livelli di DHA e la perdita del quel neuroprotection.
  • Una nuova tecnica per l'estrazione del DHA direttamente dalle alghe mette a disposizione il completamento di DHA più ampiamente -.
  • l'olio D'alghe-derivato di DHA è equivalente a quello derivato dall'olio di pesce in termini di suoi biodisponibilità ed impatto sul corpo umano.
  • Ora, ognuno, indipendentemente dalla preferenza o dalle abitudini dietetica, può godere dei benefici neuroprotective e didifese innumerevoli del completamento di DHA.

Protezione della memoria di punto culminante DHA di studi in cervello

Protezione della memoria di punto culminante DHA di studi in cervello
Gli studi sugli animali dimostrano ripetutamente gli effetti forte neuroprotective del completamento di DHA nella struttura e nella funzione del cervello. Mentre i livelli di DHA diminuiscono normalmente in individui più anziani, particolarmente nella regione importante dell'ippocampo del cervello, il completamento ai più vecchi animali provoca la normalizzazione del contenuto hippocampal di DHA.10,11

Di conseguenza, i cervelli degli animali completati mostrano tutti gli effetti che DHA produce, compreso la conseguenza migliorata dei collegamenti fra i neuroni, trasmissione più rapida degli impulsi elettrici attraverso le sinapsi e la protezione contro i cambiamenti fisici e biochimici connessi con il morbo di Alzheimer.6,10,11,18,21-24 il flusso sanguigno alle regioni memoria-critiche del cervello aumenta il seguente completamento di DHA e le nuove cellule cerebrali si formano in più vecchi animali.25,26

Il comportamento degli animali, relativo particolarmente all'apprendimento ed alla memoria, contrassegnato è migliorato dopo il completamento di DHA. Gli animali completati ricordano meglio la posizione di una piattaforma sommersa nella prova del labirinto dell'acqua di Morris, una prova standard della memoria spaziale del genere persa così prontamente nel morbo di Alzheimer.17,27,28 similmente, gli animali completati superano i comandi sulle prove della memoria di riferimento (la capacità di collegare le circostanze attuali a quelle sperimentate nel passato).29 ed in quegli animali, regioni del cervello relative concentrazioni in manifestazione di memoria alle più alte di DHA dei comandi.29

L'esercizio migliora la plasticità del cervello, la flessibilità di un neurone che è alla base dell'apprendimento; ora gli studi rivelano che il completamento di DHA fornisce una spinta sinergica all'esercizio regolare.30 gli animali esercitati e completati eseguono meglio sulle mansioni di memoria quelli che ricevono qualsiasi trattamento da solo.30,31

funzione DHA-protetta dei cervelli meglio in caso di trauma fisico alla testa. Gli animali completati con DHA prima di subire il trauma cranico traumatico sperimentale mostrano le risposte ridutrici di lesione in tessuto cerebrale, compreso una riduzione della lesione axonal diffusa tragica subita da molte vittime umane del trauma capo.32

Le concentrazioni basse nel cervello di DHA sono pensate per contribuire al declino conoscitivo visto nel morbo di Alzheimer.22,33,34 per contro, i livelli elevati di DHA correlano bene con la prestazione migliore sulle prove della memoria e dell'apprendimento, come si vede in uno studio del punto di riferimento degli scolari nel Canada. I bambini seguiti dalla nascita a 11 anno e chi hanno avuti livelli elevati di DHA nel loro sangue alla nascita ed ai tempi di prova, ha avuto prestazione migliore sulla memoria e prove dell'apprendimento.9

I numerosi studi hanno dimostrato gli effetti protettivi del completamento di DHA sulla funzione e sulla memoria conoscitive. Gli effetti sono più pronunciati nella gente con danno conoscitivo minimo, o in MCI, che è una forma delicata di declino conoscitivo che procede spesso al morbo di Alzheimer. Approssimativamente 15% della gente con il MCI diventerà ogni anno il morbo di Alzheimer, mentre soltanto circa 1% di quelli senza MCI agiscono in tal modo.

In uno tale studio, una dose relativamente bassa di DHA e un altro acido grasso hanno migliorato i punteggi dell'attenzione e di memoria in pazienti con il MCI ed il trauma cranico organico, ma non nei pazienti del morbo di Alzheimer.35

Similmente, gli adulti più anziani con il MCI hanno preso DHA più melatonina e triptofano come emulsione per 12 settimane ed hanno subito una batteria delle prove conoscitive, comportamentistiche e nutrizionali. Le loro memorie, stato mentale e fluidità verbale interamente migliore significativamente.36 e una combinazione di DHA con la fosfatidilserina, un'altra sostanza nutriente del cervello, richiamo verbale migliore in adulti più anziani non pazzi con danno conoscitivo delicato.37

La gente con danno conoscitivo delicato può diventare demenza completa; se hanno sintomi della depressione che il progresso può essere più veloce. In uno studio di 40 adulti con sia il MCI che la depressione, un supplemento di DHA del g/giorno 1,55 ha ridotto i loro punteggi su una scala della depressione, mentre allo stesso tempo migliorava la loro fluidità verbale. Quelli con i livelli elevati di post-supplemento DHA hanno riferito il più grande miglioramento nella salute fisica globale.38

In un altro studio, la gente con il declino conoscitivo relativo all'età, che può o non può diventare il morbo di Alzheimer, ha completato con 900 mg/giorno di DHA.39 ha fatto significativamente meno errori sulle prove dell'apprendimento e della memoria visivi e spaziali, con la memoria di riconoscimento verbale immediata ed in ritardo migliore, rispetto ai pazienti di referenza. I livelli di DHA in questi pazienti raddoppiati durante il completamento e sono stati correlati molto attentamente con i punteggi migliori di memoria.

Purtroppo, il completamento di DHA, come qualunque altro trattamento, è molto meno efficace nel morbo di Alzheimer a sviluppo completo, presumibilmente perché così tanto il danno irreversibile già è stato fatto. Eppure, il completamento può migliorare alcune delle caratteristiche di disturbo della malattia. I pazienti di Alzheimer perdono tipicamente il peso come conseguenza dell'odorato perso e hanno un sapore e un disinteresse generale in alimento.36 ma il completamento con DHA al g/giorno 1,7 ha migliorato l'obesità in pazienti con delicato per moderare Alzheimer; e le concentrazioni nel sangue di DHA hanno correlato ancora bene con miglioramento di appetito e di obesità.40 simili studi riferiscono il miglioramento nel senso di dell'odore e l'assunzione nutrizionale dopo il completamento di DHA.36

Vegetariani pericolosamente carenti in DHA

Coloro che segue una dieta del vegano corrono il rischio di carenza seria di DHA perché le loro diete forniscono poco o nessun DHA affatto. Anche una dieta vegetariana con i rifornimenti dei prodotti a base di uova e della latteria soltanto circa 20 mg/giorno di DHA.41 fino ad oggi, sebbene, i vegetariani ed i vegani non potrebbero trovare le fonti accettabili di DHA supplementare, lasciante li vulnerabili alle malattie croniche, particolarmente quelli del cervello che colpiscono la cognizione e la memoria.

Ma il pesce non fa DHA. Il pesce predatore dell'oceano, la nostra migliore fonte animale di acidi grassi omega-3, consuma il più piccoli pesce e crostacei.42,43 quegli animali, a loro volta, si alimentano le alghe. E le alghe usano gli enzimi specializzati, alimentati da energia solare, per produrre il DHA (e EPA) quei noi devono per rimanere sane.

Di conseguenza, tutto DHA che consumiamo nasce con gli organismi d'alghe un-celled minuscoli.

Gli sviluppi dell'acquacoltura ora permettono la produzione su grande scala di DHA dalle cellule d'alghe sviluppate nella cultura. In primo luogo, i fermentatori specializzati in lotti coltivano le alghe nelle circostanze ideali. Dopo la raccolta, gli essiccatori rimuovono l'umidità dalla biomassa, lasciante il residuo ricco di petrolio. Dopo, l'attrezzatura dell'estrazione separa l'olio importante dall'altro materiale organico.43 alla conclusione del processo, soltanto l'olio altamente raffinato rimane, ricco in DHA ed interamente esente dai prodotti di origine animale. Questo olio rispetta le norme rigorose dei vegetariani e perfino dei vegani veri. Può DHA alga-derivato cambiare l'olio di pesce come componente dietetica dipromozione?

Categoricamente sì, secondo gli studi umani recenti.

Dosando con DHA alga-derivato fra i vegetariani produce precisamente lo stesso aumento in siero, nel globulo rosso e nel contenuto della piastrina DHA visto con il completamento dell'olio di pesce alle dosi equivalenti.44,45

Aumenti indicati uno studio di DHA in siero e piastrine di 246% e di 225%, rispettivamente, dopo sei completamenti di settimane con il g/giorno 1,62 dell'olio alga-derivato di DHA.46 come assegno complementare, i livelli di EPA, un altro acido grasso vitale omega-3, sono aumentato sostanzialmente pure, mentre i livelli dell'acido arachidonico grasso digenerazione sono diminuito.46

La gente con i bassi livelli di DHA sta per guadagnare il la maggior parte dal completamento facendo uso adi DHA basato a alghe; uno studio ha trovato i 4 5 volte per aumentare di livelli ematici dopo il completamento nei pazienti di fibrosi cistica, che hanno spesso squilibri nel loro contenuto dell'acido grasso.47

Altro studia il rapporto che al il completamento basato a alghe di DHA aumenta “l'indice omega-3„ di 75%.48 omega-3 un indice basso (la somma della membrana di globulo rosso EPA più il contenuto di DHA) indicano ad alto rischio per la coronaropatia di sviluppo. Dopo il completamento con 940 mg/giorno di DHA d'alghe, 69% degli oggetti completati, ma nessuno nel gruppo del placebo, riuscito per ottenere il loro indice omega-3 sopra il 8% raccomandato.12

Ed i vegetariani completati con a DHA basato a alghe godono dello stesso calo nei fattori di rischio cardiovascolari di faccia non vegetariani che consumano l'olio di pesce.42 quelli comprendono l'abbassamento dei trigliceridi ed il rapporto importante del colesterolo di totale cholesterol/HDL.12,48

Gli studi non riferiscono ordinariamente effetti collaterali o risultati avversi quando i pazienti consumano anche le grandi dosi di DHA alga-derivato; l'olio ha la stessa biodisponibilità eccellente di DHA petrolio-derivato pesce.42,44,45,47-50

Riassunto

Riassunto
Punto di informazioni scientifico coercitivo al valore di mantenimento delle concentrazioni alte di DHA in sangue e tessuto cerebrale. I supplementi di DHA derivati dall'olio di pesce sono una fonte eccellente dell'acido grasso importante omega-3.

Ma i vegani ed i vegetariani, fino ad oggi, hanno avuti fonte non pratica ed accettabile per DHA.

Un nuovo processo ora permette a DHA di essere estratto dalle alghe, per mezzo di a tecniche completamente adatte a vegano. Questo olio di DHA è equivalente a quello derivato dall'olio di pesce in termini di suoi biodisponibilità ed impatto sul corpo umano.

La disponibilità di un vegano/forma vegetariano-approvata di DHA è particolarmente essenziale per salute di mantenimento, la memoria e l'apprendimento del cervello delle funzioni. DHA riduce l'infiammazione del cervello, un fattore di rischio principale per Alzheimer e le simili malattie. DHA stimola la nuove crescita delle cellule nervose e produzione delle caratteristiche di un neurone che sono alla base dell'apprendimento. E gli studi recenti indicano che DHA è richiesto per produzione dei protectins essenziali, molecole che iniziano la guarigione dall'inizio stesso della lesione della cellula cerebrale.

Un DHA alga-derivato permette a chiunque di aumentare la loro assunzione di DHA.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulentedi salute del ® del prolungamento della vita a 1-866-864-3027.

Riferimenti

1. Disponibile a: http://spinoff.nasa.gov/Spinoff2008/ch_8.html. 13 agosto 2012 raggiunto.

2. Arterburn LM, Corridoio eb, Oken H. Distribution, interconversione e reazione al dosaggio degli acidi grassi n-3 in esseri umani. J Clin Nutr. 2006 giugno; 83 (6 supplementi): 1467S-76S.

tarrus r

3. Acido di Bradbury J. Docosahexaenoic (DHA): una sostanza nutriente antica per il cervello umano moderno. Sostanze nutrienti. 2011 maggio; 3(5): 529-54.

4. NG di Bazan. L'inizio del trauma cranico e del neurodegeneration avvia la sintesi della segnalazione neuroprotective del docosanoid. Cellula Mol Neurobiol. 2006 luglio-agosto; 26 (4-6): 901-13.

5. NG di Bazan, Musto EA, Knott EJ. La segnalazione endogena dai mediatori acido-derivati docosaexanoici omega-3 sostiene l'integrità omeostatica dei circuiti e sinaptica. Mol Neurobiol. 2011 ottobre; 44(2): 216-22.

6. Il cao D, Kevala K, Kim J, et al. acido docosaesaenoico promuove lo sviluppo di un neurone hippocampal e la funzione sinaptica. J Neurochem. 2009 ottobre; 111(2): 510-21.

7. Pauwels EK, Volterrani D, Mariani G, fatti dell'acido grasso di Kairemo K., parte IV: acido docosaesaenoico e morbo di Alzheimer. Una storia dei topi, degli uomini e del pesce. Notizie Perspect della droga. 2009 maggio; 22(4): 205-13.

8. Xiao Y, Wang L, Xu RJ, Chen ZY. Lo svuotamento di DHA nel cervello del ratto è associato con danno sull'apprendimento e sulla memoria spaziali. Biomed circonda Sci. 2006 dicembre; 19(6): 474-80.

9. Boucher O, carico MJ, Muckle G, et al. Neurophysiologic e prova neurobehavioral degli effetti benefici dell'assunzione prenatale dell'acido grasso omega-3 sulla funzione di memoria all'età scolare. J Clin Nutr. 2011 maggio; 93(5): 1025-37.

10. HM dell'Unione Sovietica. Meccanismi di sviluppo acido-mediato grasso n-3 e mantenimento di apprendimento della prestazione di memoria. Biochimica di J Nutr. 2010 maggio; 21(5): 364-73.

11. Connor S, Tenorio G, la TA di Clandinin, il completamento di Sauve Y DHA migliora dalla la trasmissione sinaptica ad alta frequenza e indotta da stimolazione in ippocampo del topo. Appl Physiol Nutr Metab. 20 giugno 2012.

12. Geppert J, Kraft V, Demmelmair H, il completamento dell'acido docosaesaenoico di Koletzko B. in vegetariani efficacemente aumenta l'indice omega-3: una prova randomizzata. Lipidi. 2005 agosto; 40(8): 807-14.

13. NG di Bazan. Neuroprotectin D1 (NPD1): un mediatore DHA-derivato che protegge il cervello e la retina dallo sforzo ossidativo indotto da lesione delle cellule. Brain Pathol. 2005 aprile; 15(2): 159-66.

14. Disponibile a: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21452466. 9 agosto 2012 raggiunto.

15. NG di Bazan, Molina MF, WC di Gordon. Signalolipidomics dell'acido docosaesaenoico in nutrizione: significato nell'invecchiamento, in neuroinflammation, nella degenerazione maculare, in Alzheimer ed in altre malattie neurodegenerative. Annu Rev Nutr. 21 agosto 2011; 31:321-51.

16. Lukiw WJ, NG di Bazan. Segnalazione infiammatoria, apoptotica e di sopravvivenza del gene nel morbo di Alzheimer. Una rassegna sulla bioattività del neuroprotectin D1 e degli apoptosi. Mol Neurobiol. 2010 agosto; 42(1): 10-6.

17. Lui C, Qu X, Cui L, Wang J, Kang JX. La prestazione d'apprendimento spaziale migliore dei topi fat-1 è associata con il neurogenesis e il neuritogenesis migliorati da acido docosaesaenoico. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 7 luglio 2009; 106(27): 11370-5.

18. Hashimoto m., Hossain S, Shimada T, da effetto protettivo indotto da acido di Shido O. Docosahexaenoic contro l'apprendimento alterato nei ratti beta-infusi amiloide è associato con la fluidità sinaptosomiale aumentata della membrana. Clin Exp Pharmacol Physiol. 2006 ottobre; 33(10): 934-9.

19. Yamashima T. Un collegamento presunto di PUFA, di GPR40 e dei neuroni hippocampal adulto-nati per la memoria. Prog Neurobiol. 2008 febbraio; 84(2): 105-15.

20. NG di Bazan, risposta di Marcheselli VL, di Cole-Edwards K. Brain alla lesione e neurodegeneration: segnalazione neuroprotective endogena. Ann N Y Acad Sci. 2005 agosto; 1053:137-47.

21. Hashimoto m., Hossain S, Agdul H, da miglioramento indotto da acido di Shido O. Docosahexaenoic su danno della memoria che impara nei ratti beta-infusi amiloide riferisce alle diminuzioni di amiloide beta ed ai livelli di colesterolo nelle frazioni detersivo-insolubili della membrana. Acta di Biochim Biophys. 30 dicembre 2005; 1738 (1-3): 91-8.

22. GM delle Cole, Frautschy SA. L'acido docosaesaenoico protegge da amiloide e da patologia dentritica in un modello del topo del morbo di Alzheimer. Salute di Nutr. 2006;18(3):249-59.

23. Oster T, acido docosaesaenoico di Pillot T. e protezione sinaptica nei topi del morbo di Alzheimer. Acta di Biochim Biophys. 2010 agosto; 1801(8): 791-8.

24. Hashimoto m., Katakura m., Hossain S, Rahman A, Shimada T, acido di Shido O. Docosahexaenoic resiste alla neurotossicità indotta di Abeta (25-35) in cellule di SH-SY5Y. Biochimica di J Nutr. 2011 gennaio; 22(1): 22-9.

25. Sc di Dyall, Michael GJ, Michael-Titus A. Gli acidi grassi Omega-3 invertono le diminuzioni relative all'età in ricevitori nucleari ed aumentano il neurogenesis in vecchi ratti. Ricerca di J Neurosci. 1° agosto 2010; 88(10): 2091-102.

26. Il CR di Hooijmans, Van der Zee CE, Dederen PJ, et al. DHA e colesterolo contenenti le diete influenza la patologia Alzheimer del tipo di, la cognizione ed il sistema vascolare cerebrale in topi APPswe/PS1dE9. Neurobiol DIS. 2009 marzo; 33(3): 482-98.

27. Chung WL, Chen JJ, HM dell'Unione Sovietica. Il completamento dell'olio di pesce di controllo e (n-3) dei ratti maschii carenti in acido grassi migliora la prestazione di memoria di lavoro e di riferimento ed aumenta i livelli regionali dell'acido docosaesaenoico del cervello. J Nutr. 2008 giugno; 138(6): 1165-71.

28. Hashimoto m., Hossain S. Neuroprotective ed azioni migliorative degli acidi grassi polinsaturi contro le malattie di un neurone: effetto benefico di acido docosaesaenoico sul declino conoscitivo nel morbo di Alzheimer. J Pharmacol Sci. 2011;116(2):150-62.

29. AL di Petursdottir, Farr il SA, Morley JE, conta WA, Skuladottir GV. Effetto degli acidi grassi polinsaturi dietetici n-3 sulla composizione di in acidi grassi del lipido del cervello, sull'abilità di apprendimento e sulla memoria del topo senescenza-accelerato. J Gerontol una biol Sci Med Sci. 2008 novembre; 63(11): 1153-60.

30. Wu A, Ying Z, il completamento dietetico dell'acido docosaesaenoico di Gomez-Pinilla F. migliora gli effetti dell'esercizio su plasticità e su cognizione sinaptiche. Neuroscienza. 26 agosto 2008; 155(3): 751-9.

31. Chytrova G, Ying Z, Gomez-Pinilla F. Exercise contribuisce agli effetti del completamento dietetico di DHA agendo sui sistemi sinaptici in relazione con la membrana. Brain Res. 23 giugno 2010; 1341:32-40.

32. Mulini JD, Hadley K, Bailes JE. Completamento dietetico con l'acido docosaesaenoico dell'acido grasso omega-3 nel trauma cranico traumatico. Neurochirurgia. 2011 febbraio; 68(2): 474-81; discussione 81.

33. Astarita G, Jung chilometro, Berchtold NC, et al. biosintesi carente del fegato di acido docosaesaenoico correla con danno conoscitivo nel morbo di Alzheimer. PLoS uno. 2010; 5(9): e12538.

34. GP di Lim, Calon F, Morihara T, et al. Una dieta arricchita con l'acido docosaesaenoico dell'acido grasso omega-3 riduce il carico dell'amiloide in un modello invecchiato del topo di Alzheimer. J Neurosci. 23 marzo 2005; 25(12): 3032-40.

35. Kotani S, Sakaguchi E, Warashina S, et al. il completamento dietetico di arachidonico e gli acidi docosaesaenoici migliora la disfunzione conoscitiva. Ricerca di Neurosci. 2006 ottobre; 56(2): 159-64.

36. Rondanelli m., Opizzi A, Faliva m., et al. effetti di un'integrazione di dieta con un'emulsione oleosa dei DHA-fosfolipidi che contengono melatonina e triptofano nei pazienti anziani che soffrono dal danno conoscitivo delicato. Nutr Neurosci. 2012 marzo; 15(2): 46-54.

37. Vakhapova V, Cohen T, Richter Y, Herzog Y, ANNUNCIO di Korczyn. La fosfatidilserina che contiene gli acidi grassi omega-3 può migliorare le abilità di memoria negli anziani non pazzi con i reclami di memoria: una prova controllata con placebo della prova alla cieca. Geriatr demente Cogn Disord. 2010;29(5):467-74.

38. Sinn N, Milte cm, la via SJ, et al. gli effetti n-3 degli acidi grassi, EPA V. DHA, sui sintomi depressivi, qualità della vita, memoria e dirigente funzionano in adulti più anziani con danno conoscitivo delicato: una prova controllata randomizzata di 6 mesi. Br J Nutr. 2012 giugno; 107(11): 1682-93.

39. Yurko-Mauro K, McCarthy D, ROM D, et al. effetti benefici di acido docosaesaenoico su cognizione nel declino conoscitivo relativo all'età. Alzheimers demente. 2010 novembre; 6(6): 456-64.

40. Irving GF, Freund-Levi Y, effetti di completamento dell'acido grasso m., et al. Omega-3 di Eriksdotter-Jonhagen su peso ed appetito in pazienti con il morbo di Alzheimer: lo studio del morbo di Alzheimer omega-3. Soc di J Geriatr. 2009 gennaio; 57(1): 11-7.

41. TUM delle sabbiatrici. Stato di DHA dei vegetariani. Acidi grassi essenziali di Leukot delle prostaglandine. 2009 agosto-settembre; 81 (2-3): 137-41.

42. Deviazione standard di Doughman, Krupanidhi S, CB di Sanjeevi. Acidi grassi Omega-3 per nutrizione e medicina: considerando le microalghe olio come fonte vegetariana di EPA e di DHA. Rev. 2007 del diabete di Curr agosto; 3(3): 198-203.

43. Il reclamo di Zeller S. GRAS Exemption per l'olio d'alghe di DHA è derivato dagli sp. di Schizochytrium. come fonte di DHA per uso in alimenti. In: Bonnette CON RIFERIMENTO A, edWashington, DC2003.

44. Arterburn LM, Oken ha, Hoffman JP, et al. bioequivalenza di acido docosaesaenoico dagli oli d'alghe differenti in capsule ed in un alimento DHA-fortificato. Lipidi. 2007 novembre; 42(11): 1011-24.

45. Arterburn LM, Oken ha, Bailey Hall E, Hamersley J, CN di Kuratko, Hoffman JP. capsule dell'D'alghe-olio e salmone cucinato: fonti nutrizionalmente equivalenti di acido docosaesaenoico. Dieta Assoc di J. 2008 luglio; 108(7): 1204-9.

46. Conquisti JA, Holub BJ. Il completamento con una fonte delle alghe di acido docosaesaenoico aumenta (n-3) lo stato dell'acido grasso ed altera i fattori di rischio selezionati per la malattia cardiaca negli oggetti vegetariani. J Nutr. 1996 dicembre; 126(12): 3032-9.

47. Dott di Lloyd-Ancora JD, di poteri CA, di Hoffman, et al. biodisponibilità e sicurezza di una dose elevata del triacilglicerolo dell'acido docosaesaenoico dell'origine d'alghe nei pazienti di fibrosi cistica: uno studio randomizzato e controllato. Nutrizione. 2006 gennaio; 22(1): 36-46.

48. Bernstein, EL di Ding, WC di Willett, Rimm eb. Una meta-analisi indica che l'acido docosaesaenoico da olio d'alghe riduce i trigliceridi di siero ed aumenta il HDL-colesterolo ed il colesterolo LDL in persone senza coronaropatia. J Nutr. 2012 gennaio; 142(1): 99-104.

49. Innis MP, Hansen JW. Risposte dell'acido grasso del plasma, effetti metabolici e sicurezza degli oli microalgal e fungosi ricchi in arachidonico e acidi docosaesaenoici in adulti in buona salute. J Clin Nutr. 1996 agosto; 64(2): 159-67.

50. Geppert J, Kraft V, Demmelmair H, acido docosaesaenoico di Koletzko B. Microalgal fa diminuire il triacilglicerolo del plasma in vegetariani normolipidaemic: una prova randomizzata. Br J Nutr. 2006 aprile; 95(4): 779-86.