Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Edizione 2012-2013 di inverno della rivista del prolungamento della vita
Rapporto  

Livelli ematici di vitamina D
Nei membri 3-Years di Extension® di vita più successivamente…

Da William Faloon
Livelli ematici di vitamina D nei membri 3-Years del prolungamento della vita più successivamente  

Gli studi umani indicano che i livelli elevati della vitamina D proteggono da cancro e da altri disturbi relativi all'età.1-9 questo ha reso a vitamina D un supplemento enorme popolare.

“Una prova alla cieca di parità aurea „, studio controllato ha pubblicato nel giornale americano di nutrizione clinica che le donne date la vitamina D supplementare ed il calcio hanno avuti più maggior il rapporto di riproduzione trovato di di 50% del rischio di cancro sopra la prova di quattro anni ha confrontato a placebo.10

Che cosa è così coercitivo circa la vitamina D è che è ampiamente - disponibile ed accessibile al grande pubblico.

Il problema che il ®del prolungamento della vita ha identificato dieci anni fa era che i consumatori non stavano ottenendo abbastanza vitamina D. anche dopo che i nostri membri hanno cominciato prendere le dosi elevate, il ritorno continuato risultati dei test del sangue principalmente in basso.

Entro 2009, avevamo accumulato più di 13.000 risultati dei test del sangue di vitamina D (misurati come 25-hydroxyvitamin D). La nostra analisi ha rivelato 85,7% di questi utenti dedicati di supplemento ha avuta livelli ematiciinsufficienti di vitamina D.

L'assunzione di vitamina D si è sollevata durante gli ultimi tre anni. Con 39.925 nuovi risultati dei test del sangue di 25-hydroxyvitamin D disponibili, abbiamo condotto una nuova analisi.

Mentre c'era un aumento impressionante nella percentuale della gente nelle gamme ottimali (pari o al di sopra di 50 ng/ml), una percentuale significativa dei membri continua ad accusare il deficit di vitamina D.

Lo stato insufficiente di vitamina D rappresenta un'edizione di salute pubblica importante. Questo rapporto descrive i risultati dall'indagine più recente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita E chiarisce la gente come possono aumentare il loro livello ematico di 25-hydroxyvitamin D senza prendere più vitamina D

Risultati della nostra ultima indagine

Malgrado gli aumenti esponenziali nelle potenze della vitamina D usate dai membri del prolungamento della vita nel corso degli ultimi tre anni, i nostri consulenti di salute hanno continuato correre attraverso i risultati dei test del sangue che mostrano i livelli di 25-hydroxyvitamin D inferiore a 50 ng/ml.

Così abbiamo condotto un'altra analisi di tutte le analisi del sangue di 25-hydroxyvitamin D in nostro computer che comincia 1° gennaio 2010 e corrente fino al 5 settembre 2012 .

Le notizie incoraggianti sono che la percentuale delle prove che registrano più maggior di 50 ng/ml è aumentato da 14,2% in 2009 - 36,2% di 2012. Quello rappresenta un miglioramento 2.55-fold nella percentuale della gente nell'più alta gamma ottimale di vitamina D.

Il problema è che 63,8% dei risultati dei test sono ancora inferiore o uguale a 50 ng/ml. Mentre quello è un grande miglioramento oltre 2009, significa che la maggior parte dei nostri membri ancora non ha abbastanza vitamina D nei loro corpi da proteggere ottimamente dalla malattia.

Infatti, 20% delle nostre prove ha rivelato i livelli di 25-hydroxyvitamin D inferiore a 30 ng/ml, un numero che anche medici convenzionali riconoscono come insufficiente. Quando rend contoere che quasi tutta la gente che abbiamo esaminato stavate prendendo almeno una certa vitamina D supplementare, potete capire la grandezza dell'epidemia della carenza di vitamina D che esiste nella popolazione in genere.

Questo deficit diffuso di vitamina D può rappresentare oggi una delle cause conducenti della malattia e della morte evitabili nel mondo.

Dissipazione dei miti

I consumatori stanno leggendo gli articoli di notizie che affermano che la vitamina D protegge dalle loro malattie temute. Quando esaminano la loro etichetta della multi-vitamina e vedono contiene 400 - 600 IU, pensano che stiano ottenendo abbastanza. Sono sbagliati!

La realtà è che le persone invecchianti devono completare con circa 5.000 IU della vitamina D ogni giorno per raggiungere i livelli ematici ottimali. Ciò è circa dieci volte più delle prese americane tipiche. Come conosciamo questo?

Il ® del fondamentodel prolungamento della vita ha condotto un'analisi di 13.000 analisi del sangue degli utenti dedicati di supplemento in 2009. I risultati sensazionali hanno trovato che 85,7% hanno avuti vitamina D insufficiente.

Questi non erano consumatori ordinari di supplemento. Stavano assumendo la direzione di 600 IU ogni giorno della vitamina D, ma di 85,7% livelli ematici ancora avuti di 25-hydroxyvitamin D sotto la soglia di protezione minima di 50 ng/ml.

Esamini le etichette dei vostri supplementi della vitamina. Se non aggiungono ad intorno 5.000 IU della potenza di vitamina D, dovete prendere più su dose-E dovete prenderlo al momento giusto del giorno.

Prenda con il vostro pasto più pesante

Prenda con il vostro pasto più pesante  

La vitamina D è una sostanza nutriente solubile nel grasso, in modo da è importante prenderla con il più grande pasto del giorno.

Uno studio di Cleveland Clinic Foundation ha indicato che quando la gente prende la vitamina D con il più grande pasto del giorno, l'aumento dei livelli ematici più di 50% ha confrontato a prendere la vitamina D su uno stomaco vuoto o con un pasto leggero.11

È così critico non solo prendere abbastanza vitamina D, ma anche prenderla con il pasto che contiene il più grasso per assicurare l'assorbimento massimo.

Quando sentite le storie negative sostenere che le vitamine non funzionano, un esame più vicino rivela la dose è troppo basso e le istruzioni quanto a quando prendere la sostanza nutriente, quale con il pasto più pesante del giorno, non sono date.

I membri del prolungamento della vita che prendono almeno 5.000 IU della vitamina D, ma ancora hanno livelli di 25-hydroxyvitamin D inferiore a 50 ng/ml, dovrebbero assicurarsi che prendano coerente la loro vitamina D con il pasto del giorno che contiene il più grasso. Lo stesso sostiene per altre sostanze nutrienti solubili nel grasso quali la vitamina K, il tocoferolo di gammae omega-3s.

C'è oltre 100 studi pubblicati che dimostrano gli effetti anticancro della d della vitamina, in modo da volete accertarsevi prenderlo correttamente. La nostra preoccupazione è che la gente salute consapevole che cerca di ridurre la quantità di grassi che pericolosi ingeriscono può creare involontariamente una carenza delle sostanze nutrienti solubili nel grasso.

Il mio 25 hydroxyvitamin D aumentato acutamente!

Per anni, ho preso 5.000 - 10.000 IU della prima cosa di vitamina D3 di mattina su uno stomaco vuoto. Le mie letture dell'analisi del sangue ritornerebbero leggermente sopra o sotto il numero ottimale di 50 ng/ml.

Per circa un mese ho cominciato prendere 5.000 IU del vitamina D3 con il mio pasto pesante. Ciò era un pezzo che sfida perché mangio raramente i pasti pesanti.

I risultati, tuttavia, erano coercitivi. Il mio ultimo risultato dei test del sangue ha ritornato a 84,7 ng/ml, il più alto che avessi ogni raggiunto. Ciò quasi abbina lo studio di Cleveland Clinic Foundation che mostra un aumento di 56% nei livelli di 25-hydroxyvitamin D quando la vitamina D è presa con il pasto più pesante del giorno.11

Posso ora prendere meno vitamina D3 e trarre giovamento dai livelli ematici .

Che cosa dovete conoscere

Vitamina D: La vitamina non dovreste Live Without
Vitamina D: La vitamina non dovreste Live Without  
  • La vitamina D insufficiente è collegata a virtualmente ogni disordine relativo all'età compreso cancro, la malattia vascolare e l'infiammazione cronica.
  • Gli studi umani indicano che i livelli elevati della vitamina D proteggono da cancro e da altri disturbi relativi all'età.
  • Mentre gli esseri umani invecchiano, perdono la capacità di convertire la luce solare in vitamina D nei loro corpi.
  • Gli scienziati hanno identificato i livelli riduttori di vitamina D nei periodi invernali come principale indiziato per l'aumento stagionale in casi della malattia infettiva.
  • Le persone di invecchiamento devono completare con circa 5.000 IU della vitamina D ogni giorno ed avere analisi del sangue regolari per raggiungere i livelli ematici ottimali.
  • La vitamina D è una sostanza nutriente solubile nel grasso, in modo da è importante prenderla con il più grande pasto del giorno.
  • Gli individui con determinati stati di salute cronici non possono potere prendere le dosi elevate della vitamina D.

Non conti sulle fonti dell'alimento o di luce solare

La vitamina D può essere trovata in pesce oleoso e latte fortificato, ma non conta sulle fonti dell'alimento perché la potenza è minuscolo confrontata alla dose che avete bisogno di.

I giovani che spendono le ore nel sole dell'estate hanno ng/ml dei livelli ematici di 25-hydroxyvitamin D maggior di 60.

Mentre gli esseri umani invecchiano, perdono la capacità di convertire la luce solare in vitamina D nei loro corpi. Inoltre diventano più saggi ed evitano l'esposizione del sole perché sanno che causa il cancro di pelle ed accelerano l'invecchiamento della pelle.

Uno studio degli esseri umani di invecchiamento che hanno passato i lotti di tempo che vivono nel sole hawaiano ha trovato i bassi livelli ematici di 25-hydroxyvitamin il D.12

I giovani che espongono la loro pelle nuda ai lotti dei raggi del sole internamente produrranno l'abbondanza della vitamina D. La pelle della gente di invecchiamento è molto efficiente. Fortunatamente, la vitamina D ad alta potenza incapsula il costo virtualmente niente!

Risultati di un'indagine recente di 25 analisi del sangue di hydroxyvitamin D

Risultati di un'indagine recente di 25 analisi del sangue di hydroxyvitamin D  

Le gamme ideali per 25-hydroxyvitamin D sono fra il ng/ml 50-80. Di 39.925 risultati del sangue analizzati da prolungamento della vita fra il 1° gennaio 2010 ed il 5 settembre 2012, 30% ha fatto parte di queste gamme ottimali.

Purtroppo, la maggioranza (63,8%) ha avuta risultati suboptimali, significanti questa gente stata necessaria per prendere più vitamina D o per prendere la loro vitamina D con il pasto più pesante del giorno.

Può essere visto nel grafico qui sotto, 1,99% 25-hydroxyvitamin avuti D oltre 100 ng/ml; un numero ha auspicato più superiore. Questi individui tutti sono stati contattati e raccomandato stati per ridurre la loro assunzione supplementare di vitamina D.

Valori osservati della prova per 39.925 risultati analizzati: 1/1/2010 - 9/5/2012
livello di vitamina D 25-hydroxy Le percentuali dei valori della prova
Sotto 50 ng/ml 63.8%
Fra 50 - 80 ng/ml 30.0%
Oltre 80 ng/ml 4.21%
Oltre 100 ng/ml 1.99%

Questi risultati sono un miglioramento significativo sopra l'indagine del prolungamento della vita 2009,28 ma indicano che la maggior parte dei membri del prolungamento della vita ancora hanno stato meno ottimale di vitamina D.

Altrimenti la gente in buona salute si consiglia di completare con intorno 5.000 IU della vitamina D ogni giorno con il loro pasto più pesante ed avere loro sangue ha provato a 25-hydroxyvitamin D nei 30-60 giorni. Questa analisi del sangue può essere ordinata direttamente chiamando 1-800-208-3444 (24 ore).

Qualche gente spreca i loro soldi prendendo le analisi del sangue della linea di base 25-hydroxyvitamin D. Se non state richiedendo almeno a 3.000 IU della vitamina D ogni giorno con un pasto pesante, quasi certamente state andando avere livelli ematici insufficienti.

È migliore cominciare prendere complessivamente 3.000 - 8000 IU della vitamina D ogni giorno con il vostro pasto più pesante e poi fare il vostro provare sangue a 25-hydroxyvitamin D in 30-60 giorni.

Meno infezioni di freddo e di influenza di inverno

Come le ore diurne si sviluppano più brevi, incidenza del raffreddore, dell'influenza e delle punte respiratorie di infezioni verso l'alto. Gli scienziati hanno identificato i livelli riduttori di vitamina D nei periodi invernali come principale indiziato per questo aumento in casi della malattia infettiva.13-16

La vitamina D da tutte le fonti abbassa l'incidenza delle infezioni respiratorie.17,18 per esempio, i bambini olandesi con la meno esposizione del sole sono due volte probabili sviluppare una tosse e tre volte più probabilmente sviluppare un naso semiliquido rispetto ai bambini con la maggior parte della esposizione del sole.19

Quando gli atleti russi sono stati dati le lampade del sole per stimolare la sintesi di vitamina D nel corpo, c'erano 50% meno infezioni respiratorie e ben i meno giorni di assenza.20

I bambini con i più bassi livelli del siero di vitamina D sono 11 volta più probabili da sviluppare l'infezione respiratoria.21 quando 60.000 IU alla settimana della vitamina D sono stati amministrati (per sei settimane) ai bambini con le frequenti infezioni respiratorie, il risultato era una scomparsa completa di tali infezioni nei seguenti sei mesi.22

In una prova controllata delle donne afroamericane, una dose bassa (800 IU un il giorno) della vitamina D ha provocato una riduzione tripla dei sintomi di influenza e del freddo confrontati a quelli placebo dato.23

Gli anziani con stato basso di vitamina D sono stati indicati per essere al rischio aumentato di morte da tutte le cause e sono particolarmente vulnerabili alle infezioni di orario invernale.14,24-27

Controprova alla prova recente di vitamina D

Mentre questo articolo stava finendo, uno studio è stato pubblicato che sostiene che la vitamina D non ha ridotto l'infezione superiore delle vie respiratorie in adulti in buona salute. Un problema con questo studio è che ha usato una dose mensile di 100.000 IU della vitamina D invece delle dosi quotidiane prese dagli utenti di supplemento. Potete immaginare prendere un rifornimento di un mese di sostanza nutriente, di droga, o dell'ormone tutto d'un tratto e pensare vedere un effetto benefico? Mentre le sostanze nutrienti solubili nel grasso come la vitamina D possono essere date mensilmente perché il corpo le immagazzina, questo non è come il corpo è usato a riceverle.

C'erano una serie di altri difetti in questo studio quale la popolazione di studio che ha livelli ematici medii relativamente di vitamina D da cominciare con. Malgrado i risultati che non raggiungono il significato statistico, questo studio ciò nonostante ha trovato parecchi risultati positivi:

  • Il numero degli episodi superiori di infezione delle vie respiratorie era più basso nel gruppo di vitamina D.
  • I numeri medi e mediani delle infezioni superiori delle vie respiratorie a persona erano più bassi nel gruppo di vitamina D.
  • La severità superiore di infezione delle vie respiratorie per episodio era più bassa nel gruppo di vitamina D.
  • Il numero medio delle infezioni superiori delle vie respiratorie dell'inverno era più basso nel gruppo di vitamina D.

Con l'avvicinamento veloce dell'inverno, ha significato assicurare lo stato ottimale del livello ematico 25-hydroxyvitamin D richiedendo alla dose adeguata della vitamina D ogni giorno con il pasto più pesante.28

Che cosa è stato fatto per avvisare il pubblico?

Che cosa è stato fatto per avvisare il pubblico?  

Il ® del fondamentodel prolungamento della vita tempo fa ha documentato che il più alta vitamina D livella il rischio più basso di malattia.

La copertura ottobre 2007 dell'emissione del ® della rivistadel prolungamento della vita è stata intitolata “se il presidente la Declare un'emergenza nazionale?„ In quell'edizione, abbiamo chiesto al presidente degli Stati Uniti per dichiarare un'emergenza nazionale. Abbiamo voluto il presidente avvertire circa la carenza epidemica della vitamina D che questa nazione ha sofferto. Il nostro fondamento anche ha offerto donare 50.000 bottiglie di un anno del rifornimento della vitamina D agli individui a basso reddito. Le nostre richieste di dichiarare un'emergenza nazionale e di offrire 50.000 bottiglie di un anno libere del rifornimento sono state trascurate dal nostro governo.

La copertura gennaio 2010 dell'emissione della rivista del prolungamento della vita ha annunciato che i risultati dal nostro studio di 13.000 persone che mostra 85,7% degli utenti di supplemento hanno avuti livelli ematici insufficienti di 25-hydroxyvitamin il D.29 noi hanno fatto questo per avvisare il mondo che la gente deve prendere più vitamina D se devono proteggere dalle malattie di invecchiamento.

Il titolo gennaio 2010 dell'edizione, nominato “vitamina D scioccante bassa livella nei membri del prolungamento della vita,„ ha spinto molta altra gente ad aumentare la loro assunzione di questa estremamente - minimo - ha costato la sostanza nutriente.

Con la nostra ultima analisi di 39.925 risultati dei test del sangue, il fatto è che 63,8% dei nostri membri ancora non hanno raggiunto le gamme ottimali di 50 ng/ml di 25-hydroxyvitamin D e più su.

Chi non può prendere le dosi elevate della vitamina D?

Non ognuno può prendere queste dosi elevate della vitamina D.

Quelli con i disordini di preesistenza del rene non possono potere tollerare sicuro la vitamina D ad alta dose perché i reni sono compresi nel metabolismo della vitamina D.

Poiché la vitamina D facilita l'assorbimento del calcio, quelle con troppo calcio nel loro sangue (eccesso di calcio nel sangue) non dovrebbero prendere la vitamina D della dose elevata finché non risolvano questo problema. Si noti che l'assorbimento migliorato del calcio è un meccanismo da cui gli aiuti di vitamina D impediscono l'osteoporosi.30-31

Uno stato raro chiamato la sarcoidosi può provocare troppa vitamina D internamente che è prodotta, in modo da questi individui dovrebbero evitare il completamento di vitamina D finchè i loro livelli ematici di 25-hydroxyvitamin D sono elevati.

Risparmio Assistenza sanitaria statale dalla rovina finanziaria

La vitamina D è così economica che quasi tutti gli Americani possono permettersi il completamento ottimale della dose, particolarmente se lo prendono con un pasto pesante. Il governo potrebbe potenzialmente conservare le centinaia di miliardi di dollari nelle spese Medicaid/ di Assistenza sanitaria statale semplicemente dando i supplementi di vitamina D a coloro che non può permetterselo.60

Questo approccio di buonsenso, tuttavia, non sta considerando dai burocrati che invece vogliono prendere i vostri soldi provenienti dalle imposte ai costi medici della copertura stati responsabili da insufficienza diffusa di vitamina D.

Mentre il grande pubblico continuerà a soffrire lo stato insufficiente di vitamina D, membri di questo dell'articolo prolungamento della vita di armi con i fatti incontrovertibili per evitare questa calamità delle proporzioni epidemiche.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulentedi salute del ® del prolungamento della vita a 1-866-864-3027.

Prova scientifica solida…

Prova scientifica solida  

Nessuna altra sostanza nutriente, droga, o ormone ha guadagnato la credibilità più scientifica che la vitamina il D.29

La vitamina D insufficiente è collegata a virtualmente ogni disordine relativo all'età compreso cancro,34-44 la malattia vascolare,45-50 ed infiammazione cronica.51-53 gli adulti (e bambini) con il più alta vitamina D livella sostanzialmente il contratto meno il freddo, influenza ed altre infezioni virali.17,18,54

I meccanismi biologici specifici sono stati identificati per spiegare come la vitamina D protegge da tanti disturbi umani.55-59

Riferimenti

1. Disponibile a: http://www.naturalnews.com/031688_vitamin_D_chronic_disease.html. 21 settembre 2012 raggiunto.

2. Zhou G, Stoitzfus J, SEDERE del cigno. Stato d'ottimizzazione di vitamina D per ridurre rischio di cancro colorettale: una rassegna probatoria. Clin J Oncol Nurs. 2009 agosto; 13(4): E3-17.

3. Chen P, Hu P, Xie D, Qin Y, Wang F, Wang H. Meta-analysis della vitamina D, del calcio e della prevenzione di cancro al seno. Ossequio di ricerca del cancro al seno. 2010 giugno; 121(2): 469-77.

4. Corteggi il TCS, Choo la R, Jamieson la m., Chander la S, studio pilota di Vieth R.: ruolo potenziale della vitamina D (colecalciferolo) in pazienti con la ricaduta di PSA dopo la terapia definitiva. Cancro di Nutr. 2005 51(1):32-6.

5. Zhou W, Suk R, Liu G, et al. vitamina D è associato con la sopravvivenza migliore nei non piccoli malati di cancro del polmone delle cellule della fase iniziale. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2005 ottobre; 14(10): 2303-9.

6. Annweiler C, Rolland Y, Schott, et al. ingestione dietetica di più alta vitamina D è associato con più a basso rischio del morbo di Alzheimer: Seguito di sette anni. J Gerontol una biol Sci Med Sci. 13 aprile 2012.

7. Millen EA, Voland R, Sondel SA, et al. gruppo di studio di CAREDS. Stato di vitamina D e degenerazione maculare senile iniziale in donne postmenopausali. Arco Ophthalmol. 2011 aprile; 129(4): 481-9.

8. Ananthakrishnan, Khalili H, Higuchi LM, et al. più alto stato preveduto di vitamina D è associato con il rischio riduttore di morbo di Crohn. Gastroenterologia. 2012 marzo; 142(3): 482-9.

9. Livelli di hydroxyvitamin D di Munger chilolitro, di Levin LI, di Hollis BW, di Howard NS, di Ascherio A. Serum 25 e rischio di sclerosi a placche. JAMA. 20 dicembre 2006; 296(23): 2832-8.

10. Lappe JM, Travers-Gustafson D, Davies chilometro, Recker RR, Heaney RP. La vitamina D ed il completamento del calcio riduce il rischio di cancro: risultati di una prova randomizzata. J Clin Nutr. 2007 giugno; 85(6): 1586-91.

11. Il Mulligan GB, vitamina D di Licata A. Taking con il più grande pasto migliora l'assorbimento ed i risultati nei livelli elevati del siero del minatore Res di D. J Bone di hydroxyvitamin 25. 2010 aprile; 25(4): 928-30.

12. Binkley N, Novotny R, Krueger D, et al. stato basso di vitamina D malgrado esposizione abbondante del sole. J Clin Endocrinol Metab. 2007 giugno; 92(6): 2130-5.

13. Korthals Altes H, Kremer K, Erkens C, van Soolingen D, stagionalità di Wallinga J. la Tuberculosis nei Paesi Bassi differisce fra i nativi ed i non nativi: un ruolo per la carenza di vitamina D? Int J Tuberc Lung Dis. 2012 maggio; 16(5): 639-44.

14. AL di junior, di Ganmaa D, di Frazier di Camargo CA, et al. prova randomizzata del completamento di vitamina D e rischio di infezione respiratoria acuta in Mongolia. Pediatria. 2012 settembre; 130(3): e561-7.

15. Urashima m., Segawa T, Okazaki m., Kurihara m., Wada Y, prova di Ida H. Randomized del completamento di vitamina D per impedire influenza stagionale A in scolari. J Clin Nutr. 2010 maggio; 91(5): 1255-60.

16. Arabi A, EL Rassi R, EL-pellegrinaggio alla Mecca Fuleihan G. Hypovitaminosis D nella paese-prevalenza di sviluppo, fattori di rischio e risultati. Nat Rev Endocrinol. 2010 ottobre; 6(10): 550-61.

17. Ginde aa, Mansbach associazione del Jr. di JM, Camargo CA fra il livello di hydroxyvitamin D del siero 25 e l'infezione superiore delle vie respiratorie nella terza indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salute. Med dell'interno dell'arco. 23 febbraio 2009; 169(4): 384-90.

18. Cannell JJ, Vieth R, Umhau JC, et al. influenza epidemica e vitamina D. Epidemiol Infect. 2006 dicembre; 134(6): 1129-40.

19. Termorshuizen F, Wijga A, Gerritsen J, Neijens HJ, esposizione di van Loveren H. a radiazione ultravioletta solare e sintomi delle vie respiratorie in bambini di 1 anni. Photodermatol Photoimmunol Photomed. 2004 ottobre; 20(5): 270-1.

20. Gigineĭshvili GR, Ni di Il'in, Suzdal'nitskiĭ RS, Levando VA. L'uso di irradiazione uv correggere il sistema immunitario e fare diminuire morbosità in atleti. [nel Russo] Voprosy Kurortologii, Fizioterapii, i Lechebno Fizichesko Kultury. 1990 maggio-giugno: (3): 30-33.

21. Wayse V, Yousafzai A, Mogale K, Filteau S. Association della carenza infraclinica di vitamina D con l'infezione respiratoria più bassa acuta severa in bambini indiani sotto 5 Y. EUR J Clin Nutr. 2004 aprile; 58(4): 563-7.

22. Rehman PK. Rachitismo infraclinico ed infezione ricorrente. J Trop Pediatr. 1994 febbraio; 40(1): 58.

23. Cannell JJ, Zasloff m., CF della ghirlanda, Scragg, R, Giovannucci E. Sull'epidemiologia di influenza. Virologia J.2008; 5:29.

24. Pilz S, Dobnig H, Tomaschitz A, et al. in basso 25 hydroxyvitamin D è associato con la mortalità aumentata nei residenti femminili della casa di cura. J Clin Endocrinol Metab. 2012 aprile; 97(4): E653-7.

25. Smit E, Crespo CJ, Michael Y, et al. L'effetto della vitamina D e debolezza su mortalità fra gli adulti più anziani non istituzionalizzati degli Stati Uniti. EUR J Clin Nutr. 2012 settembre; 66(9): 1024-8.

26. Dobnig H, Pilz S, Scharnagl H, et al. associazione indipendente del hydroxyvitamin basso d del siero 25 e livelli 1,25 di dihydroxyvitamin d con mortalità per tutte le cause e cardiovascolare. Med dell'interno dell'arco. 23 giugno 2008; 168(12): 1340-9.

27. Leow L, Simpson T, Cursons R, Karalus N, Hancox RJ. La vitamina D, l'immunità innata ed i risultati nella comunità hanno acquistato la polmonite. Respirology. 2011 maggio; 16(4): 611-6.

28. Dott di Murdoch, S lenta, st delle camere, et al. effetto del completamento di vitamina D3 sulle infezioni superiori delle vie respiratorie in adulti in buona salute. JAMA. 2012; 308(13): 1333-9.

29. Disponibile a: http://www.lef.org/magazine/mag2010/jan2010_Startling-Findings-About-Vitamin-D-Levels-in-Life-Extension-Members_01.htm. 4 ottobre 2012 raggiunto.

30. Labbra P, brodo R, van Schoor NM, et al. riducendo rischio di frattura con calcio e la vitamina D. Clin Endocrinol (Oxf). 2010 settembre; 73(3): 277-85.

31. Heaney RP. malattia di carenza di A lungo latenza: comprensioni da calcio e dalla vitamina D. Am J Clin Nutr. 2003 novembre; 78(5): 912-9.

32. Dawson-Hughes B, Harris ss, Krall ea, Dallal GE. Effetto di calcio e del completamento di vitamina D su densità ossea in uomini ed in donne 65 anni o più vecchi. Med di N Inghilterra J. 4 settembre 1997; 337(10): 670-6.

33. BM di Tang, Eslick GD, Nowson C, Smith C, Bensoussan A. L'uso di calcio o di calcio congiuntamente al completamento di vitamina D impedire le fratture e la perdita dell'osso nella gente ha invecchiato 50 anni e più vecchio: una meta-analisi. Lancetta. 25 agosto 2007; 370(9588): 657-66.

34. Holick MF. Luce solare e vitamina D per salute dell'osso e la prevenzione delle malattie autoimmuni, dei cancri e della malattia cardiovascolare. J Clin Nutr. 2004 80 (supplemento): 1678S- 88S.

35. Peterlik m., WB di Grant, HS trasversale. Calcio, vitamina D e cancro. Ricerca anticancro. 2009 settembre; 29(9): 3687-98.

36. Giovannucci E, Liu Y, Rimm eb, et al. studio prospettivo dei preannunciatori di stato di vitamina D ed incidenza e mortalità del cancro in uomini. Cancro nazionale Inst di J. 5 aprile 2006; 98(7): 451-9.

37. Edlich R, muratore ss, insegue ME, et al. la documentazione scientifica della relazione della carenza di vitamina D e lo sviluppo di cancro. J circonda Pathol Toxicol Oncol. 2009 28(2):133-41.

38. Chiang KC, Chen TC. Vitamina D per la prevenzione ed il trattamento di cancro del pancreas. Mondo J Gastroenterol. 21 luglio 2009; 15(27): 3349-54.

39. Penna-Martinez m., Ramos-Lopez E, J severo, et al. polimorfismi del ricevitore di vitamina D nel carcinoma differenziato della tiroide. Tiroide. 2009 giugno; 19(6): 623-8.

40. MD della squadra KD, di Gammon, Se di Steck, et al. associazione fra il hydroxyvitamin D del plasma 25 e rischio di cancro al seno. Ricerca di Prev del Cancro (Phila). 2009 giugno; 2(6): 598-604.

41. Lipworth L, Rossi m., McLaughlin JK, et al. vitamina D e cancri dietetici della cavità orale e dell'esofago. Ann Oncol. 2009 settembre; 20(9): 1576-81.

42. Wu K, Feskanich D, CS di Fuchs, WC di Willett, Hollis BW, Giovannucci ELETTRICO. Uno studio di controllo di caso annidato di plasma 25 concentrazioni in hydroxyvitamin D e rischio di cancro colorettale. Cancro nazionale Inst di J. 18 luglio 2007; 99(14): 1120-9.

43. Chen G, Kim SH, re AN, et al. CYP24A1 è un indicatore prognostico indipendente della sopravvivenza in pazienti con l'adenocarcinoma del polmone. Ricerca del Cancro di Clin. 15 febbraio 2011; 17(4): 817-26.

44. Tretli S, Hernes E, iceberg JP, Hestvik UE, Robsahm TE. Associazione fra il siero 25 (l'OH) D e la morte da carcinoma della prostata. Cancro del Br J. 10 febbraio 2009; 100(3): 450-4.

45. Gouni-Berthold I, corona scandinava W, Berthold HK. Vitamina D e malattia cardiovascolare. Curr Vasc Pharmacol. 2009 luglio; 7(3): 414-22.

46. Dobnig H, Pilz S, Scharnagl H, et al. associazione indipendente del hydroxyvitamin basso d del siero 25 e livelli 1,25 di dihydroxyvitamin d con mortalità per tutte le cause e cardiovascolare. Med dell'interno dell'arco. 23 giugno 2008; 168(12): 1340-9.

47. Giovannucci E, Liu Y, Hollis BW, Rimm eb. 25 hydroxyvitamin D e rischio di infarto miocardico in uomini: uno studio prospettivo. Med dell'interno dell'arco. 9 giugno 2008; 168(11): 1174-80.

48. Zittermann A, Schleithoff ss, Tenderich G, Berthold HK, Körfer R, stato di vitamina D di Stehle P. Low: un fattore di contributo nella patogenesi di guasto di scompenso cardiaco? J Coll Cardiol. 1° gennaio 2003; 41(1): 105-12.

49. Livelli di hydroxyvitamin D di Melamed ml, di Muntner P, di Michos ED, et al. del siero 25 e la prevalenza di malattia arteriosa periferica: risultati da NHANES 2001 - 2004. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2008 giugno; 28(6): 1179-85.

50. Pilz S, Dobnig H, Fischer JE, et al. bassi livelli di vitamina D predice che il colpo in pazienti si è riferito all'angiografia coronaria. Colpo. 2008 settembre; 39(9): 2611-3.

51. Suzuki Y, Ichiyama T, Ohsaki A, Hasegawa S, Shiraishi m., effetto di Furukawa S. Anti-inflammatory di 1alpha, 25-dihydroxyvitamin D (3) in cellule endoteliali arteriose coronarie umane: Implicazione per il trattamento della malattia di Kawasaki. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 2009 gennaio; 113 (1-2): 134-8.

52. Cutolo m., Otsa K, Lasa K, et al. livelli del siero di vitamina D ed attività Circannual di malattia nell'artrite reumatoide: Nordico contro l'Europa meridionale. Clin Exp Rheumatol. 2006 novembre-dicembre; 24(6): 702-4.

53. Dietrich T, Nunn m., Dawson-Hughes B, Bischoff-Ferrari ha. Associazione fra le concentrazioni nel siero 25 del hydroxyvitamin D e l'infiammazione gengivale. J Clin Nutr. 2005 settembre; 82(3): 575-80.

54. Urashima m., Segawa T, Okazaki m., Kurihara m., Wada Y, prova di Ida H. Randomized del completamento di vitamina D per impedire influenza stagionale A in scolari„. J Clin Nutr. 2010 maggio; 91(5):1255-60.

55. Lowe L, Hansen cm, Senaratne S, chilowatt di Colston. Meccanismi implicati negli effetti regolatori di crescita dei composti di vitamina D in cellule di cancro al seno. Ricerca recente del Cancro di risultati. 2003 164:99-110.

56. Moreno J, Krishnan avoirdupois, Peehl dm, Feldman D. Mechanisms della vitamina D-ha mediato l'inibizione della crescita in cellule di carcinoma della prostata: inibizione della via della prostaglandina. Ricerca anticancro. 2006 luglio-agosto; 26 (4A): 2525-30.

57. Alvarez-Díaz S, Valle N, García JM, et al. Cystatin D è un gene soppressore del tumore del candidato indotto dalla vitamina D in cellule di tumore del colon umane. J Clin investe. 2009 agosto; 119(8): 2343-58.

58. Il JUNIOR di Lambert, Kelly JA, lo spessore la m., et al. prostata ha derivato il fattore in cellule di carcinoma della prostata umane: induzione del gene dalla vitamina D via un meccanismo di p53-dependent e un'inibizione di crescita delle cellule di carcinoma della prostata. Cellula Physiol di J. 2006 settembre; 208(3): 566-74.

59. Holt PR, Arber N, Halmos B, et al. proliferazione colica delle cellule epiteliali diminuisce con l'aumento dei livelli di biomarcatori idrossilati Prev di D. Cancer Epidemiol della vitamina del siero 25. 2002 gennaio; 11(1): 113-9.

60. Disponibile a: http://health.usnews.com/articles/health/healthday/2008/06/10/medicare-costs-for-cancer-treatment-soar.html. 21 settembre 2012 raggiunto.