Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista gennaio 2013
Alimenti eccellenti  

Cavolfiore la testa della famiglia della verdura crocifera

Da William Gamonski

Mentre i broccoli sono il membro più ben noto della famiglia della verdura crocifera, la prova sta indicando che il cavolfiore ha indennità-malattia importanti dell'ampio spettro pure. Con i suoi composti bioactive, glucosinolati e carbinol di indole-3-,1 cavolfiore mostra la grande promessa nell'assicurare la protezione sostanziale contro la malattia cardiovascolare, il cancro, il diabete e l'artrite reumatoide.

Protezione del Cancro

Cavolfiore  

Phytochemicals è composti della pianta che presentano le proprietà antinfiammatorie, antiossidanti ed antiproliferative potenti, rendenti loro i combattenti ideali del cancro.Il cavolfiore 2 contiene un'alta concentrazione di classe A di phytochemicals conosciuti come i glucosinolati, che sono metabolizzati nei isothiocyanates.1

Uno studio recente pubblicato nel giornale di chimica medicinale fa luce su come i isothiocyanates in cavolfiore esercitano la loro attività anticancro.3 cellule normali contengono il gene p53, che contribuiscono a sopprimere la crescita della cellula tumorale. Tuttavia, se una mutazione in gene p53 accade, può avere l'effetto opposto che permette la divisione cellulare che anormale quello conduce alla formazione di cancro. I ricercatori hanno scoperto che i isothiocyanates efficacemente legano a questa proteina difettosa e la rimuovono dalla cellula, quindi ristabilente la funzione normale del gene p53 nella crescita della cellula tumorale di didascalia.3

L'altra ricerca indica che il sulforaphane dell'isotiocianato combatte il cancro attraverso i meccanismi differenti. Induce significativamente gli enzimi del fegato di fase II, che disintossicano e neutralizzano il cancro che causa gli agenti.4 ulteriormente, il sulforaphane inoltre funziona inibendo un gruppo di enzimi che alterano l'espressione genica e producono le proteine in questione nell'inizio del cancro.5

Questi modi multipli di aiuto di azione spiegano il forte effetto protettivo del consumo del cavolfiore contro le varie forme di cancro. In uno tale studio riferito nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro, consumare più di un servizio del cavolfiore un il giorno ha prodotto un rapporto di riproduzione di 61% del rischio del cancro polmonare.6 un altro studio hanno indicato che appena un servizio del cavolfiore un la settimana è stato associato con un 27% più a basso rischio di cancro alla vescica.7

Gli scienziati italiani hanno confrontato l'assunzione della verdura crocifera, compreso il cavolfiore, fra gli individui con e senza parecchi cancri comuni. I risultati hanno rivelato che coloro che ha mangiato almeno le verdure crocifere hanno tagliato una volta alla settimana il loro rischio di orale, colorettale e cancri al seno da 17% come pure cancri del rene e dell'esofago da 28% e da 32%, rispettivamente.8

Cavolfiore  

Miglioramento della salute cardiovascolare

In uno studio pubblicato nel giornale americano di nutrizione clinica, un'alta assunzione delle verdure crocifere come il cavolfiore ha ridotto il rischio di morte dalla malattia cardiovascolare di 31%.1 un corpo crescente di prova indica che parecchi diversi composti in cavolfiore potrebbero essere responsabili di questo effetto cardioprotective.9

Mentre il contenuto di colesterolo nelle particelle di LDL è stato la norma per la valutazione del rischio cardiovascolare, la ricerca indica che il numero delle particelle di LDL è un più forte preannunciatore per aterosclerosi di sviluppo e gli eventi vascolari futuri compreso attacco di cuore e stroke.10 poiché ogni particella di LDL contiene un'apolipoproteina (apoB), apoB fornisce un conteggio diretto del numero delle particelle di LDL nella circolazione. Di conseguenza, ridurre il apoB conduce ad un numero più basso della particella di LDL e ad una malattia cardiaca riduttrice risk.10

Gli scienziati all'università di Hawai a Manoa hanno studiato l'impatto di indole-3-carbinol (I3C), un composto trovato nei grandi numeri in cavolfiore, sulla secrezione del apoB in cellule di fegato coltivate.11 dopo l'esposizione delle cellule di fegato a I3C, hanno osservato un rapporto di riproduzione di 56% della secrezione del apoB che è derivato da un declino nella creazione dei trigliceridi e degli esteri del colesterolo nelle cellule, quindi migliorante la salute del cuore.

Esercizio  

di I3C ricco di cavolfiore inoltre ha dimostrato la capacità di migliorare la funzione della piastrina. In uno studio pubblicato nella ricerca in fitoterapia, indole-3-carbinol è stato indicato per inibire significativamente l'aggregazione della piastrina (viscosità) che può indurre un coagulo di sangue e causare l'attacco di cuore o il colpo.12

Un altro beneficio cardiovascolare del cavolfiore si riferisce al suo contenuto elevato della fibra, che potrebbe avere un effetto protettivo contro gli alti livelli di proteina C-reattiva, un indicatore infiammatorio connesso con il rischio di predizione della malattia cardiovascolare. I ricercatori hanno esaminato la relazione fra l'assunzione dietetica della fibra ed i livelli C-reattivi della proteina in più di 3.900 uomini e le donne ha invecchiato 20 e più vecchio. Dopo avere registrato per ottenere la confusione scompone quale l'età, il genere, attività fisica e BMI, quelli con il più alta assunzione della fibra ha avuto un 51% più a basso rischio per i livelli C-reattivi elevati della proteina rispetto a quelli con le assunzioni più basse.13

Ancora, il cavolfiore è una fonte eccellente di folato e di vitamina b6 che potrebbe diminuire la probabilità di un attacco di cuore. In uno studio che paragona l'assunzione di entrambe le vitamine in 507 pazienti di attacco di cuore di prima volta a 478 comandi, i ricercatori hanno concluso coloro che ha consumato il più alta assunzione di folato e la vitamina b6 ha ridotto il loro rischio di attacco di cuore di 44% e di 66%.14

Selezionando ed immagazzinando cavolfiore
  • Il cavolfiore è più fresco durante la stagione di crescita da dicembre a marzo.
  • Selezioni il cavolfiore che ha una testa completa e bianco panna ed i mazzi stretti del germoglio.
  • Eviti il cavolfiore in seguito all'apparizione di piccoli fungino di malattia.
  • Disponga il cavolfiore crudo con il lato del gambo giù nel sacchetto di plastica ed immagazzini in frigorifero per fino ad una settimana.

Difendendo contro il diabete

Cavolfiore  

Negli ultimi anni, gli scienziati hanno cominciato a dipanare il ruolo di infiammazione nell'inizio del diabete di tipo II. Hanno scoperto che l'infiammazione cronica induce l'insulino-resistenza, che a sua volta interrompe la tolleranza al glucosio normale e finalmente conduce allo sviluppo del diabete di tipo II.La prova ben fondata 15 indica quella che mangia gli alimenti ricchi della vitamina C come il cavolfiore può contribuire a modulare l'infiammazione e ridurre il rischio per la malattia. In uno studio, i ricercatori inglesi hanno trovato una forte associazione fra i livelli ematici di vitamina C ed il rischio del diabete, con i livelli elevati del plasma della vitamina che riduce il rischio del diabete di un 62% notevole dentro oltre 21.800 uomini e donne ha invecchiato 40 - 75 sugli anni 12.16

Come fonte ricca di potassio, il cavolfiore ha potuto contribuire a regolare il metabolismo del glucosio. Il potassio è richiesto dalle beta cellule nel pancreas “per percepire„ i livelli elevati della glicemia e per rispondere giustamente secernendo l'insulina dell'ormone. Tuttavia, nella gente con i bassi livelli di potassio, le beta cellule hanno fatto diminuire la sensibilità ai livelli aumentati della glicemia e di conseguenza riducono l'uscita dell'insulina.17 col passare del tempo, questo altera la tolleranza al glucosio ed aumenta il rischio del diabete. Ciò è stata sostenuta in uno studio pubblicato negli archivi del giornale di medicina interna in cui la gente con i bassi livelli ematici del potassio ha avuta un rischio maggior 64% per il diabete di tipo II.18

Prevenzione di artrite reumatoide

Il consumo corrente di cavolfiore potrebbe fare diminuire il rischio di artrite reumatoide, una malattia infiammatoria autoimmune che gli obiettivi e danneggia i giunti nel corpo. Nella ricerca pubblicata nel giornale americano dell'epidemiologia, più maggior di tre servizi del cavolfiore un il mese sono stati collegati ad un 17% più a basso rischio del termine dopo il controllo per i fattori di confusione compreso il fumo, l'età, il consumo del tè e l'assunzione totale di caloria.19

Riassunto

Il cavolfiore contiene una ricchezza di fibra e di colina, con i composti fitochimici potenti indole-3-carbinol e i isothiocyanates. Questo la salute che promuove le sostanze nutrienti trasforma a cavolfiore d'incorporazione la vostra dieta quotidiana una strategia astuta per proteggere dalla malattia cardiaca, dal cancro, dal diabete e dall'artrite reumatoide.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulentedi salute del ® del prolungamento della vita a 1-866-864-3027.

Fatti nutrizionali del cavolfiore crudo, una tazza
Cavolfiore
Sostanze nutrienti Importo DV (%)
Colleen Fitzpatrick 46,4 mg 77%
Vitamina K mcg 16,0 20%
Folico 57,0 mcg 14%
Vitamina b6 0,2 mg 11%
Fibra 2,5 g 10%
Potassio 303,0 mg 9%
Manganese 0,2 mg 8%
Vitamina B5 0,7 mg 7%

Riferimenti

1. Disponibile a: http://www.whfoods.com/genpage.php?tname=foodspice&dbid=13 ha acceduto al 18 ottobre 2012.

2. Lee JH, Khor A, Shu L, Unione Sovietica ZY, Fuentes F, Kong. Phytochemicals e prevenzione del cancro dietetici: Segnalazione Nrf2, epigenetics e meccanismi di morte delle cellule nell'inizio e nella progressione del cancro di didascalia. Pharmacol Ther. 3 ottobre 2012. [Epub davanti alla stampa]

3. Wang X, Di Pasqua AJ, Govind S, et al. svuotamento selettivo del mutante p53 dai isothiocyanates hemopreventive del cancro e le loro relazioni fra struttura e attività. J Med Chem. 2011 gennaio; 54(3): 809-16.

4. Ruscelli JD, Paton VG, induzione di Vidanes G. Potent degli enzimi di fase 2 in cellule di carcinoma della prostata umane da sulforaphane. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2001 settembre; 10(9): 949-54.

5. RH di Clarke JD, di Hsu A, di Yu Z, di Dashwood, effetti di Ho E. Differential di sulforaphane sui deacetylases dell'istone, arresto del ciclo cellulare e apoptosi in cellule normali della prostata contro le cellule hyperplastic e cancerogene della prostata. Mol Nutr Food Res. 2011 luglio; 55(7): 999-1009.

6. Feskanich D, Ziegler RG, Michaud DS, et al. studio prospettivo del consumo della verdura e della frutta e rischio di cancro polmonare fra gli uomini e le donne. Cancro nazionale Inst di J. 2000; 92(22):1812-23.

7. Assunzione di Michaud DS, di Spiegelman D, di Clinton SK, et al. della frutta e della verdura e incidience di cancro alla vescica in un gruppo futuro maschio. Cancro nazionale Inst di J. 1999;91(7):605-13.

8. Bosetti C, Filomeno m., Riso P, et al. verdure crocifere e rischio di cancro in una rete degli studi di caso-control. Annali di oncologia. 2011 dicembre; 23: 2198-203.

9. Zhang X, Shu XO, Xiang YB, et al. consumo della verdura crocifera è associato con un rischio riduttore di mortalità della malattia cardiovascolare e di totale. J Clin Nutr.2011 luglio; 94(1): 240-6.

10. Baratti il PJ, Ballantyne il cm, Carmena la R, et al. il Apo B contro colesterolo nella stima del rischio della malattia cardiovascolare e nella guida della terapia: rapporto dei trenta pannelli dieci-paese/della persona. Med dell'interno di J. Marc 2006; 259(3): 247-58.

11. Maiyoh GK, Kuh JE, Casaschi A, Theriault AG. Indole-3-carbinol crocifero inibisce la secrezione dell'apolipoproteina B in cellule HepG2. J Nutr. 2007 ottobre; 137(10): 2185-9.

12. Parcheggi l'attività antitrombotico di Mk, di Rhee YH, di Lee HJ, et al. antipiastrinico e di indole-3-carbinol in vitro e in vivo. Ricerca di fitoterapia. 2008 gennaio; 22(1): 58-64.

13. Ajani uA, Ford es, Mokdad AH. Fibra dietetica e proteina C-reattiva: risultati dai dati nazionali di indagine dell'esame di nutrizione e di salute. J Nutr. 2004 maggio; 134(5): 1181-5.

14. Tavani A, Pelucchi C, Parpinel m., Negri E, La Vecchia C. Folate e vitamina B (6) e rischio di infarto miocardico acuto in Italia. EUR J Clin Nutr. 2004 settembre; 58(9): 1266-72.

15. Se di Shoelson, Lee J, Goldfine ab. Infiammazione e insulino-resistenza. J Clin investe.2006;116(7):1793-801.

16. Harding AH, livello della vitamina C di Wareham NJ, Bingham SA, et al. del plasma, consumo della verdura e della frutta ed il diabete di tipo 2 di inizio mellito: l'indagine futura europea sullo studio prospettivo della Cancro-Norfolk. Med dell'interno dell'arco. 2008 luglio; 168(14): 1493-9.

17. Chatterjee R, Yeh HC, Edelman D, Brancati F. Potassium e rischio di diabete di tipo 2. Rev esperto Endocrinol Metab.2011 settembre; 6(5): 665-72.

18. Chatterjee R, Yeh HC, Shafi T, et al. siero e potassio dietetico e rischio di diabete di tipo 2 di incidente mellito: il rischio di aterosclerosi nello studio delle comunità (ARIC). Med dell'interno dell'arco. 2010 ottobre; 170(19): 1745-51.

19. JUNIOR di Cerhan, Saag chilogrammo, LA di Merlino, Mikuls TR, LA di Criswell. Micronutrienti antiossidanti e rischio di artrite reumatoide in un gruppo in donne più anziane. J Epidemiol. 2003 febbraio; 157(4): 345-54.

20. Disponibile a: http://nutritiondata.self.com/facts/vegetables-and-vegetable-products/2390/2 ha acceduto al 20 ottobre 2012.