Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista marzo 2013
Rapporto  

La carnitina ristabilisce la funzione cellulare

Da Logan Bronwell
Donna che si esercita sulla macchina ellittica  

Una ricchezza di tecnologia emergente dimostra che mentre guadagniamo il controllo sopra i diversi meccanismi coinvolgere nell'invecchiamento cellulare, i sintomi sistemici di degenerazione possono essere rallentati o persino invertiti.1

Uno dei meccanismi di promessa indirizza i nostri mitocondri,2,3 le centrali elettriche trovate in tutte le cellule umane che controllano l'energia che dobbiamo restare vivi.4

Col passare del tempo, i nostri mitocondri diminuiscono sia nel numero che nella funzione. Il risultato è essenzialmente un cortocircuito del potere ad ogni area del vostro corpo. La conservazione delle queste centrali elettriche cellulari funzionare correttamente può posporre molti di cosiddetti segni “inevitabili„ di invecchiamento. La ricerca ora indica che la carnitina dell'aminoacido può anticipare e perfino invertire molti fattori ben noti di invecchiamento. 

Con l'età d'avanzamento, i livelli della carnitina diminuiscono in tutto dei nostri tessuti.2,3 che compita la difficoltà per i mitocondri, che sono affamati di energia e riempiti di spreco cellulare.3,4

Messa semplicemente, una carenza della carnitina conduce alla distruzione all'ingrosso dei nostri mitocondri. E, infine, questa perdita di funzione mitocondriale è probabile accelerare la morte. Fortunatamente, la carnitina è venduta sotto il nome di integratore alimentare negli Stati Uniti, disponibili senza il bisogno della prescrizione di un medico mentre è in alcuni altri paesi.

Perché i mitocondri diminuiscono con invecchiamento

Tecnico di laboratorio Working con i campioni di sangue  

I mitocondri risiedono in ogni cellula nei nostri corpi; alimentano le cellule convertendo l'alimento in energia che il nostro corpo deve azionare.4 pensi ai mitocondri come la compagnia elettrica che fornisce l'energia alla vostra casa. Se il potere esce, il vostro alimento guasta, il vostro riscaldamento e lo stato dell'aria non funzionerà, voi non ha luce. Lo stesso effetto si presenta all'interno del vostro corpo. Se il mitocondrio-vostro rifornimento-isn't di potere che funziona correttamente, o se diminuiscono in numeri, quindi vostre cellule non avrà l'energia che debbano alimentare molte funzioni del vostro corpo.

Mentre la quantità di mitocondri di funzionamento diminuisce, molti “dei sintomi„ di invecchiamento si manifestano. In parte, questo si presenta a causa della combustione continua dei mitocondri degli acidi grassi per produrre l'energia. Nel corso della liberazione dell'energia, scoppi enormi di l'ossidante compone i mitocondri di danno e le cellule che li contengono.4 che questo assalto costante conduce alla perdita graduale di funzione mitocondriale in tutto dei nostri tessuti.5

Il declino relativo all'età nell'attività mitocondriale è in gran parte responsabile di cardiovascolare e disturbi neurologici come pure l'obesità e diabete di tipo II.6-9 la perdita di funzione mitocondriale nel tessuto del muscolo inoltre conduce alla composizione corporea che “floscia„ esperta ci associamo con la gente più anziana perché causa l'atrofia del muscolo e la massa aumentata del grasso corporeo.10 da questa lista, potete vedere come la carnitina essenziale è alla vostra salute quotidiana.

I livelli totali della carnitina negli individui di invecchiamento sono approssimativamente 20% più bassi di nella gioventù,11 che lascia i mitocondri sempre più vulnerabili a danno.

Fortunatamente, gli studi hanno provato che completare con la carnitina può ristabilire la funzione mitocondriale ai livelli quasi-giovanili.12

La carnitina riduce i tassi di mortalità

Il muscolo del cuore usa il grasso come sua fonte di energia primaria. La carnitina è un composto ditrasporto che è assolutamente essenziale per la funzione normale del cuore.13 col passare del tempo, il declino di carnitina svolge un ruolo nell'indebolimento dei muscoli del cuore.14

La gente con danno del muscolo del cuore dagli attacchi di cuore o dall'infarto ha particolarmente bassi livelli della carnitina.15-17 fortunatamente, il completamento della carnitina è risultato essere notevolmente efficace nel combattimento e perfino nell'inversione degli effetti d'indebolimento da quel calo nei livelli della carnitina.14

In uno studio, 160 maschii ed i superstiti femminili di attacco di cuore fra 39 e 86 anni hanno ricevuto 4 grammi/giorno di L-carnitina o un placebo per 12 mesi.18 i pazienti che prendono la L-carnitina hanno avvertito le diminuzioni significativamente favorevoli nella frequenza cardiaca e nella pressione sanguigna; inoltre avevano migliorato i profili del lipido del sangue. Per di più, quelli che completano con la carnitina hanno avuti un tasso di mortalità drammaticamente riduttore confrontato a quelli che non prendono la carnitina.   I pazienti che prendono la carnitina hanno avuti un tasso di mortalità di appena 1,2% durante l'intero anno, mentre 12,5% dei pazienti di referenza sono morto, con la maggior parte delle morti attribuite per ripetere gli attacchi di cuore.18

il completamento della L-carnitina inoltre impedisce la progressione di danno del muscolo del cuore nella gente con guasto di scompenso cardiaco e migliora la tolleranza di esercizio nella gente che sviluppa il dolore toracico (angina) con sforzo.15 in uno studio, 55% dei pazienti ha avvertito il miglioramento nella loro classificazione standard dell'infarto.15

La gente con angina, un segno in anticipo del muscolo del cuore ha minacciato da ischemia (flusso sanguigno basso), tratta giovamento dai supplementi della carnitina. Un derivato naturale di L-carnitina, propionyl-L-carnitina, ad una dose di 500 mg 3 cronometra il quotidiano, aumentato il tempo medio che i pazienti potrebbero esercitare senza segni di elettrocardiogramma di ischemia da un 450% impressionante.16 che il risultato indicato ha migliorato il flusso sanguigno alle cellule di muscolo del cuore dopo ischemia, un effetto ampiamente dimostrato negli studi sugli animali.19,20

La carnitina inoltre aumenta le concentrazioni di ossido di azoto che aiutano le cellule endoteliali per rilassarsi ed aumentare il flusso sanguigno, che può aiutare la pressione sanguigna più bassa.21-23 tre settimane del completamento con 2 grammi di flusso sanguigno migliore L-carnitina da 17% durante il periodo critico del dopo-pasto in un gruppo di persone hanno alimentato un pasto ad alta percentuale di grassi; i pazienti di placebo hanno avuti una diminuzione di 12% in flusso sanguigno.24 e un quotidiano una dose endovenosa da 6 grammi di propionyl-L-carnitina per una settimana ha migliorato la distanza di camminata nella gente con la malattia arteriosa periferica da 28%.25

Due benefici eccezionali di guadagno dei gruppi

Due gruppi stanno per trarre i benefici eccezionali dal completamento della carnitina: diabetici e quelli su dialisi. Entrambi i gruppi sono a particolarmente ad alto rischio per le complicazioni e la morte prematura cardiovascolari ed entrambi i gruppi hanno uno svuotamento ancora maggior di carnitina che altre della stessa età.17,26

La dialisi esercita gli sforzi enormi sul corpo umano, che accelerano l'aterosclerosi e la malattia cardiaca. L'aggiunta di un 1 grammo, IV dose di L-carnitina alla conclusione di ogni sessione di dialisi contrassegnato ha ridotto gli indicatori chimici dello sforzo ed ha aumentato i livelli del adiponectin protettivo di citochina.26

La stessa dose da 1 grammo, data oralmente, prodotta una profonda riduzione degli indicatori infiammatori del siero e fattori che promuovono gli eccessivi coaguli di sangue.27 per concludere, una dose di 10 mg/kg di carnitina (circa 750 mg/giorno in una persona di medie dimensioni) ha prodotto una diminuzione significativa di 12% nella dimensione del ventricolo sinistro del cuore nei pazienti sottoposti a dialisi.28 che “l'ipertrofia ventricolare sinistra„ è una complicazione conosciuta di emodialisi e contribuisce ad infarto in anticipo.

I diabetici soffrono sia da disfunzione ischemica (flusso sanguigno basso) che non ischemica del muscolo del cuore, molta di cui può essere ridotta dai supplementi orali a lungo termine della L-carnitina.29 studi sugli animali indicano che se siete un diabetico o non, il completamento orale con L-carnitina aiuta la vostra pompa del muscolo del cuore più duro e più efficientemente.29 ancor più impressionante, alle le azioni adatte a mitocondri della carnitina contribuiscono a ridurre la massa del grasso corporeo, che a sua volta migliora la sensibilità dell'insulina e può aiutare i livelli della glicemia di controllo.30,31

CHE COSA DOVETE CONOSCERE

Benefici antinvecchiamento di carnitina

piatto delle olive verdi
  • Una causa importante di invecchiamento è il declino in funzione dei mitocondri, le centrali elettriche minuscole che stimolano le nostre cellule.
  • La maggior parte delle malattie croniche di invecchiamento riflettono la perdita di funzione e di numeri mitocondriali, limitante l'energia disponibile alle cellule mentre invecchiamo.
  • i mitocondri difunzionamento inoltre impongono lo sforzo enorme dell'ossidante alle loro cellule madri, ulteriore invecchiamento accelerante e vita della riduzione.
  • la L-carnitina, una molecola naturale con parecchie forme relative, fornisce ai mitocondri entrambi l'energia che hanno bisogno di e la protezione antiossidante che devono dovere conservare la loro funzione giovanile.
  • I supplementi della carnitina prolungano la vita aumentando l'energia ai tessuti in tutto il corpo.
  • Il completamento della carnitina ha provato efficace nella riduzione dell'affaticamento, nel miglioramento della funzione cardiovascolare, nel miglioramento della composizione corporea e nella promozione della perdita di peso, nell'abbassamento dei livelli della glicemia e nel ritardo o nell'inversione della degenerazione del cervello.
  • Le sue proprietà diliberazione rendono a carnitina un supplemento utile per la riduzione della cachessia micidiale sperimentata da molti malati di cancro.

La carnitina combatte Diabesity

vista laterale di un uomo che risolve con un bilanciere alla palestra  

Mentre i tassi dell'obesità salgono alle stelle, sempre più gli Americani stanno sviluppando il diabete di tipo II di conseguenza, producendo una sindrome chiamata “diabesity.„32,33

Poiché la carnitina aiuta i mitocondri per utilizzare l'energia, svolge un ruolo critico nella riduzione l'avvenimento e dell'impatto del diabesity.34 studi recenti indicano che oltre all'aiuto i mitocondri bruciano il grasso come energia, carnitina è inoltre vitali per l'eliminazione dei residui dai mitocondri.2,35 questo sono importanti, perché ora riconosciamo che l'accumulazione dei residui mitocondriali è uno dei contributori più importanti ad insulino-resistenza, che più ulteriormente promuove l'alta glicemia e l'obesità.4

L'obesità e l'invecchiamento contribuiscono ai bassi livelli della carnitina, che compromette la prestazione mitocondriale ed aumenta l'insulino-resistenza, promuovendo ulteriore riduzione della carnitina e dell'obesità.2 livelli di ristabilimento della carnitina ai loro valori giovanili è un modo efficace di rompere questo ciclo micidiale.2

I volontari dell'essere umano che hanno preso aL-carnitina 3 grammi/giorno per i 10 giorni hanno avuti cambiamenti favorevoli in composizione corporea.36 pazienti completati hanno usato il loro grasso per energia, bruciante lo 22% più veloce dei pazienti, senza alcun aumento nella proteolisi del muscolo. Un altro studiano, facendo uso di 2 grammi/giorno per 6 mesi, hanno dimostrato una perdita di massa totale del grasso di 4 libbre, con un aumento di una massa magra del muscolo di 8,4 libbre.37

Gli studi sugli animali confermano ed estendono questi risultati, indicanti che la propionyl-L-carnitina fa diminuire l'obesità del corpo, l'ingestione di cibo e la composizione grassa, mentre migliorando insulino-resistenza.34

La carnitina inoltre ha gli effetti favorevoli multipli su glicemia e insulino-resistenza, gli marchi di garanzia del diabete di tipo II.35 animali hanno alimentato una dieta ad alta percentuale di grassi sviluppano gli stessi sintomi e segni che gli esseri umani fanno: obesità, insulino-resistenza, profili anormali del lipido e danni al fegato che sono conosciuti come sindrome metabolica. Appena 4 settimane del trattamento con L-carnitina hanno invertito tutti quei parametri anormali.30,32,38,39

I simili effetti sono stati trovati in esseri umani diabetici. Due grammi di L-carnitina due volte al giorno per i 10 giorni hanno migliorato la sensibilità dell'insulina ed hanno ridotto i livelli dell'insulina.il completamento della L-carnitina 40 di 2 grammi/giorno ha causato una riduzione significativa in acidi grassi liberi del plasma, che contribuiscono ad insulino-resistenza.41 tre grammi/giorno sono stati indicati per ridurre le punte simulate della glicemia del dopo-pasto da 157 mg/dL a 132 mg/dL (test di tolleranza al glucosio orale).42 un numero significativo degli studi documentano l'impatto micidiale dei livelli elevati del glucosio del dopo-pasto.

Forme importanti di carnitina

La molecola di base della L-carnitina che supporta la funzione mitocondriale è disponibile in parecchie forme, di cui ciascuno offre le funzioni specifiche:

il tartrato della L-carnitina è una forma stabile del sale di L-carnitina ed è stato indicato per essere assorbito più velocemente di altri composti della L-carnitina.81 colpisce favorevole gli indicatori biochimici del recupero da sforzo fisico, ottimizzanti i processi della riparazione del tessuto del muscolo e ritoccanti.82

la Acetile-L-carnitina è una molecola principalmente attiva nel muovere le molecole grasse attraverso la membrana mitocondriale.69 che attraversa prontamente nel cervello dalla circolazione sanguigna e la sua molecola extra dell'acetile fornisce l'energia supplementare direttamente alle cellule cerebrali.

ArginoCarn®* è una forma brevettata di diidrocloruro del arginate dell'acetile-Lcarnitine che è legato molecolare all'arginina dell'aminoacido ed è conosciuto come la generazione di AminoCarnitine®. In un modo che somiglia molto attentamente al fattore di crescita naturale del nervo, questo composto induce la conseguenza delle sporgenze minuscole ma essenziali delle cellule nervose chiamate neurites che sostengono la formazione e l'apprendimento di memoria.70

Cloridrato della propionyl-L-carnitina della glicina (GlycoCarn®) * è una forma brevettata di AminoCarnitine® che è legato molecolare alla glicina dell'aminoacido ed è conosciuto come la generazione di AminoCarnitine®. la Propionyl-L-carnitina è essenziale in carboidrato e nel metabolismo dei lipidi ed è un antiossidante potente.31 è particolarmente utile nelle malattie cardiovascolari.31 la forma relativa della glicina inoltre sono stati indicati per estendere quei benefici fino il muscolo scheletrico, migliorante la prestazione di esercizio.71

* ArginoCarn® e GlycoCarn® sono marchi depositati della Sigma-tau HealthSciences, Inc. e sono protetti dal brevetto Stati Uniti 6703042 degli Stati Uniti e dal brevetto mondiale EP1202956 di produzione

La carnitina difende la memoria

Vista dei raggi x del cervello umano con il cranio e la spina dorsale  

La maggior parte delle forme di memoria relativa all'età e di declino conoscitivo sono strettamente connesse a disfunzione mitocondriale in tessuto cerebrale. Quello offre un'occasione ovvia di intervento un rinforzatore mitocondriale quale carnitina. La maggior parte dei studi del neurodegeneration hanno usato la forma della acetile-L-carnitina di carnitina.

L'impatto di acetile-L-carnitina è particolarmente importante nel morbo di Alzheimer, nella causa principale di demenza e nel danno conoscitivo delicato negli Stati Uniti. Uno studio iniziale ha indicato che completando con la acetile-L-carnitina ogni giorno per un anno ha condotto ai miglioramenti sulla parte conoscitiva di scala di valutazione standard del morbo di Alzheimer in pazienti più giovani di 61.43

Gli studi più recenti hanno indicato i buoni effetti anche in pazienti più anziani, ma, come con tutte le forme di prevenzione, più presto cominciate prendere la carnitina, più potenti gli effetti sulla memoria. Le dosi che variano da 1,5 a 3 grammi/giorno di acetile-L-carnitina sono state indicate coerente a maggior molteplice di effetti del trattamento dei prodotti del placebo da solo, con il più grande impatto in pazienti nelle fasi precedenti della malattia.44-46 i miglioramenti dal completamento della acetile-L-carnitina possono essere veduti fin da 3 mesi e continuano ad aumentare col passare del tempo.45 (carnitina non è stata trovata efficace in pazienti con Alzheimer avanzato.)

Le ricerche di laboratorio spiegano alcune delle ragioni per l'impatto delle acetile-L-carnitine sul morbo di Alzheimer e la maggior parte di loro mettono a fuoco sulle proprietà protettive mitocondriali della carnitina.

Gli scienziati possono indurre i cambiamenti Alzheimer's del tipo di in cellule cerebrali facendo uso di varie tecniche chimiche e trovano coerente che il trattamento con acetile-l-carnitina migliora la funzione mitocondriale e rallenta lo sviluppo di quei cambiamenti, che comprendono l'accumulazione dell'amiloide della proteina “del Alzheimer „ beta (Abeta).47 anche dopo le quantità pericolose di beta forma dell'amiloide in tessuto cerebrale, il trattamento della acetile-L-carnitina riduce il suo impatto.3

Gli animali da laboratorio con le circostanze simili al morbo di Alzheimer dimostrano la memoria migliore e l'apprendimento una volta trattati con acetile-L-carnitina.47,48 infatti, gli animali trattati mostrano l'espressione aumentata delle proteine memoria-collegate importanti che erano stato alterate dal morbo di Alzheimer.49

la Acetile-L-carnitina è utile in altre forme di declino conoscitivo pure, anche nei termini povero-definiti quale danno conoscitivo (o mentale) delicato. La gente completata con 1,5 - 2 grammi di manifestazione quotidiana della acetile-L-carnitina ha segnato il miglioramento sui punteggi mentali standard di memoria e di stato.50,51 questi effetti sono particolarmente impressionanti fra molto il vecchio, comprendendo almeno uno studio della gente oltre 100 anni.37

La carnitina avvantaggia la composizione corporea

retrovisione di una donna che si esercita su un vogatore  

L'influenza della carnitina sulla funzione mitocondriale può migliorare dai i cambiamenti indotti da età in composizione corporea. Quando gli animali da laboratorio sono stati dati la carnitina, hanno avvertito le riduzioni in loro massa addominale del grasso, aumenti nella loro forza muscolare e le concentrazioni più basse di leptina, una citochina quella avvia dall'l'infiammazione indotta da grassa.10,52

I volontari dell'essere umano che hanno preso 3 grammi/giorno di L-carnitina per i 10 giorni hanno avuti cambiamenti favorevoli in composizione corporea.36 pazienti che prendono la L-carnitina hanno usato il loro grasso per energia, bruciante la 22% più veloce dei pazienti e senza alcun aumento nella proteolisi del muscolo. Un altro studio facendo uso di 2 grammi/giorno ha dimostrato una perdita di massa totale del grasso di 4 libbre, con un aumento di una massa magra del muscolo di 8,4 libbre.37

Gli studi supplementari sugli animali confermano ed estendono questi risultati, indicanti che la propionyl-L-carnitina fa diminuire l'obesità del corpo, l'ingestione di cibo e la composizione grassa, mentre migliorando insulino-resistenza.34

I benefici del completamento vanno ben oltre la memoria, tuttavia. Secondo le aspettative per un composto d'amplificazione mitocondriale, i miglioramenti nel livello energetico e la riduzione dell'affaticamento fisico e mentale sono riferiti comunemente negli studi sul completamento della carnitina (entrambi con L-carnitina ed acetile-L-carnitina).37,53 ed alcuni studi hanno trovato i miglioramenti nella depressione mentre supplemento dei pazienti con L-carnitina.54,55

Per concludere, come conseguenza dell'epidemia dell'obesità (e con l'affezione epatica e la cirrosi sull'aumento),56 ricercatori stanno mostrando un interesse crescente nel usando la carnitina per ottimizzare la funzione mitocondriale del fegato e per impedire o attenuare gli effetti di insufficienza epatica. Parecchi studi hanno dimostrato i miglioramenti clinici e biochimici in pazienti con l'encefalopatia epatica, una circostanza in cui i livelli in aumento dell'ammoniaca del sangue alterano conoscitivo e la funzione motoria.57-59