Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista ottobre 2013
Rapporto  

Rischi letali comportati mediante i mezzi di informazione

Da William Faloon, Luke Huber, ND, MBA, Kira Schmid, ND, Blake Gossard, Scott Fogle, ND

Gli oggetti di studio non sembrano prendere i supplementi dell'olio di pesce

Gli scienziati del prolungamento della vita raggiunti ripetutamente fuori agli autori del rapporto negativo, ma non hanno ricevuto una risposta se tutto il tentativo è stato fatto di accertare della fonte del omega-3 nel sangue degli oggetti di studio. Abbiamo voluto sapere se questi uomini mangiassero regolarmente il pesce con acqua fredda o prendessero almeno alcuni supplementi dell'olio di pesce.

Malgrado le nostre richieste, nessun chiarimento è stato messo a disposizione dagli autori di studio quanto al livello di completamento dietetico con l'olio di pesce ed in caso affermativo, la fonte di olio di pesce utilizzata nello studio.

Basato sopra i livelli molto bassi di percentuale del plasma di acidi grassi omega-3 individuati nello studio, l'implicazione è che il completamento dietetico con l'olio di pesce probabilmente non ha accaduto. Invece, in base ai bassi livelli di fosfolipidi del plasma omega-3 individuati, la fonte sembra essere soprattutto (potenzialmente esclusivamente) dieta soltanto. Poichè mostreremo presto, sembra che nessuno degli uomini in questo studio abbiano consumato molto nel modo del pesce con acqua fredda l'uno o l'altro.

I livelli Omega-3 erano bassi in tutti gli oggetti di studio

Sarete colpito per imparare come il minimo le percentuali medie del plasma di omega-3 era in tutti questi oggetti di studio, se erano nel massimo o a tariffa ridotta del gruppo del carcinoma della prostata.

La prova del fosfolipide del plasma per gli acidi grassi è stata utilizzata in questo studio. Tuttavia, questo tipo di prova dell'acido grasso può variare ampiamente secondo ingestione dietetica a breve termine. Al contrario, l'assorbimento a lungo termine dalle cellule ed i tessuti del corpo dipende molto dai cambiamenti a breve termine nella dieta. Per questo motivo, gli indici dell'acido grasso dell'eritrocito (globulo rosso) sono ben migliori a valutare l'assorbimento cellulare col passare del tempo come conseguenza del completamento di ingestione del pesce e dell'olio di pesce.

Per esempio, i dati indicano che completare con circa 2 grammi di acidi grassi omega-3 dall'olio di pesce conduce ad un aumento nella percentuale dell'acido grasso omega-3 dell'eritrocito (globulo rosso) da circa 4% alla linea di base a circa 8% ad otto settimane.13

In un'analisi singola condotta dal personale del prolungamento della vita, una dieta sana che incluso peschi ma non il completamento dell'olio di pesce ha provocato omega-3 un livello equivalente del globulo rosso (RBC) di 6,06%.

Tuttavia, una dieta standard completata con 3,6 grammi di EPA/DHA dall'olio di pesce purificato ha provocato un livello equivalente di omega-3 RBC di 10,59%. Quindi, confrontato a che cosa possono essere raggiunte con una dieta sana sola, aggiungere un supplemento dell'olio di pesce di alta qualità può quasi doppio punteggio equivalente del omega-3 RBC di una persona, che è coerente con la letteratura pubblicata.

Di conseguenza, se i partecipanti al rapporto che adducono un'associazione con il pesce ed il carcinoma della prostata avessero prendendo le dosi significative dei supplementi dell'olio di pesce, i loro livelli dovrebbero essere sostanzialmente superiori a che cosa gli autori di studio hanno riferito. Invece, per gli uomini nel gruppo del carcinoma della prostata di questo studio, la percentuale degli acidi grassi a catena lunga omega-3 del plasma era soltanto 4,66% … un livello più basso che le linee di base storiche che non prendono omega-3s supplementare.13

I numeri qui sotto dovrebbero chiarire questo difetto clamorosa che rende le conclusioni da questo pesce sostenente di rapporto o olio di pesce aumenta il carcinoma della prostata insignificante:

  • Percentuale equivalente di Omega-3 RBC quando prendono 3,6 grammi/giorno EPA/DHA 10,59%
  • Percentuale equivalente di Omega-3 RBC di un mangiatore moderato 6,06% del pesce
  • Percentuale a catena lunga media del plasma omega-3 nel gruppo di studio con gli più alti tassi 4,66% del carcinoma della prostata
  • Percentuale a catena lunga media del plasma omega-3 nel gruppo di controllo di studio (nessun carcinoma della prostata) 4,48%

Non ci può essere necessità di fornire altra controprova che i numeri inviati sopra. Indicano chiaramente che l'oggetto medio nei loro gruppi stava consumando pochissimo pesce con acqua fredda e certamente nessun supplemento significativo dell'olio di pesce. La loro intera popolazione di studio era così trascurabile in omega-3 che nessuna correlazione pertinente può essere disegnata per la gente cosciente di salute oggi che sceglie gli alimenti di omega-3-rich (come il pesce con acqua fredda) ed i supplementi ad alta potenza dell'olio di pesce.

Eppure basato su questo studio degli uomini che non hanno consumato relativamente omega-3s, i reporter frenetici di notizie stavano consigliando il pubblico di smettere di mangiare il pesce con acqua fredda e di evitare i supplementi omega-3.

Confronto dei valori omega-3: Carcinoma della prostata contro controllo

Carcinoma della prostata contro controlloFigura 1: Se non potete vedere una differenza nelle due barre che mostrano la percentuale del plasma di omega-3s fra gli uomini che hanno contratto il carcinoma della prostata e coloro che non ha fatto, quello è perché non c'è virtualmente differenza. Le 0,18% variazioni potrebbero derivare dagli uomini che mangiano appena alcune once del pesce la notte prima che il loro tiraggio di una volta del sangue della linea di base. Queste percentuali basse di plasma omega-3s indicano che questi uomini non stavano prendendo i supplementi dell'olio di pesce, né erano che mangiano molto nel modo degli alimenti di omega-3-rich nella loro dieta.

 

Virtualmente nessuna differenza in Omega-3 in uomini che hanno sviluppato il carcinoma della prostata

Virtualmente nessuna differenza in Omega-3 in uomini che hanno sviluppato il carcinoma della prostata

Nel leggere i rapporti di notizie frenetici, avreste pensato la differenza omega-3 negli uomini con il rischio aumentato fino a 71% di carcinoma della prostata deve essere enorme.

A prolungamento della vita, la nostra primissima reazione era che i ricercatori stavano confrontando i pazienti cardiaci che hanno inghiottito giù i gran quantità dei supplementi dell'olio di pesce agli individui normali che consumano relativamente poco omega-3s. Il nostro presupposto iniziale era quello poiché i pazienti della malattia cardiaca hanno più alti tassi del carcinoma della prostata, quindi che avrebbero spiegato perché più alto omega-3 potrebbe essere associato erroneamente con il rischio di carcinoma della prostata aumentato, poiché i pazienti della malattia cardiaca sono conosciuti per prendere coerente le alto-potenze di omega-3s con la dieta ed i supplementi. Quanto sbagliato la nostra congettura iniziale era!

Risulta che le differenze nei livelli del fosfolipide del plasma omega-3 fra i gruppi erano leggere. In effetti erano così vicini che a prolungamento della vita li avremmo classificati tutti come essendo troppo stretti estrapolare i dati significativi.

Il nostro scopo è di ottenere i valori di indice omega-3 del globulo rosso (RBC) nei membri del prolungamento della vita a 8-11% poichè questo livello è stato indicato per offrire la più grande protezione contro infarto miocardico improvviso, eppure il quartile medio per gli acidi grassi a catena lunga omega-3 del plasma nei casi del carcinoma della prostata nel rapporto che associa l'olio di pesce con il carcinoma della prostata era soltanto 4,66%.

Ora guardi come lo stretto la differenza è fra gli uomini con gli più alti tassi del carcinoma della prostata. Nel gruppo di cui il tiraggio medio del sangue della linea di base ha mostrato a 4,48% il plasma omega-3 a catena lunga acidi grassi, non c'era rischio di carcinoma della prostata aumentato. Ma se la media di percentuale omega-3 andasse su a 4,66% (circa 1/5 di un per cento), i tassi del carcinoma della prostata sono salito alle stelle, secondo gli autori del rapporto.

Stiamo parlando qui di una differenza di 0,18% nella percentuale degli acidi grassi del plasma omega-3 che presunto hanno causato un aumento di 71% - di 43 nell'incidenza del carcinoma della prostata. Gli utenti dedicati di supplemento dell'olio di pesce, d'altra parte, hanno più dei livelli elevati omega-3 di 100% di quanto veduti in questo studio degli uomini che hanno consumato apparentemente piccolo pesce con acqua fredda e nessun supplementi omega-3.

Virtualmente nessuna differenza in Omega-3 in uomini che hanno sviluppato il carcinoma della prostata  

Per mettere questa nella prospettiva nell'ambiente, la differenza irrilevante (0,18%) in plasma omega-3 fra gli uomini senza carcinoma della prostata e quelle con carcinoma della prostata potrebbero accadere se un uomo mangiasse prima appena alcune once di un pesce con acqua fredda come il salmone la notte.

Ricordi, prova del fosfolipide del plasma per gli acidi grassi è stato utilizzato in questo studio. Tuttavia, questo tipo di prova dell'acido grasso può variare ampiamente secondo ingestione dietetica a breve termine. Al contrario, l'assorbimento a lungo termine dalle cellule ed i tessuti del corpo dipende molto dai cambiamenti a breve termine nella dieta. Per questo motivo, il punteggio equivalente di omega-3 RBC è ben migliore a valutare l'assorbimento cellulare col passare del tempo come conseguenza del completamento di ingestione del pesce e dell'olio di pesce.

C'era soltanto un tiraggio del sangue della linea di base. Gli uomini sono stati seguiti per fino a sei anni (cancro di qualità inferiore e di prima scelta), con un più piccolo gruppo continuato a nove anni per vedere chi otterrebbe il carcinoma della prostata di prima scelta. Coloro che ha sviluppato il carcinoma della prostata poi sono stati comparati ai loro anni fatti tiraggio del sangue della linea di base presto.

Questo genere di metodologia è aperto all'interpretazione errata ed agli errori anche se c'erano grandi varianze nelle percentuali dell'acido grasso omega-3, ma le 0,18% differenze sono così minuscole che non ha rilevanza agli esseri umani invecchianti che scelgono di includere gli alimenti di omega-3-rich nella loro dieta e supplemento con l'olio di pesce.

Ciò può essere il primo studio che ricerche per screditare un alimento/supplemento (cioè, omega-3s) dove i soggetti umani nemmeno stavano prendendo un supplemento dell'olio di pesce né stavano ingerendo le quantità significative di alimento omega-3.

Lle 0,18% differenze in acidi grassi del plasma omega-3 fra gli uomini che hanno contratto il carcinoma della prostata e coloro che non ha fatto sono infinitesimally piccole. Per estrapolare una conclusione da questa molto piccola differenza è falsa, fuorviando ed insignificante… ma ha generato molti titoli di notizie.

Il prolungamento della vita è interessato che alcuni uomini faranno diminuire il consumo di omega-3s. Il risultato sarà elevazioni taglienti dei livelli di trigliceridi nel sangue con i rischi trombotici, infiammatori e atherogenic aumentati. Un'epidemia del bloccaggio dell'arteria coronaria e del colpo ischemico presto seguirà.

I risultati sono completamente contradditori con la biologia, la patofisiologia e la biochimica conosciute di carcinoma della prostata

Un aspetto fondamentale della ricerca di qualità è consistenza e ripetibilità.

Ha dichiarato un altro modo, affinchè un'individuazione medica siano considerati valida, i risultati non dovrebbe contraddire i fatti affermati che comprendono la biologia, la fisiologia, la biochimica, ecc. conosciuti. Ancora, l'individuazione dovrebbe essere ripetibile da altri scienziati.

Il rapporto che attacca omega-3s è contradditorio con vari aspetti della letteratura scientifica e medica affermata.

Per esempio, sopra ispezione ravvicinata dei dati (e non semplicemente di un superiore line, risposta ripetuta meccanicamente mediante i media della corrente principale desiderosi di generare i titoli), i non-fumatori hanno avuti carcinoma della prostata più aggressivo ed i non bevitori (alcool) hanno avuti elevato rischio di carcinoma della prostata e di carcinoma della prostata gli oggetti di caso che erano meno probabili riferire una storia del diabete che i comandi.

Basato sopra questi risultati, l'implicazione è che gli uomini che desiderano evitare il carcinoma della prostata dovrebbero consumare le calorie in eccesso e sviluppare molto il diabete, l'alcool della bevanda ed il tabacco di abuso.

Ciò è completamente contradditoria con scienza affermata ed assurdità assoluta.

Infatti, i numerosi acidi grassi scientifici dell'olio di pesce di manifestazione di studi omega-3 offrono il beneficio protettivo significativo per salute della prostata.

La cascata distruttiva dell'acido arachidonico

Per capire meglio le vie da cui l'acido arachidonico può causare le circostanze artritiche, cancerogene e cardiovascolari, il diagramma di flusso sotto le manifestazioni come l'acido arachidonico precipita a cascata giù nel danno compone nel corpo.

La cascata distruttiva dell'acido arachidonico