Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine dicembre 1995

La melatonina migliora la funzione immune

Collegamenti ad altre terapie antinvecchiamento

La melatoninadi ince di S svolge un tal ruolo centrale in tanti dei processi di manutenzione della vita del corpo ed è trovata così onnipresente in tutto il corpo, si si domanda se i benefici di longevità e di salute di altre terapie potrebbero essere mediati con la loro interazione con melatonina.

Deprenyl stimola la sintesi della melatonina?

È lungo presupposto che dosi basse del deprenyl--secondo gli esperimenti del ratto di Dott. ungherese Joseph Knell dello scienziato-- (le iniezioni di 0,25 mg/kg ogni altro giorno) inibisca selettivamente l'ossidasi-b della monoammina degli enzimi (MAO-B) e quello questa inibizione selettiva è perso alle dosi elevate, che inoltre inibiscono l'ossidasi-Un della monoammina (MAO-A). Inoltre è presupposto che l'abilità dei deprenyl come inibitore selettivo di MAO-B sia almeno parzialmente responsabile della sua capacità di estendere la durata della vita sia in animali da laboratorio che nei pazienti della malattia del Parkinson.

Questa ipotesi è basata sopra gli studi 21day sulle dosi elevate basse e del deprenyl in ratti. Tuttavia, uno studio recente alla scuola di medicina nella provvidenza, Rhode Island di Brown University ha indicato che, dopo sei mesi del trattamento a basse dosi di deprenyl in ratti, il deprenyl ha inibito sia MAO-B che MAO-A!

Questa inibizione ha raddoppiato la concentrazione di serotonina nella ghiandola pineale dei ratti deprenyl-trattati, ha aumentato i livelli di noradrenalina ed ha raddoppiato i livelli del precursore metabolico a melatonina (N-acetylserotonin), sebbene non ci fosse prova dei livelli aumentati della melatonina. Poiché la melatonina è fabbricata da serotonina nella ghiandola pineale avviata dalla noradrenalina, questi risultati suggeriscono che la terapia a lungo termine di deprenyl possa rallentare l'invecchiamento ed estendere la durata della vita stimolando la sintesi di melatonina!

La Acetile-l-carnitina stimola la sintesi della melatonina?

Gli scienziati all'università di Milano in Italia hanno trovato che iniezioni di acetile-l-carnitina (ALC) alle dosi di 10, 30 e 90 mg/kg del cavo “agli aumenti notevoli„ della melatonina del siero e pineale un'ora più successivamente in giovani ratti maschii (di 2 mesi), ma che soltanto la dose di 90 mg/kg di ALC aumenta i livelli della melatonina in vecchi ratti (di 24 mesi).

Gli scienziati suppongono quello:

“Sia da ALC che da melatonina sono gli organismi saprofagi notevoli del radicale libero, è possibili che la capacità di ALC di invertire determinati processi di invecchiamento possa essere dovuto la sua capacità di promuovere la produzione della melatonina. Un'altra ipotesi ragionevole che può essere derivata da questo studio è che il corpo può perdere la sua capacità di utilizzare la acetile-l-carnitina e che possiamo avere bisogno di di prendere le dosi elevate di ALC per compensare questo cambiamento relativo all'età. "

La melatonina aumenta i livelli di ormone della crescita

Quando gli scienziati all'università di Manitoba nel Canada hanno fatto a criceti le iniezioni quotidiane di melatonina per 10 settimane hanno trovato “un sostanziale per aumentare„ sia dell'ormone della crescita che di growth-factor-1 del tipo di insulina (IGF-1)--un precursore all'ormone della crescita. Questi risultati suggeriscono che uno dei meccanismi della melatonina di azione nella promozione della longevità possa essere la stimolazione del rilascio dell'ormone della crescita. L'ormone della crescita è vuotata con l'età d'avanzamento (appena mentre la melatonina è) e l'amministrazione dell'ormone della crescita agli uomini invecchianti ha prodotto gli effetti di ringiovanimento quali la massa aumentata del muscolo, la maggior robustezza, la maggior flessibilità e la migliore coordinazione.

Restrizione dell'alimento e la ghiandola pineale