Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine marzo del 1996
immagine

Alpha Lipoic Acid

Trattamento delle neuropatie diabetiche

Una delle complicazioni più offensive del diabete è danno del nervo ai vari siti del corpo, che inattiva ed indebolisce i muscoli, può essere estremamente dolorosa e può causare la cecità quando la retina dell'occhio è attaccata (retinopatia diabetica). L'alfa acido lipoico è stato indicato per essere altamente efficace nel trattamento delle tali neuropatie.

I benefici clinici di alfa acido lipoico in diabetici sono stati scoperti da Beck e da Schneeweiss nel 1959. Ci sono stati le mezza dozzine o in modo da studiano da allora la conferma dei questi risultati. In un placebo controllato, i ciechi del doppio studiano, 20 diabetici sono stati dati le infusioni endovenose di 200 mg un il giorno di alfa acido lipoico o di placebo per il 21 giorno. I risultati hanno mostrato il forte progresso in alcuni sintomi clinici in alcuni dei soggetti considerati. Per esempio, prima del trattamento con l'acido lipoico alfa, quattro pazienti hanno avuti dolore severo e sei pazienti hanno avuti dolore moderato. Dopo il trattamento, cinque dei pazienti non hanno avuti dolore, quattro hanno avuti dolore moderato e soltanto uno ha avuto dolore severo.

immagine

In uno studio a singolo-cieco più lungo, l'alfa acido lipoico è stato confrontato alla vitamina B1 come trattamento per la neuropatia diabetica. In questo studio, 600 mg/giorno di alfa acido lipoico o 400 mg mg/giorno di vitamina B1 sono stati amministrati per via endovenosa ed intramuscolarmente, rispettivamente, ai diabetici per 3 settimane, seguiti da 12 settimane della somministrazione orale delle stesse dosi. Il dolore e il parethesia sono stati ridotti significativamente negli alfa pazienti acidi lipoici confrontati ai pazienti della vitamina B1.

In nessuni degli studi di cui sopra, era tutto il miglioramento trovato nella velocità di stato del nervo sensoriale o del motore, ma gli scienziati precisano che tali cambiamenti di neurofisiologia possono richiedere i mesi o gli anni per accadere e che i benefici clinici definiti trovati in questi studi indicano che il trattamento continuato in diabetici con alfa acido lipoico probabilmente migliorerebbe tutte le funzioni nocive in neuropatie diabetiche.

La fig. 4 è una rappresentazione schematica che mostra i vari meccanismi da cui l'alfa completamento acido lipoico avvantaggia i pazienti del diabete.

Morte di cellule nervose di Alpha Lipoic Acid Protects Against

Negli ultimi anni, gli scienziati hanno trovato che trovato un metodo di morte di cellule nervose nel colpo e di disordini neurodegenerative quale la malattia di Huntington e della malattia del Parkinson è il excitotoxicity (eccessiva attivazione) di NMDA (i ricevitori dell'N-metilico-D-aspartato e della generazione successiva di ossido di azoto, radicale libero hanno indotto la perossidazione lipidica, la concentrazione aberrante aumentata nel calcio e la disfunzione mitocondriale che conduce a, approvvigionamenti di energia vuotati.

È provato che lo svuotamento di glutatione riduttore rende i neuroni più suscettibili del excitotoxicity e quella funzione mitocondriale intatta è essenziale per la resistenza di un neurone all'attacco excitotoxic. È creduto, per esempio, che i livelli riduttori della valuta di energia della perdita delle cellule (ATP) che accompagna di funzione mitocondriale causa la depolarizzazione della membrana di un neurone, che espone i ricevitori di NMDA agli eccessivi livelli di glutammato. I cavi neuro-ormonali risultanti della cascata, in molti casi, alla morte dei neuroni nel cervello e nei sistemi nervosi centrali e periferici.

Gli scienziati stanno provando a svilupparsi, terapie antyi-excitotoxic che sono antagonisti del ricevitore di NMDA questo contatore questo genere di morte di un neurone delle cellule. Uno studio recente al servizio. Della neurologia all'università di Rochester, N.Y.at l'università di centro medico di Rochester a Rochester, N.Y. ha dimostrato quello un protetto acido lipoico di lpha contro glutammato ed acido malonico ha indotto le lesioni nei cervelli dei topi Sprague Dawley maschii.

Hanno trovato una riduzione significativa di Iesions di animali che ricevono le iniezioni di 10 mg/kg di qualsiasi alfa lipoico: acido o DHLA (fig. 5). L'università di scienziati di Rochester ha concluso quella:

“L'eccessiva attivazione dei ricevitori di NMDA da glutammato è stata implicata nel danno di un neurone connesso con ipossia/ischemia e l'ipoglicemia. Al contrario, è supposto che i disordini neurodegenerative cronici possano comprendere una forma di excitotoxicity secondario indotta dai difetti della membrana o metabolici piuttosto che l'eccessivo rilascio del glumate. Il fatto che l'acido thiotic (alfa acido lipoico) e l'acido dihydrolipoic (DHLA) sono neuroprotective contro gli entrambi dirigono e il excitotocity secondario suggeriscono un ruolo possibile per questi composti endogeni nel trattamento dei disturbi neurologici acuti e cronici. In questo senso, non vale niente che l'acido thiotic è una droga approvata per il trattamento della polineuropatia diabetica in Germania„

 



 


Di nuovo al forum della rivista