Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 1997

Nuovi studi su melatonina

In media, undici nuovi studi su melatonina sembrano nella letteratura scientifica ogni settimana. Il fondamento del prolungamento della vita esamina ogni singolo di questi studi per raccomandare la melatonina sicura ed efficace che dosa per la prevenzione della malattia. I nuovi studi più importanti concernenti gli effetti antinvecchiamento della melatonina sono discussi in questo articolo.

Proteggendo da Brain Aging

la melatonina è stata indicata per proteggere le cellule cerebrali dall'attacco del radicale libero e dai cambiamenti degeneranti relativi all'età. Le cellule cerebrali hanno straordinario bisogni di alta energia. Il sottoprodotto della conversione di questa energia è radicali liberi. Il cervello, che ha un contenuto ad alta percentuale di grassi, è particolarmente vulnerabile a danneggiare i radicali liberi (perossidazione lipidica). Poiché le cellule cerebrali hanno piccolo a nessuna capacità di ringiovanire, è critico proteggerle. Per questo motivo, i limiti della barriera ematomeningea che cosa può raggiungere il cervello. Ciò è un problema quando uno vuole consegnare le molecole protettive quali gli antiossidanti. La melatonina è un antiossidante che può “attraversare„ la barriera e raggiungere il cervello. È un agente “lipofilico„ che può entrare nelle membrane cellulari assicurare la protezione antiossidante diretta alle strutture delicate all'interno delle cellule cerebrali.

In uno studio nella biologia del radicale libero e nella medicina (21:2, 1996), neuroni producenti dopamina protetti della melatonina contro gli effetti offensivi di autossidazione della catecolamina. Ciò che trova fornisce ulteriore prova che il completamento della melatonina sopra l'età 40 potrebbe aiutare a proteggere dalla malattia del Parkinson.

In uno studio nel giornale della ricerca pineale (maggio 1996), da sforzo ossidativo indotto kainate è stato misurato in ricevitori della membrana di cellula cerebrale. da neurotossicità indotta Kainate è un altro meccanismo di danno del radicale libero nel cervello. La melatonina poteva ridurre il numero dai dei radicali indotti da ferro dell'ossigeno in ratti iniettati con kainate in vivo. Gli scienziati hanno trovato che 73% dei ratti di controllo è morto nei cinque giorni mentre il gruppo melatonina-completato ha avuto un tasso di mortalità riduttore significativo. La melatonina protetta questi ratti dal radicale libero acuto ha indotto la morte mentre il gruppo di controllo che non riceve la melatonina è morto nei cinque giorni!

Un altro studiano, pubblicato nel giornale della ricerca pineale (maggio 1996) su danno del DNA indotto kainate, confermano l'effetto protettivo di melatonina contro questa sostanza molto tossica. La microscopia di autopsia dell'area hippocampal del cervello ha rivelato che la melatonina ha ridotto la quantità di danno cellulare del DNA.

Invecchiare e temperatura corporea di abbassamento

In due studi, i topi dati la melatonina supplementare hanno vissuto più lungamente dei topi che non ricevono la melatonina. In uno studio nel giornale della ricerca pineale (maggio 1996), la melatonina ha abbassato i livelli di temperatura corporea di notte in esseri umani. Più alta la dose di melatonina, maggior la riduzione della temperatura corporea del centro.

immagine Negli studi di longevità da Liu e in Walford in pesce annuale a sangue freddo, l'abbassamento della temperatura corporea ha raddoppiato la loro durata della vita. Mentre ha provato difficile ridurre la temperatura corporea cronicamente in animali a sangue caldo, il Dott. Roy Walford del centro medico del UCLA lungamente ha ritenuto che la temperatura corporea di abbassamento in esseri umani potrebbe estendere sicuro la durata della vita. La melatonina supplementare può aiutare fa appena quello.

Uno dei meccanismi della melatonina nella promozione del sonno è alla temperatura corporea più bassa nelle ore in anticipo della mattina, che permette alla gente di prendparteere a sonno in profondità “del tipo di ibernazione„ che sta ravvivando e ringiovanendo. La melatonina è la prima sostanza che è stata indicata a sicuro e efficacemente più in basso temperatura corporea del centro in esseri umani.

Gli scienziati hanno trovato che 5 mg di melatonina hanno prodotto il calo più significativo e più continuo di temperatura corporea in esseri umani. Il titolo della carta pineale del giornale della ricerca è: “L'effetto ipotermico di melatonina sulla temperatura corporea del centro: È migliore?„

Effetti anticancro

Ci sono diverse centinaia carte pubblicate che documentano l'efficacia della melatonina come terapia ausiliaria del cancro. Un meccanismo dell'azione della melatonina è l'amplificazione delle componenti di sistema immunitario che attaccano le cellule tumorali. La melatonina inoltre è stata indicata per promuovere la differenziazione della cellula tumorale nelle cellule normali e per inibire la proliferazione della cellula tumorale.

immagine In uno studio nel giornale dei regolatori biologici e degli agenti omeostatici (ottobre-dicembre 1995), 40 mg un la notte di melatonina sono stati dati congiuntamente alle dosi basse dell'interleuchina 2 a 11 malato di AIDS di cui il conteggio delle cellule dell'T-assistente era sceso sotto 200. Dopo soltanto tre settimane della terapia, i linfociti T helper erano aumentato più di 30% in 36% dei pazienti. Inoltre, il trattamento ha prodotto un importante crescita nel numero medio degli eosinofilo, dei linfociti T e delle cellule di uccisore naturali. Per concludere, l'T-assistente importante: rapporto del T-soppressore aumentato significativamente durante questo studio. Gli scienziati hanno concluso che l'aggiunta di melatonina potrebbe essere un'efficace terapia di miglioramento immune per i malati di AIDS che non rispondono generalmente a IL-2 da solo.

Lo studio fornisce la prova supplementare che la melatonina e IL-2 possono lavorare sinergico per migliorare l'immunità che è inoltre cruciale in malati di cancro. Che cosa fanno questo studio importante per la gente in buona salute è che invecchiare causa un declino progressivo nella funzione immune e la melatonina sembra ristabilire significativamente la funzione immune.

Un altro meccanismo proteggente immune

Un meccanismo da cui la funzione immune è soppressa in entrambi gli AIDS e malati di cancro è l'eccessivo rilascio del cortisolo. È stato supposto (ipotesi mediche, luglio 1996) quella melatonina può potere da bloccare il metabolismo in eccesso del cortisolo, quindi proteggente le cellule immuni dagli effetti deleteri di cortisolo. Invecchiare causa i livelli elevati del cortisolo del siero nella maggior parte della gente. Il cortisolo ha un effetto distruttivo sulle cellule in tutto il corpo. Ciò conduce alcuni scienziati ad chiamare il cortisolo uno “degli ormoni di morte„. “La teoria dell'ormone di morte„ degli stati di invecchiamento che gli esseri umani secernono determinati ormoni deleteri che direttamente inducono le cellule ad invecchiare e morire. Se la melatonina può bloccare il metabolismo in eccesso del cortisolo, quindi questa rappresenterebbe un effetto antinvecchiamento potente.

Gli studi hanno documentato gli effetti di melatonina e di zinco nella rigenerazione del timo e nel miglioramento dell'uscita ormonale. Un nuovo studio nel giornale della terapia sperimentale farmacologica (giugno 1996) indica alla relazione sinergica che lo zinco e la melatonina hanno nel ristabilimento dell'uscita timica persa dell'ormone.

La formula di prevenzione della melatonina contiene 20 mg di OptiZinc per migliorare la capacità di melatonina di ristabilire l'uscita timica dell'ormone. La maggior parte dei membri di fondamento già prendono 30 mg to-60 di zinco. La nuova formula fornisce ad una forma altamente assorbibile di zinco 5 mg di melatonina. L'assunzione sicura massima di zinco su una base cronica è 90 mg to-120. un giorno.

Vitamina D3: La vitamina anticancro

La vitamina il più ampiamente studiata per la prevenzione ed il trattamento di cancro è vitamina D3. I numerosi studi documentano la capacità del vitamina D3 di incitare le cellule tumorali a differenziarsi nelle cellule normali ed ad interferire con divisione della cellula tumorale. Il vitamina D3 sembra essere particolarmente protettivo contro il seno ed il carcinoma della prostata ed è stato indicato per essere un'efficace terapia adiuvante contro la leucemia, il linfoma ed i tumori al cervello.

A differenza della maggior parte delle vitamine, il vitamina D3 ha una gamma terapeutica stretta. Troppo vitamina D3 può essere tossico, ma non abbastanza predispone la gente ai cancri (quali il seno e la prostata) che non possono essere impediti dagli antiossidanti.

Il vitamina D3 funziona più simile ad un ormone che una vitamina. Regola il metabolismo del calcio in tutto il corpo ed induce la differenziazione cellulare normale.

Una quantità moderata (300 iu) di vitamina D3 è contenuta nella dose quotidiana della miscela del prolungamento della vita(TM). La formula minerale per le donne contiene 100 i.u. del vitamina D3 in ogni capsula. Le donne sono incoraggiate a richiedere a 6 capsule to-8 un giorno per proteggere da osteoporosi.

Basato sopra nuova ricerca che indica il ruolo di prevenzione del cancro del vitamina D3, 400 iu del vitamina D3 del farmaceutico-grado (ROCHE) per migliorare l'efficacia di melatonina nell'impedire seno ed altri cancri.

L'assunzione quotidiana di ideale del vitamina D3 può essere fra 700 iu e 1.500 iu per prevenzione del cancro, secondo la singola variabilità. Una prova standard di ematochimica per misurare i livelli del calcio può determinare se troppo vitamina D3 sta consumando.

I malati di cancro dovrebbero studiare la possibilità di prendere 2.000 - 3.000 iu del vitamina D3 un il giorno, con le analisi del sangue mensili per difendersi dalla tossicità. Quelli con la malattia renale preesistente non dovrebbero prendere le dosi elevate del vitamina D3.

CAUTELA:
Chiunque che va su un programma ad alta dose di supplemento droga/degli elementi nutritivi ha puntato sulla prevenzione e/o il trattamento di tutta la malattia o circostanza dovrebbe agire in tal modo soltanto sotto la tutela di un medico che usa l'analisi del sangue regolare per controllare la tossicità di potenziale e di progresso.

CLA: Il grasso anticancro

L'ultimo ingrediente nella formula di prevenzione della melatonina è acido linoleico coniugato (CLA). Il CLA è una componente del manzo e dei prodotti lattier-caseario che è stato indicato per proteggere da cancro, particolarmente cancro al seno.

In uno studio nella ricerca anticancro (6 dicembre 1992), le cellule di cancro al seno umane sono state inibite 54-100% che segue i 8 giorni to-12 del trattamento con le dosi varianti del CLA. Più alta la dose del CLA, maggiori le dimensioni di inibizione della crescita delle cellule.

In uno studio della coltura cellulare nelle lettere del Cancro (63:2, 1992), il CLA ha ridotto la proliferazione colorettale e del melanoma umana del seno, delle cellule di 18-100% confrontato alle culture di controllo. Il CLA ha inibito l'incorporazione all'interno delle cellule dei fattori di crescita quale timidina che sono richiesti affinchè le cellule tumorali si sviluppassero. Gli isoflavoni della soia inibiscono la crescita della cellula tumorale via un simile meccanismo.

In uno studio nel Cancro (74:9, 1994), CLA protetto contro cancro mammario in ratti, anche quando l'esposizione al CLA è stata limitata soltanto ad un breve punto nella vita dell'animale. Gli scienziati hanno concluso che il CLA è unico perché il suo effetto anticancro si presenta alle concentrazioni compatibili con i livelli di consumo umani ragionevoli.

In uno studio nella ricerca sul cancro (54:7 1994), gli scienziati a Roswell Park Cancer Institute hanno trovato che l'aggiunta di due anticarcinogens agli alimenti ha ridotto il rischio di seno umano ed altre forme di cancro. Il primo anticarcinogen era selenio da aglio; il secondo era CLA.

Il CLA è un antiossidante, ma il suo meccanismo di azione estende oltre la sua capacità di inibire i radicali liberi.