Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine gennaio 1997

ETÀ 1995 che INCONTRA parte 2:

Omettiamo la sezione di punto di vista delle notizie dell'ETÀ per questa edizione per portargli la nostra seconda rata di copertura di ultima riunione dell'ETÀ.

Alterazione dietetica di invecchiamento mitocondriale

Riassunto da Richard Weindruch, Ph.D.

Due tipi di influenze dietetiche su invecchiamento mitocondriale sono stati esaminati in questa sezione. I primi tre colloqui hanno messo a fuoco sul paradigma dietetico della restrizione (Dott). Qui, la restrizione calorica (CR) imposta senza sottoalimentazione essenziale estende la durata massima e ritarda sia il tasso di invecchiamento biologico che lo sviluppo delle malattie di tardi-vita in topi ed in ratti. Attualmente, c'è poco accordo sui meccanismi che sono alla base di questi risultati di CR che è stato speculato che gli effetti benefici di CR possono derivare dalla sua capacità di ridurre la generazione del radicale libero e di alterare il metabolismo del radicale libero.

Aumenti antiossidanti di attività enzimatica come declini di Massachussets del muscolo

La conoscenza attuale riassunta di Richard Weindruch (professore associato di medicina, dell'università di Wisconsin a Madison) sull'influenza del CR su produzione e sul metabolismo del radicale libero e descritta i risultati del suo laboratorio in vari modelli animali (ratti, topi e resi) ha sottoposto al Dott. È chiaro che le influenze di invecchiamento e del Dott sullo sforzo ossidativo sono altamente tessuto specifico. La discussione è stata fatta che i cambiamenti più coerenti e più importanti in questo senso si presentano in tessuti quali il muscolo ed il cervello che hanno un'alta dipendenza da ossigeno per la generazione di ATP [energia biologica] ma una capacità bassa per la sostituzione cellulare. Di conseguenza, la maggior parte di questa conversazione hanno interessato il muscolo scheletrico in cui il Dott è stato trovato per opporrsi alle perdite età-collegate in massa del muscolo dell'arto posteriore.

Interessante, la perdita di massa del muscolo in ratti normalmente alimentati è stata accompagnata dagli aumenti nelle attività degli enzimi antiossidanti glutatione perossidasi e catalasi. È stato suggerito che questi aumenti potrebbero essere una risposta ai livelli aumentati di perossido di idrogeno o di altri ossidanti.

Cambiamenti mitocondriali di invecchiamento del lipido della membrana rallentati

dal Dott, B.P. Yu (il professor di fisiologia, dell'università del Texas a San Antonio)

Il Dott, B.P. Yu è stato un contributore importante in questa area dell'indagine ed ha discusso la prova del rapidamente-montaggio per una stabilità aumentata dei mitocondri dai ratti limitati per resistere a parecchi cambiamenti conosciuti per accadere con invecchiamento. Ha sottolineato l'importanza possibile dei cambiamenti età-collegati nella composizione, nella fluidità e in peroxidizability nella membrana. Più ulteriormente, le specie aldeidiche reattive quale 4 il hydroxynonenal (4-HNE) sembrano essere modulatori importanti di metabolismo mitocondriale. Interessante, 4-HNE è capace di soppressione della respirazione mitocondriale.

Cambiamenti severi di invecchiamento in mitocondri bloccati parzialmente dal Dott

Ritchie Fuers (centro nazionale per ricerca tossicologica, Jefferson, AR)
risultati comunicati sull'influenza dell'età e Dott sui complessi degli enzimi del sistema di trasporto dell'elettrone (ETS).

[Il ETS è dove la maggior parte della energia biologica è fatta in cellule viventi ed è situato negli organelli sottocellulari conosciuti come i mitocondri.] le attività di ETS sono state misurate in muscolo di gastrocnem-ius da 10 e B6C3F di 20 mesi, topi femminili si è alimentato ad libitum (AL) o diete del Dott. I più vecchi (topi di AL da 26 mesi) sono stati studiati per il complesso IV [parte del ETS].

Le attività dei complessi I, III ed IV hanno fatto diminuire 50-75% 10 - 20 mesi dell'età nei topi di AL. A 10 mesi, le attività dei complessi I, III ed IV erano 30-65% più in basso nei topi del Dott. Il chilometro per ubiquinol-2 [derivato dal coenzima Q10] del complesso III è aumentato (cioè, l'affinità del complesso per il substrato in diminuzione) di 29% entro 20 mesi dell'età nei topi di AL mentre nessun cambiamento si è presentato nei topi del Dott. Il Vmax (un indicatore della quantità di enzima totale) del complesso IV in diminuzione da 90% 10 - 20 mesi dell'età nei topi di AL ma in questo cambiamento si è opposto a dal Dott.

Il complesso IV contiene le sedi del legame di minimo e massime di affinità. (Gli alti siti di affinità sono posti sul complesso degli enzimi che sono i più importanti per la sua funzione.) Il chilometro per gli alti siti di affinità era uninfluenced dall'età o dalla dieta con 20 mesi dell'età, ma il chilometro era volta circa 2 più su per i 26 mesi di topi di AL. La percentuale delle sedi del legame totali che erano di alta affinità è caduto da 68% a 10 mesi nei topi di AL a 46% a 20 mesi [un declino di 32%] ed era ancora più bassa (33%, un declino di 51%) a 26 mesi. Questo valore era 80% per i topi del Dott a 10 e 20 mesi.

Queste alterazioni con invecchiamento nelle capacità mitocondriali di ETS possono contribuire alle diminuzioni nella funzionalità del muscolo scheletrica.

Il grasso di Peroxidizable protegge i cuori

La conversazione finale della sessione ha partito dal Dott ed è stata presentata da Salvatore Pepe dell'istituto nazionale sul laboratorio dell'invecchiamento di scienza cardiovascolare. Ha discusso il lavoro sui mitocondri del cuore del ratto che comprendono gli effetti del completamento dietetico a lungo termine con gli acidi grassi polinsaturi omega-3 o gli acidi grassi insaturi a lunga catena. I risultati ha misurato la prestazione cardiaca inclusa, il metabolismo cardiaco e la capacità recuperare da ischemia del miocardio. Gli effetti segnati prodotti lipidi dietetici su ossigeno del miocardio richiedono che erano indipendenti dalla funzione contrattile. Quando i cuori isolati sono stati sottoposti alla lesione riperfusione/di ischemia, le conseguenze erano più severe nei cuori dai ratti hanno alimentato i ricchi di una dieta in grassi saturi rispetto a quelli hanno alimentato un livello di dieta dell'olio di pesce in acidi grassi polinsaturi omega-3.

Più ulteriormente, il rapporto di controllo respiratorio (una misura della funzione mitocondriale) è stato aumentato in mitocondri isolati dai ratti di petrolio-federazione del pesce. In somma, l'assunzione del grasso dietetico può contrassegnato influenzare la funzione mitocondriale.

Durante i due anni scorsi, ci sono stati rapporti su tre grandi, prove ampiamente divulgate in cui il beta-carotene è stato amministrato ai fumatori per i periodi pluriannuali m. un tentativo di ridurre l'incidenza del cancro polmonare.

Lo studio di salute dei medici non ha trovato effetto sull'incidenza o sulla malattia cardiovascolare del cancro polmonare utile o nociva, del completamento del beta-carotene. Gli altri due studi, Beta Carotene e la prova di efficacia del retinolo (SEGNO DI OMISSIONE) e lo studio finlandese sui rischi significativamente aumentati riferiti del beta-carotene e di Alphatocopherol (ATBC) di cancro polmonare in fumatori completati con il beta-carotene. Questi risultati stanno causando la considerevole preoccupazione che i supplementi del beta-carotene potrebbero essere nocivi ai fumatori. Tuttavia, un'analisi ulteriore dei dati del SEGNO DI OMISSIONE ha trovato che l'osservazione dagli studi epidemiologici umani più iniziali - quei gli individui con i livelli elevati del beta-carotene del sangue hanno rischi più bassi di cancro e di malattia cardiaca - m. tenuta questo studio pure. La nuova analisi dei dati indica che coloro che stava mangiando le diete su in frutta e verdure fin dall'inizio dello studio (come indicato dai livelli ematici iniziali di beta-carotene) hanno avvertito un rischio riduttore di sviluppare il cancro polmonare, indipendentemente dal completamento.

Ancora, i casi in eccesso della morte e della malattia non sono stati trovati in coloro che ha raggiunto i livelli elevati del beta-carotene del sangue durante il completamento, nel SEGNO DI OMISSIONE o in ATBC.

Riferimento: Rowe, “Beta Carotene Takes una battitura collettiva,„ 347:249 di The Lancet, 1996. Warner et al. (1) suggerisce che sia la durata della vita aumentata che l'incidenza riduttrice di cancro indotta dalla restrizione calorica potrebbero essere spiegate come aumento in apoptosi (morte programmata delle cellule).

Sebbene invecchiando sia associato con la morte delle cellule come conseguenza di vari generi di danno, inoltre è associata con un'omissione delle cellule danneggiate di uccidersi attraverso gli apoptosi. Il Cancro può essere il risultato di proliferazione incontrollata ma, sempre più, di delle cellule inoltre sembra derivare da uno squilibrio fra proliferazione delle cellule e la morte delle cellule.

Warner et al. cita la prova che i fibroblasti umani senescenti nella cultura subiscono molto più lentamente gli apoptosi dei fibroblasti presenescent dopo la privazione del siero (rimozione dei fattori di crescita che mantengono l'attuabilità).

Inoltre citano una malattia autoimmune in una razza del topo (MRL/lpr) in cui determinato venire a mancare di Iymphocytes per morire (a causa di un difetto fas nel gene, collegato agli apoptosi). Ciò conduce ad un'accumulazione di Iymphocytes difettoso negli organi di Iymphoid. In un esperimento calorico recente della restrizione fatto sui topi di questo sforzo e citato da Warner et al., l'accumulazione di queste cellule difettose è stata impedita e la durata della vita era estesa.

Quindi, gli apoptosi migliorati in cellule di Iymphoid che hanno accaduto possono essere un meccanismo per gli effetti benefici della restrizione calorica.

Speriamo che questa ipotesi ecciti altre tanto come ci fa. Godiamo di di mangiare e non siamo probabili tagliare a 60% di apporto calorico normale non importa come molti esperimenti calorici della restrizione (CR) sono fatti che estendono la durata della vita del topo o del ratto, o anche se il CR realmente funziona in primati. Questa ipotesi nuova di promessa sembra plausibile come almeno spiegazione parziale di come il CR potrebbe lavorare.

Se è vero, quindi siamo probabili finalmente avere un'opportunità di ottenere il vantaggio di CR senza calorie realmente di limitazione. Ciò è il sogno di umanità da immemorabile di tempo: per avere nostro dolce e mangiarlo anche!

Speriamo che i soldi della ricerca del CR siano usati per verificare questo ed altri meccanismi plausibili dell'azione di CR piuttosto che continuando ad essere usato per compilare soltanto i cataloghi mai più grandi delle misure costose che ci non dicono come la restrizione calorica funziona.

1. Warner, Fernandes e Wang. Un'ipotesi di unificazione per spiegare il ritardo di invecchiamento e del tumorigenesis dalla restrizione calorica.
J. Gerontol.: Biol. Sci. 50A (3): B107-B109, 1995.

Ciò che segue riguarda una citazione attribuita al Dott. Denham Harman in un articolo recente
(Rivista naturale maggio /June, 1995, pp. 56 e 58 di salute):
“Troppi antiossidanti possono lasciarvi che ritenete molto debole. Il BHT fa diminuire l'ATP e la funzione mitocondriale.„ L'articolo conclusivo “la chiave, poi, è di prendere abbastanza antiossidanti per estiguere i radicali liberi che stanno agendo nei modi distruttivi ma tanti che interferite con quelli che sono essenziali ai buona salute del vostro corpo.„ Ad un lettore chiesto: ma quanto è realmente troppo?

Credo che un articolo basso e superficiale di questo tipo su così oggetto importante faccia un grande danno ai suoi lettori mentre le questioni sollevate richiedono l'esplorazione nella profondità molto maggior che il breve trattamento dato. Un tal articolo può lasciare soltanto molti lettori con gli eccessivi timori circa gli effetti negativi potenziali anche di consumo antiossidante moderatamente alto. Vorrei vedere una discussione approfondita su questo oggetto sfiorare se ci sono dei rapporti degli esseri umani o degli animali che avvertono la produzione di energia in diminuzione come conseguenza di qualche cosa più di meno dei livelli incredibilmente enormi di antiossidanti quale le 7,5 libbre. per equivalente dell'essere umano di giorno citato in questo articolo. Avete osservato mai in voi stesso o in individui avete saputo, una riduzione di energia e livelli di resistenza che potrebbero essere collegati con il consumo dell'antiossidante della dose elevata?

Donald Loomis, Jersey City, NJ

Sabbioso e Durk risponda: L'emissione di cui degli antiossidanti prendere è importante. Il tipo che ha scritto l'articolo di rivista ha reclamato la sua energia è andato modo su in un giorno o due dopo la riduzione dei suoi livelli di vitamina E e di caroteni misti. In caso affermativo, il ithad niente fare con la vitamina E e/o il beta-carotene, poiché quelli sono immagazzinati nel corpo e nei rifornimenti sono vuotati lentamente durante i giorni per la vitamina E ed i mesi per il beta-carotene. Altri punti includono:
1) Se stiamo prendendo la vitamina “naturale„ E ed i carotenoidi misti, ci sono lotti di altre cose in là oltre alla E ed ai carotenoidi negli importi che stava prendendo. Queste altre cose potrebbero avere effetti significativi. Raccomandiamo facendo uso della vitamina sintetica E e del beta-carotene.

2) La gente con la riparazione difettosa del DNA della pelle in risposta a luce ultravioletta è curata tipicamente con 500.000 e perfino fino a 1.000.000 unità del quotidiano del beta-carotene; questo trattamento non causa l'affaticamento.

3) Hoffmann La Roche ha fatto uno studio in cui hanno dato a gente normale 55.000 unità della vitamina E un il giorno per dieci mesi. L'affaticamento non è stato notato (sebbene la viscosità fosse, come la vitamina E stillata dalla pelle della gente).