Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LEF rivista settembre 1998


immagine


immagine Esercizio
Un radicale
Proposta

Da Judith Norkin

La riunione annuale dell'associazione americana di invecchiamento esaminata come l'esercizio, buon come può essere per noi, porta un lato negativo nell'eccessiva produzione dei radicali liberi. Qui è che cosa quello potrebbe significare per gli adulti di mezza età e più anziani.

La maggior parte del incontro recente dell'associazione americana di invecchiamento (ETÀ), tenuto in Filadelfia, ha dato “il pollice in su„ entusiasta a nome dell'esercizio, ma con più di un cenno del capo verso i suoi pericoli pure. La conferenza ha ospitato gli scienziati intorno al mondo che presenta il materiale su tali argomenti come gli effetti meccanici e biochimici dell'esercizio, i cambiamenti conoscitivi causati invecchiando, nuovi strumenti diagnostici che sono usando per valutare l'idoneità fisica e gli studi che mostrano come l'esercizio migliora la salute degli uomini più anziani e delle donne.

Ma uno degli aspetti più interessanti dell'esercizio si è occupato dei radicali liberi, come l'esercizio-apparente buon per noi può produrre questi agenti nocivi nei nostri corpi e che cosa possiamo fare a questo proposito. Mentre l'esercizio può essere utile, gli scienziati hanno detto, occupandosi dei radicali liberi che sono un ultimo risultato dell'esercizio possono essere una considerazione cruciale.

I radicali liberi sono molecole altamente reattive prodotte nel corpo, derivato spesso da ossigeno, che portano un elettrone spaiato sul loro di superficie, rendente loro al il danneggiamento causante incline di altre molecole che incontrano. Gli effetti in corso e offensivi dei radicali liberi possono partecipare all'invecchiamento ed alla malattia degenerante.

Secondo Donald Ingram, il Ph.D., presidente corrente dell'ETÀ e uno psicologo della ricerca al centro di ricerca di gerontologia dell'istituto nazionale su invecchiamento, a Baltimora (ed anche un membro del comitato consultivo scientifico del fondamento del prolungamento della vita), “nell'esame dei meccanismi cellulari e molecolari di invecchiamento negli esseri umani e negli animali, è chiaro che i benefici dell'esercizio rappresentano un equilibrio delicato fra le forze anaboliche e cataboliche che comprendono i radicali dell'ossigeno. L'esercizio acuto aumenta il metabolismo e così aumenta la generazione di radicali potenzialmente offensivi dell'ossigeno.„

Di interesse particolare è il ruolo degli antiossidanti nel combattimento del danno fatto dai radicali liberi. Gli antiossidanti reagiscono con e neutralizzano i radicali senza ossigeno generati durante il metabolismo normale. Gli antiossidanti naturali che possono essere presi come supplemento combattere i radicali liberi includono la vitamina C, la vitamina E ed il beta-carotene. così come gli enzimi internamente prodotti quali la dismutasi del perossido (ZOLLA), la catalasi ed il glutatione perossidasi.

Charlotte Tate, Ph.D., professore di farmacologia all'università di Houston e presidente dell'istituto universitario americano di medicina dello sport, anche commovente sulla natura paradossale di questa edizione. “È che cosa chiamiamo il paradosso dell'ossigeno,„ ha detto Tate. “Abbiamo bisogno dell'ossigeno di vivere, ma produce i radicali liberi. Che cosa il corpo ha fatto per combattere il paradosso è di progettare gli enzimi ed i sistemi per pulire i radicali liberi. La chiave qui sembra essere che, quando invecchiate, voi perde quell'abilità ed i radicali liberi cominciano fare le cattive cose.„

Nella vista di Tate, l'abilità naturale del lavaggio del corpo può proteggerla adeguatamente da danno del radicale libero, ma con l'età, il corpo può incontrare difficoltà che si difende e così essere a danno più incline del radicale libero.

Capire come combattere gli effetti di danno del radicale libero nel corpo di invecchiamento era uno scopo della ricerca per Arthur C. Cosmas, Ph.D., dell'università di Connecticut. Cosmas ha suggerito che il danno del radicale libero potrebbe essere accorciato limitando l'esercizio dopo l'inizio degli anni 40, quando la gente ha colpito che cosa chiama “l'età della soglia,„ quando la vulnerabilità a danno del radicale libero aumenta.

“L'esercizio colpisce diversamente i giovani che quei più vecchi,„ ha detto Cosmas. “Conosciamo le cause di attività fisica la generazione di radicali liberi. I più giovani animali hanno gli enzimi antiossidanti per neutralizzare i radicali liberi prima che causino il danno. Ma come organismo invecchia, la sua capacità di produrre gli enzimi sembra diminuire e può meno da riparare. Abbiamo trovato che l'esercizio di un'intensità particolare potrebbe essere fine per il corpo ad una giovane età, ma un più vecchio corpo non può potere adattarsi a quel livello e ci sono alcuni effetti potenzialmente deleteri.„

Secondo Cosmas, riducente l'intensità di attività dopo che l'età della soglia è utile perché, all'intensità più bassa, meno radicali liberi saranno prodotti ed il corpo può potere occuparsi di loro nella concentrazione più bassa.

Se i sottoprodotti del radicale libero dell'esercizio in effetti comportano un rischio, dovrebbero gli antiossidanti supplementari essere usati regolarmente? Opinioni alla conferenza diversa. Mitchell Kanter, Ph.D., scienziato principale con l'avena di Quaker, dice che la produzione del radicale libero può essere “il lato oscuro dell'esercizio,„ ma aggiunge che troppo poco è conosciuto per trarre le conclusioni definitive.

“I protocolli sperimentali in questo campo hanno variato, rendendolo difficile scendere su entrambi i lati dell'edizione antiossidante,„ ha detto. “La ricerca condotta con “la corrente principale„ sostanze nutrienti quali le vitamine C ed E ha prodotto i risultati contraddittori, sebbene gli studi fatti con gli oggetti anziani stiano promettendo.„

Kanter suggerisce generalmente che il beneficio degli antiossidanti possa essere più grande per quei di mezza età e più vecchio di cui i corpi hanno importi di diminuzione degli antiossidanti prodotti naturalmente nel corpo.

Thomas Manfredi, Ph.D., un ricercatore all'università di Rhode Island, messa in guardia contro usando gli antiossidanti dalle fonti sconosciute. “Con le vitamine della corrente principale quali la C e la B potete praticamente essere rassicurante che state ottenendo che cosa la bottiglia dice. Ma alcune cose non sono regolate così strettamente e dovete stare attento che qualche cosa che compriate è dosi prudenti contenute e prodotto dalle società rispettabili, particolarmente le erbe suonanti più esotiche sentite circa.„

Il fondamento del prolungamento della vita ha di lunga data che i supplementi dovrebbero essere contenuti le dosi adeguate indicate dagli studi scientifici per avere benefici realmente prodotti. Inoltre, i supplementi devono essere di alta qualità, significando essi sono prodotti agli stessi impegnativamente alti livelli dei composti utilizzati dagli scienziati nei laboratori di ricerca. È quegli studi ed i loro risultati, dopo tutto, quella forma la base per il supporto del fondamento dei supplementi nutrizionali.

Mentre i ricercatori hanno acconsentito che l'esercizio aumenta la produzione del radicale libero, non c' era un consenso circa il suo rischio sanitario.

“Penso che ci sia un'opinione generale che la generazione del radicale libero aumenta con l'esercizio,„ Manfredi celebre. “Ma che cosa sono le implicazioni biologiche di quello? Sulla base di cui abbiamo sentito, intuitivo diciamo che quella non è una buona cosa, ma nessuno ha provato quello.„

“La cosa antiossidante è realmente interessante ma l'enigma è che sebbene l'esercizio produca i lotti dei radicali liberi e la gente che esercitano la prova di manifestazione di danno genetico, non c'è prova che questo interferisce con la funzione,„ ha detto Kevin McCully, Ph.D., del dipartimento di medicina all'università di Allegheny di scienze di salute. “Forse i muscoli sono destinati per trattare il danno. Ci sono ancora molto noi devono imparare qui.„

Il fondamento del prolungamento della vita ha precisato che la ricerca sta chiarendo costantemente come i radicali liberi prodotti dall'esercizio possono essere neutralizzati dagli antiossidanti. I radicali liberi generati durante l'esercizio sono più prevalenti nei mitocondri, le fabbriche di produttore d'energia in nostre cellule. Il migliore modo di ricambio dei questi radicali liberi, il fondamento consiglia, è di riempire gli antiossidanti che li combattono naturalmente. Quegli antiossidanti includono l'alfa acido lipoico ed il coenzima Q10.

Poiché gli antiossidanti non sono stati indicati per avere affatto negazione effetto-e possono, effettivamente, avere moltissimi benefici nella neutralizzazione dei radicali liberi e nell'evitare le devastazioni di età-qualche ricercatori alla conferenza per raccomandare di usando come “polizza d'assicurazione.„

“Quando età che della gente tendono a non mangiare le calorie abbastanza ben--non e una dieta squilibrata,„ ha detto McCully. “I supplementi nutrizionali possono aiutarli. C'è ancora così tanto sconosciuto circa i supplementi antiossidanti, ma non sembrano essere nocivi. Che cosa possiamo trovare siamo che non è un livello generale di radicali liberi che sono importanti, è come colpiscono le parti del corpo specifiche. Cioè gli organi specifici possono essere più vulnerabili a danno del radicale libero che altri.„

Per ulteriori informazioni sull'associazione americana di invecchiamento, scriva all'ETÀ, viale di provvidenza 2129., Chester, Penn. 19013. O chiamata 1-215-874-7550.

Eserciti per perdere il peso?
Spiacente!

Sebbene sia ben noto che l'eccessiva obesità è collegata con le malattie di invecchiamento, Barbara Hansen, Ph.D., dalla facoltà di medicina dell'università del Maryland, a Baltimora, nota quella, “esercizio non è realmente efficaci mezzi di riduzione del grasso corporeo. La tendenza per l'obesità è nei geni. Il grasso corporeo può essere alterato da un piccolo grado, dire 10 per cento, ma più poco di 5 per cento della popolazione può muovere il loro peso corporeo da più di 10 per cento e tenerlo fuori.„

Hansen ha dettagliato come i resi esibiscono le stesse differenze genetiche nella relazione fra la dieta ed il peso. Quando i diversi animali differenti sono alimentati la stessa dieta equilibrata, alcune scimmie saranno sottili ed altre metteranno sopra moltissimo peso aggiunto; è lo stesso con la gente.

Hansen ammette che c'è una certa prova che l'esercizio aiuta la gente a tenere il peso fuori. Ma dice che l'attività è buona per altre ragioni. Ha sostenuto l'esercizio affinchè la sua capacità rinforzi i muscoli, cuore ed i polmoni, migliorano la flessibilità ed ai benefici confer psicologici.

immagine



Di nuovo al forum della rivista