Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine agosto 1999

Tardi-rompendo le brevi notizie ai extensionists di vita come pure chiunque interessato a vivere una vita più sana più lunga.

In Notizie

Nelle notizie Gli Americani vengono a mancare la prova della verdura

Le sostanze nutrienti che hanno proprietà antiossidanti, quali i carotenoidi luteina e zeaxantina, sono state indicate per proteggere il corpo dagli effetti nocivi dei radicali liberi che infine danneggiano le cellule sane. Purtroppo, uno studio recente ha rivelato che la maggior parte dei Americani non ottengono abbastanza di queste sostanze nutrienti essenziali.

Secondo uno studio liberato alla riunione sperimentale di biologia 1999, la maggior parte della gente negli Stati Uniti non sta mangiando gli alimenti ricchi in luteina e zeaxantina - antiossidanti che possono ridurre il rischio di determinati cancri. Questi ed altri carotenoidi, trovati in verde scuro, ortaggi freschi e frutta rosso-, arancio e di colore giallo e verdure, possono anche svolgere un ruolo nella vista proteggente e nella riduzione del rischio di malattia cardiaca. La luteina in particolare è concentrata molto nell'occhio, che è perché è pensato per impedire la degenerazione maculare senile - la causa principale di cecità degli adulti sopra l'età 65.

Lo studio ha rintracciato le abitudini dietetiche di 9323 uomini e donne sopra l'età di 20 negli Stati Uniti - 4751 uomo e 4572 donne. I risultati hanno indicato che, in media, l'assunzione di luteina e la zeaxantina hanno variato da 923 a 1236 microgrammi. Mentre non c'è raccomandazione ufficiale di dosaggio per questi due carotenoidi, le indagini precedenti hanno indicato che gli Americani non consumano i servizi necessari della frutta e delle verdure tenute ad ottenere gli importi adeguati delle sostanze nutrienti. Oltre a mangiare un quotidiano di cinque servizi della frutta e delle verdure, completante con la zeaxantina, la luteina ed altri carotenoidi possono fornire gli importi appropriati di questi antiossidanti essenziali stati necessari per prevenzione delle malattie.


Il piccolo minerale che potrebbe

Il calcio lungamente è stato riconosciuto come essenziale per salute di mantenimento dell'osso e possibilmente la riduzione del rischio di osteoporosi. Secondo uno studio pubblicato in New England Journal di medicina (14 gennaio 1999), il completamento del calcio può anche ridurre il rischio della ricorrenza degli adenomi colorettali.

Gli studi sono stati intrapresi su 832 pazienti, maschio di 72%, che sono stati separati a caso in due gruppi: calcio completato (mg 1200 di calcio elementare) e un gruppo del placebo. Durante il periodo quadriennale di studio, quelli che ricevono il completamento del calcio hanno avuti una diminuzione di 19% nel rischio di ricorrenza di tutto l'adenoma e una diminuzione di 24% nel numero degli adenomi, conosciuto come i precursori di cancro colorettale.

Il ruolo che i giochi dell'acido folico nella prevenzione di tumore del colon inoltre è stato ricercato. Infatti, quando si tratta dell'impedimento del tumore del colon, niente può lavorare l'acido meglio folico. Uno studio pubblicato negli annali di medicina interna (1998; 129:517-524) indicato che il completamento con acido folico riduce il rischio di tumore del colon vicino fino a 75%. Questo studio, facente partecipare 90.000 donne, ha indicato che l'acido folico ottenuto dai supplementi ha avuto un più forte effetto protettivo contro tumore del colon che l'acido folico consumato nella dieta. Inoltre è stato trovato che il grado di protezione contro cancro è correlato con quanto tempo l'acido folico è stato consumato. Era le donne che hanno richiesto a più di 400 mcg di acido folico un il giorno per 15 anni che hanno avvertito il rapporto di riproduzione di 75% del tumore del colon, mentre il completamento a breve termine con acido folico ha assicurato soltanto la protezione marginale.

Il cancro colorettale è il cancro più comune negli uomini ed in donne. Secondo l'associazione del cancro americana, i cancri colorettali hanno reclamato l'anno scorso le vite di 28.600 donne e di 27.900 uomini negli Stati Uniti.


Di nuovo al forum della rivista