Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine febbraio 1999

immagine

BPH
L'altro lato della moneta

BPH non è appena un aspetto di testosterone… che la nuova ricerca rivela il ruolo di estrogeno e che cosa potete fare a questo proposito.

Una nuova scoperta sorprendente spiega perché tanti uomini ora contrattano la malattia della prostata. La maggior parte dei medici ritengono che il testosterone sia il colpevole, ma gli scienziati hanno esposto i difetti seri in questa teoria. Ora potete essere il primo per imparare il metodo più avanzato di impedire e di trattamento dell'ingrandimento della prostata.

Ccording alla vista convenzionale, l'iperplasia prostatica benigna (BPH) si sviluppa quando un intervento concreto del diidrotestosterone chiamato testosterone (DHT) stimola la crescita delle cellule. Il testosterone è convertito sistematicamente in DHT come pure all'interno della prostata da un enzima conosciuto come alfa-riduttasi 5. DHT è molto più attivo che il testosterone nel legare ai siti in cellule della prostata che regolano la crescita della prostata. Quando DHT lega a questi siti, attiva i fattori di crescita che stimolano la proliferazione delle cellule. I farmaci comunemente usati per BPH, come hanno visto il palmetto e il finasteride della droga, inibisce la alfa-riduttasi 5 per ridurre la crescita DHT-stimolata nella prostata.

Mentre è appena sorprendente che la crescita della prostata è sotto controllo ormonale, la vista di cui sopra di BPH è difficile da spiegare quando consideriamo gli effetti di invecchiamento. BPH è dopo tutto una malattia di invecchiamento e la produzione del testosterone diminuisce con l'età. Inoltre, i livelli di declino libero e fisiologicamente attivo del testosterone più acutamente dovuto testosterone aumentato che lega da una proteina hanno chiamato l'ormone sessuale globulina obbligatoria (SHBG). È stimato che i livelli di testosterone libero rifiutino da circa 1% all'anno dall'età quaranta di invecchiare settanta.

Così, se la produzione del testosterone diminuisce con l'età, potrebbe ci essere un altro meccanismo che contribuisce all'ingrandimento della prostata? La risposta sorprendente può essere lo squilibrio crescente negli uomini di invecchiamento fra i loro livelli di estrogeno ed il testosterone.

Mentre l'estrogeno dei livelli sembra essere relativamente stabile nel maschio di invecchiamento, il livello di testosterone libero diminuisce precipitosamente. Così con l'età, uno squilibrio si sviluppa fra gli estrogeni e gli androgeni (ormoni femminili e maschii). Confrontato ai giovani, il rapporto dell'estradiolo libero (la forma più potente di estrogeno) per liberare il testosterone è fino a 40% più su in uomini più anziani.

Nella prostata stessa, il contrasto fra gli estrogeni in aumento e gli androgeni diminuenti è disegnato più acutamente. Nello stroma della prostata, il tessuto di sostegno in cui BPH è pensato per svilupparsi, livelli dell'estrogeno aumenta significativamente con l'età, mentre i livelli di DHT rimangono stabili. I livelli dell'estrogeno nello stroma aumentano ancora ai livelli elevati nei pazienti di BPH. Nell'epitelio della prostata, i livelli di DHT diminuiscono con l'età, mentre i livelli dell'estrogeno rimangono stabili. I ricercatori tedeschi che stanno studiando questo per più di quindici anni descrivono “un aumento tremendo con l'età del rapporto dell'androgeno dell'estrogeno nella prostata umana.„ Il loro articolo nel giornale dell'endocrinologia e del metabolismo clinici conclude:

“I nostri risultati indicano che l'accumulazione prostatica di DHT, dell'estradiolo e dell'estrone è in parte correlato intimamente con invecchiamento, conducente con l'aumento dell'età ad un aumento drammatico del rapporto dell'estrogeno/androgeno specialmente in stroma di BPH.„

Uno studio pubblicato nella prostata del giornale conferma il concetto di un rapporto elevato dell'estrogeno/androgeno del siero come fattore di rischio per BPH. Analizzando i campioni di sangue congelati raccolti nel corso di una salute su grande scala studi, i ricercatori hanno trovato che il rischio di BPH è aumentato con i livelli elevati di estradiolo e che il rischio è stato concentrato negli uomini con i livelli relativamente bassi dell'androgeno.

Uno studio giapponese è giunto ad una simile conclusione, trovante che la dimensione della prostata correla con il livello di estradiolo e con il rapporto dell'estradiolo a testosterone libero. Suggeriscono che “l'ambiente endocrino teso per essere estrogeno-dominante con l'età, in particolare, dopo il medio evo e che pazienti con le grandi prostate abbia ambienti estrogeno-più dominanti, gli estrogeni„ concludenti “sono ormoni chiave per l'induzione e lo sviluppo di BPH.„

I tentativi sperimentali di indurre BPH con gli ormoni risponderebbero a molte domande, ma non possono essere effettuati ovviamente in esseri umani. I soli animali conosciuti per sviluppare BPH con l'età sono cani e leoni. Negli esperimenti con i cani è stato stabilito che BPH non può essere indotto senza estrogeno, comunque dovrebbe essere notato che la struttura endocrina della prostata e di regolamento è abbastanza differente in cane ed in uomo.

Negli uomini ed in donne postmenopausali, la maggior parte dei estrogeni sono prodotti dagli androgeni; specificamente, la maggior parte del estradiolo è prodotto da testosterone. Questa conversione degli androgeni agli estrogeni è chiamata aromatizzazione, dopo l'aromatasi degli enzimi. Oltre a ricevere l'estrogeno che circola attraverso la circolazione sanguigna, lo stroma della prostata produce il suo proprio estrogeno con l'aromatizzazione.

Lungamente è stato sospettato che l'estrogeno - particolarmente lo squilibrio dell'androgeno dell'estrogeno si è associato con invecchiamento - giochi un ruolo in BPH, ma fino agli anni recenti nessun effetto diretto di estrogeno sulla prostata potrebbe essere dimostrato. Un pezzo chiave di questo puzzle ora è stato fornito da un gruppo di ricercatori all'università di Columbia, St Luke/Roosevelt Hospital a New York e la ditta farmaceutica Merck. in serie approfondita di pubblicazioni culminare in articoli ha pubblicato questo anno scorso in endocrinologia delle pubblicazioni e steroidi, dimostrano l'esistenza di una seconda via ormonale nella prostata con cui gli estrogeni possono imitare gli androgeni.

Può contribuire a capire questa innovazione pensando agli ormoni come messaggeri chimici. Quando gli addetti di un ormone alla sua sede del legame speciale in una cellula, invia un segnale a quella cellula. Nel caso di BPH, gli androgeni segnalano le cellule per proliferare, causando la crescita della prostata. Questi ricercatori hanno indicato che i messaggi inviati alle cellule della prostata dagli androgeni possono anche essere inviati, lungo una via di segnalazione alternativa, dagli estrogeni. Più sorprendente, gli estrogeni inviano questo segnale non attaccando alle sedi del legame cellulari usuali per l'estrogeno, ma invece alla globulina obbligatoria dell'ormone sessuale (SHBG) che già è limitata alla membrana cellulare. Come gli autori lo hanno messo, hanno indicato che nella prostata, l'estradiolo è “capace di attivazione dell'androgeno normalmente considerato di vie rispondente.„

In una recensione pubblicata nella prostata del giornale nel 1996, un pioniere della ricerca moderna della prostata ha proposto un nuovo modello della fisiologia della prostata e la patogenesi basata in parte sopra questa ricerca. I pozzi Farnsworth, professore dell'urologia alla facoltà di medicina dell'università Northwestern, hanno scoperto la conversione di testosterone a DHT nella prostata nell'inizio degli anni 60. In suo articolo in prostata, il professor Farnsworth propone che “l'estrogeno, mediato da SHBG, partecipi con l'androgeno a fissare il passo della crescita e della funzione della prostata.„

Farnsworth nota che, come spiegato sopra, gli aumenti di SHBG con l'età e “possono agire come un ricevitore supplementare dell'androgeno [sede del legame per l'androgeno]„ nella cellula della prostata. Suggerisce che, quando l'estrogeno lega a SHBG nella membrana cellulare, un fattore di crescita chiamato IGF-I (il fattore di crescita del tipo di insulina I) è sintetizzato, causante la proliferazione delle cellule epiteliali nella prostata. Ciò mette la fase per ulteriore proliferazione quando gli androgeni attivano le sedi del legame per i fattori di crescita. Nella lingua di Farnsworth, “l'estrogeno non solo dirige la proliferazione e la secrezione stromal, ma anche, con IGF-I, condiziona la risposta di epitelio all'androgeno.„ La ricerca successiva suggerisce che IGF-II, che è meno buono capito che IGF-I, possa anche essere implicato. Oltre al suo ruolo possibile in BPH, la ricerca recente indica che i livelli elevati di IGF-I possono essere un preannunciatore chiave del rischio di carcinoma della prostata. IGF-I può anche contribuire all'aumento relativo all'età in SHBG.

Farnsworth paragona la proteina SHBG ad un ormone, concludente: [SHBG] la nuova capacità per evocare BPH e la sua partecipazione possibile alla trasformazione del normale alle cellule tumorali dagli oncogeni richiede gli sforzi aumentati per capire e dirigere SHBG e la secrezione dell'estrogeno.

I ricercatori che hanno scoperto la via di segnalazione alternativa concordano: “… l'antagonismo [inibizione] della via da cui SHBG conduce all'induzione dei geni androgeno-rispondenti può essere un obiettivo terapeutico importante per il trattamento o la prevenzione di BPH o di carcinoma della prostata.„

Di conseguenza, questi ricercatori hanno studiato un pensiero dell'agente per inibire il grippaggio di SHBG alla membrana cellulare della prostata, un estratto della radice della pianta dell'ortica bruciante, urtica dioica. In una carta pubblicata nel 1995 in Planta Medica, hanno dimostrato che la radice dell'ortica effettivamente inibisce il grippaggio di SHBG alla membrana cellulare.

in serie successiva di articoli, i ricercatori tedeschi hanno identificato un costituente della radice dell'ortica conosciuto come (-) - 3,4-divanillyltetrahydrofuran di cui l'affinità obbligatoria molto alta a SHBG descrivono come “notevole.„ Questi ricercatori suggeriscono che gli effetti benefici dei lignani della pianta (come trovato in olio di semi di lino) sui cancri ormone-dipendenti possano essere collegati alla loro affinità obbligatoria a SHBG. I lignani conosciuti più potenti a tale riguardo sono costituenti della radice dell'ortica.

Gli studi indicano che l'estratto etanolico di radice dell'ortica non è nell'inibizione del grippaggio di SHBG, mentre gli estratti acquosi e metanolici sono.

Oltre ad inibire il grippaggio di SHBG, almeno sei costituenti della radice dell'ortica inibiscono l'aromatasi, riducente la conversione degli androgeni agli estrogeni. Combinando l'ortica pianti con i risultati di pygeum in una più forte, inibizione sinergica. Gli studi su inibizione di aromatasi dalla radice dell'ortica hanno usato gli estratti metanolici.

Uno studio sperimentale recente fornisce una dimostrazione drammatica dell'effetto della radice dell'ortica sul tessuto di BPH. Questo esperimento è stato basato sopra l'ipotesi che BPH è comparabile ad una rianimazione del potenziale di crescita embrionale nella prostata. Un seno urogenitale fetale è stato impiantato in un lobo della ghiandola di prostata in topi adulti. Dopo i 28 giorni, i lobi impiantati dei topi hanno alimentato una radice che dell'ortica l'estratto metanolico simile ad un estratto sul mercato farmaceutico tedesco ha mostrato a 51,3% la meno crescita che i lobi dei topi nel gruppo di controllo.

La radice dell'ortica è ampiamente usata come terapia prima linea per BPH in Germania, in cui ci sono 15 droghe farmaceutiche che consistono solamente dalla radice dell'ortica. La radice dell'ortica è stata studiata estesamente nei test clinici europei in questi ultimi venti anni. La buona progettazione di studio è essenziale nella valutazione delle terapie di BPH, poiché gli effetti importanti del placebo sono normali negli studi di BPH.

Una prova alla cieca ben progettata, prova controllata con placebo della radice dell'ortica è stata pubblicata nel giornale urologico tedesco Urologe nel 1996. Questo studio di tre mesi ha fatto partecipare 41 paziente di BPH con flusso urinario massimo sotto 15 ml/sec. e uno spartito medio di 18,2 sulla scala di IPSS (spartito internazionale di sintomo della prostata). Un punteggio di IPSS di 0-7 è considerato come leggermente sintomatico, di 8-19 moderatamente sintomatico e di 20-35 quanto altamente sintomatico.

Per la fine della prova, il flusso urinario massimo è aumentato da una media di 66,1% (10,9 - 18,1 ml/sec.) nel gruppo curato con la radice dell'ortica, confrontata a 36,6% (12,3 - 16,8 ml/sec.) nel gruppo del placebo. I punteggi medii di IPSS hanno caduto il doppio nel gruppo della radice dell'ortica (18,2 - 8,7) quanto nel gruppo del placebo (17,7 - 12,9). Tramite il confronto, le prove del finasteride standard della droga di BPH (Proscar) mostrano a miglioramenti più modesti al il placebo relativo. Di nuovo, questo studio ha usato l'estratto metanolico dell'ortica.

Otto prove precedenti della radice dell'ortica hanno mostrato gli effetti benefici su complessivamente circa 15.000 pazienti di BPH. Queste dosi quotidiane usate prove dell'ortica estraggono la gamma da mg 600-1200 e duratura 3 settimane - i 180 giorni.

In ortica di Europa la radice inoltre è usata congiuntamente a ha visto il palmetto. Questa combinazione è logica poiché la radice dell'ortica agisce con la via di segnalazione alternativa nella cellula della prostata, mentre ha visto gli atti del palmetto sulla via di segnalazione primaria limitando l'attività di DHT. In effetti, la radice dell'ortica parla al lato dell'estrogeno di BPH, mentre ha visto gli indirizzi del palmetto il lato dell'androgeno. Ulteriormente, entrambe le erbe hanno azioni antinfiammatorie.

Dal 1995, tre studi clinici di uno standard hanno visto la combinazione ortica/del palmetto essere pubblicati in pubblicazioni mediche tedesche. Gli studi hanno usato due capsule al giorno di 160 mg hanno visto l'estratto del palmetto più l'estratto della radice dell'ortica di mg 120.

Uno studio di prova alla cieca randomizzato ha confrontato ha visto che combinazione ortica/del palmetto al finasteride standard della droga di BPH in 543 pazienti che soffrono da BPH mette in scena la I a II. La terapia di erbe e la terapia farmacologica hanno provato similmente efficace in tutte le misure: portata, tempo di minzione, punteggi di IPSS e valutazioni di qualità della vita urinarii dei pazienti. Entrambe le terapie aumentate di efficacia durante i mesi. Per esempio, il punteggio medio di IPSS nel gruppo di erbe di terapia ha diminuito 11,3 - 8,2 dopo 24 settimane e 6,5 dopo 48 settimane; nel gruppo di finasteride ha diminuito 11,8 - 8,0 dopo 24 settimane e 6,2 dopo 48 settimane. I pazienti hanno tollerato la terapia di erbe meglio del finasteride che causa la libido e le disfunzioni sessuali diminuite compreso l'impotenza in alcuni pazienti.

Un altro studio controllato con placebo ha usato una progettazione di incrocio. Quaranta pazienti con BPH mettono in scena la I o II e flusso urinario inferiore a 20 ml/sec. ha ricevuto il qualsiasi ha visto il palmetto/ortica o il placebo per 24 settimane. I pazienti che ricevono la combinazione di erbe hanno mostrato il miglioramento significativo nella portata massima dell'urina (3,3 ml/sec.) confrontata a placebo e c'erano simili miglioramenti nella portata media, nel volume totale di minzione, nel tempo di minzione e nel tempo di aumento di flusso. Era inoltre un miglioramento significativo sul punteggio urologico americano di sintomo di associazione confrontato a placebo. Nella fase dell'incrocio della prova, i pazienti che erano stati su placebo per 24 settimane sono stati commutati alla combinazione di erbe per altre 24 settimane. Questi pazienti hanno mostrato i simili risultati positivi.

Un grande studio d'osservazione che comprende 419 pratiche dell'urologia ha seguito 2.030 pazienti con delicato per moderare BPH. Tutti i pazienti ricevuti hanno visto il palmetto/ortica per 12 settimane. Questo studio ha trovato i seguenti miglioramenti medii: il flusso urinario massimo ha aumentato 25,8%, il flusso urinario di media ha aumentato 29,0%, l'urina residua ha fatto diminuire 44,7%, la nicturia ha diminuito 50,4%, la disuria ha diminuito 62,5% ed il gocciolamento di post-minzione in diminuzione 53,6%. 86% dei pazienti ha riferito il miglioramento di sintomo. Più poco di 1% dei pazienti ha riferito gli effetti collaterali e questi erano delicati.

Finora, non ci sono stati test clinici dell' hanno visto la combinazione di pygeum ortica/ del palmetto. Come detto precedentemente, la radice dell'ortica e il pygeum potenziano in aromatasi d'inibizione. Inoltre, queste tre erbe colpiscono i fattori di crescita nei modi che sembrano essere utili nella prevenzione e nel trattamento di BPH. Secondo un articolo 1997 nel giornale dell'urologia, il pygeum inibisce la proliferazione delle cellule indotta dai fattori di crescita EGF (fattore di crescita epidermico), dal bFGF (fattore di crescita di base del fibroblasto) e da IGF-I (fattore di crescita del tipo di insulina I) in cellule stromal dalla prostata del ratto. Uno studio 1998 in urologia europea ha trovato che ha visto che il palmetto inibisce la proliferazione bFGF-stimolata delle cellule nelle colture cellulari umane della prostata. La ricerca preliminare suggerisce che un costituente della radice dell'ortica inibisca il grippaggio di EGF alle cellule umane della prostata.

Come è la cassa per molte erbe medicinali, l'efficacia clinica della radice dell'ortica è stata dimostrata in un momento in cui la scienza medica ancora non aveva fatto gli avanzamenti di base stati necessari per capire il suo meccanismo di azione. Ciò può essere una ragione per cui irrita la radice è relativamente sconosciuto in America mentre ha visto il palmetto, con il suo meccanismo relativamente definito di azione basato sopra testosterone, è d'uso comune. Come era l'argomento per ha visto il palmetto, probabilmente richiederà gli anni affinchè le ditte farmaceutiche sviluppi una droga sintetica efficacemente per indirizzare il meccanismo di azione della radice dell'ortica. Entrambi straordinario estratti di erbe tollerati pozzo ora sono disponibili alle vittime di BPH.

Il fondamento del prolungamento della vita ha speso le risorse significative per sviluppare una migliore comprensione della proliferazione delle cellule della prostata e come controllarla. Il beneficio immediato per i membri è che tutti prodotti della prostata offerti dal club dei compratori del prolungamento della vita sono stati riformulati per riflettere questi nuovi risultati.