Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 1999


Rapporto


ESTROGENO
Viene a mancare la prova del cuore

Premarin

La bolla ha scoppiato per estrogeno e la malattia cardiaca. Due studi che fanno partecipare migliaia di donne indicano che la sostituzione sintetica dell'ormone aumenta il rischio di attacco di cuore in donne postmenopausali.

da Terri Mitchell



I ricercatori coinvolgere in due studi hanno avvertito che le donne non dovrebbero prendere gli ormoni sintetici per impedire gli attacchi di cuore. Quasi tutte donne in entrambi gli studi stavano prendendo Premarin, che fa sorgere ulteriore dubbio su questa droga di successo. Accoppiato con la sua storia di causare i coaguli di sangue ed il cancro al seno mortali, questa nuova individuazione dovrebbe essere un servizio sveglia alle donne attualmente che prendono Premarin. Le alternative più sicure sono disponibili facilmente.

La malattia cardiaca è un problema grave. Uccide più donne sopra l'età di 60 che qualunque altra malattia. A mezzo milione morti, sminuisce il cancro al seno che reclamerà circa 43.000 vite questo anno. (Fra le età 40 e 60, tuttavia, cancro sono il più grande uccisore.)

Poiché l'incidenza della malattia cardiaca aumenta acutamente in donne dopo menopausa, i ricercatori hanno ritenuto che gli ormoni femminili fossero protettivi. Hanno teorizzato che questa protezione potrebbe essere estesa con la sostituzione sintetica. Queste idee sono state rinforzate quando gli studi d'osservazione hanno indicato che le donne che prendono l'estrogeno ed il progesterone hanno avute un più a tariffa ridotta della malattia cardiaca. Nel 1995, l'estrogeno/la prova postmenopausali intervento della progestina (PEPI) ha stabilito che la sostituzione dell'estrogeno avesse un effetto positivo sui lipidi e sui fattori di coagulazione. Sebbene sia lecito chiedersi se questo traduca in meno attacchi di cuore, era tutti i alcuni medici stati necessari per cominciare a prescrivere gli ormoni sintetici per la malattia cardiaca. Gli avvertimenti di Jacques Rossouw (NIH) e di altri sono andato ignorati nella credenza che l'estrogeno sintetico era la risposta agli attacchi di cuore in donne postmenopausali.

Nel 1994, uno studio su grande scala è stato cominciato a 20 centri medici attraverso gli Stati Uniti chiamati il cuore e studio della sostituzione progestina/dell'estrogeno (IL SUO), era lo studio secondo più esteso sul suo tipo tentato mai. Costituito un fondo per dal gigante farmaceutico Wyeth-Ayerst, ogni aspettativa era che LA SUA avrebbe provato che gli ormoni sintetici avrebbero impedito gli attacchi di cuore in donne postmenopausali. Due mila donne con la malattia cardiaca sono state messe “su Prempro,„ una combinazione di Premarin e di acetato del medrossiprogesterone (una progestina sintetica). Da ora al 1998, i risultati erano in: Prempro ha aumentato sostanzialmente gli attacchi di cuore il primo anno e non ha avuto effetto sugli attacchi di cuore durante gli anni successivi. I coaguli di sangue erano tre volte più su nel gruppo che ha preso Prempro e la malattia della cistifellea inoltre è stata aumentata.

Non sarà facile da spiegare questo studio come passera: i ricercatori da Duke University hanno riferito gli stessi risultati. In quello studio, 37% delle donne che hanno cominciato a prendere la sostituzione sintetica dell'ormone dopo che il loro primo attacco di cuore è stato ospedalizzato per i problemi del cuore confrontati a 17% delle donne che non hanno preso le droghe. La maggior parte delle donne nello studio erano su Premarin.

Nel 1997, è stato riferito in British Medical Journal che un'analisi di 22 studi indica che gli ormoni sintetici non impediscono gli attacchi di cuore. Un altro studio ha concluso che gli ormoni sintetici aumentano il rischio di coagulo di sangue quadruplo. Sebbene il rischio di coaguli di sangue sembri diminuire dopo il primo anno di utilizzo e cardiovascolare beneficio-se qualsiasi-può aumentare dopo gli anni di utilizzo, il consenso globale è che le donne non dovrebbero prendere gli ormoni sintetici per la prevenzione di attacco di cuore.

Come ha potuto qualcosa in modo da promettere risultare così negativamente? Gli scienziati stanno rimescolando per una spiegazione. Forse funzionerebbe in donne in buona salute, hanno suggerito. Forse lo studio era troppo breve. (Prempro tende a mostrare un migliore effetto dopo quattro o cinque anni). La discussione più comune era che la progestina sintetica ha annullato fuori i buoni effetti di estrogeno sintetico. Gli studi mostrano che quello aggiungere il progesterone alla sostituzione dell'estrogeno inumidisce gli effetti di riduzione dei lipidi dell'estrogeno. Tuttavia, questa discussione non sostiene perché sebbene il progesterone sintetico inverta alcuni degli effetti benefici di estrogeno sui lipidi, completamente non li cancella. Ciò è stata confermata negli studi che non evidenziano differenza nell'incidenza di attacco di cuore quando la progestina si aggiunge ad estrogeno sintetico. Inoltre, è improbabile che i suoi effetti del lipido rappresentino i benefici del cuore dell'estrogeno. Almeno altri quattro meccanismi sono stati proposti. Comprendono i suoi effetti su elasticità dei vasi sanguigni, della sua azione antiossidante, della sua capacità migliorare la vasodilatazione e dei suoi effetti sui fattori di coagulazione. Chiaramente, un'altra spiegazione per gli studi negativi deve essere trovata.

Una delle edizioni che è stata trascurata coerente negli studi cuore/dell'estrogeno è il tipo di ormoni usati. Gli studi indicano che le marche differenti di ormoni possono avere effetti differenti. Il tipo di estrogeno utilizzato in IL SUO studio era Premarin, che era sembrato ridurre l'incidenza di attacco di cuore in uno studio conosciuto come lo studio della salute dell'infermiere. (Tuttavia, quello studio è stato criticato per non considerare determinati fattori che potrebbero essere responsabili dell'incidenza più bassa dei problemi del cuore, compreso accesso alla sanità. Poiché gli infermieri stavano prendendo omocisteina-abbassando i supplementi, è probabile che, anche, hanno svolto un ruolo nell'più a tariffa ridotta degli attacchi di cuore. E, purtroppo, anche se lo studio della salute dell'infermiere era ancora di mostrare il beneficio dopo le correzioni statistiche, le donne che hanno preso Premarin ancora perderebbero perché è stato scoperto che hanno avute un elevato rischio significativamente di cancro al seno.)

Premarin è la marca di estrogeno sintetico presa dalla maggior parte delle donne nei due studi recenti. Conosciuto come “ha coniugato gli estrogeni equini,„ è fatto dall'urina del cavallo. Questo tipo di estrogeno ha eseguito male negli studi precedenti della malattia cardiaca, compreso uno sugli uomini che hanno dovuto essere fermati a causa del numero aumentato degli attacchi di cuore alla dose di 5 mg/giorno e la maggior mortalità da altre cause a 2,5 mg/giorno. Il suo produttore, Wyeth-Ayerst, è stato accusato di crudeltà animale nella produzione della droga, che comprende raccogliere l'urina dei cavalli limitati. (Questo tipo di pratica data dal XV secolo una volta giallo pittura è stato fatto dall'urina della mucca. Per creare i sali necessari per la pittura, la gente alimenterebbe le mucche esclusivamente sulle foglie del mango, che le hanno uccise prematuramente. Il governo britannico infine lo ha proscritto alla fine del secolo. Altri tipi di estrogeni sintetici non comprendono gli animali e possono fare i ricercatori dei benefici sperare per trovare in estrogeno.

Il tipo estrogeni sintetici “della toppa„ ha preparato ad una buona rappresentazione in parecchi studi quei i lipidi misurati. E l'estrogeno transcutaneo ha fornito i buoni risultati di un anno in un italiano studio-nessun attacchi di cuore o coaguli di sangue. A differenza dell'estrogeno dell'urina del cavallo, questi tipi di terapie sostitutive contengono 17b-estradiol, una forma sintetica di estrogeno fatta dalle piante. 17b-estradiol migliora la funzione del cuore, abbassa il colesterolo ed eleva HDL, “il buon colesterolo.„ gli estrogeni 17b-estradiol inoltre hanno un effetto più favorevole su glicemia che Premarin. Ciò è importante, poichè le rotture nella tolleranza al glucosio sono state collegate alla malattia cardiaca. Chi vivrà vedrà se le forme pianta-derivate di estrogeno sintetico ridurranno il rischio di attacco di cuore.

Mentre i dati stanno accumulandosi sugli estrogeni sintetici, gli estrogeni naturali sono sicuri e disponibili. La soia ed altre piante sembrano proteggere dalla malattia cardiaca senza gli effetti collaterali degli estrogeni sintetici, che portano con loro un rischio aumentato quadruplo di coaguli di sangue e un rischio aumentato 30% di cancro al seno. Invece di creare le circostanze pericolose, i phytoestrogens ed altre sostanze della pianta sembrano proteggere contro di loro. Phytoestrogens fa parte di un gruppo di sostanze conosciute come le sostanze phytochemicals-utili dalle piante.

Uno dei modi che i phytochemicals possono proteggere dalla malattia cardiaca è pulendo i radicali liberi. I radicali liberi ossidano il grasso. La gente con la malattia cardiaca ha quantità elevate anormalmente di grasso ossidato nelle loro arterie. La protezione antiossidante dei phytochemicals inoltre fa diminuire il danneggiamento del DNA dei mitocondri. Ciò è importante perché i mitocondri sono l'alimentazione per il cuore. Quando ripartono, il muscolo del cuore soffre.

Phytochemicals è ripartito nelle categorie. I flavonoidi sono un tipo di fitochimico che è stato indicato per ridurre il rischio di attacco di cuore come pure abbassare la mortalità dalla malattia cardiaca. Questa protezione è sopra e oltre quella fornita dagli antiossidanti C e le riserve di E. Antioxidant sono basse dopo un attacco di cuore e dovrebbero essere sostituite. Uno studio in ratti indica che i supplementi della vitamina E migliorano la funzione cardiaca dopo un attacco di cuore. Così fa la curcumina, un fitochimico da una radice simile allo zenzero. Il licopene, un carotenoide che dà a pomodori il loro colore rosso, è inoltre cuore-protettivo.

C'è oltre 4.000 flavonoidi. Sono trovati in tè, in uva, negli agrumi delle cipolle ed in molti altri prodotti vegetali. Due di loro, quercetina (cipolle, vino rosso, broccoli) e catechina (tè) notevolmente riducono i radicali liberi creati dal livello di diete in poli e grassi monoinsaturi. La dieta americana è ricca in grasso poli-insaturo n-6, presente in oli quale cereale e cartamo. Il tipo grasso posteriore, una volta combinato con una mancanza di vitamina antiossidante E, ha effetti contrari sulle arterie. In Israele, dove il grasso poli-insaturo n-6 nella dieta è ancora superiore a negli Stati Uniti, c'è alta incidenza della malattia cardiovascolare e del cancro in donne. La quercetina e le catechine possono invertire questo effetto conservando la vitamina E. Tea contiene i phytochemicals conosciuti come i polifenoli che proteggono dalla malattia cardiaca. In uno studio dalla facoltà di medicina di Harvard, bere una o più tazze di tè un il giorno ha tagliato il rischio di attacco di cuore a metà.

È stato dimostrato che il potere antiossidante di singoli phytochemicals quale il equol (da soia) e il coumestrol (dal trifoglio e germogli di alfalfa) è come forte, o più forte, che 17b-estradiol. Vari piantano le sostanze, compreso un flavonoide in mele, sembrano avere sia il potere estrogeno che antiossidante di 17b-estradiol. Le mele erano una fonte principale di flavonoidi in due studi che indicano che i flavonoidi riducono la malattia cardiaca in esseri umani. Gli effetti cuore-protettivi dei flavonoidi sono evidenti in uno studio su doxorubicina (“dox„). Dox è utilizzato come chemioterapia nel cancro al seno, ma è tossico al cuore. I ricercatori nei Paesi Bassi hanno indicato che i flavonoidi proteggono i topi dalla cardiotossicità del dox quasi completamente.

I phytoestrogens più ben esaminati provengono da soia, dalla genisteina e dalla daidzeina. La genisteina possiede la forte azione antiossidante ed abbassa il colesterolo. Il migliore studio fin qui su soia e sulla malattia cardiaca è stato fatto sulle scimmie. Ha trovato che la soia notevolmente ha ridotto l'aterosclerosi. La soia inoltre ha fatto diminuire la perossidazione lipidica, ha migliorato la sensibilità dell'insulina ed ha migliorato i profili del lipido. Quando la genisteina e la daidzeina sono state rimosse dalla soia, i suoi effetti benefici notevolmente sono stati ridotti. Aggiungendo 17b-estradiol alla dieta della soia ha causato la perdita di peso ed ha ridotto il grasso dello stomaco.

I prodotti di Phytoestrogens effettuano simile a che cosa droga l'offerta. Azione di blocco del canale del calcio dozzine di studi di genisteina del documento. La genisteina inoltre aumenta la sensibilità del cuore ai betabloccanti, inibisce i fattori di coagulazione del sangue ed i vasi sanguigni di aiuti si rilassano. Possiamo indovinare soltanto a cui l'altra soia dei benefici ha che ancora non sono stati scoperti.

Gli estrogeni sintetici sono stati promossi per il mantenimento delle ossa forti. I loro effetti a lungo termine sono non noti, tuttavia. La soia, d'altra parte, ha un registro mille anno con i benefici provati per l'osso. In uno studio dal Giappone, la genisteina ha migliorato la forza e la densità dell'osso, mentre il daidzin ha impedito la perdita dell'osso. Daidzin inoltre ha impedito l'atrofia dell'utero causato tramite rimozione delle ovaie. La soia è così efficace a conservare l'osso che rivaleggia con la restrizione di caloria nei suoi effetti. È stato provato che la perdita dell'osso connessa con le diete a base di carne può essere invertita sostanzialmente con soia.

Alcune donne hanno espresso la preoccupazione che i phytoestrogens potrebbero aumentare il loro rischio di cancro al seno appena come il sintetico un fa. Tuttavia, l'opposto sembra essere vero. Secondo Dott. Richard St. Clair del risveglio Forest University, phytoestrogens diminuisce, piuttosto che l'aumento, la proliferazione del seno e le cellule uterine. Dozzine di studi indicano che i phytoestrogens realmente inibiscono la crescita delle cellule di cancro al seno. La st Clair inoltre precisa che in Asia, in cui il consumo della soia è alto, l'incidenza del cancro al seno è molto più bassa di negli Stati Uniti in cui il consumo della soia è basso.

Phytoestrogens fornisce i benefici estrogeni senza gli effetti collaterali pericolosi degli ormoni sintetici. Accoppiato con la mancanza di beneficio per la malattia cardiaca, gli effetti collaterali di Premarin gli operano una scelta difficile per la sostituzione dell'ormone. Fino a conoscere più circa gli estrogeni sintetici 17b-estradiol, la migliore scelta per salute del cuore è una combinazione di flavonoidi, di phytoestrogens e di altri fattori naturali rivelati avere un effetto benefico.

Mentre mangiare un livello di dieta in frutta ed in verdure può fornire teoricamente abbastanza flavonoidi e phytoestrogen per la protezione del cuore, la vasta maggioranza delle donne “non mangia coerente la destra„ ogni giorno. I supplementi assicurano che i fattori utili del cuore siano coerente disponibili al corpo. Le donne postmenopausali che esercitano, mangiano una buona dieta ed i supplementi della presa dovrebbero ritenere sicure che stiano facendo tutto possibile rinunciare all'uccisore del numero uno dell'America, cuore malattia-senza gli effetti collaterali avversi.


Riferimenti

  • Colditz GA et. Al 1990. Studio prospettivo di terapia sostitutiva dell'estrogeno e rischio di cancro al seno in donne postmenopausali. JAMA 264:2648-53
  • Fremont L, et al. 1998. I flavonoidi dietetici riducono la perossidazione lipidica in ratti hanno alimentato le diete poli-insature o monoinsature del grasso. J Nutr 128:1495-502
  • Hemminki E et. Al 1997. Impatto di terapia ormonale postmenopausale sugli eventi e sul cancro cardiovascolari: dati riuniti dai test clinici. BMJ 315:149-53
  • Hertog MG, et al. 1993. Flavonoidi antiossidanti dietetici e rischio di coronaropatia: lo studio degli anziani di Zutphen. Lancetta 342(8878): 1007-11
  • Hulley S, et al. 1998. Prova randomizzata di estrogeno più la progestina per la prevenzione secondaria della coronaropatia in donne postmenopausali. JAMA 280:
    605-13
  • Husken BC, et al. 1995. Modulazione della cardiotossicità in vitro di doxorubicina dai flavonoidi. 37:55 di Chemother Pharmacol del Cancro - 62 (nota di Ed: contiene in vivo i dati pure)
  • Ingram D, et al. 1997. studio di Caso-control degli fito-estrogeni e cancro al seno [si vedano le osservazioni]. Lancetta 350(9083): 990-4
  • Ishida H, et al. 1998. Gli effetti preventivi degli isoflavoni della pianta, daidzin e genistin, su perdita dell'osso in ratti ovariectomizzati hanno alimentato una dieta calcio-carente. 21:62 del toro di biol Pharm - 6
  • Knekt P, et al. 1996. Assunzione flavonoide e mortalità coronaria in Finlandia: uno studio di gruppo. BMJ 312:478-81
  • Modena MG, et al. 1998. Risultati a breve termine di terapia sostitutiva transcutanea dell'estrogeno in femmine postmenopausali sane cardiovascolari con e senza ipertensione. G Ital Cardiol 28:636-44
  • O'Farrell S, et al. 1997. Acidi grassi polinsaturi dietetici, vitamina E ed ipossia/danneggiamento indotto da riossigenazione del tessuto cardiaco. Acta 267:197-211 di Clin Chim
  • VP del palazzo, et al. 1999. Mobilizzazione degli stagni antiossidanti della vitamina e della funzione emodinamica dopo infarto miocardico. Circolazione 99:121-6
  • Ridgway T, et al. 1997. L'azione antiossidante dei derivati novelli del phloridzin flavonoide Apple-derivato ha confrontato all'estrogeno: rilevanza ad azione cardioprotective potenziale. Trasporto 25:106S di biochimica Soc
  • Rossouw JE. 1996. Estrogeni per la prevenzione della coronaropatia. Circolazione 94:2982-85
  • Sesso HD, et al. 1999. Assunzione del tè e del caffè ed il rischio di infarto miocardico. J Epidemiol 149:
    162-7
  • Comunicazione speciale. 1973. Il progetto coronario della droga: risultati che conducono alla sospensione del gruppo dell'estrogeno di 2,5 mg/giorno. JAMA 226:652-57
  • Wagner JD, et al. 1997. La terapia sostitutiva dietetica della proteina e dell'estrogeno di soia migliora i fattori di rischio cardiovascolari e fa diminuire il contenuto di estere aortico del colesterile nelle scimmie ovariectomizzate di cynomolgus. Metabolismo 46:698-705
  • Wilcox JN, et al. 1995. Meccanismi trombotici nell'aterosclerosi: impatto potenziale delle proteine di soia. J Nutr 125 (2 supplementi): 631S-38S
  • Wiseman H, et al. 1997. L'attività antiossidante cardioprotective dei phytoestrogens dietetici ha confrontato all'estrogeno. Trasporto 25:107S di biochimica Soc
  • Igname D, et al. 1996. Paradosso israeliano di malattia- e di dieta: i pericoli possibili di alto acido grasso poli-insaturo omega-6 sono a dieta. Isr J Med Sci 32:
    1134-43