Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 1999


Rapporto


Scorpena centenaria

Scorpena centenaria

da Vince Cappiello

Non tendiamo solitamente a pensare ai nostri contenuti della cena in termini di età. Ma se foste detto che il pesce avete avuto per la cena aveva 100 anni, che cosa pensereste? Credilo o non, la gente stanno mangiando la scorpena che nasceva intorno al giro-de--secolo! E secondo John C. Guerin, il direttore di progetto centenario della scorpena all'università di Stato dell'Oregon, là non è differenza nel gusto o nella struttura fra scorpena centenaria e più giovane.

L'analisi recente dei fermi commerciali di scorpena ha indicato che 16% avevano più di 50 anni e vari avevano raggiunto, se non sorpassato, il segno di 100 anni.

Ma questo il pesce è non solo longevo, essi non si sviluppa vecchio! Invece, si manifestano che cosa è conosciuto come invecchiamento senescenza-cronologico trascurabile senza mortalità aumentata. Cioè continuano a svilupparsi e riprodurrsi dopo maturità di raggiungimento ma a non mostrare prova della senescenza. Infatti, aumenti di fecondità con l'aumento dell'età.

Come conosciamo i questi pesce siamo quello vecchio? Che meccanismi li permettono di vivere così lungamente senza invecchiare? Possono gli esseri umani trarre giovamento da tale conoscenza?

Queste sono le domande che Guerin ha considerato come He ha imparato più circa i questi pesce. Sempre si era interessato ai problemi di invecchiamento ma è stato affascinato dall'idea di crescita più vecchia cronologicamente senza senescenza.

Il Guerin ha studiato il fenomeno della senescenza trascurabile, più appassionato è diventato perché ha scoperto la scarsità della ricerca che era stato fatto in questa area. Determinato riempire questo vuoto, ha cominciato a montare una rete degli scienziati che potrebbero applicare i principi di ricerca gerontologica a queste edizioni.

Attualmente, i ricercatori principali sul progetto sono il Dott. Jerry D. Hendricks, un patologo del pesce ed il Dott. David E. Williams, un biochimico, entrambi l'università di Stato dell'Oregon. Servendo da consulente informale è il Dott. celebre Leonard Hayflick del gerontologo dell'università della California del Sud a San Francisco.

Era la ricerca che di Hayflick quello ha condotto a che cosa è conosciuto come “il limite di Hayflick„: il normale, cellule umane nella cultura è limitato a circa 50 divisioni cellulari. Ciò è perché alcune delle informazioni codificate in telomeri alle punte dei cromosomi sono perse ogni volta i disaccordi delle cellule. Successivamente, è stato imparato che l'aggiunta del telomerase degli enzimi impedisce la perdita di DNA del telomero, in modo dalla divisione cellulare continua.

La scorpena inoltre è conosciuta come sebaste ed appartiene al genere sebastes, che ha circa 70 specie. Sono fra alcune specie di animali di vertebrati con le spine dorsali che possono avere durate della vita che superano 100 anni. Altri includono lo storione che tengano l'annotazione di 154 anni, tartarughe, balene ed esseri umani. Che cosa è interessante circa le tartarughe e la scorpena è che non diventano senescenti.

Guerin ed i colleghe hanno trovato che la scorpena ha soddisfatto i criteri per la selezione delle specie ideali in cui studiare senescenza trascurabile: (1) 50 anni in tensione o più; (2) non è messo in pericolo; (3) è disponibile facilmente per la ricerca; (4) se il pesce, vive vicino alla superficie; (5) ibernazione/torpore limitati manifesti.

Le specie selezionate per il progetto centenario della scorpena erano scorpena del yelloweye (ruberrimus dello S.) e scorpena del rougheye (aleutianus dello S.).

Uno degli aspetti più importanti di studio della longevità in animali è la determinazione accurata dell'età. Mentre i vari metodi sono in uso, la maggior parte non sono applicabili al pesce. Neppure la tecnica impiegata dai biologi dell'industria della pesca, l'analisi dei dati di lunghezza-frequenza, non potrebbe essere utilizzata nel lavoro di Guerin perché non può essere usata per determinare l'età di singolo pesce. Di conseguenza, il metodo del otolith sta impiegando. È basato sul fatto che le squame e determinate ossa rivelano i tassi di crescita annuale via gli anelli di crescita che sono stabiliti in queste strutture. Questi anelli sono analoghi agli anelli visibili nella sezione trasversale di un tronco di albero e sono contati per determinare l'età.

Le otoliti sono parti ossute dell'orecchio in tutte le specie di vertebrati e sono situate da ogni lato della testa di un pesce. Si compongono di tre ossa di quale è usato ordinariamente per elaborare. È rimosso, elaborato ed ha frantumato abbastanza leggermente in moda da potere vedere attraverso gli anelli di crescita annuali un microscopio e contato. Facendo uso del metodo del otolith, il gruppo di Guerin ha determinato le distribuzioni dell'età di tre collezioni separate della scorpena fuori dalla costa di Sitka, Alaska. Il più vecchio esemplare in ogni raccolta aveva 109, 107 e 93 anni.

Per cominciare i loro studi pionieristichi della senescenza trascurabile in questi il pesce, Guerin ha formulato la seguente ipotesi di lavoro: “… [scorpena], che sopravvivono a alla vecchiaia, deve avere meccanismi per impedire o la riparazione del danno ossidativo.„ Per verificare questa ipotesi, il Dott. Williams sta esaminando i fegati della scorpena per prova di proteina ossidata e dei complessi del DNA (DNA nocivo). Inoltre sta cercando “gli antiossidanti che possono prolungare la durata della vita e la funzione come agenti chemoreceptive contro le malattie inibendo questo danno ossidativo.„ Questi sforzi rappresentano i primi tentativi di studiare la base biochimica della senescenza trascurabile.

I risultati preliminari di questi studi hanno indicato che la perossidazione lipidica nei microsomi del fegato significativamente è stata ridotta confrontata ai microsomi del fegato della scimmia e del ratto. Poiché gli indicatori biochimici dello sforzo ossidativo tendono ad aumentare con l'aumento dell'età, è sembrato che un certo meccanismo stesse proteggendo la scorpena dalle reazioni ossidative. Se questo meccanismo provoca la senescenza trascurabile resta vedere.

Consideri le possibilità per un momento. Supponga che la base della senescenza trascurabile risulti essere genetica. Alla luce della capacità degli scienziati oggi di inserire con successo i geni nel genoma delle altre specie, è concepibile che un gene per la senescenza trascurabile potrebbe essere inserito nel genoma umano. Attualmente, gli scienziati universalmente stanno lavorando al progetto Genoma Umano tracciare ogni gene sui nostri cromosomi e pensano completarlo durante l'anno 2005. Questo sforzo aumenterà la nostra comprensione della crescita, dello sviluppo, dell'invecchiamento e della malattia umani.

Per determinare se i tessuti della scorpena manifestano (studio microscopico dei tessuti) la prova istologica della senilità, il Dott. Hendricks sta esaminando i campioni del fegato, della milza e del rene della scorpena. I risultati preliminari hanno mostrato un aumento nel numero dei centri del melano-macrofago con l'età. Questi sono depositi o depositano comunemente - visto in pesce dove i macrofagi si accumulano dopo avere phagocytosing i prodotti della scomposizione di metabolismo, compreso detriti ed i resti cellulari dei mitocondri. Queste sostanze sono sotto forma di pigmenti grassi chiamati “lipofuscins„ che soprattutto consistono dei grassi ossidati. Mentre il significato di questa osservazione è non noto, il loro numero aumentato non è sembrato colpire la funzione dell'organo.

Guerin sta progettando gli studi supplementari quali le proteine studianti di scambio anionico in tessuto cerebrale della scorpena. Queste proteine sono conosciute per aumentare con l'età in esseri umani, particolarmente nelle regioni del cervello colpito dal morbo di Alzheimer.

Recentemente, altri ricercatori hanno riferito che la trota iridea e le aragoste, che continuano a svilupparsi durante le loro durate della vita, hanno alti livelli del telomerase nei loro tessuti. Guerin progetta di studiare l'attività del telomerase in scorpena per determinare tutto il collegamento possibile fra l'enzima, la crescita continuata e la senescenza trascurabile.

Ulteriori studi possono anche comprendere il coenzima Q10 a causa del suoi antiossidante ed effetti distabilizzazione e una tecnica biochimica chiamata “profilare.„ Guerin crede che profilante “potrebbe essere un approccio molto efficace “del fucile da caccia„ [a] che spiega la senescenza trascurabile di scorpena. [La tecnica] potrebbe saggiare a pozzo più di cento prodotti chimici, compreso gli antiossidanti, le proteine, gli enzimi, gli ormoni, ecc.„ A lungo termine, tali studi sulla senescenza trascurabile possono fornire bene gli indizi che conducono alle strategie per la longevità aumentata in esseri umani.


Riferimenti

  • Das, M., determinazione dell'età e longevità in pesci, internazionale. J. Gerontology sperimentale e clinica, 1994, 40:70 - 96.
  • Fringillide, Caleb E., longevità, senescenza ed il genoma. Chicago: Stampa dell'università di Chicago, 1990. pp 207-223.
  • Hayflick, Leonard, come e perché invecchiamo. New York: Ballantine Books, 1994. pp 19-23; 244-248.
  • Klapper, W., ed altri, longevità delle aragoste è collegato all'espressione onnipresenta del Telomerase, federazione delle società biochimiche europee Letters, 1998, 439:143-146.