Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine settembre 1999

immagine


Glutamina:
“Il non essenziale
„ Aminoacido essenziale

da Ivy Greenwell

Glutamina



Rapidamente dividere le cellule, compreso determinate cellule immuni, utilizza la glutamina come fonte di energia.





La glutamina è classificata come “aminoacido non indispensabile.„ Questa etichetta può fuorviare qualche gente nel credere che non la abbiamo bisogno. Ma, in pratica, mezzi “non indispensabili„ soltanto che il corpo può sintetizzare questo aminoacido. Non significa “poco importante.„

Infatti, la glutamina è di importanza cruciale; siamo fortunati che non dobbiamo dipendere completamente dalle fonti dietetiche. Sembra che ogni cellula nel corpo usi la glutamina. Un certo tessuto scrive, tuttavia, dipenda da glutamina molto più di altre.

Specificamente, la glutamina è utilizzata come fonte di energia e per la sintesi del nucleotide da tutte le cellule rapidamente di divisione, quali le cellule del rivestimento intestinale e determinate cellule immuni (thymocytes, linfociti e macrofagi). Senza glutamina sufficiente, gli intestini atrofizzano e la funzione immune riparte.

I follicoli piliferi, il feto e purtroppo inoltre molti tipi di tumori inoltre notevolmente dipendono da glutamina per produzione di energia e la sintesi del RNA e del DNA. Inoltre, la glutamina serve da donatore dell'azoto e donatore del carbonio ed è così un aminoacido muscolo costruzione importante; inoltre contribuisce a riempire il glicogeno del muscolo dopo l'esercizio. Senza glutamina sufficiente, i muscoli cominciano ad atrofizzare. Così la glutamina è in effetti essenziale per intestinale, immune e le funzionalità del muscolo, citare appena il più ovvio.

E questa non è la conclusione della storia. La sintesi di glutamina protegge il corpo ed il cervello in particolare, dalla tossicità dell'ammoniaca. Infatti, la sintesi di glutamina da glutammato è la via chiave per ammoniaca di disintossicazione. L'ammoniaca in eccesso è un fattore cruciale nello sviluppo delle malattie neurodegenerative, poiché l'ammoniaca interferisce con il metabolismo ossidativo dei neuroni e così riduce la produzione dell'ATP, la nostra “molecola di energia.„ Inoltre, l'ammoniaca provoca ai i radicali liberi basati a azoto molto nocivi.

Nel cervello, la glutamina è un substrato per la produzione sia dei neurotrasmettitori eccitanti che inibitori (glutammato e acido gamma-aminobutirrico, conosciuti popolare come GABA). La glutamina è inoltre una fonte di energia importante per il sistema nervoso. Se il cervello non sta ricevendo abbastanza glucosio, compensa aumentando il metabolismo della glutamina per energia-quindi la percezione popolare di glutamina come “l'alimento del cervello„ e suo uso come tonico. Gli utenti della glutamina riferiscono spesso più energia, meno affaticamento ed il migliore umore.

La glutamina inoltre fa una parte nel mantenimento i livelli adeguati della glicemia e della gamma di destra pH. Il corpo ha un meccanismo squisito per il mantenimento dell'omeostasi di pH. Se il pH del sangue è troppo acido, più glutamina è diretta verso i reni, in cui certo tipo di glutamina provoca il rilascio degli ioni del bicarbonato per correggere l'acidosi. Se il pH è troppo alcalino, più glutamina è inviata al fegato, in cui un genere differente di metabolismo libera gli idrogenioni per correggere l'alcalosi.

E ci sono ancora più. dovuto la sua dipendenza dal trasporto del sodio, glutamina è uno degli aminoacidi che controllano il volume di acqua nelle cellule e della pressione osmotica (osmoregolazione) in vari tessuti. La glutamina inoltre fa una parte vitale nel controllo di glicemia. Contribuisce ad impedire l'ipoglicemia , poiché è convertito facilmente in glucosio quando la glicemia è bassa. Inoltre, la glutamina regola l'espressione di determinati geni, compreso quelle che governano determinati enzimi protettivi e gli aiuti regolano la biosintesi di DNA e di RNA. Recentemente è stato scoperto che la glutamina è importante per l'apparato cardiovascolare pure.

Quindi, dire che la glutamina è importante per la nostra salute è una dichiarazione incompleta. In considerazione delle sue funzioni multiple, non è sorpresa che la glutamina è l'aminoacido più abbondante nel siero, nel muscolo e nel liquido cerebrospinale. Costituisce 50% di tutti gli aminoacidi nel siero e più di 60% degli aminoacidi all'interno del corpo.

La glutamina è abbondante in sia proteina vegetale che animale. La dieta americana tipica fornisce fra 3,5 g e 7 g di glutamina; più è sintetizzato secondo i bisogni. Nondimeno, lo sforzo pesante, quale l'esercizio gravoso, malattia infettiva, chirurgia, lesione da ustione o l'altro trauma acuto conduce a svuotamento della glutamina con disfunzione immune conseguente, i problemi intestinali e lo spreco del muscolo. Di conseguenza, è stato proposto che la glutamina dovrebbe essere classificata come “aminoacido condizionalmente essenziale.„ Durante lo sforzo particolarmente severo, completare con la glutamina (nella regolazione dell'ospedale, dosi alte come 20-40 g può essere usato) può essere un aspetto di vita o della morte.


Benefici per il fegato e gli intestini

La gente che usa la glutamina virtualmente assicura la salute superiore del loro rivestimento intestinale. Non devono preoccuparsi per “la sindrome colante dell'intestino„ e tutte le sue conseguenze importune, compreso le allergie, “perdere„ degli agenti patogeni e l'artrite possibile. Infatti, quando in primo luogo è stato scoperto, la glutamina ha usato per essere chiamata “fattore intestinale di permeabilità.„ È di gran lunga la sostanza nutriente più importante per salute intestinale.

L'importanza di glutamina per gli intestini è enorme-glutamina è la fonte di energia principale per le cellule del rivestimento intestinale. La maggior parte della glutamina nella dieta (ed anche la maggior parte di glutammato e del aspartato dietetici) è metabolizzata dagli intestini, sia per servire da combustibile intestinale che anche per produrre il glutatione, ossido di azoto, poliamine, nucleotidi e l'alanina di aminoacidi, la citrullina e la prolina, mettenti a disposizione questi del resto del corpo. La glutamina inoltre mantiene l'integrità strutturale del rivestimento intestinale, sostenente il suo volume d'affari rapido.

Coloro che usa NSAIDs (anti-infiammatori non steroidei) quali ibuprofene e indometacina possono avere un'esigenza speciale di glutamina supplementare. Fortunatamente, la glutamina sufficiente può disfare il danno causato da NSAIDs, mantenente la permeabilità ad un livello sano. Per gli utenti pesanti di NSAID, completare con la glutamina può compitare la differenza fra il tratto gastrointestinale sano contro le ulcere e “la sindrome colante dell'intestino.„

Oltre a trattare “la sindrome colante dell'intestino„ e le ulcere, la glutamina può anche essere usata per trattare la colite, il morbo di Crohn e la diarrea, nelle dosi del g/giorno fino a 20. L'effetto intestinale lenitivo di glutamina preso come polvere dissolta in acqua si rende noto abbastanza presto dopo ingestione (a proposito, il gusto è abbastanza piacevole, leggermente dolce, così là non è necessità di mascherarla con succo). Anche una piccola dose, come 2-3 g, può calmare rapidamente quella sensibilità “nauseata„. Nelle dosi elevate, la glutamina inoltre allevia il danneggiamento devastante del tratto gastrointestinale quel risultati dalla chemioterapia.

Inoltre, la glutamina protegge il fegato dalle devastazioni della tossicità della chemioterapia. Ma anche in condizioni normali, la glutamina è utile per il fegato, poiché pulisce il fegato dei residui di metabolismo grasso e gli aiuti impediscono l'accumulazione grassa. Può aiutare nel trattamento della cirrosi della fase iniziale. Una volta che i danni al fegato sono avanzati, tuttavia, la glutamina non può aiutare poiché il fegato può più non metabolizzarlo correttamente. La gente che prende la glutamina tende ad avere un fegato più sano e gli intestini più sani e così migliora la digestione e l'assorbimento delle sostanze nutrienti. Quel solo dovrebbe essere ragione abbastanza di aggiungere questo amminico eccellente al vostro regime di supplemento. Ma questo è appena l'inizio dei suoi benefici.


Rinforza il sistema immunitario

La glutamina è la fonte primaria di energia per le varie cellule del sistema immunitario, compreso le cellule di T ed i macrofagi. Esercizio gravoso, infezioni virali e batteriche e sforzo e trauma nello svuotamento generale della glutamina di causa che muore di fame le cellule immuni. Diminuiscono di numero e/o mostrano l'attività diminuita. Fino a 40 g di glutamina un il giorno possono essere usati per sostenere il sistema immunitario dei malati di AIDS o dei malati di cancro che subiscono il trapianto del midollo osseo. Le dosi più tipiche, quale 2-5 mg/giorno, dovrebbero essere sufficienti per la gente in buona salute. Gli atleti possono volere aumentare il loro dosaggio quando necessario su una base se tendono a soccombere alle infezioni dopo l'esercizio pesante quale funzionamento maratona.

Inoltre, la glutamina è un substrato per glutatione, un aminoacido del tripeptide che funge da uno dei nostri antiossidanti matrici ed inoltre gli aiuti migliorano la funzione immune. Sebbene le grandi dosi di glutamina stimolino la risposta immunitaria anche nell'ambito dello sforzo pesante, è importante ridurre lo sforzo il più possibile. Gli ormoni di sforzo possono interferire con il metabolismo della glutamina nelle cellule immuni. Ciò è dove il rilassamento ed il completamento di DHEA potrebbero risultare essere molto utili oltre a glutamina.


Mantiene la massa del muscolo

La glutamina è uno dei supplementi favoriti dei costruttori di corpo ed altri che si esercitano molto. Nel suo ruolo come donatore del carbonio, la glutamina è “alimento del muscolo,„ contribuendo a riempire il glicogeno. Ma realmente la funzione di glutamina come azoto-donatore ha potuto essere ancor più importante. L'esercizio gravoso quale sollevamento pesi causa le micro-lesioni al tessuto del muscolo. Donando l'azoto, gli aiuti della glutamina costruiscono le proteine e riparano il muscolo come pure contribuiscono a sviluppare più muscolo. La parte della sua azione muscolo costruziona può essere dovuto la sua capacità di indurre il rilascio dell'ormone della crescita. Glutamina seria entrambe della presa di fan di forma fisica prima e dopo l'allenamento. Presa dei 2-3 g dopo che l'allenamento è raccomandato specialmente. Gli utenti a lungo termine degli steroidi antinfiammatori tendono a soffrire da atrofia del muscolo. L'uso concomitante di glutamina è stato indicato per impedire la maggior parte di questa perdita del muscolo.

Ma il muscolo non è il solo tessuto in cui la proteina stia sintetizzanda. La glutamina risponde alle esigenze (tessuto costruzione) anaboliche del corpo intero. Poiché può donare molto facilmente l'azoto, funziona come “navetta dell'azoto,„ consegnando l'azoto dovunque sia necessario.

I pazienti molto malati soffrono sia una diminuzione nei livelli della glutamina che nella perdita del muscolo. Un modo neutralizzare questo è di aggiungere la glutamina alla loro dieta, o, se possono più non consumare l'alimento, al gocciolamento del dispositivo di venipunzione che consegna la nutrizione parenterale. L'uso di glutamina è stato documentato per aiutare la sopravvivenza dei pazienti severamente malati dell'ustione e chirurgici. Inoltre accelera la ferita e l'ustione che guariscono e migliora il recupero in generale.


Aiuta il cuore

Recentemente è stato scoperto che la glutamina è una fonte importante di combustibile per il muscolo del cuore. È convertito in glutammato, che poi entra nel ciclo di Krebs per produrre l'ATP, la nostra molecola di energia. Ciò è ancora un altra ragione per la quale la glutamina è così importante durante l'esercizio, aumentante la resistenza. Nei pazienti di cuore, le infusioni del glutammato possono essere usate durante la cardiochirurgia per assicurare un migliore risultato.

L'azione del cuore è sotto considerevole controllo del sistema nervoso e le vie in questione nel controllo neurale della funzione cardiovascolare sembrano contare su glutammato e su GABA. Se il cervello ha un metabolismo difettoso glutammato/della glutamina/GABA, possiamo prevedere lo sviluppo di disfunzione cardiovascolare pure. Inoltre, la glutamina serve da substrato per la sintesi di un tipo speciale di beta-endorfina, glycyl-l-glutamina. Questo dipeptide sembra essere importante per il regolamento di pressione sanguigna e la prevenzione della depressione cardiorespiratoria. la Glycyl-l-glutamina è inoltre importante per la risposta immunitaria, poiché migliora l'attività delle cellule naturali dell'uccisore (NK).


Combatte l'ipoglicemia alzando il glucosio del siero

La glutamina può entrare nel ciclo di Krebs e servire da fonte di energia del non carboidrato. Infatti, questo è il modo che principale contribuisce solitamente alla produzione di energia. Tuttavia, se la glicemia è bassa (ipoglicemia), la glutamina catabolized prontamente (ripartito) nel fegato per fornire più glucosio. Insieme all'alanina, la glicina, la serina e la treonina, glutamina è un aminoacido “gluconeogenic„ importante, in effetti quello primario. Questa produzione di glucosio da glutamina ha luogo pricipalmente nel fegato. Recentemente, tuttavia, è stato scoperto che i reni possono contribuire fino a 25% a produzione al corpo intero del glucosio, un fenomeno che si presenta soltanto durante l'ipoglicemia. Realmente questo non è sorprendente, poiché i reni sono forniti particolarmente per elaborare la glutamina dovuto la sua importanza nella disintossicazione di ammoniaca.

La fornitura della glutamina abbondante con la dieta ed il completamento significa che meno tessuto del muscolo (se c'è ne) sarà ripartito per fornire il glucosio. Ciò è di grande importanza alla gente sulle diete a basso tenore di calorie, di cui il grande problema è massa perdente del muscolo più così del tessuto adiposo. Poiché è la massa metabolicamente attiva del muscolo che gli aiuti ci tengono snelli (per non menzionare forte ed adatto), la glutamina extra può aiutare i dieters a perdere il giro intorno alla vita mentre conserva la massa del muscolo.

Tenendo conto dell'efficacia di glutamina nell'ipoglicemia di combattimento, non è meraviglia che la medicina alternativa la raccomanda allo scopo di eliminare i bisogni dello zucchero e bisogni dell'alcool nella lotta contro alcolismo (molti alcoolizzati sembrano soffrire dall'ipoglicemia).

I diabetici, tuttavia, devono esercitare la cautela, poiché hanno un metabolismo anormale della glutamina. Una percentuale molto più alta della loro glutamina è ripartita per la produzione di glucosio per il fegato ed i reni, un processo chiamato la gluconeogenesi della glutamina. Questa produzione aumentata di glucosio da glutamina (ed anche dall'alanina, da un aminoacido nella stessa famiglia) probabilmente è collegata con i livelli in eccesso legati al diabete dell'ormone pancreatico d'innalzamento del siero chiamato glucagone. Vera, questa eccessiva scomposizione di glutamina in glucosio in diabete si presenta senza alcun completamento, poiché il muscolo ed il tessuto adiposo liberano così tanto la glutamina in risposta alla patologia endocrina.

I diabetici inoltre mostrano altre anomalie enzimatiche relativamente a glutamina, compreso la funzione difficile del glia retinico (glia è cellule che hanno varie funzioni complementari nel sistema nervoso, compreso ammoniaca di disintossicazione con la produzione di glutamina). Così la retina diabetica è a danno incline con il excitotoxicity del glutammato, poiché il glia non sta convertendo abbastanza glutammato in glutamina. Mentre una discussione plausibile potrebbe essere fatta per i benefici di glutamina anche per diabetico-con parsimonia della massa del muscolo, la funzione intestinale migliore, risposta-cautela immune migliorata deve essere sollecitato. Un diabetico che studia la possibilità di prendere tutti gli aminoacidi dovrebbe discutere sull'argomento con il suo medico. L'uso delle dosi elevate degli antiossidanti, compreso la vitamina E ed i vari polifenoli, dovrebbe essere utile come pure il completamento con taurina. La taurina è l'un aminoacido che sembra essere molto utile ai diabetici.


Effetti su cancro, compreso cancro al seno

Già abbiamo detto che la glutamina è molto - usato da tutte le cellule rapidamente di divisione. Ciò comprende molti tipi di tumori. Così è sembrerebbe plausibile da sostenere che questo sia certamente l'aminoacido che i malati di cancro dovrebbero evitare.

In realtà, tuttavia, la glutamina è usata frequentemente come trattamento ausiliario di cancro avanzato. È stato indicato per prolungare la sopravvivenza rallentando lo spreco catabolico. Inoltre, poiché la funzione immune bassa è un marchio di garanzia di cancro, la glutamina è considerata utile per il sistema immunitario vuotato. Aiuta la funzione intestinale della prerogativa pure. Sia la pratica clinica che gli studi sugli animali suggeriscono che la glutamina possa essere data ai malati di cancro senza crescita o metastasi di stimolazione del tumore. Tuttavia, l'uso di tutti gli aminoacidi nel cancro rimane discutibile ed i pazienti sono invitati a consultare i loro medici in primo luogo.

I risultati più affascinanti per quanto riguarda glutamina e cancro, tuttavia, suggeriscono che la glutamina possa essere un'altra arma contro cancro al seno. In uno studio sugli animali, i ratti impiantati con cancro al seno sono stati dati la glutamina alla dose di 1g/kg/day. La loro crescita del tumore era 40% più di meno di nel gruppo di controllo. Le cellule di uccisore naturali in ratti glutamina-completati hanno mostrato l'attività maggior a 2,5 volte. Inoltre, c'era un aumento di 25% nei livelli del glutatione ed in una diminuzione in prostaglandine infiammatorie. Le prostaglandine infiammatorie (PGE2) sono state trovate per rifornire la crescita di combustibile del tumore. La glutamina può anche essere usata come terapia adiuvante con la chemioterapia quale metotrexato. La glutamina abbassa la tossicità di metotrexato, crescente la sua efficacia contro il cancro al seno infiammatorio. Nelle parole degli autori, “nessuna tossicità di glutamina orale è stata individuata. Nessun paziente ha mostrato tutto il segno della tossicità in relazione con la chemioterapia.„ Ciò è una dichiarazione straordinaria poiché il più grande problema con la chemioterapia è la sua tossicità. La dose della glutamina usata insieme con metotrexato era .5g/kg/day.

L'un'applicazione clinica interessante delle dosi elevate di glutamina (g/giorno 30) è come terapia adiuvante per l'anemia faciforme. Nella medicina alternativa, la glutamina inoltre è usata come componente del trattamento per l'AIDS.


C'è il pericolo al cervello?

In primo luogo, proviamo a riordinare la confusione possibile definendo alcuni concetti. “Glutammato„ come funziona all'interno del corpo non significa il glutammato monosodico, un rinforzatore di sapore scoperto dagli asiatici orientali e originalmente fabbricato da alga, la sua fonte naturale più abbondante. Il glutammato monosodico è il sale del sodio dell'acido-appena glutammico poichè l'ascorbato e l'ascorbato di calcio di sodio sono sali di acido ascorbico. Il MSG, tuttavia, solleva i livelli del glutammato. Infatti, quando l'uso di glutammato si richiede nelle regolazioni cliniche, le infusioni di MSG sono usate.

“Il glutammato„ è il termine usato scambievolmente con “acido glutammico,„ comunque in senso stretto il glutammato è un aminoacido anionico, o la forma anionica (significarla è uno ione negativo) di acido glutammico. (“Il folato„ e “il piruvato„ sempre più sono usati similarmente invece di acido folico e di acido piruvico.)

La glutamina differisce da glutammato in quanto è stata formata da glutammato e da ammoniaca e così ha un azoto che extra può donare facilmente ogni volta che l'azoto potrebbe essere necessario. L'enzima che catalizza l'aggiunta di ammoniaca a glutammato è chiamato sintasi della glutamina. Un rifornimento abbondante della sintasi della glutamina è essenziale per la nostra salute, poiché la biosintesi di glutamina è il processo con cui il corpo elimina l'ammoniaca in eccesso. Poichè vederemo più successivamente, la sintasi della glutamina è di importanza incredibile nella funzione del cervello. Si potrebbe dire che la nostra sopravvivenza stessa dipende da questo enzima e sulle cellule glial che lo secernono.

Quindi, il MSG è il sale del sodio di acido glutammico, mentre “glutammato,„ poichè il termine è usato il più spesso attualmente, è la forma ionica di acido glutammico. Vero, il corpo può usare il MSG come fonte di glutammato, ma c'è inoltre tutto quel sodio che entra, forse causando lo squilibrio, la disidratazione e le perturbazioni del sodio/potassio nella riduzione e nella dilatazione dei vasi sanguigni. La disidratazione da solo è abbastanza per causare il genere di emicrania smussata cui alcuni patroni occidentali dei ristoranti cinesi hanno protestato circa. Sospetto che alcuni (la maggior parte?) occidentali mangiano le parti molto più grandi che gli asiatici e così forse consumo più MSG in un pasto tipico degli asiatici.

Tuttavia, quelle ad emicranie inclini dovrebbero evitare il MSG e l'aspartame e tutti noi dovrebbe evitare questi composti nelle grandi dosi. Non c'è domanda che le dosi elevate molto del MSG possono sopraffare le difese del cervello e causare il danno neurale. È interessante che è bambini piccoli con i sistemi nervosi acerbi che sono i più suscettibili di danno di MSG e non gli anziani.

Lo sforzo è stato indicato per aumentare la permeabilità della barriera ematomeningea a glutammato esogeno. Se invitare un pranzo di lavoro per essere stressante, potrebbe essere meglio da restare a partire da cucina cinese. Le buone notizie sono che i ristoranti sempre più cinesi annunciano che non usano il MSG, oppure il MSG può essere omesso dalla richiesta.

Realmente soltanto una piccola percentuale della gente è vero sensibile alle piccole dosi del MSG usate come condimento. Miliardi di asiatici lo consumano quotidiano; i giapponesi inoltre consumano l'alga, la fonte naturale più ricca di glutammato monosodico. Questo consumo a lungo termine cronico non sembra causare alcuni problemi. Riguardo al morbo di Alzheimer in particolare, i tassi asiatici (Giappone compreso) sono una frazione di cui sono nell'ovest. È inoltre di interesse che quello le infusioni del MSG sono utilizzate nella pratica clinica della corrente principale ridurre i livelli elevati dell'ammoniaca nel sangue (hyperammonemia) stimolando la conversione di glutammato a glutamina. Così sia il glutammato (come MSG) che la glutamina sono usati da medicina convenzionale per il trattamento delle parecchie circostanze molto serie.

Il consumo di glutamina, anche nelle grandi dosi, o il glutammato a piccole dosi dalla gente in buona salute è improbabili da causare qualunque problemi, neurali o altrimenti. La ragione per questa è che, eccetto nei casi di patologia severa quale il colpo, il metabolismo di glutamina/di glutammato è regolato rigorosamente. Anche se il completamento della glutamina è effettivamente probabile sollevare i livelli del glutammato nel cervello, questo non significa che il glutammato in eccesso quindi si accumulerà alle sinapsi e danneggierà i neuroni. Al contrario: l'esperienza clinica indica che la migliore produzione di energia neurale ed il migliore equilibrio del neurotrasmettitore sono un risultato tipico, con la prestazione mentale migliore e un senso di benessere, in modo dall'opposto dell'irritabilità ed il distractibility, con disfunzione conoscitiva, caratteristica degli stati in cui i neurotrasmettitori sono bassi.

Inoltre, dobbiamo ricordarci che la maggior parte del glutammato è usato per produzione di energia piuttosto che come neurotrasmettitore. Per quanto riguarda la possibilità di insonnia, sembra che qualche gente prenda la glutamina ad ora di andare a letto come releaser dell'ormone della crescita, eppure i reclami di insonnia non sono prevalenti nella letteratura. E ricordi quello nelle regolazioni cliniche, fino a 40 g di glutamina possono essere amministrati, ma la letteratura non fa menzione di alcuni effetti collaterali. Al contrario, la non tossicità di glutamina è sottolineata come vantaggio importante. Con alcune eccezioni importanti che saranno riassunte all'estremità di questo articolo, sembra che anche severamente il malati non abbiano difficoltà che metabolizza la glutamina.

L'acido glutammico è diventato molto difficile da trovare. La glutamina, d'altra parte, è in tutti i negozi bio, essendo popolare con i costruttori di corpo. Una delle ironia è che la glutamina è usata pricipalmente molto dal adattato da e molto dal malato.

La mancanza evidente di effetti collaterali del completamento della glutamina non è sorprendente, considerando l'abbondanza di glutamina nel corpo umano. I livelli del siero di glutamina sono nell'ordine di 390-650 mg/dl per gli adulti, confrontati a gamma 18-98 per glutammato. I bambini hanno più alti valori superiori per sia glutammato che glutamina (140 e 730 mg/dl).

Il ciclo della glutamina nel cervello è semplice ed elegante. La glutamina attraversa prontamente la barriera ematomeningea. I neuroni prendono la glutamina e la convertono in glutammato o in GABA (attraverso l'ulteriore passo di decarbossilazione del glutammato). Un certo glutammato è usato per energia, alcuna per la sintesi di glutatione e niacina, alcune come neurotrasmettitore. Dopo glutammato o GABA sono scaricati nella giunzione sinaptica, le cellule complementari chiamate glia, con il loro alto rifornimento della sintasi della glutamina, prendono il glutammato o GABA e resynthesize la glutamina, disintossicante l'ammoniaca nel processo. Il glutammato che non è convertito in glutamina è usato dal glia come fonte di energia ed anche produrre le sostanze nutrienti alanina ed alfa-chetoglutarato di energia, che poi sono liberate ai neuroni.

Se la glutamina in eccesso si accumula con l'azione del glia, il cervello lo dona al corpo. , Tuttavia, la glutamina pochissima è liberata normalmente dal cervello, contrariamente al muscolo ed al tessuto adiposo, che donano molto. Nel cervello, è praticamente un affare interno. Che cosa vediamo è il ciclo della glutamina del glutammato GABA della glutamina.

Se il glia è disfunzionale dovuto metabolismo aerobico riduttore, o il rilascio e/o l'attività della sintasi glial della glutamina è inibito in tutti i modi (danno libero radicale, tossine, determinate droghe), non solo glutammato, ma GABA pure potrebbe accumulare superiore, possibilmente causando la letargia e la disfunzione conoscitiva. È stato suggerito che questo anche fosse uno dei fenomeni che vediamo nel cervello di invecchiamento. Da un lato, i danni di excitotoxicity del glutammato o distrugge alcuni neuroni, conducenti alle carenze nella memoria e nell'apprendimento; d'altra parte, l'eccesso di GABA può condurre alla letargia. Allo stesso tempo, l'ammoniaca in eccesso, non disintossicata con la sintesi sufficiente della glutamina dal glia, conduce ad ulteriore danno neurale.

Uno sviluppo interessante relativo a glutammato è l'uso aumentante dei ampakines, una nuova classe di droghe per il morbo di Alzheimer. Un fattore importante nella patogenesi del morbo di Alzheimer è apparentemente colpo o una serie di mini-colpi non diagnosticati. Durante il colpo, i neuroni di morte liberano il glutammato, che poi purtroppo può causare più morte del neurone. Ancora, gli episodi ischemici danneggiano i ricevitori del glutammato, di modo che più successivamente il glutammato non può lavorare come neurotrasmettitore. Senza glutammato, non c'è memoria e nessun apprendimento. Ampakines amplifica il segnale del glutammato attraverso eppure il meccanismo sconosciuto, possibilmente ricostruendo i ricevitori del glutammato. In gente in buona salute ed in animali, i ampakines sono stati indicati per migliorare la prestazione conoscitiva e possono essere classificati così come “droghe astute.„

Glutammato

Un'ipotesi corrente è che il glutammato è inoltre carente in schizofrenia, sebbene probabilmente molti neurotrasmettitori siano da equilibrio nei disturbi neurologici.

Ai livelli fisiologici normali, il glutammato è utile e sicuro. È un neurotrasmettitore indispensabile che il cervello produce secondo i bisogni. Quando il sistema nervoso centrale è destato, abbastanza sorprendente non vediamo il più alto consumo del glucosio. Invece, alcuno del glucosio è convertito in glutammato. L'altra fonte di glutammato è, naturalmente, glutamina. Un rifornimento abbondante di glutamina lo rende più facile affinchè il cervello mantenga l'equilibrio del neurotrasmettitore, dall'aumento dadella produzione di glutammato una volta richiesto per la vigilanza, dall'apprendimento e dalla memoria e dalla produzione di GABA quando le sue proprietà inibitorie sono necessarie. Infatti, qualche gente riferisce ritenere concentrata e calma dopo che cominciano prendere la glutamina. Altri riferiscono una sospensione della depressione.

Il glutammato è il nostro neurotrasmettitore eccitante principale. È essenziale per l'apprendimento e sia memoria a breve termine che a lungo termine. I problemi sorgono soltanto se il processo normale di rimozione e della conversione del glutammato alle disfunzioni della glutamina e un eccesso di questo neurotrasmettitore eccitante si accumula nelle giunzioni sinaptiche. Il glutammato in eccesso causa l'eccessivo afflusso degli ioni del calcio nei neuroni, causando il excitotoxicity ed infine anche la morte dei neuroni. Inoltre distrugge il glutatione, un antiossidante cervello-protettivo cruciale. I livelli bassi di glutatione del cervello sono associati con i disordini neurodegenerative. Lo svuotamento del glutatione ulteriore conduce alla morte di un neurone.

In che circostanze vediamo i livelli in eccesso di glutammato alle sinapsi? Secondo le aspettative, vediamo la prova di danno connessa con glutammato in eccesso nei pazienti del morbo di Alzheimer, in malati di AIDS (il virus dell'immunodeficienza acquisita inibisce l'assorbimento del glutammato dal glia), in malati di cancro (secondo un'ipotesi, il cancro comincia basicamente con disfunzione del cervello) ed in coloro che ha subito un trauma cranico severo. Molto la febbre alta o l'ipertermia artificialmente indotta può anche risultare a rilascio superiore del glutammato, conducente ai sequestri.

Tuttavia, l'uso di glutamina come aminoacido non è stato associato mai con alcuna forma di lesione cerebrale. La glutamina in effetti abbondantemente è prodotta nel cervello come difesa vitale contro ammoniaca ed anche contro glutammato in eccesso. La difesa principale contro il excitotoxicity del glutammato è la sintesi di glutamina dalle cellule chiamate il glia, o, più specificamente, astroglia o astrocytes, il tipo più abbondante di cellula nel sistema nervoso centrale, esibente le quantità elevate della sintasi della glutamina. Il cervello sano è fornito molto bene per occuparsi di glutammato. Ma quando il cervello è danneggiato, dovuto segnare o la lesione o l'accumulazione di varie neurotossine compreso determinate droghe, la fase è fissata per disfunzione glial e quindi per il excitotoxicity del glutammato.

Le citochine interleukin-1beta di Proinflammatory e l'fattore-alfa di necrosi del tumore inibiscono l'induzione della sintasi della glutamina. Queste citochine proinflammatory sono liberate dopo un trauma cranico e nei disordini neurodegenerative. Quindi, la morte di un neurone può accadere perché il processo infiammatorio interferisce con la conversione di glutammato in glutamina.

Sembra così plausibile che ridurre l'infiammazione possa impedire il excitotoxicity del glutammato proteggendo il glia. Ciò può essere una spiegazione parziale per il ruolo degli anti-infiammatori nella prevenzione del morbo di Alzheimer. Inoltre, è stato indicato che i livelli normali di ormoni antinfiammatori chiamati glucocorticoidi inducono la sintasi della glutamina. (Il cortisolo in eccesso, tuttavia, può inibire l'assorbimento di glutammato dal glia.) I flavonoidi, quali le catechine in tè verde o le proantocianidine in estratto del seme dell'uva, possono contribuire a proteggere dalla lesione excitotoxic dovuto accumulazione del glutammato. Così possono l'acido urico, uno dei nostri antiossidanti endogeni e la taurina dell'aminoacido. Sembra che il cervello possa produrre la sua propria taurina. Tuttavia, se le dosi elevate di glutamina sono prese, o se gli alimenti esperti con il MSG sono consumati regolarmente, potrebbe essere una precauzione extra per prendere la taurina supplementare.

Determinate vitamine di B, compreso la metilcobalammina (uno degli interventi concreti del vitamina b12), sono similarmente protettive. La stella reale qui, tuttavia, sembra essere ginkgo biloba. Uno studio cinese ha trovato che un estratto del ginkgo come pure uno di suoi costituenti, ginkolide B, protegge dal excitotoxicity del glutammato riducendo l'aumento in ioni del calcio. Così è un'idea eccellente includere il ginkgo nel vostro regime di supplemento. Potete anche studiare la possibilità di bere il tè verde o prendere l'estratto del tè verde come pure di mangiare le bacche o prendere l'estratto del mirtillo, per ottenere una buona dose dei flavonoidi per la protezione neurale generale e la prevenzione delle malattie neurodegenerative.

Il danno retinico in diabete è inoltre parzialmente dovuto accumulazione excitotoxic del glutammato. In questo caso vediamo ancora la conversione insufficiente di glutammato a glutamina, probabilmente dovuto la disfunzione delle cellule glial (sia i livelli insufficienti o eccessivi del glucosio possono condurre a disfunzione delle cellule; i diabetici inoltre mostrano i livelli elevati dei radicali liberi).

Per concludere, l'alcool inoltre inibisce la sintasi della glutamina, che spiega almeno in parte la neurotossicità dell'alcool. Determinate droghe, compreso molti farmaci antiepilettici, inoltre inibiscono la sintasi della glutamina e questa può essere parzialmente responsabile dei loro effetti collaterali tossici. Un farmaco antiepilettico, tuttavia, un farmaco ragionevolmente nuovo chiamato vigabatrin, è stato indicato per alzare sia GABA che la glutamina mentre fa diminuire il glutammato. Questa droga è considerata sia sicura che efficace.

C'è ancora inoltre un sospetto che i residui tossici dai composti precedentemente usati per la farina bianca di candeggio possono contribuire all'aumento nelle malattie neurodegenerative, inibendo la sintasi della glutamina. Una sfida importante nella neuro protezione sta evitando le neurotossine che potrebbero alterare la conversione rapida di glutammato a glutamina e sta cercando di migliorare la produzione della sintasi della glutamina, uno dei nostri enzimi più critici.

La malnutrizione può condurre similarmente alla disfunzione glial e così all'incapacità del glia di eliminare i neurotrasmettitori eccitanti (glutammato ed aspartato) dalle giunzioni sinaptiche. Riassumendo, il excitotoxicity del glutammato sorge soltanto in determinati termini patologici quale il colpo, estremamente febbre alta, determinate infezioni virali, la presenza di neurotossine o infiammazione severa. Può essere dovuto il rilascio in eccesso di glutammato dai neuroni (colpo) e/o alla disfunzione glial, dove il glia è incapace della secrezione dell'abbastanza sintasi della glutamina per convertire il glutammato in glutamina. La glutamina come tale non può nuocere al cervello. Al contrario, è molto utile al cervello. Tutta la glutamina in eccesso lascia semplicemente il cervello, essendo donando al corpo.


Riassunto dei benefici

Ci sono molte ragioni per la presa della glutamina: intestini più sani, un più forte sistema immunitario, più grandi muscoli, migliore controllo della glicemia e un cervello più agile. Per gli usi terapeutici, la glutamina è raccomandata particolarmente per la gente che soffre dai problemi intestinali, frequenti utenti di NSAID che devono proteggere il loro tratto gastrointestinale, quelli con disfunzione immune e chiunque nell'ambito dello sforzo pesante (esercizio gravoso compreso) o il recupero dalla lesione o dall'altro trauma. Può anche essere utile come terapia dell'aggiunta nel trattamento delle dipendenze quale alcolismo.

La glutamina è particolarmente popolare con i costruttori di corpo e con coloro che desidera adornare sulla loro energia fisica e mentale. E-ha un sapore buon!

Precauzioni: Anche se la glutamina è non tossica, è raccomandato che consultiate un professionista di salute prima di usando le dosi elevate. I diabetici, i malati di cancro, i pazienti con l'affezione epatica avanzata e quelli con le malattie neurologiche compreso il colpo e l'epilessia dovrebbero usare la glutamina soltanto con il permesso del loro medico.




Riferimenti

  • Atkins R. La soluzione della Vita-sostanza nutriente. Simon e Schuster, 1998.
  • Bela l'espressione della sintasi della glutamina di D et al. e l'attività è regolata dalla triodo-L-tironina e dall'idrocortisone nelle culture del oligodendrocyte del ratto. Sviluppatore Neurosci 1998 di Int J; 16:333-40.
  • Effetto di Bartlett DL et al. di glutamina su crescita ospite e del tumore. Ann Surg Oncol 1995; 2:71-6.
  • Regolamento di Curthoys N et al. di attività di glutaminase e del metabolismo della glutamina. Annu Rev Nutr 1995; 15:133-59.
  • Gli aminoacidi di Dall'Asta V et al. sono osmolytes compatibili per il recupero del volume dopo il restringimento ipertonico in cellule endoteliali vascolari. J Physiol 1996; 276: C865-72.
  • Furukawa S et al. Glutamina-ha migliorato l'uccisione batterica dai neutrofili dai pazienti postoperatori. Nutrizione 1997; 13:863-9.
  • Firshein R. La rivoluzione di Neutraceutical. Riverhead Books, 1998.
  • Effetti di Fraser cm et al. dei farmaci antiepilettici su attività della sintasi della glutamina nel cervello del topo. Br J Pharmacol 1999; 126:1634-8.
  • L'effetto protettivo di Hickson RC et al. di glutamina da da atrofia indotta da glucocorticoide del muscolo si presenta senza alterazioni nel fattore di crescita del tipo di insulina di circolazione e nei livelli IGF-leganti della proteina. Med 1997 di biol di Proc Soc Exp; 216:65-71.
  • Effetto di Hond ED et al. di glutamina sui cambiamenti intestinali di permeabilità indotti da indometacina in esseri umani. Alimento Pharmacol Ther 1999; 13:679-85.
  • Huang TL, O'Banion Mk. Interleukin-1 beta e l'alfa di fattore di necrosi tumorale sopprimono l'induzione del desametasone della glutamina sintetasi nei astrocytes primari del topo. J Neurochem 1998; 71:1436-42.
  • Kash San Francisco et al. ha aumentato l'ansia ed ha alterato le risposte agli ansiolitici in topi carenti in isoforma 65-kDa della decarbossilasi dell'acido glutammico. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 1999; 96:1698-703.
  • Klimberg CONTRO et al. glutamina sopprime la crescita della sintesi PGE2 e del cancro al seno. Ricerca 1996 di J Surg; 63:293-7.
  • Effetti del Se di Khogali et al. di l-glutamina sulla funzione cardiaca post-ischemica: protezione e salvataggio. J Mol Cell Cardiol 1998; 30:819-27.
  • Kort JJ. Danno di trasporto eccitante dell'aminoacido in cellule astroglial infettate con il tipo 1 del virus dell'immunodeficienza umana. Retrovirus 1998 di ronzio di ricerca dell'AIDS; 14:1329-39.
  • Cambiamenti biochimici ed immunologici di Kumar D et al. su glutammato orale che si alimenta nei ratti maschii dell'albino. Int J Biometeorol 1999; 42:201-4.
  • Lavoinee et al. una glutamina e una regolazione genica negli epatociti del ratto. Biochimie 1998; 80:807-11.
  • Reattività di Lieth E et al. Glial e metabolismo alterato della glutamina nella retinopatia diabetica sperimentale a breve termine. Diabete 1998; 47:815-20.
  • MacBurney m. et al. Una costo-valutazione di nutrizione parenterale glutamina-completata nei pazienti sottoposti a trapianto adulti del midollo osseo. Dieta Assoc 1994 di J; 94:1263-6.
  • Ruolo patogeno di Morimoto T et al. di glutammato dai nei sequestri indotti da ipertermia. Epilepsia 1993; 34:447-52.
  • Terapia orale della l-glutamina di Niihara Y et al. per l'anemia faciforme: miglioramento clinico soggettivo e cambiamenti favorevoli nel potenziale redox del globulo rosso. J Hematol 1998; 58:117-21.
  • Nordmann R, Rouach H. Alcohol e radicali liberi: da ricerca di base alle prospettive cliniche. Med nazionale 1995 di Acad del toro; 179:1839-50.
  • Valutazione di O'Byrne m. et al. di neurotossicità e di neuro protezione. Supplemento neurale 1997 del trasmettitore di J; 50:153-64.
  • Imballatore L e Colman C. The Antioxidant Miracle. John Wiley & Sons, 1999, p.130.
  • Osservazioni di iniziale di Petroff OA et al. su effetto del vigabatrin in vivo sulle misure spettroscopiche 1H di acido gamma-aminobutirrico, di glutammato e di glutamina in cervello umano. Epilepsia 1995; 36:457-64.
  • HG di Pieterson. Metabolismo del glutammato del cuore durante il bypass coronarico. Clin Nutr 1998; 17:73-5.
  • Effetto di Rubio l'IT et al. di glutamina su efficacia e su tossicità del metotrexato. Ann Surg 1998; 227:772-8.
  • Sacchi GS. Completamento della glutamina in pazienti catabolici. Ann Pharmacother 1999; 33:348-54.
  • Bruciature B. La zona antinvecchiamento. Regan Books, 1999, pp 108-109.
  • Shaw CA, Bains JS. Il consumo di farina candeggiato tramite il processo del agene ha contribuito all'incidenza della malattia neurologica? Med Hypotheses 1998; 51:477-81.
  • Ruolo di Stumvoll m. et al. di glutamina nel metabolismo dei carboidrati umano in rene e nell'altro tessuto. Rene Int 1999; 55:778-92.
  • Tsacopoulos m. et al. La funzione nutritiva del glia è regolata dai segnali liberati dai neuroni. Glia 1997; 21: 84-91.
  • Glutamina di Walsh NP et al., esercizio e funzione immune. Collegamenti e meccanismi possibili. Med 1998 di sport; 26:177-91.
  • Wilmore DW. Risparmio postoperatorio della proteina. Chirurgia 1999 del mondo J; 23:545-52.
  • Catabolismo mucoso dell'aminoacido di Wu G. Intestinal. J Nutr 1998; 128:1249-52.
  • Zhu L et al. effetti antagonistici dell'estratto dalle foglie del ginkgo biloba su neurotossicità del glutammato. Chung Kuo Yao Li Hsueh Pao (estratto in inglese). 1997:18:344-7.
  • Attività della sintasi della glutamina di Zipp F et al. in pazienti con la malattia del Parkinson. Acta Neurol Scand 1998; 97:300-2.