Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Aggiornamento del prolungamento della vita

2 settembre 2004 Stampatore Friendly
In questa edizione

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita:

Lo studio trova DHA importante per i pazienti di Alzheimer

Protocollo:

Morbo di Alzheimer

Prodotti descritti:

EPA/DHA mega

Capsule del Pc-ginkgo

Rivista del prolungamento della vita:

Settembre 2004 rivista del prolungamento della vita ora online!

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

Lo studio trova DHA importante per i pazienti di Alzheimer
Nell'emissione del 2 settembre 2004 del neurone del giornale, (http://www.neuron.org/) professore del UCLA della neurologia Greg Cole, PhD e colleghi ha indicato come l'acido docosaesaenoico (DHA), un acido grasso omega-3 trovato in oli di pesce, protegge da alcuno del danno causato dal morbo di Alzheimer (ANNUNCIO), in un modello del topo. Gli studi epidemiologici hanno indicato un'associazione inversa fra assunzione aumentata degli acidi grassi omega-3 e del rischio del morbo di Alzheimer, ma se questa è una causa o un effetto della malattia è stata un aspetto della speculazione.

Per lo studio corrente, il gruppo del UCLA ha usato i topi è cresciuto per avere la versione umana di una proteina mutante del precursore dell'amiloide che produce le placche del cervello caratteristiche del morbo di Alzheimer. I più vecchi animali che già stavano mostrando la prova delle lesioni del Alzheimer sono stati alimentati le diete vuotate dell'acido grasso omega-3 mentre un altro gruppo della stessa età è stato dato la dieta completato con DHA derivato dalle alghe. Due gruppi supplementari di topi che non hanno avuti il gene del Alzheimer sono stati forniti dei regimi identici a quelli dei gruppi del trattamento.

Quando gli animali sono stati esaminati dopo cinque mesi, i ricercatori hanno trovato il danneggiamento significativo delle sinapsi delle cellule nervose nei cervelli dei topi con il morbo di Alzheimer che erano sulla dieta carente di DHA. (Sinapsi sono i collegamenti fra le cellule nervose attraverso cui le cellule comunicano.) I cambiamenti erano simili a quelli osservati nei cervelli dei pazienti umani del morbo di Alzheimer. Completamento con DHA contribuito per impedire questo danno come pure assicurare protezione contro lo sforzo ossidativo nei topi che lo hanno ricevuto.

Negli studi in cui il comportamento è stato esaminato, i topi mutanti che hanno ricevuto diete basse-DHA hanno mostrato che deficit nella memoria e nell'apprendimento che non si è presentata in topi ha completato con DHA.

Gli autori hanno spiegato i loro risultati notando che lo sforzo ossidativo è la causa probabile della perdita di DHA, che può essere controllato da assunzione aumentata dell'acido grasso e dovrebbe essere ridotto dagli antiossidanti dietetici o supplementari.

Il Dott. Cole ha commentato, “questo è la prima prova che le nostre diete colpiscono come le nostre cellule cerebrali comunicano a vicenda nell'ambito della coercizione del morbo di Alzheimer. Abbiamo visto che i ricchi di una dieta in DHA, o l'acido docosaesaenoico, riduce drammaticamente l'impatto del gene del Alzheimer. Il consumo del più DHA è qualcosa che la persona media possa controllare facilmente. Chiunque può comprare DHA nella sua forma purificata, capsule dell'olio di pesce, pesce ad alta percentuale di grassi o DHA-ha completato le uova.„

Il Dott. Cole e colleghi conclude che i risultati della loro ricerca, “sostengono l'idea che l'assunzione aumentata di DHA dovrebbe essere considerata come strategia neuroprotective potenziale per l'ANNUNCIO.„ (Calon la F, la L il GP, Yang F ed altri, “acido docosaesaenoico protegge da patologia dentritica in un modello del topo del morbo di Alzheimer,„ in un neurone, i volumi 43, 633-645.)

Protocollo

Morbo di Alzheimer
Le caratteristiche del morbo di Alzheimer sono placche senili del peptide dell'beta-amiloide, dei grovigli neurofibrillary che comprendono il proteina tau, della perdita di sinapsi e (infine) della morte dei neuroni. Sebbene i grovigli neurofibrillary siano associati più molto attentamente con la morte di un neurone che l'beta-amiloide, la prova sta diventando in modo convincente che l'beta-amiloide è il fattore più responsabile dell'iniziare i processi degeneranti del morbo di Alzheimer.

il danno Libero radicale (sforzo ossidativo) è una causa significativa di invecchiamento biologico. È ben noto che i neuroni sono estremamente sensibili agli attacchi dai radicali liberi distruttivi. La seguente prova sostiene l'ipotesi di danno libero radicale che è una causa centrale nel morbo di Alzheimer (battezzi 2000):

  • Le lesioni di cervello presenti nei cervelli dei pazienti del morbo di Alzheimer sono associate tipicamente con gli attacchi dai radicali liberi (per esempio, danneggiamento di DNA, di ossidazione della proteina, di perossidazione lipidica e dei prodotti finiti avanzati della glicosilazione).
  • I metalli (quali ferro, rame, zinco ed alluminio) sono spesso presenti. Questi metalli hanno un'attività catalitica che produce i radicali liberi.
  • l'Beta-amiloide è aggregato e produce i radicali più liberi in presenza dei radicali liberi.
  • la tossicità dell'Beta-amiloide si elimina dagli organismi saprofagi del radicale libero.
  • L'apolipoproteina E (ApoE) è conforme agli attacchi dai radicali liberi ed alla perossidazione dell'apolipoproteina E è stata correlata con il morbo di Alzheimer. Al contrario, l'apolipoproteina E può fungere da organismo saprofago del radicale libero.
  • Il morbo di Alzheimer è stato collegato alle anomalie mitocondriali che colpiscono il citocromo c ossidasi. Queste anomalie possono contribuire alla produzione anormale dei radicali liberi.
  • Gli organismi saprofagi del radicale libero (quali la vitamina E, la selegilina e l'estratto del ginkgo biloba) hanno fornito i risultati di promessa nel morbo di Alzheimer.

http://www.lef.org/protocols/prtcl-006.shtml

Prodotti descritti

Capsule mega di EPA/DHA

Gli acidi grassi Omega-3 che sono trovati nel pesce dell'acqua fredda (ed olio di pesce) e perilla e oli di semi di lino, hanno la capacità di sopprimere la produzione dei mediatori infiammatori. Gli oli Omega-3 contengono l'acido eicosapentanoico essenziale degli acidi grassi (EPA) e l'acido docosaesaenoico (DHA), che possono mancare di nella dieta occidentale tipica che comprende una quantità elevata dei grassi omega-6.

http://www.lef.org/newshop/items/item00625.html

Capsule del Pc-ginkgo

La fosfatidilcolina (PC), un elemento strutturale principale delle cellule cerebrali, è importante per intelligenza e la memoria. Il ginkgo funziona via molti meccanismi per mantenere la funzione neurologica sana. Questo supplemento combina queste due sostanze nutrienti d'amplificazione ampiamente documentate in una capsula. Inoltre sono inclusi, i trigliceridi a catena medi (MCT) — acidi grassi insaturi che non inducono la formazione del colesterolo, sono bruciati come combustibile ed hanno indicato le indennità-malattia significative.

Rivista del prolungamento della vita

Settembre 2004 rivista del prolungamento della vita ora online!

Rapporti

Notizia da copertina: La fibra novella limita l'assorbimento dello zucchero

 

Magnesio nella prevenzione e nel controllo di ipertensione, da Jay S Cohen, MD

 

Carenza della tiroide: Impedendo una fusione metabolica, da Raphael Kellman, MD

 

Un nuovo trattamento innovatore per l'emicrania, da Dott. Sergey A Dzugan

Dipartimenti

 

Come lo vediamo

 

Nelle notizie: Gli acidi grassi Omega-3 stabilizzano le placche aterosclerotiche; il vaccino del cancro della Anti-prostata mostra la promessa; L'uso a breve termine di statina vuota i livelli coQ10; Ormoni sessuali implicate nell'ingrandimento della prostata; Gli antiossidanti possono proteggere da perdita dell'udito; I fossili registrano l'aumento drammatico della longevità umana; Gli scienziati identificano il gene ritenuto per controllare l'invecchiamento

 

Profilo: Scott Radow da Dave Tuttle

 

Antecedenti: La terapia ormonale ed i supplementi sostengono gli sforzi di perdita di peso, vicino da William Davis, MD, FACC

 

Chieda al medico: Sostanze nutrienti per il trattamento del disordine ossessivo, da Eric V Braverman, MD

 

Interamente circa i supplementi: I3C può invertire l'autoimmunità ed estendere la durata della vita, da Terri Mitchell

 

Settembre 2004 estratti

Domande? Osservazioni? Inviili a ddye@lifeextension.com o chiami 954 766 8433 l'estensione 7716.

Per vita più lunga,

Dayna Dye
Redattore, aggiornamento del prolungamento della vita
ddye@lifeextension.com
LifeExtension.com
Boulevard commerciale ad ovest 1100
Fort Lauderdale FL 33309
954 766 8433 estensione 7716

Firmi su per l'aggiornamento del prolungamento della vita a http://mycart.lef.org/subscribe.asp

L'aiuto ha sparso le buone notizie circa vivere più lungo e più sano. Trasmetta questo email ad un amico!

Osservi le emissioni precedenti dell'aggiornamento del prolungamento della vita nell'archivio del bollettino.