Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Aggiornamento del prolungamento della vita

21 marzo 2006 Stampatore Friendly
In questa edizione
 

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

   

Il succinato della vitamina E inibisce la crescita del tumore della prostata nelle ricerche di laboratorio

 

Protocollo

   

Carcinoma della prostata: fase metastatica/recente

 

Prodotti descritti

   

Capsule del succinato della vitamina E

   

Capsule mega dell'estratto del tè verde

 

Che cosa è caldo

   

Le cellule di carcinoma della prostata sono wusses quando si tratta dei peperoncini rossi caldi

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

Il succinato della vitamina E inibisce la crescita del tumore della prostata nelle ricerche di laboratorio

Un rapporto pubblicato nell'edizione del 15 maggio 2006 del giornale internazionale di Cancro ha rivelato i risultati dei ricercatori al H. Lee Moffitt Cancer Center a Tampa, Florida ed i loro colleghi alla scuola di medicina del sud dell'università dell'Illinois che una forma di vitamina la E (VE) conosciuta come il succinato della vitamina E (VES) ha soppresso la crescita delle cellule di carcinoma della prostata nella cultura come pure in un modello del topo della malattia.

Mokenge P. Malafa ed il suo gruppo ha usato una linea cellulare del carcinoma della prostata del ratto e le linee cellulari umane ricevitore-positive dell'androgeno del carcinoma della prostata ricevitore-negativo ed un dell'androgeno due per lo studio corrente. Le cellule sono state incubate con le varie concentrazioni di succinato della vitamina E, di vitamina la E (nonsuccinate), di acido succinico, di etanolo, o di nessun aggiunte e l'attività delle cellule è stata studiata.

Il succinato della vitamina E ha inibito significativamente la crescita delle cellule di carcinoma della prostata del ratto a 48 ore ad una concentrazione per cui la vitamina E o l'acido succinico da solo era inefficace. È stato scoperto che gli apoptosi, o la morte programmata delle cellule, erano il meccanismo dietro l'inibizione della crescita. Succinato della vitamina E anche contribuito per inibire la crescita delle cellule di carcinoma della prostata umane dallo stesso meccanismo.

In un altro esperimento facendo uso dei topi che hanno ricevuto gli innesti del tumore del carcinoma della prostata, le iniezioni quotidiane di 50 o 100 milligrammi per succinato della vitamina E di chilogrammo sono stati associati con soppressione della crescita del tumore confrontata ai topi non trattati. Sebbene la dose di 50 mg/kg sembri essere inefficace ad impedire la metastasi, i topi che hanno ricevuto la dose elevata del succinato della vitamina E hanno avuti drammaticamente meno noduli metastatici nei polmoni che i topi non trattati.

“Abbiamo dimostrato per la prima volta quel VES, un derivato della VE, siamo capaci di inibizione della crescita del carcinoma della prostata in vivo,„ gli autori annunciati. “Più ulteriormente studia degli effetti antitumorali di VES in vivo aiuterà nella progettazione dei test clinici per comprendere l'uso di questo micronutriente nel trattamento di carcinoma della prostata umano,„ essi concludono.

Protocollo

Carcinoma della prostata: fase metastatica/recente

Non tutto il carcinoma della prostata (PC) è sistemico, più che tutto il cancro al seno o altri tipi del tumore è sistemico. Se fossero, non cureremmo mai alcun uomo o donna del PC, del cancro al seno, o di qualunque altra malignità. I medici che sostengono che ogni uomo con il PC ha bisogno della terapia della privazione dell'androgeno (ADT) come terapia primaria e sola stanno trascurando ciecamente i numeri crescenti degli uomini che presentano 8 - 15 anni dopo la prostatectomia radicale (RP) o la radioterapia (RT) con un grafico piano di PSA. L'enfasi sull'uso del monitoraggio specifico dell'antigene della prostata sistematica (PSA) che comincia annualmente all'età di 40 con le determinazioni di velocità di PSA e di tempo di raddoppiamento come parte standard della segnalazione di PSA aumenterà i numeri degli uomini diagnosticati più presto, con un carico più basso del tumore e curati con le modalità locali del trattamento (Labrie et al., J. Clin. Endocrinol. Metab., 1995; Labrie et al., urologia, 1996). La prova di PSA con questi potenziamenti dovrebbe cominciare più presto, all'età 35, negli uomini con una storia familiare del PC.

La differenza nel trattamento del PC in anticipo contro il PC più avanzato si riferisce all'emissione della cura rispetto a controllo. Il PC in anticipo ha il potenziale per la cura via una terapia locale combinata con l'uso di ADT nelle situazioni dove il volume del tumore compromette l'abilità curativa della terapia locale quali il RT (impianto compreso del seme) o la criochirurgia.

Quando il PC si sparge all'interfaccia capsulare e lascia la ghiandola di prostata, riflette un cambiamento nella natura biologica del cancro. Il PC ora sta esprimendo la sua natura più aggressiva nella sua capacità di spargersi e riprodurrsi per metastasi. Perché?

L'aggressività di questi tumori sembra direttamente correlare con la proporzione di più alte cellule del grado di Gleason. Ciò comprende frequentemente i cloni multipli del PC cellula-qualche androgeno sensibile, ma altri androgeno-insensibili e/o possibilmente androgeno-alterato (Aihara et al., Urology, 1994; Patè di maiale, Cancro, 1983). Questa eterogeneità sembra relativa a dimensioni del tumore o al carico. Mentre il carico del tumore aumenta da divisione cellulare, le probabilità della mutazione genetica aumentano, che a loro volta possono condurre all'androgeno o ai tumori resistenti alla droga. Tale risultato probabile di mutazioni dall'attivazione degli oncogeni o dall'inibizione di geni soppressori del tumore.

http://www.lef.org/protocols/prtcl-094.shtml

Prodotti descritti

Capsule del succinato della vitamina E

I composti della vitamina E solitamente sono prodotti e messi a disposizione nella forma esterificata come l'acetato di alfa-tocoferil o succinato di alfa-tocoferil. Nessuna di queste forme ha tutta l'attività antiossidante fino al convertito a in alfa-tocoferolo nel corpo, ma sono molto più stabili riguardo a tempo ed alla temperatura di immagazzinamento che le forme unesterified. Inoltre, mentre la forma dell'acetato rapidamente è attivata all'interno del corpo, l'attivazione della forma del succinato è più lenta. La forma del succinato sembra accedere ed avvantaggiare alle aree dei tessuti che sono non disponibili alle altre forme. Per questo motivo, c'è una tendenza a considerare il succinato dell'alfa-tocoferolo come un composto distintamente differente ed utile. Il succinato dell'alfa-tocoferolo sembra avere emivita più lunga nel corpo e non interferisce con vitamina A o assorbimento di K.

http://www.lef.org/newshop/items/item00063.html

Capsule mega dell'estratto del tè verde

EGCG funziona come antiossidante che è circa 25-100 volte più potente delle vitamine C e E.16 una tazza di tè verde possono fornire mg 10-40 di polifenoli ed ha effetti antiossidanti che sono maggiori di un servizio dei broccoli, degli spinaci, delle carote, o delle fragole.

http://www.lef.org/newshop/items/item00753.html

Che cosa è caldo

Le cellule di carcinoma della prostata sono wusses quando si tratta dei peperoncini rossi caldi

Le cellule di carcinoma della prostata piuttosto commetterebbero il suicidio dell'ustione dei peperoncini caldi (o, almeno, una delle componenti dei peperoncini), secondo un rapporto pubblicato nell'emissione del 15 marzo 2006 di ricerca sul cancro. Gli scienziati a Samuel Oschin Comprehensive Cancer Institute al centro medico del Cedro-Sinai con i colleghi dall'università di California a Los Angeles hanno scoperto che quello dà la capsaicina, il composto in peperoncini rossi di jalapeño responsabili di una sensazione di bruciore una volta consumati, ai topi in cui il carcinoma della prostata umano i tumori sono stati impiantati ha indotto circa 80 per cento delle cellule cancerogene a subire gli apoptosi (autodistruzione programmata). La dose data ai topi era l'equivalente di dare ad un uomo da 200 libbre una capsaicina da 400 milligrammi tre volte alla settimana, che è l'importo fornito da tre - otto peperoni freschi di habañera.

Negli studi separati facendo uso delle colture cellulari androgeno-dipendenti e indipendenti, la capsaicina ha ridotto la proliferazione delle cellule ed ha abbassato la produzione dell'antigene specifico della prostata (PSA), una proteina prodotta dai tumori della prostata.

http://www.lef.org/whatshot/index.html#pcca

Se avete domande o le osservazioni riguardo a questi emissioni di passato o dell'edizione di prolungamento della vita aggiornano, inviile a ddye@lifeextension.com o chiami 954 202 7716.

Per vita più lunga,

Dayna Dye
Redattore, aggiornamento del prolungamento della vita
ddye@lifeextension.com
954 766 8433 estensione 7716

Firmi su per l'aggiornamento del prolungamento della vita a http://mycart.lef.org/subscribe.asp

L'aiuto ha sparso le buone notizie circa vivere più lungo e più sano. Trasmetta questo email ad un amico!

Osservi le emissioni precedenti dell'aggiornamento del prolungamento della vita nell'archivio del bollettino.