Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Aggiornamento del prolungamento della vita

8 aprile 2006 Stampatore Friendly
In questa edizione
 

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

   

Lo studio umano della restrizione di caloria sostiene i benefici dimostrati in altre specie

 

Preoccupazione di salute

   

Restrizione calorica

 

Prodotti descritti

   

Estratto del seme d'uva con i resveratroli

   

Capsule di resveratroli

 

Prolungamento della vita

   

Nuove informazioni sulle preoccupazioni di salute

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

Lo studio umano della restrizione di caloria sostiene i benefici dimostrati in altre specie

I risultati di uno studio pubblicato nell'edizione del 5 aprile 2006 del giornale di American Medical Association (JAMA) forniscono la prova preliminare in esseri umani che la restrizione di caloria può fornire alcuni dei benefici veduti in animali in cui il regime dietetico è stato amministrato.

Nella valutazione completa degli effetti a lungo termine di riduzione dell'assunzione dello studio di energia (CALERIE), Leonie K. Heilbronn, il PhD, dell'università di Stato della Luisiana, a Baton Rouge ed i colleghi hanno randomizzato 48 sani ma il sovrappeso, gli uomini sedentari e le donne a sei mesi di uno di seguenti regimi: una dieta di manutenzione del peso, una dieta a basso tenore di calorie che ha fornito 25 per cento meno calorie che il fabbisogno energetico della linea di base, una dieta ha limitato da 12,5 per cento dei requisiti di caloria della linea di base più un programma di esercizio destinato per spendere i 12,5 per cento supplementare, o molto da una dieta ipocalorica che ha consistito di 890 calorie al giorno fino a perdere 15 per cento del peso corporeo dell'oggetto, seguito da una dieta di manutenzione del peso. Il peso è stato misurato settimanalmente e la temperatura corporea media, 24 dispendi energetici di ora, i livelli ematici di insulina, il glucosio, gli ormoni tiroidei, il solfato di DHEA, i carbonilico della proteina (connessi con invecchiamento cellulare) ed il danno del DNA sono stati valutati all'inizio dello studio ed alla sua conclusione.

Dopo sei mesi, gli individui sulla dieta di manutenzione del peso avevano perso 1 per cento del loro peso corporeo, contrariamente al gruppo ristretto caloria che ha perso 10,4 per cento, la restrizione di caloria con il gruppo di esercizio che ha perso 10 per cento ed il gruppo molto ipocalorico che ha perso 13,9 per cento. I livelli di digiuno dell'insulina sono diminuito significativamente in tutti i gruppi limitati dopo sei mesi, mentre il glucosio ed il solfato di DHEA sono rimanere identicamente. Il 24 dispendio energetico di ora, livelli dell'ormone tiroideo e danni sedentari del DNA sono diminuito dopo sei mesi in questi tre gruppi pure. La temperatura corporea è stata abbassata nella restrizione di caloria e nella restrizione di caloria più i gruppi di esercizio, ma non nei gruppi che sono stati assegnati alla manutenzione o molto alle diete ipocaloriche del peso.

Riassumendo, gli autori scrivono, “i nostri risultati indicano che la restrizione prolungata di caloria ha causato: (1) un'inversione in 2 di 3 biomarcatori precedentemente riferiti della longevità (livello dell'insulina e temperatura corporea di digiuno del centro); (2) un adattamento metabolico (diminuzione in più grande di dispendio energetico di quanto preveduto in base a perdita di massa metabolica) connesso con le concentrazioni più basse nell'ormone tiroideo; e (3) una riduzione della frammentazione del DNA, riflettente meno danno del DNA. “

In un editoriale accompagnante, Luigi Fontana, il MD, PhD, osservato, “i contributi più importanti da questo studio per il miglioramento della comprensione corrente degli effetti della restrizione di caloria su invecchiamento riferisce alle riduzioni restrizione-mediate caloria della temperatura corporea del centro, dei livelli del T3 del siero e del danneggiamento ossidativo di DNA, come riflesso tramite una riduzione della frammentazione del DNA. L'ipotesi ossidativa di sforzo di invecchiamento è attualmente una delle spiegazioni più accettate per come invecchiare si presenta al livello biochimico e cellulare. . . Lo studio da Heilbronn ed altri è il primo per riferire un declino significativo nel danno del DNA in risposta alla restrizione di caloria in esseri umani.„

Preoccupazione di salute

Restrizione calorica

Quanto tempo viviamo non può essere determinato da cui mangiamo così tanto mentre quanto mangiamo. Di tutti gli approcci antinvecchiamento potenziali, nessuno finora hanno indicato la promessa della restrizione calorica. In questi ultimi 75 anni, molti studi hanno indicato che la restrizione calorica estende la durata in un'ampia varietà di specie, dagli invertebrati fino i roditori, fino i mammiferi. Finora, nessuno studio di lungo termine è stato terminato in primati o è stato intrapreso in esseri umani a causa della lunghezza pura di tutto lo studio proposto (forse un secolo o più per gli studi umani!). Tuttavia, parecchi studi in corso stanno esaminando la restrizione calorica in primati ed i risultati iniziali stanno promettendo.

Sebbene gli studi della durata CRON non siano stati intrapresi sugli esseri umani, ci sono prova aneddotica e dati a breve termine di suggerire che CRON potrebbe lavorare in esseri umani pure. Per esempio, l'isola di Okinawa ha fino a 40 volte altrettanti centenari come fa il resto del Giappone. L'apporto calorico dei Okinawans adulti è 20 per cento più basso delle loro controparti del continente. I bambini in Okinawa consumano soltanto circa 60 per cento dell'assunzione raccomandata di alimento come loro controparti del continente (Kagawa Y 1978). La longevità di questa sottopopolazione può essere a causa della loro dieta ristretta, sebbene altri fattori non possano essere eliminati.

Similmente, i dati dallo studio longitudinale di Baltimora su invecchiamento suggeriscono che gli esseri umani longevi esibiscano alcuni degli stessi cambiamenti fisiologici e biochimici che accompagnano la restrizione calorica in animali. I tassi di sopravvivenza sono più alti in quelli con le temperature corporee basse ed i bassi livelli di insulina di circolazione (Roth GS ed altri 2002). Inoltre, i livelli elevati del deidroepiandrosterone del siero (DHEA), un indicatore presunto di longevità (Kalimi M ed altri 1999), sono inoltre in individui longevi (Roth GS ed altri 2002). In primati che subiscono CRON, i livelli di DHEA inoltre sono conservati (Lane MA ed altri 1997).

Gli studi recenti al laboratorio dei prodotti farmaceutici di biomarcatore hanno indicato che una formula nutriente dal fondamento del prolungamento della vita che contiene gli estratti di seme e di pelle dell'uva, da un interi estratto, vitamina C e calcio di resveratroli dell'uva rossa (dall'ascorbato di calcio) può produrre molti degli effetti di espressione genica trovati in topi su CRON. Gli studi costituiti un fondo per dal fondamento del prolungamento della vita all'accademia delle scienze cinese a Pechino hanno indicato che questa formula può migliorare la forza e la coordinazione delle mosche di polpa spremuta (melanogaster di D) afflitte con un disturbo motorio che è simile alla malattia del Parkinson in esseri umani. Questa formula può proteggere i mitocondri (le centrali elettriche generarici di energia nella cellula) isolati dai fegati del ratto da danno causato tramite l'esposizione agli agenti cancerogeni (dati non pubblicati). Uno studio della durata con questa formula è in corso al laboratorio dei prodotti farmaceutici di biomarcatore.

http://www.lef.org/protocols/lifestyle_longevity/caloric_restriction_01.htm

Prodotti descritti

Estratto del seme d'uva con i resveratroli

L'estratto del seme d'uva del prolungamento della vita con la formula di resveratroli fornisce una miscela concentrata delle proantocianidine standardizzate trovate nel seme e nelle pelli dell'uva. Le proantocianidine ed i flavonoidi in questa nuova formula rapidamente sono assorbiti e si distribuiscono in tutto il corpo, contribuente ad eliminare i radicali liberi mentre promuovono la formazione sana del collagene.

http://www.lef.org/newshop/items/item00816.html

Capsule di resveratroli

Il vino rosso contiene i resveratroli, ma la quantità varia secondo dove l'uva è coltivata, il periodo del raccolto ed altri fattori. Un estratto standardizzato di resveratroli ora è disponibile come integratore alimentare. Questo intero estratto dell'uva contiene una gamma di polifenoli che sono contenuti naturalmente in vino rosso quali i proanthocyandins, gli antociani, i flavonoidi, ecc.

http://www.lef.org/newshop/items/item00655.html

Prolungamento della vita

Nuove informazioni sulle preoccupazioni di salute

Il prolungamento della vita ha aggiornato le sue informazioni online per le seguenti preoccupazioni di salute:

Morbo di Alzheimer

Paralisi di Bell

Osteoartrite

Domande? Osservazioni? Inviili a ddye@lifeextension.com o chiami 954 202 7716.

Per vita più lunga,

Dayna Dye
Redattore, aggiornamento del prolungamento della vita
ddye@lifeextension.com
954 766 8433 estensione 7716

Firmi su per l'aggiornamento del prolungamento della vita a http://mycart.lef.org/subscribe.asp

L'aiuto ha sparso le buone notizie circa vivere più lungo e più sano. Trasmetta questo email ad un amico!

Osservi le emissioni precedenti dell'aggiornamento del prolungamento della vita nell'archivio del bollettino.