Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Aggiornamento del prolungamento della vita

17 giugno 2006 Stampatore Friendly
In questa edizione

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

Meccanismo definito per il beneficio preventivo della restrizione di caloria nel morbo di Alzheimer

Preoccupazione di salute

Morbo di Alzheimer

Prodotti descritti

Estratto ottimizzato di Ashwagandha

Estratto del mirtillo

Prolungamento della vita

Forum del prolungamento della vita

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

Meccanismo definito per il beneficio preventivo della restrizione di caloria nel morbo di Alzheimer

Un rapporto che comparirà nell'edizione del luglio 2006 del giornale di chimica biologica contribuisce la prova all'ipotesi che le calorie di limitazione ed i carboidrati possono impedire il morbo di Alzheimer stimolando i meccanismi molecolari longevità-collegati nel cervello.

Professore della psichiatria e della neuroscienza e direttore della scuola di Mt il Sinai del centro di ricerca del Neuroinflammation della medicina Giulio Maria Pasinetti, del MD, del PhD e dei colleghi hanno amministrato un ipocalorico, la dieta povera di carboidrati ai topi ed hanno osservato una riduzione in beta peptidi dell'amiloide, che conducono alla formazione di placche nei cervelli dei pazienti del morbo di Alzheimer. Altri topi dati il più alta caloria, diete ad alta percentuale di grassi hanno avvertito un aumento nei peptidi. La riduzione in amiloide che il beta avvenimento nella caloria ha limitato i topi ha coinciso con un aumento nei livelli di SIRT1, un membro del cervello di una famiglia delle proteine chiamate sirtuins che sono associati con la longevità. SIRT1 può iniziare l'attivazione dell'alfa-secretase, un enzima che può inibire la generazione di amiloide beta. Il Dott. Pasinetti ha detto il prolungamento della vita, “quando abbiamo espresso SIRT1 in cellule cerebrali [in vitro] quell'beta amiloide dei prodotti, noi ha trovato che l'espressione SIRT1 ha impedito la beta generazione dell'amiloide.„

“Sia la prova clinica che epidemiologica suggerisce che la modifica dei fattori di stile di vita quale nutrizione possa provare cruciale alla gestione del morbo di Alzheimer,„ il Dott. Pasinetti ha dichiarato. “Questa ricerca, tuttavia, è la prima per mostrare un collegamento fra nutrizione e la neuropatia del morbo di Alzheimer definendo le vie meccanicistiche nel cervello e controllando le funzioni biochimiche. Speriamo che questi risultati più ulteriormente sblocchino il mistero di Alzheimer e portino la speranza a milioni di Americani che soffrono da questa malattia.„

Preoccupazione di salute

Morbo di Alzheimer

La prova costringente e crescente collega l'infiammazione e lo sforzo ossidativo al morbo di Alzheimer. Secondo la teoria di infiammazione (discussa in dozzine di test clinici recenti), le citochine infiammatorie si riuniscono ai neuroni della gente che ha Alzheimer. Queste citochine provocano una cascata infiammatoria. L'infiammazione genera gli alti livelli dei radicali liberi che contribuiscono direttamente alla formazione di placche dell'beta-amiloide. Il risultato è più infiammazione, radicali liberi e placche dell'beta-amiloide. Il ferro inoltre è stato collegato alla generazione di radicali liberi. Gli studi hanno indicato che il ferro libero si accumula sulla superficie dei neuroni di morte, in cui genera i radicali liberi ossigeno-derivati che accelerano la diffusione della malattia (Mandel S ed altri 2006).

Altre cause possibili includono gli alti livelli di omocisteina nel cervello e nelle sottoalimentazioni specifiche. Sebbene queste idee ancora stiano sviluppando, hanno aperto i nuovi obiettivi emozionanti per la terapia. Negli studi clinici, i ricercatori più di avanguardia stanno girando verso le terapie quali le sostanze nutrienti antinfiammatorie, antiossidanti che riducono lo sforzo ossidativo e metal gli agenti chelanti (quale tè verde) che riducono i livelli di ferro libero nel cervello.

Ashwagandha è una pianta medicinale utilizzata in India per trattare una vasta gamma di disordini relativi all'età. Il suo effetto più notevole può comprendere la sua capacità di conservare la salute del cervello di invecchiamento. La ricerca indica che l'estratto di ashwagandha è capace di esitante e perfino di danneggiamento di riparazione delle cellule cerebrali in un modello sperimentalmente indotto del morbo di Alzheimer (Kuboyama T ed altri 2005). Gli scienziati nel Giappone hanno indotto l'atrofia della cellula cerebrale e la perdita Alzheimer's tipe di funzione sinaptica in topi esponendoli all'beta-amiloide tossico della proteina (Kuboyama T ed altri 2005). In laboratorio sperimenta in India nel 2004, i ricercatori hanno scoperto che l'estratto della radice di ashwagandha inibisce l'acetilcolinesterasi praticamente nello stesso modo del donepezil del farmaco da vendere su ricetta medica, che attualmente è utilizzato nel trattamento del morbo di Alzheimer (Choudhary MI ed altri 2004).

http://www.lef.org/protocols/neurological/alzheimers_disease_01.htm

Prodotti descritti

Estratto ottimizzato di Ashwagandha

Gli scienziati hanno scoperto che il ashwagandha dell'erba dell'indiano ricambia alcuno del danno ossidativo generato da tensione nervosa. Ashwagandha è stato indicato confer ai miglioramenti nel benessere ed in una prospettiva sana.

In un grande test clinico, il ashwagandha ha ridotto i livelli del cortisolo dell'ormone da fino a 26 per cento, mentre abbassava la glicemia a digiuno livella e migliorare gli oggetti del lipido profiles.3 che hanno preso l'estratto standardizzato di ashwagandha ha riferito i miglioramenti nell'energia, dorme e benessere come pure affaticamento diminuito. La ricerca supplementare suggerisce che il ashwagandha conferisca neuroprotection sostenendo la rigenerazione degli assoni e dei dendrites, componenti delle cellule nervose che sostengono la funzione di sistema nervoso e del cervello.

http://www.lef.org/newshop/items/item00888.html

Capsule dell'estratto del mirtillo

Quando i ricercatori hanno analizzato la frutta e le verdure per la loro capacità antiossidante, i mirtilli sono riuscito, valutante il più su nella loro capacità di distruggere i radicali liberi. Appena questo anno, scienziati ha scoperto i meccanismi per spiegare come i mirtilli possono migliorare la memoria e ristabilire la funzione di un neurone sana ai cervelli invecchiati. La conclusione sbalordente dei ricercatori era che gli effetti favorevoli dei mirtilli sulla funzione del cervello sono analoghi a quelli veduti con la restrizione a lungo termine di caloria.

http://www.lef.org/newshop/items/item00838.html

Prolungamento della vita

Forum-giuntura del prolungamento della vita dentro!

Se voleste incontrarti ed interagire online con i membri di prolungamento della vita e di altri individui che sono interessati in una vita più lunga e più sana, ora è il momento di unire i forum del prolungamento della vita. I membri del forum possono partecipare alle discussioni in corso o iniziare i nuovi fili su tutti gli argomenti in relazione con l'estensione di vita. Attualmente in discussione sono i rimedi grigi dei capelli, l'ormone della crescita, le droghe astute ed una serie di altri oggetti. Visiti http://forum.lef.org/ per passare in rassegna o aderire!

Se avete domande o le osservazioni riguardo a questi emissioni di passato o dell'edizione di prolungamento della vita aggiornano, inviile a ddye@lifeextension.com o chiami 954 202 7716.

Per vita più lunga,

Dayna Dye
Redattore, aggiornamento del prolungamento della vita
ddye@lifeextension.com
954 766 8433 estensione 7716

Firmi su per l'aggiornamento del prolungamento della vita a http://mycart.lef.org/subscribe.asp

L'aiuto ha sparso le buone notizie circa vivere più lungo e più sano. Trasmetta questo email ad un amico!

Osservi le emissioni precedenti dell'aggiornamento del prolungamento della vita nell'archivio del bollettino.