Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Aggiornamento del prolungamento della vita

13 novembre 2007 Stampatore Friendly
In questa edizione

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

Completamento del beta-carotene connesso con il declino conoscitivo riduttore

Preoccupazione di salute

Danno conoscitivo delicato

Prodotti descritti

Capsule della miscela del prolungamento della vita

Beta Carotene Capsules

Rivista del prolungamento della vita

Novembre 2007: Miglioramento della funzione conoscitiva con il pregnenolone

Esclusiva dell'aggiornamento del prolungamento della vita

Completamento del beta-carotene connesso con il declino conoscitivo riduttore

L'emissione del 12 novembre 2007 degli archivi del giornale di AMA di medicina interna riferiti su uno studio che ha scoperto che quella prende i supplementi del beta-carotene per 15 anni o su più può confer un effetto protettivo contro il declino conoscitivo in uomini più anziani.

La ricerca ha fatto partecipare 5.956 uomini sopra l'età di 65 chi ha partecipato allo studio II della salute dei medici, ad una prova randomizzata del beta-carotene e ad altri supplementi nutrizionali per la prevenzione della malattia cronica. Lo studio II della salute del medico è una continuazione dello studio della salute dei medici che ha verificato l'effetto di un beta-carotene da 50 milligrammi ogni altri giorno e dose bassa aspirin sui partecipanti maschii. Per lo studio, Francine Grodstein correnti, ScD, dell'ospedale delle donne e di Brigham e della facoltà di medicina e di lei di Harvard i soci hanno amministrato le analisi funzionali conoscitive a 4.052 uomini che hanno partecipato allo studio originale dal 1982 e 1.904 più nuove reclute si sono iscritte fra 1998 e 2001.

Il gruppo ha trovato che coloro che ha ricevuto il beta-carotene per una media di 18 anni hanno avuti punteggi significativamente più alti su parecchie prove della funzione conoscitiva rispetto a coloro che ha ricevuto un placebo. Fra gli uomini che avevano ricevuto il trattamento a breve termine con il beta-carotene non c'era miglioramento osservato.

“I risultati sostengono l'ipotesi che il completamento a lungo termine può essere necessario da raggiungere i benefici conoscitivi,„ gli autori rilevano. Notano che lo studio di salute degli infermieri ha trovato che una decade o più del completamento della vitamina E è stato associato con cognizione migliore, mentre non riuscendo a trovare lo stesso risultato con più breve uso di termine. Similmente, lo studio di invecchiamento dell'Honolulu-Asia ha trovato i miglioramenti nel danno conoscitivo connesso con vitamina C ed il completamento di E solo dopo 10 anni. In animali, l'invecchiamento del cervello comincia presto nella vita adulta e l'esposizione nutriente a lungo termine può essere richiesta per il neuroprotection.

“In questa popolazione generalmente in buona salute, l'estensione della tutela ha conferito dal trattamento a lungo termine è sembrato modesta; ciò nonostante, gli studi hanno stabilito che le differenze molto modeste nella cognizione, particolarmente memoria verbale, predicessero le differenze sostanziali nel rischio finale di demenza; quindi, l'impatto di salute pubblica di uso a lungo termine del beta-carotene potrebbe essere grande,„ gli autori scrivono nel loro commento. Concludono che “il valore di salute pubblica del completamento del beta-carotene merita la valutazione attenta. Inoltre, poichè questi dati sostengono la possibilità di riusciti interventi alle fasi iniziali di invecchiamento del cervello negli oggetti ben funzionanti, le indagini sugli agenti supplementari che potrebbero anche fornire tale neuroprotection dovrebbero essere iniziate.„

Preoccupazione di salute

Danno conoscitivo delicato

È stimato che fino a un terzo degli adulti avverta un declino graduale nella funzione conoscitiva conosciuta come danno conoscitivo delicato come invecchiano (Low LF ed altri 2004; Busse A ed altri 2003). Meno severo che la demenza, il danno conoscitivo delicato è definito come difetti conoscitivi che non interferiscono con la vita quotidiana. Può comprendere il pensiero più lento, una capacità riduttrice per imparare ed ha alterato la memoria. Mentre molti medici convenzionali osservano questi difetti come conseguenza inevitabile di invecchiamento, la più nuova ricerca ha scoperto le ragioni possibili per danno conoscitivo delicato ed inoltre ha identificato le terapie potenziali che possono permettere alla gente di combattere il declino mentale relativo all'età più efficacemente di mai prima. I difetti conoscitivi di minimizzazione diventeranno ancor più importanti come la durata media continua ad allungare e le centinaia di migliaia di gente si dirigono nel loro 80s e 90s, quando il rischio per il declino conoscitivo è più grande.

Una dieta americana tipica non fornisce abbastanza vitamine essenziali. Peggiore ancora, la gente più anziana è al maggior rischio per la carenza vitaminica perché tendono a mangiare di meno, sebbene i loro requisiti di determinate vitamine, quale B6, realmente aumentino con l'età. La gente più anziana può anche avere problemi con assorbimento efficiente delle sostanze nutrienti da alimento. Anche la gente più anziana in buona salute esibisce spesso le carenze in vitamina b6, vitamina b12 e folato.

Le vitamine sono comprese nei processi biochimici in tutto il corpo e sembrano partecipare alla protezione ed a migliorare della funzione conoscitiva. In particolare, le vitamine di B svolgono un ruolo integrale nel funzionamento del sistema nervoso ed aiutano il cervello a sintetizzare i prodotti chimici che colpiscono l'umore. Un complesso equilibrato delle vitamine di B è essenziale per energia e per i livelli di ormone d'equilibratura. Un articolo nel giornale della psicofarmacologia ha descritto uno studio di 76 uomini più anziani che sono stati dati la vitamina b6 o il placebo e poi sono stati provati sulla funzione di memoria. Gli autori hanno concluso che la vitamina b6 ha migliorato la registrazione ed il reperimento delle informazioni (Deijen JB ed altri 1992). Un altro studio ha esaminato la carenza di vitamina b12 relativamente a danno ed alla neuropatia di memoria in gente più anziana ed ha concluso che sia il danno che la neuropatia di memoria possono essere diretti con successo con le iniezioni di vitamina b12 o il completamento (Carmel R 1996). Uno studio ha determinato che i bassi livelli di folato (una vitamina di B) sono associati con i deficit conoscitivi e che i pazienti hanno trattato con acido folico per i 60 giorni ha mostrato un miglioramento significativo sia nella memoria che nell'efficienza dell'attenzione (Fioravanti MFE 1997).

http://www.lef.org/protocols/neurological/ mild_cognitive_impairment_01.htm

Prodotti descritti

Capsule della miscela del prolungamento della vita

La miscela del prolungamento della vita risparmia il tempo ed i soldi combinando i supplementi più popolari degli elementi nutritivi in un prodotto, eliminante la necessità di prendere le bottiglie separate del complesso B, le vitamine C ed E, gli integratori minerali e molto più che sarebbero richiesti per raggiungere gli stessi effetti. La miscela del prolungamento della vita fornisce gli antiossidanti più potenti, compresi l'acqua e vitamina C solubile nel grasso, la forma ideale di alfa vitamina E e gli estratti della pianta che contribuiscono a proteggere da danno cellulare del DNA. Altri ingredienti nella miscela del prolungamento della vita migliorano i modelli utili di metilazione del DNA e contribuiscono a mantenere già il controllo glycemic ed i livelli sani di LDL in quelli all'interno di gamma normale.

http://www.lef.org/newshop/items/item01234.html

Capsule del beta-carotene

Il beta-carotene è il precursore più potente a vitamina A, ma la sua conversione a vitamina A nel corpo è limitata da un sistema di risposte. È un antiossidante importante per diritto proprio ed uno che possono aumentare fino soltanto ai livelli tossici in circostanze rare. Gli aiuti del beta-carotene sostengono la salute immune migliorando la funzione della ghiandola del timo.

http://www.lef.org/newshop/items/item00664.html

Rivista del prolungamento della vita

Miglioramento della funzione conoscitiva con il pregnenolone

Come conseguenza di invecchiamento normale, i livelli di ormone chiave diminuiscono, con conseguente impatto nocivo sulla memoria e sulla funzione conoscitiva. Gli scienziati ritengono che il pregnenolone dell'ormone abbia vasto potenziale per il mantenimento della funzione conoscitiva sana e possa essere “il rinforzatore di memoria più potente eppure hanno riferito.„
http://www.lef.org/magazine/mag2007/nov2007_report_pregnenolone_01.htm

Se avete domande o le osservazioni riguardo a questi emissioni di passato o dell'edizione di prolungamento della vita aggiornano, inviile a ddye@lifeextension.com o chiami 954 202 7716.

Per vita più lunga,

Dayna Dye
Redattore, aggiornamento del prolungamento della vita
ddye@lifeextension.com
954 766 8433 estensione 7716
www.lef.org

Firmi su per l'aggiornamento del prolungamento della vita a http://mycart.lef.org/Memberships/NewsSubscription.aspx

L'aiuto ha sparso le buone notizie circa vivere più lungo e più sano. Trasmetta questo email ad un amico!

Osservi le emissioni precedenti dell'aggiornamento del prolungamento della vita nell'archivio del bollettino.