Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Aggiornamento del prolungamento della vita

Articolo descritto prolungamento della vita

29 ottobre 2010

La maggior assunzione dell'acido grasso omega-3 si è collegata con più a basso rischio del periodontitis

La maggior assunzione dell'acido grasso omega-3 si è collegata con più a basso rischio del periodontitis

Un articolo pubblicato nel giornale dell'associazione dietetica americana riferisce che il periodontitis, una malattia caratterizzata da infiammazione delle gomme e lo sviluppo delle tasche fra i denti e le gomme che possono condurre a perdita del dente, è meno prevalenti fra quelli con un'più alta assunzione degli acidi grassi omega-3. Gli acidi grassi Omega-3 includono l'acido eicosapentanoico, l'acido docosaesaenoico e l'acido alfa-linoleico e spesso sono ridotti nella dieta occidentale media in confronto agli acidi grassi omega-6.

Asghar Z. Naqvi, il MPH, MNS di Beth Israel Deaconess Medical Center a Boston ed i colleghi dalla facoltà di medicina di Harvard e dalla scuola di Harvard della salute pubblica hanno valutato i dati da 9.182 uomini e donne che hanno partecipato all'indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salute (NHANES) fra 1999 e 2004. Le visite odontoiatriche hanno determinato la presenza di periodontitis e le risposte dietetiche di intervista e del questionario sono state valutate per l'assunzione di EPA, di DHA e di acido linolenico da alimento e dai supplementi.

Periodontitis è stato individuato in 8,2 per cento degli oggetti. Fra quelli di cui l'assunzione di DHA dalla dieta e completa era fra un terzo principale dei partecipanti, c'era i 20 per cento più a basso rischio della malattia rispetto a quelle di cui l'assunzione era fra il terzo più basso. Per gli oggetti nel terzo superiore dell'assunzione di EPA, il rischio ha stato in media 15 per cento più basso. Nessun'associazione statisticamente significativa è stata osservata fra il periodontitis e l'acido linolenico.

“Abbiamo trovato che assunzione dell'acido grasso omega-3, specialmente acido docosaesaenoico (DHA) e l'acido eicosapentanoico (EPA), è associato inversamente con il periodontitis nella popolazione degli Stati Uniti,„ il Dott. Naqvi abbiamo concluso. “Fin qui, il trattamento del periodontitis soprattutto ha compreso l'applicazione dell'antibiotico del locale e di pulizia meccanica. Quindi, una terapia dietetica, se efficace, potesse essere un metodo meno costoso e più sicuro per la prevenzione ed il trattamento del periodontitis. Dato la prova che indica un ruolo per gli acidi grassi omega-3 in altre circostanze infiammatorie croniche, è possibile che trattare il periodontitis con gli acidi grassi omega-3 potrebbe avere il beneficio aggiunto di impedire altre malattie croniche connesse con infiammazione, compreso il colpo pure.„

In un editoriale accompagnante, Elizabeth Krall Kaye, PhD dell'università di Boston Henry M. Goldman School di odontoiatria nota che prima della ricerca corrente pochi studi avevano valutato l'effetto degli acidi grassi polinsaturi omega-3 o omega-6 sulla malattia periodentale. “La forza dell'associazione fornisce i motivi coercitivi per gli studi longitudinali futuri e test clinici per definire i livelli dell'assunzione e le fonti ottimali omega-3 per la prevenzione ed il trattamento della malattia periodentale,„ scrive. “Gli studi futuri dovrebbero anche studiare come la malattia periodentale e le malattie infiammatorie sistemiche interagiscono riguardo ai requisiti omega-3 in moda da potere sviluppare un insieme unificato delle raccomandazioni dietetiche che assicurano i benefici per il più grande segmento possibile della popolazione.„

Stampatore Friendly Risparmi come PDF Invii con la posta elettronica questa pagina Archivio di vista Sottoscriva oggi
Preoccupazione di salute Punto culminante del prolungamento della vita

Periodontitis e cavità

Le malattie periodentali, compreso gengivite e il periodontitis, sono malattie infiammatorie che danneggiano le strutture portanti che ancorano i denti sul posto (periodontium). La gengivite e il periodontitis sono circostanze relative: se lasciato non trattato, a gengivite, o ad infiammazione del tessuto gengivale (gomme), può diventare il periodontitis, una circostanza più seria.

Durante il periodontitis, il tessuto sano della gomma è trasformato da rosa e da costante, con i margini del coltello fra il tessuto molle ed il dente, all'infiammato a e rosso. Finalmente, il tessuto tira a partire dal dente, concedente intasca per formarsi. Queste tasche possono essere misurate con una sonda speciale durante il controllo generale dentario standard. Qualunque tasca oltre approfondito 3 millimetri significa la gengivite; una tasca oltre 5 millimetri significa solitamente il periodontitis.

A causa dell'associazione fra la malattia di gomma e l'infiammazione sistemica, i ricercatori hanno cominciato ad esaminare le sostanze nutrienti antinfiammatorie nel contesto della malattia di gomma. In uno studio, 30 adulti con la malattia di gomma sono stati dati vari acidi grassi polinsaturi, compreso gli acidi grassi omega-3 dall'olio di pesce (fino a 3000 mg quotidiani) e dagli acidi grassi omega-6 da olio di borragine (fino a 3000 mg quotidiani). Alla conclusione dello studio, i miglioramenti significativi sono stati misurati clinicamente sia nell'infiammazione gengivale che nella profondità delle tasche della gomma (Rosenstein ED ed altri 2003). Un altro studio umano preliminare ha trovato che gli acidi grassi omega-3 hanno teso a ridurre l'infiammazione, ma ha richiesto la ricerca più accurata (Campan P ed altri 1997). Tuttavia, alla luce del collegamento stabilito fra gli acidi grassi omega-3 e omega-6 e l'infiammazione e della mancanza di effetti collaterali, per la gente degli acidi grassi è ragionevole con la malattia di gomma studiare la possibilità di usando questi supplementi. Altri supplementi antinfiammatori includono lo zenzero e la curcumina, sebbene nessuno di questi sia stato studiato nel contesto della malattia di gomma infiammatoria.

Edizione di prima della rivista di forma fisica del prolungamento della vita ora online!

Rivista di forma fisica del prolungamento della vita

Nessuna altra pubblicazione scopre i risultati più scientifici circa antinvecchiamento e prevenzione delle malattie che il prolungamento della vita Magazine®.

Che cosa non è coperto estesamente è dati del nucleo duro circa forma fisica, un argomento che molti membri del prolungamento della vita danno la priorità a.

Per rimediare a questa carenza, abbiamo creato la forma fisica di Extension® di vita — un'assolutamente nuova rivista che discute i profili di benessere della celebrità, i regimi professionali, le punte di forma fisica e la scienza facile da usare che sottolinea la forza funzionale ed il benessere fisico.

Clicchi appena qui per leggere la forma fisica di Extension® di vita in extenso. È divertimento, veloce, informativo… un'intera nuova presa sulla scienza di forma fisica basata sui criteri scientifici esigenti del prolungamento della vita.

Prodotti descritti

Resveratroli ottimizzati con gli attivi sinergici della Uva-bacca

aggiunga al carretto

I risultati da letteratura scientifica pubblicata indicano che i resveratroli possono essere l'estratto della pianta più efficace per il mantenimento della salute ottimale e la promozione della longevità. Il resveratrolo è una fitoalessina, un antibiotico naturale della pianta che è prodotto da Vitis vinifera in risposta all'attacco dalle muffe.

Il resveratrolo ottimizzato del prolungamento della vita ora caratterizza il fisetin, un flavonoide poco noto che è il sesto composto indicato per simulare un simile modello giovanile di espressione genica come caloria restrizione-senza modifica dietetica significativa. Nello sviluppo più emozionante fin qui, questo composto novello (fisetin) può anche migliorare gli effetti dei resveratroli.

Il più abbondante in fragole, fisetin ha il potere “di inserire„ le molecole potenti di segnalazione delle cellule che sostengono l'espressione genica giovanile, la protezione del DNA e la funzione cellulare sana.

Concentrato proteico della soia

aggiunga al carretto

La proteina di soia e gli isoflavoni (phytoestrogens) hanno guadagnato la considerevole attenzione per il loro ruolo potenziale nella promozione della salute cardiovascolare. I test clinici e gli studi sugli animali hanno indicato che l'ingestione degli aiuti delle proteine di soia mantiene i profili sani del lipido del sangue, compreso l'aiuto mantengono il trigliceride, il colesterolo di LDL e livelli di colesterolo di HDL già all'interno di gamma normale.

Il concentrato proteico della soia fornisce una fonte concentrata molto economica di proteina di soia per coloro che desidera aumentare la loro proteina dell'alimento con questo supplemento conveniente. Venticinque grammi di proteina di soia al giorno, come componente di una dieta bassa in grasso saturo e colesterolo, possono ridurre il rischio di malattia cardiaca.

Archivio di notizie

Aggiornamento del prolungamento della vita

Che cosa è caldo

Prolungamento della vita Magazine®

Se avete domande o le osservazioni riguardo a questi emissioni di passato o dell'edizione di prolungamento della vita aggiornano, inviile a ddye@lifeextension.com o chiami 954 202 7716.

www.lef.org
Firmi su per l'aggiornamento del prolungamento della vita

Per le indagini di servizio di assistenza al cliente, invii con la posta elettronica prego customerservice@lifeextension.com o chiami 1 800 678 8989.

Per permesso del copyright, riferisca prego alla politica del copyright del prolungamento della vita.