Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Aggiornamento del prolungamento della vita

I livelli in diminuzione di vitamina D si sono collegati per lasciarsi prendere dal panico, la depressione

I livelli in diminuzione di vitamina D si sono collegati per lasciarsi prendere dal panico, la depressione

Martedì 12 febbraio 2013. In un articolo che è stato publicato online il 21 gennaio 2013 in nutrizione clinica del giornale, ricercatori all'istituto del UCL di Londra del rapporto che di salute dei bambini un'associazione fra la vitamina D riduttrice livella e un rischio aumentato di disordine e di depressione di panico.

Lo studio ha incluso 5.966 uomini e donne iscritti al gruppo della nascita di 1958 Britannici, che ha consistito di 18.558 individui sopportati nel marzo 1958 chi sono stati seguiti all'età di 50 anni. Questionari quando che i partecipanti erano 45 anni informazioni ottenute su tale vitamina D lo stile di vita riferito amministrato scompone come l'assunzione dei supplementi oleosi di vitamina D e del pesce, tempo passato fuori, indice di massa corporea ed altri fattori. I campioni di sangue raccolti durante lo stesso anno sono stati analizzati per 25 livelli di hydroxyvitamin D e le interviste hanno accertato della presenza di disordini medici comuni compreso la depressione, l'ansia, il panico e le fobie. I questionari supplementari amministrati a 50 anni hanno identificato e segnato i sintomi depressivi.

Avere un livello sufficiente di vitamina D almeno di 75 nanomoles per litro (nmol/L) all'età di 45 è stato associato con i 43 per cento più in basso ha regolato il rischio di depressione e i 67 per cento più a basso rischio di avere disordine di panico in confronto agli oggetti di cui i livelli erano di meno di 25 nmol/L. Quando i sintomi depressivi all'età 50 sono stati esaminati, 25 livelli di hydroxyvitamin D che variano da 50 a 85 nmol/L sono stati associati con il più a basso rischio della depressione dopo adeguamento per parecchi fattori. Jane Maddock ed i suoi co-author rilevano che l'associazione fra il più alta vitamina D livella ed hanno ridotto il rischio della depressione possono essere dovuto gli effetti della vitamina su serotonina o su altri neurotrasmettitori.

“L'alto carico dei disordini mentali e comportamentistici e l'alta prevalenza concorrente del punto culminante mondiale di insufficienza di vitamina D l'importanza potenziale dei nostri risultati,„ gli autori scrivono. “I nostri risultati indicano che il minimo 25 (l'OH) D è associato con più alta prevalenza della depressione e del panico e che 25 (l'OH) D sono modestamente e collegato non-lineare con i sintomi depressivi successivi.„

“Il lavoro più ulteriormente futuro e sperimentale è richiesto di ripiegare questi risultati, chiarire la causalità e stabilire lo stato di 25 più efficace (l'OH) D per il massimo beneficio„ che concludono.

ombra
Che cosa è caldo Punto culminante

La vitamina D ha dovuto dalle donne mantenere la salute conoscitiva

Che cosa è caldo

L'edizione dell'ottobre 2012 delle pubblicazioni delle serie A di gerontologia: Le scienze biologiche e le scienze mediche hanno pubblicato il risultato degli studi intrapresi da Yelena Slinin, il MD, ms, del centro medico dell'amministrazione di veterani di Minneapolis che ha scoperto un effetto protettivo per i livelli elevati di vitamina D contro lo sviluppo del declino conoscitivo in donne.

Lo studio ha incluso 6.257 donne iscritte allo studio delle fratture osteoporotiche. Il hydroxyvitamin D del siero 25 è stato misurato sopra l'iscrizione e le prove della funzione conoscitiva sono state amministrate all'inizio dello studio ed a seguito dopo quattro anni. Le donne con i bassi livelli di vitamina D di meno di 10 nanograms per millilitro (ng/ml) hanno fatte alterare conoscitivo un rischio maggior 60 per cento di danno conoscitivo all'inizio dello studio e un rischio maggior 58 per cento di diventare sopra seguito in confronto a quelli di cui i livelli erano almeno 30 ng/ml.

In un altro studio ha pubblicato nell'edizione del novembre 2012 dello stesso giornale, Cedric Annweiler, il MD, PhD, dell'ospedale universitario Angers in Francia e la sua associa il rapporto un'associazione fra l'assunzione riduttrice di vitamina D e un maggior rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer. Lo studio ha incluso 498 donne più anziane iscritte in epidemiologia dello studio di gruppo di Tolosa di osteoporosi. I questionari dietetici amministrati all'inizio dello studio sono stati analizzati per l'assunzione della vitamina D dalle fonti dell'alimento. Su un periodo di sette anni, 70 partecipanti hanno sviluppato il morbo di Alzheimer. In confronto a coloro che non ha sviluppato la demenza o non ha sviluppato altri tipi di demenze, le donne che si sono sviluppate morbo di Alzheimer hanno consumato meno vitamina D. Quando i partecipanti sono stati raggruppati secondo l'assunzione di vitamina D, quelli nell'un quinto principale sono stati trovati per avere i 77 per cento più a basso rischio di Alzheimer confrontato al quinto più basso.

Questi studi ed altri, rinforzano l'importanza della vitamina D nel mantenimento di salute conoscitiva nel corso di una vita.

Documentario libero: La guerra con salute

 

 

Questo nuovo film dal documentario-creatore premiato Gary Null consegna la prova irrefutabile quanto a perché abbiamo così poche cure per le malattie mortali. . . e come le ditte farmaceutiche macellano ogni anno decine di migliaia di Americani con l'impunità con le droghe approvate dalla FDA micidiali.

Vedi per voi stesso perché la pratica medica clinica sta avanzando a passo di lumaca, mentre il governo federale va alle lunghezze straordinarie timbrare fuori coloro che cerca gli approcci naturali e più innovatori a prevenzione delle malattie ed al trattamento.

La guerra contro la nostra salute ha penetrato il governo, l'accademia ed i media ad un tal grado che nessuna spiegazione del breve discorso esporrà la grandezza del problema che affrontiamo. Ma questo film fa!

Così faccia un favore enorme. Osservi la guerra con salute* qui ed ora… perché dovete sapere. Poi dividalo con i vostri amici. . . perché fanno, anche!

*Funded in parte da una concessione educativa dal prolungamento della vita Foundation®.

Ultimi supplementi

Il vostro migliore investimento,
da Edwin Lee, MD, FACS

Oggetto #33848

aggiunga al carretto

Il vostro migliore investimento: I segreti ad un corpo e ad una mente sani, da Edwin Lee, MD rivela le verità dietro l'obesità, l'ipertensione, la sterilità, la malattia autoimmune, la perdita di memoria, la malattia cardiaca, il colpo, il cancro ed il diabete, mentre esplorando il collegamento comune compartecipe da tutte queste preoccupazioni di salute: livelli elevati dell'insulina. Questo libro rivoluzionario è basato sui numerosi studi medici e comprende le ricette create dai dietisti specificamente per il Dott. Lee ed il suo piano innovatore e bifase del pasto.

Formula 102 dell'aglio di Kyolic®

Capsule del bitartrato di DMAE, 150 mg, 200 capsule
Oggetto #00257

aggiunga al carretto

DMAE (2-dimethylaminoethanol) è conosciuto per stabilizzare le membrane cellulari. La degradazione della membrana cellulare è stata proposta come uno dei meccanismi principali di invecchiamento normale. DMAE è un precursore a colina e ad acetilcolina. La colina dentro le cellule è convertita in fosfatidilcolina ed è utilizzata nella costruzione e nella riparazione delle membrane cellulari, particolarmente nel cervello.

ombra

Punto culminante

Aggiornamento del prolungamento della vita Che cosa è caldo
Livelli elevati di vitamina D correlati con meno depressione Vitamina D per diabete e la depressione
L'associazione di sostegno di studi di più alta vitamina D livella con riduzione di rischio di malattia Pensi la D per demenza
Bassi livelli di vitamina D collegati con la depressione Vitamina D della dose elevata sicura ed efficace nel miglioramento del benessere di inverno
       
Prolungamento della vita Magazine® Argomenti di salute
Difendendosi dai pericoli della carenza di vitamina D Depressione
Cuore e mente: il collegamento pericoloso fra la malattia cardiaca e la depressione Ansia
Vitamina D: l'essenziale sottovalutato Disordine affettivo stagionale
       

ombra