RNA


Indice
immagine Il ruolo delle fonti dietetiche di nucleotidi nella funzione immune: una rassegna
immagine La biochimica e la fisiologia dei nucleotidi
immagine Malnutrizione inversa dei nucleotidi dietetici e da immunosoppressione indotta da inedia

barra

Il ruolo delle fonti dietetiche di nucleotidi nella funzione immune: una rassegna

J Nutr (STATI UNITI) agosto 1994, 124 (8 supplementi) p1442S-1446S

ANNUNCIO di Kulkarni; Rudolph FB; Dipartimento di Van Buren CT di chirurgia, università di Texas Medical School a Houston 77030.

Le fonti dietetiche di purine e di pirimidine preformate sembrano essere importanti per la funzione ottimale della risposta immunitaria cellulare. Precedentemente è stato presupposto che i nucleotidi non fossero necessari per crescita e sviluppo normale, ma i risultati descritti in questo esame dimostrano un'esigenza dei nucleotidi nella risposta alle sfide immunologiche. Questo effetto è probabilmente dovuto un requisito delle pirimidine preformate per lo sviluppo e l'attivazione adeguati delle cellule di T. L'esigenza delle fonti di nucleotidi preformati nelle formule definite quali le formule parenterali e enterali e le formule infantili è suggerita dagli studi esaminati sotto. (19 Refs.)



La biochimica e la fisiologia dei nucleotidi

J Nutr (STATI UNITI) gennaio 1994, 124 (1 supplemento) p124S-127S

Istituto di Rudolph FB delle scienze biologiche e della bioingegneria, Rice University, Houston, TX 77005.

I nucleotidi sono esteri del fosfato dei nucleosidici che contengono uno zucchero collegato attraverso un legame glicosidico con le basi della pirimidina e della purina. I nucleotidi della pirimidina e della purina sono componenti importanti delle cellule che compongono le unità monomeriche di DNA e di RNA e funzionano in tutti i processi cellulari. La biosintesi, l'inter conversione, il catabolismo ed altri aspetti del metabolismo del nucleotide, con i vari ruoli cellulari dei nucleotidi, saranno discussi e l'uso possibile delle fonti dietetiche di purine e di pirimidine preformate sarà considerato. (7 Refs.)



Malnutrizione inversa dei nucleotidi dietetici e da immunosoppressione indotta da inedia

Pizzini RP; Kumar S; ANNUNCIO di Kulkarni; Rudolph FB; Dipartimento di Van Buren CT di chirurgia, università di Texas Medical School, Houston 77030.

Incurvi Surg (STATI UNITI) gennaio 1990, 125 (1) p86-9; discussione 90

Il requisito delle fonti dietetiche del nucleotide della funzione a cellula T dell'assistente massimo è stato dimostrato. L'effetto della restrizione dietetica del nucleotide è stato provato durante le due forme di sforzo nutrizionale: inedia e malnutrizione della proteina. Nel modello di inedia, i topi sono stati alimentati liberamente la dieta, il nucleotide o il nucleotide del cibo completato liberamente con 0,25% RNA del lievito, per almeno 4 settimane. Gli animali poi sono stati morti di fame per i 5 giorni, quando sono stati uccisi e le analisi del mitogene sono state eseguite facendo uso delle cellule della milza. Gli animali precedentemente mantenuti sulla dieta senza nucleotide completata con RNA hanno mostrato un importante crescita in concanavalina spontanea A e phytohemagglutinin-hanno stimolato la blastogenesi. La malnutrizione della proteina è stata indotta alimentando a topi di Balb/c una dieta senza proteine per i 7 - 10 giorni. Questi topi poi hanno ricevuto la dieta senza proteine, la dieta senza nucleotide, o la dieta senza nucleotide completata con 0,25% RNA del lievito. Le analisi Popliteal di linfonodo poi sono state eseguite. La dieta del cibo, la dieta senza nucleotide e la dieta senza nucleotide completata con 0,25% RNA del lievito principali ad un ripristino del peso corporeo, ma soltanto del cibo e delle diete completate hanno ristabilito la reattività immune popliteal significativa di linfonodo. Questi studi facendo uso dei modelli di proteina-malnutrizione e di inedia indicano chiaramente il ruolo nutrizionale dei nucleotidi nel mantenimento e nel ripristino della risposta immunitaria.

immagine