OLIO DELL'ENAGRA

INDICE

Il ruolo degli acidi grassi e delle prostaglandine essenziali nella sindrome premestruale

Efficacia degli oli naturali come fonti di acido linolenico del ‑ di gamma per correggere le anomalie periferiche di velocità di conduzione del nervo in ratti diabetici: Modulazione tramite inibizione del trombossano A2

Confronto degli effetti del petrolio e dei trigliceridi dell'enagra che contengono acido gamma-linolenico su conduzione e sul flusso sanguigno del nervo nei ratti diabetici.

Sclerosi a placche: La base razionale per il trattamento con la colchicina e l'enagra lubrificano

Effetti di una combinazione di petrolio dell'enagra (acido linolenico di gamma) e di acido (eicosapentanoico + docahexaenoic) dell'olio di pesce contro magnesio e contro placebo nell'impedire pre eclampsia del ‑.

Ossido di azoto carente responsabile del flusso sanguigno riduttore del nervo in ratti diabetici: gli effetti della L NOME del ‑, della L arginina del ‑, della nitroprusside del sodio e dell'enagra lubrificano.

Effetti del completamento dietetico su autoimmunità nel topo di MRL/lpr: Un'inchiesta preliminare

Un placebo della prova alla cieca ha controllato la prova del marinaio di Efamol sui sintomi del giunto e della pelle dell'artrite psoriasica.

Olio dell'enagra in pazienti con l'artrite reumatoide e gli effetti collaterali degli anti-infiammatori non steroidei.

Metabolismo essenziale della prostaglandina e dell'acido grasso nella sindrome di Sjogren, nella sclerosi sistemica e nell'artrite reumatoide.

Uno studio controllato randomizzato del petrolio dell'enagra e dell'olio di pesce nella colite ulcerosa


OLIO DELL'ENAGRA

Il ruolo degli acidi grassi e delle prostaglandine essenziali nella sindrome premestruale

Horrobin DF

Med di J Reprod (U.S.A.), 1983, 28/7 (465-468)

 

Molte delle caratteristiche della sindrome premestruale sono simili agli effetti prodotti tramite l'iniezione di prolattina. Alcune donne con la sindrome premestruale hanno elevato i livelli della prolattina, ma nel maggior parte le concentrazioni della prolattina sono normali. È possibile che le donne con la sindrome siano anormalmente sensibili agli importi normali di prolattina. È provato che la prostaglandina Esub 1, derivato dagli acidi grassi essenziali dietetici, può attenuare le azioni biologiche di prolattina e quella in assenza della prostaglandina Esub 1 prolattina ha esagerato gli effetti. I tentativi sono stati fatti, quindi, per curare le donne che hanno avute la sindrome premestruale con acido gamma-linolenico, un precursore essenziale dell'acido grasso della prostaglandina Esub 1. acidi Gamma-linolenici è trovato in essere umano, ma non in mucche, latte ed in olio dell'enagra, la preparazione utilizzata in questi studi. Tre la prova alla cieca, gli studi controllati con placebo, uno grande apre lo studio sulle donne che avevano venuto a mancare altri generi di terapia per la sindrome premestruale ed una grande apre lo studio sui nuovi pazienti che tutte hanno dimostrato che l'olio dell'enagra è un trattamento altamente efficace per la depressione e l'irritabilità, il dolore del seno e la tenerezza e la conservazione fluida connessa con la sindrome premestruale. Le sostanze nutrienti conosciute per aumentare la conversione degli acidi grassi essenziali alla prostaglandina Esub 1 includono il magnesio, la piridossina, lo zinco, la niacina e l'acido ascorbico. Il successo clinico ottenuto con alcune di queste sostanze nutrienti può in parte riferirsi ai loro effetti sul metabolismo essenziale dell'acido grasso.

 

Efficacia degli oli naturali come fonti di acido linolenico del ‑ di gamma per correggere le anomalie periferiche di velocità di conduzione del nervo in ratti diabetici: Modulazione tramite inibizione del trombossano A2

Pranza il KC, la chiavetta il mA, Ne di Cameron.
Dipartimento delle scienze biomediche, università di Aberdeen, istituto universitario di Marischal, Scozia, Regno Unito

Leucotrieni delle prostaglandine ed acidi grassi essenziali (Regno Unito), 1996, 55/3 (159 ‑ 165)

 

La velocità riduttrice della conduzione del nervo (NCV) in diabete sperimentale può essere impedita dall'olio dell'enagra (PE), che è ricco in acido linolenico del ‑ di gamma (GLA). Questo studio ha esaminato l'efficacia delle fonti naturali di GLA, ribes nero (BC), la borragine (BO) e gli oli fungosi (FU), rispetto al PE, nella correzione il motore e dei deficit sensoriali di NCV nei ratti diabetici del ‑ di streptozotocin ed in tutto il contributo potenziale della sintesi A2 facendo uso dell'antagonista di TX, ZD1542 del trombossano (TX), da solo ed insieme con gli oli dei ricchi del ‑ di GLA. Il motore sciatico NCV, 20% riduttore entro 8 settimane del diabete, parzialmente (16%) era corretto 2 dal trattamento di settimane ZD1542. 1% BC, il completamento dietetico della BO, di FU e del PE ha causato i miglioramenti di 11%, di 32%, di 41% e di 53% NCV, rispettivamente. Una dieta del PE di 2%, abbinante più molto attentamente l'assunzione di GLA dagli altri oli, ha causato la correzione di 67%. Il trattamento unito oil/ZD1542 ha prodotto ulteriori miglioramenti del motore NCV per BC e, specialmente, la BO. Un deficit safeno sensoriale 13% di NCV in ratti diabetici è stato migliorato da 31%, da 24%, da 49%, da 81%, da 70% e da 94% per ZD1542, BC, la BO, FU, PE e PE di 2%, rispettivamente. Trattamento unito ulteriore NCV migliore dell'olio del ‑ ZD1542, specialmente per la BO. Di conseguenza, l'efficacia contro la neuropatia diabetica sperimentale non è prevedibile dal contenuto di GLA degli oli naturali, PE che superano coerente BC, BO e FU. TXA2 aumentato con il diabete ha dato un contributo secondario ai deficit di NCV, ma il blocco ha migliorato la risposta in BO.

 

Confronto degli effetti del petrolio e dei trigliceridi dell'enagra che contengono acido gamma-linolenico su conduzione e sul flusso sanguigno del nervo nei ratti diabetici.

Pranza il KC, il Ne di Cameron, la chiavetta mA.
Dipartimento delle scienze biomediche, università di Aberdeen, Scozia, Regno Unito

J Pharmacol Exp Ther (Stati Uniti) aprile 1995

 

Lo scopo era di accertare di se la capacità del trattamento dell'olio dell'enagra (EPO) di correggere la disfunzione periferica del nervo in ratti streptozotocin-diabetici dipende da un acido gamma-linolenico (GLA) - contenere il costituente del trigliceride, la mono-gamma-linolenat la e (DLMG) dei Di-linolein. Un secondo obiettivo era di studiare se la conformazione del trigliceride di GLA colpisce l'efficacia, facendo uso del tri gamma linolenato (TGLA), che non è assente in EPO. In terzo luogo, abbiamo esaminato le azioni di questi oli contenenti dell'acido grassi essenziali omega-6 sul flusso sanguigno del nervo sciatico per stabilire un meccanismo comune. Dopo 6 settimane del diabete, la velocità sciatica della conduzione del nervo motore (NCV) era 21% riduttore. Il trattamento di EPO ha causato gli aumenti dipendenti dalla dose in NCV che ha raggiunto l'asintoto nei 7 giorni. DLMG e TGLA, alle dosi abbinate per il contenuto di GLA, hanno avuti effetti indistinguibili da quelli dell'EPO. Il flusso sanguigno sciatico, 47,2% riduttori dal diabete, parzialmente è stato normalizzato dall'EPO, da DLMG e da TGLA. Al contrario, l'olio di girasole (che non contiene GLA) non ha alterato NCV o il flusso sanguigno. I dati quindi forniscono la prova ben fondata che DLMG è il componente attivo dell'EPO e suggeriscono che la correzione di disfunzione del nervo comprenda un'azione vascolare. La configurazione precisa del trigliceride di GLA non sembra determinante per i suoi effetti in neuropatia diabetica sperimentale.

 

Sclerosi a placche: La base razionale per il trattamento con la colchicina e l'enagra lubrificano

Horrobin DF

Med Hypotheses (Inghilterra), 1979, 5/3 (365 ‑ 378)

 

La sclerosi a placche (ms) è una malattia senza il trattamento conosciuto. In considerazione di questo e dei suoi pazienti distressing della natura sono attirati da tutti i nuovi concetti. Poichè una reazione al questo neurologi è a volte eccessivamente scettica e non riesce a considerare seriamente i nuovi approcci. I tentativi recenti sono stati fatti di trattare la sclerosi a placche con gli acidi grassi polinsaturi e con la colchicina. Questo approccio non è arbitrario e saldamente è collegato nei concetti scientifici di base fondamentali. In pazienti con la sclerosi a placche c'è prova sia di un'anomalia nel metabolismo essenziale dell'acido grasso che un'anomalia in linfocita funziona. Ora è evidente che l'anomalia dell'acido grasso può causare l'anomalia del linfocita e che entrambi possono essere migliorati tramite manipolazione dietetica. C'è inoltre prova che la demielinizzazione può essere associata con gli episodi infiammatori ricorrenti e con l'entrata di calcio nel citoplasma. La colchicina in vitro è stata indicata per avere azioni compatibili con il regolamento di calcio citoplasmico ed in due malattie caratterizzate dagli episodi infiammatori intermittenti (la sindrome e la febbre Mediterranea familiare di Behcet) è stato trovato per impedire o ridurre la severità di tali episodi. I risultati preliminari indicano che la terapia combinata con il petrolio e la colchicina dell'enagra può essere considerevole utile.

 

Effetti di una combinazione di petrolio dell'enagra (acido linolenico di gamma) e di acido (eicosapentanoico + docahexaenoic) dell'olio di pesce contro magnesio e contro placebo nell'impedire pre eclampsia del ‑.

D'Almeida A, Carter JP, Anatol A, Prost C.
Programma di nutrizione, scuola della salute pubblica e medicina tropicale, Tulane University, New Orleans, LA

Salute delle donne (Stati Uniti) 1992, 19 (2 ‑ del ‑ 3) p117 31

 

In un placebo controllato, il ‑ parzialmente doppio accecato, il test clinico, una combinazione di petrolio dell'enagra e di olio di pesce sono stati confrontati all'ossido di magnesio e ad un placebo nell'impedire pre l'eclampsia del ‑ della gravidanza. Tutti sono stati dati come supplementi nutrizionali per sei mesi ad un gruppo di donne incinte primipare e multiparous. Alcune di queste donne hanno avute personale o storie della famiglia di ipertensione (21%). Soltanto quei pazienti che hanno ricevuto la visita prenatale alla maternità centrale per Luanda sono stati inclusi nello studio. Confrontato al gruppo del placebo (29%), il gruppo che ricevono la miscela dell'acido linolenico del ‑ contenente olio di gamma dell'olio e del pesce dell'enagra (GLA), l'acido eicosapentanoico (EPA) e l'acido docosaesaenoico (DHA) hanno avuti un'incidenza significativamente più bassa dell'edema (13%, p = 0,004). Il gruppo che riceve l'ossido di magnesio ha avuto statisticamente significativo meno oggetti che hanno sviluppato l'ipertensione della gravidanza. C'erano 3 casi di eclampsia, tutti nel gruppo del placebo.

 

Ossido di azoto carente responsabile del flusso sanguigno riduttore del nervo in ratti diabetici: gli effetti della L NOME del ‑, della L arginina del ‑, della nitroprusside del sodio e dell'enagra lubrificano.

Omawari N, Dewhurst m., Vo P, Mahmood S, SteveNS E, Dott. di Tomlinson.
Dipartimento di farmacologia, di Queen Mary e dell'istituto universitario di Westfield, Londra

Br J Pharmacol (Inghilterra) maggio 1996, 118 (1) p186 ‑ 90

 

1. Questo studio ha esaminato il ruolo potenziale di produzione e della risposta alterate dell'ossido di azoto nello sviluppo di ischemia endoneurial in diabete sperimentale. I ratti sono stati anestetizzati (‑ 1 di chilogrammo di mg di pentobarbitone 45 del Na, ‑ di chilogrammo di mg del diazepam 2 1) per la misura di cambiamento continuo di doppler del laser del nervo sciatico e pressione arteriosa sistemica. Le droghe sono state amministrate nel endoneurium sciatico via un microinjector allegate ad una micropipetta di vetro. 2. In due studi separati che confrontano i ratti diabetici (‑ di streptozotocin indotto; il ‑ 8 10 settimane della durata) con i comandi, cambiamento continuo di doppler del nervo in ratti diabetici (studi 1, 116,6 + ‑ 40,4 e studi 2, 90,1 + ‑ 34,7 (s.d.) nelle unità arbitrarie) era circa la metà quello misurato nei comandi (219,6 + ‑ 52,4 e 212,8 + ‑ 95,5 rispettivamente; P < 0,005 per entrambi). Non c'erano differenze significative fra i due nella pressione arteriosa sistemica. 3. L'inibizione di produzione dell'ossido di azoto da un microinjection di 1 nmol L NOME del ‑ nel endoneurium ha diviso in due il cambiamento continuo nei comandi (a 126,3 + ‑ 41,3 negli studi 1 e 102,1 + ‑ 38,9 nello studio 2; entrambe P < 0,001), senza effetto significativo in ratti diabetici, indicanti produzione tonica contrassegnato diminuita dell'ossido di azoto negli ultimi. Il NOME del ‑ di D era senza effetto su cambiamento continuo di doppler del nervo. 4. La L arginina del ‑ (nmol 100), iniettata dopo la L NOME del ‑, contrassegnato ha aumentato il cambiamento continuo nei comandi (di 65,8% (P < 0,03) e 97,8% (P < 0,01) nei due studi) e dagli importi proporzionalmente simili in ratti diabetici [75,8% (P < 0,001) e 60,2% (P < 0,02)]. Il nitro donatore del ‑, nitroprusside del sodio (SNP; 10 effetti avuti di nmol) simili alla L arginina del ‑ in entrambi i gruppi (gli aumenti di 66,0% nei comandi e di 77,5% in diabetici; entrambe P < 0,002). 5. Un secondo gruppo diabetico, curato con l'olio dell'enagra eseguito esattamente come i ratti di controllo rispetto alle risposte alla L NOME del ‑, alla L arginina del ‑ e a SNP. 6. Questi risultati implicano l'ossido di azoto carente nell'ischemia del nervo del diabete e suggeriscono la correzione di ciò come meccanismo di azione dell'olio dell'enagra.

 

Effetti del completamento dietetico su autoimmunità nel topo di MRL/lpr: Un'inchiesta preliminare

La DG di Godfrey, Stimson WH, Watson J, erutta JF, Sturrock RD

Ann Rheum Dis (Regno Unito), 1986, 45/12 (1019-1024)

 

Gli effetti del completamento dietetico dell'acido grasso sui vari parametri di malattia nel modello spontaneamente autoimmune del topo di MRL-mp-lpr/lpr del lupus eritematoso sistemico prima dell'inizio della malattia sono stati studiati. Una dieta carente grassa è stata completata con i seguenti oli: olio d'oliva, olio di girasole, petrolio dell'enagra (EPO), olio di pesce e una miscela del pesce oil/EPO. I topi che ricevono una dieta arricchita con l'EPO hanno mostrato un aumento nella sopravvivenza, come ha fatto quelli ricevere una miscela del pesce oil/EPO. Questi risultati, presi insieme a quelli degli altri parametri controllati, indicano che l'EPO può essere del beneficio nell'alleviazione della forma murina della malattia.

 

Un placebo della prova alla cieca ha controllato la prova del marinaio di Efamol sui sintomi del giunto e della pelle dell'artrite psoriasica.

Veale DJ, Torley HI, Richards IM, O'Dowd A, Fitzsimons C, erutta JJ, Sturrock RD.
Dipartimento di università di medicina, dell'ospedale di Ninewells e della facoltà di medicina, Dundee

Br J Rheumatol (Inghilterra) ottobre 1994, 33 (10) p954-8

 

L'olio di pesce può essere utile nel trattamento della psoriasi ed in RA. Abbiamo esaminato il beneficio potenziale del marinaio di Efamol, una combinazione di petrolio dell'enagra e di olio di pesce nel trattamento di 38 pazienti con lo PsA. I pazienti con lo PsA sono stati inseriti in uno studio controllato placebo della prova alla cieca ed hanno ricevuto 12 capsule marine di Efamol o 12 capsule del placebo quotidiane per 9 mesi. Tutti i pazienti hanno ricevuto le capsule del placebo per i 3 mesi più ancora. Al mese 3 dei pazienti di studio sono stati chiesti di ridurre la loro assunzione di NSAIDs e di mantenere che la diminuzione fornita là non era il peggioramento dei loro sintomi uniti. Le valutazioni cliniche della severità e dell'attività di malattia del giunto e della pelle sono state eseguite a 0, 1, 3, 6, 9 e 12 mesi. Tutte le misure di attività della malattia della pelle compreso la severità, del corpo di percentuale colpito e del prurito erano immutate dal marinaio di Efamol. Il requisito di NSAID è rimanere lo stesso fra entrambi i gruppi del trattamento. Inoltre, non c'era cambiamento dimostrato nell'attività dell'artrite come misurato dalla durata di rigidezza di mattina. Indice articolare di Ritchie, numero dei giunti attivi, esr e CRP. Tuttavia, un aumento in siero TXB2 è stato osservato nel gruppo attivo durante la fase del placebo; inoltre una diminuzione della produzione del leucotriene B4 si è presentata durante il periodo attivo di fase seguito da un profondo aumento durante la fase del placebo che suggerisce un certo effetto antinfiammatorio documentato laboratorio. In conclusione, questo studio suggerisce che il marinaio di Efamol possa alterare il metabolismo della prostaglandina in pazienti con lo PsA, sebbene non abbia prodotto un miglioramento clinico e non abbia permesso la riduzione del requisito di NSAID. Una più grande dose di acido grasso essenziale può essere necessaria produrre un beneficio clinico.

 

Olio dell'enagra in pazienti con l'artrite reumatoide e gli effetti collaterali degli anti-infiammatori non steroidei.

Brzeski m., Madhok R, Capell ha.
Dipartimento di università di medicina, infermeria reale, Glasgow

Br J Rheumatol (Inghilterra) ottobre 1991, 30 (5) p370-2

 

Quaranta pazienti con l'artrite reumatoide e le lesioni gastrointestinali superiori dovuto gli anti-infiammatori non steroidei hanno fornito uno studio controllato placebo di 6 mesi futuro della prova alla cieca sul completamento dietetico con acido gamma-linolenico 540 mg/giorno. Diciannove pazienti hanno ricevuto la terapia attiva (come g/giorno dell'olio 6 dell'enagra) e 21 hanno ricevuto il placebo (g/giorno dell'olio d'oliva 6). Nessun paziente ha fermato la terapia antinfiammatoria non steroidea ma tre pazienti in ogni gruppo hanno ridotto la loro dose. Altri risultati hanno mostrato una riduzione significativa della rigidezza di mattina con acido gamma-linolenico a 3 mesi e la riduzione del dolore e l'indice articolare a 6 mesi con olio d'oliva. Mentre l'acido gamma-linolenico può produrre il miglioramento delicato nell'artrite reumatoide, l'olio d'oliva può stesso avere fino ad ora benefici non riconosciuti.

 

Metabolismo essenziale della prostaglandina e dell'acido grasso nella sindrome di Sjogren, nella sclerosi sistemica e nell'artrite reumatoide.

Horrobin DF

Supplemento di Scand J Rheumatol (Svezia) 1986, 61 p242-5

 

La prova dagli studi biochimici e dagli animali da esperimento indica che anomalie di acido grasso essenziale (EFA) ed il metabolismo del eicosanoid potrebbe condurre ad atrofia della ghiandola salivaria e lacrimale ed ai difetti immunologici e cardiovascolari. Le misure dei livelli del EFA in eritrociti dai pazienti con la sindrome di Sjogren primario hanno indicato che le anomalie sono effettivamente presenti. I test clinici controllati del completamento con acido gamma-linolenico (GLA) come olio dell'enagra (Efamol) sia nella sindrome che nella sclerosi sistemica di Sjogren primario hanno dato i risultati positivi. Ci sono forti discussioni per indicare che la manipolazione specializzata del metabolismo del EFA può avere un ruolo da giocare, non solo nella sindrome di Sjogren ma anche in altri disordini reumatologici. (16 Refs.)

 

Uno studio controllato randomizzato del petrolio dell'enagra e dell'olio di pesce nella colite ulcerosa

Greenfield S.M.; A.T. verde; Teare J.P.; Jenkins a.p.; Punchard N.A.; Ainley C.C.; Thompson R.P.H.

Laboratorio gastrointestinale, Rayne Institute, l'ospedale di St Thomas, Londra SE1 7EH Regno Unito

Aliment Pharmacol Ther (Regno Unito), 1993, 7/2 (159 ‑ 166)

 

In un ‑ del placebo lo studio controllato, 43 pazienti con colite ulcerosa stabile è stato randomizzato per ricevere MaxEPA (n = 16), l'olio eccellente dell'enagra (n = 19), o l'olio d'oliva come placebo (n = 8) per 6 mesi, oltre al loro trattamento usuale. Il trattamento con MaxEPA ha aumentato le concentrazioni rosse nella membrana cellulare del ‑ di acido eicospentaenoic (EPA) a 3 mesi da un popolare di tre ‑ ed a 6 mesi da un popolare di quattro ‑ (entrambe P < 0,01) ed ha raddoppiato i livelli dell'acido docosaesaenoico (DHA) a 6 mesi (P < 0,05). Il trattamento con l'olio eccellente dell'enagra ha aumentato le concentrazioni rosse nella membrana cellulare del ‑ dell'acido linolenico del ‑ di dihomogamma (DGLA) di 40% a 6 mesi (P < 0,05), mentre il trattamento con placebo ha ridotto i livelli di DGLA e di DHA a 6 mesi (entrambi P < 0,05). Il risultato clinico è stato valutato dalle carte pazienti del diario, sigmoidoscopy e dall'istologia degli esemplari rettali di biopsia. La consistenza significativamente migliore eccellente delle feci dell'olio dell'enagra ha confrontato a MaxEPA ed a placebo a 6 mesi e questa differenza è stata mantenuta 3 mesi dopo che il trattamento è stato interrotto (P <0.05). C'era tuttavia, nessuna differenza in frequenza delle feci, emorragia rettale, ricaduta di malattia, aspetto sigmoidoscopic o istologia rettale nei tre gruppi del trattamento. Malgrado manipolazione degli acidi grassi della membrana del ‑ delle cellule, gli oli di pesce non esercitano un effetto terapeutico nella colite ulcerosa, mentre l'olio dell'enagra può essere di un certo beneficio.