Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Estratti

Disordine di iperattività di deficit di attenzione

ESTRATTI

immagine

Trattamenti alternativi per gli adulti con disordine di iperattività di deficit di attenzione.

Arnold LE. Dipartimento di psichiatria, università di Stato di Ohio, Columbus, Ohio 43210, U.S.A. arnold.6@osu.edu

Ann N Y Acad Sci 2001 giugno; 931:310-41

Una rassegna precedente dei trattamenti alternativi (Tx) di ADHD--quelli all'infuori del farmaco psicoattivo e Tx comportamentistico/psicosociale--è stato completato con una ricerca di letteratura supplementare messa a fuoco sugli adulti con ADHD. Tx alternativo ventiquattro è stato identificato, variante nella documentazione scientifica dal discredito degli studi controllati con le mere ipotesi ai test clinici controllati positivi della prova alla cieca. Molti di loro sono applicabili soltanto ad un sottogruppo specifico. Sebbene le diete oligoantigenic (degli poco-alimenti) abbiano prova in modo convincente della prova alla cieca di efficacia per un sottogruppo correttamente selezionato di bambini, non sembrano promettenti per gli adulti. la desensibilizzazione Enzima-rafforzata, la biofeed-back di relaxation/EMG e deleading anche hanno controllato la prova di efficacia. Rivesta di ferro il completamento, il completamento del magnesio, i herbals cinesi, la biofeed-back di elettroencefalogramma, il massaggio, la meditazione, le risposte dello specchio, addestramento percettivo Manica-specifico e la stimolazione vestibolare tutta ha dati pilota futuri di promessa, molti di queste prove ragionevolmente controllate. il megadosage della Unico vitamina ha alcuni dati intriganti di prova pilota. Il completamento dello zinco è sostenuto ipotetico dai dati sistematici di caso-control, ma da nessun test clinico sistematico. L'agopuntura del laser ha dati pilota non pubblicati di promessa e può essere più applicabile agli adulti che i bambini. Il completamento essenziale dell'acido grasso ha dati sistematici di promessa di caso-control, ma i test clinici sono ambigui. Il completamento della vitamina di RDA, i herbals di non cinese, i rimedi omeopatici e la terapia antifungina non hanno dati sistematici in ADHD. Le combinazioni del multivitaminico di Megadose sono probabilmente inefficaci per la maggior parte dei pazienti e sono possibilmente pericolose. La restrizione semplice dello zucchero sembra inefficace. Il completamento dell'aminoacido è leggermente efficace a breve termine, ma non oltre 2-3 mesi. Il trattamento della tiroide è efficace in presenza dell'anomalia documentata della tiroide. Un certo Tx alternativo di ADHD è efficace o probabilmente efficace, ma pricipalmente per i pazienti sicuri. In alcuni casi, sono il Tx della scelta e la valutazione iniziale dovrebbe considerare le eziologie pertinenti. Alcuni non sono riuscito a provare efficace nelle prove controllate. La maggior parte della ricerca di bisogno per determinare se sono efficaci e/o per definire il sottogruppo applicabile. Alcuni di loro, sebbene Tx non più sicuro standard, possano essere preferibili per un sottogruppo eziologico.

Lo zinco modera il trattamento essenziale dell'anfetamina e dell'acido grasso del deficit di attenzione/del disordine dell'iperattività?

Arnold LE, Pinkham MP, Votolato N. Department di psichiatria, università di Stato di Ohio, Columbus, U.S.A. Arnold.6@osu.edu

Bambino Adolesc Psychopharmacol di J 2000 SUMMMER; 10(2): 111-7

Lo zinco è un cofattore importante per metabolismo relativo ai neurotrasmettitori, agli acidi grassi, alle prostaglandine ed alla melatonina ed indirettamente colpisce il metabolismo della dopamina, creduto compreso intimamente nel deficit di attenzione/disordine dell'iperattività (ADHD). Per esplorare la relazione tra nutrizione dello zinco e gli effetti essenziali di supplemento e dello stimolante dell'acido grasso nel trattamento di ADHD, abbiamo analizzato nuovamente i dati da una prova alla cieca tematica 18, il confronto controllato con placebo del trattamento dell'incrocio dell'd-anfetamina e Efamol (olio dell'enagra, ricchi in acido gamma-linolenico). Gli oggetti sono stati categorizzati come zinco-adeguato (n = 5), zinco limite (n = 5) e zinco-carente (n = 8) da capelli, dal globulo rosso e dai livelli dello zinco dell'urina; per ogni categoria, i mezzi di differenza dell'placebo-attivo sono stati calcolati sulle valutazioni degli insegnanti. La risposta controllata con placebo dell'd-anfetamina è sembrato lineare con nutrizione dello zinco, ma la relazione tra la risposta di Efamol e zinco è sembrato a forma di U; Il beneficio di Efamol era evidente soltanto con lo zinco limite. Dimensione di effetto controllato con placebo (il d) di Cohen per entrambi i trattamenti ha variato fino a 1,5 per lo zinco limite ed è caduto a 0.3-0.7 con la carenza di zinco delicata. Se sostenuto tramite la ricerca futura, questa post hoc esplorazione suggerisce che la nutrizione dello zinco possa essere importante per il trattamento di ADHD anche dalla farmacoterapia e se Efamol avvantaggia ADHD, probabilmente fa così migliorando o nutrizione di compensazione dello zinco limite.

Percezioni dello studente di abuso del metilfenidato ad un istituto universitario pubblico di discipline umanistiche.

Q Babcock, Byrne T. Massachusetts College delle discipline umanistiche, Adams del nord, U.S.A.

J Coll Health 2000 novembre; 49(3): 143-5

Con la diagnosi in continuo aumento di disordine dell'iperattività di deficit di attenzione, il metilfenidato è diventato prontamente accessibile nell'ambiente dell'istituto universitario. Parecchie proprietà di metilfenidato indicano la responsabilità di abuso. Un'indagine per quanto riguarda l'uso ricreativo di metilfenidato si è distribuita al corpo di studente ad un pubblico, istituto universitario di discipline umanistiche. Più di 16% degli studenti ha riferito che avevano provato ricreativo il metilfenidato e 12,7% riferiti essi avevano preso per via nasale la droga. L'uso della droga era più comune fra gli studenti tradizionali che fra gli studenti non tradizionali. Fra gli studenti dell'tradizionale-età, i rapporti di uso del metilfenidato erano approssimativamente equivalenti ai rapporti di uso dell'anfetamina e della cocaina. Le condizioni ambientali caratteristiche di vita dello studente di college possono influenzare l'uso ricreativo della droga.

Indagine longitudinale su persistenza di compito e su attenzione continua in bambini con esposizione prenatale della cocaina.

Bandstra es, Morrow CE, Anthony JC, Accornero VH, PA fritto. Dipartimento di pediatria, scuola di medicina dell'university of miami, Miami, FL 33101, U.S.A. ebandstr@med.miami.edu

Neurotoxicol Teratol 2001 novembre-dicembre; 23(6): 545-59

Lo studio presente stima gli effetti longitudinali dell'esposizione prenatale della cocaina sugli indicatori dell'attenzione continua che elabora a 3, 5 e 7 anni in un campione urbano dei bambini afroamericani a termine (235 cocaina-esposti, 207 noncocaine-esposti). Il campione è stato iscritto futuro alla nascita, con documentazione di stato prenatale dell'esposizione della droga con le analisi materne di tossicologia di intervista, dell'urina e di meconium. L'attenzione continua è stata misurata all'età 3 anni facendo uso di una misura standardizzata della persistenza di compito durante il compito provocatorio [G.A. Morgan, N.A. Busch-Rossnagel, C.A. Maslin-Cole e R.J. Harmon, valutazione individualizzata della motivazione di padronanza: Il manuale per 15-36 il mese Children, 1992.] ed alle età 5 e 7 anni facendo uso dei punteggi di errore di omissione dalla prestazione continua automatizzata incarica (CPT) [L. Greenberg, R. Leark, T. Dupuy, C. Corman, C. Kindschi, M. Cenedela, prova delle variabili di attenzione (T.O.V.A. e T.O.V.A. - A.), 22, disordini universali di attenzione, Los Alamitos, CA, 1996; C.K. Conners, il test di performance continuo di Conners (CPT), secondo ed., Multi-salute Systems, Canada, 1995.]. I risultati dalle analisi longitudinali di GLM/GEE dei tre intervalli di tempo misurati sostengono un'influenza stabile dell'esposizione prenatale della cocaina sugli indicatori dell'attenzione continua, dopo il controllo per l'esposizione prenatale all'alcool, alla marijuana, tabacco ed oltre 20 covariate mediche e sociale-demografiche supplementari attirate dalle influenze potenzialmente di confusione valutate durante la nascita e le visite successive di valutazione (D=0.21; 95% CI=0.04, 0,38; P=.017). Questo effetto non è stato mediato dalla crescita fetale o dall'età gestazionale e non è non rimanere altamente stabile con l'aumento dei livelli di controllo di covariata. Esclusivamente, facendo uso dei dati dell'età 7, un modello strutturale di equazioni (SEM) è stato costruito che combina tutti i dati disponibili di analisi biologica e di auto-rapporto per misurare la grandezza dell'esposizione della cocaina nella relazione alla prestazione di compito dell'attenzione. I risultati hanno indicato una pendenza di influenza, con ogni aumento di deviazione standard nel livello di esposizione prenatale della cocaina per quanto riguarda un aumento di deviazione standard di 16% nei punteggi di errore di omissione all'età 7. I risultati globali sostengono un effetto cocaina-specifico stabile sugli indicatori dell'attenzione continua che elabora durante gli anni di prima infanzia. I risultati sono discussi nel contesto della ricerca neurobiologica e comportamentistica che collega l'esposizione prenatale della cocaina a rottura duratura dei sistemi di cervello che contribuiscono il risveglio e l'attenzione.

Relazioni fra gli acidi grassi e lo zinco senza siero e disordine di iperattività di deficit di attenzione: una nota di ricerca.

Bekaroglu m., Aslan Y, Gedik Y, Deger O, Mocan H, Erduran E, Karahan C. Department di psichiatria, università tecnica, facoltà di medicina, Trebisonda, Turchia.

Psichiatria 1996 di Psychol del bambino di J febbraio; 37(2): 225-7

Lo scopo di questo studio è di valutare le relazioni fra gli acidi grassi liberi del siero (FFA) e lo zinco ed il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD). Quarantotto bambini con ADHD (33 ragazzi, 15 ragazze) sono stati inclusi nel gruppo di pazienti e nel volontario sano che 45 i bambini (30 ragazzi, 15 ragazze) hanno costituito il gruppo di controllo. Il livello medio del siero FFA nel gruppo di pazienti era 0,176 +/- 0,102 mEq/L e nel gruppo di controllo, 0,562 +/- 0,225 mEq/L (< .001). Il livello medio dello zinco nel siero di gruppo di pazienti era 60,6 +/- 9,9 micrograms/dl e quello del gruppo di controllo, 105,8 +/- 13,2 micrograms/dl (< .001). Una correlazione statisticamente significativa è stata trovata fra zinco ed i livelli di FFA nel gruppo di ADHD. Questi risultati indicano che la carenza di zinco può svolgere un ruolo in aetiopathogenesis di ADHD. Sebbene osserviamo i livelli in diminuzione di FFA in casi di ADHD, è necessario da determinare se questa circostanza è una causa principale di ADHD o è secondaria alla carenza di zinco.

Deficit di attenzione ed iperattività infantile.

Berdonces JL. Universitat de Barcellona.

Rev Enferm 2001 gennaio; 24(1): 11-4

L'iperattività è un disordine molto comune in bambini (specialmente maschi) che oggi è considerato come sindrome clinica da medicina scientifica. L'associazione psichiatrica americana stabilisce 10 sintomi per diagnosticarla, ma possono essere ripresi in tre caratteristiche: Impulsivity, distrazione ed iperattività. Ci sono modi diversi di trattarlo, ma il farmaco psichiatrico ha rischi importanti in bambini. Da medicina complementare possiamo trovare parecchi aiuti nei modelli cambianti di dieta ed il complemento con le vitamine o i minerali. Il cioccolato, lo zucchero, dolcificanti, gli additivi, preservativi, tinture, può migliorare l'incidenza di questa sindrome; invece il completamento con i lipidi ricchi in latta di PUFA la impedisce. Le vitamine, il magnesio, il rame, il manganese o il calcio di complesso B possono essere interessanti e nella medicina di erbe, le piante sedative come il fiore di passione, la valeriana o la melissa sono gli aiuti utili. Inoltre la liquirizia, il finocchio e le bacche possono essere usati per le azioni fisiologiche differenti.

L'effetto del cloridrato della piridossina sulla serotonina del sangue ed il piradossale fosfatizzano i contenuti in bambini iperattivi.

Bhagavan HN, Coleman m., DB di Coursin

Pediatria 1975 marzo; 55(3): 437-41

Il contenuto di serotonina (hydroxytryptamine) e del fosfato del piradossale (PLP) nel sangue di 11 bambino iperattivo e di 11 comando era risoluto su una base del paziente esterno. Una diminuzione significativa nel contenuto della serotonina è stata trovata in campioni di sangue dai pazienti iperattivi rispetto ai comandi. Non c'erano differenze nel contenuto in PLP di sangue fra i due gruppi. Quattro bambini sono stati selezionati per uno studio sugli effetti del cloridrato della piridossina (vitamina b6) sui bassi livelli della serotonina. Le dosi orali di piridossina hanno provocato un aumento apprezzabile nel contenuto della serotonina e un aumento molto grande nel contenuto di PLP di sangue in questi pazienti iperattivi.

Trattamenti non stimolanti per ADHD.

Biederman J, Spencer T. Pediatric Psychopharmacology Unit, Ospedale Generale di Massachusetts, Boston, mA 02114, U.S.A.

Psichiatria 2000 di Adolesc del bambino di EUR; 9 supplementi 1: I51-9

Abbiamo esaminato la letteratura delle prove del farmaco in ADHD per valutare la portata dei trattamenti non stimolanti disponibili. Vari composti con un'attività dopaminergica noradrenergic/comune hanno indicato l'attività anti--ADHD documentata. C'è un corpo sostanziale di letteratura che documenta l'efficacia degli antidepressivi triciclic su ADHD dentro oltre 1.000 oggetti. Inoltre, il bupropione antidepressivo atipico e il tomoxetine antidepressivo specifico noradrenergic novello inoltre sono stati documentati per essere efficaci nel trattamento di ADHD nei test clinici controllati. Malgrado ampio uso, la base scientifica che sostiene l'efficacia di alpha-2, agonisti noradrenergic continua ad essere limitata. Parecchie linee di prova forniscono il supporto preliminare per i benefici potenziali delle droghe di miglioramento conoscitive colinergiche dentro quali gli inibitori dell'anticolinesterasi (tacrina, donepezil) come pure gli analoghi nicotinici novelli (ABT-418). Malgrado questi risultati di promessa, la più ricerca è necessaria sui trattamenti farmacologici alternativi per il trattamento di ADHD.

Gli alimenti e gli additivi sono cause comuni del disordine iperattivo di deficit di attenzione in bambini.

Boris m., Mandel FS. Centro medico del nord diOspedale-Cornell della riva, Manhasset, New York.

Ann Allergy 1994 maggio; 72(5): 462-8

Il disordine iperattivo di deficit di attenzione (ADHD) è un problema neurophysiologic che è nocivo ai bambini ed ai loro genitori. Malgrado gli studi precedenti sul ruolo degli alimenti, i preservativi e le coloriture artificiali in questa edizione di ADHD rimane discutibili. Questa ricerca ha valutato 26 bambini che rispondono ai criteri per ADHD. Il trattamento con una dieta multipla di eliminazione dell'oggetto ha mostrato che 19 bambini (73%) hanno risposto favorevole, < .001. Sulla sfida aperta, tutti e 19 i bambini hanno reagito a molti alimenti, tinture e/o preservativi. Una sfida dell'alimento controllata placebo della prova alla cieca (DBPCFC) è stata completata in 16 bambini. C'era un miglioramento significativo i giorni del placebo rispetto ai giorni di sfida (P = .003). I bambini atopici con ADHD hanno avuti un tasso di risposta significativamente più alto che il gruppo nonatopic. Questo studio dimostra un effetto benefico di eliminazione gli alimenti reattivi e dei colori artificiali in bambini con ADHD. I fattori dietetici possono svolgere un ruolo significativo in eziologia della maggior parte dei bambini con ADHD.

Psicostimolanti nel trattamento dei bambini diagnosticati con ADHD: rischi e meccanismo di azione.

Breggin, P.R.

Int. J. Med di sicurezza di rischio. 1999; 12: 3-35.

Disponibile non astratto

Acidi grassi polinsaturi a catena lunga in bambini con disordine di iperattività di deficit di attenzione.

JUNIOR di Burgess, Stevens L, Zhang W, Peck L. Department degli alimenti e della nutrizione, università di Purdue, Lafayette ad ovest, in 47907-1264, U.S.A. burgessj@cfs.purdue.edu

J Clin Nutr 2000 gennaio; 71 (1 supplemento): 327S-30S

Il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) è la diagnosi usata per descrivere i bambini che sono disattenti, impulsivi ed iperattivi. ADHD è una circostanza diffusa che è di preoccupazione di salute pubblica. Nella maggior parte dei bambini con ADHD la causa è sconosciuta, ma è probabilmente biologica e multifattoriale. Parecchi studi precedenti hanno indicato che alcuni sintomi fisici riferiti in ADHD sono simili ai sintomi osservati nella carenza essenziale dell'acido grasso (EFA) in animali ed in esseri umani sfavoriti di EFAs. Abbiamo riferito precedentemente che un sottogruppo di ADHD sottopone la segnalazione dei molti sintomi indicativi dell'acido del EFA che abbiamo fatto oggetti di ADHD con pochi tali sintomi o oggetti di controllo. In un altro studio facendo uso della carenza (L-ADHD) ha avuto proporzioni significativamente più basse di acido arachidonico del plasma e l'analisi docosaexanoica di contrasto dei dati polari del lipido del plasma, oggetti con le composizioni più basse degli acidi grassi totali n-3 ha avuto significantly more problemi comportamentistici, tantra di carattere ed apprendimento, salute e problemi di sonno quelli con le proporzioni elevate degli acidi grassi n-3. Le ragioni per le proporzioni più basse di acidi grassi polinsaturi a catena lunga (LCPUFAs) in questi bambini non sono chiare; tuttavia, i fattori che comprendono l'assunzione dell'acido grasso, la conversione di EFAs ai prodotti di LCPUFA ed il metabolismo migliorato sono discussi. La relazione fra stato di LCPUFA ed i problemi di comportamento che i bambini hanno esibito è inoltre poco chiara. Attualmente stiamo verificando questa relazione in una prova alla cieca, intervento controllato con placebo in una popolazione dei bambini con ADHD clinicamente diagnosticati che esibiscono i sintomi della carenza del EFA.

Sul ruolo di glutammato corticale nel disordine ossessivo e nel disordine di iperattività di deficit di attenzione, due circostanze phenomenologically antitetiche.

Carlsson ml. Dipartimento di farmacologia, università di Goteborg, Svezia.

Acta Psychiatr Scand. 2000 dicembre; 102(6): 401-13.

OBIETTIVO: L'obiettivo dello studio presente era di confrontare la fenomenologia e la patofisiologia di disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) e di disordine dell'iperattività di deficit di attenzione/deficit nell'attenzione, nel controllo motorio e nella percezione (ADHD/DAMP).

METODO: Con gli studi dettagliati sulla letteratura sul disturbo ossessivo compulsivo e su ADHD/DAMP la fenomenologia di queste due circostanze è confrontata ed i meccanismi patofisiologici stanti alla base possibili che comprendono le interazioni fra glutammato, dopamina, serotonina ed acetilcolina sono discussi, con l'enfasi sul disturbo ossessivo compulsivo. La carta attuale inoltre discute i meccanismi possibili di azione per i trattamenti farmacologici correnti del disturbo ossessivo compulsivo e di ADHD, il meglio possibile strategie future del trattamento per questi disordini.

RISULTATI: Il disturbo ossessivo compulsivo e ADHD/DAMP sono circostanze neuropsichiatriche comuni che in molti riguardi sembrano essere antipodi di ciascuno riguardo alle manifestazioni cliniche, ai tratti collegati di personalità ed alla biochimica del cervello, attività corticale considerevolmente prefrontale del glutammato. I trattamenti farmacologici futuri di questi disordini possono comprendere le manipolazioni con glutammato, dopamina D1, serotonina 2A ed i ricevitori del nicotina.

CONCLUSIONE: Sembra che il disturbo ossessivo compulsivo sia un hyperglutamatergic e un ADHD uno stato hypoglutamatergic, con le regioni prefrontali del cervello che sono colpite particolarmente.

Il ruolo clinico dell'elettroencefalogramma automatizzato nella valutazione e nel trattamento dei disordini di attenzione e di apprendimento in bambini ed in adolescenti.

Chabot RJ, di Michele F, Prichep L, John ER. Dipartimento di psichiatria, Brain Resarch Laboratories, scuola di medicina dell'università di New York, NY, U.S.A. bob@br14.med.nyu.edu

Primavera di Clin Neurosci 2001 di neuropsichiatria di J; 13(2): 171-86

L'elettroencefalogramma quantitativo (QEEG) può svolgere un ruolo importante nella valutazione e nel trattamento dei bambini e degli adolescenti con il deficit di attenzione ed i disordini di apprendimento. I bambini con i disordini di apprendimento sono una popolazione eterogenea con l'anomalia di QEEG in 25% - 45% dei casi riferiti. L'elettroencefalogramma che rallenta è l'individuazione anormale più comune e la natura dell'anomalia di QEEG può essere collegata con la prestazione accademica futura. I bambini con i disordini dell'attenzione sono una popolazione più omogenea, con le anomalie di QEEG in fino a 80%. Questi regioni frontali/polari della popolazione, sia più probabile da mostrare le deviazioni dallo sviluppo normale, con le vie thalamocortical e/o settale-hippocampal molto probabilmente da disturbare. Sensibilità di manifestazioni di QEEG l'alti e specificità per la distinzione i bambini normali e dei bambini con i disordini di apprendimento e disordini dell'attenzione l'uno dall'altro e possono fornire le informazioni utili per la determinazione della probabilità che i bambini con i problemi dell'attenzione reagiranno al trattamento con il farmaco dello stimolante.

Sindrome di carenza della ricompensa: aspetti genetici dei disordini comportamentistici.

Comings DE, Blum K. Department della genetica medica, città del centro medico di speranza, Duarte, CA 91010, U.S.A. dcomings@earthlink.net

Prog Brain Res 2000; 126:325-41

Le vie dopaminergiche e opioidergic della ricompensa del cervello sono critiche per la sopravvivenza poiché forniscono gli azionamenti di piacere per il cibo, l'amore e la riproduzione; questi sono chiamati “ricompense naturali„ e comprendono il rilascio di dopamina nel nucleus accumbens e nei lobi frontali. Tuttavia, lo stesso rilascio di dopamina e la produzione delle sensazioni di piacere possono essere prodotti “dalle ricompense artificiali„ quali l'alcool, la cocaina, la metamfetamina, l'eroina, il nicotina, la marijuana ed altre droghe e dalle attività compulsive quali il gioco, il cibo ed il sesso e tramite i comportamenti imprudenti. Poiché soltanto una minoranza degli individui diventa dipendente a questi composti o comportamenti, è ragionevole chiedere che fattori distinguono coloro che diventa dipendente da coloro che non fa. È stato presupposto solitamente che questi comportamenti fossero interamente volontari e che i fattori ambientali svolgono il ruolo principale; tuttavia, poiché tutti questi comportamenti hanno una componente genetica significativa, la presenza di uno o più geni variabili presumibilmente funge da fattori di rischio per questi comportamenti. Poiché il neurotrasmettitore primario della via della ricompensa è dopamina, i geni per la sintesi, la degradazione, i ricevitori ed i trasportatori della dopamina sono candidati ragionevoli. Tuttavia, la serotonina, la norepinefrina, GABA, l'oppioide ed i neuroni tutti di cannabinoido modificano il metabolismo della dopamina ed i neuroni della dopamina. Abbiamo proposto che i difetti in varie combinazioni dei geni per questi neurotrasmettitori provocassero una sindrome di carenza della ricompensa (RDS) e che tali individui sono a rischio di abuso delle ricompense artificiali. A causa della sua importanza, il gene per [figura: vedi che ricevitore della dopamina D2 del testo] era un gene importante del candidato. Gli studi negli ultimi dieci anni hanno indicato che in vari gruppi dell'oggetto l'allele A1 di Taq I del gene DRD2 è associato con alcolismo, abuso di droga, il fumo, l'obesità, il gioco compulsivo e parecchi tratti di personalità. Una gamma di altra dopamina, l'oppioide, il cannabinoido, la norepinefrina ed i geni relativi da allora si sono aggiunti alla lista. Come altri disordini comportamentistici, questi polygenically sono ereditati ed ogni gene rappresenta soltanto la piccola percentuale della varianza. Le tecniche quale l'analisi di più variabili delle associazioni, che esaminano simultaneamente il contributo dei geni multipli, tengono la promessa per la comprensione del genetico compongono dei disordini poligenici.

Può ché bambino mangia renderlo smussato, stupido o iperattivo?

GRUPPO DI LAVORO del truffatore.

J impara che Disabil 1980 può; 13(5): 281-6

Disponibile non astratto

Ottenendovi all'attenzione abbia bisogno di.

TH di Davenport, Beck JC. L'istituto di Andersen Consulting per cambiamento strategico, Cambridge, Massachusetts, U.S.A. thomas.h.davenport@ac.com

Harv Bus Rev. 2000 settembre-ottobre; 78(5): 118-26, 200.

Gli impiegati hanno una quantità enorme di informazioni di affari sottomano--più specificamente, ai loro desktop. Le cateratte sono aperte; le possibilità proficue abbondano. Ma dovendo trattare tutti che le informazioni avessero spinto ridotto le dimensioni di fornisce al bordo di un disturbo da deficit di attenzione acuto. Per raggiungere gli scopi corporativi, le aziende leader hanno bisogno dell'attenzione completa dei loro impiegati--e quell'attenzione scarseggia. Thomas Davenport autori e John Beck hanno studiato come le società dirigono l'attenzione dei loro impiegati e dei loro ospiti del sito. In questo articolo, analizzano le componenti della gestione dell'attenzione tramite tre lenti--economico, psicobiologico e tecnologico--e le linee guida di offerta per la conservazione degli impiegati hanno messo a fuoco sulle mansioni corporative cruciali. Le loro lezioni sono attirate dai best practice impiegati dagli odierni siti Web più appiccicosi e dalle industrie tradizionali dell'attenzione quali la pubblicità, il film e la televisione. Gli autori dicono che i quadri devono dirigere l'attenzione che sanno che è un gioco a somma zero (c'è soltanto così tanto di girare intorno a). I responsabili dovrebbero anche studiare la possibilità di sfruttare la sopravvivenza di base e gli istinti competitivi noi che tutti hanno che l'aiuto determina quanta attenzione prestiamo a determinate cose. Per esempio, la minaccia del crollo corporativo--e la perdita conseguente di lavori e di sussistenze--concentra indubbiamente l'attenzione dei lavoratori sulla necessità di cambiare. Inoltre, il concorso interno fra le divisioni di affari può dare gli impiegati ha aggiunto l'incentivo all'attenzione di paga ad un profitto o ad uno scopo di vendite. I capi oggi devono prestare più attenzione all'attenzione perché ampiamente è compreso male ed ampiamente è amministrato male, gli autori concludono.

Rilascio prolungato di bupropione in adolescenti con il deficit di attenzione del comorbid/il disordine e depressione di iperattività.

WB di Daviss, Bentivoglio P, Racusin R, Brown chilometro, Bostic JQ, Wiley L. Department di psichiatria, facoltà di medicina di Dartmouth, Hannover, NH, U.S.A. davisswb@msx.upmc.edu

Psichiatria 2001 di Adolesc del bambino di J Acad marzo; 40(3): 307-14

OBIETTIVO: per determinare se il rilascio prolungato di bupropione (SR) è efficace e ben tollerato in adolescenti con il deficit di attenzione del comorbid/il disordine dell'iperattività (ADHD) e la depressione.

METODO: Gli oggetti erano 24 adolescenti (invecchiati 11-16 anni) con ADHD e disturbo depressivo principale o disordine dysthymic. Dopo un ingresso di due settimane e a singolo-cieco del placebo, oggetti sono stati trattati per le settimane 8+ con lo SR di bupropione alle dosi titolate flessibilmente fino a 3 mg/kg b.i.d. (dosi finali medie: 2,2 mg/kg di q DI MATTINA e 1,7 mg/kg di q P.M.). I risultati erano miglioramento globale in ADHD e la depressione (clinico-stimata), con i cambiamenti in sintomatologia depressiva (genitore e bambino stimato), nella sintomatologia di ADHD (genitore ed insegnante-stimato) e nel danno funzionale (genitore-stimato).

RISULTATI: Radar-risponditore stimati degli oggetti dei clinici 14 (58%) sia nella depressione che in ADHD, 7 radar-risponditore (di 29%) nella depressione soltanto e 1 (4%) un radar-risponditore in ADHD soltanto. Rispetto alle valutazioni del post-placebo, i genitori finali (< .0005) e le valutazioni dei bambini (p = .016) di sintomatologia depressiva sono migliorato significativamente, come hanno fatto genitori (< .0005) ma non le valutazioni degli insegnanti (p = .080) della sintomatologia di ADHD. Le valutazioni finali di danno funzionale sono migliorato significativamente dall'iscrizione (< .0005). Nessun farmaco interrotto oggetto a causa degli effetti collaterali.

CONCLUSIONI: Lo SR di bupropione può essere efficace e ben tollerato in adolescenti con comorbid ADHD e disturbi depressivi. Tuttavia, gli studi randomizzati e controllati con placebo sono necessari.

DMAE. Droghe e sostanze nutrienti astute 1990.

Decano, J., Morgenthaler, J.

Menlo Park, CA: Pubblicazioni di libertà di salute.

Trattamento priore dello stimolante in adolescenti con disturbo bipolare: associazione con l'età all'inizio.

Mp di DelBello, Soutullo CA, Hendricks W, Niemeier RT, McElroy SL, Strakowski MP. Programma di ricerca di disordini bipolari e psicotici, dipartimento di psichiatria, università di istituto universitario di Cincinnati di medicina, OH 45267-0559, U.S.A. delbelmp@email.uc.edu

Disord bipolare 2001 aprile; 3(2): 53-7

OBIETTIVI: Per confrontare le caratteristiche demografiche e cliniche fra gli adolescenti bipolari con e senza una storia del trattamento dello stimolante, abbiamo supposto che gli adolescenti curati con gli stimolanti avessero un'età più giovane all'inizio di disturbo bipolare, indipendente dal deficit di attenzione d'avvenimento - il disordine dell'iperattività (ADHD).

METODO: Trentaquattro adolescenti ospedalizzati con mania sono stati valutati facendo uso di Washington University alla st Louis Kiddie Schedule per i disordini affettivi e la schizofrenia (WASH-U-KSADS). Abbiamo valutato sistematicamente l'età all'inizio di disturbo bipolare e della storia farmacologica del trattamento.

RISULTATI: Gli adolescenti bipolari con una storia dell'esposizione dello stimolante prima dell'inizio di disturbo bipolare hanno avuti un'età più giovane all'inizio di disturbo bipolare che quelli senza esposizione priore dello stimolante. Ulteriormente, gli adolescenti bipolari curati con almeno due farmaci dello stimolante hanno avuti una più giovane età all'inizio rispetto a coloro che è stato trattato con uno stimolante. Non c'era differenza di età all'inizio di disturbo bipolare fra gli adolescenti bipolari con e senza ADHD.

CONCLUSIONI: I nostri risultati indicano quel trattamento dello stimolante, indipendente da ADHD, è associato con la più giovane età all'inizio di disturbo bipolare. Un modello comportamentistico della sensibilizzazione è proposto per spiegare i nostri risultati. Ci sono parecchie limitazioni al nostro studio compreso la piccola dimensione del campione, la valutazione retrospettiva dell'esposizione e dell'età dello stimolante all'inizio di disturbo bipolare e l'inclusione soltanto dei pazienti ospedalizzati, che possono essere più probabili presentare con una malattia severa. Ciò nonostante, le indagini longitudinali future future cui valuti sistematicamente gli effetti dei farmaci dello stimolante in bambini con o al rischio genetico per disturbo bipolare sono autorizzate.

Prova controllata del trattamento oligoantigenic nella sindrome hyperkinetic.

Egger J, Carter cm, Graham PJ, Gumley D, Soothill JF.

Lancetta 1985 9 marzo; 1(8428): 540-5

76 hanno selezionato i bambini iperattivi sono stati trattati con una dieta oligoantigenic, 62 migliori e una gamma normale di comportamento è stata raggiunta in 21 di questi. Altri sintomi, quali le emicranie, dolore addominale e misure, anche migliori spesso. 28 dei bambini che sono migliorato hanno completato una prova alla cieca, incrocio, prova controllata con placebo in cui il pensiero degli alimenti per provocare i sintomi è stato rintrodotto. I sintomi sono ritornato molto più spesso o sono stati esacerbati quando i pazienti erano su materiale attivo che su placebo. 48 alimenti sono stati incriminati. I coloranti ed i preservativi artificiali erano le sostanze di provocazione più comuni, ma non c'era nessun bambino sensibile a questi soli.

Maltrattamento del bambino, l'altra esposizione di trauma e sintomatologia post - traumatica fra i bambini con i disordini oppositivi di iperattività di attenzione e ribelle di deficit.

Ford JD, Racusin R, Ellis CG, WB di Daviss, Reiser J, Fleischer A, Thomas J. Center per lo studio di alto Utilizers della sanità, università di scuola di medicina di Connecticut, U.S.A.

Il bambino maltratta 2000 agosto; 5(3): 205-17

Le ammissioni psichiatriche del paziente esterno del bambino consecutivo con i disordini disgregativi di adeguamento o di comportamento sono state valutate dagli strumenti convalidati per l'esposizione di trauma e sintomi post - traumatici di disordine di sforzo (PTSD) e l'altra psicopatologia. Quattro gruppi attendibilmente diagnosticati sono stati definiti in una progettazione retrospettiva di caso-control: Disordine di iperattività di deficit di attenzione (ADHD), disordine ribelle oppositivo (DISPARI), comorbid ADHD-ODD e comandi di disordine di adeguamento. DISPARI e (sebbene in misura inferiore) ADHD sono stati associati con una storia del maltrattamento fisico o sessuale. I sintomi di PTSD erano più severi se (a) ADHD ed il maltrattamento co-accadessero o (b) DISPARI ed il trauma malattia/di incidente co-ha accaduto. L'associazione fra i sintomi di PTSD e DISPARI di criterio D (hyperarousal/hypervigilance) è rimanere dopo il controllo per i sintomi di sovrapposizione, ma l'associazione di ADHD con i sintomi di PTSD era in gran parte dovuto un sintomo di sovrapposizione. Questi risultati suggeriscono che schermando per il maltrattamento, l'altro trauma ed i sintomi di PTSD possano migliorare la prevenzione, il trattamento e la ricerca riguardo ai disturbi del comportamento disgregativi di infanzia.

Funzionamento psicosociale in un fenotipo adolescente prepuberale ed iniziale di disturbo bipolare.

Geller B, Bolhofner K, Craney JL, Williams m., mp di DelBello, Gundersen K. Department di psichiatria, Washington University School di medicina, St. Louis 63110, U.S.A. gellerb@medicine.wustl.edu

Psichiatria 2000 di Adolesc del bambino di J Acad dicembre; 39(12): 1543-8

OBIETTIVO: per confrontare funzionamento psicosociale (PF) in un campione adolescente prepuberale ed in anticipo di fenotipo di disturbo bipolare (PEA-BP) a due gruppi di confronto, cioè, deficit di attenzione/disordine di iperattività (ADHD) e comandi della comunità (cc).

METODO: C'erano gli oggetti di 93 PEA-BP (con o senza comorbid ADHD), di 81 ADHD e da 94 cc che erano partecipanti ad uno studio in corso, alla fenomenologia ed al corso dei disturbi bipolari pediatrici. I casi nei gruppi di ADHD e di PEA-BP erano pazienti esterni ottenuti tramite la constatazione consecutiva del nuovo caso e gli oggetti di cc provenivano da un'indagine eseguita dall'istituto del triangolo della ricerca. Per misura il fenotipo di studio, PEA-BP sottopone necessario per avere la mania corrente o la ipomania con esaltazione e/o grandiosità di DSM-IV come un criterio. Le valutazioni per PF erano dagli infermieri con esperienza della ricerca che erano ciechi raggruppare lo stato. Le madri ed i bambini sono stati intervistati esclusivamente con il programma psicosociale per l'età scolare Bambino-riveduta.

RISULTATI: Rispetto sia agli oggetti di cc che di ADHD, i casi di PEA-BP hanno avuti danno significativamente maggior sugli oggetti che hanno valutato il calore del materno-bambino, il materno-bambino e la tensione del paterno-bambino e sulle relazioni del pari.

CONCLUSIONI: I clinici devono considerare i deficit del PF quando progetta gli interventi. Nel gruppo di PEA-BP, c'era un tasso di 43% di ipersessualità con < il tasso di 1% di abuso sessuale, sostenente l'ipersessualità come manifestazione di mania del bambino.

Risposte smussate della catecolamina dopo ingestione del glucosio in bambini con disturbo da deficit di attenzione.

Girardi nl, Se di Shaywitz, SEDERE di Shaywitz, Marchione K, Fleischman SJ, Jones TW, Tamborlane WV. Dipartimento di pediatria, Yale University School di medicina, New Haven, Connecticut 06510, U.S.A.

Ricerca 1995 di Pediatr ottobre; 38(4): 539-42

Mangiando gli zuccheri semplici è stato suggerito come avendo effetti comportamentistici e conoscitivi avversi in bambini con disturbo da deficit di attenzione (AGGIUNGA), ma un meccanismo fisiologico non è stato stabilito. Per affrontare questa edizione, le risposte metaboliche, ormonali e conoscitive ad un carico orale standard del glucosio (1,75 g/kg) sono state paragonate in 17 bambini a AGGIUNGONO e 11 bambino di controllo. La linea di base ed i livelli glucosio-stimolati orali del glucosio e dell'insulina del plasma erano simili in entrambi i gruppi, compreso il Livello 3-5 h del glucosio di nadir dopo che mmol/L orale del glucosio (3,5 +/- 0,2 dentro AGGIUNGONO e 3,3 +/- 0,2 mmol/L nei bambini di controllo). La caduta tarda del glucosio ha stimolato un aumento nell'epinefrina del plasma in cui era quasi 50% in basso AGGIUNGE che in pmol/L dei bambini di controllo (1212 +/- 202 contro 2228 +/- 436 pmol/L, < 0,02). I livelli della norepinefrina del plasma erano inoltre più bassi dentro AGGIUNGONO che nei bambini di controllo, mentre le concentrazioni nel glucagone e nell'ormone della crescita non hanno differito fra i gruppi. Le valutazioni del test di corrispondenza erano più basse ed i tempi di reazione più velocemente in AGGIUNGONO che nei bambini di controllo prima e dopo glucosio orale ed entrambi i gruppi hanno mostrato un deterioramento sul test di performance continuo in collaborazione con la caduta tarda in glucosio e l'aumento in epinefrina. Questi dati suggeriscono che i bambini con ADD abbiano un danno generale di coinvoluzione comprensiva di attivazione adrenomedullary come pure buona come regolamento centrale della catecolamina.

Passo del tempo percepito: la sua relazione possibile a disordine di iperattività di deficit di attenzione.

Medicina preventiva di Goddard J., l'università di centro medico del Mississippi, Jackson, Mississippi, U.S.A.

Med Hypotheses 2000 ottobre; 55(4): 351-2

Gli studi precedenti hanno indicato che i vari fattori possono colpire il passo del tempo percepito. Anche la noia probabilmente è collegata con una percezione di tempo che passa lentamente. Ci potrebbe essere una relazione inversa fra la velocità di elaborazione del cervello ed il passaggio percepito di tempo tali che una velocità di elaborazione lenta avrebbe reso una percezione veloce del passaggio di tempo. Ciò potrebbe riferirsi a disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) - potrebbe essere causata da un senso distorto di tempo in cui passaggi di tempo così rapidamente che la concentrazione diventa difficile. Nell'ambito di questo modello, gli stimolanti sarebbero una terapia logica per i pazienti di ADHD. Copyright Harcourt Publishers Ltd 2000.

Gabapentin e trattamento del metilfenidato di un preadolescente con disordine e disturbo bipolare di iperattività di deficit di attenzione.

Hamrin V, Bailey K. Yale University, scuola di professione d'infermiera, New Haven, Connecticut 06510, U.S.A.

Caduta di Adolesc Psychopharmacol 2001 del bambino di J; 11(3): 301-9

Gabapentin è una droga di anticonvulsivo liberata negli Stati Uniti nel 1993 per uso come terapia aggiuntiva nell'epilessia parziale refrattaria. Il meccanismo di azione del gabapentin è sconosciuto, ma la droga ha le farmacocinesi molto favorevoli e un buon profilo di sicurezza, che permette il suo uso in pazienti ad alto rischio. Parecchi rapporti hanno descritto il riuscito uso del gabapentin per i disturbi bipolari in adulti, ma non ci sono studi controllati nell'uso del gabapentin in bambini ed in adolescenti. Descriviamo un ragazzo di 12 anni con una storia di disordine carente dell'iperattività dell'attenzione (ADHD), leggente il disordine, disordine misto di lingua, encopresis e disturbo bipolare ricettivi ed espressivi II chi è stato curato con il gabapentin 200 mg/giorno aggiunti a metilfenidato 30 mg/giorno. In 3 settimane il miglioramento e la stabilizzazione dei sintomi dell'umore erano notevoli, come celebre dalla madre, dall'insegnante e dal clinico e rimanente così per 6 mesi di seguito. Il disturbo bipolare di Comorbid e ADHD è un argomento caldo dibattuto nel bambino e nella letteratura psichiatrica adolescente, con i tassi di comorbid ADHD e di disturbo bipolare che varia da 22% a 90%. Gli studi controllati sono necessari valutare la stabilizzazione antimanic possibile dell'umore e/o proprietà antidepressive o gabapentin nelle gioventù.

L'influenza della fosfatidilserina derivata della soia su cognizione nel danno età-collegato di memoria.

Jorissen BL, Brouns F, mp di Van Boxtel, accumula il RW, Verhey franco, Jolles J, Riedel WJ. Unità sperimentale di psicofarmacologia, istituto di comportamento & del cervello, dipartimento di psichiatria e neuropsicologia, Maastricht, Paesi Bassi. b.jorissen@np.unimaas.nl

Nutr Neurosci 2001; 4(2): 121-34

La fosfatidilserina (PS) è un fosfolipide ampiamente venduto sotto il nome di supplemento nutrizionale. Lo PS è stato reclamato per migliorare la funzione di un neurone della membrana e quindi la funzione conoscitiva, particolarmente negli anziani. Riferiamo i risultati di un test clinico dello PS soia-derivato (S-PS) negli oggetti di invecchiamento con i reclami di memoria. Gli oggetti erano i 120 anziani (< 57 anni) di entrambi i sessi che hanno compiuto i criteri più rigorosi per danno età-collegato di memoria (AAMI); alcuni inoltre hanno compiuto i criteri per il declino conoscitivo età-collegato. Gli oggetti sono stati assegnati a caso ad uno dei tre gruppi del trattamento: placebo, 300mg S-PS quotidiano, o 600mg S-PS quotidiano. Le valutazioni sono state effettuate alla linea di base, dopo 6 e 12 settimane del trattamento e dopo un periodo di interruzione di 3 settimane. Le prove dell'apprendimento e memoria, tempo di reazione choice, pianificazione e funzioni attentional sono state amministrate ad ogni valutazione. Il richiamo ed il riconoscimento in ritardo di un elenco di parole precedentemente istruito hanno compreso le misure primarie di risultato. Nessuna differenza significativa è stata trovata in c'è ne delle variabili di risultato fra i gruppi del trattamento. Non c'erano inoltre interazioni significative fra il trattamento e “la severità dei reclami di memoria„. In conclusione, un supplemento quotidiano dello S-PS non colpisce la memoria o altre funzioni conoscitive in individui più anziani con i reclami di memoria.

funzione Ipotalamico-ipofisi-adrenale di asse in bambini con disordine di iperattività di deficit di attenzione.

Kaneko m., Hoshino Y, Hashimoto S, Okano T, Kumashiro H. Department di neuropsichiatria, Fukushima Medical College, Giappone.

Sviluppatore Disord 1993 di autismo di J marzo; 23(1): 59-65

Funzione ipotalamico-ipofisi-adrenale esaminata di asse (asse di HPA) in 30 bambini con disordine di iperattività di deficit di attenzione (ADHD) misurando la variazione giornaliera e la risposta alla prova di soppressione del desametasone (DST) del cortisolo della saliva. Il ritmo giornaliero normale del cortisolo della saliva è stato trovato in soltanto 43,3% dei bambini di ADHD. DST ha mostrato la soppressione in 46,7% dei bambini di ADHD. Un ritmo e un nonsuppression giornalieri anormali al DST erano più frequenti nel gruppo severamente iperattivo che in erano leggermente più frequente nel gruppo severamente iperattivo che nel gruppo di bambini leggermente iperattivo con ADHD. Questi risultati indicano le anomalie nella funzione di asse di HPA in alcuni bambini con ADHD, particolarmente quelli che esibiscono l'iperattività severa.

Nessun'associazione fra gli indicatori del microsatellite CHRNA7 ed il disordine di iperattività di deficit di attenzione.

Risonanza L, E verde, Holmes J, Thapar A, branchia m., Hawi Z, Fitzgerald m., Asherson P, Curran S, macina J, Payton A, Craddock N. Department della psichiatria, divisione della neuroscienza, università di Birmingham, Birmingham, Regno Unito. l.s.kent@bham.ac.uk

J Med Genet 2001 8 dicembre; 105(8): 686-9

Il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) è un disturbo psichiatrico altamente ereditabile e comune dell'infanzia che probabilmente comprende parecchi geni. Ci sono parecchie linee di prova che suggeriscono che il sistema nicotinico possa essere dal punto di vista funzionale significativo in ADHD. In primo luogo, il nicotina promuove il rilascio di dopamina ed è stato indicato per migliorare l'attenzione in adulti con ADHD, in fumatori ed in non-fumatori. In secondo luogo, ADHD è un fattore di rischio significativo per l'inizio iniziale del tabagismo nei bambini ed il tabagismo materno sembra essere un fattore di rischio per ADHD. Per concludere, gli studi sugli animali in ratti e le scimmie inoltre suggeriscono che il nicotina possa partecipare ai sistemi attentional ed all'attività locomotrice. Il sistema nicotinico precedentemente è stato studiato nella schizofrenia dove l'alfa nicotinica di un neurone del ricevitore dell'acetilcolina un gene da 7 unità secondarie (CHRNA7) è stata implicata nell'inibizione in diminuzione P50 e nelle perturbazioni attentional in pazienti con la schizofrenia ed in molti dei loro parenti nonschizophrenic. Tre indicatori conosciuti del microsatellite (D15S165, D15S1043 e D15S1360) vicino al gene nicotinico del ricevitore dell'alfa 7 dell'acetilcolina, CHRNA7, sono stati studiati in 206 trii del genitore-proband di ADHD dei bambini invecchiati 5-16 con ADHD secondo i criteri di DSM-IV. I bambini con le circostanze importanti o il ritardo mentale mediche o psichiatriche conosciute (< 70) si sono esclusi dallo studio. Gli indicatori D15S165 e D15S1360 erano nello squilibrio del legame. Le analisi estese della prova di squilibrio della trasmissione non hanno dimostrato prova che la variazione suscettibilità del microsatellite alle influenze D15S1360, D15S1043 e D15S165 degli indicatori a ADHD. Tuttavia, rimane possibile che il gene CHRNA7 ed altri geni nicotinici del sistema possano partecipare alla suscettibilità di conferimento a ADHD. Copyright Wiley-Liss 2001, Inc.

Deficit di attenzione/disordine di iperattività (ADHD) in bambini: spiegazione razionale per la sua gestione integrante.

Kidd PM.

Altern Med Rev 2000 ottobre; 5(5): 402-28

Il deficit di attenzione/disordine dell'iperattività (ADHD) è il disordine comportamentistico più comune in bambini. ADHD è caratterizzato dal deficit di attenzione, dal impulsivity ed a volte dall'iperattività (“iperattività„). La diagnosi è empirica, senza la conferma obiettiva disponibile fin qui dalle misure del laboratorio. ADHD comincia nell'infanzia e spesso persiste nell'età adulta. L'eziologia esatta è sconosciuta; la genetica svolge un ruolo, ma i contributori eziologici di maggiore inoltre comprendono le risposte avverse agli additivi alimentari, intolleranze agli alimenti, le sensibilità ai prodotti chimici ambientali, muffe e funghi e le esposizioni alle tossine neurodevelopmental quali i metalli pesanti e gli agenti inquinanti dell'organoalogenuro. Il hypofunction della tiroide può essere un comune denominatore che collega gli insulti tossici con le sintomatologie di ADHD. Le anomalie nei circuiti frontostriatal del cervello e nel hypofunctioning possibile delle vie dopaminergiche sono evidenti in ADHD e sono coerenti con i benefici ottenuti in alcuni casi mediante l'uso di metilfenidato (Ritalin) e di altri psicostimolanti potenti. La controversia del montaggio sopra l'uso molto diffuso di metilfenidato e gli effetti pericolosi possibili dal suo uso a lungo termine gli rendono l'imperativo che le modalità alternative sono implementate per la gestione di ADHD. Le sottoalimentazioni sono comuni in ADHD; il completamento con i minerali, le vitamine di B (aggiunte separatamente dentro), gli acidi grassi essenziali omega-3 e omega-6, i flavonoidi e la fosfatidilserina essenziale del fosfolipide (PS) può migliorare i sintomi di ADHD. Una volta diretto individualmente con il completamento, la modifica dietetica, la disintossicazione, la correzione del dysbiosis intestinale ed altre caratteristiche programma wholistic/integrante di gestione, l'oggetto di ADHD può condurre una vita normale e produttiva.

Il metilfenidato ha aumentato il flusso sanguigno cerebrale regionale negli oggetti con il deficit di attenzione/il disordine dell'iperattività.

BN di Kim, Lee JS, Sc di Cho, Lee DS. Dipartimento di neuropsichiatria, ospedale universitario nazionale di Seoul, Corea. shaywitz@unitel.co.kr

Med J 2001 di Yonsei febbraio; 42(1): 19-29

Le risposte cerebrali regionali del flusso sanguigno (rCBF) al trattamento del metilfenidato (MPH) sono state esaminate in bambini con il deficit di attenzione/il disordine dell'iperattività (ADHD). Trentadue bambini maschii, diagnosticati con ADHD dai criteri diagnostici di DSM-IV, altre scale comportamentistiche di valutazione e batteria neuropsicologica, sono stati studiati facendo uso di tomografia computerizzata dell'emissione del fotone 99mTc-HMPAO-single (SPECT). Gli oggetti sono stati studiati prima e dopo il trattamento di MPH. In primo luogo, facendo uso di un metodo di sottrazione di immagine, abbiamo ottenuto un'immagine parametrica di NDR di ogni paziente ed abbiamo trovato il flusso sanguigno cerebrale aumentato nei lobi frontali, nei nuclei caudati e nelle aree thalamic dopo il trattamento. Quando i cambiamenti in SPECT e nella risposta clinica sono stati confrontati, il tasso, la sensibilità e la specificità di corrispondenza fra loro sono stati trovati per essere 77,1, 80,0 e 79,2%, rispettivamente. In secondo luogo, tre fette transaxial del cervello che delineano le regioni anatomicamente definite di interesse (ROI) a 20, a 40 e a 60mm sopra la linea orbitomeatal (OML) sono state usate, con il numero medio dei conteggi per ogni regione di interesse normalizzata all'area dell'assorbimento massimo cerebellare. Le aree prefrontali destre e sinistre e le aree caudate e thalamic hanno mostrato gli importante crescite nel rCBF dopo il trattamento di MPH. Questi risultati hanno suggerito che il MPH potrebbe colpire la funzione del circuito fronto-striato-thalamic, che è conosciuto come il sito patofisiologico di ADHD e potrebbe essere usato per correggere la disfunzione di fondo del cervello di ADHD.

Funzionamento, morbilità concomitante e un trattamento di 141 adulto con disordine di iperattività di deficit di attenzione (ADHD) ad un ambulatorio psichiatrico. [Articolo in olandese]

Kooij JJ, Aeckerlin LP, Buitelaar JK. GGZ Delfland, polikliniek Psychiatrie, Reinier de Graafweg 3-11, 2625 ANNUNCIO Delft.

Ned Tijdschr Geneeskd 2001 4 agosto; 145(31): 1498-501

OBIETTIVO: per descrivere il funzionamento, la morbilità concomitante ed il trattamento degli adulti con disordine di iperattività di deficit di attenzione (ADHD). PROGETTAZIONE: Retrospettivo.

METODO: Nel periodo dal 1° maggio 1995 al 31 gennaio 1998, 141 paziente invecchiato 18-54 è stato diagnosticato con ADHD al dipartimento dei pazienti esterni psichiatrico di Delfland, Delft, Paesi Bassi. Per tutti questi pazienti, i dati riguardo al funzionamento, la morbilità concomitante e la risposta al trattamento con clonidina (n = 34) o metilfenidato (n = 99), sono stati raccolti dalle anamnesi, dalle etero-anamnesi e dai rapporti della scuola.

RISULTATI: I reclami più frequenti erano: umore-oscillazioni, collera-scoppi, comportamento alla ricerca di sensazione, disordini di sonno, ansia e sintomi depressivi. In 94% (n = 123) dei casi, l'inizio di infanzia dei sintomi di ADHD è stato confermato da un membro della famiglia. La distribuzione dei sottotipi di ADHD era comparabile alla distribuzione di bambini. La morbilità concomitante psichiatrica era comune. Il trattamento con metilfenidato era più efficace e tollerato meglio che il trattamento con clonidina.

CONCLUSIONE: Riguardo ai sottotipi di ADHD, i modelli di morbilità concomitante e l'efficacia del farmaco, ADHD negli adulti studiati erano comparabili con che cosa è conosciuto circa ADHD in bambini.

Riassuma l'osservazione video-assistita dell'attenzione, dell'espressione facciale e delle capacità motorie visive per la diagnosi del deficit di attenzione/del disordine dell'iperattività (ADHD). [Articolo in tedesco]

Kuhle HJ, Hoch C, Rautzenberg P, und Jugendmedizin, Ostanlage 2, 35390 Giessen di Kinderheilkunde della pelliccia di Jansen F. Praxis. hans.kuehle@t-online.de

Prax Kinderpsychol Kinderpsychiatr 2001 ottobre; 50(8): 607-21

Può l'osservazione assistita video dell'attenzione, dell'espressione facciale e delle capacità motorie visive contribuire alla diagnosi del deficit di attenzione/del disordine dell'iperattività (ADHD)? 20 bambini da 6 a 10 anni, diagnosticati per ADHD che segue i criteri di DSM-IV e un'età e un gruppo di controllo abbinato sesso di 20 bambini con le infezioni superiori inoffensive della via aerea sono stati filmati durante 3 carte da gioco di minuti con le loro madri ed i 7 minuti degli esercizi aritmetici orali. Due persone sono state formate per otto ore nel riconoscimento dei 22 segni per perdita visiva dell'attenzione, espressione facciale alterated come il sorriso surdimensionato e continuo e capacità motorie anormali in video del ADHD-paziente. Poi hanno osservato i minuti 2 e 3 e 3 e 4 dei 40 bambini in una sequenza randomizzata ed hanno segnato i segni. 8 dei 22 segni hanno mostrato che il livello (< .75) e 9 hanno mostrato (< le correlazioni medie del interrater di .6). La presenza di firma dentro il ADHD e nel gruppo di controllo era altamente significativamente differente (a = 0,01, U-prova di MANN e Whitney) per 10 dei 22 segni e significativamente differente per altri 4 segni (a = 0,05). Il confronto della tavola di quattro campi fra la frequenza dei segni ha mostrato il posizionamento corretto in 80% di tutti i casi. La perdita di attenzione visiva era il più frequente firma dentro i bambini di ADHD. I segni del werealso alterated di espressione facciale fra i segni altamente correlati. Questi sono usati da noi per trovare la dose theindividual per il farmaco dello stimolante.

Effetti di nicotina e di metilfenidato cronici in adulti con il deficit di attenzione/il disordine di iperattività.

Levin ED, Conners CK, Silva D, Canu W, marzo J. Department di psichiatria, Duke University Medical Center, Durham, Nord Carolina 27710, U.S.A. edlevin@duke.edu

Exp Clin Psychopharmacol 2001 febbraio; 9(1): 83-90

Il trattamento acuto del nicotina è stato trovato per ridurre i sintomi del deficit di attenzione/del disordine dell'iperattività in adulti (E.D. Levin, C.K. Conners, et al., 1996). In questo studio, gli effetti cronici del nicotina sono stati paragonati a placebo ed a metilfenidato. Il trattamento acuto e cronico del nicotina ha attenuato significativamente l'aumento nell'errore standard colpito di tempo di reazione sopra i blocchetti di sessione sul test di performance continuo di Conners (C.K. Conners et al., 1996). Il nicotina acuto ha ridotto significativamente la severità dei sintomi clinici sulla scala globale clinica delle impressioni (istituto della salute mentale nazionale, 1985). Il nicotina ha causato una diminuzione significativa nel auto-rapporto dell'umore depressivo come misurato dal profilo degli stati dell'umore provi (D.M. McNair, M. Lorr, & L.F. Droppleman, 1981). Questo piccolo studio (40 partecipanti) ha fornito la prova che il trattamento del nicotina può ridurre la severità dei sintomi attentional di deficit e produrre il miglioramento su un obiettivo ha automatizzato il compito dell'attenzione.

Erbe di circolazione sanguigna d'attivazione per rimuovere la stasi di sangue.

Liao F. Institute del materia medica cinese, accademia della Cina della medicina di cinese tradizionale, Pechino. fulongliao@mail.east.net.cn

Clin Hemorheol Microcirc 2000; 23 (2-4): 127-31

Le droghe con l'efficacia di modificazione delle proprietà reologiche di sangue, dei vasi sanguigni e delle loro interazioni sono denotate “dai hemorheologicals„. Le droghe di anti--hyperviscosemia, degli anticoagulanti, droghe della anti-piastrina, anti--thrombotics, vasodilatatori, protettori delle cellule ed anti--arthrosclerosis endoteliali dovrebbero essere considerate come hemorheologicals dovuto le azioni nella conservazione della fluidità del sangue e nel mantenimento delle funzioni vascolari normali. Gli studi in hemorheology indicano che una tendenza del hyperviscosity, del hypercoagulation e dell'essere a trombosi incline è prevalente negli anziani. Hemorheologicals è l'importanza per ed invecchiare e malattie pericolose. La sindrome della stasi di sangue è una sindrome patologica comune negli anziani. In cinese la medicina del cinese tradizionale, il trattamento per la sindrome è dalle erbe che attiva la circolazione sanguigna per rimuovere la stasi di sangue. Le erbe hanno l'efficacia del miglioramento degli eventi hemorheological. Di conseguenza, le erbe sono la fonte per i hemorheologicals di sviluppo. Ligustrazine ha isolato da Chuangxiong è un esempio. Ha mostrato l'inibizione significativa sull'aggregazione della piastrina indotta taglio e sul calcio intracellulare della piastrina dimostrato dal microscopio confocale del laser.

Effetto del quinquefolium e del ginkgo biloba di erbe di Panax di combinazione dell'estratto su disordine di iperattività di deficit di attenzione: uno studio pilota.

SIG. di Lione, variazione clinale JC, Totosy de Zepetnek J, Shan JJ, fitta P, istituto di ricerca della medicina di Benishin C. Oceanside Functional, Nanaimo, BC.

Psichiatria Neurosci 2001 di J maggio; 26(3): 221-8

OBIETTIVO: Un prodotto di erbe di combinazione che contiene l'estratto del ginseng americano, quinquefolium di Panax, (200 mg) e l'estratto del ginkgo biloba (50 mg) (AD-FX; Le tecnologie del cv, Edmonton, Alta.) sono state provate a sua capacità di migliorare i sintomi di disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD).

PROGETTAZIONE: Apra lo studio.

PAZIENTI: 36 bambini che variano nell'età da 3 a 17 anni che misura i criteri diagnostici per ADHD.

INTERVENTI: Le capsule di AD-FX sono state prese due volte al giorno su uno stomaco vuoto per 4 settimane. I pazienti sono stati incaricati di non cambiare alcuni altri farmaci durante lo studio.

MISURE DI RISULTATO: All'inizio dello studio, dopo 2 settimane e poi alla conclusione della prova di quattro settimane, i genitori hanno completato la scala di valutazione del genitore del Conners--versione riveduta e lunga, un questionario che valuta una vasta gamma di comportamenti di problema (ed è stato usato come indicazione della severità di sintomo di ADHD).

RISULTATI: Dopo 2 settimane del trattamento, la proporzione degli oggetti che esibiscono il miglioramento (cioè, diminuzione in T-punteggio almeno di 5 punti) ha variato da 31% per l'attributo ansioso-timido a 67% per l'attributo psicosomatico. Dopo 4 settimane del trattamento, la proporzione di oggetti che esibiscono il miglioramento ha variato da 44% per l'attributo sociale di problemi a 74% per l'indice del ADHD del Conners e l'attributo iperattivo-impulsivo di DSM-IV. Cinque (14%) di 36 oggetti hanno riferito gli eventi avversi, solo 2 di cui sono stati considerati relativi al farmaco di studio.

CONCLUSIONI: Questi risultati preliminari indicano che il trattamento di AD-FX può migliorare i sintomi di ADHD e dovrebbe incoraggiare ulteriore ricerca sull'uso di ginseng e degli estratti del ginkgo biloba trattare i sintomi di ADHD.

Prognosi a lungo termine nel deficit di attenzione/disordine di iperattività.

Mannuzza S, Klein RG. Centro di studio del bambino dell'università di New York, New York, U.S.A.

Bambino Adolesc Psychiatr Clin N 2000 luglio; 9(3): 711-26

Gli autori hanno rintracciato il corso inerente allo sviluppo di ADHD dall'infanzia all'età adulta, indicante che è una strada irregolare per molti. Nell'adolescenza iniziale e media, i deficit relativi sono veduti nel funzionamento accademico e sociale, i sintomi di ADHD rimangono problematici in due terzi - tre quarti di questi bambini ed i comportamenti antisociali, ammontanti in alcuni casi a CD, sono comuni. Molte di queste stesse difficoltà persistono negli anni adolescenti tardi. I deficit continuano ad essere osservati nei dominii accademici e sociali (rispetto ai comandi, i probands esibiscono le qualità inferiori, più corsi venuti a mancare, la prestazione peggiore sulle prove standardizzate, hanno meno amici e sono meno adeguato stimato nell'adeguamento psicosociale). Circa due - i quinto continuano ad avvertire i sintomi di ADHD ad un grado clinicamente significativo. Un quarto - un terzo hanno un disordine antisociale diagnosticato e due terzi di questi individui sono arrestati. Inoltre, l'abuso di droga è osservato in una minoranza significativa di queste gioventù. D'importanza, il più grande fattore di rischio per lo sviluppo di comportamento antisociale e l'abuso di sostanza entro gli anni adolescenti tardi è il mantenimento dei sintomi ADD. Una volta valutate nei loro mezzo anni venti, le disfunzioni sono evidenti in queste stesse aree. Rispetto ai comandi, i probands completano la meno istruzione, tengono le occupazioni del basso-posto e continuano a soffrire dai deficit di abilità sociali e di autostima difficile. Inoltre, significantly more probands che i comandi esibiscono una personalità antisociale e, forse, un disordine di uso della sostanza nell'età adulta. Ancora, molti non sorpassano tutte le sfaccettature della loro sindrome di infanzia. Questi deficit relativi, tuttavia, non raccontano la storia completa del destino adulto del bambino di ADHD. Effettivamente, quasi tutti i probands sono stati impiegati rimunerativo. Ancora, alcuni avevano raggiunto un'istruzione di più alto livello (per esempio, la laurea completato, iscritta a facoltà di medicina) e l'occupazione (per esempio, ragioniere, agente di cambio). Inoltre, i due terzi pieni di questi bambini non hanno mostrato prova di alcun disturbo mentale nell'età adulta. In conclusione, sebbene i bambini di ADHD, come gruppo, vadano rispetto male alle loro controparti non-ADHD, la sindrome di infanzia non preclude raggiungere gli alti scopi educativi e professionali e la maggior parte dei bambini più non esibiscono clinicamente i problemi emozionali o comportamentistici significativi una volta che raggiungono i loro mezzo anni venti.

Atomoxetina nel trattamento dei bambini e degli adolescenti con il deficit di attenzione/il disordine di iperattività: un randomizzato, controllato con placebo, studio di reazione al dosaggio.

Michelson D, Faries D, Wernicke J, Kelsey D, Kendrick K, Sallee franco, Spencer T; Gruppo di studio di atomoxetina ADHD. Lilly Research Laboratories e Indiana University School di medicina, Indianapolis, Indiana, U.S.A. dmichelson@lilly.com

Pediatria 2001 novembre; 108(5): E83

OBIETTIVO: L'atomoxetina è una farmacoterapia d'investigazione e non stimolante che è studiata come trattamento potenziale per il deficit di attenzione/il disordine dell'iperattività (ADHD). È pensato per agire via il blocco del trasportatore presinaptico della norepinefrina nel cervello. Abbiamo valutato l'efficacia di 3 dosi dell'atomoxetina rispetto a placebo in bambini ed in adolescenti con ADHD.

METODI: Complessivamente 297 bambini ed adolescenti che erano 8 - 18 anni ed hanno avuti ADHD come definiti dal sistema diagnostico e dal manuale statistico dei disturbi mentali, quarta edizione, sono stati randomizzati a placebo o all'atomoxetina dosata su una base di peso-regolato a 0,5 mg/kg/giorno, a 1,2 mg/kg/giorno, o a 1,8 mg/kg/giorno per un periodo di otto settimane. I sintomi di ADHD, i sintomi affettivi ed il funzionamento della famiglia e del sociale sono stati valutati facendo uso delle scale di valutazione del ricercatore e del genitore.

RISULTATI: Circa 71% dei bambini iscritti erano maschii, criteri soddisfatti circa 67% per il sottotipo misto (sia sintomi disattenti che iperattivi/impulsivi) e la sola morbilità concomitante psichiatrica comune era disordine ribelle oppositivo (circa 38% del campione). Alla linea di base, la severità di sintomo era stimata come moderato a severo per la maggior parte dei bambini. Al punto finale, l'atomoxetina 1,2 mg/kg/giorno e 1,8 mg/kg/giorno sono stati associati coerente con i risultati superiori nei sintomi di ADHD rispetto a placebo e non erano differenti l'uno dall'altro. La dose di 0,5 mg/kg/giorno è stata associata con efficacia intermedia fra placebo e le 2 dosi elevate, suggerenti una reazione al dosaggio classificata. Il sociale e la famiglia che funzionano anche sono stati migliorati nei gruppi di atomoxetina rispetto a placebo con i miglioramenti statisticamente significativi nelle misure della capacità dei bambini di incontrare le aspettative psicosociali di ruolo e l'impatto parentale. Le sospensioni come conseguenza degli eventi avversi erano < 5% per tutti i gruppi.

CONCLUSIONE: Fra i bambini e gli adolescenti invecchiati 8 - 18, l'atomoxetina era superiore a placebo nella riduzione dei sintomi di ADHD e nel miglioramento dei sintomi di funzionamento della famiglia e del sociale. L'atomoxetina è stata associata con una reazione al dosaggio classificata e 1,2 mg/kg/giorno sembrano essere efficaci quanto 1,8 mg/kg/giorno e sono probabili essere la dose iniziale appropriata dell'obiettivo per la maggior parte dei pazienti. Il trattamento con l'atomoxetina era sicuro e tollerato bene.

Serotonina ed aggressione in bambini.

EM di Mitsis, Halperin JM, Newcorn JH. Dipartimento di psicologia, istituto universitario del Queens, boulevard di 65-30 Kissena, Flessinga, NY 11367, U.S.A.

Rappresentante 2000 di psichiatria di Curr aprile; 2(2): 95-101

La ricerca indica coerente che in animali ed in adulti, la funzione serotonergic centrale riduttrice (5-HT) è associata con aggressione aumentata. Questa relazione è stata delucidata più recentemente via i livelli del metabolita della monoammina del liquido cerebrospinale, risposte ormonali alla sfida farmacologica facendo uso delle sonde, degli studi serotonergic del grippaggio del ricevitore della piastrina e, con gli approcci genetici molecolari. Al contrario, gli studi che esaminano la relazione tra 5-HT e aggressione in bambini sono stati caratterizzati dai risultati contradditori. La letteratura che esamina la relazione fra la funzione 5-HT e l'aggressione centrali è esaminata. Parecchie ipotesi che potrebbero rappresentare le discrepanze nella letteratura di bambino sono esaminate.

Le ingestioni di cibo dei bambini e degli adolescenti degli Stati Uniti hanno paragonato alle raccomandazioni.

KA di Munoz, Krebs-Smith MP, Ballard-Barbash R, Cleveland LE. Ramo applicato di ricerca, divisione di prevenzione del cancro e controllo, istituto nazionale contro il cancro, istituti della sanità nazionali, Bethesda, Maryland, U.S.A.

Pediatria. 1997 settembre; 100 (3 pinte 1): 323-9

OBIETTIVI: per determinare la proporzione di gioventù che incontra le raccomandazioni nazionali per l'assunzione del gruppo di alimento ed identificare i modelli dell'ingestione di cibo.

PROGETTAZIONE: Il ministero dell'agricoltura degli Stati Uniti le 1989-1991 indagini continue delle ingestioni di cibo dagli individui è stato usato per stimare l'ingestione di cibo. L'assunzione era risoluta a partire dai 3 giorni della dieta la disgregazione degli alimenti nei loro ingredienti componenti ed usando i pesi che corrispondono ai servizi.

PARTECIPANTI: Il campione ha compreso 3307 la gioventù, 2 - 19 anni, viventi nei 48 Stati Uniti coincidenti. Misure principali di risultato. Il numero medio dei servizi e la percentuale degli individui che incontrano le raccomandazioni nazionali per l'assunzione del gruppo di alimento secondo le caratteristiche demografiche, i modelli di assunzione ed i profili nutrienti si sono associati con ogni modello.

RISULTATI: I numeri medi dei servizi al giorno erano sotto il minimo della gioventù le raccomandazioni di riunione che hanno variato da circa 30% per frutta, del grano, della carne e della latteria a 36% per le verdure. Sedici per cento della gioventù non hanno incontrato alcune raccomandazioni e 1% ha incontrato le raccomandazioni per tutti i gruppi di alimento eccetto il gruppo della latteria (età 2 - 11). Percentuali tutte le raccomandazioni. Il modello di riunione di tutte le raccomandazioni ha provocato le assunzioni nutrienti sopra le indennità dietetiche raccomandate ed era alto in grasso. Per contro, non ne incontrare delle raccomandazioni ha provocato bene le assunzioni sotto le indennità dietetiche raccomandate per alcune sostanze nutrienti. Gli zuccheri grassi ed aggiunti totali hanno stato in media 35% e 15% di energia, rispettivamente e dei livelli era simile fra la maggior parte dei gruppi demografici.

CONCLUSIONE: I bambini e gli anni dell'adolescenza negli Stati Uniti seguono il cibo dei modelli che non incontrano le raccomandazioni nazionali. L'educazione alimentare e l'intervento sono necessari fra i bambini degli Stati Uniti.

Tossicità dell'amalgama di Mercury.

O'Brien, J. piede. Lauderdale, FL: Fondamento del prolungamento della vita. http://www.lef.org/magazine/mag2001/may2001_report_mercury_1.html

Rivista 2001 del prolungamento della vita maggio; 7(5): 43-51.

Deficit distribuiti degli argomenti grigi e bianchi nel disordine hyperkinetic: Prova di RMI per anomalia anatomica in una rete attentional.

Overmeyer S, Sc di Bullmore ET, di allattamento J, di Simmons A, di Williams, Santosh PJ, Taylor E. Institute di psichiatria e del tipo, re e la scuola di medicina di St Thomas, Londra.

Med 2001 di Psychol novembre; 31(8): 1425-35

FONDO: Gli studi neuroimaging precedenti dei bambini con disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) hanno dimostrato principalmente le anomalie anatomiche e funzionali negli argomenti grigi frontali e striatal. Qui riferiamo l'uso dei metodi di analisi dell'immagine novelli, che non richiedono la selezione priore delle regioni di interesse, caratterizzare i deficit morfologici distribuiti sia degli argomenti grigi che bianchi connessi con ADHD.

METODI: Diciotto bambini con un fenotipo raffinato di ADHD, che inoltre ha risposto ai criteri ICD-10 per disordine hyperkinetic (età media 10,4 anni) e 16 bambini normali (età media 10,3 anni) sono stati confrontati facendo uso di imaging a risonanza magnetica. I gruppi sono stati abbinati per la manualità, il sesso, l'altezza, il peso e la circonferenza cranica. Le differenze morfologiche fra i gruppi sono state stimate misura un modello lineare ad ogni voxel nello spazio standard, applicante una soglia alle mappe risultanti di statistica del voxel per generare i mazzi dei voxels nello spazio attigui di suprathreshold e collaudante le masse del mazzo “, o la somma delle statistiche del voxel di suprathreshold in ogni 2D mazzo, dal prelevare di nuovo un campione casuale ripetuto dei dati.

RISULTATI: I bambini hyperkinetic hanno avuti deficit significativi della materia grigia in circonvoluzione frontale superiore giusta (area di Brodmann (SEDERE) 8/9), circonvoluzione di cingulate posteriore di destra (SEDERE 30) ed i gangli basali bilateralmente (particolarmente globo pallido giusto e putamen). Inoltre hanno dimostrato i deficit centrali significativi della materia bianca nell'emisfero sinistro anteriore ai tratti ed al superiore piramidali ai gangli basali.

CONCLUSIONI: Questo modello del deficit nello spazio distribuito della materia grigia nel giusto emisfero è compatibile con l'ipotesi che ADHD è associato con rottura di una rete neurocognitiva della larga scala per l'attenzione. I deficit emisferici sinistri della materia bianca possono essere dovuto il dysmyelination.

Deficit di attenzione/disordine di iperattività: caratteristiche, interventi e modelli.

Paule MG, Rowland COME, Ferguson SA, Chelonis JJ, Tannock R, Swanson JM, Castellanos FX. Laboratorio comportamentistico di tossicologia, divisione di Neurotoxicology, HFT-132, centro nazionale per ricerca tossicologica, strada di 3900 NCTR, Jefferson, AR 72079-9502, U.S.A. mpaule@nctr.fda.gov

Neurotoxicol Teratol 2000 settembre-ottobre; 22(5): 631-51

Uno studio epidemiologico sul deficit di attenzione/sul disordine dell'iperattività (ADHD) suggerisce che la prevalenza possa essere due - tre volte più superiore alla cifra di 3-5% citata spesso. Inoltre, i dati suggeriscono che sia il underdiagnosis che il overdiagnosis accadano frequentemente. I modelli animali del roditore di ADHD, come il ratto spontaneamente iperteso (SHR) ed altri modelli del ratto come quelli con le lesioni di cervello chimiche ed indotte da radiazioni e l'arresto cerebellare e le similarità della radura della mostra del modello del topo di Coloboma con vari aspetti del disordine umano e dovrebbero risultare utile nello studio dei tratti specifici. Le mansioni comportamentistiche dell'operatore che modellano imparando, la memoria a breve termine e le distinzioni semplici sono sensibili a ADHD ed il metilfenidato è stato indicato per normalizzare la prestazione di ADHD in un compito di memoria a breve termine. I risultati recenti sfidano non solo il postulato corrente che l'inibizione di risposta è un deficit unico in ADHD, ma anche i concetti di ADHD e del suo trattamento, che presumono le abilità percettive intatte. I deficit di percezione di tempo possono rappresentare, in parte, l'eccessiva variabilità nei tempi di reazione del motore sulle mansioni di tempo di reazione, sui problemi accelerati del controllo motorio e sulla confusione del motore connessi con ADHD. Lo studio del trattamento di Multimodality di ADHD (MTA) ha fornito i dati che suggeriscono che interventi farmacologici che seguito sistematico e frequente incluso con i genitori e gli insegnanti, con o senza gli interventi psicosociali, è superiore agli interventi psicosociali o alla cura di comunità standard da solo. Ulteriormente, il MTA era uno dei primi studi per dimostrare i benefici degli interventi multimodali e farmacologici che durano più lungamente di 1 anno. Gli studi della rappresentazione hanno dimostrato le differenze nelle aree del cervello in bambini con ADHD: il corpo calloso anteriore, la giusta materia bianca anteriore ed i volumi cerebellari tutti sono diminuiti in bambini con ADHD e c'è meno asimmetria del cervello negli oggetti di ADHD. Ulteriormente, gli studi funzionali della rappresentazione, accoppiati con le manipolazioni farmacologiche, suggeriscono il flusso sanguigno ed utilizzazione in diminuzione di energia in corteccia prefrontale e corpo striato ed i disturbi della fisioregolazione dei sistemi della catecolamina in persone con ADHD.

Riferimento di scrittorio dei medici 2002.

PDR. Adderall.

Montvale, NJ: Economia medica/Simon & Schuster.

Disordine e vulnerabilità di iperattività di deficit di attenzione allo sviluppo di alcolismo: uso della scala di valutazione dell'Wender-Utah per sistema diagnostico retrospettivo di ADHD nell'infanzia dei pazienti alcolici. [Articolo nello Spagnolo]

Ponce Alfaro G, Rodriguez-Jimenez Caumel R, Perez Rojo JA, Monasor Sanchez R, Rubio Valladolid G, Jimenez Arriero mA, Palomo Alvarez T. Unidad de Conductas Adictivas (UCA), ospedale Universitario Doce de Octubre.

Actas specialmente Psiquiatr. 2000 novembre-dicembre; 28(6): 357-66.

Durante gli anni scorsi, è stato dati accumulati circa un'associazione importante fra le dipendenze ed il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD). Sia i disordini dividono gli aspetti della clinica che gli indicatori biologici pertinenti e per entrambi è stato alterazioni postulate negli stessi sistemi cerebrali.

OBIETTIVO: per valutare il tasso di ADHD possibile nelle età giovani dei pazienti alcolici adulti, contrariamente ai comandi.

METODO: È stato realizzato che un adattamento della scala di valutazione dell'Wender-Utah (WURS) e di è stato analizzato le sue caratteristiche psicometriche. È stato amministrato a 117 pazienti alcolici e a 52 comandi.

RISULTATI: Il punteggio medio di WURS è significatively più alto nel gruppo alcolico che nel controllo uno (32,26 contro 16,55, < 0,0001). La percentuale dei pazienti alcolici che ha una tomaia del punteggio i punti di taglio differenti (36 e 46) è inoltre più alta nel gruppo alcolico che nel controllo uno (36,75% contro 7,69%; &lt; 0.0005; 18,8% contro 1,92%; < 0,01, rispettivamente). Il punteggio medio è più alto in alcoolizzati con l'altra dipendenza del comorbid che in alcoolizzati senza (37,61 contro 29,17; < 0,018)ed è più alto in pazienti alcolici che hanno inebriato solitamente dichiarano in un grado del alto-moderato che coloro che lo ha in basso-nule.

CONCLUSIONI: Fra i pazienti alcolici esiste un gruppo importante con gli alti punteggi nel WURS, potrebbe indicare i tassi alti di ADHD nelle età giovani. Discused le implicazioni di etiopathogenetics e della clinica e la convenienza di avanzamento nel developemnt degli strumenti diagnostici.

Risultato naturale di ADHD con disordine inerente allo sviluppo di coordinazione all'età 22 anni: uno studio controllato, longitudinale, a livello comunitario.

Rasmussen P, Gillberg C. Institute per la salute delle donne e dei bambini, il dipartimento del bambino e la psichiatria adolescente, università di Goteborg, Svezia. peder.rasmussen@sahlgrenska.se

Psichiatria 2000 di Adolesc del bambino di J Acad novembre; 39(11): 1424-31

OBIETTIVO: C'è un'esigenza degli studi longitudinali controllati nel campo dei disordini dell'attenzione nella popolazione in genere.

METODO: In uno studio di approfondimento a livello comunitario, 55 di 61 oggetto hanno invecchiato 22 anni, che hanno avuti il deficit di attenzione/disordine dell'iperattività (ADHD) con e senza disordine inerente allo sviluppo di coordinazione del comorbid (DCD) al workup iniziale all'età 7 anni, sono stati confrontati, su un gran numero di variabili di risultato, a 46 di 51 oggetto di pari età senza tali diagnosi. Nessuno degli oggetti avevano ricevuto il trattamento dello stimolante. Gli psichiatri che svolgono lo studio di approfondimento erano ciechi a stato diagnostico originale del gruppo.

RISULTATI: Nel gruppo di ADHD/DCD 58% ha avuto un risultato difficile rispetto a 13% nel gruppo di confronto (< .001). I sintomi restanti di ADHD, di disturbo di personalità antisociale, di abuso di alcool, dell'offesa criminale, leggendo i disordini e di basso grado d'istruzione sono stati sovrarappresentati nei gruppi di ADHD/DCD. La combinazione di ADHD e di DCD è sembrato portare una prospettiva particolarmente triste.

CONCLUSIONI: L'infanzia ADHD e DCD sembra essere un preannunciatore il più importante di funzionamento psicosociale difficile nell'età adulta iniziale. Sembrerebbe appropriato da schermare per tali disordini in scuole ed in cliniche in moda da potere iniziare presto le terapie.

I paralleli fra disordine dell'iperattività di deficit di attenzione ed i deficit comportamentistici hanno prodotto tramite l'esposizione neurotossica in scimmie.

CC del riso. U.S. Ente per la salvaguardia dell'ambiente, ufficio di ricerca e sviluppo, centro nazionale per la valutazione ambientale, Washington, DC, U.S.A. rice.deborah@epa.gov

Circondi la salute Perspect. 2000 giugno; 108 supplementi 3:405-8.

Il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) è un'inabilità che colpisce fra 3 e 7% dei bambini, con un numero significativo degli individui che continuano ad essere colpitoe in adolescenza e nell'età adulta. ADHD è caratterizzato in parte da un'incapacità di organizzare le sequenze complesse di comportamento, di persistere di fronte a distrarre gli stimoli e di rispondere giustamente alle conseguenze di comportamento passato. Ci sono alcuni paralleli fra le caratteristiche di ADHD ed il comportamento delle scimmie esposte inerente allo sviluppo a piombo o a difenili policlorati (PCBs), come provato tramite la ricerca dal nostro laboratorio. Sia il cavo che l'esposizione del PWB producono i deficit sull'inversione di distinzione e sulla prestazione in ritardo spaziale di alternativa; le scimmie trattate esibiscono i deficit nella loro capacità di cambiare una strategia di risposta già stabilita e di inibire le risposte inadeguate. Le scimmie esposte inerente allo sviluppo a cavo o a PCBs inoltre eseguono diversamente dalle scimmie di controllo su un programma fisso di intervallo del rinforzo, che richiede l'organizzazione temporale di comportamento facendo uso soltanto delle indicazioni interne. Considerando che l'eziologia di ADHD è multifattoriale, la possibilità che gli agenti neurotossici nell'ambiente contribuiscono all'incidenza di ADHD autorizza l'attenzione.

Il ruolo potenziale degli acidi grassi nel deficit di attenzione/disordine di iperattività.

Richardson AJ, Puri BK. Laboratorio di fisiologia, Oxford, Regno Unito dell'università. alex.richardson@physiol.ox.ac.uk

Acidi grassi essenziali 2000 di Leukot delle prostaglandine luglio-agosto; 63 (1-2): 79-87

Come attualmente definito, il deficit di attenzione/disordine dell'iperattività (ADHD) comprende una vasta costellazione dei problemi di apprendimento e comportamentistici e della sua definizione e la diagnosi rimangono discutibili. L'eziologia di ADHD si riconosce per essere sia complessa che multifattoriale. La proposta considerata qui è che almeno alcune caratteristiche di ADHD possano riflettere un'anomalia di fondo del metabolismo dell'acido grasso. La prova clinica e biochimica è discussa che suggerisce che una carenza funzionale di determinati acidi grassi polinsaturi a catena lunga potrebbe contribuire a molte delle caratteristiche connesse con questa circostanza. Le implicazioni in termini di proposte di trattamento dell'acido grasso inoltre sono discusse; una tal forma di trattamento è relativamente sicuro confrontata agli interventi farmacologici esistenti, sebbene ulteriori studi ancora siano necessari per valutare la sua efficacia potenziale in gestione dei sintomi di ADHD. Copyright Harcourt Publishers Ltd 2000.

Una prova alla cieca randomizzata, studio controllato con placebo sugli effetti del completamento con gli acidi grassi altamente insaturi sui sintomi in relazione con ADHD in bambini con le difficoltà di apprendimento specifiche.

Richardson AJ, Puri BK. Dipartimento di università di fisiologia, Oxford, Inghilterra, Regno Unito. alex.richardson@physiol.ox.ac.uk

Psichiatria 2002 di biol di Prog Neuropsychopharmacol febbraio; 26(2): 233-9

(1) gli autori hanno verificato la previsione che le carenze relative in acidi grassi altamente insaturi (HUFAs) possono essere alla base di alcuni dei problemi di apprendimento e comportamentistici connessi con il deficit di attenzione/il disordine dell'iperattività (ADHD) studiando gli effetti del completamento di HUFA sui sintomi in relazione con ADHD in bambini con le difficoltà di apprendimento specifiche (pricipalmente dislessia) che inoltre hanno mostrato le caratteristiche di ADHD. (2) quarantuno bambino ha invecchiato 8-12 anni con sia le difficoltà di apprendimento specifiche che le valutazioni superiori alla media di ADHD sono state assegnate a caso al completamento o al placebo di HUFA per 12 settimane. (3) sia alla linea di base che seguito, una gamma di comportamentistico e problemi di apprendimento connessi con ADHD è stato valutato facendo uso delle scale di valutazione standardizzate del genitore. (4) alla linea di base, i gruppi non hanno differito, ma dopo 12 settimane significhi che i punteggi per i problemi conoscitivi ed i problemi di comportamento generale erano significativamente più bassi per il gruppo curato con HUFA che per il gruppo del placebo; c'erano miglioramenti significativi dalla linea di base su 7 su 14 scale per il trattamento attivo, rispetto a nessuno per placebo. Le differenze del gruppo nel cambiamento segna tutto il HUFA favorito, raggiungente i livelli di significato convenzionali per 3 su 14 scale. (5) il completamento di HUFA sembra ridurre i sintomi in relazione con ADHD in bambini con le difficoltà di apprendimento specifiche. Dato la sicurezza e la tollerabilità di questo trattamento semplice, i risultati da questo studio pilota sostengono forte l'argomento per le indagini successive.

Il colorante alimentare ed il comportamento sintetici, un effetto di reazione al dosaggio in una prova alla cieca, il placebo controllato, le ripetere-misure studiano.

Rowe KS, Rowe kJ. Dipartimento di pediatria, università di Melbourne, ospedale pediatrico reale, Victoria, Australia.

J Pediatr 1994 novembre; 125 (5 pinte 1): 691-8

OBIETTIVO: per stabilire se ci sia un'associazione fra l'ingestione dei coloranti alimentari sintetici ed il cambiamento comportamentistico in bambini fatti riferimento per la valutazione “dell'iperattività.„

PARTECIPANTI: Da circa 800 bambini si è riferito all'ospedale pediatrico reale (Melbourne) per la valutazione dell'iperattività sospettata, 200 sono stati inclusi in una prova aperta di sei settimane di una dieta esente da colorante alimentare sintetico. I genitori di 150 bambini hanno riferito il miglioramento comportamentistico con la dieta ed il deterioramento sull'introduzione degli alimenti celebri per contenere la coloritura sintetica. Un inventario comportamentistico di valutazione di 30 oggetti è stato inventato da un esame dei dati storici clinici di 50 reattori sospettati. Altri trentaquattro bambini (23 hanno sospettato i reattori, 11 reattore incerto) e 20 oggetti di controllo, invecchiati 2 - 14 anni, sono stati studiati.

PROGETTAZIONE: I 21 il giorno, la prova alla cieca, controllata con placebo, le ripetere-misure studiano hanno usato ogni bambino come suo proprio controllo. Il placebo, o uno di sei livelli di dose di mg della tartrazina (1, 2, 5, 10, 20, 50), è stato amministrato a caso ogni mattina e le valutazioni comportamentistiche sono state registrate dai genitori alla fine di ogni 24 ore.

RISULTATI: Lo studio ha identificato 24 bambini come chiaramente reattori (19 di 23" reattori sospettati,„ 3 di 11" reattori incerti,„ e 2 di 20" controllo sottopongono„). Erano irritabili ed agitati ed hanno avuti disturbo del sonno. Le reazioni significative sono state osservate a tutti e sei i livelli di dose. Un effetto di reazione al dosaggio è stato ottenuto. Con mg di aumento della dose maggior di 10, la durata di effetto è stata prolungata.

CONCLUSIONE: I cambiamenti comportamentistici nell'irritabilità, nell'irrequietezza e nel disturbo del sonno sono associati con l'ingestione di tartrazina in alcuni bambini. Un effetto di reazione al dosaggio è stato osservato.

ADHD: fabbricazione della valutazione pediatrica appropriata.

Sangare J.

Cura Prim Pract di Lippincotts. 2000 marzo-aprile; 4(2): 193-206

Il deficit di attenzione/disordine dell'iperattività (ADHD) è un termine usato per descrivere una costellazione dei livelli inadeguati di disattenzione e di impulsivity. La storia dei cambi di nome dalla sindrome minima del cervello, alla sindrome hyperkinetic, a che cosa ora è conosciuta come ADHD, riflette l'influenza della neurologia, della pediatria e della psichiatria. Questo processo “evolutivo„ è stato pieno con controversia che proviene dalle diverse viste di vaste discipline che hanno tentato di definire la suoi gamma, portata e trattamento. ADHD è stato definito all'interno di un contesto “di neurobiopyschoeducational„, che ha fatto la diagnosi ed il trattamento di questo disordine più provocatorio. Lo scopo di questo articolo è di evidenziare le revisioni correnti ai criteri diagnostici di ADHD DSM-IV ed identificare le edizioni e le strategie correnti di valutazione per aiutare nella fabbricazione la diagnosi e del trattamento adeguati progetti.

L'effetto del completamento vitamina-minerale su delinquenza giovanile fra gli scolari americani: un randomizzato, prova controllata con placebo della prova alla cieca.

Schoenthaler SJ, identificazione del feretro Dipartimento di sociologia e di giustizia penale, università di Stato di California, Stanislaus, Turlock 95380, U.S.A. stephens@volcano.net

Med 2000 del complemento di J Altern febbraio; 6(1): 7-17

CONTESTO: I numerosi studi intrapresi nelle istituzioni correttive giovanili hanno riferito che la violenza ed il comportamento antisociale serio sono stati tagliati quasi a metà dopo avere implementato le diete sostanza-dense che sono coerenti con le linee guida dell'organizzazione mondiale della sanità per i grassi, lo zucchero, gli amidi ed i rapporti della proteina. Due hanno controllato le prove provate se la causa dei miglioramenti comportamentistici fosse psicologica o biologico in natura confrontando il comportamento degli offensori che ha ricevuto i placebi o i supplementi vitamina-minerali hanno progettato per fornire l'equivalente del micronutriente di una dieta ben equilibrata. Questi hanno randomizzato le prove hanno riferito che offensori istituzionalizzati, invecchiati 13 - 17 anni o 18 - 26 anni, quando le compresse attive date hanno prodotto circa 40% meno violento e l'altro comportamento antisociale che i comandi del placebo. Tuttavia, la generalizzazione non ha potuto essere fatta agli scolari tipici senza una violenza d'esame di prova controllata e un comportamento antisociale in " public school ".

OBIETTIVI: per determinare se gli scolari, invecchiati 6 - 12 anni, che sono dati le compresse vitamina-minerali della dose bassa produrranno significativamente meno violenza e comportamento antisociale a scuola che i compagni di classe che sono dati i placebi.

PROGETTAZIONE: Un randomizzato stratificato, una prova alla cieca, una prova controllata con placebo con la prova preliminare e le misure della post-prova di comportamento antisociale sulla proprietà della scuola.

REGOLAZIONI ED OGGETTI: Due “classe lavoratrice,„ soprattutto scuole elementari ispane a Phoenix, Arizona. Approssimativamente la metà degli scolari potenziali ha partecipato, cioè, 468 studenti invecchiati 6 - 12 anni.

INTERVENTO: Il completamento vitamina-minerale quotidiano a 50% degli Stati Uniti ha raccomandato l'indennità giornaliera (RDA) per 4 mesi contro placebo. Il supplemento è stato destinato per sollevare l'assunzione vitamina-minerale fino ai livelli attualmente raccomandati dall'Accademia nazionale delle scienze per i bambini invecchiati 6 - 11 anno.

MISURA DI RISULTATO: Delinquenza violenta e non violenta come misurata dalle annotazioni disciplinari della scuola ufficiale.

RISULTATI: Dei 468 studenti assegnati a caso alle compresse del placebo o dell'attivo, i 80 chi sono state disciplinate almeno una volta fra il 1° settembre ed il 1° maggio hanno servito da campione di ricerca. Durante l'intervento, i 40 bambini che hanno ricevuto compresse attive sono stati disciplinati, in media, 1 volta ciascuna, un tasso medio più basso 47% di comportamento antisociale che 1,875 volte ciascuna per i 40 bambini che hanno ricevuto i placebi (intervallo di confidenza di 95%, 29% - 65%, < 5 .020). I bambini che hanno preso le compresse attive hanno prodotto i tassi più bassi di comportamento antisociale in 8 tipi di infrazioni registrate: minacce/combattimento, vandalismo, essendo comportamento irriverente e disordinato, sfida, oscenità, rifiuto lavorare o servire, mettendo in pericolo altri e le offese nonspecified.

CONCLUSIONE: Le abitudini nutrizionali difficili in bambini che conducono alle concentrazioni basse di vitamine solubili in acqua nel sangue, alterano la funzione del cervello e successivamente causano la violenza e l'altro comportamento antisociale serio. La correzione di assunzione nutriente, con una dieta ben equilibrata o un completamento vitamina-minerale a basse dosi, corregge le concentrazioni basse di vitamine nel sangue, migliora la funzione del cervello e successivamente abbassa la violenza istituzionale ed il comportamento antisociale da quasi a metà. Questa carta aggiunge alla letteratura permettendo alla ricerca precedente di essere generalizzato dai più vecchi oggetti incarcerati con una storia di comportamento antisociale ad una popolazione normale dei bambini più in giovane età in una regolazione educativa.

Effetto di malnutrizione marasmic iniziale su sviluppo fisico e psicologico successivo. Malnutrizione, imparare e comportamento Behavoir

Schrimshaw, S., Gordon, J.E.

1968. Cambridge, mA: Stampa del MIT.

Studio sugli effetti dei cianobatteri eccellenti

Sevulla, I., Aguiree, N.

1995. Managua, Nicaragua: Universidad Centro Americano.

Effetto di addestramento interattivo del metronomo sui bambini con ADHD.

Shaffer RJ, Jacokes LE, Cassily JF, SI di Greenspan, Tuchman rf, istituto universitario del Jr. di Stemmer PJ di medicina umana, università dello stato del Michigan, Ann Arbor, U.S.A.

J Occup Ther 2001 marzo-aprile; 55(2): 155-62

OBIETTIVO: Lo scopo di questo studio era di determinare gli effetti di un intervento specifico, il metronomo interattivo, sugli aspetti selezionati del motore e delle abilità conoscitive in un gruppo di bambini con disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD).

METODO: Lo studio ha incluso 56 ragazzi che erano 6years a 12 anni e diagnosticati prima che fornissero lo studio come avendo ADHD. I partecipanti erano pretestati ed assegnato a caso ad uno di tre ha abbinato i gruppi. Un gruppo di 19 partecipanti che ricevono 15 ore degli esercizi di allenamento interattivi del metronomo è stato paragonato ad un gruppo che non ricevono intervento e ad un gruppo che riceve l'addestramento sui video giochi selezionati del computer.

RISULTATI: Un modello significativo di miglioramento attraverso 53 di 58 variabili che favoriscono il trattamento interattivo del metronomo è stato trovato. Ulteriormente, parecchie differenze significative sono state trovate fra i gruppi del trattamento e fra pretrattamento ed i fattori dopo trattamento sulla prestazione nelle aree dell'attenzione, il controllo motorio, l'elaborazione linguistica, la lettura ed i rapporti parentali dei miglioramenti nel regolamento di comportamento aggressivo.

CONCLUSIONE: L'addestramento interattivo del metronomo sembra facilitare una serie di capacità, compreso l'attenzione, il controllo motorio e le abilità accademiche selezionate, in ragazzi con ADHD.

Gli effetti del completamento fisiologico del magnesio su iperattività in bambini con disordine di iperattività di deficit di attenzione (ADHD). Risposta positiva alla prova di caricamento orale del magnesio.

Starobrat-Hermelin B, Kozielec T. Department della medicina di famiglia, accademia medica di Pomeranian, Szczecin, Polonia.

Ricerca 1997 di Magnes giugno; 10(2): 149-56

I bambini con ADHD sono “un gruppo a rischio„ fino a loro ulteriore emozionale e lo sviluppo sociale e le possibilità educative sono interessati e le conseguenze della mancanza di terapia appropriata sembra essere gravi. Alcuni di questi bambini non rispondono ai metodi prevalenti di terapia. È riferito che i fattori dietetici possono svolgere un ruolo significativo in eziologia della sindrome di ADHD e la carenza di magnesio può aiutare nell'iperattività rivelante in bambini. Lo scopo del nostro lavoro era di valutare l'influenza del completamento del magnesio sull'iperattività in pazienti con ADHD. L'esame ha compreso 50 bambini iperattivi, di 7-12 anni, che hanno compiuto i criteri di DSM IV per la sindrome di ADHD, con la carenza riconosciuta di magnesio nel sangue (siero del sangue e globuli rossi) ed in capelli facendo uso della spettroscopia di assorbimento atomico. Nel periodo di 6 mesi quelli esaminati hanno preso regolarmente i preparati del magnesio in una dose di circa 200 mg/giorno. 30 di quelli esaminati con ADHD hanno mostrato i disordini di coesistenza specifici all'età inerente allo sviluppo e 20 di loro hanno mostrato il comportamento disgregativo. Il gruppo di controllo ha consistito di 25 bambini con ADHD e la carenza di magnesio, che sono stati trattati in un modo standard, senza preparati del magnesio. 15 membri di questo gruppo hanno mostrato i disordini di coesistenza specifici per l'età inerente allo sviluppo e 10 membri hanno mostrato il comportamento disgregativo. L'iperattività è stata valutata con l'aiuto delle scale psicometriche: la scala di valutazione di Conners per i genitori e gli insegnanti, la scala di Wender di comportamento ed il quoziente di sviluppo a libertà dal Distractibility. Nel gruppo di bambini dati 6 mesi del completamento del magnesio, indipendentemente da altri disturbi mentali che coesistono con l'iperattività, un aumento nei contenuti del magnesio in capelli e una diminuzione significativa dell'iperattività di quelle esaminate è stato raggiunto, confrontato stato al loro stato clinico prima del completamento ed è confrontato stato al gruppo di controllo che non era curato stato con magnesio.

L'analisi di neurosteroid livella nel disordine dell'iperattività di deficit di attenzione.

Strous RD, Spivak B, Yoran-Hegesh R, Maayan R, Averbuch E, Kotler m., Mester R, Weizman A. Beer Yaakov Mental Health Center, casella postale 1, birra Yaakov 70350, Israele. rael@photonet.com

Int J Neuropsychopharmacol 2001 settembre; 4(3): 259-64

Neurosteroids è substrati neuroattivi importanti con la partecipazione dimostrata a parecchi processi di malattia e neurofisiologici. Il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) è associato stato con i disturbi della fisioregolazione dei sistemi catecholaminergic e serotonergic, comunque la sua relazione alle irregolarità o ai cambiamenti nei livelli del neurosteroid rimane sconosciuta. Abbiamo esaminato la relazione fra i livelli ematici di deidroepiandrosterone (DHEA), il suo pregnenolone principale del precursore ed il suo solfato principale del deidroepiandrosterone del metabolita (DHEAS) in 29 giovani soggetti di sesso maschile di 7-15 anni con i criteri di DSM-IV di ADHD. Gli oggetti sono stati valutati da una scala specialmente progettata, seguente quali pazienti sono stati divisi in due gruppi secondo la severità di sintomatologia. I risultati hanno indicato le correlazioni inverse significative fra sintomatologia ed i livelli clinici di DHEA e il pregnenolone nel gruppo totale. Queste correlazioni inverse erano particolarmente evidenti nel gruppo di oggetti meno severo. I livelli di DHEA e di DHEAS sono stati correlati inversamente con il subscale dell'iperattività. Ancora, facendo uso dei livelli ematici mediani come indicatore di taglio, i livelli ematici di DHEA e DHEAS sono stati associati con meno sintomi di ADHD, in particolare sintomatologia dell'iperattività. I nostri risultati suggeriscono un effetto protettivo possibile di vari neurosteroids sull'espressione della sintomatologia di ADHD.

Legame del deficit del gene e di attenzione del ricevitore della dopamina D4/del disordine di iperattività.

Sunohara GA, Roberts W, Malone m., Schachar RJ, Tannock R, Basile CONTRO, Wigal T, SB di Wigal, Schuck S, Moriarty J, Swanson JM, Kennedy JL, CL di Barr. Sezione di Neurogenetics, il centro per dipendenza e salute mentale, Toronto, Ontario, Canada.

Psichiatria 2000 di Adolesc del bambino di J Acad dicembre; 39(12): 1537-42

OBIETTIVO: C'è considerevole prova che sostiene una componente genetica in eziologia del deficit di attenzione/del disordine dell'iperattività (ADHD). Poiché i farmaci dello stimolante agiscono soprattutto sul sistema dopaminergico, i geni del sistema della dopamina sono candidati principali per i fattori genetici di suscettibilità per ADHD. Gli studi precedenti da parecchi gruppi hanno osservato un'associazione significativa di ADHD e un allele con 7 copie della ripetizione di 48 coppie di basi nel terzo esone del ricevitore della dopamina D4.

METODO: Gli autori hanno cercato di ripiegare questi risultati precedenti raccogliendo un campione indipendente delle famiglie da Toronto, da Ontario, dal Canada e dalla conferma del questo trovanti in un campione in espansione delle famiglie di ADHD raccolte da Irvine, la California. Facendo uso della prova di squilibrio della trasmissione (TDT), gli autori esaminati a trasmissione polarizzata dell'allele di 7 ripetizioni al polimorfismo dell'esone III del luogo del ricevitore della dopamina D4 in questi campioni degli oggetti di ADHD.

RISULTATI: La trasmissione polarizzata dell'allele di 7 ripetizioni dai genitori ai probands di ADHD ed ai loro fratelli germani colpiti è stata osservata nei 2 nuovi campioni delle famiglie raccolte a Toronto ed Irvine (TDT chi2 = 2,711, 1 df, valore unilaterale di p = .050) e per questi campioni combinati con le 52 famiglie precedentemente riferite da Irvine (TDT chi2 = 6,426, 1 df, valore unilaterale di p = .006).

CONCLUSIONI: I risultati di questo studio avanzano il supporto la possibilità di un ruolo del luogo del ricevitore della dopamina D4 in ADHD.

Gli effetti dell'esercizio sui bambini con disordine di iperattività di deficit di attenzione.

Tantillo m., Kesick cm, Hynd GW, Dishman RK. Dipartimento di scienza di esercizio, l'università di Georgia, Atene, GA 30602-6554, U.S.A.

Med Sci Sports Exerc 2002 febbraio; 34(2): 203-12

SCOPO: Gli effetti dell'esercizio sui bambini con disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) sono stati valutati studiando il tasso di lampeggi di occhio spontanei, l'acustico fanno sussultare la risposta di lampeggio di occhio (ASER) e il impersistence del motore fra 8 - a 12 bambini di anno (10 ragazzi e 8 ragazze) che rispondono ai criteri di DSM-III-R per ADHD.

METODI: I bambini hanno cessato il farmaco 24 h del metilfenidato prima e durante ciascuna di tre circostanze quotidiane separate da 24-48 H. Dopo una prova di camminata della pedana mobile massima per determinare forma fisica cardiorespiratoria (Vo (2peak)), ogni bambino è stato assegnato a caso agli stati controbilanciati della pedana mobile che camminano ad un'intensità 65-75% di Vo (2peak) o di resto calmo. Le risposte sono state paragonate ad un gruppo di partecipanti di controllo (11 ragazzo e 14 ragazze) uguagliati con il gruppo di ADHD su parecchie variabili chiave.

RISULTATI: I ragazzi con ADHD avevano aumentato il tasso di lampeggio spontaneo, la latenza in diminuzione di ASER e il impersistence in diminuzione del motore dopo l'esercizio massimo. Le ragazze con ADHD avevano aumentato l'ampiezza di ASER e la latenza in diminuzione di ASER dopo l'esercizio submassimale.

CONCLUSIONI: I risultati suggeriscono un'interazione fra il sesso e l'intensità di esercizio che non è spiegata da idoneità fisica, dalla storia di attività, o dagli attributi selezionati di personalità. Il significato clinico dei risultati di lampeggio di occhio non è chiaro, come i miglioramenti in impersistence del motore si sono presentati soltanto per i ragazzi dopo l'esercizio massimo. Ciò nonostante, questi risultati preliminari sono sufficiente positivi incoraggiare lo studio supplementare a determinare se una sessione dell'esercizio vigoroso ha efficacia come adiuvante dopaminergico in gestione delle caratteristiche comportamentistiche di ADHD.

L'efficacia del modafinil ha confrontato al dextroamphetamine per il trattamento di disordine dell'iperattività di deficit di attenzione in adulti.

Taylor FB, Russo J. Rainier Associates, Tacoma, Washington 98467, U.S.A. taylor2@earthlink.net

Bambino Adolesc Psychopharmacol di J. 2000 inverni; 10(4): 311-20.

Il nostro obiettivo era di confrontare l'efficacia di nuovo modafinil dipromozione della droga a quella del dextroamphetamine per il trattamento di disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) in adulti. Ventidue adulti che hanno risposto ai criteri di DSM-IV per ADHD hanno partecipato ad un randomizzato, ad una prova alla cieca, ad uno studio controllato con placebo e trifase dell'incrocio che confrontano il placebo, ad un modafinil e ad un dextroamphetamine per il trattamento di ADHD. I farmaci di studio sono stati titolati due volte al giorno alle dosi di efficacia ottimale oltre i 4-7 giorni e poi hanno tenuto la costante durante il resto di ogni fase di due settimane del trattamento. Le misure di miglioramento hanno compreso la lista di controllo di comportamento di DSM-IV ADHD per gli adulti, la prova orale controllata dell'associazione di parole (COWAT, facendo uso delle lettere C, F e L versione), Stroop e la portata della cifra (versione della scala di intelligenza adulta di Wechsler). Per il 21 completers (di 96%), (+/- deviazione standard) le dosi ottimali medie del modafinil e dextroamphetamine erano 206,8 mg/giorno +/- 84,9 e 21,8 mg/giorno +/- 8,9, rispettivamente. I punteggi sulla lista di controllo di DSM-IV ADHD (< 0,001) sono stati migliorati significativamente sopra lo stato del placebo dopo il trattamento con entrambi i farmaci attivi. La prestazione sul COWAT (< 0,05) ha raggiunto i livelli significativi di tendenza. Entrambi i farmaci erano generalmente buono tollerati. Questo studio preliminare suggerisce che il modafinil possa essere un'alternativa fattibile agli stimolanti convenzionali per il trattamento degli adulti con ADHD.

È il deficit di attenzione/disordine dell'iperattività una sindrome di carenza di energia?

Todd RD, Botteron KN. Dipartimento di psichiatria, Washington University School di medicina, St. Louis, Missouri 63110, U.S.A.

Biol psichiatria 2001 1° agosto; 50(3): 151-8

Il deficit di attenzione/disordine dell'iperattività (ADHD) è una sindrome altamente ereditabile eppure clinicamente eterogenea connessa con la funzione di hypocatecholamine nelle regioni corticali subcortical e prefrontali e risposta clinica ai farmaci che migliorano la funzione della catecolamina. Lo scopo di questo articolo è di presente un'ipotesi circa l'eziologia di ADHD sintetizzando questi risultati con gli esperimenti recenti che indicano che il consumo di energia di un neurone attività-dipendente è regolato dai astrocytes corticali. La letteratura scientifica è stata consultata dal 1966 al presente facendo uso di MEDLINE e delle parole chiave pertinenti. La disattenzione e il impulsivity possono essere collegati con il hypofunctionality delle vie della proiezione della catecolamina alle aree corticali prefrontali, con conseguente disponibilità di un neurone in diminuzione di energia. Ciò può essere mediata dai ricevitori della catecolamina del astrocyte che regolano normalmente la disponibilità di energia durante l'attivazione di un neurone. Almeno certe forme di ADHD possono essere osservate come sindromi di energia-deficit e corticali secondarie al hypofunctionality catecolamina-mediato del glucosio del astrocyte e del metabolismo del glicogeno, che fornisce l'energia attività-dipendente ai neuroni corticali. Parecchie prove di questa ipotesi sono proposte.

Lo spirulina maxima impedisce l'induzione di fegato grasso da tetracloruro di carbonio nel ratto.

Torres-Duran PV, Miranda-Zamora R, Paredes-Carbajal MC, Mascher D, Diaz-Zagoya JC, Juarez-Oropeza mA. Departamento de Bioquimica, UNAM, Messico, D.F., Messico.

Biochimica Mol Biol Int. 1998 aprile; 44(4): 787-93

Lo scopo del lavoro attuale era di valutare la capacità dello spirulina maxima di impedire lo sviluppo del fegato grasso indotto in ratti da un d'una sola dose intraperitoneale (1 ml/kg) di tetracloruro di carbonio. I lipidi del siero e del fegato sono stati quantificati i due o quattro giorni dopo il trattamento con questo agente. La concentrazione nel lipido del fegato non ha differito in ratti si è alimentata una dieta purificata con o senza Spirulina. Tuttavia, dopo il trattamento del tetracloruro di carbonio, i triacilgliceroli del fegato erano significativamente più bassi in ratti si sono alimentati una dieta con Spirulina 5% che in ratti senza Spirulina nella loro dieta (< 0,05). Ancora, gli indici aumentati del colesterolo del fegato, indotti dal trattamento del tetracloruro di carbonio, non sono stati osservati in ratti che hanno ricevuto Spirulina. Questi risultati sostengono il ruolo hepatoprotective potenziale di Spirulina.

Effetto di Hepatoprotective della C-ficocianina: protezione per tetracloruro di carbonio e la r (+) - di epatotossicità pulegone-mediata in ratti.

BB di Vadiraja, Gaikwad nanowatt, Madyastha chilometro. Dipartimento di chimica organica, istituto indiano di scienza, Bangalore, 560 012, India.

Ricerca Commun di biochimica Biophys. 19 agosto 1998; 249(2): 428-31.

L'effetto di pretrattamento della C-ficocianina (da Spirulina platensis) su tetracloruro di carbonio e sulla r (+) - da epatotossicità indotta pulegone in ratti è stato studiato. (I.p.) l'amministrazione intraperitoneale (200 mg/kg) di un d'una sola dose della ficocianina ai ratti, un'o tre ore prima del pulegone della r (+) - (250 mg/kg) o sfida del tetracloruro di carbonio (0,6 ml/kg), ha ridotto significativamente l'epatotossicità causata da questi prodotti chimici. Per esempio, l'attività del glutammato piruvato transaminasi del siero (SGPT) era quasi uguale ai valori di controllo. Le perdite di citocromo microsomico P450, glucose-6-phosphatase ed aminopyrine-N-demetilasi sono state ridotte significativamente, suggerenti che la ficocianina assicurasse la protezione agli enzimi del fegato. È stato notato che il livello di mentofurano, la tossina prossima del pulegone della r (+) - era quasi 70% più nei campioni di urina raccolti dai ratti trattati con la r (+) - pulegone da solo che i ratti trattati con la combinazione di ficocianina e di pulegone della r (+) -. Il meccanismo possibile in questione nel hepatoprotection è discusso. Copyright 1998 edizioni accademiche.

Attenzione di paga: il ritalin agisce tanto come cocaina.

Vastag B.

JAMA. 2001 22-29 agosto; 286(8): 905-6

Disponibile non astratto

Un randomizzato, prova alla cieca, prova controllata con placebo del completamento acido docosahexanoic in bambini con il deficit di attenzione/il disordine di iperattività.

Voigt RG, Llorente, CL di Jensen, Fraley JK, Berretta MC, WC di Heird. Divisione di pediatria inerente allo sviluppo e comportamentistica, Mayo Clinic, Rochester, Minnesota 55905, U.S.A.

J Pediatr. 2001 agosto; 139(2): 189-96.

OBIETTIVO: per determinare se il completamento dell'acido docosaesaenoico (DHA) per 4 mesi fa diminuire i sintomi del deficit di attenzione/del disordine dell'iperattività (ADHD).

PROGETTAZIONE DI STUDIO: Sessantatre 6 - to-12 i bambini anni con ADHD, tutta la terapia efficace di ricezione di manutenzione con il farmaco dello stimolante, sono stati assegnati a caso, ad un modo della prova alla cieca, per ricevere il completamento di DHA (345 mg/d) o placebo per 4 mesi. I modelli inclusi variabili dell'acido grasso del fosfolipide del plasma di risultato, gli spartiti sulle misure del laboratorio di disattenzione e il impulsivity (prova delle variabili dell'attenzione, il colore dei bambini trascina la prova) mentre non prendono il farmaco dello stimolante e segna sulle scale di valutazione comportamentistiche parentali (lista di controllo di comportamento del bambino, scala di valutazione di Conners). Le differenze fra i gruppi dopo 4 mesi del completamento di DHA o l'amministrazione del placebo sono state determinate mediante analisi della varianza, controllante per l'età, il valore basale di ogni variabile di risultato, l'etnia ed il sottotipo di ADHD.

RISULTATI: Il contenuto nel fosfolipide DHA del plasma del gruppo DHA-completato era volta 2,6 più su alla conclusione dello studio che quella del gruppo del placebo (4,85 +/- 1,35 contro 1,86 +/- 0,87 mol di % degli acidi grassi totali; &lt; 001). Malgrado questo, non c'era miglioramento statisticamente significativo in qualsiasi misura obiettiva o soggettiva dei sintomi di ADHD.

CONCLUSIONE: Un periodo di quattro mesi di completamento di DHA (345 mg/d) non fanno diminuire i sintomi di ADHD.

Effetti di zucchero su comportamento aggressivo e disattento in bambini con disturbo da deficit di attenzione con iperattività ed i bambini normali.

Potenziale d'ossido-riduzione di Wender, Solanto sistemi MV. Ospedale pediatrico di Schneider, centro medico ebreo di Long Island, nuovo Hyde Park, New York 11042.

Pediatria. 1991 novembre; 88(5): 960-6

Gli alimenti alti in zucchero raffinato sono reclamati per esacerbare l'iperattività ed aumentare il comportamento aggressivo. Gli studi controllati non sono riuscito a confermare alcun effetto sull'iperattività e gli effetti su disattenzione sono stati ambigui. L'effetto possibile su comportamento aggressivo ha ricevuto poco studio. Questo studio ha valutato l'attenzione conoscitiva ed il comportamento aggressivo subito dopo di un'ingestione acuta dello zucchero rispetto a saccarina ed aspartame-ha zuccherato i placebi in 17 oggetti con disturbo da deficit di attenzione con l'iperattività rispetto a 9 oggetti di pari età di controllo. Le sfide del placebo e dello zucchero sono state date con una prima colazione alta in carboidrato. Sebbene i bambini con disturbo da deficit di attenzione con l'iperattività siano sensibilmente più aggressivi degli oggetti di controllo, non c'erano effetti significativi dello zucchero o di qualsiasi placebo sul comportamento aggressivo di qualsiasi gruppo. Tuttavia, la disattenzione, come misurata da un compito continuo della prestazione, è aumentato soltanto di disturbo da deficit di attenzione con il gruppo dell'iperattività dopo lo zucchero, ma non la saccarina o l'aspartame. Questo risultato è di importanza clinica discutibile poiché il comportamento aggressivo era immutato. L'individuazione può essere dovuto la combinazione della sfida dello zucchero con una prima colazione del alto-carboidrato. Questi risultati dovrebbero essere ripiegati e tutto il significato clinico possibile dovrebbe essere documentato prima che qualunque raccomandazioni dietetiche possano essere fatte.

Adulti con ADHD. Una panoramica.

Wender pH, lupo LE, Wasserstein J. Department di psichiatria, università di scuola di medicina di Utah, Salt Lake City, Utah 84132, U.S.A.

Ann N Y Acad Sci. 2001 giugno; 931:1-16

Il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) è un terreno comunale, disturbo neurologico geneticamente trasmesso, con l'inizio nell'infanzia, probabilmente mediata dal funzionamento dopaminergico in diminuzione del cervello. Il primo autore era uno dei più in anticipo per descrivere la persistenza dei sintomi nell'età adulta. I dati di storia naturale e di prevalenza suggeriscono che dei 3 - 10% dei bambini diagnosticati con ADHD, uno - due terzi (da qualche parte fra 1 e 6% della popolazione in genere) continuino a manifestare i sintomi apprezzabili di ADHD in vita adulta. Questo articolo descrive come ADHD in adulti può essere diagnosticato e trattato prontamente, malgrado la somiglianza o la coesistenza con altri disturbi psichiatrici. I criteri diagnostici di Wender Utah indirizzano le caratteristiche adulte del disordine. Le interviste del paziente e dell'informatore e le scale di valutazione sono usate per determinare lo stato psichiatrico del paziente come bambino, per fare una diagnosi retroattiva dell'infanzia ADHD e per stabilire la diagnosi corrente dell'adulto. La diagnosi rigorosa è chiave a determinare l'efficace trattamento. I farmaci dello stimolante dell'agonista dopaminergico sembrano essere il più efficace nel trattamento del ADHD. Circa 60% dei pazienti che ricevono il farmaco dello stimolante ha mostrato il miglioramento moderato--contrassegnato, rispetto a 10% di quelli che ricevono il placebo. I sintomi del centro dell'iperattività, della disattenzione, della labilità dell'umore, del carattere, della disorganizzazione, della sensibilità di sforzo e del impulsivity sono stati indicati per reagire al trattamento con i farmaci dello stimolante. i farmaci Non dopaminergici, quali gli antidepressivi triciclic e lo SSRI non sono stati generalmente utili in adulti con ADHD in assenza della depressione o del dysthymia. Pemoline più non è approvato per uso in questi pazienti, malgrado i rapporti favorevoli iniziali. La gestione appropriata dei pazienti adulti con ADHD è multimodale. Psychoeducation, consigliare, la terapia problema-diretta complementare, l'intervento comportamentistico, preparare, il rimedio conoscitivo e le coppie e la terapia familiare sono aggiunte utili alla gestione del farmaco. Il trattamento o il polypharmacy psicosociale complementare concorrente può essere utile nella cura dell'adulto con il comorbid ADHD.

Effetti delle diete alte in saccarosio o aspartame sul comportamento e prestazione conoscitiva dei bambini.

Wolraich ml, deviazione standard di Lindgren, Stumbo PJ, Stegink LD, Appelbaum MI, Kiritsy MC. Dipartimento di pediatria, università di Vanderbilt, Nashville, TN.

Med di N Inghilterra J. 3 febbraio 1994; 330(5): 301-7

FONDO. Sia il saccarosio dietetico che l'aspartame del dolcificante sono stati riferiti all'iperattività dei prodotti e ad altri problemi comportamentistici in bambini.

METODI. Abbiamo condotto una prova controllata prova alla cieca con due gruppi di bambini: 25 bambini in età prescolare normali (3 - 5 anni) e 23 bambini in età scolare (6 - 10 anni) descritti dai loro genitori come sensibili a zucchero. I bambini e le loro famiglie hanno seguito una dieta differente per ciascuno di tre periodi di tre settimane consecutivi. Una dieta era alta in saccarosio senza i dolcificanti artificiali, un altro era bassa in saccarosio ed aspartame contenuto come dolcificante ed il terzo era basso in saccarosio e saccarina contenuta (placebo) come dolcificante. Tutte le diete erano essenzialmente esenti dagli additivi, dal colorante alimentare artificiale e dai preservativi. Il comportamento e la prestazione conoscitiva dei bambini sono stati valutati settimanalmente.

RISULTATI. I bambini in età prescolare hanno ingerito una media (+/- deviazione standard) di 5600 +/- 2100 mg di saccarosio per chilogrammo di peso corporeo al giorno mentre sulla dieta del saccarosio, di 38 +/- 13 mg di aspartame per chilogrammo al giorno mentre sulla dieta dell'aspartame e di 12 +/- 4,5 mg di saccarina per chilogrammo al giorno mentre sulla dieta della saccarina. I bambini in età scolare considerati come sensibili allo zucchero hanno ingerito mg 4500 +/- 1200 di saccarosio per chilogrammo, 32 +/- 8,9 mg di aspartame per chilogrammo e 9,9 +/- 3,9 mg di saccarina per chilogrammo, rispettivamente. Per i bambini descritti come zucchero sensibili, non c'erano differenze significative fra le tre diete in c'è ne di 39 comportamentistici e delle variabili conoscitive. Per i bambini in età prescolare, soltanto 4 della 31 misura hanno differito significativamente fra le tre diete e non c'era modello coerente nelle differenze che sono state osservate.

CONCLUSIONI. Anche quando l'assunzione supera i livelli dietetici tipici, nè il saccarosio dietetico nè l'aspartame colpisce il comportamento o la funzione conoscitiva dei bambini.

Abilità inerente allo sviluppo di memoria di lavoro e di instabilità in bambini: una ricerca a risonanza magnetica di spettroscopia.

Yeo RA, collina D, Campbell R, veglia J, ruscelli WM. Dipartimento di psicologia, università di New Mexico, Albuquerque 87131, U.S.A. ryeo@unm.edu

Sviluppatore Neuropsychol. 2000;17(2):143-59

Questo studio dei bambini (età da 7 a 12) desidera determinare (a) se la variazione in chimica del cervello del lobo frontale, determinata a partire dalla spettroscopia a risonanza magnetica del protone (1H-MRS), è collegato con la prestazione su un compito di memoria di lavoro in bambini e (b) se instabilità inerente allo sviluppo (DI; l'espressione imprecisa del piano genetico per lo sviluppo dovuto parecchie conseguenze genetiche e sull'ambiente conosciute) è alla base della variazione fenotipica in chimica del cervello. 1H-MRS ha valutato i neurometabolites in un giusto voxel frontale della materia bianca. La memoria di lavoro valutata prova di Two-Back di rappresentazione. Una misura composita dei DI è stata creata dalle misure delle anomalie fisiche secondarie, dall'asimmetria di variazione delle caratteristiche del corpo e dall'asimmetria di variazione delle caratteristiche dermatoglyphic. I maggiori DI hanno predetto forte le concentrazioni più basse di creatina-fosfocreatina (Cre) e di colina-contenere i composti, mentre Cre e l'N-acetile-aspartato hanno correlato positivamente con le abilità di memoria di lavoro. Le abilità di memoria di lavoro sembrano così relative al metabolismo energetico del lobo frontale, che a sua volta è collegato con i DI.

Tendenze relative alla prescrizione dei farmaci psicotropici ai bambini in età prescolare.

Zito JM, DJ più sicuro, dosReis S, Gardner JF, tronchi m., Lynch F. School della farmacia, università del Maryland, Baltimora 21201, U.S.A. jzito@rx.umaryland.edu

JAMA. 2000 23 febbraio; 283(8): 1025-30

CONTESTO: I rapporti recenti sull'uso dei farmaci psicotropici per i bambini scuola-vecchi con comportamentistico e disturbi psichici autorizzano ulteriore esame delle tendenze relative al tipo ed alle dimensioni di terapia farmacologica e di componenti sociodemografiche.

OBIETTIVI: Per determinare la prevalenza del farmaco psicotropico utilizzano nelle gioventù scuola-vecchie e mostrare le tendenze di utilizzazione attraverso una portata di cinque anni.

PROGETTAZIONE: Le annotazioni ambulatorie di prescrizione di cura da 2 programmi di Medicaid dello stato e da un'organizzazione di manutenzione di salute stipendiata del gruppo-modello (HMO) sono state usate per eseguire un'analisi basata sulla popolazione di tre insiemi di dati a sezione trasversale di un anno (per gli anni 1991, 1993 e 1995).

REGOLAZIONE E PARTECIPANTI: Dal 1991 al 1995, il numero dei enrollees ha invecchiato da 2 a 4 anni in un programma degli stati medio-occidentali di Medicaid dello stato (MWM) ha variato da 146.369 a 158.060; in un programma di Medicaid dello stato medio-atlantico (MAM), 34.842 - 54.237; ed in una regolazione di HMO nel nord-ovest, 19.107 - 19.322.

MISURE PRINCIPALI DI RISULTATO: Prevalenze totali, specifiche all'età e genere-specifiche di utilizzazione per 1000 enrollees per 3 classi psicotropiche importanti della droga (stimolanti, antidepressivi e neurolettico) e 2 farmaci psicoterapeutici conducenti (metilfenidato e clonidina); tassi di aumento uso di queste droghe dal 1991 al 1995, confrontato attraverso i 3 siti.

RISULTATI: La graduatoria 1995 di prevalenza totale in bambini in età prescolare (a 1000) nel programma di MWM era: stimolanti (12,3), 90% di cui rappresenta il metilfenidato (11,1); antidepressivi (3,2); clonidina (2,3); e neurolettico (0,9). Una simile graduatoria è stata osservata per il programma di MAM, mentre il HMO ha avuto quasi 3 volte più clonidina che l'uso antidepressivo (1,9 contro 0,7). Gli aumenti importanti nella prevalenza sono stati notati fra 1991 e 1995 attraverso i 3 siti per clonidina, gli stimolanti e gli antidepressivi, mentre neurolettici usano aumentato soltanto leggermente. Prevalenza del metilfenidato in 2 - con i bambini di 4 anni è aumentato ad ogni sito: MWM, 3 volte; MAM, volta 1,7; e HMO, volta 3,1. Le diminuzioni si sono presentate nelle proporzioni relative di agenti psicoterapeutici precedentemente dominanti nello stimolante e le classi dell'antidepressivo, mentre gli aumenti si sono presentati per più nuovo, più di meno hanno stabilito gli agenti.

CONCLUSIONI: In tutte e 3 le fonti dei dati, i farmaci psicotropici hanno prescritto per i bambini in età prescolare aumentati drammaticamente fra 1991 e 1995. La predominanza dei farmaci con le indicazioni (adenoide) prive di marca richiede gli studi a livello comunitario e multidimensionali futuri di risultato.