Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Estratti













VERTIGINE
(Pagina 2)


Stampa? Usi questo!
Indice

barra

libro [Valutazione dell'efficacia terapeutica di un piracetam più la combinazione di dihydroergocristine nel trattamento di vertigine]
libro [Trattamento della sindrome di vertigine con Nootropil]
libro L'efficacia di piracetam nella vertigine. Uno studio di prova alla cieca in pazienti con vertigine dell'origine centrale.
libro Il risultato d'equilibratura di un trattamento farmacologico dai pazienti vertiginosi.
libro Vertigini e sensibilità vertiginosa negli anziani: Trattamento.
libro Disattivare attacco acuto di vertigine.
libro Vertigine.
libro Terapia di Hemorheologic di vertigine.
libro Vertigine, disartria e emiparesi in una donna di 71 anni.
libro Droghe per i dizziniess; sfruttamento di incapacità medica.
libro Trattamento di sindrome di vertigine da nootropil.
libro Analisi della clinica sul piracetam di assocation e dihydroergocristine nella vertigine di parecchie eziologie.
libro Trattamento di vertigine con piracetam: Confronto con placebo in 50 casi.
libro Concetti correnti in gestione.
libro L'effetto di piracetam (Nootropil, UCB 6215) sopra i sintomi recenti dei pazienti con le lesioni alla testa.
libro Piracetam in pazienti con vertigine cronica. Risultati di una prova alla cieca, studio controllato con placebo
libro Nootropics: Efficacia e tollerabilità dei prodotti da tre classi del principio attivo
libro L'effetto del glicoside del ginkgo biloba sulla viscosità del sangue e sulla deformabilità dell'eritrocito
libro [Test clinico dell'uso della combinazione di piracetam e di dihydroergocristine nella vertigine dalle cause differenti]
libro Trattamento della sindrome di vertigine con Nootropil]
libro L'uso di piracetam nella vertigine.
libro L'efficacia di piracetam nella vertigine. Uno studio di prova alla cieca in pazienti con vertigine dell'origine centrale.
libro Piracetam nel trattamento della sindrome post-concussional. Uno studio di prova alla cieca.
libro [Valutazione dell'efficacia terapeutica di un piracetam più la combinazione di dihydroergocristine nel trattamento di vertigine]
libro [Hydergine in patologia dell'orecchio interno]
libro [L'eliminazione degli effetti collaterali di chemioterapia nei pazienti di tubercolosi polmonare]
libro Il trattamento da di vertigine indotta da minociclina del tronco cerebrale tramite l'amministrazione combinata di piracetam e di ergotoxin.


barra



[Valutazione dell'efficacia terapeutica di un piracetam più la combinazione di dihydroergocristine nel trattamento di vertigine]

Lopez Martinez R
Acta Otorrinolaringol specialmente (la Spagna) luglio-agosto 1988, 39 (4) p287-8.

Non estratto.



[Trattamento della sindrome di vertigine con Nootropil]

Miszke A; Rapacz K
Politico di Otolaryngol (Polonia) 1988, 42 (5) p312-7.

Non estratto.



L'efficacia di piracetam nella vertigine. Uno studio di prova alla cieca in pazienti con vertigine dell'origine centrale.

Oosterveld WJ
Arzneimittelforschung (Germania, ad ovest) 1980, 30 (11) p1947-9.

In uno studio in doppio cieco secondo una progettazione di tracciato con 4 periodi di una settimana ogni un confronto è stato fatto fra gli effetti di piracetam e un placebo. In 22 pazienti con vertigine di vertigine ecileptogenic ed ipertesi centrale di origine (post - traumatico, psicogeni, si sono esclusi) il piracetam è stato trovato per ridurre significativamente i sintomi. Su esame anamnestico i pazienti hanno notato l'effetto di entrambe le sostanze su vertigine, su perturbazioni, sulla vitalità e sul sonno di motilità. Piracetam è stato trovato per avere un effetto significativo sui primi tre. L'effetto di piracetam è spiegato tramite un controllo migliorato della corteccia cerebrale sui centri vestibolari subordinati, in accordo i risultati nella letteratura su farmacologia animale ed umana.



Il risultato d'equilibratura di un trattamento farmacologico dai pazienti vertiginosi

Rocher F.P.
Dott. F.P. Rocher, Rotova 50, 46700 Gandia (Valencia) Spagna
Anales Otorrinolaringologicos Ibero-Americanos (Spagna) 1999, 26/3 (271-291)

Dall'età di sessanta, la vertigine è pricipalmente dovuto insufficienza vertebro-basilare. È stato descritto che l'associazione di Dihydroergocristine-Piracetam (DP) è un trattamento utile per insufficienza basilare del vertebro-. Ecco perché abbiamo progettato uno studio comparativo fra il DP un placebo, di modo che provi se questa associazione può essere utile nel trattamento di vertigine occassionated da insufficienza cerebrovascolare. Lamentarsi di cinquanta pazienti della vertigine è stato incluso nello studio dopo un termine di untreatment. 19 hanno ricevuto una capsula quotidiana di placebo e gli altri 31, trattato con il DP, sono stati divisi in due gruppi: 16 pazienti hanno ricevuto una dose di 3 mg Dihydroergocristine + 1,6 il g Piracetam ogni 12 ore a persona; e 15 altri sono stati trattati con 1,5 mg Dihydroergocristine + 0,8 il g Piracetam ogni 8 ore durante i 90 giorni. I pazienti sono stati valutati di più successivamente all'inizio lo studio e i 90 giorni, con l'anamnesi e le prove vestibolari. Nell'ultima consultazione i pazienti autoevaluated l'effetto e la tolleranza alle droghe ricevute. Nel gruppo che del placebo è stato osservato un miglioramento o una scomparsa dei sintomi vertiginosi nel 68,5% dei casi, mentre con il DP era 93,7% alla dose di 3 mg Dihydroergocristine + 1,6 Piracetam ogni 12 ore e 100% con mg Dihydroergocristine della dose 1,5 + 0,8 Piracetam ogni 8 ore. Nessuno dei pazienti curati con il DP hanno peggiorato i loro sintomi. Osserviamo una considerevole diminuzione nel numero dei pazienti con i sintomi vegetativi nel gruppo curato con il DP relativo al gruppo del placebo, sebbene i sintomi abbiano persistito più tempo nel gruppo curato con il DP che nel gruppo del placebo. Il gruppo ha trattato con il DP ottiene un'più alta percentuale dei miglioramenti e la scomparsa dei sintomi auditivi e cervicali che il gruppo ha trattato con placebo. Nelle prove vestibulo-spinali e cerebellous è stato osservato che un migliore miglioramento con il DP alla dose di 1,5 mg di Dihydroergocristine + 0,8 g Piracetam ogni ore hanno paragonato agli altri due gruppi. Può essere concluso che il DP di associazione è un efficace trattamento per vertigine, ottenente anche un'più alta normalizzazione delle prove vestibolari che il placebo.



Vertigini e sensibilità vertiginosa negli anziani: Trattamento

Marquet T.; Belmin J.
J. Belmin, servizio. Interno Geriatrique, Hopital Rene Muret-Bigottini, 93720 Sevran Francia della medicina
Revue de Geriatrie (Francia) 1997, 22/7 (457-462)

Non estratto.



Disattivare attacco acuto di vertigine

Moussalle S.
Servicio de Otorrinolaringologia, Faculdade de Medicina, Pontificia Universidade Catolica, Rio Grande Do Sul Brazil
Revista Brasileira de Otorrinolaringologia (Brasile) 1994, 60/4 (326)

Non estratto.



Vertigine

Gananca M.M.; Caovilla H.H.; Gananca F.F.; De Toledo Piza Peluso E.
Dott. A. de Campos Rodrigues, 309, PORCINO 04544-000, sao Paulo Brazil di Rua
Revista Brasileira de Medicina (Brasile) 1993/1994, 50/Spec. Iss. Dicembre. (193-202)

L'importanza della valutazione neurootological è stata giustificata per stabilire la diagnosi adeguata per la terapia adeguata. I risultati molto buoni possono essere ottenuti in trattamento di vertigine mediante l'uso delle droghe, degli esercizi di riabilitazione e delle diete nutrizionali. L'ambulatorio è indicato in alcuni casi particolari.



Terapia di Hemorheologic di vertigine

Spurk P.; Dehnert H.G.; Angelkort B.
St Vincenzkrankenhaus, D-5750 Menden la 1 Germania
Vasi - giornale delle malattie vascolari (Svizzera) 1991, 20/Suppl. 33 (169-170)

Trattamento Hemorheological nella vertigine. Secondo i dati delle perturbazioni di hemorheology nei fattori di rischio e della artherosclerosis-progressione dell'arteria carotica nella vertigine sull'origine non vestibolare questo studio valuta gli effetti del trattamento dalla base, cioè correzione dei fattori di rischio soltanto, contro il trattamento hemorheological supplementare (che abbassa hct., HAES, pentossifillina). Pazienti: N = 88 media 65,1 di età 25-86 di fe.51 m. 37. Risultati: base gr. di ++. hemorh di 35%. 62% + base gr. bordo di 40%. 38% nessuna base gr. di effetto. hemorh di 25%. nessuno.



Vertigine, disartria e emiparesi in una donna di 71 anni

Vespignani H.; Rinvii il G.; F. grigio.
Service de Neurologie, Nancy France
Rivista Neurologique (Francia) 1991, 147/11 (752-758)

Non estratto.



Droghe per i dizziniess; sfruttamento di incapacità medica

Van Gijn J.
Vakgroep Neurologie, Academisch Ziekenhuis, Postbus 85500, 3508 GA Utrecht Paesi Bassi
Voor Geneeskunde (Paesi Bassi) 1991, 135/14 di Nederlands Tijdschrift (599-603)

Non estratto.



Trattamento di sindrome di vertigine da nootropil

Miszke A.; Rapacz K.
Oddzial Otolaryngologiczny KSZ im G. Narutowicza, Cracovia Polonia
Otolaryngologia Polska (Polonia) 1988, 42/5 (312-317)

Non estratto.



Analisi della clinica sul piracetam di assocation e dihydroergocristine nella vertigine di parecchie eziologie

Ordosgoitia H.; Castro C.; Carbayeda M.; Labella T.
Facultad de Medicina, Catedra de O.R.L., 15704 Santiago de Compostela Spain
Anales Otorrinolaringologicos Ibero-Americanos (Spagna) 1989, 16/3 (271-279)

Non estratto.



Trattamento di vertigine con piracetam: Confronto con placebo in 50 casi

Haguenauer J. - P.
Gazzetta Medicale (Francia) 1986, 93/28 (67-70)

Non estratto.



Concetti correnti in gestione

Oosterveld W.J.
Clinica vestibolare di dipartimento, dell'orecchio, del naso e della gola, centro di Academisch Medisch, Amsterdam Paesi Bassi
Droghe (Australia) 1985, 30/3 (275-283)

La vertigine è una malattia non, ma un sintomo. La gestione di vertigine richiede più del trattamento del sintomo da solo, poichè interessa lo stato fisico e psicologico di tutto del paziente. Oltre al trattamento causale, il trattamento sintomatico è necessario in molti casi. Questo trattamento specifico consiste degli esercizi e della terapia farmacologica vestibolari. L'efficacia e l'uso delle droghe differenti disponibili sono discussi.



L'effetto di piracetam (Nootropil, UCB 6215) sopra i sintomi recenti dei pazienti con le lesioni alla testa

Aantaa E.; Meurman O.H.
Otolaryngol. Università. Clin., Turku Finlandia
Giornale di ricerca medica internazionale 1975, 3/5 (352-355)

Sessanta pazienti di cui le lesioni alla testa hanno avute precedentemente emmesime accaduto 2-6 sono stati esaminati in uno studio in doppio cieco per dimostrare l'effetto di piracetam (UCB 6215) sopra i sintomi recenti. Un risultato significativamente migliore del trattamento di vertigine è stato stabilito nel gruppo del piracetam confrontato al gruppo del placebo. La scomparsa dei sintomi di vertigine ha potuto anche essere stabilita obiettivamente tramite nistagmo spontaneo e posizionale diminuito come pure deviazioni diminuite del pendel con gli occhi chiusi. Nessun cambiamento significativo durante il periodo di trattamento ha potuto essere stabilito riguardo alla prova calorica.



Piracetam in pazienti con vertigine cronica. Risultati di una prova alla cieca, studio controllato con placebo

Rosenhall U.; Deberdt W.; Friberg U.; Kerr A.; Oosterveld W.
Pharma di UCB, sviluppo internazionale, Chemin du Foriest, B-1420 Braine-l'Alleud Belgio
Ricerca clinica della droga (Nuova Zelanda), 1996, 11/5 (251-260)

Il piracetam nootropic dell'agente, che esercita i diversi effetti con le azioni su neurotr cerebrale ha riferito per alleviare la vertigine. Abbiamo eseguito uno studio multicentrico, prova alla cieca, studio controllato con placebo per valutare giornalmente l'efficacia e la tollerabilità di mg del piracetam 800 3 volte oralmente per 8 settimane. Il gruppo di studio ha consistito di 143 di mezza età e dei pazienti esterni anziani delle cliniche dell'orecchio, del naso e della gola che avevano sofferto da vertigine per almeno 3 mesi, aveva avvertito almeno 3 episodi al mese e la vertigine era abbastanza severa interrompere la vita quotidiana. Le misure primarie di risultato erano auto-valutazioni pazienti di vertigine: la frequenza degli episodi e la loro severità facendo uso delle scale di analogo visivo (VAS). Il malessere e lo squilibrio fra gli episodi (VAS), l'effetto di vertigine sulla camminata (VAS), la durata dell'incapacità e le valutazioni globali da parte dei pazienti e dei ricercatori inoltre sono stati valutati. Sull'entrata, gli episodi erano più frequenti (p< 0,05) e malessere fra gli episodi più severi (p < 0,05) nel gruppo del piracetam. I dati non erano valutabili in 54 pazienti a causa degli eventi avversi (placebo 12 piracetam, 12) o delle deviazioni di protocollo. Un'analisi dell'intenzione--ossequio ha indicato che gli episodi di vertigine erano meno frequenti (p < 0,03) ma meno severi su piracetam che su placebo: il malessere di intervallo (p < 0,05) e lo squilibrio (p < 0,01) hanno migliorato più e la durata dell'incapacità erano di meno (p < 0,05). Questi cambiamenti, che erano massimi dopo il farmaco da 8 settimane, quasi erano scomparso 4 settimane dopo la conclusione del trattamento. La tolleranza a piracetam era buona, con l'avvenimento avverso relazionato con la droga di pochi eventi. Questi risultati forniscono ulteriore prova che il piracetam allevia la vertigine riducendo la frequenza degli episodi, la severità di malessere e lo squilibrio fra gli episodi e la durata dell'incapacità collegata.



Nootropics: Efficacia e tollerabilità dei prodotti da tre classi del principio attivo

Letzel H.; Haan J.; Feil W.B.
STATICON Medizinische, mbH di Forschunsgesellschaft, Behringstrasse 12, D-82152 Planegg Germania
Giornale di sviluppo della droga e di pratica clinica (Regno Unito), 1996, 8/2 (77-94)

Questo articolo esamina e valuta tutti i test clinici attualmente disponibili sull'efficacia del nootropics tre. Soltanto randomizzati, prova alla cieca, i test clinici controllati con placebo sono stati considerati che hanno prodotto 44 studi permettendo il confronto delle popolazioni pazienti, dell'efficacia e della tollerabilità degli estratti, della nimodipina e della tacrina speciali del ginkgo biloba. Prendendo tutti gli studi insieme, i risultati significativi sono stati ottenuti statisticamente a tre livelli pertinenti di efficacia (psicopatologico, psicometrico, comportamentistico) per tutte e tre le sostanze. Nove studi hanno fornito i risultati significativi a tutti e tre i livelli di efficacia. Uno studio sul ginkgo biloba ed uno sulla diagnosi rerationalised significativa anche prodotta di tacrina di demenza, sull'inclusione dei casi del delicato--moderato, sulla prova statistica a tutti e tre i livelli di efficacia e sulla valutazione clinica globale). L'efficacia clinica di tutte e tre le sostanze è stata dimostrata così.



L'effetto del glicoside del ginkgo biloba sulla viscosità del sangue e sulla deformabilità dell'eritrocito

Erdincler D.S.; Karakoc Y.; Toplan S.; Onen S.; Sukyasyan A.; Beger T.; Demiroglu C.
Divisione di gerontologia, dipartimento di medicina interna, I.U. Cerrahpasa Medical Faculty, Costantinopoli Turchia
Hemorheology clinico (U.S.A.), 1996, 16/3 (271-276)

In questo studio, abbiamo studiato l'effetto del ginkgoglycoside in due dosi differenti (19,2 mg/giorno e 28,8 mg/giorno) sulla viscosità del sangue e della deformabilità dell'eritrocito in 27 pazienti che soffrono dall'insufficienza cerebrovascolare. I pazienti sono stati divisi in due gruppi che consistono a caso di 13 e 14 pazienti rispettivamente. Entrambi i gruppi hanno ricevuto un ginkgoglycoside di 28,8 mg/giorno fra il primo e quindicesimo giorno. Il primo gruppo ha ricevuto la stessa dose fino alla conclusione del trentesimo giorno, mentre la dose amministrata al secondo gruppo è stata ridotta a 19,2 mg/giorno. Nel primo gruppo, durante i 30 giorni una diminuzione significativa nella viscosità del sangue e un importante crescita nella deformabilità dell'eritrocito sono stati osservati. Nel secondo gruppo d'altra parte, dopo riduzione della dose, l'effetto della droga sulla viscosità del sangue e la deformabilità dell'eritrocito sono stati diminuiti. Il miglioramento dei sintomi compreso vertigine, il tinnutus, l'emicrania e la dimenticanza nel primo gruppo è stato trovato per essere significativamente differente dal secondo gruppo al giorno 30 in un modo dipendente dalla dose.



[Test clinico dell'uso della combinazione di piracetam e di dihydroergocristine nella vertigine dalle cause differenti]

Ordosgoitia H, Castro C, Carbayeda m., Labella T
Un Otorrinolaringol Ibero. 1989;16(3):271-9

Riferiamo sull'effetto terapeutico di una combinazione di piracetam e di dihydroergocristine in 55 pazienti vertiginosi, di entrambi i sessi, fra 20 e 67 anni, dalle cause differenti (previste per chirurgia). La prova ha durato 3 mesi e le droghe sono state prese due volte al giorno. Oltre ad una cassa che ha fermato la terapia farmacologica a causa di intolleranza, le conclusioni estratta dall'aa. sia soggettivamente che obiettivamente apparentemente buono, sia (tracciati audiometrici e electronystagmographic).



[Trattamento della sindrome di vertigine con Nootropil]

Miszke A, Rapacz K
Politico di Otolaryngol (Polonia) 1988, 42 (5) p312-7

Non estratto.



L'uso di piracetam nella vertigine.

Fernandes cm; Samuel J
S Afr Med J (Sudafrica) 23 novembre 1985, 68 (11) p806-8

Uno studio pilota con piracetam (Nootropil; UCB) è stato eseguito in 5 ha selezionato i pazienti vertiginosi che hanno avuti una diagnosi del presbyvertigo o dell'insufficienza vertebrobasilar. Lo studio è stato controllato valutando l'effetto di piracetam sul sistema d'inseguimento. Tutti i pazienti hanno mostrato un miglioramento notevole nel loro inseguimento che segue, oltre al miglioramento soggettivo notevole nella loro vertigine.



L'efficacia di piracetam nella vertigine. Uno studio di prova alla cieca in pazienti con vertigine dell'origine centrale.

Oosterveld WJ.
Arzneimittelforschung. 1980;30(11):1947-9.

In uno studio in doppio cieco secondo una progettazione di tracciato con 4 periodi di una settimana ogni un confronto è stato fatto fra gli effetti di piracetam e un placebo. In 22 pazienti con vertigine di vertigine ecileptogenic ed ipertesi centrale di origine (post - traumatico, psicogeni, si sono esclusi) il piracetam è stato trovato per ridurre significativamente i sintomi. Su esame anamnestico i pazienti hanno notato l'effetto di entrambe le sostanze su vertigine, su perturbazioni, sulla vitalità e sul sonno di motilità. Piracetam è stato trovato per avere un effetto significativo sui primi tre. L'effetto di piracetam è spiegato tramite un controllo migliorato della corteccia cerebrale sui centri vestibolari subordinati, in accordo i risultati nella letteratura su farmacologia animale ed umana.



Piracetam nel trattamento della sindrome post-concussional. Uno studio di prova alla cieca.

Hakkarainen H; Hakamies L
EUR Neurol (Svizzera) 1978, 17 (1) p50-5

L'effetto di piracetam, un derivato ciclico di GABA, è stato paragonato a quello di un placebo in uno studio di prova alla cieca di 60 pazienti con una sindrome post-concussional della durata dei mesi 2-12. La dose quotidiana di piracetam era 4.800 mg. Dopo 8 settimane del piracetam del trattamento ha ridotto significativamente l'avvenimento e la severità di seguenti sintomi: la vertigine, emicrania, stanchezza, decresed la vigilanza, la sudorazione aumentata ed i sintomi del neurasthenic. Nessun effetto significativo è stato osservato sui seguenti sintomi: tremore, sintomi ortostatici e disturbi della memoria. L'effetto collaterale è stato riferito da 64% dei pazienti nell'ambito di piracetam e da 32% sotto placebo. Nell'opinione dell'autore, il piracetam sembra essere una droga nuova di promessa per il trattamento della sindrome post-concussional.



[Valutazione dell'efficacia terapeutica di un piracetam più la combinazione di dihydroergocristine nel trattamento di vertigine]

Lopez Martinez R.
Acta Otorrinolaringol specialmente 1988 luglio-agosto; 39(4): 287-8.

Non estratto.



[Hydergine in patologia dell'orecchio interno]

Jimenez-Cervantes Nicolas J, Amoros Rodriguez LM
Un Otorrinolaringol Ibero (1990) 17(1): 85-98

È stato trattato complessivamente 20 pazienti con le difficoltà al compartimento cocleare e/o al livello vestibolare che sono state espresse clinicamente da un'ipoacusia perspicace, da un tinnito e da una vertigine rotatoria. La valutazione finale si riferisce a 17 pazienti, poiché tre pazienti non compaiono per controllo. Tutti i pazienti sono stati curati tre volte al giorno soltanto con Hydergine, sulle dosi di 30 gocce, che è l'equivalente a 4,5 mg/giorno di principio attivo. Questo trattamento è rimanere invariato fino alla conclusione di ultimo controllo. I comandi sono stati effettuati dopo i 30, 60 e 90 giorni di iniziare il trattamento. In ogni controllo là è stato valutato il miglioramento soggettivo di vertigine, del tinnito e dell'ipoacusia quando effettuano a tutti i pazienti per mezzo di un-decadimento-prova automaticaudiometry, impedancimetry, di T liminar del supraliminar- ed e electrooculonistagmography. La sintomatologia meliorated era vertigine, con un miglioramento globale di 93,7 per cento sui pazienti curati. Il tinnito migliora da 57,1 per cento e dall'ipoacusia da 20 per cento. C'è una corrispondenza totale fra i dati soggettivi ammobiliata dai pazienti e dalle prove obiettive effettuati nei comandi successivi.



[L'eliminazione degli effetti collaterali di chemioterapia nei pazienti di tubercolosi polmonare]

Bal'tseva libbra; Mel'nik GV; VP di Man'ko
Vrach Delo (URSS) aprile 1990, (4) p71-3

Gli effetti collaterali neurotossici della chemioterapia della tubercolosi si sono presentati in 14,9% dei pazienti con la tubercolosi curati profilattico con le infusioni intramuscolari della piridossina. L'uso di piccole dosi di nootropil (piracetam) ha conceduto controllare gli effetti collaterali (emicrania e vertigine, disturbi del sonno, irritazione, disturbi della memoria) e continuare il trattamento con il isoniazide, uno degli agenti tubercolostatici più potenti.



Il trattamento da di vertigine indotta da minociclina del tronco cerebrale tramite l'amministrazione combinata di piracetam e di ergotoxin.

CF di Claussen, Schneider D, Patil NP
Supplemento di Otolaryngol di acta (Stockh). 1989;468:171-4.

Due studi randomizzati per verificare l'efficacia di una combinazione di Piracetam e di Ergotoxin sul tronco cerebrale destabilizzato sono riferiti. Nel primo studio, un modello farmacologico facendo uso di minociclina è impiegato. Uno studio clinico di seguito ha analizzato l'effetto della preparazione in 5 pazienti che soffrono dalla vertigine e da altri reclami relativi. È stato visto che c'era un miglioramento significativo nei profili di nistagmo dei volontari di modello farmacologici. Similmente, il gruppo di pazienti ha mostrato un miglioramento notevole nei sintomi e nella capacità di orientamento come provata da Cranio-Corpo-Graphy.