Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Estratti














DISORDINE OSSESSIVO
(Pagina 2)


Stampa? Usi questo!
Indice

barra

libro Può l'ipoglicemia causare le ossessioni e le ruminazioni?
libro Trattamento dietetico delle ruminazioni ossessive croniche.
libro Amministrazione sequenziale delle strategie di aumento nel disordine ossessivo trattamento-resistente: risultati preliminari.
libro Modelli circadiani della melatonina e del cortisolo del plasma in pazienti con disordine ossessivo prima e dopo il trattamento della fluoxetina.
libro Risposte neuroendocrine aL-triptofano endovenoso nel disordine ossessivo.
libro Svuotamento del triptofano in pazienti con disordine ossessivo che rispondono agli inibitori di ricaptazione della serotonina.
libro Ritmi circadiani di melatonina, di cortisolo e di prolattina in pazienti con disordine ossessivo.
libro Approcci biologici a disordine ossessivo trattamento-resistente.
libro Farmacoterapia di disordine ossessivo.
libro Livelli del triptofano del plasma e rapporto neutrale del triptofano/aminoacidi del plasma in pazienti con disturbo dell'umore, in pazienti con disordine ossessivo e negli oggetti normali.
libro Secrezione del cortisolo e della melatonina in pazienti con disordine ossessivo primario.
libro Ruolo di serotonina nel disordine ossessivo.
libro Manifestazioni psichiatriche dell'omocistinuria dovuto la carenza della beta-sintasi della cistationina: prevalenza, storia naturale e relazione a danno neurologico ed alla vitamina B6-responsiveness.
libro Stato di adrenorecettore di Alphainf 2 nel disordine ossessivo.
libro La vitamina Binf 1inf 2 ed il siero dell'acido folico livella nel disordine ossessivo.
libro Prove controllate di inositolo in psichiatria.
libro Trattamento dell'inositolo di disordine ossessivo.
libro Ruolo di inositolo nel trattamento dei disturbi psichiatrici. Aspetti di base e clinici.
libro Aumento del triptofano e del litio nel disordine ossessivo clomipramina-resistente.
libro Il vitamina b12 ed il siero dell'acido folico livella nel disordine ossessivo.
libro Disordine ossessivo che sorge in una donna di 75 anni.
libro Il litio aumenta il trattamento della fluoxetina di disordine ossessivo.
libro La WS 1490 (estratto di kava-kava) nel trattamento di nevrosi di ansia.
libro L'inibizione di piastrina MAO-B dalla kava-kava pirone-ha arricchito l'estratto dal piper methysticum Forster (kava-kava-kava-kava).


barra



Può l'ipoglicemia causare le ossessioni e le ruminazioni?

Rippere V
Med Hypotheses (Inghilterra) settembre 1984, 15 (1) p3-13

Due casi delle ruminazioni ossessive apparentemente secondarie all'ipoglicemia funzionale sono descritti. Entrambi i pazienti sono giovani maschi caucasici con i dati storici ossessivi all'inizio del trattamento dietetico di 18 e 6 anni, rispettivamente. In entrambi i casi, l'ipoglicemia reattiva è stata confermata dal test di tolleranza al glucosio. Il primo caso ha fatto un recupero completo sul trattamento dietetico che è durato in due anni; il trattamento precedente con le droghe, la terapia di comportamento e consigliare erano infruttuosi la risposta del secondo caso è stato meno eccezionale dovuto conformità difficile, ma il miglioramento e peggiorare sono stati collegati sistematicamente con le dimensioni della sua aderenza al regime dietetico suggerito. Questi casi sollevano le questioni per ulteriore ricerca su questo sottogruppo trascurato di pazienti ossessivi.



Trattamento dietetico delle ruminazioni ossessive croniche.

Rippere V
Br J Clin Psychol (Inghilterra) novembre 1983, 22 (pinta 4) p314-6

Le ruminazioni ossessive croniche possono provare resistente al trattamento psicologico perché non sono psicologiche nella natura ma nei epiphenomena di disfunzione del cervello secondari ai fattori nutrizionali. Il caso è descritto di un ruminator cronico e trattamento-resistente che ha fatto un recupero drammatico e durevole quando una prima colazione ad alta percentuale proteica si è aggiunta al suo regime di dieta di eliminazione, intrapreso quando gli anni di trattamento psicologico e farmacologico erano venuto a mancare. La prova biochimica e clinica sostiene l'ipotesi che l'ipoglicemia secondaria alla dieta inadeguata era la causa del suo disordine. I contributi dietetici alle ruminazioni ossessive dovrebbero probabilmente essere cercati nella fase iniziale nella valutazione di tali pazienti.



Amministrazione sequenziale delle strategie di aumento nel disordine ossessivo trattamento-resistente: risultati preliminari.

Blier P; Bergeron R
Unità neurobiologica di psichiatria, università McGill, Montreal, Quebec, Canada.
Int Clin Psychopharmacol (Inghilterra) marzo 1996, 11 (1) p37-44

Poichè una percentuale importante di pazienti con venire a mancare ossessivo di disordine (disturbo ossessivo compulsivo) da rispondere adeguatamente agli inibitori di ricaptazione della serotonina (5-HT) (SRI), strategie di aumento puntate su migliorando ulteriore trasmissione 5-HT dai meccanismi differenti è stata tentata in sequenza in 13 pazienti SRI-resistenti. L'aggiunta del 5-HT1A l pindolol beta adrenergico dell'antagonista non ha alterato la sintomatologia di disturbo ossessivo compulsivo ma ha prodotto un miglioramento rapido dei sintomi depressivi. Il buspirone dell'agonista 5-HT1A come pure 5 il hydroxytryptophan, il precursore immediato di 5-HT, aggiunto al regime di SRI-pindolol, non erano efficaci nell'attenuazione dell'intensità del disturbo ossessivo compulsivo. Il triptofano, aggiunto al regime di SRI-pindolol, ha prodotto un miglioramento significativo dopo 4 settimane, con ulteriore miglioramento dopo 6 settimane (diminuzione di 36% del punteggio ossessivo di Yale-Brown), che è stato mantenuto con prolungamento del trattamento.



Modelli circadiani della melatonina e del cortisolo del plasma in pazienti con disordine ossessivo prima e dopo il trattamento della fluoxetina.

Monteleone P; Catapano F; Tortorella A; Di Martino S; Maggiore M
Istituto di psichiatria, seconda università di Napoli, Italia.
Psychoneuroendocrinology (Inghilterra) 1995, 20 (7) p763-70

I ritmi circadiani di melatonina e di cortisolo sono stati valutati in sette pazienti esterni con disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) prima e dopo 8 settimane del trattamento della fluoxetina (20 mg/giorno nelle prime 2 settimane e di 40 mg/giorno in seguito) ed in sette individui sani ha abbinato ai pazienti sull'età, sul sesso e sulla stagione di prova. I risultati confermano i nostri risultati precedenti delle 24 produzioni in diminuzione di h di melatonina (p < .05; ANOVA bidirezionale con le misure ripetute) e di una secrezione circadiana aumentata di cortisolo (p < .01) nei pazienti di disturbo ossessivo compulsivo riguardo ai comandi abbinati e manifestazione, per la prima volta, che queste alterazioni ormonali non cambiano significativamente dopo 2 mesi dell'amministrazione della fluoxetina, malgrado un buon miglioramento clinico. Questi dati suggeriscono che la normalizzazione dei cambiamenti biochimici che sono alla base dei parametri endocrini alterati in pazienti ossessivi non sia necessaria per l'efficace terapia o la remissione clinica.



Risposte neuroendocrine aL-triptofano endovenoso nel disordine ossessivo.

Na di Fineberg; Cowen PJ; Kirk JW; Montgomery SA
Dipartimento accademico di psichiatria, l'ospedale di St Mary, Londra, Regno Unito.
J colpisce Disord (Paesi Bassi) ottobre 1994, 32 (2) p97-104

Abbiamo studiato le risposte neuroendocrine prodotte da L-triptofano endovenoso (TRP) in 16 pazienti non trattati con disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) e 16 hanno abbinato i comandi sani. L'aumento in ormone della crescita del plasma veduta dopo TRP era significativamente maggior nei pazienti di disturbo ossessivo compulsivo, mentre da rilascio indotto TRP della prolattina non ha differito dai comandi. La congiunzione contenuta con i risultati dall'altra neuroendocrina studia i dati suggerisce che alcuni aspetti della neurotrasmissione 5-HT1A possano essere aumentati di disturbo ossessivo compulsivo. Questo aumento può rappresentare un cambiamento compensativo che promuove l'adattamento allo sforzo nei pazienti non depressi di disturbo ossessivo compulsivo.



Svuotamento del triptofano in pazienti con disordine ossessivo che rispondono agli inibitori di ricaptazione della serotonina.

Barr LC; Settimana di Goodman; McDougle CJ; Delgado PL; Heninger GR; Charney DS; LH di prezzi
Unità di ricerca clinica di neuroscienza, Abraham Ribicoff Research Facilities, centro di salute mentale di Connecticut, New Haven.
Incurvi Gen Psychiatry (Stati Uniti) aprile 1994, 51 (4) p309-17

METODI: Gli effetti di svuotamento a breve termine del triptofano sono stati esaminati in 15 pazienti con disordine ossessivo di DSM-III-R che aveva dimostrato la riduzione di sintomo dopo il trattamento con gli inibitori di ricaptazione della serotonina. I pazienti hanno ricevuto un di 24 ore, basso triptofano (160-mg/d) la dieta ha seguito la mattina dopo da una bevanda di 15 aminoacidi. Una prova alla cieca, progettazione di incrocio controllata con placebo è stata utilizzata.

RISULTATI: La dieta e la bevanda dell'aminoacido hanno ridotto i livelli liberi del triptofano del plasma attraverso una media di 84% 5 ore più successivamente. Lo svuotamento a breve termine del triptofano non ha cambiato significativamente le valutazioni medie delle ossessioni e delle costrizioni. Al contrario, le valutazioni medie della depressione sono state aumentate significativamente con svuotamento del triptofano rispetto alla prova di controllo (triptofano-completato).

CONCLUSIONE: Il mantenimento da di miglioramento indotto da inibitore di ricaptazione della serotonina dei sintomi ossessivi e compulsivi, a differenza della remissione dei sintomi depressivi, non può dipendere da disponibilità a breve termine in corso di serotonina.



Ritmi circadiani di melatonina, di cortisolo e di prolattina in pazienti con disordine ossessivo.

Monteleone P; Catapano F; Del Buono G; Maggiore M
Istituto di psichiatria, prima facoltà di medicina, università di Napoli, Italia.
Acta Psychiatr Scand (Danimarca) giugno 1994, 89 (6) p411-5

La melatonina del plasma, il cortisolo ed i livelli della prolattina (PRL) sono stati misurati sui 24 periodi di h in 13 pazienti senza droga con disordine ossessivo e negli individui sani abbinati. I profili circadiani di melatonina e di PRL sono stati alterati in pazienti; il ritmo circadiano di cortisolo è stato conservato, sebbene ad un di più alto livello rispetto ai comandi normali. Questi cambiamenti sono stati collegati significativamente con la severità dei sintomi ossessivi. Ulteriori studi devono chiarire il carattere di stato o tratto-dipendente di queste anomalie.



Approcci biologici a disordine ossessivo trattamento-resistente.

Settimana di Goodman; McDougle CJ; Barr LC; Sc di Aronson; LH di prezzi
Yale University School di medicina, dipartimento di psichiatria, New Haven, CT 06519.
J Clin psichiatria (Stati Uniti) giugno 1993, 54 supplementi p16-26

Gli approcci biologici al paziente con disordine ossessivo trattamento-resistente brevemente sono esaminati. La strategia il più comunemente impiegata comprende combinare una clomipramina o una fluvoxamina potente dell'inibitore di ricaptazione della serotonina (SRI) (per esempio,) con un altro farmaco che può esercitare gli effetti sul sistema della serotonina del cervello. l'Aperto etichetta riferisce per quanto riguarda l'aggiunta di triptofano, fenfluramine, litio, o il buspirone alla terapia in corso di SRI di disordine ossessivo è incoraggiante. Tuttavia, l'efficacia compulsiva anti-ossessiva di SRI-litio e di terapia di associazione di SRI-buspirone non è stata confermata nelle prove controllate recenti. La prova preliminare suggerisce che l'aggiunta del neurolettico possa avvantaggiare i pazienti ossessivi SRI-refrattari di disordine che hanno un disordine cronico di tic del comorbid. Altri approcci biologici (per esempio, elettroshockterapia e psychosurgery) sono considerati in termini di loro ruoli in senso stretto definiti nel trattamento dei pazienti con disordine ossessivo SRI-resistente. Per concludere, un algoritmo è proposto per quei pazienti con disordine ossessivo che non riescono a rispondere ad una prova adeguata con uno SRI potente. (115 Refs.)



Farmacoterapia di disordine ossessivo.

Settimana di Goodman; McDougle CJ; LH di prezzi
Unità di ricerca clinica di neuroscienza, Yale University School di medicina, New Haven, CT 06519.
J Clin psichiatria (Stati Uniti) aprile 1992, 53 supplementi p29-37

Gli autori brevemente esaminano gli studi sull'efficacia della clomipramina, della fluvoxamina potenti degli inibitori di ricaptazione della serotonina (SRIs) (per esempio,) nel disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) e confronti l'uso degli antidepressivi nel trattamento della depressione e del disturbo ossessivo compulsivo. Propongono un algoritmo per quei pazienti con il disturbo ossessivo compulsivo che non riescono a rispondere ad una prova adeguata con uno SRI potente e discutono la promessa e le limitazioni di aggiunta il triptofano, il fenfluramine, il litio, il buspirone, o del neurolettico alla terapia in corso di SRI. Altri approcci biologici (per esempio, ECT, psychosurgery) sono considerati in termini di loro ruoli in senso stretto definiti nel trattamento dei pazienti con il disturbo ossessivo compulsivo SRI-resistente. (68 Refs.)



Livelli del triptofano del plasma e rapporto neutrale del triptofano/aminoacidi del plasma in pazienti con disturbo dell'umore, in pazienti con disordine ossessivo e negli oggetti normali.

Lucca A; Lucini V; Piatti E; Ronchi P; Smeraldi E
Istituto di Ricovero e Cura uno scientifico H. San Raffaele, dipartimento delle scienze neuropsichiatriche, università del carattere di Milano, scuola di medicina, Italia.
Psichiatria ricerca (Irlanda) novembre 1992, 44 (2) p85-91

Livelli del triptofano del plasma (TRP) e rapporti di digiuno di triptofano totale del plasma alla somma di cinque grandi aminoacidi neutrali (LNAAs)--tirosina, fenilalanina, leucina, isoleucina e valina--che competi a triptofano per il passaggio attraverso la barriera ematomeningea sono stati trovati per essere significativamente più basso in un gruppo di 28 pazienti con la depressione principale rispetto a 29 oggetti normali e di 21 paziente a disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo). Il gruppo di disturbo ossessivo compulsivo è stato diviso in due sottogruppi: pazienti con il disturbo ossessivo compulsivo solo e pazienti con una co-diagnosi della depressione principale. Poiché è stato considerato che questi parametri biologici riflettano i livelli del triptofano e della serotonina del cervello, i nostri risultati indicano la loro importanza relativamente alla presenza o all'assenza di sintomi depressivi. I valori dell'altro LNAAs e della loro somma non hanno differito significativamente fra i gruppi.



Secrezione del cortisolo e della melatonina in pazienti con disordine ossessivo primario.

Catapano F; Monteleone P; Fuschino A; Maggiore M; Kemali D
Istituto di psichiatria, prima facoltà di medicina, università di Napoli, Italia.
Psichiatria ricerca (Irlanda) dicembre 1992, 44 (3) p217-25

I livelli del plasma di melatonina e di cortisolo sono stati misurati su un periodo di 24 ore in sette pazienti con disordine ossessivo primario (disturbo ossessivo compulsivo) e sette hanno abbinato gli oggetti in buona salute di controllo. Nei pazienti di disturbo ossessivo compulsivo, la secrezione di 24 ore di melatonina è stata ridotta rispetto a quella negli oggetti in buona salute di controllo, mentre il suo ritmo circadiano è stato conservato. Inoltre, nei pazienti di disturbo ossessivo compulsivo, la secrezione globale di cortisolo era superiore a quella negli oggetti di controllo, ma non c'era cambiamento nel modello circadiano della secrezione del cortisolo. Nessuna correlazione è stata trovata fra i parametri ed i livelli di ormone clinici.



Ruolo di serotonina nel disordine ossessivo.

HG di Baumgarten; Grozdanovic Z
Istituto di anatomia, clinica Benjamin Franklin, università libera dell'università di Berlino, Germania.
Supplemento di psichiatria del Br J (Inghilterra) 1998, (35) p13-20

FONDO: La serotonina può svolgere un ruolo in patofisiologia di disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) a causa dell'effetto anti-ossessivo degli inibitori selettivi di ricaptazione della serotonina (SSRI).

METODO: La letteratura è esaminata su conoscenza del ruolo dei neuroni serotonergic nella funzione del cervello, studia sui metaboliti della monoammina in liquido cerebrospinale (CSF), nella varia sfida neuroendocrina e comportamentistica di neuropeptidi di sforzo, dopo che l'amministrazione dei composti serotomimetic diretti ed indiretti ed i dati neuroanatomical sul cervello gira intorno al comportamento d'organizzazione.

RISULTATI: In la maggior parte dei casi di disturbo ossessivo compulsivo analizzati, l'acido hydroxyindoleacetic di CSF 5 e le concentrazioni acide homovanillic non differiscono significativamente dai comandi età-corretti. Tuttavia, una relazione sembra esistere fra i livelli di pretrattamento di questi metaboliti e la risposta clinica alle droghe che agiscono sul trasportatore della serotonina. Le anomalie nella vasopressina dell'arginina di CSF, corticotropina-liberante l'ormone, livelli dell'somatostatina e dell'ossitocina sono state riferite in disturbo ossessivo compulsivo. Il trattamento a lungo termine con le alto-dosi di clomipramina, la fluvoxamina e la fluoxetina tendono a correggere queste anomalie di neuropeptide.

CONCLUSIONI: Supponiamo che il trattamento continuo con lo SSRI alteri i modelli di espressione di volume d'affari e di neuropeptide della serotonina in circuiti funzionali Disturbo ossessivo compulsivo-divertenti mesemcefalo/del forebrain.



Manifestazioni psichiatriche dell'omocistinuria dovuto la carenza della beta-sintasi della cistationina: prevalenza, storia naturale e relazione a danno neurologico ed alla vitamina B6-responsiveness.

Abbott MH; Se di Folstein; Abbazia H; Pyeritz CON RIFERIMENTO A
J Med Genet (Stati Uniti) aprile 1987, 26 (4) p959-69

L'omocistinuria colpisce comunemente il sistema nervoso centrale (SNC), soprattutto come ritardo mentale, i sequestri e colpo. I rapporti di caso lungamente hanno suggerito una predisposizione alla schizofrenia, ma nessuno studio attento sulla predisposizione alla malattia psichiatrica è stato svolto. Di conseguenza, abbiamo valutato 63 persone con l'omocistinuria dovuto la carenza della beta-sintasi della cistationina per perturbazione psichiatrica, intelligenza, prova di altri problemi dello SNC e la risposta alla vitamina b6. Il tasso globale di disturbi psichiatrici clinicamente significativi era 51%, predominato per quattro categorie diagnostiche: depressione episodica (10%), disturbi cronici di comportamento (17%), disordine ossessivo cronico (5%) e disturbi di personalità (19%). Il quoziente d'intelligenza medio era 80 +/- 27 (1 deviazione standard); e un quoziente d'intelligenza inferiore o uguale a di 79 era due terzi più comuni fra i pazienti della vitamina B6-nonresponsive confrontati ai pazienti della vitamina B6-responsive. Il comportamento aggressivo ed altri disordini di comportamento erano particolarmente comuni fra i pazienti con ritardo mentale e fra i pazienti della vitamina B6-nonresponsive.



Stato di adrenorecettore di Alphainf 2 nel disordine ossessivo

Lee M.A.; Cameron O.G.; Gurguis G.N.M.; Glitz D.; Smith C.B.; Hariharan M.; Abelson J.L.; Curtis G.C.
Cleveland VA Med Ctr, servizio di psichiatria, strada di 10000 Brecksville, Brecksville, OH 44141 Stati Uniti
Psichiatria biologica (Stati Uniti) 1990, 27/10 (1083-1093)

Dieci pazienti con disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) e 13 oggetti normali di controllo hanno ricevuto le infusioni endovenose di 2 la x 10sup - sup 6 g/kg di clonidina e di salino normale i giorni separati. Le risposte alla droga concernente l'ormone della crescita del plasma (GH), 3 methoxy-4-hydroxyphenylglycol (MHPG), la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e parecchi sintomi erano risolute. Ulteriormente, il grippaggio di adrenorecettore del alphainf 2 della piastrina è stato misurato nella maggior parte degli oggetti. Il GH, MHPG, la pressione sanguigna e le risposte di frequenza cardiaca a clonidina non hanno differito fra i gruppi. Come previsto, i pazienti hanno riferito più sintomi che gli oggetti normali e la clonidina stava calmando per entrambi i gruppi. I pazienti non hanno differito dagli oggetti normali nella risposta di sintomo a clonidina. Il numero massimo delle sedi del legame (B (massima)) per clonidina contenente tritio era significativamente maggior nei pazienti di disturbo ossessivo compulsivo che nei normali. Questo modello di stato di adrenorecettore del alphainf 2 è differente che i modelli nell'ansia principale di panico e della depressione.



La vitamina Binf 1inf 2 ed il siero dell'acido folico livella nel disordine ossessivo

Hermesh H.; Weizman A.; Shahar A.; Munitz H.
Ospedale psichiatrico di Geha, centro medico di Beilinson, 49 100 Petah Tiqva Israele
Acta Psychiatrica Scandinavica (Danimarca) 1988, 78/1 (8-10)

La vitamina Binf 1inf 2 ed i livelli folici del siero sono stati studiati in 30 pazienti con disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) ed in due gruppi di controllo formati da 30 schizophrenics cronici e da 30 individui sani normali. Sei pazienti (20%) del gruppo di disturbo ossessivo compulsivo hanno avuti bassi livelli anormali di vitamina Binf 1inf 2. Questa prevalenza era significativamente superiore a quella dei gruppi di controllo. Le anomalie neurologiche o ematologiche non cliniche hanno accompagnato i livelli riduttori di Binf 1inf 2 della vitamina. L'implicazione possibile di questa che trova per la patofisiologia del disturbo ossessivo compulsivo in un sottogruppo di pazienti e la possibilità che la carenza di Binf 1inf 2 potrebbe essere la conseguenza piuttosto che la causa del disturbo ossessivo compulsivo sono suggerite.



Prove controllate di inositolo in psichiatria.

Levine J
Ministero della sanità il centro di salute mentale, facoltà delle scienze di salute, Ben Gurion University del Negev, Beersheva, Israele.
EUR Neuropsychopharmacol (Paesi Bassi) maggio 1997, 7 (2) p147-55

L'inositolo è un precursore semplice del poliolo in un secondo sistema del messaggero importante nel cervello. L'inositolo del liquido cerebrospinale è stato riferito come in diminuzione nella depressione. Una prova controllata prova alla cieca del quotidiano di 12 g di inositolo in 28 pazienti deprimenti per quattro settimane è stata eseguita. Il beneficio globale significativo per inositolo confrontato a placebo è stato trovato alla settimana 4 su Hamilton Depression Scale. Nessun cambiamento è stato notato nell'ematologia, in rene o nella funzione epatica. Poiché molti antidepressivi sono efficaci nel disordine di panico, ventuno paziente con disordine di panico con o senza agorafobia ha completato una prova alla cieca, controllato con placebo, di quattro settimane, prova del trattamento dell'incrocio di casuale-assegnazione di inositolo 12 g al giorno. La frequenza e la severità degli attacchi di panico e la severità di agorafobia sono diminuito significativamente con inositolo confrontato a placebo. Gli effetti collaterali erano minimi. Poiché gli inibitori di ricaptazione della serotonina avvantaggiano il disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) e l'inositolo è riferito a desensibilizzazione inversa dei ricevitori della serotonina, tredici pazienti con il disturbo ossessivo compulsivo hanno completato una prova dell'incrocio controllata prova alla cieca dell'inositolo di 18 g o del placebo per sei settimane ciascuno. I punteggi significativamente riduttori dell'inositolo dei sintomi di disturbo ossessivo compulsivo hanno paragonato a placebo. Una prova controllata dell'incrocio della prova alla cieca del quotidiano di 12 g di inositolo per un mese in dodici pazienti schizofrenici anergic, non ha mostrato alcuni effetti benefici. Una prova dell'incrocio controllata prova alla cieca di 6 g del quotidiano dell'inositolo contro glucosio per un mese ciascuno è stata effettuata in undici pazienti di Alzheimer, con sugli effetti terapeutici chiaramente significativi. Le droghe antidepressive sono state riferite per migliorare il disturbo da deficit di attenzione (ADDH) con la sintomatologia dell'iperattività. Abbiamo studiato l'inositolo orale in bambini con ADDH in una prova alla cieca, incrocio, modo controllato con placebo. Undici bambini, le età media 8,9 +/- 3,6 anni sono stati iscritti ad una prova di otto settimane di inositolo o di placebo ad una dose di 200 mg/kg del peso corporeo. I risultati mostrano una tendenza per aggravamento della sindrome con l'inositolo del myo- rispetto a placebo. Gli studi recenti suggeriscono che gli inibitori di ricaptazione della serotonina siano utili almeno in alcuni sintomi di autismo. Tuttavia una prova controllata dell'incrocio della prova alla cieca di inositolo 200 mg/kg al giorno non ha mostrato beneficio in nove bambini con autismo. Gli agonisti colinergici sono stati riferiti per migliorare il danno indotto di memoria di elettroshockterapia (ECT). Il metabolismo dell'inositolo è compreso nel secondo sistema del messaggero per parecchi ricevitori colinergici muscarinic. Il quotidiano di g dell'inositolo 6 si è arreso un modo incrocio-doppio-cieco per i cinque giorni prima del quinto o sesto ECT ad una serie di dodici pazienti, senza effetto. Questi risultati indicano che l'inositolo ha effetti terapeutici nello spettro della malattia rispondente agli inibitori selettivi di ricaptazione della serotonina, compreso la depressione, panico e disturbo ossessivo compulsivo e non è utili nella schizofrenia, nel ADDH di Alzheimer, nell'autismo o dal nel danno conoscitivo indotto ECT.



Trattamento dell'inositolo di disordine ossessivo.

Fux m.; Levine J; Aviv A; RH di Belmaker
Ministero della sanità il centro di salute mentale, facoltà delle scienze di salute, Ben Gurion University del Negev, Beersheva, Israele.
J psichiatria (Stati Uniti) settembre 1996, 153 (9) p1219-21

OBIETTIVO: Gli studi più iniziali hanno riferito quell'inositolo, un precursore semplice del messaggero del poliolo secondo, erano efficaci nelle prove controllate per i pazienti con la depressione ed il panico. In questo studio la sua efficacia nel disordine ossessivo è stata studiata.

METODO: Tredici pazienti con disordine ossessivo hanno completato una prova alla cieca, una prova controllata dell'incrocio del g/giorno 18 di inositolo o un placebo per 6 settimane ciascuno.

RISULTATI: Gli oggetti hanno avuti punteggi significativamente più bassi sulla scala ossessiva di Yale-Brown quando prende l'inositolo che quando prende il placebo.

ONCLUSIONS: Gli autori concludono che l'inositolo è efficace nella depressione, nel panico e nel disordine ossessivo, una gamma di disordini rispondenti agli inibitori selettivi di ricaptazione della serotonina.



Ruolo di inositolo nel trattamento dei disturbi psichiatrici. Aspetti di base e clinici

Vadnal R.; Parthasarathy L.; Parthasarathy R.
Dott. R. Vadnal, Hlth mentale. /Behavioural Scis. Servizio., centro medico di VA, viale di 800 Zorn, Louisville, KY 40206 Stati Uniti
Lo SNC droga (la Nuova Zelanda) 1997, 7/1 (6-16)

l'Myo-inositolo è un carboidrato onnipresente che è presente nei grandi numeri in tessuto cerebrale ed è compreso nella segnalazione di un neurone ed in osmoregolazione. Questo zucchero è una componente essenziale del sistema di segnalazione dell'inositolo, che è un sistema di segnalazione del messaggero di postreceptor secondo trovato in molte cellule. l'Myo-inositolo è il precursore dei fosfolipidi dell'inositolo della membrana, che sono collegati criticamente ad una serie di sistemi di segnalazione del ricevitore dello SNC, compreso i sistemi muscarinic, serotonergic, adrenergici, metabotropic e histaminergic e di quelli collegati a colecistochinina, a tachykinins, al neurotensin, al fattore di attivazione di piastrina e ad altri trasmettitori. Sopra stimolazione di questi ricevitori, un segnale è trasmesso attraverso un guanosintrifosfato (GTP) - la proteina legante (G (q)), che poi attiva la fosfolipasi C. degli enzimi. Ciò provoca il rilascio di un secondo messaggero, trisphosphate dell'inositolo 1,4,5 (InsPinf 3), dai fosfolipidi dell'inositolo della membrana. InsPinf 3 poi causa il rilascio di calcio intracellulare libero nel cytosol, attivando una serie di enzimi o ricevitori. l'Myo-inositolo nel cervello è derivato da 3 fonti: (i) stimolazione del ricevitore (una via di salvataggio); (ii) sintesi de novo da glucosio; e (iii) assorbimento di myo-inositolo dietetico attraverso i trasportatori dell'myo-inositolo della membrana di plasma. La maggior parte del mioinositolo probabilmente è derivato dalle prime 2 fonti, che sono controllate con al il monophosphatase litio sensibile dell'myo-inositolo degli enzimi (IMPase). Questo enzima agisce sopra i monofosfati dell'myo-inositolo, idrolizzante li per liberare l'myo-inositolo libero. Gli studi biochimici, molecolari e cristallografici recenti hanno dimostrato che il metabolismo globale dell'inositolo del cervello è modulato molto attentamente da questo enzima. I sali di litio, che sono comunemente usati in varie circostanze psichiatriche, inibiscono questo enzima e questa azione sono stati implicati come meccanismo terapeutico di azione di litio. Un cambiamento nella disponibilità dell'inositolo dello SNC può condurre alla cellula cerebrale alterata che segnala le vie e, finalmente, allo sviluppo di un disordine neuropsichiatrico. La prova recente indica che l'myo-inositolo ha effetti psicoattivi, con gli studi iniziali che dimostrano l'efficacia nel trattamento della depressione, del disordine di panico e del disordine ossessivo. Attualmente, il meccanismo esatto di questi effetti clinici è incerto. Lo sviluppo delle droghe basate sull'esame dei sistemi del vario inositolo può condurre alle droghe psicoattive future destinate per modulare una seconda cascata del messaggero degli eventi piuttosto che un sistema di ricevitore e condurrà ad ulteriore comprensione della malattia dello SNC da una prospettiva del messaggero del post-ricevitore secondo.



Aumento del triptofano e del litio nel disordine ossessivo clomipramina-resistente.

Rasmussen SA
J psichiatria (Stati Uniti) ottobre 1984, 141 (10) p1283-5

I pazienti ossessivi con i sintomi resistenti a clomipramina sono stati curati da litio o dalla L - aumento del triptofano. Il miglioramento celebre sostiene l'ipotesi che la neurotrasmissione serotonergic aumentante migliora i sintomi ossessivi.



Il vitamina b12 ed il siero dell'acido folico livella nel disordine ossessivo.

Hermesh H; Weizman A; Shahar A; Munitz H
Geha Hosp psichiatrico, CTR medico di Beilinson, scuola di medicina di Sackler, telefono Aviv Univ, Israele.
Acta Psychiatr Scand (Danimarca) luglio 1988, 78 (1) p8-10

Il vitamina b12 ed i livelli folici del siero sono stati studiati in 30 pazienti con disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo) ed in due gruppi di controllo formati da 30 schizophrenics cronici e da 30 individui sani normali. Sei pazienti (20%) del gruppo di disturbo ossessivo compulsivo hanno avuti bassi livelli anormali di vitamina b12. Questa prevalenza era significativamente superiore a quella dei gruppi di controllo. Le anomalie neurologiche o ematologiche non cliniche hanno accompagnato i livelli riduttori di vitamina b12. L'implicazione possibile di questa che trova per la patofisiologia del disturbo ossessivo compulsivo in un sottogruppo di pazienti e la possibilità che la carenza B12 potrebbe essere la conseguenza piuttosto che la causa del disturbo ossessivo compulsivo sono suggerite.



Disordine ossessivo che sorge in una donna di 75 anni

Bajulaiye R.; Addonizio G.
Centro medico di New York Ospedale-Cornell, divisione di Westchester, 21Bloomingdale strada, White Plains, NY 10605 Stati Uniti
Giornale internazionale di psichiatria geriatrica (Regno Unito) 1992, 7/2 (139-142)

È presentato il caso di una donna di 75 anni con disordine ossessivo con un'età insolita dell'inizio all'età 72 anni. Il paziente era resistente ai vari trattamenti, ma risposto all'aumento del litio di fluoxetina.



Il litio aumenta il trattamento della fluoxetina di disordine ossessivo

Ruegg R.G.; Evans D.L.; Chi arriva W.S.; R.N. dorato.
Reparto di psichiatria, università di Carolina School del nord di medicina, Chapel Hill, NC 27599-7160 Stati Uniti
Litio (Regno Unito) 1992, 3/1 (69-71)

La fluoxetina è un inibitore potente di assorbimento della serotonina efficace nel trattamento di disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo). Tuttavia, la risposta clinica è spesso parziale. Il carbonato di litio (Li) è stato usato per rafforzare il trattamento di doxepine e della clomipramina del disturbo ossessivo compulsivo. Riferiamo la nostra esperienza facendo uso di Li per aumentare la fluoxetina in quattro pazienti di disturbo ossessivo compulsivo



La WS 1490 (estratto di kava-kava) nel trattamento di nevrosi di ansia

Hahn G.
Engelstrasse 18, W-8520 Erlangen Germania
Der Medizin (Germania) 1992, 110/9 di Fortschritte (86)

Non estratto.



L'inibizione di piastrina MAO-B dalla kava-kava pirone-ha arricchito l'estratto dal piper methysticum Forster (kava-kava-kava-kava).

Uebelhack R, Franke L, Schewe HJ
Dipartimento di psichiatria, zu Berlino (Charite), Germania di Humboldt-Universitat.
Pharmacopsychiatry 1998 settembre; 31(5): 187-92

la Kava-kava-kava-kava, una bevanda psicoattiva, induce il rilassamento, migliora l'interazione sociale, promuove il sonno e svolge un ruolo importante nella vita socioculturale nelle isole del Pacifico Meridionale. D'altra parte, gli estratti standardizzati di radici di kava-kava-kava-kava sono usati per la terapia di ansia, di tensione e di irrequietezza. I pironi di kava-kava, i costituenti principali della kava-kava di kava-kava, sono considerati generalmente come responsabili dell'attività farmacologica in esseri umani ed in animali. Per ottenere più informazioni sui meccanismi da cui la kava-kava-kava-kava esercita le proprietà psicotropiche noi ha studiato gli effetti in vitro dell'estratto di kava-kava-kava-kava e dei pironi sintetici puri di kava-kava sulla piastrina umana MAO-B, rispetto ad amitriptilina, ad imipramina e al brofaromine. l'estratto di Kava-kava-kava-kava è stato trovato per essere un inibitore reversibile di MAO-B in piastrine intatte (microM IC50 24) ed ha interrotto gli omogeneati della piastrina (microM IC50 1,2). Le differenze strutturali dei pironi di kava-kava hanno provocato una potenza differente di inibizione di MAO-B. L'ordine della potenza era desmethoxyyangonin > (+/-) - methysticin > yangonin > (+/-) - dihydromethysticin > (+/-) - dihydrokavain > (+/-) - kavain. I due pironi di kava-kava più potenti, desmethoxyyangonin e (+/-) - methysticin hanno visualizzato un modello competetive di inibizione con Ki medio 0,28 microM e microM 1,14 rispettivamente. L'inibizione di MAO-B dagli estratti pirone-arricchiti kava-kava ha potuto essere un meccanismo importante per la loro attività psicotropica.