Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Terapie alternative complementari del Cancro

Impedendo tumore sparso (angiogenesi, invasione e metastasi)

Le strategie naturali che arrestano la diffusione dei tumori includono:

Il completamento dell'alfa-tocoferolo, che fornisce l'attività biologica della vitamina E, riduce i livelli di fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF), un fattore di crescita del tumore che svolge un ruolo critico nella formazione di nuovi vasi sanguigni dalle cellule tumorali e nell'invasione successiva del tumore di altri organi (Woodson K ed altri 2002). Effettivamente, i livelli di questo fattore di crescita del cancro sono diminuito da 11 per cento nel gruppo completato ma hanno aumentato di 10 per cento nel gruppo non integrato (Woodson K ed altri 2002).

La curcumina è conosciuta per arrestare la crescita di cancro stabilito (ms ed altri 2005 di Furness) interferendo con la produzione dei fattori di crescita di che le cellule tumorali hanno bisogno per stabilire i nuovi vasi sanguigni e per invadere così altri organi, un processo conosciuto come l'angiogenesi (Arbiser JL ed altri 1998; Dulak J 2005; Ms di Furness ed altri 2005).

Tè verde. Epigallocatechin in tè verde lungamente è stato conosciuto per avere proprietà Cancro-preventive (Cooper R ed altri 2005). Epigallocatechin impedisce alle cellule tumorali di formare i nuovi vasi sanguigni e quindi di spargersi ad altri organi (Jung YD ed altri 2001).

Estratto del melograno. Una ricerca di laboratorio ha dimostrato che gli estratti della frutta del melograno possono impedire le cellule di carcinoma della prostata umane l'invasione dei tessuti nuovi (Albrecht M ed altri 2004).

Soia (genisteina). Presenti in soia, la genisteina impedisce tutte le cellule tumorali che persistono dopo chirurgia dall'invasione degli organi nuovi e dalla diffusione (Vantyghem SA ed altri 2005). Questo potenziale di arrestare la diffusione di cancro è collegato alla capacità della genisteina di ridurre la produzione del fattore di crescita VEGF, un presupposto per la diffusione del cancro e l'invasione (Ravindranath MH ed altri 2004).