Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Terapie alternative complementari del Cancro

Miglioramento del sistema immunitario

Un'immagine delle terapie di camma è stata indicata per amplificare la funzione immune in malati di cancro. Questi includono:

Germe di grano fermentato. La neutropenia, una circostanza caratterizzata dai numeri bassi dei globuli bianchi conosciuti come i neutrofili, è una complicazione della chemioterapia che lascia i pazienti pericolosamente suscettibili delle infezioni (Mego M ed altri 2005). Completando con l'estratto fermentato del germe di grano durante il trattamento convenzionale riduce l'avvenimento della neutropenia (Garami M ed altri 2004).

Il completamento dell'aglio amplifica la funzione immune in malati di cancro (Patya M ed altri 2004) migliorando la funzione delle cellule di uccisore naturali e dei linfociti (Hassan ZM ed altri 2003; Patya M ed altri 2004; Tang Z ed altri 1997).

Le medicine di erbe quali l'echinacea, il ginseng e l'astragalo rinforzano il sistema immunitario e possono essere utili ai malati di cancro (blocco KI ed altri 2003; Suh SO ed altri 2002). Effettivamente, il ginseng rosso amplifica il sistema immunitario dei malati di cancro gastrici che subiscono la chemioterapia dopo la chirurgia (Suh SO ed altri 2002). I pazienti che prendono il ginseng rosso hanno avuti sopravvivenza globale significativamente più alta (76 per cento) che non completando gli oggetti (39 per cento) a cinque anni (Suh SO ed altri 2002).

Gli estratti del fungo aumentano l'attività delle cellule di uccisore naturali in malati di cancro ginecologici che subiscono la chemioterapia (Ahn WS ed altri 2004). Un estratto del polisaccaride di ganoderma lucidum conosciuto come ganopoly (mg 1800, un quotidiano di tre volte prima dei pasti per 12 settimane) la cellula di uccisore naturale amplificata numera nei malati di cancro della avanzato-fase (Gao Y ed altri 2003).

In un randomizzato, prova alla cieca, uno studio controllato con placebo di 68 pazienti con avanzato (fase III o IV) il non piccolo cancro polmonare delle cellule, i peptidi del polisaccaride (PSP) isolati dal fungo Coriolus versicolor (340 mg, un quotidiano di tre volte per quattro settimane) ha migliorato significativamente i conteggi del leucocita e del neutrofilo del sangue, il siero IgG e IgM e la percentuale di grasso corporeo ha confrontato al gruppo di controllo (Tsang KW ed altri 2003).

in serie di caso di otto pazienti con i vari cancri (principalmente fase II-IV), una combinazione di MD-frazione del fungo del maitake(frondosadi Grifola) e di intera polvere del maitake ha provocato una risposta positiva in 23 di 36 malati di cancro. La regressione del Cancro o il miglioramento significativo di sintomo è stato osservato in 69 per cento dei pazienti di cancro al seno, 63 per cento dei malati di cancro del polmone e 58 per cento dei pazienti di cancro del fegato. Lo studio ha trovato i meno di 10 per cento - 20 per cento di miglioramento nella leucemia, nel tumore dello stomaco e nei pazienti di tumore al cervello. Inoltre, quando il maitake era l'aggiunta contenuta alla chemioterapia, le attività immune-competenti delle cellule sono state migliorate 1,2 volte - 1,4 volte confrontate alla chemioterapia da solo (Kodama N ed altri 2002).

Immunonutrition. I pazienti che subiscono la chirurgia per rimuovere una massa tumorale spesso soffrono i sistemi immunitari depressi dopo chirurgia, che rallenta il loro recupero e li lascia vulnerabili all'infezione (Ates E ed altri 2004). Le forme differenti di nutrizione hanno progettato per amplificare l'aiuto del sistema immunitario il recupero dei malati di cancro dopo chirurgia (Ates E ed altri 2004; Braga M ed altri 2002; Song JX ed altri 2002). Per esempio, le sostanze nutrienti amministrate pazienti che contengono gli acidi grassi (con l'aiuto di un'alimentazione gastrica direttamente nello stomaco) hanno un recupero più rapido dei numeri delle cellule immuni (Ates E ed altri 2004). I supplementi orali arricchiti con arginina ed acidi grassi omega-3 hanno migliorato il recupero immune ed hanno ridotto i gradi di infezione (Braga M ed altri 2002; Song JX ed altri 2002).

La melatonina è un ormone con le attività regolarici immuni. La maggior parte dei malati di cancro hanno bassi livelli di melatonina (Bartsch C ed altri 1999). I supplementi della melatonina (10 mg un il giorno) migliorano la funzione immune in pazienti che soffrono da vari cancri, compreso gastrico, renale, la prostata ed i cancri alla vescica, senza alcuni effetti contrari evidenti (Neri B ed altri 1998). Gli studi clinici sostengono l'indice della melatonina, dimostrante che i supplementi di 20 mg un il giorno possono migliorare la funzione immune in malati di cancro, principalmente migliorando l'immunità determinata dai due messaggeri, interleuchina 2 e interleukin-12 antitumorali principali (Lissoni P 2000, 2002).

Batteri probiotici. Quando i malati di cancro con la neutropenia (conteggi bassi del neutrofilo) esibiscono i sintomi dell'infezione quale febbre, lo stato della neutropenia si riferisce a come neutropenia febbrile (Mego M ed altri 2005). Il movimento dei batteri attraverso il rivestimento intestinale è parzialmente responsabile della neutropenia febbrile (Mego M ed altri 2005). Interessante, gli scienziati hanno dimostrato che colonizzare l'intestino con i batteri probiotici amichevoli ha ridotto (in virtù di concorrenza) l'infezione dai batteri neutropenia-causanti febbrili (Mego M ed altri 2005).

Tecniche di rilassamento. Forse secondo le aspettative, gli studi clinici ora hanno indicato che l'umore e la risata hanno un effetto positivo sul sistema immunitario, caratterizzato dai numeri aumentati delle cellule di uccisore naturali (Bennett MP ed altri 2003; Berk LS ed altri 2001; Christie W ed altri 2005; Takahashi K ed altri 2001).

Altre tecniche quali il massaggio e la meditazione che sono destinate per promuovere il rilassamento anche migliorano la funzione di sistema immunitario in malati di cancro (Hernandez-Reif M ed altri 2004, 2005; Hidderley M ed altri 2004). Infatti, i pazienti di cancro al seno che partecipano ad un programma di terapia di massaggio avevano aumentato i numeri delle cellule di uccisore naturali e dei linfociti (Hernandez-Reif M ed altri 2004, 2005).

Vitamina E. Il completamento a breve termine con (una vitamina ad alta dose E di 750 mg) aumenta sia il numero che l'attività dei linfociti in pazienti con cancro colorettale avanzato (Malmberg KJ ed altri 2002). Inoltre, il completamento con la vitamina E durante la chemioterapia riduce la perdita di globuli bianchi (neutropenia) che è associata con la chemioterapia (Branda RF ed altri 2004).